Eutanasia, Napolitano al parlamento: "Non ignorare il problema"

Pressing del capo dello Stato sulle Camere: "Non eludere il confronto". Ma scoppia la polemica: la divisione è bipartisan

Giorgio Napolitano dà un nuovo assist alle associazioni che premono perché la politica legiferi sull'eutanasia. "Il parlamento non dovrebbe ignorare il problema delle scelte di fine vita e eludere un sereno e approfondito confronto di idee sulle condizioni estreme di migliaia di malati terminali in Italia", ha scritto il presidente della Repubblica all'associazione Luca Coscioni e al comitato promotore EutanaSia Legale. Un'apertura che ha inevitabilmente scatenato un accesissimo dibattito politico. Se da una parte il presidente dei deputati di Sel, Gennaro Migliore, ha chiesto di dare seguito all'appello con "una discussione vera e approfondita in parlamento"Eugenia Roccella del Nuovo Centrodestra ha accusato il capo dello Stato di avere una visione "parziale e unilaterale se il confronto avviene solamente con le associazioni favorevoli all’eutanasia". Così era, infatti, già accaduto nel 2006 quando fu staccata la spine a Piergiorgio Welby.

"Secondo l’Istat negli ultimi dieci anni si sono verificati in Italia 10mila suicidi e oltre 10mila tentati suicidi di malati". Praticamente "mille l’anno". A denunciarlo è il consigliere generale dell’Associazione Luca Coscioni, Carlo Troilo, nel corso di una conferenza stampa per chiedere al parlamento l’avvio di un’indagine conoscitiva su come si muore in Italia e per riprendere l’esame dei progetti di legge sul fine vita. All'incontro di oggi era presenti anche i familiari di Mario Monicelli (la compagna Chiara Rapaccini), Carlo Lizzani (il figlio Francesco Lizzani) e Piergiorgio Welby (la vedova Mina Welby). Napolitano ci ha tenuto a intervenire alla conferenza stampa sorganizzata da Troilo. "Drammatici nella loro obbiettiva eloquenza - ha commentato il capo dello Stato - sono d’altronde i dati resi noti da diversi istituti che seguono il fenomeno della condizione estrema di migliaia di malati terminali in Italia". Proprio per questo il presidente della Repubblica ha promesso che richiamerà l’attenzione del parlamento sull’esigenza di "non ignorare il problema delle scelte di fine vita".

L’iniziativa, ha spiegato il moderatore Marco Cappato del Coordinamento EutanaSia Legale, "mira a spingere il parlamento ad esaminare il progetto di legge di iniziativa popolare per la legalizzazione della eutanasia per il quale l’associazione ha raccolto 67mila firme autenticate". E "per protestare contro l’inerzia del parlamento"  Troilo ha annunciato l’inizio di uno sciopero della fame, oggi in occasione del decimo anniversario del suicidio di suo fratello Michele, malato terminale di leucemia. "Occorre sviluppare una medicina della responsabilità dell’individuo e abbandonare la medicina paternalistica - ha commentato l’oncologo Umberto Veronesi in un video messaggio - nel nuovo quadro dei diritti del malato, va perseguito il diritto dell’autodeterminazione: abbiamo l’ovvio diritto di programmare la vita e anche il termine della vita".

L'appello di Napolitano ha aperto una breccia in parlamento. Destra e sinistra si sono infatti divise diametralmente. Nel Nuovo centrodestra, per esempio, la Roccella ha criticato duramente la posizione del capo dello Stato, mentre il capogruppo del Senato Maurizio Sacconi ha aperto al confronto solo attraverso una "moratoria legislativa sui testi". Favorevole anche il forzista Sandro Bondi che ha invitato il parlamento a fare "un lavoro scrupoloso, ispirato a una retta coscienza umana, depurato da interessi politici e ideologici" e "finalizzato esclusivamente a garantire la libertà e la dignità della persona umana".

