Il vizietto Pd: cercar voti con le disgrazie

Renzi non aveva rovesciato la sinistra come un calzino? Sembrava, ma l'ipotizzata candidatura di Lucia Annibali fa pensare che da quelle parti sia cambiato poco

Campare sulle disgrazie, vecchio vizio della sinistra. Olga Di Serio, vedova di Massimo D'Antona ucciso a Roma nel 1999, venne candidata dai diessini ed eletta alla Camera. Adelaide Gaggio, detta Haidi Giuliani, madre di Carlo Giuliani ucciso a Genova nel 2001, venne candidata da Rifondazione comunista ed eletta al Senato. Rosa Maria Villecco, vedova di Nicola Calipari ucciso a Baghdad nel 2005, venne candidata dai diessini, eletta, poi ricandidata dai piddini e rieletta.

E tralascio altri casi e ne dimentico altri ancora trattandosi di una contabilità lunga e complicata che fra l'altro sembrava ormai inutile: Matteo Renzi non aveva rovesciato la sinistra come un calzino? Non aveva spazzato via costumi e malcostumi del Novecento comunista e post? Sembrava, ma l'ipotizzata candidatura di Lucia Annibali, alle elezioni europee per il Partito democratico, fa pensare che da quelle parti sia cambiato poco. Ovviamente questa non è una polemica nei confronti dell'avvocata di Urbino sfregiata con l'acido dall'ex fidanzato in combutta con due complici albanesi, secondo la recentissima sentenza che ha distribuito un totale di quarantotto anni di carcere ai tre personaggi. La signora Annibali che certo ha passato terribili momenti, che certo ha subito danni morali e materiali incommensurabili, ha tutto il diritto di accettare tutte le candidature che vuole. Fossi io nella sua situazione (ma anche non nella sua situazione), al comodo e iper-retribuito seggio di Strasburgo ci farei più di un pensierino. Questa è una polemica nei confronti di una parte politica che strumentalizza abitualmente i morti e i feriti, invece. Lucia Annibali ha subito una grande violenza fisica, la sua candidatura da parte del Pd sarebbe una piccola violenza intellettuale nei confronti di chi, come me, ha intenzione di votare altrove. Voglio chiamarlo col nome che si merita: è un ricatto morale.

Non ho capito a chi è venuto in mente, se a Renzi o ai due vicesegretari, Deborah Serracchiani e Lorenzo Guerini, sta di fatto che l'ipotesi circola ed è stata confermata dall'Unità, il giornale fondato da Antonio Gramsci: «L'avvocatessa urbinate è stata contattata nelle scorse settimane dalla segreteria nazionale Pd, che le ha chiesto la disponibilità a candidarsi per le Europee». Il linguaggio è un filo brezneviano («Segreteria nazionale Pd» cosa significa in concreto? Chi ha telefonato a Lucia Annibali?) ma ciò nonostante ha fugato ogni dubbio. Parlavo di ricatto morale: continuando a candidare le vittime, la sinistra è come se dicesse che i carnefici stanno a destra. Non voti la vedova Calipari, la vedova D'Antona, mamma Giuliani? Allora sei un insensibile, un duro di cuore, un bruto. Se la Annibali accettasse («Non ha sciolto la riserva» scrive l'Unità) chi non la votasse correrebbe il rischio di essere considerato un simpatizzante dei dementi che l'hanno sfigurata. È schifosamente sleale che una parte politica cerchi di appropriarsi del monopolio del bene, un anelito che appartiene a tutti. Non c'è bisogno di essere renziani per essere contrari al lancio di acido solforico sulla faccia delle persone.

La candidatura Annibali ha il sapore di un'accusa, magari contro gli elettori che si ostinano a votare centrodestra, magari contro i maschi che si ostinano a essere maschi, secondo il ragionamento formulato dalla sinistra Boldrini subito dopo la sentenza: «La violenza di genere non è mai un fatto privato». E invece no: Costituzione (articolo 27) e religione (Confiteor) ci ricordano che la responsabilità è personale e la responsabilità della violenza subita da Lucia Annibali, lo ha detto il tribunale di Pesaro, è di Luca Varani.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 31/03/2014 - 09:07

ecco uno dei vostri metodi comunisti: campare sulle disgrazie altrui per procurare un vantaggio personale ma a carico dei 60 milioni di italiani (di cui 30 milioni sono contribuenti!! ). se questo è il mezzo con cui racimolate i voti, io ringrazio il cielo ed anche la fortuna di non aver mai votato la sinistra! DELINQUENTI!

