Quel totem dell'immunità parlamentare abbattuto dai giustizialisti di Mani pulite

Fin dalla Magna Carta, lo scudo proteggeva la politica dai golpe. Ma è stato spazzato dall'onda post Tangentopoli

Quando l'ondata giustizialista, che ha sconvolto i fragili equilibri sociali e politici del paese, si sarà ritirata, il 12 ottobre 1993 verrà ricordato come una delle date più nefaste della storia d'Italia, assieme a Caporetto e alla Marcia su Roma. La «grande coalizione» postcomunisti, rifondazionisti, verdi, rete, repubblicani, Lega, Msi, radicali-che nell'aprile non era riuscita a ottenere da Montecitorio l'autorizzazione richiesta dalla Procura di Milano per procedere contro Bettino Craxi, accusato di ogni crimine, ebbe in quel giorno la sua rivincita. Con 525 sì, 5 no e un astenuto, alla Camera, 224 sì, 7 no e nessun astenuto al Senato l'immunità parlamentare venne abrogata. In tal modo, si poteva processare un rappresentante del popolo senza l'autorizzazione della Camera di appartenenza. L'antico privilegio dell'impunibilità di un parlamentare, nel periodo in cui svolge le sue funzioni-sancito nell'art. 68 della Costituzione Italiana-apparve all'opinione pubblica come la negazione, scandalosa e inammissibile, dell'art.3 della nostra Magna Carta che nel primo comma recita: «Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali».

Certo episodi di collusione e di corruzione dovuti al malaffare della casta ce n'erano stati a migliaia. In dieci legislature non vennero concesse ben 2.202 richieste di autorizzazione a procedere contro le 2.717 presentate. Sennonché, come capita spesso nel bel paese, lo sdegno crescente verso la corruzione non venne indirizzato, dagli organi di informazione e dalle altre agenzie che «fanno opinione» (dalla scuola alle parrocchie), alle cause reali che stavano precipitando l'Italia nel baratro - e in primis l'intreccio perverso di politica e di economia indotto da una terza via all'italiana per cui i destini delle imprese non si decidevano sul mercato ma nei congressi della Dc e del Pci - ma si riversò tutto sulla classe politica, il cui simbolo più scomodo, Craxi appunto, venne messo alla gogna col cappio da forca fatto sventolare dalla Lega e le monetine gettategli addosso da una composita plebaglia postcomunista e postfascista. Che su una questione così complessa e delicata come l'immunità parlamentare si fossero registrate maggioranze bulgare avrebbe dovuto far vergognare i giuristi col «senso dello Stato» che, invece, festeggiarono l'evento intonando il Te Deum al simulacro del Diritto. Il peggio, però, non era questo ma il vero e proprio golpe costituzionale che aveva portato deputati e senatori a disporre di diritti e privilegi - l'immunità parlamentare - conferiti non a loro ma alle funzioni (legislative) che avevano ricevuto dal popolo sovrano. Additati come un'accolita di corrotti e di collusi, avevano messo a disposizione di un altro (presunto) potere, la magistratura, quelle che erano prerogative della carica e non del singolo e momentaneo detentore.

Dal Parlamento inglese a quello sabaudo dello Statuto albertino, l'immunità parlamentare ha sempre garantito la dignità e l'indipendenza dei rappresentanti del popolo dall'arbitrio di altri poteri «irresponsabili». Questi ultimi che, un tempo, erano costituiti dai monarchi oggi potrebbero far capo ad altri ordini dello Stato come, ad esempio, la magistratura che, in Italia, si considera a torto un «potere» che sovranamente sottopone a giudizio i propri membri incorsi in qualche «incidente» ma non riconosce a un vero potere, quello legislativo, il diritto di occuparsi delle proprie pecore nere.

Ma è poi un potere quello dei magistrati? Ed è pertinente il frequente richiamo a Montesquieu e allo Spirito delle Leggi? In realtà, come hanno rilevato studiosi come Domenico Fisichella e Giuseppe Bedeschi, «Montesquieu non solo non annovera il giudiziario tra i poteri fondamentali della monarchia, ma tutti i suoi sforzi sono diretti a porgli dei limiti ben precisi». Inoltre, nella lettera del 1753 a un membro del Parlamento di Parigi (nell'ancien régime una sorta di alta corte di giustizia), ammoniva che «l'applicazione dei principi dipende dalle circostanze... Voi non dovete determinarvi e decidervi che in base a un solo principio: la salute dello Stato è la legge suprema».

Può darsi che i 5 giudici della Corte di Cassazione, che, con la loro sentenza, hanno dato una spallata decisiva alla crisi di regime in atto, abbiano agito in nome del Diritto ma i loro estimatori lascino perdere Montesquieu. Non c'azzecca!

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 20/08/2013 - 08:54

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. invece è stato il contrario: con questi giudici comunisti, NON C'è MAI STATA la parità! non c'è mai stata l'imparzialità, non c'è mai stata la presunzione di innocenza fino a prova contraria, anzi, c'è sempre stata la "convinzione di colpevolezza" fino a che le prove fossero sparite!! COMUNISTI SIETE MAFIOSI! DELINQUENTI!!

