Expo, ospedali, infrastrutture: affari sporchi per un miliardo

Le inchieste milanesi fotografano un sistema malato: gare truccate, manager furbetti e imprenditori che pagano. E Renzi prepara l'invio di una task force anticorruzione

È un'intera economia. È impresa. Lavoro. Reddito. Quello che raccontano le inchieste milanesi sugli appalti truccati è l'affanno di un Paese che investe e produce, ma al di fuori delle regole. È un mare di denaro appetito da un piccolo esercito di profittatori - imprenditori e cooperative rosse - che si arricchiscono violando le leggi. Quanto valgono le commesse finite nel mirino dei pm? Più o meno, un miliardo di euro. Una cifra colossale, distribuita grazie a faccendieri, politici e manager pubblici, unti a colpi di mazzette. «Ma le nostre sono meno care degli altri - dice l'ex Dc Gianstefano Frigerio -, noi chiediamo l'1%». Bontà loro, si accontentano. L'1% di un miliardo.

Eccolo, dunque, il grande business degli appalti. Un calcolo possibile ripercorrendo le carte dell'inchiesta che ha portato all'arresto di Frigerio, Greganti & Co. La prima gara riguarda il Servizio di pulizia dell'azienda ospedaliera di Melegnano. Valore: 14,6 milioni di euro. Altro ospedale, il San Carlo Borromeo di Milano. Procedura aperta per l'aggiudicazione del servizio di pulizia, sanificazione, raccolta e trasporto rifiuti: 19 milioni per il periodo 2013-2019. Terzo ospedale, quello della Provincia di Lecco: 34 milioni per il servizio di disinfezione, lavaggio e confezionamento di biancheria e materassi. Solo questo comparto, dunque, vale oltre 67 milioni.

Ma la cupola gioca anche sul tavolo del nucleare, con i tentativi di piazzare un uomo di fiducia dentro la Sogin, sede legale a Roma e ministero dell'Economia quale socio unico. La Sogin è responsabile della bonifica ambientale dei siti nucleari italiani e della gestione dei rifiuti radioattivi prodotti dalle attività industriali, di ricerca e di medicina. Nel dicembre del 2012, un raggruppamento di imprese si aggiudica un appalto da 98 milioni. Per i giudici, quella gara sarebbe stata truccata grazie alle manovre di Giuseppe Nucci e Alberto Alatri, ad e manager della società, figure di riferimento della cricca. Sommati ai 67, si arriva così a 165 milioni.

C'è poi il grande capitolo di Expo, per salvare il quale il premier Matteo Renzi prepara un intervento del governo: «Serve una task force - spiega -, un sostegno legale e giuridico all'Esposizione che difenda la trasparenza di tutti i prossimi passaggi». Un'idea appoggiata dal ministro Angelino Alfano: «Dobbiamo rafforzare il versante anticorruzione». Su Expo, i magistrati contestano le commesse per le «Architetture di servizio», il progetto delle «Vie d'acqua», il servizio sosta (28 milioni), e quello di «mobility partner» (18 milioni). Sotto la voce «architetture», rientra in realtà una moltitudine di interventi: ristorazione, servizi igienici, spazi commerciali, servizi ai visitatori, sicurezza, logistica. Il valore della gara è di oltre 67 milioni. Le Vie d'acqua, invece, includono la riqualificazione della Darsena milanese (12,5 milioni), del canale Villoresi (14,7 milioni), e delle cosiddette «Vie d'acqua Sud» (56 milioni). Per l'evento del 2015, dunque, sarebbero stati distribuiti appalti (ritenuti irregolari) per un totale di 181 milioni. Più 165, fanno 346 milioni.

Ma la fetta più grande di questa immensa torta arriva dal grande polo della scienza e della ricerca che a Milano dovrebbe riunire l'Istituto neurologico Besta e l'Istituto nazionale dei tumori, realizzando a Sesto San Giovanni la «Città della Salute». La gara prevedeva la redazione della progettazione definitiva ed esecutiva, la direzione dei lavori ed il coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione e l'esecuzione dei lavori di realizzazione della «Città», la gestione dei servizi di supporto non sanitari del Besta e dell'Istituto dei tumori. Il tutto per 323 milioni. Che sommati ai 346 fin ora raggiunti, fanno quasi 670 milioni.

