La dittatura trionfante dei moralisti della parola

La dottoressa Boccassini ha un amico potente nella sua crociata contro le civili libertà umane e la dignità delle persone e del linguaggio. È l'algoritmo

La dottoressa Boccassini ha un amico potente nella sua crociata contro le civili libertà umane e la dignità delle persone e del linguaggio. Non è la cimice ambientale. Non è l'intercettazione telefonica. Non è la criminalizzazione dei testi a difesa dell'imputato. È l'algoritmo. Oggi l'algoritmo bacchettone di Facebook, potente multinazionale della parola online, domani chissà. Infatti mi sono ritrovato censurato un editoriale del Foglio nel cui testo, come (dal suo titolo, usavo a proposito del matrimonio gay approvato dalla Corte suprema americana, con riserve tecniche pusille, la parodia della formula nuziale classica, «oggi sposi», trasformata nel politicamente scorretto «oggi froci». È questa peraltro una vecchia battuta bonaria del mio lessico familiare, che mia moglie Anselma Dell'Olio, americana e femminista, spiritosa e sboccata, libertaria e noncurante, si permette spesso di pronunciare impunemente tra persone cosiddette perbene, tra di esse qualche frocio e qualche lesbica, a commento del sentimentalismo da nozze gay, che lei detesta. Un siciliano investito dall'insulto: «puppo», mi raccontava il magico amico Pietrangelo Buttafuoco, rispose al malcapitato: «Barone mi dicesti». E per me è così. Ho le mie idee contrarie alla gay culture, il cui culmine è l'abrogazione della felice differenza, anche erotica o di stile di vita, approdata appunto alle nozze gay; e la parola «froci» riveste per me un significato liberatorio, irriducibile a ogni caratterizzazione insolente, visto che chiunque conosca me e quelli come me sa benissimo che di fronte a un greve uso del termine a scopo di diffamazione di un conoscente o di un amico o di un passante sconosciuto, prenderei a schiaffi chi ne è autore. Eppure, come per rispondere alla domanda del tipico fighetta d'oggi, che si interroga pensoso se il web renda liberi, un mostriciattolo orwelliano fa capolino nella multinazionale potente delle chattering classes, il circuito universale di quelli che chiacchierano, il social network. L'algoritmo può darci molto, può favorire l'intelligenza, ma in sé è totalmente cretino. È un idiot savant, uno scienziato pedante e talvolta utile che cerca nella media dei significati di guidarci tra i significati, ma manca del principio di individuazione, del tratto della personalità, che è la sede dell'intelligenza, della capacità morale degli uomini e delle donne, della loro anima individuale. Un algoritmo non sa nulla di mia moglie e di me, dei lettori del Foglio o del Giornale, del senso e del carattere di campagne o guerre culturali intorno a temi come il matrimonio, la famiglia, l'educazione dei figli, la libertà di amare senza trasformare sentimenti e desideri in diritti, che è un'auto-contraddizione bestiale. L'algoritmo non sa che sul Foglio una storica rubrica scritta da uno scrittore gay che si chiama Daniele Scalise aveva per titolo, appunto, «froci». E che quella rubrica era nata sul settimanale di sinistra intellettuale, l'Espresso, col titolo «gay». E che Scalise aveva volentieri rititolato così la sua rubrica nel passaggio a una testata meno onerata di obblighi ideologici. L'algoritmo sa un sacco di cose ed è utile, ma non conosce l'ironia, quel nascondimento che disvela significati profondi delle cose: e se «gay» è ortodosso secondo la cultura contemporanea e le sue regole, «frocio» è l'emancipazione ironica da un vecchio insulto, la sua evoluzione libertaria in diritto orgoglioso di dirsi come si è. Dipende naturalmente da come e dove venga usata, quella parola, dal contesto e dall'identità di chi la usi. Ma che ne sa l'algoritmo del contesto, che ne sa dell'identità di chi scrive e di chi legge? Niente. Tutti i giorni su Twitter ricevo quintalate di insulti osceni, roba che Enrico Mentana potrebbe esserne psicologicamente schiacciato, essendo un gentiluomo. Io no. Ho le spalle larghissime, e se mi danno di ciccione o di contenitore di m... liquida, e chiedo scusa degli eufemistici puntini, se mi invitano a uccidermi tra le più atroci sofferenze, se danno di p...ana alla memoria della mia mamma, che era una donna ironica, sono solo divertito e cerco di capire senza troppa amarezza, senza nemmeno credere alla perfidia o alla volgarità del mondo, di che pasta sono fatti questi simpatici e goffi importuni, e di rendergli a mio modo, cioè con ironia, la vita dura (per educarli, diciamo). Sarebbe tragico che un algoritmo impedisse a questi mezzi ubriaconi e giocherelloni di esprimersi, anche all'ombra dell'algoritmico anonimato, è una valvola di sfogo della violenza e della noia, della stupidità e della maleducazione, uno dei veri mestieri o addirittura una delle missioni dei social network. Teniamoci stretti i nostri giornali, però, che difendono la libertà con la parola démodé, i caratteri cubitali dei titoli, i testi spesso pieni di sottigliezze, i nostri giornali che riscattano dalla censura algoritmica un secolo che si annuncia e già si manifesta come pericoloso. Almeno, pericoloso per generazioni di umani ai quali piace vivere liberi. Sopra tutto, liberi dal pregiudizio che si veste di toghe e di algoritmi con una impressionante progressione e facilità. Ho già detto con ironia che siamo tutti puttane, e sebbene Facebook censuri questa espressione, devo aggiungere da liberale che siamo tutti froci.

