Ecco perché la sinistra è minoranza nel cervello

La destra offre una "dieta morale" più ampia. E quindi conquista più facilmente la nostra mente

In America è stato un bestseller e, anche se il suo autore si considera e si dichiara un liberal, è un libro che ha fatto arrabbiare soprattutto i progressisti. Il fatto è che Menti tribali di Jonathan Haidt (titolo originale The righteous mind, ora pubblicato in Italia da Codice edizioni) indaga il legame fra cervello, emozioni e politica e, scavando nella natura della passione «di partito», mette a nudo una verità che a molti non è piaciuta: è la testa di sinistra a essere più ristretta, sono i radicali i meno open-minded, sono loro che dovrebbero aprirsi di più, se vogliono capire ed essere capiti dalla gente - specialmente dagli elettori.
Come è possibile? I liberal non sono i più «aperti» per definizione, soprattutto alle diversità? Solo apparentemente. In realtà il loro messaggio politico fa appello a due/tre principi morali, mentre quello della destra risveglia ben sei principi: nelle parole di Haidt, questi ultimi riescono ad «attivare tutto il ventaglio di intuizioni morali», su cui poi il nostro cervello costruisce i giudizi etico-politici e su cui si basa in gran parte il nostro comportamento. In termini culinari, la «dieta morale» offerta dai conservatori è molto più varia e ricca di quella di sinistra e quindi soddisfa un pubblico più ampio: la morale dei repubblicani riesce a rivolgersi a tutti i «recettori del gusto», mentre quella dei democratici offre «soltanto cibi dolci o salati», quindi una visione morale «angusta».
Certo è un paradosso rispetto alle convinzioni comuni e soprattutto alle autoconvinzioni dei progressisti, ma Haidt non può essere accusato di essere di parte: psicologo sociale che ora insegna alla Stern School of Business della New York University, spiega di avere cominciato a studiare la questione anche perché, da democratico, era preoccupato per gli insuccessi prolungati del suo partito. E perché voleva capire come mai la destra riuscisse a conquistare così tanti voti, per esempio anche fra le classi sociali con reddito non elevato, che invece - in teoria - avrebbero dovuto essere attratte dalla redistribuzione della ricchezza invocata dalla sinistra.
Haidt non si accontenta delle semplificazioni. Tutti quei voti che l'elettorato dà alla destra non sono frutto di «manipolazione» o di «paura», non c'è alcuna «patologia» nella scelta conservatrice: il fatto è - dice - che «i repubblicani capiscono la psicologia morale, i democratici no». Le idee di destra si adattano meglio alla mente, o meglio alla modalità in cui la mente pensa: perché fanno appello più direttamente (e ampiamente) alle intuizioni morali che sono alla base delle successive giustificazioni razionali. E non il contrario, sostiene Haidt, che nel suo linguaggio vede «la mente divisa, come un portatore su un elefante» (dove il portatore è il «pensiero cosciente», il ragionamento mentre l'elefante è il resto, il «99 per cento dei processi mentali» cioè emozioni e intuizioni) e «il compito del portatore è servire l'elefante»: alla base di ogni giudizio morale (e poi politico) c'è la passione, l'intuizione appunto; poi sopraggiunge la ragione, che elabora una spiegazione per ciò che in realtà sono state le nostre viscere a decidere. Di più, «il portatore funge da portavoce dell'elefante», è «un prezioso consulente in pubbliche relazioni», cioè la ragione è il servitore delle intuizioni morali, e non il contrario. Quindi più un politico tenterà di fare cambiare idea a colpi di ragionamento a un avversario o a un elettore della parte avversa, meno ci riuscirà: perché non è alla parte razionale che bisogna fare appello, bensì alle intuizioni morali di base, una «dieta» costituita dai principi di protezione, correttezza (intesa come uguaglianza), libertà, lealtà, autorità (che comprende anche la famiglia) e sacralità.
Il menu della sinistra è troppo ristretto, concentrato sui primi tre principi, mentre trascura del tutto gli altri tre, peggio: li considera una iattura, un incubo da evitare. Invece la maggioranza delle persone agisce e giudica in base a tutta la dispensa, assaggiando qua e là fra le varie pietanze morali. Che poi i progressisti non credano a questa analisi, è comprensibile: «Siamo così bravi nell'esibire un'immagine virtuosa da ingannare persino noi stessi», e non è solo parola di psicologo sociale.
blog.ilgiornale.it/barbieri

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 18/11/2013 - 08:43

Calcolando come è messo l'ex leader di centro-destra, c'è poco da confrontare in cervello.

michele lascaro

Lun, 18/11/2013 - 08:44

La sinistra risente ancora, e non cambierà mai, prima di tutto dei paraocchi dell'Illuminismo, poi della tragica ortodossia del comunismo internazionale (URSS docet!). Cosa si può sperare da una rapa?