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 20/08/2013 - 09:20

La pavidità dei politici di allora ecco a che obbrobrio ci ha portato. Il potere legislativo prono al potere giudiziario! Vediamo se i nostri rappresentanti attuali avranno il coraggio di ridare l'importanza che ha e che i padri della nostra Costituzione vollero inserire proprio per ben bilanciare i poteri tra chi li esercita in ambito dello stato italiano, all'abrogato art. 68 della Costituzione........

Gioa

Mar, 20/08/2013 - 09:21

DI PIETRO...MANI PULITI...POI MANI SPORCHE...COMUNISTI VERGOGNATEVI...E TU DI PIETRO SVENTOLI....IL PARTITO DEI VOLORI? ...HAI UN CORAGGIO A SVENTOLARE I VALORI....QUALI I TUOI?....DI PIETRO!! DI PIETRO!! OBIETTIVO VERO!!!

killkoms

Mar, 20/08/2013 - 10:03

@gioia,il trattorista,l'eroe degli arti superiori puliti,il nemico giurato di lodi ed immunità varie,nel 2003,per evitare una causa civile mossagli da un ex giudice,(che si riteneva diffamato da un suo scritto e gli chiedeva 150.000 € di danni)si avvalse della potente immunità prevista per gli europarlamentari!e quasi nessun giornale ne parlò!

pastrito

Mar, 20/08/2013 - 10:06

"episodi di collusione e di corruzione dovuti al malaffare della casta ce n'erano stati a migliaia"!!!! Basta, che altro dobbiamo aggiungere? Prima ammettete migliaia di casi e poi dite che la politica è stata abbattuta dai magistrati? No, la politica è stata abbattuta dai politici, quelli corrotti e quelli onesti che però si sono voltati dall'altra parte; i magistrati hanno semplicemente fatto il loro dovere: DOVERE, provate a spiegare ai politici il significato di questa parola invece di addossare sempre le colpe degli altri.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 20/08/2013 - 10:12

l'immunita' e' un istituto teorizzato dai liberali nel tardo700 e nell'800 allorquando si traformavano i parlamenti da organi di nomina regia o organi rappresentativi del popolo che li eleggeva.Erano scudi che preservavano l'eletto dall'assolutismo regio che deteneva i poteri esecutivo e giudiziario,era un istituto che permetteva la realizzazione della divisione dei poteri e la loro indipendenza.Successivamente il parlamentarismo

gianfruga

Mar, 20/08/2013 - 10:15

L’aggressività che connota le argomentazioni svolte – basti considerare che coloro che ebbero a lanciare le monetine a Craxi vengono definiti con manifesto disprezzo “plebaglia” – e le petizioni di principio neppur troppo nascoste – la Costituzione non è immodificabile, tant’è che specie da una parte politica si tenta di anni da stravolgerla, e quindi non si capisce perché l’abolizione all’unanimità (che sprezzantemente viene definita con maggioranza bulgara) avrebbe dovuto far vergognare i giuristi – vuole forse distrarre il lettore, che non so se si accorge della singolarità dell’impostazione di chi arriva a bollare una legge costituzionale approvata da tutti come un vero e proprio golpe costituzionale. Capisco che quando non ci sono più argomenti validi ci si attacca a tutto, si dà fondo ad ogni espediente dialettico, ma a forza di raschiare il fondo del barile ciò che si prende è solo il legno, e colui al quale viene propinato, per quanto trinariciuto possa essere – sono passati i tempi del mitico Guareschi, quando i trinariciuti alloggiavano a sinistra e prendevano ordini da Mosca, ora molti hanno traslocato e gli ordini li prendono da paesotti lombardi – va a finire che se ne accorge…

Patrick

Mar, 20/08/2013 - 10:21

Se vi sono tre poteri nello Stato, la politica qual'e'? Solo l'immunita'? e' forse il presidente di Finmeccanica un grande Bussinessman como lo e' stato Steve Jobbs o Warren Buffet? Il problema e' che la giustizia e' troppo lunga, usa il populismo ed il linciaggio quando vuole, ma soprattutto non applica le leggi ma le interpreta ed usa tutte le risorse per fare fascicoli sulla vita degli altri: che siano imputati o no. Non voglio poi entrare nel discorso della valutazione dei pentiti (pentiti per niente) le cui dichiarazioni valgono sempre e molto di piu' di quelle di un cittadino con la fedina penale pulita.

bruna.amorosi

Mar, 20/08/2013 - 10:26

CHE soddisfazione ,vedere questo individuo prigioniero dei kompagni .ed il bello è che neanche può parlare altrimenti finirebbe al fresco lui si .vero signor DI PIETRO? cosa è che ci hai nascosto quando potevi arrestare GREGANTI ALLE BOTTEGHE OSCURE e non lo hai fatto? non credo sia solo il seggio del MUGELLO ma forse qualcosa che la GABANELLI ha scovato e tu SEI FINITO.

Pedrino

Mar, 20/08/2013 - 10:31

Processare un rappresentante del popolo non vuol' dire automaticamente condannarlo. Se uno e innocente lo dimostri davanti alla magistratura come tutti i citadini. Essere eletto dal popolo non autorizza a delinquere..

