Ecco il bluff: 53 milioni ai gruppi in Parlamento

Altro che cancellazione: per il 2013 stanziati 32 milioni alla Camera e 21 al Senato

Roma - A conti fatti, il decreto sull'abolizione del finanziamento pubblico dei partiti rischia di far entrare dalla finestra quel che si vorrebbe far uscire dalla porta. La legge prevede che quest'anno i partiti ricevano 91 milioni di rimborsi elettorali: la metà di quanto previsto fino al 2012. E che incassino 54,6 milioni il prossimo anno. Ma non solo. Per il 2013 sono già stati stanziati quasi 54 milioni di euro come «contributo» ai gruppi parlamentari: 21,3 milioni al Senato e 32,6 milioni alla Camera. E qui, i conti non tornano.

Il meccanismo previsto di finanziamento, inoltre, basato sulla destinazione del 2 per mille della dichiarazione Irpef al partito «preferito», rischia di gonfiare la cifra prevista per il prossimo anno. In Italia, ogni anno, vengono pagati 500 miliardi di tasse sui redditi. Il 2 per mille di questi 500 miliardi fa 100 milioni di euro. Ovviamente, non tutti i contribuenti decideranno se destinare una quota delle proprie tasse ai partiti politici. Quindi, questi 100 milioni (il doppio della cifra prevista per il 2014) sono virtuali. Ma rischiano di avvicinarsi alla realtà grazie all'intermediazione dei Centri d'assistenza fiscale: per lo più gestiti (bene) dai sindacati. È lecito sospettare che i Caf convinceranno molti pensionati assistiti a dirottare una quota delle loro tasse verso i partiti.

E non è finita. Il decreto approvato dal consiglio dei ministri regola anche i benefici fiscali dei contributi privati ai partiti. Chi finanzia i partiti ottiene uno sconto del 37%, se fa versamenti da 30 a 20mila euro. L'aliquota del 37% è più che doppio del beneficio fiscale riconosciuto per le spese mediche.

Per le aziende, che possono destinare fino ad un massimo di 100mila euro all'anno, la detrazione prevista è del 26% sul finanziamento ai partiti: il doppio del beneficio previsto per le sponsorizzazioni sportive.

Nel provvedimento d'urgenza (tale è un decreto legge) c'è anche una norma che finanzia indirettamente i partiti. Se organizzano corsi di formazione politica o scuole di specializzazione(?), chi partecipa può detrarsi dal costo il 75%, ma fino ad un massimo di 750 euro. Vale a dire, da un corso qualunque, i partiti incassano mille euro da ogni partecipante, ma l'alunno ne spende in realtà 250.

Ed il rischio che il meccanismo favorisca corsi «ombra», come quelli sulla formazione, è alto. Rapportato al beneficio per ogni singolo partito. Da qui, le proteste di Grillo e Brunetta contro il decreto.

Commenti

swiller

Sab, 14/12/2013 - 08:42

Stanno cancellando almeno due generazioni, i figli non possono formarsi nuna famiglia per problemi economici, mentre loro continuano a fregare, maledetti farabutti criminali i cittadini vi daranno la caccia come a dei criminali di guerra e pagherete.

LAMBRO

Sab, 14/12/2013 - 09:05

SI VERGOGNINO !!! CI PRENDONO SEMPRE PER I FONDELLI .... MA FANNO BENE ; TANTO LI LASCIAMO FARE!! CI SALVERANNO SOLO I FORCONI..... ANCHE IN EUROPA.

pasinels

Sab, 14/12/2013 - 09:08

Buffoni, ipocriti ed incapaci. Vanno cacciati e subito !

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 14/12/2013 - 09:14

La cosa si poteva immaginare, escono di qua ma rientrano di là. La solita buffonata.

NoOneUser

Sab, 14/12/2013 - 09:30

Ma quale decreto!!! BUFFONI a noi l'iva ce l'avete alzata in 24 ore e voi sono 2 anni che dovete togliervi lo stipendio. LADRI INCOMPETENTI e poi ma chi cazzo vi ha votato, ma come vi permettete di fare quello che vi pare alle spalle del popolo che dovreste rappresentare. FUORI DAL PARLAMENTO E VI MANDIAMO A LAVORARE PER 500 EURO AL MESE.

a.zoin

Sab, 14/12/2013 - 09:35

Questo fiume ,STÀ ROMPENDO GLI ARGINI,un allagamento puo costare tante vittime e danni esorbitanti. Se non si prendono precauzioni, ci fanno ritornare nel MEDIOEVO, con i BRAVI Manzoniani che padroneggiano.

canaletto

Sab, 14/12/2013 - 09:47

LA SOLITA PRESA PER IL CULO A LORO SOLDI E AGLI ITALIANI CALCI IN CULO. DEVONO ANDARE A PULIRE I CESSI QUELLA GENTAGLIA, LADRI MATRICOLATI

Nebbiafitta

Sab, 14/12/2013 - 09:51

Qui i soldi sono stati trovati senza difficoltà. Per eliminare l'IMU dalla prima casa invece NO'. Ma come si può avere fiducia in gente come questa? Persone ipocrite e senza dignità. E hanno il coraggio di dire che si sacrificano per il bene del paese. FALSI a partire da Alfano il traditore.

cicero08

Sab, 14/12/2013 - 09:55

Renzi ultima speme....