FRANCK56

Lun, 18/11/2013 - 09:09

Complimenti alla giornalista,articolo veramente profondo,ma quale sostanza avra' assunto per fare codesta analisi?

tanax

Lun, 18/11/2013 - 09:20

A quando un libro sulla relazione tra fede politica e il tenere l' attrezzo a destra o a sinistra nelle mutande???? O su chi si infila di più le dita nel naso? In perfetto stile amerikano, l'autore ha tralasciato di esaminare quella maggioranza di astensionisti....che pure avranno un loro cervello con tutti i reccettori pronti ad accogliere le formule politiche proposte,ed eccittarsi al pensiero che se non hai i soldini non hai nemmeno diritto alla salute.!! Ma quando la eterna dicotomia è tra i sommersi e i salvati,la politica mericana non guarda mai ai primi.........si spera con Di Blasio.......ma ci si spera solamente!!

Ritratto di CiccioCha

CiccioCha

Lun, 18/11/2013 - 09:21

La scoperta dell' acqua calda: è notorio che la sinistra è NON IDEA; solo concetti appiccicarti a forza. I compagnucci di un tempo ( forse anche quelli di oggi ), al mattino correvano in edicola a comprare l'unità per addottrinarsi sulle teorie da esporre in piazza sui temi del giorno. Tutti a recitare la stessa solfa su qualsiasi argomento.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 18/11/2013 - 09:26

Mah... tutto può essere. Negli USA funziona così, in Italia una buona fetta dei destricoli crede che Forza Italia rappresenti un vento di novità, che Berlusconi sia una persona integerrima e che Ruby fosse la nipote di Mubarak!

Mastricchio

Lun, 18/11/2013 - 09:29

La signora Barbieri ha dimenticato di specificare un cosa. Si parla di destra e sinistra AMERICANE, non italiane. Quelle italiane (entrambe) non sanno nemmeno che significhi la morale. Figurarsi la "dieta morale" dal punto di vista sociologico, cioè l'insieme delle idee positive su cui si basa la politica.

Ritratto di Nopci

Nopci

Lun, 18/11/2013 - 09:30

FORMULARIO MATEMATICO/MEDICO CEREBRO SINISTRA : il PDex PCI = I POSTANTI compagni :X :::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::: X(postanti)DIAGNOSI è minoranza nel cervello.

Ritratto di Nopci

Nopci

Lun, 18/11/2013 - 09:36

Che poi i progressisti non credano a questa analisi? IL MONDO E' COME SE LO SI "METTE" IN TESTA.

bluprince

Lun, 18/11/2013 - 09:36

A sinistra ci stanno i poveri illusi che vacheggiano un mondo che non verrà MAI. A destra ci stanno i pragmatici che vivono il presente e che poggiano i piedi sul mondo REALE.

Ritratto di afrikakorps

afrikakorps

Lun, 18/11/2013 - 09:38

Cara Eleonora Barbieri, gia che ci siamo rispolveriamo anche Lombroso...Direi che in Italia chi vota a destra forse è di mente più aperta; di sicuro è di bocca buona.

Ritratto di Nopci

Nopci

Lun, 18/11/2013 - 09:47

Dreamer_66 Lun, 18/11/2013 - 09:26 IL PRIMO GALLO A CANTARE. UN FINE CERVELLO.

Ritratto di Nopci

Nopci

Lun, 18/11/2013 - 09:49

Dreamer_66 = HOMER.

Luigi Farinelli

Lun, 18/11/2013 - 09:57

Dall'articolo: "«Siamo così bravi nell'esibire un'immagine virtuosa da ingannare persino noi stessi», e non è solo parola di psicologo sociale." Chissà e Scalfari e gli altri depositari della "superiorità sinistrosa" (o "liberals", come vengono chiamati in America i "progressisti") hanno letto queste conclusioni. A me meraviglia che Jonahtan Hait non abbia ancora ricevuto minacce di morte, come normalmente avviene a chi osa mettere in dubbio la "superiorità morale" del pensiero unico e omologato.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Lun, 18/11/2013 - 10:02

invito i lettori e blogger di questa rubrica a pensare per quali motivi ciascuno non si senta di sinistra. Siccome Credo, anzi sono convinto che uno di sinistra ci nasce, per lo stesso motivo deve esistere il"genoma" del destrorso nato -per carità non tiriamo in ballo teorie lombrosiane- basta fare il semplice elenco della spesa ... Suggerisco magari di farlo per "rifiuto" cioè mettendo come termine negativo di riferimento ciò che la cultura mediatica di sinistra- in pratica quasi tutta la TV e gran parte della Stampa ci propina da sempre. L'esercizio è divertente e rende ciascuno"compos sui" (padrone di se stesso).

syntronik

Lun, 18/11/2013 - 10:09

A parte le definizioni dei sinistrati su questo articolo, é certo che l'autore del libro ha visto giusto, se poi si paragonano le riflessioni del libro, con i fatti reali dei sinistrati mentali, é evidente che si trovano delle esatte descrizioni, tutti sanno della mentalitá ristretta, e scarsa dedizione alla matematica, loro vincono quando perdono, e non perdono mai, se ne vedono i risultati di questo anno di governo, stanno a discutere di decadenza, mentre il paese é alla miseria, stanno qncora deridendo il solito personaggio, anche se oramai é fuori dal governo, se denota nel primo commento della serie, ma per loro é difficile vedere le loro debolezze, è una questione di ottica, il pirla, non vedrà mai e non lo ammetterá mai di esserlo, per loro la normalità è questa, loro vedono solo quello che scrivono nei giornaletti spazzatura, solo peró che vengono qui a commentare, se vanno nei loro giornali li cacciano a pedate, ma loro non vedono questa differenza.

