Donne, intrighi e potere La storia segreta del Pci

Gino, figlio di Luigi, lo storico segretario comunista, rivela oltre 70 anni di "dolce vita" del Partito. A partire dagli amorazzi moscoviti di Togliatti

«Fu in quel mese di agosto del 1935 che mi recai, con mia madre e con l'autobus sgangherato del Comintern, alla festa dell'aviazione a Tushino, che era allora, se non sbaglio, un aerodromo». Così scrive, introducendo i suoi ricordi piccanti sull'amore moscovita di Palmiro Togliatti, un testimone d'eccezione, Gino Longo, figlio di Luigi, segretario del Pci dopo il Migliore, dal 1964 al 1972.
Gino Longo ha prodotto una narrazione sterminata lunga 4000 pagine, tutte inedite. Nato nel 1923, da una coppia di «rivoluzionari di professione», come si chiamavano allora i dirigenti del Pci, Longo e Teresa Noce, ha attraversato indenne la tempesta infuocata del Ventesimo secolo, vissuta da una poltrona di prima fila. E ora si gode il meritato riposo nel suo buen retiro vicino a Como. Due mogli russe, naturalmente in successione, è tra i rari sopravvissuti dell'era del Comintern, e può piantare la sua selva di bandierine sull'atlante storico del Novecento, per dire: «io c'ero». Era, infatti, a Berlino, nel '32, alla vigilia della conquista del potere da parte di Hitler. Esule con i genitori in Francia, passò nell'Urss di Stalin proprio nel '32, per tornare a Parigi nell'agosto del '38. Fu di nuovo a Mosca, all'inizio del '41, quando era ancora in vigore il patto Ribbentrop-Molotov. «Figlio» della Terza Internazionale, fu allevato in Unione Sovietica, nei convitti del Soccorso Rosso e, nel '42-43, seguì gli ultimi corsi della scuola-quadri del Comintern, per poi passare alle dipendenze della Direzione politica centrale dell'Armata Rossa.
Tornato in Italia nel '45, fu dapprima segretario di redazione all'Unità e poi lavorò alla sede di corrispondenza romana dell'agenzia di stampa sovietica Tass. Fece in tempo a rientrare in Russia, per assistere al tramonto di Stalin del quale fu interprete, al Cremlino. Racconta: «Conobbi, oltre all'intero gruppo dirigente del Pci clandestino, anche personaggi di primo piano del comunismo internazionale come Maurice Thorez, Mathias Rakosi, Dimitri Manuilsky, Dolores Ibarruri, Walter Ulbricht, Ho Chi Minh. Vissi con i figli di Mao, sono stato compagno di studi di Markus Wolf \». Di sé oggi dice: «Sono un marxiano edonista», libertario in politica e libertino nel privato. E, in effetti, si racconta come un sensuale adoratore dei piaceri della vita: letteratura, sesso, viaggi, cucina. Un uomo, insomma, che si è divertito moltissimo, passando indenne attraverso le macerie e i lutti del secolo breve.
Nelle sue memorie autobiografiche narra la propria esistenza di sradicato, senza famiglia, abituato a cavarsela da solo fin dall'infanzia, all'ombra delle «istituzioni totali» che allevavano, in vitro, la nuova generazione della futura nomenclatura dell'internazional-comunismo. Questa sua acuta precocità lo rese un ragazzino alquanto sveglio, curioso di tutto e interessato a gettare ponti verso l'altro sesso. Ecco perché, nel '35, nel pieno dell'esplosione puberale, si trovò a covare bramosie non proprio stilnovistiche nei confronti di una donna sposata che diverrà l'amante di Togliatti. Quel giorno d'estate, mentre viaggiava sul torpedone del Comintern, fu attratto da una passeggera esibizionista, una russa sui trent'anni che si strusciava su un uomo che non era certo suo marito. Era una brunetta con un corpo da urlo, snella e sinuosa. Sbronza, sembrava voler provocare l'accompagnatore, suscitando la riprovazione di Teresa Noce, che portava il figliolo alla festa dell'aviazione.