 

Commenti

nino47

Dom, 30/06/2013 - 09:49

caro Ferrara, come ho già scritto nei precedenti post, per me facebook è e rimane un cretinaio che, né più né meno, rispecchia la cultura politica che la sinistra è venuta man mano e astutamente promuovendo negli anni, e cioè, contestare l'avversario non sulla base delle idee ma sul suo aspetto fisico. Per cui succede che Berlusconi è nano, Brunetta idem, Lei è grasso, la Santanchè è di plastica e via via...e se qualche deputata del pdl è guardabile, al contrario delle grazie in negativo di Bindi e Finocchiaro varie, è puttana. Tutto questo agevolato dal basso conio della razionalità di un popolo bue ormai attento più al gossip ed ai vari serial annusapatte che la magistratura ci offre che alle idee ed ai contenuti. Quindi Lei porti pazienza e si tenga i loro insulti, così come io mi terrò quello dell'asservito al "nano", e facebook continui pure a rimpinguarsi in progressione geometrica di cretini inevitabilmente ligio alla legge per cui la madre degli idioti è sempre incinta!

cicero08

Dom, 30/06/2013 - 11:34

Bene: Così anche l'elefantino ha la sua ossessione: la dottoressa Boccassini...

Raoul Pontalti

Dom, 30/06/2013 - 15:53

Questa volta sottoscrivo il testo di Giulianone.

linoalo1

Dom, 30/06/2013 - 16:20

Anche lei,se vuole restare dov'è,deve obbedire a chi le sta sopra!Pena di essere mandata a fare il Magistrato ad Aosta!Lino.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 30/06/2013 - 16:28

sinistra comunista= il trionfo della negazione, delle bugie, delle menzogne

acam

Dom, 30/06/2013 - 16:46

cicero 8 la boccassin passerà alla storia come il pm, che con altre tre giudici togate a fatto condannare il cavaliere, ma anche per averci messo venti anni barando alla fine, quindi intetta e intellettualmente poco onesta!

Massimo Bocci

Dom, 30/06/2013 - 16:46

Si potrebbe anche definire la dittatura........dell'arbitrio... COMUNISTA!!!! La falsità al potere, contro diritto,intelligenza, umanità!!!! Tutti orpelli per un regime settario e FALSIFICATORIO!!!

Silvio B Parodi

Dom, 30/06/2013 - 16:56

Non ho mai letto un commento con contenuti costruttivi da parte dei sinistri, solo insulti diffamazioni, puttanate varie e bugie, tante bugie, molti sanno di mentire, altri solamente non sanno, sono inbevuti di odio, di faciloneria di"per sentito dire" non conoscono, non sanno gli uni sono patetici, gli altri ignoranti.

gigggi

Dom, 30/06/2013 - 17:08

Mortimermouse 'lei ha ragione ...mi viene solo un dubbio Quando un servo ex pci 'con compiti importanti''ex psi' ora berlusconano e stipendiato dal bluff piu' bluff degli ultimi 150anni,,dichiara la verita'...e,...aveva ragione quando era ex... o ora???????