Kamen

Lun, 18/11/2013 - 10:29

Dreamer 66,purtroppo per lei,lei rappresenta la prova concreta di quanto affermato da Haidt.

yulbrynner

Lun, 18/11/2013 - 10:45

ahahah tutte queste teorie e ricerche campate x aria ogni giorno se ne leggono a decine chi dice che una data cos faccia bene chi faccia male sempre tutto il contrario di tutto finche non sono scientificamente provate sono solo minchiate o aria fritta x dir si voglia .. valide solo xi grulli che credono a tutte le cretinate che sentono o leggono.

yulbrynner

Lun, 18/11/2013 - 10:48

a quando la ricerca che gli uomini didestra hanno il pistulino più corto e sono più impotenti ahahaha

Cosean

Lun, 18/11/2013 - 10:53

Forse la dieta è troppo ampia: da Borsellino a convivere con la mafia... da diminuire le tasse a depenalizzare i bilanci! Credo sia l'intelligenza, la più "difficile" da conquistare!

Il giusto

Lun, 18/11/2013 - 11:14

Il libro parla delle differenze tra dx e sx...non nomina i silvioti,che come tutti sanno,sono un gruppo a parte,quasi una razza!Ma essendo formata prevalentemente da vecchi e mafiosi è destinata alla scomparsa!La natura e la giustizia stà lentamente ma inesorabilmente decimando questa"etnia"!Tra qualche anno ne rimarrà un ricordo solo su alcuni libri socio-politici!!!

MenteLibera65

Lun, 18/11/2013 - 11:21

L'autore del libro parla di Destra e Sinistra americane. Vorrei ricordare ai distrattissimi commentatori di questo blog che negli Stati Uniti se un candidato Repubblicano (cioè di Destra) si azzarda ad essere minimamente sospettato di aver violato la legge , o di avere (per contro) una relazione extraconiugale o una vita sessulamente "disordinata", ha chiuso con la politica. Chiuso intendo che molto semplicemente si dimette da qualsiasi carica e passa a vita privata, e di lui non si sente più parlare. Questa è la moralità a cui fa cenno Haidt. Quindi chi, goffamente e birichinamente, tenta di fare un parallelo tra la relatà americana e quella italiana, commette un vero e proprio falso. Il giorno che i politici italiani di Destra si comporteranno come i loro colleghi americani, potrete ricominciare a scrivere qualosa. Fino ad allora, per favore, guardatevi Uomini e Donne su Canale 5 , e rilassatevi nella tranquilla serenità dell'ignorante. 1^ invio.

gian paolo cardelli

Lun, 18/11/2013 - 11:30

Cosean, ho sempre ritenuto la dicotomia destra/sinistra null'altro che l'applicazione moderna del divide et impera, ma dopo il suo "depenalizzare i BILANCI" devo iniziare a pensare che nella tesi dell'articolo un fondo di verita' ci sia...

Anonimo (non verificato)

Ritratto di KNight

KNight

Lun, 18/11/2013 - 11:44

poveraccia

gian paolo cardelli

Lun, 18/11/2013 - 11:45

Mentelibera65, ci parli anche del paragone sinistra USA/ sinistra Italia, se ne ha il coraggio...

Il giusto

Lun, 18/11/2013 - 11:54

Il libro parla delle differenze tra dx e sx...non nomina i silvioti,che come tutti sanno,sono un gruppo a parte,quasi una razza!Ma essendo formata prevalentemente da vecchi e mafiosi è destinata alla scomparsa!La natura e la giustizia stà lentamente ma inesorabilmente decimando questa"etnia"!Tra qualche anno ne rimarrà un ricordo solo su alcuni libri socio-politici!!!

Ritratto di Marco-G

Marco-G

Lun, 18/11/2013 - 11:57

La natura è di destra, la vita stessa è di destra. L'evoluzione umana si è basata sulla selezione, sul merito e sulla diversità. Solo le differenze (es. positivo-negativo) generano energia e movimento. Il piattume e l'eguaglianza genera stagnazione e morte. La ricetta della sinistra è pura demagogia basata sulle chiacchiere, i fatti sono ben altri e gli stessi sinistri lo sanno bene ma sono troppo ipocriti per ammetterlo

teaegg

Lun, 18/11/2013 - 11:59

Mi riserverò di leggere il libro ma penso faccia riferimento alla cultura e realtà americane dove esistono fenomeni qui sconosciuti (tea party). Spero che anche gli altri lettori abbiano il buon gusto di leggerlo senza accontentarsi della succinta sintesi qui presentata