Gino bombardò di domande la madre, che gli raccontò la verità su quella donna, Elena Lebedeva, Lena per gli amici. Scoprì che era sposata a un dirigente comunista, Davide Maggioni, alias Marcucci, ben conosciuto dalla moglie di Longo in quanto avevano insieme frequentato la scuola leninista di Mosca. A quel tempo Maggioni era rappresentante italiano al Kim, l'Internazionale della gioventù comunista.
Perché Teresa Noce biasimava il comportamento di Elena? Perché, pur essendo marxista e rivoluzionaria, la signora Longo, che nel dopoguerra sarebbe poi stata ripudiata dal marito, era austera in fatto di costumi sessuali. Quindi disapprovava il patto che i due coniugi licenziosi, Maggioni e Lebedeva, avevano stretto quando si era sposati: marito e moglie, sì, ma con ampia facoltà di cornificarsi a vicenda.
Scoppiò la guerra civile spagnola, e sia i Longo sia la coppia «di larghe vedute» andarono a combattere nella penisola iberica, con i repubblicani. Luigi Longo vi divenne ispettore generale delle Brigate internazionali, cioè responsabile politico di circa 50mila miliziani di 52 Paesi che facevano pratica di lotta armata, e di terrorismo di massa.
Nel '37, la tragedia. Davide Maggioni ebbe un accesso di gelosia verso Elena, che faceva l'interprete, ma soprattutto la sgualdrina, racconta Longo junior, dedicandosi «a biondi piloti russi, galanti ufficiali di collegamento spagnoli, compagni delle brigate e probabilmente anche qualche politico». Tra i coniugi scoppiò un litigio. Lui alzò le mani contro di lei, e lei lo abbandonò. Maggioni, disperato, si rivolse a Longo, scongiurandolo di far intervenire Teresa Noce per riportare la pace. Ma l'intervento per ragioni di forza maggiore non fu tempestivo, e Davide si uccise sparandosi un colpo di pistola.
Nell'autunno del '43 Gino Longo avrebbe ritrovato la Lebedeva, che proveniva da una famiglia ebraica di intellettuali, alla redazione di Alba, un foglio di propaganda finalizzato alla rieducazione politica dei prigionieri italiani dell'Armir. Al giornale, diretto da Togliatti-Ercoli, lavorava anche Elena, che allora aveva già avviato una relazione con il Migliore. Il compagno Ercoli, che al tempo era il vice del bulgaro Georgi Dimitrov alla segreteria generale del Comintern, non mancava mai alle riunioni di redazione, forse per intrecciare languidi sguardi con l'amante. Benché facessero di tutto per nascondere la loro intimità, Elena e Palmiro apparivano come una coppia affiatata. Per quanto sposato con la compagna Rita Montagnana, evidentemente il leader comunista desiderava concedersi a un amorazzo moscovita. Quasi uno sfizio da cinquantenne: al suo ritorno in Italia avrebbe ripudiato la Montagnana, per concedersi a Nilde Iotti.
Gino Longo seguitò a corteggiare la Lebedeva. Un giorno lei lo attrasse nella sua tela, invitandolo nella sua stanza all'Hotel Lux: «Varcai così la soglia della sua camera da vergine, anzi da puttanella solitaria. Vidi anche, buttate con negligenza su una poltrona, un paio di calze trasparenti di seta, e mutandine di rosa tea guarnite di pizzo, molto suggestive che Lena si affrettò a far scomparire, arrossendo e scusandosi». Ma quella volta lei lo mandò in bianco. Un conto era tradire Maggioni. Un altro fare fesso il Migliore.
(1. Continua)

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 20/04/2014 - 09:31

CARI LETTORI, RINGRAZIATE IL NOSTRO PRESTIGIOSO GIORNALE CHE OGGI PASQUA 2014 VI HA FATTO UN OMAGGIO HA MESSO LA FOTO QUALE RICORDO DEL VOSTRO NONNINO PALMIRO,SIATE CONTENTI E AMATEVI DA BUONI COMPAGNI.

mk1

Dom, 20/04/2014 - 09:44

a proposito di intrighi e potere , quando ci racconterete la storia ( ...quella vera ) di Dell' Utri e Mangano ?