gigi0000

Dom, 30/06/2013 - 17:20

Caro Ferrara, anche Tu passi e di lor non ti curi, come faccio io e, naturalmente le persone dotate d'un minimo d'autoironia ed un poco d'intelligenza. Quell'intelligenza che manca a coloro che, senz'argomenti, meglio se coperti dall'anonimato della rete, se la prendono con tutto il resto, tra cui i chili di troppo, o la statura non elevatissima, senza guardare taluno dei loro, talvolta con problemi di gran lunga maggiori. Ma questo non solo non leva la stima in colui che vorrebbero denigrare, ma, quasi sempre l'accresce. Proprio stamani ricordavo con mia moglie, quant'era meglio quella trasmissione delle 20,30, quando la conducevi Tu, magari sforando l'orario di chiusura e magari infervorandoTi in commenti che tentavano di ristabilire la verità, a fronte delle menzogne dei Tuoi ospiti e dei Tuoi interlocutori. Riguardo la Boccassini, la cultura gay ed un mucchio d'altre mostruosità, anch'io preferisco, sempre con animo liberale, di passar, senza curarmi di loro e, sebbene me ne faccia una ragione, non negherò mai le mie avverse idee.

tzilighelta

Dom, 30/06/2013 - 17:28

Lo sapevamo già che eravate tutti froci, la prova è stata la pagliacciata di piazza Farnese, Ferrara con il rossetto e la moglie a fare la predica a quattro giovani vecchietti, sembrava la brutta copia del gay pride, patetico tentativo di spargere il verbo liberista secondo la quale è tutto normale se una minorenne va a casa dell'ultra settantenne presidente del consiglio S. B. a fare cosa non si sa, l'operazione di convincimento è perfettamente riuscita, alcuni giovani vecchietti tifosi di B. si dichiaravano entusiasti e contenti di mandare la propria figlia ad una cena galante con un premio in busta, le madri anche di più, e c'era pure un uomo di chiesa, un amicone dei preti, insomma uno spettacolo desolante e decadente!

scipione

Dom, 30/06/2013 - 17:44

Ferrara sei divino.

scipione

Dom, 30/06/2013 - 17:51

tzilighelta,come gigggi,da buon,vecchio,incartapecorito comunista, non hai capito niente.

Fracescodel

Dom, 30/06/2013 - 17:57

Tzili...spettacolo decadentecsono I bigotti, gli stessi dannosi bigotti che danno giudizi sulle preferenze individuali altrui, e che anche proteggono I criminali nel nome di un perbenismo stolto e anche un po' vigliacco. Benvengano I froci...gente normalissima, con preferenza sessuale distinta, spesso gente di successo, e acculturata. Non ritrosa e oscurantista come lei...vero medio evo moderno.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 30/06/2013 - 18:13

GIGGGI e quindi? ma non lo sa che mezzo PDL era socialista? :-) evidentemente da noi sono arrivati i migliori elementi del socialismo, della DC, del centro, di AN ecc.... :-) non lo sa? bene, ora lo sa! e quindi?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 30/06/2013 - 18:16

TZILGHETA sei un povero fesso. sei ancora rimasto fermo al 9 novembre 1989.... :-) rimpiangi la guerra fredda, l'est contro ovest, i missili puntati.... bravo. ma non ti sei accorto che il mondo è cambiato? affacciati e comincia a mettere i piedi per terra: welcome in the world :-)

volp

Dom, 30/06/2013 - 19:02

D'accordo su. Facebook ma dov'è' il rispetto per gli altri? Essere liberali significa accettare i comportamenti altrui fin quando non ledono i propri. Invece i liberali come Ferrara, Belusconi, Sallusti sono il contrario prima e solo interessi, idee e comportamenti propri...w la liberta'

taffazzi

Dom, 30/06/2013 - 19:12

E quindi Giulianone hai scritto 10,000 parole per dire che in Internet le parole possono essere interpretate in modo diverso da chi le ha scritte. Ma bravo! É proprio cosí! Peró vedi, chi si deve adeguare sei tu. La prossima volta stai piú attento a come usi la parola 'frocio'. Purtroppo caro Giulianone, i social network oggi sono il presente e il futuro. Pensa che nascono manifestazioni politiche di enorme importanza che a volte sfociano in rivoluzioni grazie a Facebook! Vedi tutto il mondo arabo, e piu recentemente il Brasile. Non vorrai mica eliminare uno strumento cosí poderoso per il motivo che qualcuno ha mal interpretato il tuo uso della parola 'frocio'? Pero devo dire che é sempre un piacere leggere i tuoi coloriti articoli.

michele lascaro

Dom, 30/06/2013 - 19:13

Il commento di nino47, che sottoscrivo in pieno, è quanto di più pacato, chiaro e giusto abbia letto negli ultimi tempi. A parte il fatto che non sono iscritto né a Facebook, né a Twitter, sono anch'io del parere che questi siti sono uno specchietto per le allodole sceme, quelle che militano in una certa sezione della vita, e che si distinguono per il livore nei confronti di chi non la pensa come loro e, non avendo argomenti validi, esprimono tutta la loro gretta cafoneria con le offese gratuite, di cui, essendo poco intelligenti, non si rendono conto.

angel42xy

Dom, 30/06/2013 - 19:24

caro giuliano chi non si scontra face to face è un fallito ed anonimo represso.in un mondo di numeri l'illusione di essere qualcuno aprendo e bocciando qualcuno con un click fa diventare dei TRISTI POTENTI CHE SANNO DI NON ESSERLO . E PIU NON LI CONSIDERI E PIU SI ARRABBIANO. X CUI LA SUA IRONIA, CARO FERRARA è L'ARMA VINCENTEX STENDERE QUESTI INUTILI NEMICI.