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 18/11/2013 - 12:01

Molto interessante e comunque è da anni che sostenevo che alla base del cervello di sinistra vi siano meccanismi perversi. Chi mi conosce personalmente mi ha sentito fare questi discorsi da anni. Voi di sinistra siete come una setta che ragiona per dogmi - quelli del partito e soprattutto del remare contro. Contro il buon senso, contro la nostra identità nazionale, contro i principii che ci hanno portato ad essere il paese che ha dato forma alla società moderna e che grazie al vostro scardinare continuo si è ridotto come tutti ahimè possiamo vedere. Certo la destra ha le sue colpe, soprattutto quelle di non aver agito quando aveva i mezzi per farlo e per questo ora sta pagando, ma alla base del cancro sociale che ha fallito in tutto il mondo, ci siete voi comunisti. Leggendo i vostri commenti non può che non venirmi i mente il detto cinese "All'idiota indichi la Luna, ma lui vede il dito". Pioveranno commenti alla mia mail pure offensivi, ma non me ne può fregare di meno. Sinistri a quando sarete in grado di vedere la Luna invece del dito??

steacanessa

Lun, 18/11/2013 - 12:04

Da quando PiDioti e merenderi sinistri hanno il cervello? Il grande Guareschi diceva che avevano una terza narice per ventilare i pochi neuroni in loro possesso. Sino ad ora non hanno imparato ad utilizzarla. Poveretti!

Lucky 91

Lun, 18/11/2013 - 12:04

Ma che schifo si è raggiunto il fondo si scava nel nulla.., poveri giornalisti(se così vogliamo definirli) de il Giornale non sanno davvero più che pesci prendere vergogna che faccia tosta...si vendono per buone le teorie strampalate di un invasato qualsiasi giustificando una sorta di diversità antropologica addirittura...cose da far rabbrividire Lombroso...

StefanoRossi

Lun, 18/11/2013 - 12:11

I corsi di addestramento alla vendita confermano che gli orientamenti alle scelte nascono prima livello inconscio e successivamente vengono razionalizzati. Nella mia attività di agente di vendita ho verificato questo principio: in sintesi occorre colpire la fantasia con stimoli che vengano recepiti come positivi. Per l'inconscio ha importanza il numero degli stimoli. Quindi l'argomento trattato nell'articolo mi pare verosimile.

StefanoRossi

Lun, 18/11/2013 - 12:12

I corsi di addestramento alla vendita confermano che gli orientamenti alle scelte nascono prima livello inconscio e successivamente vengono razionalizzati. Nella mia attività di agente di vendita ho verificato questo principio: in sintesi occorre colpire la fantasia con stimoli che vengano recepiti come positivi. Per l'inconscio ha importanza il numero degli stimoli. Quindi l'argomento trattato nell'articolo mi pare verosimile.

mariano

Lun, 18/11/2013 - 12:13

Aveva ragione il buon Giovannino Guareschi nell'affermare che i compagni, e quindi tutte le loro derivazioni, erano trinariciuti, e che la terza narice "ha una sua funzione completamente indipendente dalle altre due: serve di scarico in modo da tener sgombro il cervello dalla materia grigia e permette nello stesso tempo l’accesso al cervello delle direttive di partito che, appunto, debbono sostituire il cervello che appartiene oramai a un altro secolo." Hanno quelle tre o quattro idee, chiamiamole così, oltre le quali non vanno. Il superfluo viene espulso dalla terza narice!

Lucky 91

Lun, 18/11/2013 - 12:15

Sarebbe già tanto averne uno di cervello vero signora barbieri?...

Ritratto di pipporm

pipporm

Lun, 18/11/2013 - 12:16

Barbieri cara, cambi spacciatore

Ritratto di StefOmega

StefOmega

Lun, 18/11/2013 - 12:19

La questione è molto più semplice, in realtà. Le persone, al momento di votare, pensano più alla pancia che alla razionalità. E infatti, negli USA Bush vinse (la seconda volta, perché la prima sappiamo tutti com'è andata) perché riuscirono a spaventare la gente (terrorismo, ecc - guardatevi Fahrenheit 9/11, a tal proposito), e lui si proponeva come soluzione alla paura. A dimostrazione di questo, basti pensare che nel 2008, quando McCain propose un programma razionale, e non basato sulla paura, le elezioni le stravinse Obama, e ugualmente nel 2012 contro Romney. In Italia, funziona più o meno allo stesso modo, solo che qui si fa appello ai cosiddetti "valori tradizionali": Dio, patria, famiglia (sì, siamo tornati indietro a 100 anni fa, da quel punto di vista), motivo per cui Monti, che rappresenta la vera destra liberale italiana, è così odiato da chi si professa di centrodestra. Aggiungiamo che qui Berlusconi ha anche un impero mediatico che esercita un potere inimmaginabile altrove, ed ecco perché vince quasi sempre. Il cervello non c'entra niente, e non saranno certo gli insulti più o meno velati (essere di sinistra = essere più stupidi) a rendervi credibili, specialmente quando si tratta di menzogne (altra cosa in cui Berlusconi è un maestro).

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Lun, 18/11/2013 - 12:34

Chi stenta a comprendere cosa sia un "buco nero" non si affanni a cercare testi sacri in merito. Basta osservare il cervello di un sinistrato ed è fatto!

slim313

Lun, 18/11/2013 - 12:34

_MenteLibera65_ gli ammmmericani cosa ne penserebbero di svendola assolto dal giudice di famiglia o della magistratura itagliana http://www.ilgiornale.it/news/interni/super-casta-dei-giudici-zero-sanzioni-e-stipendi-top-918105.html

James Cook

Lun, 18/11/2013 - 12:41

Spero tanto che questo articolo non venga letto! è un socrosanto insulto all'intelligenza!!prevedo giorni tristi per IL GIORNALE se dovete occuparvi di queste scemenze.