Roberto Casnati

Sab, 14/12/2013 - 10:27

Eccola qua la solita fregatura, il solito scherzo da prete mancato di nome Letta!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 14/12/2013 - 10:31

Un ladro,rimane sempre un ladro!Questi poi sono legalizzati dal voto!

giovanni PERINCIOLO

Sab, 14/12/2013 - 10:34

Buffoni, ladri e mentecatti!

angelomaria

Sab, 14/12/2013 - 10:39

porci elasri lo schifo continua buongiorno e buontutto a voi cari lettoti

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 14/12/2013 - 10:43

Votiamo solo chial parlamento rinuncerà a qualsiasi indennizzo. Gente come quella del M5S

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 14/12/2013 - 10:44

BASTA!! Una manovra scandalosa con la quale si vuole annullare definitivamente l'esito del referendum popolare del 1993, dopo averlo ignorato per 20 anni. Lo scandalo maggiore è che fino a qualche anno fa lo si è fatto sfruttando la disinformazione popolare, mentre ora lo si fa ALLA LUCE DEL SOLE, con una protervia ed una sfacciataggine vergognose. Il parlamento faccia subito una nuova legge elettorale nel rispetto della costituzione e poi via Letta: AL VOTO!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 14/12/2013 - 10:59

Una sola parola li può rappresentare BUFFONI.

cameo44

Sab, 14/12/2013 - 11:04

Altra grande balla detta da Letta in merito alla abolizione del finanzia mento ai partiti se come dicono in tanti se ne parlerà nel 2017 quindi come sempre un rinvio stile Letta quanto proposto da Grillo non è una eresia perchè il PD e non solo non restituiscono i tanti milioni incas sati? quante imprese e giovani si possono aiutare con queste somme? ma si sa la crisi investe tutti tranne i politici cercano di risolvere la protesta con i soliti pannicelli caldi mentre occorre intervenire seriamente ed urgentamente sulle spese folle della politica che non sono bruscolini come alcuni dicono ma messe tutte insieme corruzione compresa sono miliardi e non è vero che questi sono i costi della de mocrazia ma come dimostrano i tanti scandali sono i costi della poli tica sporca e truffaldina altro che nobile e passione quando scoppia no gli scandali tutti si tirano fuori tutti a dire che non sono tutti uguali ma se il paese è in questo stato sarà pure colpa di qualcuno certamente di chi ci ha governato che non è il solo Berlusconi a cui si vuol dare la colpa di tutto ma di tutti coloro i quali a vario ti tolo sono stati seduti allo stesso tavolo creando questo stato perchè incapaci e sprovveduti o quanto meno perchè interessati solo ai loro interessi personali e non agli interessi del paese

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Sab, 14/12/2013 - 11:05

Considerano il popolo come il pastore considera il suo gregge . Non c è niente da fare fanno sempre quello che vogliono e i nuovi arrivati anche loro si adegueranno , il popolo deve solo pagare .

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 14/12/2013 - 11:11

Tanto basta aspettare, quando mezza Italia sarà alla fame, questo branco di porci non li potranno più fermare, e saranno cazzi loro.

unosolo

Sab, 14/12/2013 - 11:15

sono ladri patentati , si regalano soldi mentre per prendere quei soldi a noi aumentano tutto , tasse , accise , benzina e tutti i generi che ci necessitano per vivere , loro vivono in un mondo isolato , in quel mondo il più cretino percepisce uno stipendio di 13000 euro x mese , la paga di un operaio di un anno , ladri , hanno tutto e non spendono nulla del loro stipendio , noi per pagare uno stipendio di un cretino parlamentare dobbiamo versare contributi in 260 operai e se paghiamo uno stipendio non paghiamo per i servizi , qualcosa non torna troppa differenza di stipendio tra chi da PIL e chi se lo mangia.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 14/12/2013 - 11:25

Luigipiso bravo mi fa piacere sapere che hai rivoltato la giacca.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 14/12/2013 - 13:01

Ci ha presi per deficienti! Per 20 anni, in frode al voto referendario, hanno rubato i “rimborsi” (di che?) dal bilancio dello Stato ed ora vogliono andare avanti per altri tre anni. Poi propongono un sistema per accaparrarsi il 2x1000 dell'Irpef, cioè vogliono ancora i soldi nostri, quelli che siamo costretti a pagare allo Stato e che per i più fessi - come me, ma siamo i più – sono prelevati direttamente alla fonte. Letta vai a casa, tu con compare Alfano. Poi vedremo cosa ci proporrà il furbetto di Firenze, che è segretario del maggior partito italiano, ma fa anche il sindaco di Firenze a tempo perso, naturalmente incamerando il dovuto.

Silvio B Parodi

Sab, 14/12/2013 - 15:10

PRIMA DI ELIMINARE IL FINANZIAMENTO AI PARTITI HANNO GIA' TROVATO IL SISTEMA DI RIPRENDERSI I SOLDI IN ANTICIPO W Grillo, W I Forconi.

cast49

Sab, 14/12/2013 - 20:38

si stava bene quando c'era Berlusconi, checchè ne possano dire i komunisti...solo loro stanno bene, hanno cacciato B. ed hanno continuato a farsi i cazzi loro, nonostante avessero già rubato... che siano maledetti tutti...