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Dom, 20/04/2014 - 10:08

Il ''migliore'' !!! Ma basta parlare di questo miserabile tamarro. Ha lasciato morire i nostri prigionieri di guerra senza battere ciglio. Pensare a questo soggetto mi viene un ottimo ed abbondante schizzo di vomito .

angelomaria

Dom, 20/04/2014 - 10:21

ed e'solo una parte!!!!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 20/04/2014 - 10:45

Beh da vero Comunista ho sempre combattuto "il Migliore Palmiro". Ma almeno lui trombava davvero. Al contrario de "il Migliore Merdusconi" che, usando una vile protesi, fa solo finta di farlo.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Dom, 20/04/2014 - 10:51

@ ottimoabbondante - non solo senza batter ciglio, ma come dichiarò era nell'interesse del PCI. BRAVO ITALIANO - IL "MIGLIORE" DI COSA??

Enzolino

Dom, 20/04/2014 - 10:56

Capisco le vostre intenzioni,ma mi sapete dire cosa c`entrano gli amori dei comunisti di una volta con la vostra voglia di vederli esserci ancora(per voi,solo per voi)dappertutto?Risparmiatevi questi articoli a la Novella 2000 e ricordatevi che non tutti quelli che schifano Berlusconi e la sua politica sono comunisti,perchè allora quasi tutti gli Italiani dovrebbero esserlo ormai.Buona Pasqua nonostante tutto.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Dom, 20/04/2014 - 11:32

wowwww... come abbiamo potuto vivere fino ad oggi senza questa preziosa testimonianza di corna e rapporti proibiti all'ombra del cremlino??? Attendiamo con curiosità crescente la seconda puntata di questa appassionante storia... magari assieme al prosieguo dell'articolo su Valentina Nappi "Non smetterò mai di fare la pornostar" e all'epilogo sulle lezioni di sesso anale impartite a studenti reggiani di 15 anni, il tutto sponsorizzato dal sito "www.cougar.com" il cui prezioso contributo permette la comparsa sul Giornale di questi articoli di elevatissimo spessore culturale.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Dom, 20/04/2014 - 11:33

wowwww... come abbiamo potuto vivere fino ad oggi senza questa preziosa testimonianza di corna e rapporti proibiti all'ombra del cremlino??? Attendiamo con curiosità crescente la seconda puntata di questa appassionante storia... magari assieme al prosieguo dell'articolo su Valentina Nappi "Non smetterò mai di fare la pornostar" e all'epilogo sulle lezioni di sesso anale impartite a studenti reggiani di 15 anni, il tutto sponsorizzato dal sito "www.cougar.com" il cui prezioso contributo permette la comparsa sul Giornale di questi articoli di elevatissimo spessore culturale.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Dom, 20/04/2014 - 11:33

wowwww... come abbiamo potuto vivere fino ad oggi senza questa preziosa testimonianza di corna e rapporti proibiti all'ombra del cremlino??? Attendiamo con curiosità crescente la seconda puntata di questa appassionante storia... magari assieme al prosieguo dell'articolo su Valentina Nappi "Non smetterò mai di fare la pornostar" e all'epilogo sulle lezioni di sesso anale impartite a studenti reggiani di 15 anni, il tutto sponsorizzato dal sito "www.cougar.com" il cui prezioso contributo permette la comparsa sul Giornale di questi articoli di elevatissimo spessore culturale.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 20/04/2014 - 11:52

studiatevelo bene questo, è la vostra storia mafiosa, sinistronzi! ficcatevelo bene in testa perché sui vostri porngiornalacci non ve ls raccontano come qui... :-)