Ritratto di lafinedeldragone

lafinedeldragone

Lun, 18/11/2013 - 12:41

Ecco perchè la destra non esiste più... si convince di queste idiozie. haaahaha... mi sa che oggi rido tutto il giorno...hahaha

Ritratto di bassfox

bassfox

Lun, 18/11/2013 - 12:42

grande lettura, poi dicono che la comicità è in crisi! bananas, avete il regalo x Natale!

Lucky 91

Lun, 18/11/2013 - 12:43

Stef Omega@ complimenti uno dei pochi commentatori capaci di ragionare...

gamma

Lun, 18/11/2013 - 12:46

D'accordo, ma Haidt si riferisce alla realtà politica americana quando parla di scarsa varietà di pietanze morali offerte dalle menti di sinistra. In Italia invece le pietanze morali che la sinistra offre si riducono ad una: l'antiberlusconismo. Più in la non vanno.

Giovanmario

Lun, 18/11/2013 - 12:53

in italia.. agli inizi.. c'erano due ben distinte forme di associazionismo.. quello comunista e quello originario della sicilia (fratellanza) che in seguito verrà volgarmente chiamato mafia.. la mafia e il comunismo non andavano d'accordo, anzi erano esattamente agli antipodi fra loro perchè tutt'e due si rivolgevano al popolo, benchè con motivazioni diverse, in quanto benefattori e quindi molto apprezzati perchè.. ti permettevano di risolvere i tuoi problemi senza tanti impicci: perciò o compravi la tessera e ti iscrivevi al partito oppure ti rivolgevi al notabile tuo amico e ottenevi la stessa cosa senza spendere un soldo ma ad una condizione: io ti sistemo per tutta la vita ma se un giorno per tua sfortuna mi serve il tuo aiuto, tu ti devi obbligare a darmelo e non ti puoi rifiutare.. ed ecco perché ancora oggi continuano ad esistere queste due forme di associazionismo.. che io chiamerei.. di opportunismo cerebrale..

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 18/11/2013 - 13:01

Ai sinistri che non sono aggiornati. questo articolo conferma esattamente lo studio fatto da dei neurologi inglesi che hanno analizzato i cervelli dei sinistri e dei destri. Ebbene, risulta che nei sinistri si attiva il cingolo superiore adibito all'onirismo sognante del volemmose bbene irrazionale mentre nei destri si attiva l'amigdala che è la logica ancestrale della difesa singola e del gruppo. Da qui si capisce il disastro globale che sta combinando il folle di Obama e i suoi simpatizzanti de sinistra. E' scientificamente dimostrato.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 18/11/2013 - 13:02

Kamen: corra in libreria a comprare il libro in questione. Magari, dopo averlo letto, si convincerà di essere più intelligente. Io preferisco risparmiare i soldini... per tirarmi su di morale mi è sufficiente ascoltare alla tv i "proclami" dei mostri sacri della destra italiana e, soprattutto, visionare i commenti dei loro adepti su queste pagine. Funziona meglio di una seduta dallo psicologo.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 18/11/2013 - 13:09

Giovanmario, e non solo. Siccome le regioni di nascita delle associazioni mafiose hanno subito la dominazione araba io credo che queste siano la trasposizione del concetto di Dhimmitudine e la conseguente tassa detta jizya. Ovvero, Io ti proteggo contro tutto e tutti ma tu mi paghi la protezione. Non per nulla alla base dei riti iniziatici di queste associazioni c'è la religione.

Ritratto di lafinedeldragone

lafinedeldragone

Lun, 18/11/2013 - 13:13

Volevo sapere se fra la tempesta di menti presenti in questo tread c'è qualcuno che sa dirmi se c'è un'articolo sulle elezioni in basilicata? O di questo è meglio non parlarne...?

slim313

Lun, 18/11/2013 - 13:16

_StefOmega_ "Aggiungiamo che qui Berlusconi ha anche un impero mediatico che esercita un potere inimmaginabile" rai3 santoro fazio floris mentana paragone repubblica ilfattoquotidiano telese formigli gruber annunziata i vari giullari lastampa ilcorriere a destra vogliamo metterci ilfoglio libero ilgiornale deldebbio aggiungiamoci vespa per fare numero o la durso????

