Ennesimo addio alla politica, Prodi avverte i leader del Pd: "Lasci pure chi ho sconfitto"

Il Prof si loda: "I miei governi hanno migliorato il prestigio internazionale e il debito del Paese". Ma dimentica il fatale ingresso dell'Italia nell'euro e la pioggia di tasse

"Ho definitivamente lasciato la vita politica italiana". Dopo la sonora batosta incassata nella corsa per il Quirinale, l'ex premier Romano Prodi torna a ribadire il proprio "addio" alla politica. Addio che, di tanto in tanto, arriva dalle pagine dei quotiani e che immancabilmente viene rotto con blitz appoggiati dai compagni del piddì nel tentativo di occupare un'altra poltrona. Questa volta tocca al Corriere della Sera ospitare una lettera scritta da Prodi che torna appunto a mettere la parola "fine" su eventuali sue posizioni "relative alla vita interna del Pd" e si è auguranto che "anche chi è stato sconfitto nei due confronti diretti, possa meditare sul fatto che non dovrebbe essere solo la mia gara a una fine".

Nella lettera al Corriere, Prodi ha ricordato di aver "affrontato due sfide importanti battendo un opponente politico che ritenevo e ritengo non idoneo al governo del Paese". "Ho cercato di portare avanti una cultura politica moderna e solidale di cui l’Italia ha molto bisogno. Una battaglia non solo politica ma etica e culturale", ha spiegato l'ex presidente del Consiglio convinto che questi stessi obiettivi abbiano "oggi bisogno di nuovi interpreti" anche se, nel corso dei due periodi del governo da lui presieduto, "ci si è a essi avvicinati senza danneggiare ma anzi, migliorando sensibilmente il prestigio internazionale e la situazione debitoria del Paese". A distanza di qualche anno, però, il Professore cancella tutti i danni arrecati al Paese. La lista è parecchio lunga: da tecnico a politico, da professore a commissario europeo, da premier a inviato dell’Onu, ha ricoperto incarichi sempre più importanti segnando per sempre il futuro del Pase. La Nomisma spa, la presidenza dell’Iri, la svendita della Sme l'operazione e, soprattutto il tragico ingresso nell'Eurozona. L’Italia è entrata nello Sistema monetario europeo (Sme) col cambio fissato a 990 lire per ogni marco tedesco. Cifra che farà da base per il cambio tra lira e euro a 1936,27. Durante il secondo soggiorno a Palazzo Chigi, Prodi è stato in grado di disarticolare la riforma delle pensioni e introdurre una valanga di nuove tasse tanto da far segnare il record decennale di pressione fiscale nel 2007 (quota 43.1%). Sebbene nel 2008 abbia deciso di ritirarsi dall'agone politico, Prodi è riuscito comunque a portare a casa svariati incarichi all’Onu. Da ultimo ha provato, con l'appoggio dell'ex segretario del Pd Pier Luigi Bersani, la scalata al Colle. Scalata che è stata osteggiata dagli stessi compagni di partito.

Riferendosi al Partito democratico, Prodi ha detto di conservare "non solo un senso di gratitudine ma anche numerose e salde amicizie". Tuttavia, l'ex premier ha spiegato che "in politica come nello sport è preferibile scegliere il momento in cui finire il proprio lavoro, prima che venga deciso da altri". E ha concluso: "Questi sono anche i motivi per cui senza polemiche, ho tralasciato di ritirare la tessera del Pd il cui rinnovamento e rafforzamento sono tuttavia essenziali per il futuro della nostra democrazia".

Commenti
Ritratto di venividi

venividi

Lun, 24/06/2013 - 10:18

Che essere spiacevole, speriamo di essercene sbarazzati definitivamente.

Ritratto di Nopci

Nopci

Lun, 24/06/2013 - 10:24

il NAPOLEON che si incorona senza SPINE. L'Ultimo Moicano della DC demitiana.