Ernestinho

Lun, 31/03/2014 - 09:09

Tutto questo è molto ma molto deprimente! Sia che provenga da destra, da sinistra o dal centro, come amano catalogarsi i ns. amati politici! A proposito, mancando oggi, fino ad adesso, il relativo articolo riguardante i famosi €. 80-85 da corrispondere a pochi privilegiati. Lo sapete che saranno già assorbiti, in gran parte, dalla maggiorazione sulle addizionali regionali e comunali applicate quasi dappertutto? E chi non avrà gli €. 80-85, peggio ancora! Altro che diminuzione delle tasse!!! Altro che investimenti!!!

scipione

Lun, 31/03/2014 - 10:15

Spero vivamente che la signorina non si lasci strumentalizzare.

paoloesse62

Lun, 31/03/2014 - 10:19

e allora che il centrodestra candidi william pezzullo che è stato sfregiato con acido dalla sua ex. con conseguenze ben più devastanti della sigra.annibali.la colpevole è stata condannata a anni 10(DIECI) e li sta scontando ai domiciliari.per dire cosa è la VIOLENZA DI GENERE(SOLO MASCHILE). w.pezzullo non è cavaliere, non se lo fila nessuno. si aprirebbe così anche un discorso serio(forse) su che cosa intende la sinistra per violenza di genere.solo quella uomo vs.donna.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Lun, 31/03/2014 - 10:30

Andiamo avanti perché io so che il tempo è galantuomo e ve lo dice uno che non è niente ma che continuamente si accorge di come le persone, alle quali tu non badavi affatto, ti fermano dicendo candidamente: "sei una brava persona". Le persone guardano più ai fatti che non alle parole e sappiamo che, purtroppo, guardano molto alle apparenze; la propaganda della sinistra si basa proprio sulle apparenze ed è una scatola vuota di Valori veri. Di questo dobbiamo guardarci ed esaminarci; facciamo così anche noi? Shalom

buri

Lun, 31/03/2014 - 11:04

ho sempre ammirato la forza d'anima ed l coraggio dimostrato dalla Signora Annibali, ma se usa la popolarità guadagnata con la sua disgrazia per entrare in parlamento, rispondendo alla chiamata del PD la mia stima e la mia ammirazione si scioglieranno come l neve al sole

ilbarzo

Lun, 31/03/2014 - 11:39

Renzi! Promesse da quaquaraqua.Non ha rovesciato la sinistra come un calzino,come aveva promesso.In cambio pero' a rovesciato le nostre tasche,naturalmente non quelle dei benestanti che invece si stanno riempiendo sempre piu'.Se non erro aveva anche promesso che in caso di un suo fallimento avrebbe dato le dimissioni e lasciato la politica.E allora cosa aspetta ad andarsene?Poiche' ha gia' fallito!