Ultima chance

Lun, 18/11/2013 - 13:21

i commenti dei trinariciuti ....si commentano da soli

mariolino50

Lun, 18/11/2013 - 13:25

In America la sinistra semplicemente non esiste, forse i democratici americani sono più a destra di tutte le destre europee, magari non di alba dorata, ma di Storace si, visto che di sociale non hanno proprio niente, e sono guerrafondai anche più dei repubblicani, sono loro ad aver cominciato molte guerre poi chiuse dagli altri, come fece Nixon con il Vietnam.

atlante

Lun, 18/11/2013 - 13:31

Che i sinistroidi, proprio perchè hanno la presunzione di essere più "intelligenti", siano in realtà per la maggior parte degli ottusi, faziosi e settari idioti impregnati di fanatismo ed odio ideologico (basta dare un'occhiata alle demenzialità che scrivono nelle loro "incursioni" su questo blog) lo comprese anche Giovannino Guareschi che affibbiò loro il meritato nomignolo di "trinariciuti".

salvatorico

Lun, 18/11/2013 - 13:40

La signora giornalista Barbieri ha fatto una grande conquista:ha tutti i requisiti per usufruire della legge 104.Complimenti!

Albaba19

Lun, 18/11/2013 - 13:40

io di cazzate ne ho lette tante ma come questa mai, fenomenale, speriamo funzioni meglio della destra qualche atra parte del corpo..........

salvatorico

Lun, 18/11/2013 - 13:41

Atlante ha conquistato la legge 104!Complimenti!

MenteLibera65

Lun, 18/11/2013 - 13:50

gian paolo cardelli: Gliene parlo volentieri caro Gianpaolo, se vuole affrontare il discorso seriamente. In italia da 60 anni si fa il parallelo sinistra=comunisti e per comunista si intende il comunismo sovietico. Nel resto del mondo non è così. Se oggi (in tutta Europa) abbiamo un sistema pensionistico, la sanità pubblica, le 40 ore settimanali, lo dobbiamo anche alle lotte fatte da tante persone di sinistra e centro-sinistra durante tutto il '900. La sinistra italiana non è mai stata "comunista" manco quando si chiamava comunista davvero. Ora sono passati 25 anni dalla caduta del muro di Berlino, e di quella sinistra non c'è più nulla. Ora , tutta Europa, ci sono partiti Solcialisti o SocialDemocratici, che vincono o perdono le elezioni, stanno al govoerno qualche anno e (se guardiamo la Germania e la Francia) hanno contribuito a fare grandi, grandissimi , i loro paesi. Ma veniamo alla sua domanda. Il confronto sinistra italiana sinistra americana è improponibile, nel senso che il grado di liberismo che c'è nella sinistra americana è assolutamente sconosciuto in italia (a sinistra ed a destra) Non esistono in italia partiti così liberisti come quelli americani, è una reltà completamente diversa. Ma dal punto di vista etico , ancora la sinistra italiana lotta (seppur a fatica) per mantenere un po di quel senso di stato e di rispetto per le istuzioni, che a destra (in questo centro-denstra berlusconiano) si è competamente perso. Certo....20 anni di battaglie perse sperando che i cittadini premiassero la competenza e la serietà , contro gli annunci elettorali, hanno lasciato un segno pesantissimo. Quando scopri che per quanto ti alleni, le partite le vince sempre l'altro barando coi cittadini e utlizzando ogni forma (legale ed illegale) di lotta, questo cambia anche te. La sinistra di oggi (come tutto il paese) è molto meno etica, molto più paracula , molto più disincantata. Ma il tasso di deliquenza vera e propria che alberga nell'attuale centro-destra è irraggiungibile. E i cittadini che non cacciano via questi usurpatori della loro fiducia e sopportano di vedere autentche nullità paracule (santanchè, mussolini, ravetto, biancofiore, capezzone, scilipoti, razzi, etc etc) diventare personaggi chiave della loro politica, sono complici e conniventi. Non so se ho risposto alla sua domanda...penso di essere andato fuori tema...ma ...come si dice a roma...Sticavoli. 1^ invio.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Lun, 18/11/2013 - 13:58

I sinistri sono minorati mentali... Adesso lo dimostra anche la scienza.

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Lun, 18/11/2013 - 14:05

Leggendo i vari commenti dei destricoli mi viene da pensare che Jonathan Haidt abbia già in serbo il secondo volume, poi leggeremo il titolo dell'articolo: Ecco perché la destra è minorata nel cervello.

pagano2010

Lun, 18/11/2013 - 14:05

Eleonora Barbieri..."La destra offre una "dieta morale" più ampia" allude forse alla destra italiana? se si è la dimostrazione esatta del contrario: il capo della destra italiana è un pregiudicato che cerca in tutti i modi di evitare l'applicazione della legga, almeno sino al 27 di novembre quando gli daranno 2 pedate nel deretano in senato e finalmente lo metteranno nelle mani dei suoi amati "magistrati rossi"! poi vedrà il bunga bunga come riesce bene

Ritratto di bracco

bracco

Lun, 18/11/2013 - 14:06

BELLA E GRANDE, E' COME IL CACCIO SUI MACCHERON.....UNA SINISTRA MINORANZA NEL CERVELLO...TROPPO FORTE VISTO CHE E' LA DRAMMATICA VERITA'

marchino.blu

Lun, 18/11/2013 - 14:19

Articolo da far accapponare la pelle... mai lette cosi' tante stronzate

lorenzovan

Lun, 18/11/2013 - 14:24

ormai tra articoli su dudu,sulla biancofiore e questo ultimo avete mangiato anche la classica frutta vero e' che al peggio non c'e' fine ma francamente mi viene da rimpianqere la campagna su Boffo e sui calzini di quel tal giudice..almeno ci si divertiva !!!!!

pedrosa

Lun, 18/11/2013 - 14:30

Mio padre buonanima diceva che i giornali sono come gli asini, portano tutto quello che mettono sul groppone, questo articolo è la prova provata.