Ritratto di luigipiso

Anonimo (non verificato)

agosvac

Dom, 20/04/2014 - 13:48

Egregio dreamer66, mi spiegherebbe come riesce a mettere per tre volte consecutive lo stesso post??? solo un idiota completo ci potrebbe riuscire. Tra l'altro, visto che non gradisce gli articoli di questo Giornale, perchè non se ne va in siti più confacienti alla sua scarsa intelligenza??? C'è repubblichetta che sarebbe felice di accoglierla, c'è il fattarello quotidiano che l'aspetta con ansia, per non parlare del blogghetto di grillo!!!!!!! Ci faccia il favore: se ne vada altrove, quì i cretini non sono graditi.

Ritratto di Sniper

Sniper

Dom, 20/04/2014 - 14:20

mortimermouse, sei malato. Cosa c'entra la mafia con le storielle pruriginose che il Giornale spiattella ai suoi lettori guardoni? Se avere amanti rende uno mafioso, allora Berlusconi cos'e'?? SI' lo so che lui lo e' comunque...

Ritratto di marione1944

marione1944

Dom, 20/04/2014 - 14:52

Omar El Mukhtar 4 ore fa Ma lei come fa a saperlo? Forse che la protesi l'ha fatta insieme?

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 20/04/2014 - 14:56

Gli articoli de "Il Giornale" hanno tanto spessore culturale quanto la minchia del Berlusca è dura senza attivare la famosa pompetta.

eras

Dom, 20/04/2014 - 15:17

Rispetto alle porcherie che si vedono oggi mi fanno tenerezza specie quella che arrossisce per due calze. Ingenui e paleontologici altro che libertini !!!!!!!!! Comunque a me non importa nulla perché sono affari loro e ormai fatti di persone defunte e vissute in epoche lontane. Lasciamo perdere i morti.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 20/04/2014 - 15:20

agosvac: se i cretini non sono graditi lei cosa ci fa da queste parti?

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 20/04/2014 - 15:29

Marione 1944: Lo ha dichiarato implicitamente lo stesso berlusconi quando PUBBLICAMENTE E IN TV informó di essere stato sottoposto ad asportazione completa della prostata (sa cosa significa???). E lo stesso VITTORIO FELTRI ne mise a conoscenza l'opinione pubblica invocando, a difesa del Berlusca, che per tale motivo non AVEVA POTUTO avere rapporti sessuali con la Ruby. Informarsi please! A quello nemmeno un autotreno di Viagra lo farebbe venire duro! Ma i bananas lo credono possibile. Altrimenti che bananas sarebbero?

mariolino50

Dom, 20/04/2014 - 15:36

E se Togliatti trombava a Mosca chi se ne frega, o forse si doveva fare le pippe, se non aveva l'amante sarebbe andato in qualche lupanare come potevano fare a quei tempi. Notizie di importante spessore per i nostri problemi attuali,e poi tutti sanno quanto tira u pilu come dice Cetto Laqualunque, a destra e a sinistra, o credete che i sinistri siano tutti ricchioni.

Ritratto di dido

dido

Dom, 20/04/2014 - 16:03

Togliatti, assassino e spia al soldo di Stalin! In Spagna fece garottare tutti quei socialisti che non erano abbastanza rossi da passare per comunisti. Consigliò Stalin di consegnare alle truppe titine la città di Trieste, ma poi fu Stalin a dire di no. Il racconto fatto dal figlio di Longo, non riporta assolutamente il clima di terrore che c'era a Mosca tra questi comunisti italiani, pronti a denunciarsi l'un l'altro per non finire nei gulag. Famose sono le notti di Tito, anche lui a Mosca negli anni 30 all'albergo Lux, dove lasciava l'acqua del rubinetto del bagno aperta per confondere i microfoni nell'eventualità parlasse nel sonno...... Dei periodi fantastici, che nostalgia.........

