Decreto liberalizzazioni,governo pone la fiduciaFini: "Monti insensibile"

Per la Ragioneria di Stato il decreto non ha copertura finanziaria. No al rinvio in commissione, domani il voto di fiducia. Protestano Lega e Idv. Fini: "Governo insensibile"

Mentre è ormai certo il voto di fiducia alla Camera per il decreto liberalizzazioni, la Ragioneria generale dello stato avvisa: al decreto mancano alcune coperture per cinque misure previste. A preoccupare sono quelle che riguardano la permuta degli immobili dello Stato, la compensansazione che permetterebbe alle pubbliche amministrazioni di saldare i propri debiti, l'aumento di personale nell'Autorità per l’energia elettrica e il gas, due norme sui diritti aeroportuali.

Intanto a Montecitorio l'Aula ha chiuso anticipatamente la discussione generale sugli emendamenti come chiesto da Angelo Compagnon dell’Udc. Il governo ha quindi posto la fiducia "sul testo delle commissioni identico a quello approvato in Senato" per arrivare al voto definitivo domani, anche perché il decreto decade il 24 marzo. Proteste della Lega: "Non votiamo per la sospensione della discussione, ormai stiamo votando per la sospensione della democrazia", sostiene Raffaele Volpi attaccando anche il presidente della Camera, Gianfranco Fini - "Sta consentendo di usare in maniera assolutamente abnorme tempi e modi" - e il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, reo di sponsorizzare un governo "sordo alla democrazia".

Polemiche anche dall'Idv, secondo cui il Colle, "nel rispetto della Carta Costituzionale, non dovrebbe firmare il decreto: il decreto ha ottenuto parere favorevole in commissione Bilancio nonostante la Ragioneria generale dello Stato abbia dichiarato che non c’è la copertura finanziaria per almeno cinque degli articoli che esso comprende".

Anche una parte del Pdl storce il naso: "Il decreto legge liberalizzazioni viola palesemente, e per stessa ammissione della Ragioneria generale dello Stato, il quarto comma dell’art. 81 della Costituzione. Non penso che questo sia il miglior modo per iniziare un road show di credibilità internazionale. Già nei contenuti di alcuni articoli umilia il senso stesso della parola liberalizzazioni ed in più crea ulteriori buchi di bilancio", sostiene Guido Crosetto.

Dal canto suo anche il Gianfranco Fini esprime il proprio "rammarico" per "l’insensibilità dell’esecutivo" che non ha dato "ulteriori elementi di valutazione" come richiesto in aula. Richieste che, secondo il presidente della Camera, avevano "fondatezza".

Commenti
Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mar, 20/03/2012 - 13:12

Un ulteriore buco (illegale) per un decreto farsa da parte di un governicchio illegittimo. PdL, PD, UDC buffoni inguardabili ed invotabili (da qui all'eternitá)!

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mar, 20/03/2012 - 13:12

Un ulteriore buco (illegale) per un decreto farsa da parte di un governicchio illegittimo. PdL, PD, UDC buffoni inguardabili ed invotabili (da qui all'eternitá)!

Albert1

Mar, 20/03/2012 - 14:01

@ #1 mvasconi Invece Idv, Movimento 5 stelle e soprattutto i Kompagni, quelli si che sono votabili! Più che altro sono coerenti e per nulla ipocriti visto che senza accordi con "gli invotabili" non potrebbero governare neanche 5 minuti! Il governicchio era l'unica soluzione temporanea. Non immagino dove saremmo finiti se dopo aver speso una barca di soldi per nuove elezioni, ci fossimo trovati a dover prendere decisioni difficili come quelle fatte ultimamente con maggioranze altalenanti, soliti ricatti e tempi biblici anche per accendere una lampadina. Non che mi piaccia il governo Monti .... ma poteva andare molto peggio. Dicono che a breve il Portogallo farà la fine della Grecia. Sarebbe bello evitare ciò.

Albert1

Mar, 20/03/2012 - 14:01

@ #1 mvasconi Invece Idv, Movimento 5 stelle e soprattutto i Kompagni, quelli si che sono votabili! Più che altro sono coerenti e per nulla ipocriti visto che senza accordi con "gli invotabili" non potrebbero governare neanche 5 minuti! Il governicchio era l'unica soluzione temporanea. Non immagino dove saremmo finiti se dopo aver speso una barca di soldi per nuove elezioni, ci fossimo trovati a dover prendere decisioni difficili come quelle fatte ultimamente con maggioranze altalenanti, soliti ricatti e tempi biblici anche per accendere una lampadina. Non che mi piaccia il governo Monti .... ma poteva andare molto peggio. Dicono che a breve il Portogallo farà la fine della Grecia. Sarebbe bello evitare ciò.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 20/03/2012 - 15:15

Adesso comanda anche la ragioneria di stato. Ma qui è Napolitano che non gira. Il lavoro dei matti è quando uno fa una cosa e l'altro la disfa. Berlusconi ha fatto la Pace con la Libia e Napolitano la guerra. Berlusconi ci aveva tenuto fuori dalla crisi e Napolitano ci ha precipitati dentro in pieno. Berlusconi ha fatto la Tav e Napolitano l'ha boicottata esaltando i bugia nen della Valsusa, come il Giggino. Quella di Berlusconi è una filosofia di pace. Berlusconi ha buon senso e lo ha usato. E' dunque evidente che il matto della situazione è Napolitano. La demenza senile va re viene. Il demente nelle grandi occasioni sembra normale, ma lasciato solo fa i disastri. Così Napolitano.