Commenti
Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 18/03/2014 - 16:29

E speriamo che il confronto continui ad assere fra fazioni trasversali... chissà che un tema di questa importanza non possa essere affrontato senza questioni di schieramento politico.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mar, 18/03/2014 - 16:58

Ci hanno pensato quei due Giudici che hanno condannato alla morte per sete e per fame la piccola Eluana; c'è bisogno di altro? Shalom

vince50_19

Mar, 18/03/2014 - 17:32

Quousque tandem abutere, imperator quirinalis, patientia nostra?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 18/03/2014 - 17:40

Adriano Romaldi: si... c'è bisogno di altro. Ad asempio c'è bisogno di una qualche norma che possa regolamentare il testamento biologico, così da consentire a lei di continuare ad essere nutrito artificialmente e mantenuto in vita qualora (facendo gli scongiuri) lei si trovasse un giorno in uno stato vegetativo permanente, e che allo stesso tempo consenta a me in analoga condizione (sepre facendo gli scongiuri)di vedere rispettata la mia scelta affinchè non mi venga imposta l'alimentazione artificiale ne' l'accanimento terapeutico per mantenermi in vita. Direi che questo non può essere che il punto di partenza.

redy_t

Mar, 18/03/2014 - 18:08

Urca. Questo è proprio un problema proprio urgente da affrontare data la situazione in cui versa l'Italia.Il Caudillo Napol(itano)eone fa bene ad occuparsene.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mar, 18/03/2014 - 18:18

caro Dreamer_66 il caso Eluana era tanto semplice perchélei, che ora sta in Cielo, non aveva nessun marchingegno ma le venivano somministrati acqua e cibo artificialmente; è una caso di assassinio premeditato. Per rispondere alla sua, inoltre, le consiglio di leggere il libro "se solo fosse vero" di Mark Levi, edizioni Corbaccio, se mai lo troverà ancora. Per dire che vorrebbe fare la fine di Luciano magri, il quale senza volerlo condannare, aveva adoperato la sua vita per cambiare il Mondo e, infine, si è arreso allo stesso così semplicemente senza combattere (almeno così sembrerebbe). Se lo faccia dire da un piccolo uomo che sono ormai quarant'anni che lotta fortemente con una grave malattia ed è stato sull'orlo del niente, se fosse possibile che esista il nulla; ebbene ho sentito la solitudine più sola senza bisogno di andare a rifugiarmi in un'isola sperduta del Pacifico. Staremo molto meglio sapendo che c'è un Padre che si prende cura di noi, se fosse possibile aprire la nostra Vita a Dio che ci ha creato; il resto lasciamolo così senza indagare troppo. Shalom

Massimo Bocci

Mar, 18/03/2014 - 18:34

il milionario del colle??? Non ignorare il problema????..............DELLA METASTASI COMUNISTA -EURO, che sarà LETALE per gli ITALIANI!!!! E L'ITALIA!!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 18/03/2014 - 19:10

Se si muove il colle, buonanotte.....................

manente

Mar, 18/03/2014 - 19:34

Certe persone bisognerebbe sopprimerle nella culla, non quando sono vecchi ed hanno fatto tutto il male di cui la loro miserabile natura li ha resi capaci.

MONDO_NUOVO

Mar, 18/03/2014 - 21:22

ADESSO VOGLIONO IMITARE IL BELGIO COSI' TANTO PER LEGALIZZARE L'EUTANASIA, CHE VARRA'PER I BAMBINI E POI DEI DISABILI... IL FUMO DI HITLER HA ANNEBBIATO LA TESTA E I CUORI DI MOLTI PARLAMENTARI. LO STATO RISPARMIA IN TAL MODO SULLA PELLE DI TANTI AMMALATI CHE INVECE DI AVERE LE CURE E L'ASSISTENZA SI VEDRANNO RECAPITARE A CASA UNA FIALA DI VELENO. COMPLIMENTI! CHE BELLA CLASSE POLITICA E CHE BEL CAPO DELLO STATO PRONTI A "REGOLAMENTARE" L'ASSASSINIO DI STATO. RICORDIAMOCI DI QUESTA GENTE QUANDO ANDREMO A VOTARE.