Luigi Farinelli

Lun, 31/03/2014 - 12:31

Come mai tanta grancassa mediatica sul caso Annibali e nulla sul ben più grave caso di William Pezzullo, sfregiato a vita da una secchiata di acido solforico dalla sua ex? Logico, il vittimismo femminista procura voti e consensi quando la vittima è lei e la sinistra è maestra nel cavalcare le ideologie politicamente corrette, come quelle orchestrate a ritmo continuo sulla "violenza contro le donne". Naturalmente, per Lucia Annibali, grancassa mediatica continua, il cavalierato della Repubblica (ci può pure stare) ed ora incarichi politici. William Pezzullo, anche se volesse, incarichi politici non potrebbe più assumerne (invito i lettori di questo commento e vederne l'immagine digitando su Google il suo nome, e poi fare il confronto con l'immagine della Annibali). Ma per lui né Napolitano, né il PD si sono scomodati a recepirne la petizione per un aiuto, tantomeno per farlo Cavaliere. Alla sfregiatrice dieci anni di galera, molto meno che allo sfregiatore della Annibali. Anche questo dice molto sul vomitevole stato della giustizia e del buonsenso in italia (ormai, in Europa), dove tutto è ridotto ad ideologia: I DUE PESI E LE DUE MISURE DEL POLITICAMENTE CORRETTO. William Pezzullo, 27 anni, di Brescia, nel 2012 è stato colpito con una secchiata di acido solforico dalla sua ex. Le conseguenze furono la cecità dall'occhio destro e quasi totale dal sinistro. La mamma ha dovuto vendere il suo bar per pagare le cure, essendo stato per mesi in bilico fra la vita e la morte, con terapie intensive e ricostruttive, docce sterili, undici interventi di ricostruzione e sofferenza inaudita. Ma nel caso della Annibali ecco subito il riconoscimento del cavalierato (seppure sia nulla in confronto a quanto patito) da parte del Presidente Napolitano, con grancassa mediatica come sempre avviene quando la vittima è lei. Nel secondo caso, nonostante il totale impedimento subito, la petizione fatta a Napoletano è rimasta lettera morta senza neanche risposta ed i giornali non ne hanno neanche parlato, così come non si parla nei tg (o se ne parla in fretta) dei delitti sugli uomini quando sono le donne a commetterli. Nel primo caso, richiesto l'ergastolo per l'esecutore e andando in giro per la mia città ancora si vedono cartelli femministi che cavalcano la solita propaganda antimaschile con le solite tirate truffaldine sulla violenza contro le donne (una vera truffa ideologica contro il buon senso e la credulità popolare, facilmente smascherabile SOLO ESIBENDO LE CIFRE E LE PERCENTUALI VERE), approfittando spudoratamente del caso, come sempre trattato a senso unico, per chiedere ergastoli o decine di anni di carcere. Nel secondo caso, la ex del Pezzullo è stata invece condannata a soli 10 anni. La vita di un uomo vale meno di quella di una donna? Evidentemente per l'ideologia politicamente corretta si, soprattutto quando le donne sono usate (come i gay) dalla propaganda "progressista" per scopi per i quali il bene e l'interesse delle donne non c'entrano per nulla, men che meno degli uomini, in questa ipocrita società fintamente egalitarista e fondalmentalmente antimaschile per scelta ideologica, che attacca il maschile per arrivare a disassare completamente la famiglia tradizionale: questo il vero scopo della sinistra ideologicizzata, vero scagnozzo delle ideologie engeliane, ieri appartenenti all'ex URSS, oggi dell'Europa "Unita" che della distruzione della famiglia attraverso l'ideologia e l'ingegneria sociale ha fatto uno dei suoi pilastri d'azione. E i cittadini (comprese le donne) sempre lì, sempre presi per il c...o e in maniera sempre più spudorata e vomitevole da un esercito di tarati mentali pompati ad ideologia e da media e politici prezzolati per dipingere la realtà che vada bene per i loro loschi programmi di ingegneria sociale.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 31/03/2014 - 13:08

I komunisti non finiscono mai di stupire !!!!!!

giottin

Lun, 31/03/2014 - 14:11

Chissà perché tutta quella gent(aglia) ha accettato di andare con la sinistra. I trinarciuti ci provano ma poi sono loro che accettando si dimostrano quello che effettivamente sono: delle miserabili a cui fa gola lo stipendio e la pensione assicurata con annessi tutti i privilegi! Bastarde!!!

Ritratto di Jampa

Jampa

Lun, 31/03/2014 - 14:45

Si tratta soltanto del 'solito' rovesciamento dei valori. Vai in TV per un fatto di nera e raccogli le (giustificabili) simpatie ed empatie della maggioranza silenziosa? Eccoti una bella coccarda da mettere al petto, primo passo verso quel Parlamento di inconcludenti che viene tanto osannato come fonte primaria della nostra gestione statale. Come pretendere risultati validi se si raschia continuamente il fondo del barile per estrarre banalità? A quando una bella ripulita (qui davvero) con un metaforico acido muriatico?

Ritratto di Stefano251

Stefano251

Lun, 31/03/2014 - 14:51

W il merito, questo sconosciuto!!!! O è un merito solo l'essere sfortunati (allora ce ne sarebbero molti, molti, molti altri, prima...)?

ilbarzo

Lun, 31/03/2014 - 18:48

I comunisti non finiscono mai di stupere!Dimostrazione lampante di coloro che volevano apparire di destra per avere i voti,mentre invece si sono rivelati piu' comunisti di quelli puri e duri,quali:Alfano,Lupi,Lorenzin,De Girolamo,quagliarello,Cicchitto,Schifani e tutti gli altri tradidori che hanno seguito il primo.-

angelomaria

Mer, 17/09/2014 - 23:03

IDISDICEVOLI FALSI MORALISTI SOLO LORO!!!!!!!!!