Cosean

Lun, 18/11/2013 - 14:34

@ gian paolo cardelli Se ritiene la dicotomia Destra/Sinistra come divide et impera.... cerchi di non farlo lei! Credo che il mio depenalizzare i bilanci, anche se non ho aggiunto il "Falso", era ampiamente comprensibile nel significato concreto del post! Ma lei non è in grado di reggere, quello che ho inteso!

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 18/11/2013 - 14:38

@ MenteLibera65 Non sono d'accordo, il KGB ha sponsorizzato per anni il PCI in Italia in linea con quello che denuncia Bezmenov nei suoi video su YouTube (se li guardi sono istruttivi). Bezmenov in sostanza dice che circa l'80% dell'attività del KGB era opera di sovversione ideologica. Il resto spionaggio anche perché poi ci pensava il GRU (servizio segreto militare sovietico) a spiare in sordina. Con la sovversione abbiamo avuto ingenti finanziamenti a partiti (tra i quali il PCI in Italia che non fu mail inquisito per alto tradimento grazie ad una legge-ad hoc fatta da D'Alema quando fu Primo Ministro - ma di questo nessuno ne parla MAI). Il PCI in Italia era un PCI al caviale con le figlie di Occhetto che andavano a far compere a Bologna con la Ferrari Testarossa ma gli obiettivi erano sempre gli stessi. Raggiungere il potere con la sovversione ed il lavaggio del cervello generazionale. Io non mi esprimo più, lascio che chi vuole, si appropri delle informazioni CORRETTE (e non si lasci influenzare dalla propaganda di partito). Si vadano a vedere i seminari su YouTube di Yuri Bezmenov che era un ex operativo KGB passato dall'altra parte. E' Tutto Molto Chiaro. Saluti.

il Comunista

Lun, 18/11/2013 - 14:40

Ma LoL... i più famosi "minorati", riconosciuti all'estero(NO non sono comunisti), siete proprio voi Bananas ahahahahahah. Ps berlusconi er totti ahahahahah. BANANAS, BANANAS suvvia

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Lun, 18/11/2013 - 14:41

Una volta ero di destra, poi è arrivato Berlusconi e mi ha fatto perdere la voglia e sono passato alla sinistra. Da qualche anno mi deludono anche da quella parte ed ora non appartengo a nessuno schieramento ma voto M5S .......la scienza dove colloca nel cervello casi come il mio? (che non sono l'unico)

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 18/11/2013 - 14:43

Questo gia lo sapevano sia i greci che i romani antichi.Solo attualmente i sinistri credono di dominare.Sono orbi dell occhio destro oltre che mancanza cerebrale a destra.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 18/11/2013 - 14:47

xmarcog-In pratica , sinistrati uguale a, scarti umani.La negazione dell universo.

Francesco - Pisa

Lun, 18/11/2013 - 14:48

vivendo in toscana la regione dei soviet, avendo a che fare tutti i giorni con i sinistri, ai miei amici ho sempre detto che i compagni ant o post comunisti hanno il freno motore nel cervello, adesso è arrivata finalmente la prova scientifica alla mia intuizione, ne sono felice!!!Non riescono a capire la realtà che la nostra regione amministrata da loro da 50 anni è arretrata rispetto a tutte le altre, non c'è lavoro, negli ultimi anni proliferano le cooperative che sono un ulteriore sfruttamento dei lavoratori che dovrebbero difendere.

lorenzovan

Lun, 18/11/2013 - 14:48

vediamo.. di pancia...faccio salti di gioia di cervello...penso ai soli risparmiati in processi inutili di cuore...beh..qua' altra storia..mi dispiace per tre ragazzi che hanno imboccato la strada della criminalita'...sarebbero stati molto piu'utili al loro paese se avessero vissuto decentemente..senza pero' dimenticare quanti dolori hanno causato colle loro azioni a ignari e incolpevoli vittime dei loro mmisfatti ecco...noiumani non siamo solo pancia se cosi' fosse avremmo la civilta' delle vacche o dei cammelli anxhe se a volte..in

fedele50

Lun, 18/11/2013 - 14:49

il comunista, 14.40 , il tuo post rispecchia esattamente le doti mentale in comune che hanno tutti i delinquenti comunisti, suvvia capra non te la prendere , faresti due fatiche incazzarti e scazzarti. capra.

baio57

Lun, 18/11/2013 - 15:11

@ goldglimmer - Ho visto tanti passare da SNX a DX nel corso degli anni ,ma non il contrario. Non ci credo neanche se il post lo fai vidimare da un notaio !