NON RASSEGNATO

Mar, 18/03/2014 - 22:47

Le solite inutili discussioni. Se va bene ci lucreranno anche qualche gettone di presenza

Ritratto di Luigi.Morettini

Anonimo (non verificato)

jksamagreb

Mar, 18/03/2014 - 23:19

Lasciamo perdere l'appartenenza politica: prima di essere un Presidente bisogna essere un Uomo, e il compagno Pertini da Presidente fu prima di tutto un Uomo. Non avrebbe lasciato uccidere Eluana , e di questo abominevole assassinio di Stato, chi se n'è assunto la responsabilità ne risponderà personalmente al Padreterno. Cosa si va cercando, ora? Sento delirare di "stato vegetativo", espressione che riguarda semmai i vegetali, non certo l'Uomo, perciò scempiaggini. Qui c'è solo disprezzo del supremo dono della vita umana intelligente autocosciente libera e responsabile, il disprezzo della suprema dignità dell'essere Persona Umana, titolare del primo e sacrosanto diritto di vivere - chiunque sia - dal momento in cui viene concepita, fino alla sua morte naturale. Questa è la Civiltà. Viceversa, è barbarie. Chi si vuol suicidare s'accomodi, ma non pretenda applausi, perché non può suscitare altro che fraterno compianto e penosa pietà. Il fine-vita per un Uomo è l'ultimo dei problemi, prima ci sono tutti i problemi del riuscire a "vivere da Uomo", quelli si, che possono richiedere addirittura il sacrificio della propria vita! -

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 18/03/2014 - 23:44

Adriano Romaldi: le esprimo innanzitutto la mia personale solidarietà per la forza d'animo con la quale affronta la sua malattia e la invidio per la fede che l'aiuta a superare le inevitabili difficoltà. Le assicuro che, qualora ci fosse bisogno di difendere il suo diritto alle cure mediche o a qualsiasi strumento possa consentirle di allungare la sua vita io sarò al suo fianco senza alcuna esitazione. Ecco... vorrei semplicemente che questa disponibilità a riconoscere gli altrui diritti ad una scelta in caso di grave malattia o di infermità venisse riconosciuta anche a me. Io non ho come lei il dono della fede e non consentirò a nessuno di volermelo inculcare con la forza. Alla base di questo ragionamento, come per il resto deve esserci il rispetto per le posizioni altrui. Semmai mi preme maggiormente che eventuali azioni legislative possano smentire i timori, a mio modo di vedere grossolanamente enfatizzati, di MONDO_NUOVO.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 19/03/2014 - 01:15

Ora ficca il naso anche nell'eutanasia. Ma quando la finirà di interferire nella vita del nostro paese? NON GLI È BASTATO TOGLIERCI PER TRE ANNI IL DIRITTO DI VOTO? SI È MESSO IN TESTA DI ESSERE UN NOVELLO STALIN?

michaelsanthers

Mer, 19/03/2014 - 06:32

re trombone hai rovinato l'italia impedendo il voto incominciando con quel somarume parassita di tecnici(incapaci persino di contare gli esodati) capeggiati da ciofeca monti,non ti perdonerò mai e non ti riconosco come mio presidente,hai fatto di tutto per conservare il peggio spacciato nuovo,parli di democrazia e invece siamo in piena dittatura,la storia di scaraventerà nell'oblio per aver osato simili comportamenti...amen

bruna.amorosi

Mer, 19/03/2014 - 07:10

Dramer_66 ti vedo compiaciuto ecco è il tuo momento di metterlo in pratica in fondo che ci vuole ? un pò di coraggio e..volare :::::in quanto al capo di stato che è forse si accorge di quante bestemmie gli stanno arrivando ed ha paura di soffrire ?

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 19/03/2014 - 08:40

Con tutti i GRAVI_PROBLEMI che soccombono il paese ,DANNO LA PRECEDENZA A UNA CAVOLATA COME QUESTA!!! Stessa cosa con la Boldrini, che con il feminismo, vuole consolidare la sua poltrona dorata. Ci sono casi più importanti che hanno la precedenza assoluta, DISOCUPAZIONE, POVERTÀ ,EMIGRAZIONE E LA LOTTA CONTRO LA CRIMINALITÀ, "SPECIALMENTE, QUELLA DEI COMPONENTI STATALI".