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 20/08/2013 - 10:34

...ha sostituito l'assolutismo monarchico e la tripartizione dei poteri e' divenuta piu' concrrta con tre soggetti diversi,indipendenti ma comunicanti tra di loro,bilanciati da contrappesi,uno di questi e' appunto l' immunita' parlamentare.Questa pero' ha visto mo modifiche nel corso degli anni in tutte le democrazie,passando da un istituto assoluto ad uno piu' mitigato proprio in ragione dello stato di diritto per cui anche gli altri poteri devono aver controllo in base alle loro funzioni,ragion per cui l'immunita' aveva una procedura che non escludeva il controllo giudiziario sulle responsabilita' penali e civili dei parlamentari.In Italia dopo la dittatura fascista fu mantenuta una immunota' assoluta per via della tragica esperienza appena conclusa,ma nei successivianni amche alla luce di un uso improprio e impunito dell'immunita', emerse la necessita' di adeguare questo istituto alle piu' moderne democrazie.Tangentopoli fu la miccia ed il pretesto per costringere il parlamento a qiesto adeguamento.Ed arrivando ad oggi,vediamo che l'immunita' funziona come in altri paesi,spetta sempre e solo alle camere decidere sulle restrizioni delle liberta' dei suoi membri,nessun altro soggetto.Anche l'utilizzo di determinate misure in sede di procedimento e di formilazione delle accuse e delle prove(es. intercettazioni)deve passare dal voto d'aula.Oggi abbiamo una piu' che suffiviente e moderna immunitase poi la state confondendo con l'impunita',allora e' un altra storia.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Mar, 20/08/2013 - 10:35

Costui dovrebbe sprofondare dalla vergogna di cui a causa del tintinnare di manette mise una classe politica col culo perterra,la quale permise l'obbrobrio di togliere l'immunità ai parlamentari facendo diventare la giustizia regno incontrastato dei/delle adp,boccassini,colombo,liberati,mancuso ecc.trascinanti il Paese nel disastro odierno,salvando i trinariciuti e permettendo ai clown di fare politica.Costui passerà alla storia per avere con prepotenza e ignoranza distrutto vent'anni di democrazia.E se ne vanta pure.Brutto ceffo.

Totonno58

Mar, 20/08/2013 - 11:00

Quel totem dell'immunità parlamentare abbattuto dai giustizialisti di Mani pulite...Cofrancesco ha dimenticato di aggiungere FORTUNATAMENTE

Paul Vara

Mar, 20/08/2013 - 11:00

L'illegalità va punita a tutti i livelli e la punizione dev'essere maggiore in caso si tratti di un rappresentante politico. È ora di insegnare ai politici (di destra e di sinistra) il mestiere che hanno dimenticato. Se non c'è pena il furto continua impunito.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 20/08/2013 - 11:07

Su questo argomento non c'è trippa per gatti. Strategia perdente, la gente vuole vedere il sangue di chi si è arricchito, ed in un periodo come questo ha ragione.

paolonardi

Mar, 20/08/2013 - 11:15

Fu una delle tante azioni politiche dell'allora PCI miranti ad impossessarsi del potere. Avevano già in mano la magistratura, la scuola, l'universita', molti ordini professionali e, in nome della loro falsa superiorità morale, abbattere l'ultimo ostacolo alla conquista del potere di fatto espropriando il popolo dell'unica leva per scegliere liberamente i propri rappresentanti.

ricki

Mar, 20/08/2013 - 11:16

PER CASO LA POLITICA DI SX HA BISOGNO DI NUOVI PARLAMENTARI????PER QUESTO SI IMPEGNANO COSI TANTO CONTRO L'AVVERSARIO POLITICO?PER POI ACCEDERE AD UNA TRANQUILLA VITA ECONOMICA/POLITICA? POVERA ITALIA E POVERI NOI.....

angelomaria

Mar, 20/08/2013 - 11:16

ed e'questo i; problema Italiano una giustizia che come i sindacati e'fine ha se stessa!

LAMBRO

Mar, 20/08/2013 - 11:17

Li abbiamo LASCIATI FARE !!! ECCO I RISULTATI!! SFASCISTI e FASCISTI in SALSA ROSSA ..... MA SEMPRE FASCISTI SONO!!!

millycarlino

Mar, 20/08/2013 - 11:18

Mani pulite è stato un Golp bene organizzato dalle sistre e i danni che ha procurato li abbiamo pagati e li stiamo pagando ancora. Che ne dicono gli italiani di una bella indagine sui rapporti COOP e PD? Milly Carlino

paolo scotton

Mar, 20/08/2013 - 11:19

ma di quale immunità parlate. é tutta gente che ha rubato , evaso le tasse che si è arrichita alle spalle della povera gente. Che paghi il giusto , non fanno un giorno di prigione e sono dei banditi.