Ritratto di nestore55

nestore55

Dom, 30/06/2013 - 20:24

tzilighelta....Lei parla di desolazione e decadenza??? Proprio lei???? Cos'è? Estetica dell'autocritica??? Si faccia un favore..si termini...Smetterà di soffrire per questa esistenza che non le ha riservato nulla, tranne sconfitte ed amarezze...E.A.

cicero08

Dom, 30/06/2013 - 20:46

X acam: il suo scritto risulta incomprensibile. Se può riscriva.

tzilighelta

Dom, 30/06/2013 - 21:15

...ecco, si è aggiunto pure nestore, vecchio trombone che parla senza dire niente!

jokopokomajoko

Dom, 30/06/2013 - 21:35

Ferrara scrive bene .... senza errori o inflessioni civiche o intellettuali . Egli scrive seguendo un algoritmo: "The money". Lo può fare perchè egli non è vero (in senso materiale) ... è una invenzione ... e poi non crede a quello che scrive ... una cosa mi ha deluso: la citazione della moglie.

Ritratto di Chichi

Chichi

Dom, 30/06/2013 - 21:52

Perché, caro Dott. Ferrara, le cosche senza dignità né onore, che fanno il bello e il cattivo tempo nei tribunali, conoscono l'ironia? O l'apprezzano i loro protettori, gli eredi diretti delle mummie, che, a scadenze fisse, apparivano sugli spalti del mausoleo di Lenin? Arnesi che ce l'hanno col mondo intero solo, credo, perché la gente sa sorridere.

nalegior63

Dom, 30/06/2013 - 22:40

burattini sconfessati,scomunicati dal PAPA,che come DANTE definisce il PD le lobbby GAY la MASSONERIA i speculatori bankari,tutti servi del demonio con un posto riservato all inferno x l eternita..fra di loro hanno in comune il linguaggio POLITICAL KORRECT,come certi postanti che si scandalizzano x SILVIO che fa un festino con una 17 anni e 10 mesi definendola minorenne e prostituta e non si scandalizzano x un assassino NEGRO che piccona 3 ITALIANI a cui danno soldi lavoro e liberta...manca solo che gli danno una medaglia,se poi i loro beniamini dopo aver spolpato il MPS gettano dalla finestra uno che voleva cantare e anche qui nn si scandalizzano allora sono,siete complici,colpevoli,meritori di punizione terrena e divina

gigggi

Dom, 30/06/2013 - 22:44

mortimermouse... le ripeto se: gli ex pci psi dc psdi pri pli abbiano ragione oggi che sono berlusconiani, o ieri che erano ex di qualcosa...e, visto che si parla di ferrara...aveva ragione quando era pci, aveva ragione quando era psi o ha ragione adesso che fa il berlusconiano?E, visto che lei ritiene di aver accolto nel pdl il meglio di questi partiti, mi chiarisca, se vuole, se ferrara ( e gli altri) erano il meglio del pci quando erano nel pci o del psi eccetera...i miei saluti!

duca di sciabbica

Dom, 30/06/2013 - 23:06

che volete che vi dica? da sinistra (però, quanto mi sembra impolverata e bolsa oggi 'sta parola)ammetto che solo alcuni scritti del cardinale Biffi pareggiano questo di Ferrara. Devolvo gli algoritmi del mio pc al copia-incolla-conserva di questo pezzo memorabile.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 01/07/2013 - 00:26

Come è possibile che si parli degli attacchi delle toghe rosse alla nostra democrazia SENZA CHE NESSUNO NE DENUNCI L'INCOSTITUZIONALITA'? SIAMO DIVENTATI TUTTI DELLE PECORE? Diciamo basta all'arroganza di magistrati che abusano del loro potere. CAMBIAMO QUESTA VERGOGNOSA INGIUSTIZIA.

Ritratto di pipporm

pipporm

Lun, 01/07/2013 - 08:08

Un cervello devastato ... dal rossetto!!!