La Fornero fa la choosy coi giornalisti: non li vuole in conferenza

Polemiche a Torino al convegno dell’Unione Industriale. Il minstro non vuole i giornalisti che, però, si rifiutano di andarsene. E lei sbotta: "Saranno gli errori a fare titolo sui giornali"

Elsa Fornero, il ministro che insegna ai giornalisti a non mettere l'articolo "la" davanti al suo nome di battesimo, che si lascia prendere dalla commozione e dalle lacrime al momento di presentare la riforma del sistema previdenziale ma che non si fa problemi aredarguire quei giovani choosy che si lasciano scappare il lavoro in piena crisi economica, che al momento di discutere la riforma del mercato del lavoro disse chiaramente che "il lavoro non è un diritto" e che l'articolo 18 non è un totem da difendere. Elsa Fornero, appunto. Il ministro che oggi ha fatto il diavolo a quattro coi cronisti perché non li avrebbe voluti in sala durante un dibattito coi giovani all’Unione Industriale di Torino.

Ci ha abituati a tutto "la" Fornero in questo anno di tecnici al governo. Le lacrime, le sfuriate, le prese di posizione: con le sue uscite ha innescato, più volte, furenti repliche e dibattiti accesi. Tempo fa il ministro del Welfare aveva tenuto a precisare: "Mi dicono maestrina, o anche professorina, sono professore all'Università di Torino". Oggi l'ennesimo faccia a faccia con i giornalisti, con cui "la" Fornero ha un rapporto a dir poco difficile. Già al mattino la titolare del Welfare ha chiesto che si svolgesse a porte chiuse l'incontro con avvocati e giurislavoristi organizzato dalla Fondazione Croce sulle prime applicazioni della riforma del lavoro. Nel pomeriggio, all’Unione Industriale, i cronisti non hanno voluto lasciare la sala spiegando che non sarebbe stato corretto dal momento che il dibattito sarebbe stato moderato da un giornalista della Stampa.

Di fronte alla volontà dei giornalisti di rimanere in sala, "la" Fornero ha replicato che avrebbe fatto attenzione a parlare "più lentamente" per evitare di fare errori. "Saranno gli errori a fare i titoli, l’ho imparato sulla mia pelle - ha continuato il ministro del Welfare - dici cose pacate, poi ti scappa una parola, non una frase, e quella fa i titoli e determina dibattiti che durano settimane. È lo stato del mondo". Per quanto piccata, la reazione della Fornero non deve certo meravigliare. Non è nuova alle polemiche: da sempre non si fa problemi a dire quello che pensa. Tutto ha inizio lo scorso dicembre quando, durante l'affollata conferenza stampa di presentazione della riforma delle pensioni, il ministro non è riuscita a terminare la parola "sacrificio" perché un nodo alla gola e le lacrime le hanno strozzato la voce. Uno scampolo di umanità che la stampa ha subito scordato. Tanto che, nel dibattito sulla riforma del mercato del lavoro, ha sbottato con chi le chiedeva di quantificare le risorse a disposizione per gli ammortizzatori sociali: "Perché dovremmo mettere sul tavolo una paccata di miliardi?".

Ma le polemiche più accese arrivano dallo scontro con i giovani. Così, è successo che la Fornero si lamentasse perché le nuove generazioni sanno troppo poco: "Non conoscono le lingue, l'italiano compreso e neanche i rudimenti della matematica. Non sanno fare di conto".
 Non solo. Li invita, più vole, a non trincerarsi dietro al posto fisso ("Vuol dire fare promesse facili, dare illusioni") e consiglia loro di non essere choosy (schizzinosi) nella scelta del lavoro. In linea col viceministro del Lavoro Michel Martone quando disse che "laurearsi dopo i 28 anni è da sfigati".
 Con la stessa tenacia la Fornero ha combattuto i sindacati cercando di smantellare i privilegi dell'articolo 18 ("Non ci sono totem").

Commenti

unosolo

Lun, 05/11/2012 - 20:39

proprio cosi.appena si insediano diventano padroni , la stampa deve informare ma il ministro non vuole , ecco spiegato il motivo delle riduzioni dei soldi per l'editoria , non vogliono che i giornalisti capiscano i loro intrallazzi con e per i ricchi quali sono , peccato poteva risparmiarsi questa voglia di potere .

