Da Disney il logo di Expo 2015: i bimbi sceglieranno il nomeUna composizione di frutta che crea un volto, come nei quadri di Arcimboldo

Milano Si presenta col sorriso accattivante di una banana e due allegre gote colorate d'arancia il nuovo volto della mascotte di Expo 2015. Una composizione di undici simpatici frutti (oltre alla banana e alle arance, ci sono l'anguria, il fico, il mais blu, il mango, la mela, il melograno, la pera, i ravanelli e l'aglio come unico outsider piazzato al posto del naso) ognuno con la sua storia e le sue caratteristiche che si compongono in un unico volto, proprio come faceva a fine Cinquecento il pittore milanese Giuseppe Arcimboldo con le sue «teste composte». L'intera squadra di personaggi, usciti dalla matita di Disney Italia e presentata ieri mattina davanti a una platea fatta interamente di bambini, è ancora senza un nome. Saranno proprio i bimbi attraverso un concorso-gioco online che si apre oggi e si chiuderà il 7 gennaio a inventare il nome per ciascuno degli 11 alimenti e per la loro composizione finale. Ai vincitori una giornata nella Disney Academy di Milano.
Quella che per ora è solo una Famiglia di Frutti per la Disney vuole rappresentare l'ideale sinergia tra i vari Paesi del mondo chiamati, anche attraverso Expo 2015, a rispondere con energia e positività alle sfide del nostro pianeta sull'alimentazione presentandosi come una vera famiglia, unica, simpatica e dinamica. Le mascotte «rimangono fedeli allo spirito della manifestazione e dei suoi valori come il senso del gruppo, la famiglia e la diversità», ha sottolineato il commissario unico di Expo 2015, Giuseppe Sala. Allo studio la possibilità di animarli anche attraverso un cartone animato, mentre «i gadget collegati ai personaggi, come abbigliamento, scolastica e cancelleria, tazze, peluches e prodotti del food, saranno sul mercato dal Natale del 2014», ha aggiunto Sala. Il giro d'affari legato alla vendita dei gadget sarà di circa 150 milioni di euro, di cui ad Expo andranno dai 5 ai 10 milioni.

Commenti

Cristina Ulcigrai

Lun, 16/12/2013 - 19:17

Bella iniziativa,mio figlio di 7 anni,lo chiamerebbe:FRUTTOVERDURETTO.L'Expo 2015 è un volano per il nostro Paese ed una vetrina dove tutto il mondo guarda ed inoltre una speranza per l'economia italiana.Un saluto Cristina.