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Dom, 20/04/2014 - 16:05

Le bagasce kommmmunisti sono le peggiori..kiavavano per soldi per i favori l del kompagno al potere di turno..solo che a Omar Abdulah non la darebbero neanche sotto tortura....a certi livelli non si abbasserebbe nessuno!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 20/04/2014 - 16:24

SNIPER ah no? lei dice che la mafia non c'entra nulla con la sinistra? :-) allora vediamo se ricordo bene.... anni fa nicola mancino viene indagato e messo sotto processo per aver frequentato i mafiosi, a causa di una macchina ministeriale intestata a lui, parcheggiata davanti a un locale gestito da mafiosi. napolitano gli fa una telefonata per aiutarlo, e questa telefonata, per sbaglio, finisce in una intercettazione. i magistrati vogliono sapere come mai napolitano aiuta uno che ha frequentato i mafiosi. invece napolitano, da bravo presidente qual è, sai cosa ha fatto? ha sollevato un conflitto di attribuzioni alla consulta, poi ha ordinato la distruzione delle intercettazioni. è abbastanza come fatto mafioso? :-) tutto documentatissimo, con tante foto, documenti e intercettazioni! mica come quelle prove ridicole che tentano di incastrare Berlusconi... :-) questa è la sinistra, imbecille!!

diwa130

Dom, 20/04/2014 - 16:50

E dove sarebbe lo scandalo ? Vita ed avventure di uomini e donne normali che hanno creduto in un sogno come milioni di altre persone, in un'epoca in cui non era chiaro cos'era giusto o sbagliato. Diverse sono le storie di oggi in cui vediamo nella buona tradizione italiana polirci delinquenti nascondersi in stati senza estradizione. Craxi per finanziamenti illeciti (e si può' anche capire) ma quest'altro per collusione con la mafia ! Uno dei collaboratori più' stretti di B. più' volte presidente del consiglio ! Invece di ravanare vecchie storie, perché' non ci raccontate queste ?

m.nanni

Dom, 20/04/2014 - 16:56

pensare che i nipotini di costoro, di questi cornificatori della democrazia e delle libertà hanno invaso l'Italia fa accapponare la pelle. E sentite questa; altro che governo di scopo e poi al voto, quello deciso dal Politburo di Renzi! Il suo orizzonte è quello della presa per il culo a tutti, Berlusconi compreso. "Il nostro è un governo di legislatura; al voto nel 2018". chi congola più di tutti, ovviamente, è Napo. I giochi di prestigio della democrazia italiana sono riusciti alla perfezione.

Ritratto di giubra63

giubra63

Dom, 20/04/2014 - 17:23

Mussolini fece 3 grandissimi sbagli: le infami Leggi razziali, l'entrata in guerra a fianco della Germania e non aver condannato e ucciso i traditori dell'Umanità e dell'Italia i bolscevichi-comunisti, tutti li doveva steminare da longo a togliatti, persone infami che sopratutto il secondo uccise molti italiani anche comunisti sia nell'Urss che nelle Foibe (alleato del criminale tito). Purtroppo Mussolini era un dittatore fiacco, doveva imparare da lenin,stalin e hitler a steminare gli avversari, ci avrebbe liberato dai comunisti,dai vari pertini,romita,nenni,e avremo avuto una democrazia liberale come negli altri Stati europei senza comunisti.