MEFEL68

Mar, 20/08/2013 - 11:24

Personalmente ritengo giusta l'abolizione dell'immunità parlamentare. Quanti reati sono stati commessi con la protezione degli amici di partito? La parte scritta del motto che dice: "la legge è uguale per tutti" non deve essere seguita da quella non scritta che continua:"ma non tutti sono uguali per la legge". La cosa da combattere è, invece, la partigianeria della legge ad opera di alcuni magistrati che di fatto si sono autoelevati a censori e manipolatori dello Stato. Uno Stato nello stato, ma di livello superiore. Mentre, almeno, il secondo può essere (come avviene) attaccato, deriso, accusato, il primo è immune da critiche; chi le fa, rischia l'incriminazione. I provvedimenti della magistratura sono diventati dei dogmi e non si commentano; l'infallibilità dei giudici rasenta quella del Papa. Riconduciamo a quello che deve essere il ruolo della Magistratura e, quasi sicuramente, non ci sarà bisogno dell'immunità parlamentare.

mzee3

Mar, 20/08/2013 - 11:25

Due considerazioni: 1) il nostro rapporto debito pubblico/PIL che nel lontano 1976 era del 54% con l'era Craxi/Goria arrivò all'88,6% e nel '93 (era di mani pulite)toccò 115,6% dimostrando che la classe dirigente dal '76 al '93 è stata via via degradata e mariuola. L'altra considerazione n° 2 che considero peggiore e più dannosa è che la Camera approva proposta conflitto attribuzioni sul caso Ruby passa con 314 sì e 302 no il caso Ruby. Quest'ultima votazione umilia tutta l'Italia agli occhi del contesto internazionale dimostrando che il grado di depravazione è istituzionalizzato che a confronto con Caporetto e la Marcia su Roma sono un giro di valzer.

gigi0361

Mar, 20/08/2013 - 11:27

Al solito scrivete con SUFFICENZA o, spero di no, IGNORANZA. Lo scudo dell' IMMUNTA' PARLAMENTARE ERA PER REATI COMMESSI DURANTE LA FUNZIONE DI PARLAMENTARE (esempio se nei dibattiti politici, si commetteva una diffamazione). Poi i nostri parlamentari lo avevano esteso a tutti i reati comuni (TANGENTI, APPROPRIAZIONI DI FONDI, FINANZIAMENTO ILLECITO reati per inciso di cui Craxi era uno specialista) che nulla avevano a che fare con l'attività parlamentare.

volp

Mar, 20/08/2013 - 11:32

Oh Dino, vorrei sapere ma se un onorevole o senatore ruba per fare soldi non lo si processa per l'immunita'? Ma fai solo ridere, e poi il tuo capo ha avuto maggioranze abissali per fare quello che voleva perché' non ha ripristinato l'immunita'? Forse i sondaggi sul tema erano poco addomesticabili? Dovete convincervi i lestofanti in questo Paese, per fortuna,, si arrestano e i processano e quando c'è' una sentenza di condanna definitiva non si candidano. Capito il concetto? Suvvia, non è' difficile...

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 20/08/2013 - 11:34

tutto concordato, dopo la caduta del muro l'Italia doveva con le sue risorse essere PREDA di un cambio di poteri esteri con l'apoggio di potenti lobby interne internazionaliste, niente di meglio che prendere la palla al balzo e decapitare con la scusa di Craxi il bastione dell'autodeterminazione di uno stato e cioè il primario sacro potere del parlamento rappresentanza del popolo e metterlo alla mercè di una "cricca" statale autoreferenziata facilmente CONTROLLABILE DALL'ESTERNO E BLINDATA ALL'INTERNO da ogni scelta democratica e popolare, un bell'uovo di colombo per controllare il paese qualora avesse fatto politiche non allineate alle grandi potenze post cortina...e le ultime azioni contro il paese e la sua politica industriale lo dimostrano.

Charles buk

Mar, 20/08/2013 - 11:35

Strano modo di pensare. L'immunità era quella garanzia di tutela delle proprie opinioni. Oggi, quattro delinquenti si stanno a magná l'impossibile e vogliono essere immuni. È vero, non siamo tutti uguali di fronte alla Legge. Chi ha un mandato popolare è doppiamente colpevole quando riconosciuto tale. Ha tradito il popolo. Penso sia vergognoso se viene concessa la grazia al tizio.

adp

Mar, 20/08/2013 - 11:36

cioè salviamo i politici, diamogli l'impunità nonostante hanno causato danni enormi alla nazione, ad intere generazioni? Ma di che parla questo articolo, l'autore di che si occupa quando ha il cervello acceso? Ma veramente credete che 54milioni di italiani sono cosi stupidi? Salvare uno a danno di milioni di cittadini? E' finita, la dittatura è finita.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 20/08/2013 - 11:39

Cerrrto! Che nostalgia! Come ci manca il Totem! Come erano belli i tempi del magna magna istituzionalizzato!

paolo cauzzo

Mar, 20/08/2013 - 11:40

Gent. Mortimermouse, da che mondo è mondo sfido qualcuno a dire che la magistratura in qualsiasi stato sia di destra se non fascista -

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 20/08/2013 - 11:40

comunisti smettetela di scrivere scemenze. non sapete nemmeno quello che ragionate, figuriamoci cosa ne sapete voi di queste cose... :-)

clod46

Mar, 20/08/2013 - 11:45

Quando fu tolta l'immunità parlamentare io fui tra quelli che applaudirono, perché effettivamente i nostri politici ne avevano combinate di tutti i colori. Però allora non fu considerata una cosa molto importante, ed è quella che purtroppo noi in Italia non abbiamo una magistratura veramente indipendente, ma la maggior parte dei suoi componenti sono frutto delle ideologie del sessantotto, infatti si costituiscono in associazioni più o meno politicizzate, ed è questo che non va bene, negli altri paesi non funziona così, questo lo vorrei ricordare a chi dice che le sentenze vanno rispettate, sarei d'accordo anch'io su questo, se le sentenze venissero emesse da giudici veramente imparziali, ma questo da noi non esiste, e lo sa pure il manettaro più giustizialista (Travaglio), da noi basta che sei antipatico per qualsiasi ragione ad un PM, che sei finito! Un PM si può permettere il lusso di far cadere un governo, queste cose esistono solo da noi. Meditate gente meditate!!