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 19/03/2014 - 11:17

Adriano Romaldi: nell'esprimerle la mia stima e solidarietà per la dignità ed il coraggio che dimostra affrontando la sua malattia, tengo comunque a sottolineare che il dono di cui lei usufruisce (la fede) non è un valore condiviso dalla totalità delle persone. Io sarò sempre in prima fila nel difendere i suoi diritti e nel veder riconosciute le sue ragioni ed i suoi princìpi quando si parlerà (speriamo mai) della sua scelta, sulla sua persona, riguardo all'opportunità o meno di ricorrere ad alimentazione forzata e/o accanimento terapeutico per mantenerla in vita. Ecco... io vorrei che gli stessi diritti fossero riconosciuti anche a me qualora la mia scelta fosse all'opposto della sua. Diversamente lo considererei un abuso.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 19/03/2014 - 13:57

bruna.amorosi: gentile (si fa per dire) Signora Bruna. Mi è già capitato in qualche occasione di confrontarmi con lei, cercando anche di essere rispettoso in ossequio alla sua età che, per natura, dovrebbe essere sinonimo di saggezza e moderazione. Ma questo atteggiamento conciliante nei suoi confronti risulta evidentemente del tutto inutile di fronte alla profonda cattiveria insita nel suo animo, al suo continuo augurare "il male" a tutti coloro che non la pensano come lei. Gli esempi purtroppo non mancano e per chi volesse togliersi la curiosità è sufficiente andare a rileggere alcuni suoi post nei quali augurava a noi morte e incidenti, e stupro per le nostre figlie. Talvolta ho cercato di provare pena per lei, a immaginare quali tristi esperienze potessero averla resa così arida e acida, ma a pensarci bene per quale motivo dovrei essere comprensivo nei suoi confronti? Fortunatamente sono ancora relativamente giovane e godo di buona salute, quello del "testamento biologico" è un'eventualità del quale farei bene a tenerne conto ma solo per precauzione. Credo invece avrebbe lei qualche motivo in più per farci un pensierino sia per l'età avanzata la quale, a scanso di contrattempi, pone lei più vicina all'aldilà rispetto a me che per il rapporto "non proprio idilliaco" che ha con le sue nuore, le quali hanno tutta la mia comprensione a non voler vedere i propri figli (ovvero i suoi nipoti) sottoposti alla sua malefica influenza. Eh si... si è mai chiesta, qualora lei si trovasse distesa in un letto, incapace di proferire parola e di trasmettere segnali con chiunque, se i suoi figli e le rispettive mogli agirebbero nel suo interesse e secondo le sue volontà o piuttosto se ne fregherebbero pur di liberarsi di una nefasta presenza quale lei rappresenta? Ci pensi bene... alla fine ognuno di noi raccoglie quel che semina.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 19/03/2014 - 14:00

bruna.amorosi: gentile (si fa per dire) Signora Bruna. Mi è già capitato in qualche occasione di confrontarmi con lei, cercando anche di essere rispettoso in ossequio alla sua età che, per natura, dovrebbe essere sinonimo di saggezza e moderazione. Ma questo atteggiamento conciliante nei suoi confronti risulta evidentemente del tutto inutile di fronte alla profonda cattiveria insita nel suo animo, al suo continuo augurare "il male" a tutti coloro che non la pensano come lei. Gli esempi purtroppo non mancano e per chi volesse togliersi la curiosità è sufficiente andare a rileggere alcuni suoi post nei quali augurava a noi morte e incidenti, e stupro per le nostre figlie. Talvolta ho cercato di provare pena per lei, a immaginare quali tristi esperienze potessero averla resa così arida e acida, ma a pensarci bene per quale motivo dovrei essere comprensivo nei suoi confronti? Fortunatamente sono ancora relativamente giovane e godo di buona salute, quello del "testamento biologico" è un'eventualità del quale farei bene a tenerne conto ma solo per precauzione. Credo invece avrebbe lei qualche motivo in più per farci un pensierino sia per l'età avanzata la quale, a scanso di contrattempi, pone lei più vicina all'aldilà rispetto a me che per il rapporto "non proprio idilliaco" che ha con le sue nuore, le quali hanno tutta la mia comprensione a non voler vedere i propri figli (ovvero i suoi nipoti) sottoposti alla sua malefica influenza. Eh si... si è mai chiesta, qualora lei si trovasse distesa in un letto, incapace di proferire parola e di trasmettere segnali con chiunque, se i suoi figli e le rispettive mogli agirebbero nel suo interesse e secondo le sue volontà o piuttosto se ne fregherebbero pur di liberarsi di una nefasta presenza quale lei rappresenta? Ci pensi bene... alla fine ognuno di noi raccoglie quel che semina.