È finita qui? Non proprio. Perché gli arresti di giovedì scorso sono solo l'altra faccia della stessa medaglia. Quella che poco più di un mese fa portò in carcere Antonio Rognoni, ex dg di Infrastrutture Lombarde. Due indagini strettamente legate e separate dagli screzi in Procura tra l'aggiunto Alfredo Robledo e il capo Edmondo Bruti Liberati. Ma il tema è lo stesso. Appalti pubblici. Gare truccate. Manager compiacenti e imprenditori senza scrupoli. In quel caso, il conto lo fece il giudice: 224 milioni per 25 commesse che sarebbero state assegnate al di fuori della legge. Con i 670 di quest'ultima inchiesta si raggiungono gli 893 milioni.
Manca solo un ultimo tassello. L'appalto per la cosiddetta «Piastra» di Expo. Non c'è la certezza, ma per il gip emergono comunque dubbi su possibili «manovre occulte finalizzate a pilotare» i lavori. Un affare da 270 milioni di euro. L'aritmetica, così, sfonda la soglia del miliardo di euro. Economia reale, e - forse - illegale.

Commenti

peppe1944

Lun, 12/05/2014 - 09:49

E' grazie a voi bananas se la corruzione in Italia in questi 20 anni di governi berlusca - PD è aumentata... Con le leggi di silvio il fenomeno corruzione si è allargato a dismisura... Silvio è il padre di tutti i corruttori e corrotti, e il PD SEL e company lo seguono a ruota... il MoVimento 5 stelle VI SPAZZERA' via tutti....

bruna.amorosi

Lun, 12/05/2014 - 10:08

CHI CONTROLLERA' IL CONTROLLORE ? kompagni oramai la cosa è risaputa è la magistratura che non vuole far finire la mafia o la corruzzione .perchè sono sempre loro che si controllano tra sinistri . CI VOGLIONO MAGISTRATI NON ITALIANI altrimenti a sinistra ci sarà sempre un porto delle nebbie . che vi piaccia o no .

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Lun, 12/05/2014 - 10:23

...Un Paese come il nostro che per costituzione è definibile democratico, dovrebbe essere intransigente nel combattere le ruberie piuttosto diffuse tra coloro che "maneggiano" il denaro pubblico o coloro che evadono il fisco non contribuendo secondo la loro possibilità. E' ovvio che se ci sono amministratori pubblici o politici che continuano imperterriti ad impossessarsi di denaro pubblico sotto qualunque forma o ad evadere il fisco, è perché le sanzioni previste non agiscono come deterrente. Sarebbe sufficiente triplicare le pene previste per i responsabili e la confisca dei beni accumulati illecitamente o sottratti al fisco per ottenere risultati, indiscutibilmente, più che apprezzabili.

maubol@libero.it

Lun, 12/05/2014 - 10:25

Mi viene da chiedermi dove viviamo! La maggioranza delle Regioni è inquisita, ognu due per tre un politico viene arrestato per tangenti, i tesorrieri dei partiti abbiamo vistp cosa maneggiano, gli appalti, dall'Aquila all'Expo sono un affare per i soliti noti! La classe politica cosa fa? arebbe ora che adassero tutti a casa, non si può andare avanti così....

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 12/05/2014 - 10:26

In Cina questi problemi hanno imparato, da anni, ad affrontarli e risolverli in breve tempo. Con pochi grammi di metallo pesante. Puntualmente addebitati alle famiglie dei corrotti.

gian carlo galli

Lun, 12/05/2014 - 10:37

Sig.peppe1944 : ma perche' non se ne sta zitto ! Il male del paese e' la corruzione, i privilegi, le super paghe date da un sistema clientelare che raccoglie solo voti ! un male, un sistema, che c'e' sempre stato !! ecco perche' si va ' a fondo ' !! finche non si condurra' un serio contrasto a tutto questo, non c'e' speranza !! dalla Sicilia al Nord piu' estremo nulla cambia, di qualsiasi colore politico la vogliamo dipingere e' sempre cosi', dai a qualcuno qualcosa e si prende un braccio ! anche ' Voi ' non siete il nuovo, il meglio ! bastava ascoltare il Sig. Casaleggio sul freccia rossa, come la signorina che involontariamente presente,ha poi cortesemente riportato per dovere di informazione, e anche lei sarebbe meno disposto ad alzare la sua bandiera !!! la metastasi e' cosi' grande che ci vuole un Robespierre !!!