Ritratto di cristianomorelli

cristianomorelli

Mar, 20/08/2013 - 11:46

Grande #mortimermouse: sempre commenti originali ed arguti (e con un'ottima sintassi)!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 20/08/2013 - 11:47

Quando il sillogismo viene presentato come verità rivelata. E il bello è che qualche gonzo si entusiasma per queste tesi. "Vulgus vult decipi? Decipiatur!" Trad libera:"Alla gente piace essere presa per i fondelli (con tesi, a dir poco, paradossali)? La si prenda!".

pagano2010

Mar, 20/08/2013 - 11:48

@Mortimer..."comunisti smettetela di scrivere scemenze. non sapete nemmeno quello che ragionate, figuriamoci cosa ne sapete voi di queste cose... :-)" Premesso che non sono di quella sponda mi vuole gentilmente segnarle lei cosa sa di specifico del ladrocinio istituzionalizzato di quegli anni? ne era parte posso immaginare.... può girare la frittata quanto vuole ma lei come i comunisti venite tutti dalla stessa radice: il socialismo; di liberale (alla anglosassone per capirci) non avete niente pertanto evitate di tirarlo in ballo il liberismo visto che non capite una emerita mazza della cosa

gi.lit

Mar, 20/08/2013 - 11:58

I giustizialisti, certo. Ma cosa ha fatto, in tal senso, il centrodestra per quasi vent'anni?

gian paolo cardelli

Mar, 20/08/2013 - 12:04

La pulizia della classe politica deve essere sempre e solo compito dell'elettorato, cambiandone i componenti prima che inizino a corrompersi (concetto elementare di "ricambio parlamentare"): un popolo che delega questa funzione cardine a comunque definiti "professionisti", siano essi di partito ovvero magistrati, non puo' in alcun modo definirsi ne democratico ne maturo, e noi italiani abbiamo abbondantemente dimostrato di non esserlo.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Mar, 20/08/2013 - 12:06

Tolta perchè i politici rubarono ,rubano e ruberanno, non importa il partito che li sostiene. Guai tornasse quell'indecente scudo. Allora sì che tornerebbe anche il tribunale del popolo ma non quello che vorrebbe il berlusca, quello francese di anni fa.

handy13

Mar, 20/08/2013 - 12:10

...questo dimostra come sono STUPIDI i politici oggi,..e quanto INTELLIGENTI i magistrati,...eppure nella COSTITUZIONE c'era la IMMUNITA'...!!!!!!...un bel stupido a chi l'ha voluta togliere ci sta bene..!!!

Ritratto di spectrum

spectrum

Mar, 20/08/2013 - 12:15

Ancora a sparare cazzate sui politici che rubano ... siete ridicoli. I politici hanno sempre rubato dall'epoca di abramo e dei 4 re, e sempre ruberanno, in un modo o nell'altro, in ogni stato (leggete le stampe estere, altro che italia italia, ignoranti che non siete altro). Il popolo italiano del resto non e' piu onesto dei politici, perche il 99% degli imprenditori fanno i furbi, e anche i sinistri perbene magari affittano in nero, guadagnano 40 e dighiarano 18, e porcate varie. Nessuno capisce, il problema non e' il rubare, sono _LE LEGGI_ che i politici fanno, che possono farti chiudere un attivita', possono massacrarti il portafoglio, possono anche mandare gli ebrei in lager. LE LEGGI. Questo e' da guardare non se fiorito ruba 1.200KE (perche la sinistra quella no, non ruba mai) o meno. Non che approvi, ma votiamo pensando alle leggi che si sono fatte o si vogliono fare, quelle ci riguardano. E sono convinto che alla fine quei pochi che votano pensano al loro interesse.