bruna.amorosi

Mer, 19/03/2014 - 14:32

Dreamer_66 come è gentile preoccuparsi per me . ma guardi non è il caso .Proprio la mia età mi fa dire che ho assistito malati terminali nella mia famiglia e ti assicuro che al momento del trapasso volevano avere tempo per chidere qualche scusa . tu così sicuro della tu giovane età personalmente ti auguro vita lunga e sana ma la mia è scorsa serenamente senza travagli di nessun genere non si proccupi solo il fatto è che voi giovani (lo dici tu diesserlo ) non volete fastidi per questo volete abbreviarci la vita . io se pur vecchia sapessi di arrecare disaggio a qualcuno non delegherei uno STATO a fare quello che IO farò .perciò falla finita di frignare e fai volontariato forse ti accorgeresti che la vita va vissuta attimo per attimo . e perciò non sono io che non vado daccordo con chi non la pensa come me ma siete voi kompagni senza PALLE a delegare la magistratura a fare quello che non avrete coraggio ma quando mai un kompagno ha coraggio di farla finita . e non rispondere non ci tengo a dialogare con chi non ha coraggio .

bruna.amorosi

Mer, 19/03/2014 - 14:32

Dreamer_66 come è gentile preoccuparsi per me . ma guardi non è il caso .Proprio la mia età mi fa dire che ho assistito malati terminali nella mia famiglia e ti assicuro che al momento del trapasso volevano avere tempo per chidere qualche scusa . tu così sicuro della tu giovane età personalmente ti auguro vita lunga e sana ma la mia è scorsa serenamente senza travagli di nessun genere non si proccupi solo il fatto è che voi giovani (lo dici tu diesserlo ) non volete fastidi per questo volete abbreviarci la vita . io se pur vecchia sapessi di arrecare disaggio a qualcuno non delegherei uno STATO a fare quello che IO farò .perciò falla finita di frignare e fai volontariato forse ti accorgeresti che la vita va vissuta attimo per attimo . e perciò non sono io che non vado daccordo con chi non la pensa come me ma siete voi kompagni senza PALLE a delegare la magistratura a fare quello che non avrete coraggio ma quando mai un kompagno ha coraggio di farla finita . e non rispondere non ci tengo a dialogare con chi non ha coraggio .

bruna.amorosi

Mer, 19/03/2014 - 14:33

Dreamer_66 come è gentile preoccuparsi per me . ma guardi non è il caso .Proprio la mia età mi fa dire che ho assistito malati terminali nella mia famiglia e ti assicuro che al momento del trapasso volevano avere tempo per chidere qualche scusa . tu così sicuro della tu giovane età personalmente ti auguro vita lunga e sana ma la mia è scorsa serenamente senza travagli di nessun genere non si proccupi solo il fatto è che voi giovani (lo dici tu diesserlo ) non volete fastidi per questo volete abbreviarci la vita . io se pur vecchia sapessi di arrecare disaggio a qualcuno non delegherei uno STATO a fare quello che IO farò .perciò falla finita di frignare e fai volontariato forse ti accorgeresti che la vita va vissuta attimo per attimo . e perciò non sono io che non vado daccordo con chi non la pensa come me ma siete voi kompagni senza PALLE a delegare la magistratura a fare quello che non avrete coraggio ma quando mai un kompagno ha coraggio di farla finita . e non rispondere non ci tengo a dialogare con chi non ha coraggio .