Rossana Rossi

Lun, 12/05/2014 - 10:39

peppe1944 come tutti gli asini rossi sai dire solo cretinate. La corruzione purtroppo c'era anche ai tempi del tuo marchese rosso berlinguer quando Berlusconi ancora non era in politica quindi smettila di dire le solite cretinate e documentati.

bruna.amorosi

Lun, 12/05/2014 - 10:46

PEPPE1944 mi faccio specie della tua età se quella dell'anno scritta . perchè vorresti GRILLO hai nostalgia del fascismo ? anche se forse non hai conosciuto .è sempre brutto far governare una sola persona . e francamente da uno che ammazza e non va in galera non voglio prediche . Poi dici che è colpa di Berlusconi e come no! credici se ti fa bene .però sarebbe come dire me so fatta la Ferilli quando forse lo hai solo sognato . SVEGLIATI la mafia in ITALIA ha nome e cognome ed è pure ben pagata per non voler far niente . credi a una che può esser quasi tua madre .

ugsirio

Lun, 12/05/2014 - 10:51

Set a thief to catch a thief

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 12/05/2014 - 11:28

@giancarlo galli -Non Robespierrre ma la ghigliottina , e farla funzionare.

peppe1944

Lun, 12/05/2014 - 11:49

bruna amorosi sono d'accordo con te, in italia la mafia ha un nome e un cognome: Berlusconi Silvio E voi continuate pure a difenderlo all'infinito.... Rossana Rossi, tu il rosso ce l'hai fisso nella mente, oltre che nel nome... IO voto M5S.... VI spazzeremo via tutti... Con Cordialità

maubol@libero.it

Lun, 12/05/2014 - 12:00

Gente non rispondete a PEPPE 1944 coi sinistronzi non si ragiona. Il compagno G, Penati, il Monte dei Paschi di Siena non sono di dx! Il loro copgano in Sicilia appena arrestato è del Pd.

ettore80

Lun, 12/05/2014 - 12:14

Fino al '92 la corruzione era politica che favorisce imprenditoria marcia. Dopo è stata imprenditoria marcia direttamente in politica. Prima è "sceso in campo" il maestro della corruzione e delle frodi, gli altri si sono colpevolmente adeguati, venduti, collusi. Il conto ce lo stanno servendo, ma la colpa è dell'euro e della Merkel. Siamo un paese da far sparire.

peter46

Lun, 12/05/2014 - 12:48

bruna.amorosi...Rossana Rossi.....il vs interlocutore si è guardato intorno ed è giunto all'unica conclusione possibile,cioè chi finora non ha governato(Grillini,non 'rossi' o sinistri),o non si è 'intruppato',che colpa può avere mai?Dunque...il problema se mai è come mai(anche se bruna.amorosi...c'è da dire,alternativamente ogni tanto un colpo anche alla botte oltre che al cerchio lo dà)comprate ancora quello schifo di prosciutto della 'globalizzazione'per continuare ad improsciuttarvi gli occhi.Non dovevamo aspettare voi per sapere di cosa erano stati capaci,di cosa sono stati capaci,di cosa sono capaci e di cosa saranno capaci più avanti col 'concorso'del 'Vostro'e di forza Italia o di chiunque la guiderà...sacra famiglia compresa(si parla già di nuovo 'compromesso storico per il dopo elezioni politiche),i compagni della sx col concorso dei democristri di demitiana memoria...di tutto il csx,insomma.Nè potete darci alcun 'consiglio'.Il problema è che avevamo "delegato"il vostro Silvio a "eliminare" questi "intrallazzi",non ad intrupparsi,al centro inquinando dx e soprattutto lega,col peggio del peggiore 'democristianesimo e socialismo.Ci aveva promesso altro,2° repubblica:lo ha fatto?I suoi migliori amici forzitalioti oggi...seguono i precedenti o indagati o inquisiti o già condannati...si salva solo qualche 'mezzacalzetta' insignificante per chiunque...e senza entrare sui suoi 'problemi'....Sull'articolo che vi ha 'scatenato':tangenti rosse?Cooperative rosse implicate?E le 'bianche' che da vent'anni governano la 'migliore sanità d'Italia' glielo avrebbero permesso?L'assessora Maroniana alla sanità della regione Lombardia alla prima uscita dopo la conquista della regione,aveva dichiarato di voler mettere in discussione la 'migliore sanità italiana'...perchè è stata "normalizzata"?Maroni non sei stato capace di cambiare un solo componente della 'combriccola' cooperativa bianca:non bastano le prime due inchieste,stai aspettando le altre diciassette in arrivo?O hai ricevuto l'appoggio forzitaliota con "l'imposizione" che nulla cambi?