Ritratto di Zione

Zione

Mar, 20/08/2013 - 12:19

Mani Pulite rappresenta una Pagina Nera della nostra Democrazia, la cui Storia va RISCRITTA nell'ottica del Diritto, allora Calpestato e usato per proprio tornaconto POLITICO.

pagano2010

Mar, 20/08/2013 - 12:20

gian paolo cardelli.. ha ragione solo se: il popolo è maturo, sufficientemente istruito (!!!!) e liberamente informato (x informazione indipendente noi siamo non ricordo bene ma molto in fondo alla classifica) ma, soprattutto, il rapporto tra i poteri è equilibrato (prima di mani pulite la magistratura era molto "influenzata/pilotata" dalla politica e questo è acclarato da molte inchieste!!!!). quando il popolo è per la maggior parte un branco di foche ammaestrate e condizionate tale prerogativa va data nel bene o nel male al terzo potere: la magistratura! noi non siamo ancora un popolo sufficientemente evoluto per fare questi ragionamenti: la ns repubblica ha concretamente 70 anni di vita ed è nata su una specie di guerra civile che sfortunatamente o stupidamente o astutamente si è deciso di non far finire. Tutte le grandi democrazie occidentali sono passate per una fase di catarsi simile: pure la ns ultima guerra civile vera quella del 50 A.C., da cui l'impero che tutti e dico tutti nel mendo sanno. Se nel 1945 si fosse andati avanti che so 1 anno almeno ci sarebbe stato un vincitore e non ci saremmo tirati dietro tutto questa inutile manfrina che in autunno pagheremo amaramente!

Pluto 2012

Mar, 20/08/2013 - 12:20

L'immunità parlamentare è stata abbattuta non già dai giustizialisti di mani Pulite, ma dall'uso improprio che ne hanno fatto i parlamentari trasformando l'immunità in impunità. Vogliamo davvero tornare a quei tempi? Chi, tra i commentatori, è disposto ad accettare l'immunità oltre che per i parlamentari PDL, anche per quelli del PD o per i grillini?

paolo scotton

Mar, 20/08/2013 - 12:21

ma di quale immunità parlate. é tutta gente che ha rubato , evaso le tasse che si è arrichita alle spalle della povera gente. Che paghi il giusto , non fanno un giorno di prigione e sono dei banditi. pubblicare pubblicare pubblicare grazie

squalotigre

Mar, 20/08/2013 - 12:24

Totonno58- L'immunità parlamentare esiste ed è rispettata in tutti le costituzioni dei paesi occidentali e democratici. E' in essere anche nel Parlamento europeo e di suddetta immunità hanno goduto gente come Di Pietro e D'Alema. L'art. 68 della Costituzione prima che venisse modificato non impediva che il parlamentare venisse giudicato. Lo giudicava la camera d'appartenenza per stabilire se ci fossero motivi per i quali il parlamentare stesso veniva imputato non in base a prove verificabili ma a pregiudizi da parte dell'ordine della magistratura. Parlo di ordine e non di potere perché tale è definito dalla nostra Costituzione; e c'è una ragione per questa definizione che potrebbe verificare negli studi preparatori. Infatti il potere appartiene al popolo che lo delega attraverso il voto popolare e non attraverso un concorso pubblico. Il potere è quindi delegato al Parlamento che elegge un governo e gli concede la fiducia. Il parlamento non concede alcuna fiducia agli organi giudicanti e requirenti. Quando il parlamento sottrae a se stesso il potere di giudicare un proprio componente viene meno alla sua funzione che è quella di garantire che il voto popolare sia garantito e rispettato. D'altronde i magistrati che non hanno alcun potere derivato dalla scelta popolare hanno una giustizia domestica e se ne guardano bene dal delegare ad altri questo compito. Essi hanno acquisito quel potere che spettava al sovrano quando questi era arbitro assoluto e cioè di giudicare i sudditi senza potere essere giudicato. E' per questo che si sono avute le rivoluzioni. Ci vuole una rivoluzione per fare capire a gente come lei che la magistratura è il solo potere assoluto in Italia, che può disfare governi, privare della libertà personale un cittadino solo grazie al suo libero convincimento e non pagare mai? Rifletta anziché dirsi fortunato e forse con le due o tre sinapsi che le rimangono riuscirà a capire.

tudai53

Mar, 20/08/2013 - 12:28

immunita un cavolo, tutti devono sapere cosa fanno i politici, se non altro per il fatto che li paghiamo noi.

pieropomiga

Mar, 20/08/2013 - 12:30

sono stati i parlamentari stessi che si preoccupavano di essere considerati tutti delinquenti, visto il numero infinito di parlamentari criminali che era emerso dalle inchieste. A quel punto hanno pensato di dover fare un gesto per mostrare che loro non temevano i giudici. In effetti, i parlamentari onesti - alcuni ce ne sono - non sentono l'esigenza dell'immunità. Già adesso, godono di privilegi ingiusti negati alle persone comuni, ad esempio l'insindacabilità di quel che affermano come parlamentari, possono insultare e diffamare, mentre i non eletti no

tudai53

Mar, 20/08/2013 - 12:30

l'immunita e la dignita di cosa? di delinquere? giusto, in galera tutti quelli che hanno rubato siano di destra che di sinistra

vaigfrido

Mar, 20/08/2013 - 12:30

Ma un pò se la sono cercata ........... la storia è una sinosoide : da un estremo si va all'opposto . Mani pulite avrebbe dovuto varcare il portone di botteghe oscure per avere credibilità . Il resto ne è la conseguenza e le critiche a MD più che giustificate . Il teorema ha la sua dimostrazione e pertanto diventa un fatto dimostrato

82masso

Mar, 20/08/2013 - 12:33

Quanta ignoranza esiste e persiste sulla parentesi italiana definita "Mani Pulite" vero bruna.amorosi? Lei sà quanti ex PCI (in quel momento PDS) del collegio milanese definito dei "Miglioristi" è stata indagato e/o arrestato? se solo si avesse l'accortezza di guardare al di là del proprio naso e se la si smettesse di emulare i pappagalli.