lorenzovan

Lun, 18/11/2013 - 15:24

baio57...anch'io ne ho visti tanti....ma proprio tanti....lol...c'entreranno mica le notevoli risorse economiche del berluska?a pensar male si fa peccato...ma ci si prende spesso...lololol

baio57

Lun, 18/11/2013 - 15:49

Come può uno psicologo sociale di fama, specializzato in moralità ed emozioni morali ,osare mettere in dubbio il pensiero sinistro e la sua superiorità intellettuale ,addirittura ritenendolo meno "aperto" e legato sopratutto a stereotipi preconfezionati.Haidt afferma che l'uomo è dotato di una intuizione morale che non dipende dal ragionamento,e c'è una tendenza universale al giudizio immediato,differente dal ragionamento ponderato . Tutto ciò, continua, si riscontra sopratutto nel pensiero a sinistra ,dall'intellettuale fino al gradino più basso di studio. Conseguentemente il sinistrume si sente toccato nel vivo ,hanno osato minare i loro convincimenti ,quindi si afferma che Haidt faccia riferimento alla società Americana ,quando invece basta un minimo di documentazione per verificarne l'esatto contrario. Ma noi li conosciamo bene i "diversamente tesserati" ed il limite mentale appunto del non pensare in proprio, tant'è che se chiedevi loro fino poco tempo fa ,cosa fosse il Forteto ,ti rispondevano che era un esemplare esperimento di "aggregazione kollettiva"....

baio57

Lun, 18/11/2013 - 16:14

lorenzovan-Pensavo avessi capito che non mi riferivo ai politici .

baio57

Lun, 18/11/2013 - 16:36

(2°)lorenzovan- Ma se vuoi analizziamo pure il campo politico ed il basso spessore morale dell'uomo di sinistra ,che si vende per 4 denari.E questo che volevi dire lorenzovan?

fiducioso

Lun, 18/11/2013 - 16:57

Non so se questo Haidt abbia centrato il perchè quelli di sinistra siano più "negativi" rispetto alle persone di destra. La mia opinione l'ho formata da bambino ascoltando i famosi "detti" degli anziani. Di un tipo da cui non c'era da fidarsi, era definito un "tipo sinistro". Un imbroglio, una truffa o una slealtà da parte di qualcuno, già veniva considerato un "tiro mancino". Ad una disgrazia o ad un incidente, gli avevano dato l'appellativo di "sinistro". A scuola chi scriveva con la mano sinistra veniva rimproverato perchè dicevano che era la mano del diavolo. "Sinistro" quindi è da sempre stato considerato sinonimo di "negativo", di "iattura", di qualcosa da evitare e da cui stare alla larga.....Oggi più che mai!

Ritratto di StefOmega

StefOmega

Lun, 18/11/2013 - 17:22

slim313: i quotidiani vengono letti a malapena dal 3% della popolazione. Vogliamo parlare di Mediaset, e di come ogni giorno facciano propaganda smaccata per Berlusconi? Vogliamo parlare di Vespa, e di come faccia propaganda smaccata per Berlusconi? Vogliamo parlare di Toti, Mimun, Rossella, Sallusti, Belpietro, Feltri, Del Debbio? O forse stendiamo un velo pietoso e lasciamo perdere?

guerrinofe

Lun, 18/11/2013 - 17:25

@@ FRANCK56. CONDIVIDO E AGGIUNGO la testa qui l'avrà in mezzo alle gambe

mariolino50

Lun, 18/11/2013 - 18:19

Italia Nostra Che l'Urss pagava il pci lo sapeva anche mia nonna, come gli Usa pagavano dc e poi socialisti, ma quale sovversione, il pci aveva milioni di voti e allora sarebbe democrazia, una volta aveva quasi vinto le elezioni, ma grazie al trattato di Yalta mai avrebbe preso il potere, lo sapevano benissimo loro stessi, le sfere di influenza non potevano essere mai modificate e mai lo sono state. Inoltre anche ora ci sono circa 100 basi americane qui da noi, in caso di tentativi veri di prendere il potere cosa crede che avrebbero fatto, e ancora ci sono dopo la caduta del muro. Parla a vanvera di sovversione, quella la fanno in 4 gatti e non in milioni di elettori,e poi la differenza trà terroristi e rivoluzionari è il numero. Avrebbero avuto il diritto al potere in caso di vittoria elettorale, o i voti non contano niente.

FRANCK56

Lun, 18/11/2013 - 18:58

La sinistra ha molte contraddizioni,come ad esempio il buonismo(spesso falso),e molte idee e concetti astratti,ma la destra cosa ha?.....vediamo gente di questa parte manifestare per i valori della famiglia poi sono divorziati e concubini,sono tirapiedi del clero,ma hanno comportamenti totalmente immorali,non faccio nomi,ma li conosciamo tutti,quindi il cervello mi pare che lavori alla stessa maniera!

Nadia Vouch

Mar, 19/11/2013 - 07:32

La ritengo teoria sciocca, priva di qualunque scientificità e che potenzialmente si presta a giustificare altre categorizzazioni, quali per esempio le diversità razziali. In pratica è un reggresso ai tempi in cui si divideva la specie umana in quattro razze "principali". Non meraviglia che la destra stia perdendo consensi tra i moderati.

Ritratto di Renzo Riva

Renzo Riva

Lun, 15/09/2014 - 22:20

Sì! La sinistra è minoranza nel cervello e gran parte anche minorata.