curatola

Mar, 20/03/2012 - 15:40

sento che spesso le truffe a danno dello stato valgono miliardi ovvero sono piccole e ricorrenti finanziarie al contrario. Ecco perché si fanno leggi che bucano il bilancio: si spera di compensare con qualche indagine anticrimine o contro gli evasori/elusori ma ci si guarda bene di rispettare il bilancio evitando di spendere ciò che manca. Forse si sa che fra il legiferare e lo spendere c'é il mare. Siamo un'italietta da saltimbanchi roba da avanspettacolo.

Ruy Diaz

Mar, 20/03/2012 - 16:23

Ci vorrebbe un William Wallace braveheart, contro questi nuovi Edoardi , primo e secondo.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 20/03/2012 - 17:19

Bravi! Continuate a sostenerli, questi gangster! Il pdl obietta, ma poi si allinea. Non è così che riguadagnerà il nostro voto alle prossime elezioni! Basta con questa democrazia sospesa! Non ne possiamo più di queste continue fregature, imposte da un vecchio comunista che si riempie la bocca con la parola "costituzione" e si rende complice di chi la sta semplicemente calpestando ogni giorno.

yuryssg

Mar, 20/03/2012 - 17:22

Dopo 50 anni qualcuno si accorge che le leggi "dovrebbero" avere una copertura finanziaria per essere approvate. Peccato che i nostri politicanti hanno sempre fatto finta di niente e ci ritroviamo con un deficit ormai insanabile...

mitmar

Mar, 20/03/2012 - 17:54

Vergogna Monti ma soprattutto Vergogna Napolitano. Ci hanno tolto qualunque democrazia. Vergogna, vergogna, vergogna. Il PdL il mio voto se lo scorda alle prossime elezioni.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 20/03/2012 - 18:37

chi è fini?

carygrant

Mar, 20/03/2012 - 18:43

Monti finora ha saputo mettere solo tasse ma arranca su tutto il resto mentre sarebbe necessaria una prova di forza sia per i decreti sul lavoro sia sulle liberalizzazioni. Una liberalizzazione utile sarebbe quella della macchina statale che costa troppo rendendo troppo poco. Monti credeva che sospendendo la democrazia le cose sarebbero andate meglio e più alla svelta ma come si sbagliava!!!! Illuso!!! Ora depurate pure questo commento dai termini forti se volete ma non sono insulti quelli che ho profferito. Lew parti sociali vanno ascoltate quando si fanno le riforme, non si può pensare di dire RIFORMA DEL LAVORO ANCHE SENZA LE PARTI SOCIALI. e a coloro che sostengono il governo ribadisco che se ci saranno altre tasse vedi aumento dell'IVA dal 21 al 23 per cento (una follia, andremmo tutti in fallimento) dovranno mettere dei paLetti e rivedere l'appoggio al governo medesimo. i salassi in medicina hanno sempre fatto morire il paziente.

Ritratto di g02827

g02827

Mar, 20/03/2012 - 19:48

Caro mitmar, non ti capisco, fai come quel tizio che per far dispetto alla moglie (nel caso di specie il PdL) si taglia gli attributi.

quapropter

Mar, 20/03/2012 - 21:03

Ma tutte queste richieste di voto di fiducia all'inquilino del Colle vanno ora bene? Ma è lo stesso inquilino che non più di qualche mese fa impediva a Berlusconi di ricorrervi? Esempio preclaro di obiettività e di disinteresse...

Ritratto di Piergiorgio Gelli

Piergiorgio Gelli

Mar, 20/03/2012 - 21:35

Il Presidente Napolitano dall'alto del colle dice: NON LASCIATE LA STRADA VIRTUOSA. Che forse ancora non sappia che questa strada deve essere ancora tracciata.?

masbalde

Mar, 20/03/2012 - 21:52

Se Fini manifesta dissenso al metodo di questo Governo, allora vuol dire che forse non arriva a Pasqua o a ferragosto e le elezioni si avvicinano...a settembre????

francesca.gatti

Mer, 21/03/2012 - 09:15

40 posti in più , quaranta, per lì'autority sull'energia: ecco uno dei punti scoperti. Scoperti per un altro carrozzone che andrà a gonfiare la spesa pubblica!!!!!! Assieme all'Autority per i trasporti, di cui già si sa che uno dei membri sarà il figlio di Napoletano. Questo governo non ha pudore. E Napletano sta affossando gli ultimi brandelli della nostra costituzione. Non esiste stato civile laddove la forbice accetta redditi quotidiani intorno ai 5000€ a fronte dei 13 € percepiti dal pensionato. NO! E' una questione di civiltà avvallata da questo governo e dagli altri che lo hanno preceduto. Questo governo è formato da incapaci che non conoscono o fingono di nn conoscere la Costituzione. Se Napoletan0 firmerà avremo la dimostraziuone decisiva che sta a fianco della Finanza internazionale e del Nuovo Ordine Mondiale. Il processo di proletarizzazione in atto ne è comunque già la conferma