Ritratto di Nopci

Nopci

Lun, 24/06/2013 - 10:28

l'OGM MORTADELLA AVARIATA CON INGREDIENTI GRASSI ALL'ITALIA GIA' PIENA DI COLESTEROLO.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Lun, 24/06/2013 - 10:38

Ma questo anti-italiano che ha passato la vita a sabotare il paese (IRI, Cina nel WTO, il disastro dell'Euro), ha ancora il coraggio di parlare? TRADITORE!!!

graffias

Lun, 24/06/2013 - 10:42

E' difficile sbarazzarsi di Prodi , in un modo o nell'altro continua a far danno . E' favorito in questo, dalla sua modestia intellettuale e dalla sua faccia di bronzo , tutta democristiana. La sua azione di governo ci ha rovinati? poco male , c'è ancora da fare .....il peggio.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Lun, 24/06/2013 - 10:46

Se Prodi ci ha portato una pioggia di tasse allora Berlusconi ci ha regalato un diluvio.

GUGLIELMO.DONATONE

Lun, 24/06/2013 - 10:46

PRODI & MONTI - Una coppia di stolidi , maldestri, presuntuosi comici da far invidia a Stanlio e Ollio. Che però facevano ridere. Autoapologeti del piffero, non si rendono conto di non aver fatto altro, nelle rispettive comparsate governative, che rovinare l'Italia. Che Dio li maledica!

Duka

Lun, 24/06/2013 - 10:48

9 italiani su 10 pensano che abbia migliorato enormemente le proprie tasche e ciò continuerà, se qualcuno non metterà un freno, fino alla fine dei suoi giorni.

Ritratto di tulapadula

tulapadula

Lun, 24/06/2013 - 10:52

Davvero c'è ancora qualcuno che crede che entrare nell'euro sia stata una disgrazia? Davvero si pensa che l'Italia con la lira avrebbe retto meglio alla crisi? Nemmeno Brunetta lo sostiene piu'. Prodi ne ha fatte molte, ma non riconoscergli i meriti lo trovo ingeneroso. Fare funzionare meglio l'europa dandole piu' poteri è l'obbiettivo, non demonizzarla.

m.m.f

Lun, 24/06/2013 - 10:53

LA LEGGE PRODI LA CONOSCONO TUTTI: FAR FALLIRE 1000 AZINDE AZIENDE PICCOLE IN MODO DA TENERE A GALLA PER QUALCHE MESE IN PIU UN AZIENDA GRANDE CHE POI NEL MIGLIORE DEI CASI VERRA' REGALATA AL MIGLIOR OFFERENTE. PENSO CHE DI GENTE COME PRODI O MONTI L'ITALIA NON ABBIA MAI AVUTO BISOGNO............IL LORO OPERATO LO VEDIAMO ORA........

Ritratto di lucianaza

lucianaza

Lun, 24/06/2013 - 10:58

i tuoi governi hanno mandato in rovina l'Italia, basti ricordare cli 11 zuccherifici che grazie all'entrata in Europa hanno dovuto chiudere per il piano europeo, questo è stato il sasso che ha smosso la valanga di chiusura delle aziende e tu il prestigio internazionale te lo sei preso grazie al fatto di aver svenduto il lavoro italiano; il prestigio internazionale a noi lo aveva portato Craxi che valorizzava il made in Italy nel mondo che dava fastidio al resto del mondo che vuole produrre a basso costo nei paesi poveri e allora tu hai prestato il fianco a distruggere il lavoro italiano! TU SEI RESPONSABILE DELL'IMPOVERIMENTO ITALIANO

michele lascaro

Lun, 24/06/2013 - 11:02

Le sue "prodezze" lo squalificano totalmente sulla scena politica. Arruffone, bofonchiatore, maneggione e responsabile del danno economico che ci è stato inflitto con l'entrata balorda dell'Italia nell'euro. Spero di non sentirlo più nella mia vita.

Vigar

Lun, 24/06/2013 - 11:03

Prrrrrr...! E' l'unico commento che merita un simile individuo.

Ritratto di Limapapa02

Limapapa02

Lun, 24/06/2013 - 11:03

Potrebbe essere una buoan notizia, ma conoscendo la faccia di bronzo del professor Mortadella, è possibile che tra qualche mese si rimangi il tutto e ci potremmo ritrovare a dover sopportare questo visino smunto e triste per l'ennesimo inutile e pagatissimo incarico.

gesmund@

Lun, 24/06/2013 - 11:06

Di lui si ricorderanno le rottamazioni, che hanno drogato e poi mandato in crisi il mercato delle auto e la FIAT, la pagliacciata dell'ospitalità ad Ocalan, la sua riforma delle pensioni che ha cancellato quella di Maroni e reso necessaria quella attuale dei tecnici di Monti e soprattutto la dottrina dell'antiberlusconismo, di cui è il vero padre. Alla fine è stato rottamato dai suoi stessi "amici", ma lo era già stato nei suoi due governi interrotti. Ma a volte ritornano, si dice, e quindi aspettiamo in ansia la sua ulteriore riesumazione politica.