82masso

Dom, 20/04/2014 - 17:30

mortimermouse... Mangano eroe, Ruby la nipote di Mubarak... Babbeo!!!! hahahaha

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 20/04/2014 - 18:00

82MASSO dove stanno le prove su mangano e su ruby? sei ancora convinto nonostante l'assenza delle prove? povero te... stai messo male :-)

gianbra

Dom, 20/04/2014 - 18:03

x omar elmer quando leggo le tue "perle di saggezza" mi chiedo sempre se ci sei o ci fai,ma la conferma è immediata sei semplicemente un imbecille frustrato che trova il suo spazio di "notorietà" in questo giornale che con troppa clemenza ti ospita nonostante le tue pirlate....ma forse non è nemmeno tutta colpa tua visto che madre natura non è stata molto tenera nei tuoi confronti negandoti quella cosa a te sconosciuta chiamata INTELLIGENZA ma bensì un involucro con un neurone che naviga nel nulla, evita di rispondere x riconfermare la tua imbecillità monopensante!! grazie redazione x la pubblicazione buona pasqua

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 20/04/2014 - 18:19

82MASSO lei ha perso di vista un sacco di cose sulle vicende. stava forse tirando una sega? tipico di uno sinistronzo che legge un pornogiornale... :-)

INGVDI

Dom, 20/04/2014 - 18:37

I padri del comunismo ora hanno intitolate piazze e vie. I loro nipotini governano il Paese con lo stesso disprezzo della democrazia.

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Dom, 20/04/2014 - 18:56

Al XVI Congresso del Partito comunista dell'Unione Sovietica, Palmiro Togliatti alias Ercole Ercoli(pagina 185 del resoconto stenografico) affermò: «E' per me motivo di particolare orgoglio aver rinunciato alla cittadinanza italiana perché come italiano mi sentivo un miserabile mandolinista e nulla più. Come cittadino sovietico sento di valere dieci volte più del migliore italiano». Chissà se Re Giorgio si vergogna ancora oppure tale dichiarazione è finita, come tante altre porcherie nel dimenticatoio comunista? L'amnesia è sempre stata la peculiarità dei moralisti a senso unico.Buona Pasqua a tutti. Dalton Russell.

Canaglia

Dom, 20/04/2014 - 18:57

Palmiro togliatti complice di Stalin, basta spazio a questi fautori di regimi assassini e liberticidi.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 20/04/2014 - 19:03

giubra63, MUssolini fece 3 errori, primo, invece di civilizzare l'Africa doveva civilizzare la Italia incominciando dal Sud, secondo eliminazione del cancro che è il comunismo come fece il Caudillo Franco di Spagna , che poi Mussolini è stato ucciso proprio da questo male da questi assassini, terzo non doveva entrare in guerra ma fare come fece Franco, il quale pensò alla pulizia della Spagna eliminando il comunismo,che poi militarmente non valeva niente dico MUssolini..

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 20/04/2014 - 19:03

giubra63, MUssolini fece 3 errori, primo, invece di civilizzare l'Africa doveva civilizzare la Italia incominciando dal Sud, secondo eliminazione del cancro che è il comunismo come fece il Caudillo Franco di Spagna , che poi Mussolini è stato ucciso proprio da questo male da questi assassini, terzo non doveva entrare in guerra ma fare come fece Franco, il quale pensò alla pulizia della Spagna eliminando il comunismo,che poi militarmente non valeva niente dico MUssolini..

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Svevus

Svevus

Dom, 20/04/2014 - 19:09

D'ora in poi come già faccio con Westminster bunga bunga, con Sarkozy-Mallah bunga bunga , con Hollande bunga bunga farò con Togliatti e lo chiamerò sempre Toglaitti bunga bunga e criminale bunga bunga !

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 20/04/2014 - 19:18

mortimermouse: la storia è fatta di quelli che inchiappettanto e di quelli che si fanno inchiappettare. Tu e il berlusca appartenete a questa seconda categoria. tenetevelo in quel posto e provate a godere.