tommy1950

Lun, 12/05/2014 - 12:57

Di questa commissione dovrebbero far parte 2 ufficiali delle GdF, 2 dei Carabinieri, 2 magistrati amministrativi. Creare il reato di corruzione , malversazione etc. con danneggiamento all'immagine dello Stato e attentato alla stabilità economica dell'Italia , punibile con almeno 30 anni a regime di 41 bis. E vai...!!!!!(non lo faranno mai).

luigi civelli

Lun, 12/05/2014 - 13:17

Rabbrividisco al pensiero di quale enorme fetta di utililità sarebbe stato capace di ritagliarsi il Celeste Formigoni se fosse ancora stato Dominus della politica lombarda.

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Lun, 12/05/2014 - 14:01

L'ex PM Colombo:troppe Leggi ad personam,ma se l'Anm-Md fosse una S.P.A. compreresti le sue azioni o li licenzieresti tutti? Così eccoli a dare man forte alla Sinistra con teorie assurde ma SMEmo però dei tanti favori fatti alle Aziende della Sinistra dalle Coop, Unipol e l'ultima alla disastrosa Mps? Mi chiedo perchè mai se i 1050 milioni erano per la Paola Occhetto per ripianare i conti dell'Eco Libri di Torino mai saputo che Occhetto era suo fratello e “ co' 'o santu Pietruzzo ” Co-fondatore di Idv? Mai saputo “Del delitto eccellente dell'onorevole Franco Verga” trovati gli assassini e perchè?Scoperto la talpa delle veline ai network amici? Scoperto chi sovvenziono i Centri Sociali, No Tav ed altri criminalucci? E stato comodo assaltare quel treno carico di Libertà che guidava il decisionista mio amico Bettino come male assoluto? E che dire del “ Caso Berlusconi ” spiato, umiliato vilipeso, ferito e incarcerato, ” che versa alle casse del Fisco, quasi un mld€ l'anno! SMEmo dei costi nel surrogare il Parlamento con Leggi sotto dettatura a hoc o volute e non omologate perchè fermate da chi è stato nominato 2 volte Presidente della Repubblica, senza l'avallo dei Cittadini o, questo non è forzatura della Sinistra nella quale Gherardo milita, e, che in 60a non è riuscita a fare una sola Riforma? La verità fa male, quando il vostro Marx stipendio di 260.000€ (pari a ½ miliardo di lire) di protestare il taglio per qualche spicciolo, ma utile per chi percepisce spiccioli che non arriva alla fine del mese? Ecco i balzelli più umiliante per l'essere umano che i Cittadini sono salassati con prelievi di Iva, Trise, Tares, Tari: Tasse assurde da ex Stasi? Non reato penale per chi fa pagare quella sull'ombra a quella sul tricolore? Infatti, si paga la tassa sulle tende di baristi e negozianti costa da cento a mille euro per esercizio. E poi ci sono quelle sul frigorifero e sul tricolore, sul riscaldamento ed ultimo la gabella sulla macina, ovvero, quello del canone Rai-Tv ad una Società Per Azioni non sovvenzione alla Sinistra nell'aggredire solo una parte (non finanziamento occulto?) La Rai-Tv non deve procurarsi i capitali sul mercato come altri network? E chi ha l'abbonamento Sky perchè pagarne un'altra? http://vincenzoaliasilcontadino.wordpress.com/2014/05/12/lex-pm-colombotroppe-leggi-ad-personamma-se-lanm-md-fosse-una-s-p-a-compreresti-le-sue-azioni-o-li-licenzieresti-tuttinapolitano-tradisce-litalia-tifando-europa-ilgiornale-it/

bruno.amoroso

Lun, 12/05/2014 - 14:08

si ringrazia berlusconi e amici mafiosi per aver attenuato le pene contro la corruzione

peppe1944

Lun, 12/05/2014 - 16:07

Mafiosi siete merde....