HBeery

Lun, 24/06/2013 - 11:25

Tanto non ce lo leveremo di torno: oggi è "Lascio la politica" domani sarà come l'ultima volta un "Ritorno per il bene del mio Paese"..uhm, mi ricorda qualcuno.....

maelstrom

Lun, 24/06/2013 - 11:25

cito, tra i tanti, l'"elogio" a Prodi del Times: "L’operato di Prodi a Bruxelles, benché deriso in quasi tutta Europa, è motivo di orgoglio per molti italiani.(Times 17 Maggio 2004)."

Ritratto di mina2612

mina2612

Lun, 24/06/2013 - 11:28

..e non solo dimentica l'entrata dell'Italia nell'euro e la pioggia di tasse, ma dimentica di aver privatizzato e svenduto le grandi aziende a partecipazione statale, fonti di reddito per l'Italia, impoverendola e causando oltre centomila esodati. Eppure si presenta sempre come un salvatore.. ma possibile che nessuno glielo rinfacci e lo sputtani una volta per sempre?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 24/06/2013 - 11:34

I topi scappano quando la nave affonda.

Mario Marcenaro

Lun, 24/06/2013 - 11:34

La vera tragedia di questa nostra povera Nazione sta nel fatto che individui del genere, e sono in molti purtroppo, più si agitano e più dimostrano di essere degli incapaci più trovano torme di falliti, e sono molti anch'essi, che si danno un gran daffare per osannarli: che sia la dimostrazione che il teatro degli orrori é la passione dei deboli di cervello, dei masochisti e dei frustrati?

vittoriomazzucato

Lun, 24/06/2013 - 11:37

Sono Luca. Questo non sa quello che dice. Si dovrebbe ricordare intanto dei disastri fatti già nella Prima Repubblica e passare poi a quelli della Seconda e capire allora perché gli Italiani non lo vogliono più vedere. GRAZIE.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 24/06/2013 - 11:39

E' sempre nei piedi come i calzini!!!VATTENE!!!!!

mariolino50

Lun, 24/06/2013 - 11:46

IO sono un esodato, per poco tempo però, del duo mortadella bersanov, lungi da me difenderli, ma la colpa dell'euro non è tutta sua, il 1 gennaio 2002 non era lui al governo, forse bastava dire aspettiamo e poi fare come la perfida albione, che si è tenuta la sterlina e ora ride a crepapelle.

cast49

Lun, 24/06/2013 - 11:51

che personaggio odioso e schifoso!!!

gian paolo cardelli

Lun, 24/06/2013 - 11:54

LUI avrebbe sconfitto? non la partitocrazia che da settant'anni appesta questo paese? che incommensurabile cialtrone!

Giacinto49

Lun, 24/06/2013 - 12:01

Dimentica pure la crisi economica che, per nostra fortuna, non è stato lui a dover affrontare. Oggi saremmo già alla guerra civile.

Triatec

Lun, 24/06/2013 - 12:02

Chi può credere alle sue parole? Non è lui che si ritira dalla politica, sono i suoi compagni che si sono sbarazzati di lui! Due volte mandato velocemente a casa, la terza volta è arrivato di corsa dall'Africa per essere sonoramente spernacchiato. Deluso? "Nessuna delusione ma massima serenità" BUGIAAAAAAAAAA Ah..Ah

onurb

Lun, 24/06/2013 - 12:04

Chi crede alle parole di Prodi, che ci racconta di aver chiuso co la politica, è un ingenuo. Prodi ha un ego smisurato, tanto che dimentica di essere stato definito dai giornali stranieri il peggior presidente dell'UE e che pretende di accreditare come vittorie i suoi due governi conclusisi con le dimissioni dopo un anno o poco più. Lascia la politica dove ha tanti amici, di quelli che, se le incontrano, devono stare attenti alle sue pugnalate.

