De Magistris affonda Napoli: disastro ambientale a Bagnoli

Un'altra tegola in testa al sindaco arancione: l'area ex Italsider nel mirino della procura

Napoli - Disastro ambientale. La mano della magistratura si è abbattuta sull'area ex Italsider di Bagnoli, a Napoli e i carabinieri, ieri mattina, hanno eseguito un provvedimento di sequestro emesso dal gip. La Procura ha messo sotto accusa la mai eseguita bonifica dei suoli sui quali per decenni una mezza dozzina di viceré e piccoli eserciti di uomini politici, che si sono succeduti nel tempo hanno illuso tutta Napoli con faraonici progetti mai realizzati. Per il disastro Bagnoli ci sono 21 indagati, tra questi due ex vicesindaci assurti ai vertici di Bagnolifutura, Sabatino Santangelo e Rocco Papa. I due ex vice di Rosetta Iervolino sono indagati per concorso in truffa con Mario Hubler, ex dg di Bagnolifutura, oggi Presidente di America's Cup Napoli.

Nel decreto è indicato un programma di interventi a cominciare da «un nuovo progetto di bonifica o di messa in sicurezza permanente che rispetti la destinazione urbanistica come prevista dagli attuali strumenti urbanistici». Soltanto pochi giorni fa, l'argomento Bagnoli era di scena al consiglio comunale. Una seduta monotematica nel corso della quale si sarebbe dovuto parlare di parchi, alberghi ma subito terminata dopo l'intervento del sindaco Luigi de Magistris. Sui suoli malati di Bagnoli volevano costruirci un altro dei tanti sogni propinati al popolo ma tutto si è risolto con molte inutili chiacchiere.
La querelle su Bagnoli, le inutili discussioni che si trascinano da oltre 20 anni rappresenta in tutto e per tutto lo sfascio di Napoli. La fine di un altro sogno color arancione durato appena 23 mesi. I suoli malati di Bagnoli somigliano alle strade gruviera che Giggino non riesce a colmare. Il leader arancione, che potrebbe essere definito l'antesignano del grillismo, tra le cui parole d'ordine si ricordano le «assemblee di popolo», oggi, invece, non riesce nemmeno a parlare con i commercianti incavolati neri contro la ztl e il piano mobilità «che sta distruggendo quel poco di economia viva che ancora resiste in questa città». Nella Piazza Municipio, dove si affaccia Palazzo San Giacomo, due giorni fa c'erano anche i suoi ex sostenitori, quei commercianti radical chic delusi che ammettevano di averlo votato e sostenuto.

«Un sindaco così, che non corregge gli errori, che non sa chiedere scusa, e che ogni giorno di più si dimostra prigioniero della propria impotenza amministrativa, non si capisce davvero perché non debba rassegnare le dimissioni», scrive sul Corriere del Mezzogiorno, il direttore Marco Demarco. In 23 mesi Giggino ha tante volte rinnegato se stesso, le sue scelte più importanti. La rottura con gli uomini forti della sua giunta, che aveva presentato ai napoletani come «il fiore all'occhiello della città». Pino Narducci, l'ex collega della Procura di Napoli cacciato dalla Legalità, Riccardo Realfonzo, l'assessore al Bilancio, l'eroe antirifiuti, Raphael Rossi, sbattuto fuori dall'Asia perché rifiutatosi di compiere delle assunzioni. E, tra i rifiuti sembra essere finita la sua rivoluzione, prima con l'Idv dell'ex amico e collega Antonio Di Pietro, poi con l'ex collega Antonio Ingroia.

Che cosa si ricorda di questi 23 mesi targati Giggino? Un paio di garette di Coppa America che non hanno portato un solo nuovo posto di lavoro. Gli inviti a Obama e Al Pacino e quello ad Abu Mazen che invece verrà tra qualche settimana a incassare la cittadinanza onoraria. Sai che gioia in periferia, oppure a Chiaia tra i negozi chiusi del commercio fallito. In 23 mesi ha pure rinnegato la sua fede calcistica, per non urtare la sensibilità dei napoletani: da tifoso dell'Inter è stato folgorato sulla via del San Paolo ed è diventato un sfegatato tifoso azzurro. Ma basterà questo a salvargli la poltrona?