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 20/08/2013 - 12:38

Comunque, la democrazia qui in Italia è finita nel momento in cui è stato abrogato l'art. 68 della Costituzione. Non so dopo tale evento in che tipo di stato abbiamo vissuto o stiamo vivendo oggigiorno. Non in uno stato democratico, questo è evidente anche alle pietre della strada!

Ritratto di viktor-SS

viktor-SS

Mar, 20/08/2013 - 13:03

Dovete ringraziare che non ci sia, vivente, un uomo forte che con la sua forza sarebbe capace di spazzare via tutti: parassiti e lacchè.

piero1952

Mar, 20/08/2013 - 13:12

millycarlino Mar, 20/08/2013 - 11:18 Mani pulite è stato un Golp bene organizzato dalle sistre: Vorrei ricordare, a color che magari lo hanno dimenticato, che il "buon" Bettino era di sinistra...

gian paolo cardelli

Mar, 20/08/2013 - 13:19

Pagano2012: e chi lo decide se il popolo è maturo, se non il popolo stesso? i vertici politici sono l'espressione della base, altro che "vogliamo politici puliti" quando poi ognuno di noi pensa solo e soltanto all'orticello suo, e la stragrande maggioranza degli interventi a difesa della "santa missione dei magistrati" lo riflettono pienamente. Se vogliamo uscirne dobbiamo smetterla con: 1) la ricerca del "salvatore sella Patria" cui addossare tutto, meriti e colpe; 2) l'illusione del "politico competente e preparato" perche' in politica preparazione e competenza esistono solo nella capacita' dei partiti (che NON SONO la politica) di dire alla gente quello che la gente VUOLE SENTIRSI DIRE; 3) tenere in Parlamento le persone per piu' di una legislatura (due sono gia' troppe), conseguenza dei due punti di cui sopra. Fino a quel momento non c'e' nessun dovere di delegare la gestione dello Stato alla Magistratura o a chicchessia: c'e' solo da crescere in fretta, e senza attendere che qualcuno "ce lo insegni", perche' cotui puntera' sempre e solo ad "ammaestrarci", non a facri crescere, ed i lmotivo e' a dir poco accecante nella sua ovvieta'.

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 20/08/2013 - 13:27

piero1952, si Craxi era di sx ma di quella sx che dava un fastidio enorme all'ex PCI e che era vista da questo, come fumo negli occhi!

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 20/08/2013 - 13:34

Immunità un anacronismo. Andrebbe abolita per tutti

Ritratto di alexaria10

alexaria10

Mar, 20/08/2013 - 14:00

Craxi era un ladro. Cosi come tantissimi altri di tutti gli schieramenti dx, sx e centro. Per fortuna che non esiste l immunita' altrimenti anche casi conclamati di abusi e ruberie sarebbero bloccati. Ma mi spiegate cosa cavolo serve questa impunita'?

piero1952

Mar, 20/08/2013 - 14:09

dbell56 Mar, 20/08/2013 - 13:27 piero1952, si Craxi era di sx ma di quella sx che dava un fastidio enorme all'ex PCI e che era vista da questo, come fumo negli occhi!: E quindi con il tuo iluminante discorso, dividi le sinistre come ti fa comodo, quelle che sono pro SB e quelle che no, tanto da definire di sx Monti o Casini o Grillo, tutti quelli che non sono di parte, allora sono di sx... grande ragionamento che denota senza dubbio la cognizione politica che ti contraddistingue...

Pinozzo

Mar, 20/08/2013 - 14:14

Caro Dino o menti sapendo di mentire o non sai leggere. L'articolo 68 dice in sostanza che l'immunita' parlamentare vale nell'esercizio delle funzioni di parlamentare (libera espressione, voto). Per il resto serve l'autorizzazione della camera implicata, "salvo che in esecuzione di una sentenza irrevocabile di condanna". Cioe' se uno e' condannato in maniera definitiva per furto, omicidio, stupro, evasione fiscale o altro NON vale nessuna immunita'. E grazie a dio senno' avremmo una casta che fa quel che gli pare come i signorotti del medioevo. Ma forse bruna amorosi ha nostalgia di quei tempi..

paolo cauzzo

Mar, 20/08/2013 - 14:16

Gentile Mortimermouse , continuiamo la storia dei comunisti , mi vuol dire qualè o quale stato con l'ideologia comunista e chi ha perseguito queste idee. Sono certissimo che non lo sà perchè non esiste e nessuno stato è stato in grado di praticare il comunismo , e sa perchè : non è praticabile . Coloro che prendono a pretesto il nome COMUNISMO ,perchè legato a l'unione sovietica e loro satelliti ,nazioni dittatoriali che nulla hanno a che fare con l'ideologia comunista , lo fanno a segno di degradazione , per offendere una persona o uno schieramento , semplicemente non sanno cosa dicono ed è bene che si documentano .