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Lun, 24/06/2013 - 12:04

forse chi elogia il fatto che prodi ci ha fatto un favore ad entrare nell'euro , forse dormiva enon vedeva la vaccata fatta . spiego , nell'ultimo suo governo , una settimana prima che l'allora ministro delle finanze vincenzo visco , eliminasse l'esenzione delle tasse a chi donava al figlio il suo avere , magari la casa , prodi ha donato ai figli milioni di euro . senza versare un centesimo allo stato . bene dopo una settimana il suo ministro ha tolto tutte le agevolazioni fiscali fatte dal governo Berlusconi , inasprendo anche il così detto redditometro , e regalando all'agenzia delle entrate il controllo dei conti INPS . finito qui ? no , era scodinzolante dopo l'ultima invasione di rom e dichiarò " finalmente siamo multietnici " e sempre scodinzolando dichiarò " finalmente siamo in europa e abbiamo anche noi la moneta unica " il cambio è stato concordatocon la germania e la francia . è finita qui ? no , ha regalato alla bce la nostra riserva aurea , già , chi ha studiato economia sa cosa è la riserva aurea , solo a prodi è venuto in mente di venderla per sanare il debito .si ma quale debito ? il suo ovviamente .

scipione

Lun, 24/06/2013 - 12:13

..." scegliere il momento di finire il proprio lavoro,prima che siano gli altri a farlo " Il solito ipocrita bugiardo : la sua fine politica l'hanno determinata i suoi compagnucci, trombandolo in modo violento,alle votazioni a presidente della Repubblica.Prodi : IL PEGGIOR POLITICO DI TUTTA LA STORIA ITALIANA,ipocrita.falso, bugiardo ,incapace,arrogante e stupido.

Ritratto di maior

maior

Lun, 24/06/2013 - 12:20

"Mister Mortadela", come veniva chiamato negli Usa, è stato il peggior nemico della repubblica Italiana. L'operazione euro che ha raddoppiato i costi e mantenuto inalterati i salari è costata all'Italia centinaia di miliardi di euro. Lasciando la politica perché per l'ennesima volta trombato dal fuoco amico, lascia con stizza, ma resta quello che è sempre stato un democristiano del nulla.

diego_piego

Lun, 24/06/2013 - 12:29

se non entravamo nell'euro era molto peggio

Zek64

Lun, 24/06/2013 - 12:37

Di certo nessuno ne sentira' la mancanza,forse qualche salumiere.... Peccato doverlo anche pagare per i disastri che ha fatto!

Ritratto di venividi

venividi

Lun, 24/06/2013 - 12:44

mariolino50, o mariolino5, non cerchi di riscrivere la storia a favore di questo individuo. Il giorno del passaggio all'euro non era lui al governo, certo. Ma gliela vogliamo far passare liscia quando era stato proprio lui, Prodi, Prodi e nessun altro, ad concordare quel schifoso cambio lira /Euro ?

maubol@libero.it

Lun, 24/06/2013 - 12:46

questo sogna ad occhi aperti!

nonna.mi

Lun, 24/06/2013 - 12:46

Si vanta di aver battuto due volte Berlusconi: non dice poi con quale esito: due tentativi suoi di governare l'Italia completamente falliti prima del tempo e con risultati disastrosi, non però per le sue tasche, sempre ben piene di tutto quello che ha potuto incassare anche per tutta la sua famiglia. In quanto al suo valore europeo è meglio stendere un velo pietoso...Myriam

cgf

Lun, 24/06/2013 - 12:47

ma se RIcontassimo i voti di Calabria e Campagna il Frodi risulterà veramente il vincitore del suo secondo sGoverno?

peuceta

Lun, 24/06/2013 - 12:53

Cercheremo di non sentire la tua mancanza, becero cialtrone che non sei altro!

agosvac

Lun, 24/06/2013 - 13:12

Che c'è da dire? se la politica l'avesse lasciata prima di farci entrare nell'euro, oggi tutti gli italiani sarebbero molto più ricchi ed i problemi sarebbero solo dell'Europa e in primis della Germania!!!! Senza dimenticare gli sfraceli che ha fatto quando ha diretto l'Iri dando i nostri gioielli ai suoi amici per un boccone di pane!!!

agosvac

Lun, 24/06/2013 - 13:23

Egregio tulapadula, a prodi si rimprovera non tanto di averci fatto entrare nell'euro( si ricordi, però, che la grande Inghilterra nell'euro non c'è entrata e sta meglio di noi) quanto il modo in cui ci ha fatto entrare con un cambio estremamente sfavorevole. Se a suo tempo avesse detto "un cambio di un euro per 2000 lire è demenziale" e se si fosse imposto per un cambio più ragionevole( magari un euro per 1000 lire o tuttalpiù 1200 lire) forse, ora, lo potremmo ringraziare.

ilsignorrossi

Lun, 24/06/2013 - 13:26

ma quando sparisci definitivamente?

miki1947

Lun, 24/06/2013 - 13:42

Un vecchio detto faceva"chi si loda s'imbroda", ma il nostro "prode prodi"è da tempo che annega nel brodo.

il sorpasso

Lun, 24/06/2013 - 13:44

Basta non lo voglio vedere questo individuo!