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Dom, 20/04/2014 - 19:18

Omar el Mukhtar: Vero. Come li "trombava" lui...gli Italiani mai nessuno è riuscito a eguagliarlo. Pensi, che dopo il "rapporto" in molti sono deceduti per il "piacere". Dalton Russell.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 20/04/2014 - 20:23

poracci i sinistronzi.... hanno sempre la bile da travasare... :-) sempre ad insultare solo perché siamo in dissenso e perché crediamo in Berlusconi, come loro i sinistronzi credono nelle bugie della sinistra :-)

Ritratto di giubra63

giubra63

Dom, 20/04/2014 - 21:15

x franco-a-trier_DE: ed io non ho scritto che non doveva entrare in guerra? basta leggere, poi mi sembra che non hai letto che ho scritto che doveva eliminare tutta la feccia comunista?scritto, poi ho scritto che NON DOVEVA promulgare le leggi razziali ( e qui mi sembra che non sei d'accordo?), per quanto riguarda il Sud, essendo Veneto, posso ringraziare i meridionali che ci hanno salvato nella guerra 1915-18, dopo la disfatta di Caporetto! Io sono per l'Italia unita con Regioni a Statuto federale come in Germania o USA o Spagna o Gran Bretagna. Altra cosa i politici meridionali, dal Risorgimento in poi molti hanno quasi sempre fatto i loro interessi. Ma ci vorrebbe poco, basta cambiare in Federalismo la nostra Costituzione, purtroppo i decreti attuativi della Riforma del Governo Berlusconi dovevano essere emanati ed applicati nel 2012, ma nel frattempo é avvenuto il golpe di debenedetti-napolitano-Deutch Bank-alta finanza-monti-passera-prodi

INGVDI

Dom, 20/04/2014 - 22:19

I padri del comunismo italiano hanno sulla coscienza migliaia di morti non per guerra ma per odio e vendetta. I loro figli e nipoti continuano a seguire l'ideologia più criminale e antidemocratica della storia. Complici, coscienti o non, chi li vota.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 21/04/2014 - 00:58

Oggi fanno i moralisti e ficcano il naso tra le lenzuola di Berlusconi. SONO DIVENTATI ADULTI MA GIOCANO ANCORA A GUARDIE E LADRI. OVVIAMENTE I TRINARICIUTI FANNO LE GUARDIE.

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Lun, 21/04/2014 - 09:14

a me, personalmente e di idea strettamente fascista, interessa poco, anzi affatto, la corruttela rossa che dovrebbe essere palese a tutti; ritengo, però, necessario parlarne a quelle invasate che anzi di sentirsi avversarie nella lotta , hanno accorpato l'odio più profondo ereditato da quelli, che personalmente definisco ''fuori di testa''.

al59ma63

Lun, 21/04/2014 - 10:12

LO SANNO ANCHE I POLLI della relazione di Togliatti con l' allora MINORENNE Nilde Jotti, il piu' grosso scandalo UMMA UMMA... e sotto gli occhi di tutti, tutti sapevano e TUTTI FACEVANO FINTA DI NULLA... ma voi giornalisti....fate scoop solo con Silvio??oggi ci sono giornalisti ignoranti e che non hanno mai studiato la storia vera, solo servi delle lobby....umani senza attributi. Il giornalismo e' una canea mediatica persecutoria a senso unico, che ne ha distrutto la credibilita' e chi si rimette e' solo il giornalismo, la gente non crede piu' alla carta igienica stampata.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 21/04/2014 - 10:49

al59ma63: beata ignoranza! Per la cronaca, la Iotti nacque nel 1920 e conobbe Togliatti nel 1946. A questo punto ti invito a prendere la calcolatrice (si... il calcolo è molto difficile) e a fare la differenza: resterai sorpreso! Sempre che non salti fuori qualche documento dell'anagrafe tunisina che certifichi la nascita della Iotti al 1930, e che non sia una bufala come avvenuto per il caso di Ruby.

roberto.morici

Lun, 21/04/2014 - 11:21

Per concludere. A leggere certi commenti di nostri sinistri amici sembrerebbe che un certo Gino Longo, nome d'arte di R. Festobrazzi, abbia scritto un libercolo pieno di volgari insinuazioni su certe figure del glorioso PCI, cercando di infangarne la fulgida memoria attribuendo ai protagonisti le squallide pulsioni e le avventure proprie di odierni personaggi, abbassandosi all'infimo livello di travagliati onuncoli.