Roberto Casnati

Lun, 05/11/2012 - 21:12

La Fornero, sempre lei sempre più......Fornero. Ma chi diamine ha dato una laurea a questa mentecatta? Forse gli stessi che la hanno data a Di Pietro? La poveretta vorrebbe chiudere la bocca alla stampa nel più puro stile fascit-comunista vindice Napolitano. La poveretta, una dilettante allo sbaraglio, non ha ancora capito che fuor della cattedra, avuta non per merito, privata del potere del "voto sul libretto", ella non è e non rappresenta nessuno e che in politica,come in altri ambiti, due parole sono troppe ed una è poco. Fornero basta! A casa e subito!

thepaul

Lun, 05/11/2012 - 21:18

Questa donna è ormai piena di sé...del resto, lei non risponde a nessuno, visto che nessuno l'ha eletta e nessuno l'ha voluta. Tempo fa annunciò di "assumersi la responsabilità" delle sue azioni. MA QUANDO MAI!!?!?!?!?!? Tanto, finito di fare danni, tornerà al suo precedente "lavoro" di insegnante universitario e nessuno le presenterà mai il conto delle nefandezze fatte da questo governo. Se il popolo italiano potesse esprimersi ora, la manderebbe a casa, ma siccome ci troviamo in una fase di dittatura, fino ad aprile non possiamo parlare. Spero che, finalmente, gli italiani diranno un NO enorme a PD-PDL-UDC che stanno appoggiando questo governo di presuntuosi...

Maria Rosa

Lun, 05/11/2012 - 21:26

Life is a cabaret old chum Come to the cabaret Life is a cabaret old chum Come to the cabaret

brac

Lun, 05/11/2012 - 21:28

Grazie per i ripetuti "la". Non obbedire ai diktat (che in altri tempi si chiamavano veline) della non eletta ministra è un punto d'onore per un giornalista, a mio modesto parere. Sul resto credo che ogni commento sia vano: "la" fornero e la sua irritante spocchia si commentano benissimo da sole.

francesco57

Lun, 05/11/2012 - 22:40

Per il bene dell'Italia, non so se è peggio che questi professori continuino a governare o ritornino ad insegnare.

enricomv

Mar, 06/11/2012 - 00:17

La Fornero avrà i suoi limiti, ma sui giovani e sui giornalisti ha straragione

Ritratto di claudio52

claudio52

Mar, 06/11/2012 - 00:56

"Mi dicono maestrina, o anche professorina, sono professore all'Università di Torino" MA DAI! MA DICE SUL SERIO ? MA CON TUTTE LE STUPIDAGINI CHE DICE,..... IO NON LE HO MAI SENTITE NEMMENO DAGLI OPERATORI SCOLASTICI. EH SI CARA LA NOSTRA CHOOSY FRIGNERO LA REGOLA 1° PRIMA DI PARLARE COLLEGARE LA LINGUA AL CERVELLO, REGOLA 2° PRIMA DI COLLEGARE LA LINGUA AL CERVELLO CONTROLLARE CHE QUESTO SIA IN SEDE, REGOLA 3° SE IL CERVELLO NON E' IN SEDE STARE ZITTI PERCHE ALTRIMENTI LA LINGUA SI ATTIVA SPARANDO UNA SERIE DI C......E ADESSO PER PUNIZIONE SCRIVA SUL QUADERNO 4800 VOLTE "NON DEVO DIRE C.....E" P.S. MA E' SICURA CHE E' PROFESSORE ?

boffodocet

Mar, 06/11/2012 - 03:34

ma perchè invece di fracassarci con la polemica non scrivete che cosa hanno detto al dibattito? vale per Il Giornale e per tutte le testate. Di destra e di sinistra

boffodocet

Mar, 06/11/2012 - 03:38

in fondo in fondo haveva ragione il berlusca non siete capaci di fare i giornalisti ma solo i polemicanti

Ritratto di giorgiopippi

giorgiopippi

Mar, 06/11/2012 - 07:56

meglio se la Signora, giornalisti o no, smette di parlare e sta zitta, anche i muti smetteranno di vomitare mentre i sordi già lo fanno ...

pepperconarse

Mar, 06/11/2012 - 08:10

Altrimenti parla come ai suoi camerieri.