giottin

Mar, 20/08/2013 - 14:21

L'abolizione dell'immunità parlamentare si potrebbe anche approvare, però quando fu tolta bisognava anche metterci un contrappeso, per esempio introdurre la responsabilità dei magistrati. Ma questo non è stato fatto e adesso se ne pagano le conseguenze. Gli unici impuniti che possono fare il bello ed il cattivo tempo contro chi più gli aggrada sono i, questa volta li chiamo con il loro vero nome, impiegati statali troppo pagati e mai paganti, i quali ne hanno subito approfittato con Berlusconi, l'unico in grado di dare loro fastidio e rovinare la gioiosa macchina da guerra che li avrebbe resi cittadini NON al di sopra della legge!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 20/08/2013 - 14:38

voi condondete immunita' con impunita'.L'attuale sistema di immunita' e' simile a quello previsto nelle altre democrazie,la precedente vesione,figlia delle conseguenze del fascismo era totale,proprio questa sua peculiarita' ha permesso ad una classe politica di commettere molti reati,in prevalenza corruzzione ,concussione,tangenti e altre ruberie.Risultato?la gente pretese che i nostri politici non avessero piu',unici in occidente,questo scudo totale,quindi fu rimodulata sulla base degli altri esempi deocraici e ad oggi abbiamo un immunita'parlamentare in media con gli ordinamenti europei.Che si fossero riempiti le tasche in maniera indegna e' storia che nessuna propaganda potra' cancellare.

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 20/08/2013 - 14:39

piero1952, in quanto a seghe mentali non ti batte nessuno. La tua è come la finanza creativa di Tremonti. Si la politica creativa! Complimenti per l'invenzione! Fossi in te la brevetterei. Cmq non ti accorgi che sei malato. Si, malato di berlusconite acuta! Sai quella malattia che ti fa mettere sempre in mezzo ai discorsi il buon Silvio, di cui io non ho assolutamente parlato nel mio brevissimo intervento. Insomma sei il classico sinistrato sinistronzo "illuminato" (nuova categoria!) che senza il Berlusca perde il motivo per cui vive! Quindi prega sempre affinchè la salute sia sempre favorevole a Silvietto. Mi raccomando! Sennò farai una brutta fine!

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 20/08/2013 - 14:48

tengo a sottolineare ai moralisti da strapazzo manettari e leccatoghe, che i LADRI politici sono stati votati, i magistrati(e tra loro ce ne stanno a bizzaeffe) no..io preferisco i politici ladri ma eletti che delinquenti non eletti e che ti sbattono in galera

gian paolo cardelli

Mar, 20/08/2013 - 14:57

82masso: invece di citare queste cose risponda ad una banalissima domanda: perche' il PCI e' stato l'unico partito della Prima Repubblica ad essere sopravvissuto a Tangentopoli? sentiamo un po'...

Pinozzo

Mar, 20/08/2013 - 15:05

Rapax: invece non devi preferire nessuno dei due (ps che di magistrati ladri ce ne siano "a bizzeffe" mi sembra un'affermazione qualunquista e priva di alcun fondamento).

Lino1234

Mar, 20/08/2013 - 15:08

#paolonardi. Parole sacrosante le sue. Peccato che sono rivolte a gente che il cervello lo ha portato all'ammasso.... Che senso ha togliere il diritto dell'immunità a parlamentari eletti dal popolo al quale devono rispondere, per consegnarlo nelle grinfie di un "Ordine", la Magistratura, aggiungendovi anche l'irresponsabilità : non punibili quando sbagliano, assunti mediante concorso pubblico (con gli aiutini?) come qualsiasi altro funzionario e impiegato. Ordine immediatamente politicizzato a sinistra e dalla stessa sponsorizzato al punto di farlo diventare un "Potere" di fatto, con tanto di autogoverno e sindacato. In altri termini un vero e proprio golpe con il potere di licenziare i parlamentari eletti dal popolo. Eliminando, di fatto la democrazia. Non s'è mai vista, nel mondo, una democrazia dove funzionari di stato hanno il potere di eliminare gli eletti dal popolo (sovrano? No: pecorone). Bella boiata! I trinariciuti, che stravedono per questi operatori della legge, che di fatto odiano la democrazia, ne saranno ben felici. Saluti. Lino. W Silvio.

bruna.amorosi

Mar, 20/08/2013 - 15:09

TUDEI53 giusto ma ti sei mai chiesto il perchè le indagini che dovrebbero rivolgersi a sinistra o nascondono i faldoni oppure fanno scadere i tempi o se ..proprio non se ne può fare a meno si fanno giudicare da magistrati amici di famiglia come foto documentano .invece per quelli di destra si mette il turbo ,anzi NON SI ACCETTANO NEANCHE TESTIMONI . lo so se lei è di sinistra dirà giusto beh! io invece la penso all'opposto .sarò scema per la vecchiaia ma DALLA MAGISTRATURA MI ASPETTEREI ONORE LEGGE E SERIETA'.

bruna.amorosi

Mar, 20/08/2013 - 15:16

la AGRIPPETTA ha sentenziato anche oggi .beh! mica poteva perdere l'obolo che i sinistri le passano così solo per dar fastidio .in fondo è lavoro anche questo .

Totonno58

Mar, 20/08/2013 - 18:11

SQUALOTIGRE...faccio finta di non aver letto e vogliamoci bene lo stesso