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 19/03/2014 - 15:43

bruna.amorosi: qualora volessi fare il finto tonto ignorerei l'ironia dei suoi ringraziamenti e ribadirei, qualora ce ne fosse bisogno, che ho rinunciato a provare compassione per lei, a maggior ragione dopo la sua conferma di aver vissuto una vita serena e senza quei travagli che avrebboro potuto, in parte, giustificare il suo spirito malvagio. Lei di me sa poco o nulla in quanto non ho l'abitudine di sbandierare ai quattro venti la mia vita privata, può quindi anche essere che io faccia del volontariato ma non vedo alcuna ragione per divulgarlo. Per cosa poi? Forse che se qualcuno si mette a disposizione degli altri lo fa per sentirsi dire grazie? Il gesto di altruismo perderebbe di significato. Di lei invece si sa molto di più... aspetti della sua vita che consentono ai lettori di questo blog di "inquadrarla" per quello che è, e che lei si è presa la briga di divulgare forse perchè nella sua quotidianetà (e non parlo di vita virtuale) è una persona sola e non ha altri con cui parlare... ma se è in grado di fare un esame di coscienza non potrà che assumersene ogni colpa. Avevo esordito col mio primo post nel tentativo di promuovere una discussione pacata su un tema che mi sta a cuore, svincolata una volta tanto dalla solita rivalità politica. Qualora me ne avesse offerto la possibilità le avrei spiegato le mie posizioni ponendo l'attenzione sulla profonda differenza fra eutanasia e rifiuto dell'accanimento terapeutico. Se lei davvero fosse stata interessata a confrontarsi civilmente sull'argomento le avrei spiegato che il "testamento biologico" dovrebbe servire anche a garantire coloro che desiderano che la loro vita venga prolungata il più a lungo possibile anche in maniera artificiale e forzata, che un documento redatto nero su bianco non si presta a interpretazioni così che "noi giovani infastiditi", anche volendo, non saremmo nelle condizioni di abbreviare la vita a voi anziani contro la vostra volontà. Le avrei spiegato che non chiederei mai a nessuno di prendersi briga, responsabilità e coraggio di interrompere le mie sofferenze ma chiederei semplicemente che mi si lasciasse morire in maniera spontanea senza alcun accanimento volto a prolungarle. Le avrei detto tutto questo ma lasci perdere... lei non è interessata ad alcun tipo di confronto che non sia finalizzato a rivolgere sugli altri i rancori e l'acredine di una vita. Per concludere... come vede ho risposto al suo post e credo anche in maniera sufficientemente esauriente. E se lei non è interessata a dialogare (???)"con chi non ha coraggio" può benissimo astenersi dal commentare i post altrui. In fin dei conti è stata lei a cercare lo scontro con me e non viceversa... personalmente ne avrei fatto volentieri a meno in quanto ritengo che i pacato e disinteressato confronto con una persona anziana rappresenti qualcosa di positivo capace di accrescere le mie conoscenze. Nel suo caso devo aimè fare un'eccezione in quanto lei non può insegnarmi nulla di buono.

bruna.amorosi

Mer, 19/03/2014 - 16:19

sono felice per te . per i miei figli sono il faro che li illumina .parole dette dal primo che forse è più grande di te . buffone falla fita di dire sempr le stesse cose da kompagno che ci credi solo tu se dette tre volte diventano vere . a vorreidirti di stare attento che nella vita aver pietà delle pecore non vale muoiono più agnelli e tra poco è PASCQUA

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 19/03/2014 - 17:30

bruna.amorosi: lo ribadisco per la terza volta: non ho alcuna pietà per la pecora che, nel caso in oggetto, ha un sapore disgustoso. P.S. Ancora una volta si sbilancia raccontandomi aspetti privati della sua vita sebbene non richiesti. Provi a cercare una persona disposta ad ascoltarla, non venga a raccontare a me del rapporto che ha con i suoi figli... potrei usare queste confidenze contro di lei. Cerchi piuttosto di convincere se stessa di essere così benvoluta. Ad esempio... provi a riferire ai suoi figli riguardo alla sua decisione di voler devolvere tutti i suoi beni ad un ente di carità. A quel punto scoprirà se davvero è "il loro faro" o se piuttosto le urleranno dietro chiamandola "vecchia megera".

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 19/03/2014 - 17:31

bruna.amorosi: lo ribadisco per la terza volta: non ho alcuna pietà per la pecora che, nel caso in oggetto, ha un sapore disgustoso. P.S. Ancora una volta si sbilancia raccontandomi aspetti privati della sua vita sebbene non richiesti. Provi a cercare una persona disposta ad ascoltarla, non venga a raccontare a me del rapporto che ha con i suoi figli... potrei usare queste confidenze contro di lei. Cerchi piuttosto di convincere se stessa di essere così benvoluta. Ad esempio... provi a riferire ai suoi figli riguardo alla sua decisione di voler devolvere tutti i suoi beni ad un ente di carità. A quel punto scoprirà se davvero è "il loro faro" o se piuttosto le urleranno dietro chiamandola "vecchia megera".

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 19/03/2014 - 23:58

# Dreamer_66 Lei si autodefinisce "sognatore" ma da ciò che scrive dovrebbe usare lo pseudonimo di Oiker. O per rimanere sempre nel campo degli pseudonimi da anglomane potrebbe anche aggiungere TRIPLENOSTRIL.