Ritratto di Civis

Civis

Lun, 24/06/2013 - 13:46

ILLUSIONISTA! Prodi ha fatto arretrare l'Italia per due volte con prospettive fasulle: PRIMA, 1996-1998 ha illuso 10 milioni di italiani che l'appoggio dal PPI a PRC potesse dare soluzioni alternative a quelle di sviluppo di Berlusconi; risultato: sono continuate le svendite delle grandi imprese IRI, iniziate da Amato e quasi tutte conclusesi con lo stesso Parlamento durato fino al 2001, lasciando diventare l'Italia un Paese di piccole e medie imprese, con grande sollievo dei competitori internazionali. Prodi si portò in Italia il Kurdo Öcalan, con tutte le grane internazionali conseguenti, altro che prestigio. Del suo primo governo si può salvare la Legge Bassanini sulle autonomie amministrative. SECONDO governo Prodi, altra illusione di poter governare, stavolta organicamente, dall'UDEUR di Mastella fino ai Comunisti Italiani; il risultato fu disastroso: bloccate molte riforme ed iniziative varate dal precedente governo Berlusconi, la Riforma Istituzionale (non più bicameralismo perfetto, Senato delle Autonomie, riduzione del numero dei parlamentari ..), la Riformina della Giustizia di Castelli (separazione fra requirente e giudicante, la Riforma delle pensioni di Maroni, bloccata la Riforma della Scuola (Moratti), bloccato il Ponte sullo Stretto (costo previsto per lo Stato 1,5 mld di Euro, contro gli 0,7 mld che si devono pagare solo di penali per averlo bloccato e restando senza lavoro e senza ponte). Poi tasse alla grande, ma infine l'impagabile prestigio delle prime pagine dei giornali internazionali con le foto delle immondizie di Napoli (Pecoraro Scanio) che salgono fino ai primi piani dei palazzi!! Un idiota.

mares57

Lun, 24/06/2013 - 13:51

Si si il prestigio internazionale ottenuto a scapito dell'Italia e degli italiani! Ha agevolate tutte le ..... che ci siamo presi negli ultimi 20 anni e di cui poi si è accusato solamente Berlusconi! Questo che stiamo vivendo è l'ultimo atto della tragedia! Esimio professore grazie!

Sapere Aude

Lun, 24/06/2013 - 13:55

"Ho cercato di portare avanti una cultura politica moderna e solidale di cui l’Italia ha molto bisogno. Una battaglia non solo politica ma etica e culturale" scrive Prodi. Ho letto la frase più di una volta, e mi sono interrogato cosa volesse dire: aggettivi come moderna, etica e culturale meritavano una spiegazione più corposa mentre l’aggettivo solidale per chi si dichiara di sinistra è superfluo. Ho provato a spiegarmelo ripercorrendo la storia di Prodi. Una politica moderna – per lo meno in Italia – è intesa come più pulita. Non mi sembra che i governi da lui presieduti verranno ricordati come i più candidi (basta ricordare Telekom Serbia quanto ci è costata, e già che ci siamo gli anni trascorsi a Bruxelles di Mr’Fog’ sullo scandalo Eurostat. La stessa cosa si può dire di una politica etica: peccato che i trascorsi lontano dalla politica non siano stati dei più nobili (Motta, Alemagna, Cirio, Alitalia, Acciaierie Terni, ecc…), il tutto per arrivare al potere e anche lì ci sarebbe molto da dire cos’ha fatto per andare contro i governi di centro-destra. La politica culturale, quella non può raccontare che sia qualcosa di cui andarne fiero: dal 1994 si è assistito a un degrado se paragonato alla prima repubblica c’è solo da vergognarsi. Vai Mortadella, di danni al paese ne hai fatto troppi. Vantarsi di essere stato quasi come un ‘padre della patria’ non ci crede nessuno!