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Lun, 21/04/2014 - 11:56

ci sta pure questo, che vede il vecchio ppìccì '''glorioso''' chissà dove; comprendiamolo, ancora non lo hanno alfabetizzato: per scrivere del suo pare che usi ,ancora , la tre cani (attenzione, non è una mala parola, è una enciclopedia)!

Spartaco19

Lun, 21/04/2014 - 12:34

I Repubblicani Spagnoli praticavano la lotta armata e il terrorismo di massa !?! Ma come si fa a scrivere una cosa del genere...va bene che siete "il giornale" ma questa frase è da denuncia!!! "Scoppiò la guerra civile spagnola, e sia i Longo sia la coppia «di larghe vedute» andarono a combattere nella penisola iberica, con i repubblicani. Luigi Longo vi divenne ispettore generale delle Brigate internazionali, cioè responsabile politico di circa 50mila miliziani di 52 Paesi che facevano pratica di lotta armata, e di terrorismo di massa."

Joe Larius

Lun, 21/04/2014 - 14:56

Lasciamo pure da parte le faccende da letto che in quantità più o meno rispettabili, fanno parte delle virtù o dei vizi di noi esseri uimani, ma è fuori dubbio che l'eccelso Palmiro ha ucciso o meglio fatto uccidere personalmente assai più comunisti che non il vituperato Benito.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 21/04/2014 - 15:35

Tutto quanto ruota a questo lurido e infame partito e' un amalgama di violenza malaffare furti violenza sopraffazione. La peste del XX secolo. E purtroppo ci sono ancora in giro gli untori.

Ritratto di Leo Vadala

Leo Vadala

Lun, 21/04/2014 - 15:35

@mortimermouse - Si rende conto che, con questo e altri simili articoli, anche il nostro "Giornale" sta diventando un porngiornalaccio? Cordialita'

Ritratto di Leo Vadala

Leo Vadala

Lun, 21/04/2014 - 15:59

@al59ma63 - La relazione con la Nilde Iotti c'e' stata, ma che fosse minorenne non mi sembra. Credo che la Nilde avesse almeno 25 anni. Cordialita'.

roberto.morici

Lun, 21/04/2014 - 18:17

Qualcuno ha citato la Iotti che, anche da convinto anticomunista, ho sempre avuto in simpatia. Tanto da essere sicuro che sarebbe riuscita a fare altrettanta fulgida carriera anche nell'eventuale frequentazione di...altri letti.

roberto.morici

Lun, 21/04/2014 - 18:31

@Omar El Mukhtar. Per Lei una perla del Suo Migliore "miserabile mandolinista": "Per noi comunisti la questione delle prove non esiste; è, anzi, una questione stupida..." La frase era riferita a chi lamentava la disinvoltura dei Commissari Politici comunisti in occasione dei "processi" contro gli anarchici antifranchisti.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Lun, 21/04/2014 - 18:53

Dementer_66, ascolta, vecchio kompagno, posa la dentiera e ascolta: non ti eccitare troppo che poi il Parkinson ti fa fare brutti scherzi e ti fa picchiare sul tasto di invio ripetutamente... poi va a finire che le tue cazzate ce le dobbiamo sorbire addirittura in versione tripla. Con tutto il rispetto per le tue condizioni, e' veramente troppo.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 22/04/2014 - 09:42

Ludovicus: la versione tripla è volutamente prevista per i decelebrati come te... può essere che dopo aver letto un post per almeno tre volte i tuoi due neuroni possano dare segni di vita (forse!).

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Mer, 23/04/2014 - 17:17

Dementer_66, ringrazia che i moderatori di questo giornale, che tu tanto disprezzi, sono quasi tutti vekki kompagni come te: su 10 post che scrivo su di te, ne fanno passare 1.