Commenti

canaletto

Ven, 12/04/2013 - 08:26

NAPOLETANI LO AVETE VOTATO???????? ALLORA GODETEVELO

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 12/04/2013 - 08:58

ma da sindaco che ha fatto? non ricordo nulla di cosi piacevole. già ricordo il fatto dell'immondizza: il giorno dopo non sapeva nemmeno come fare.... e si è visto. ha straparlato (ed è stato strapagato) ma non ha fatto un stracazzo di niente.... gigi 'a manetta, lo chiamavano.... che figura di merda! :-)

silvanociaranfi

Ven, 12/04/2013 - 09:17

Come giudice é stato un disastro: inchieste fasulle finite nel cestino, ma con i protagonisti sputtanati ingiustamente. Ora come sindaco di Napoli, (grazie a di pietro e ai napoletani che lo hanno voluto), si dimostra un pessimo amministratore fallito. Che c'é di strano? A Gigi, torna ar tuo paesello che é mejo. Libera la piazza napoletana e lascia il posto a chi é meglio di te, cambia mestiere. Silvano

Mario Marcenaro

Ven, 12/04/2013 - 09:22

Nessun problema: questi, più combinanp disastri più fanno carriera.

honhil

Ven, 12/04/2013 - 09:33

Era già tutto scritto nel suo curriculum. Da uno che aveva collezionato flop da pm che ci si poteva aspettare? Un altro rinascimento andato a male per i napoletani. Che restano in attesa del nuovo messia. Ma dopo aver votato Bassolino, Iervolino e De Magistris saranno capaci di rinsavire?

Ritratto di stufo

stufo

Ven, 12/04/2013 - 09:52

Il sud è immerso nella camorra/mafia/ndrangheta. INESTIRPABILI.

ingdef@libero.it

Ven, 12/04/2013 - 10:03

Sig. De Magistris, sono un napoletano che vive al nord da oltre 50 anni. Le deidero solo dire che sua gestione dell'amministrazione del Comune di Napoli, nel suo ruolo di sindaco, è stata, a mio avviso disastrosa! Avrebbe fatto meglio a continuare a fare il magistrato, magari di provincia, ma con dignità professionale. I napoletani sono pazienti, ma quando si "incazzano" c'è da scappare, come fecero con "Masaniello" e poi con i tedeschi durante le "quattro giornate di Napoli". Un invito cordiale, lasci perdere, torni a fare il suo vecchio lavoro.

piertrim

Ven, 12/04/2013 - 10:34

Napoli non si smentisce nel dimostrare quanto ci costa.

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Ven, 12/04/2013 - 11:09

In Campania ed a Napoli bisognerebbe ingabbiare i governatori ed i sindaci degli ultimi vent'anni!! Bisognerebbe anche pubblicare i commenti di tutta Europa sulla Campania e su Napoli in Particolare! Sapete che a quei pochi turisti che arrivano in quei luoghi viene consigliato dalle Agenzie turistiche di stipulare polizze assicurative prima di partire?! Altro che il piatto di spaghetti con sovrapposto revolver di qualche anno fa!!

Ritratto di mark911

mark911

Ven, 12/04/2013 - 11:47

Ma il belloccio di Woodcock magistrato di Napoli non è impegnato in questa indagine ?!?!? Già, dimenticavo, lui se non c'è Berlusconi di mezzo o qualche inchiesta "fasulla" dove solo lui va sui giornali non si muove!

LAMBRO

Ven, 12/04/2013 - 12:09

l'hai cercato, l'hai voluto...tienàtello caro caro..... Come può fare un ex PM-Giudice a fare il sindaco di una grande città!!!! avete delle belle pretese....chistu un'è S.Gennaro

1filippo1

Ven, 12/04/2013 - 12:14

Anzichè crogiolarsi in uno sterile e puerile narcisismo personalistico -come la sua arancione bandana,sbiadita ormai nel passato di un'illusoria politica messianica e palingenetica,suggerisce,il sindaco di Napoli sarebbe ora che si dedicasse alle cose serie e concrete,alla realpolitik e non ad una politiva sterile e vacua di facciata.

Myk3

Ven, 12/04/2013 - 12:16

Finalmente lo hanno capito chi sono i governi rossi e arancioni!!!!! Da bassolino alla iervolino e ora con de magistris...... Che pena!!! Non è stato fatto niente di buono!!! Basta!!! Ho un idea Berlusconi sindaco di Napoli!!!

blues188

Ven, 12/04/2013 - 12:21

non leggo la difesa di gi.lit. Che si sia addormentato? Oppure che sia andato al mare a mangiare la pizza mentre il sole scalda le sue ossa?

pansave

Ven, 12/04/2013 - 12:34

I manettari incapaci Ingroia, Boccassini, De Magistris, Woodcock, tutti in campo di purificazione in Val D'Aosta, ma per molto tempo sono troppo inquinati. Se poi preferiscono un paese rosso c'è sempre la Corea del Nord.

libertà primo amore

Ven, 12/04/2013 - 13:14

x Blues188 ### Chi altri se non Berlusconi può salvare questa meravigliosa città? I soliti maligni stanno parlando di Monti sindaco di Napoli ... niente paura quello che non fecero i comunisti lo farà il signor Monti ... vedasi gli esodati ... abbandonati alla fame ed alla disperazione ...

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 12/04/2013 - 14:07

Pensare che hanno il vesuvio sempre pronto a sputacchiare.Ma a nessuno viene voglia di gettrli tutti dentro questi ladroni incapaci .