Libertà75

Lun, 24/06/2013 - 13:57

Se fosse stato veramente una spanna sopra a Berlusconi, il suo caro amico e compagno D'Alema non l'avrebbe silurato 3 volte.

Ritratto di tulapadula

tulapadula

Lun, 24/06/2013 - 14:03

Gentile agosvac basterebbe leggere i verbali della riunione in cui Ciampi all'Ecofin contratto' il cambio marco-lira a 990 per capire che quello che adesso qualcuno (in malafede secondo me) chiama un errore, fu in realtà un successo. Il cambio reale era a 980 circa, i tedesci spingevano per meno e gli industriali italiani ovviamente per qualcosa in piu'... tipo 1000 o 1050. Inogni caso un cabio euro lira a 1:1000 è pura fantasia, visto che significherebbe un marco a circa 2000 lire. Si puo' discutere se il successo fu parziale o totale, ma dire che fu un fallimento perchè volevemo l'euro a 1000-1200 lire è come dire che una BMW serie 3 nuova a 20000 euro non è un affare solo perchè noi volevamo tanto una Ferrari per la stessa cifra... è un capriccio che a mio figlio potrei anche concedere, ad un presidente del consiglio e al suo ministro delleconomia no.

Riccardo10

Lun, 24/06/2013 - 14:28

tulapadula ..di cosa stai parlando? Hai sbagliato post? il mondo intero ha capito e riconosciuto che noiill cambio lo abbiamo pagato troppo alto...quesya è la questione...e poi l'inghilterra tenendosi la sua moneta va peggio degli altri..evita le castronerie grazie

marco46

Lun, 24/06/2013 - 14:30

In politica e nello sport bisogna scegliere il momento di finire il proprio lavoro. Vero, nel primo caso da trombati visto com'è andata la corsa al quirinale e non solo, nel secondo caso da suonati Benvenuti-Monzon docet. Non me né voglia Nino, Lui i pugni li ha presi davvero ed è rimasto un campione davvero un campione, l'altro è campione d'opportunismo nonisma iri cirio telekom serbia ecc.ecc. speriamo sia la volta buona, altrimenti bisognerebbe rivolgersi alla moda sinistra e cioè alla trentottenne Pierina.

Ritratto di Blent

Blent

Lun, 24/06/2013 - 14:34

la prima cosa sensata che sento da quest'uomo

Ritratto di semovente

semovente

Lun, 24/06/2013 - 14:48

Ma vai a mangiare la tua stessa mortadella.

Ritratto di oliveto

oliveto

Lun, 24/06/2013 - 14:50

prodi non merita commenti, si commenta da solo.

killkoms

Lun, 24/06/2013 - 15:03

buono a nulla!dovevi lasciare già quando amministravi il carrozzone di stato!

killkoms

Lun, 24/06/2013 - 15:07

#maelstrom,l'elogio dell'utile idiota!era presidente del consiglio in Italia,quando adottammo l'€(pur sapendo di non rientrare nei parametri di maastricht),ed era presidente della ue,quando la stessa avallò la decisione USA di far entrare la cina nel wto!chissà perchè l'inghilterra,patria del times,si è tenuta la valuta nazionale!

Ritratto di capcap

capcap

Lun, 24/06/2013 - 15:19

E la truffa con l'Argentina, Alfa Romeo, IRI, Cirio, Parmalat, Alitalia dove le mettiamo?

Azzurro Azzurro

Lun, 24/06/2013 - 15:19

lascia? un bene per il Paese ha fatto solo danni, perche' il ladro non e' perseguito?

titina

Lun, 24/06/2013 - 15:24

prof. Prodi, mi scusi se ogni volta che faccio la spesa maledico chi ci ha fatto entrare nell'euro. lei dovrebbe pagarci i danni.

killkoms

Lun, 24/06/2013 - 15:30

@azzurro azurro,perchè nonostante la frase posta alle spalle o davanti ai giudici(cioè in un posto in cui non possono leggersela!),la legge NON è uguale per tutti!così,un ex magistrato,poteva aver ricevuto(quando era ancora in servizio!)un "prestito" di 100 milioni di lire a 0 interessi,da un discutibile personaggio,mentre se silvio paga una parcella ad uno dei suoi avvocati,in realtà ha pagato l'importo di una corruzione,anche se non è stato mai condannato per quel reato!

Lu mazzica

Lun, 24/06/2013 - 15:42

Il mio consiglio al Sig. Prodi , chiudi la bocca che godi !! Rgds., Lu mazzica

Azzurro Azzurro

Lun, 24/06/2013 - 15:46

killkoms perche' sono komunisti, vedi telekom serbia, sme, penati, bersani, mps, solo per citarne alcuni. Se sono komunisti il reato e' estinto!

Azzurro Azzurro

Lun, 24/06/2013 - 15:47

e non dimentichiamo le sedute spiritiche....io mi chiedo....ma questo qui perche' non e' in galera all'egastolo?

peppesono

Lun, 24/06/2013 - 15:55

Che faccia tosta, se ci troviamo in questo stato, la colpa è solamente del Mortadella, che è stato uno dei promotori a farci entrare nell'euro. Ha anche il coraggio di dire che ci ha tolti dal debito, vergognati ci hai solo indebitati.

romacentro

Lun, 24/06/2013 - 16:17

Prodi finge di dimenticare che le elezioni del 2006 non furono proprio una vittoria per lui. Quella specie di governo nacque per uno scarto di poche migliaia di voti ma, soprattutto, con il forte sospetto di qualche "aggiustamento" effettuato in Campania nelle ultime ore di spoglio. Ma la verità non la sapremo mai. Quel governo, paralizzò l'Italia: evitava il varo di nuove leggi per il terrore di non avere la maggioranza in Senato. Furono costretti a richiamare i senatori a vita, a costo di portarli con l'ambulanza, perchè il loro voto fosse decisivo. Non poteva durare, e non durò. Prodi non dovrebbe vantarsi tanto di una vittoria del genere. Fu una vergogna.

bosco43

Lun, 24/06/2013 - 16:28

Prima di andarsene,ci vuol spiegare perchè strapagò l'€uro?...IMI,Cirio,Nomisma? tutto dimenticato?...le stiamo pagando noi ora le sue furbate!!!

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 24/06/2013 - 16:56

diego_piego: posso anche darle ragione, ma non a 1936.27 lire per 1 euro. Questo è stato il vero dramma dell'Italia.

Carlo Ferrari

Lun, 24/06/2013 - 16:56

Finalmente e speriamo definitivamente. I danni che ha arrecato all'Italia e agli italiani in tutti i campi sono incommensurabili. Non occorre ricordare tutto: è sufficiente una frase detta nel primo periodo di presidenza del consiglio "faremo vedere i sorci verdi ai francesi". Povero illuso.

nebokid

Lun, 24/06/2013 - 17:04

Chi si loda si sbroda,Se l'ITALIA si trova in queste condizioni lo deve a lei caro professore perchè la valutazione dell'euro con la lira fu la più grande truffa di sempre e da li incominciò più fortemente il nostro declino.

swiller

Lun, 24/06/2013 - 17:07

Questo signore è il responsabile dei maggiori disastri toccati a questo paese e agli Italiani un parassita incompetente.

eureka

Lun, 24/06/2013 - 18:27

Prodi dimentica che con il cambio dell'euro ha ridotto gli Italiani in mutande.

tiptap

Lun, 24/06/2013 - 18:32

Peggio che all'opera: "...muoio, muoio..." e non muore mai, "...partiam... partiam..." e sta sempre lí. Ma che vada fuori dalle ...

giolio

Lun, 24/06/2013 - 19:17

a me prodi mi esimpatico perché vá in bicicletta mangia mortadella e beve lambrusco

killkoms

Lun, 24/06/2013 - 20:57

@azzurro azzurro,perchè i sinistri davanti alla legge come i maiali di orwell sono più uguali degli altri!basti pensare al tentativo di acquisto della sme da parte dell'unto di respublica, fallito solo per l'intervento di silvio,che er quello affrontò l'ennesimo processo!già;mica andò a processo chi stava svendendo un'azienda pubblica a circa 500 miliardi delle vecchie lire(pagabili in comode rate ventennali)e con in cassa una somma analoga!a lei è mai capitato di comprare un'ex casa popolare ad un quarto del valore,e sapendo che la casa ha una cassaforte con dentro la stessa somma che si sta spendendo per acquistarla?

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Lun, 24/06/2013 - 21:18

hai proprio la faccia come il c..o , non ti vergogni a farti vedere in giro ?