dario68

Mar, 06/11/2012 - 08:13

Caro Ministro, nelle democrazie esiste questa cosa per lei un pochino strana che è la libertà di stampa e il diritto di cronaca,il diritto di critica e la libertà di pensiero ed espressione..Quindi si rilassi, niente di personale.

arkangel72

Mar, 06/11/2012 - 08:31

Ma a questa cosa inutile perché sta sempre in tutte le salse? Potrebbero fare a meno di invitarla e farla stare a casa a fare la calzetta...sempre che ci riesca!

roberto.morici

Mar, 06/11/2012 - 08:42

Fornero lamenta che i giornalisti "fanno titoli con i suoi errori". Perchè non prova ad impegnarsi a non farne?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 06/11/2012 - 08:48

Non riuscite ad evitare "inglesismi" del genere?....Un bel"schizzinosa" non andava bene?

stupino

Mar, 06/11/2012 - 09:15

NON CONDIVIDO NULLA DELLA POLITICA DELLA FORNERO,MA SU QUESTO ARGOMENTO NON POSSOO CHE ESSERE D'ACCORDO CON LEI I GIORNALISTI NON DEVONO SCRIVERE SCEMENZE E BUGIE E POI CON LA SCUSA DELLA LIBERTA' DI STAMPA LAMENTARSI CHE SALLUSTI DEVE ANDARE IN GALERA cHI CREDETE DI RAPPRESENTARE??

mifra77

Mar, 06/11/2012 - 09:24

Ancora fornero? quella inutile anzi dannosa componente di un governo di luminari chiamati al capezzale dell'italia agonizzante?Stanno squartando un moribondo senza essere capaci di ricucirlo.Ecco perché non vogliono testimoni.Una bambinetta che fa i capricci fingendo di piangere.

Ritratto di centocinque

centocinque

Mar, 06/11/2012 - 09:47

Con terzi e di paola fa il trio degli inutili.

piertrim

Mar, 06/11/2012 - 09:59

Mi chiedo se anche i figli della Fornero siano stati choosy nell' "accettare" gli incarichi che hanno ottenuto "per guardarsi attorno" in attesa di migliori prospettive e quali altri lavori abbiano invece accettato (call-center, facchinaggio, lavapiatti, spazza cessi) prima di ottenere quello che hanno avuto.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mar, 06/11/2012 - 10:02

"Uno scampolo di umanità che la stampa ha subito scordato": no, Indini, quelle lacrime di coccodrillo furono uno scampolo di ipocrisia, che nessuno ha scordato.

Rossana Rossi

Mar, 06/11/2012 - 10:11

Ma questa fa la professoressa o il ministro? Ma dove l'hanno trovata................

lafcadio

Mar, 06/11/2012 - 10:59

e ci credo..ogni uscita con la stampa...palesa sempre di piu la sua incompetenza.

Cassandraprof

Mar, 06/11/2012 - 11:15

AHAHAHAH.... LA FORNI HA PAURA DI DIRE QUALCOSA DI SBAGLIATO.... AHAHAHAH... MA PER DIRE QUALCOSA BISOGNA ..PRIMA .... PENSARLA... AHAHAH... ALLORA COSA PENSA LA FORNI..... PER ESEMPIO A BALLARO' HA DETTO CHE : "L' IMU E' QUANTO DI PIU' VICINO A UNA PATRIMONIALE SI POTESSE FARE"... AHAHAHAH... CHISSA' COSA NE PENSANO TUTTI QUELLI CHE STANNO PAGANDO UN BEL MUTUO DI 15-20 ANNI OPPURE I MALATI DI ALZHAIREM O DI SLA O DI PARKINSON O DI LINFOMA O DI ... PENOSA A DIR POCO E QUESTA QUI SI BECCHERA' LA PENSIONE COL SISTEMA RETRIBUTIVO DA 5000 EURINI AL MESE...

ARNJ

Mar, 06/11/2012 - 11:17

Se questa " maestrina " parlasse come mangia nessuno si prenderebbe gioco di lei.......tantomeno i ,giornalisti........!!!!... bisogna anche comprenderla però,.......lei è abituata a scuola....... dove può dire tutte le cazzate del mondo.........e gli scolari obbligati a " digerire " .........!!!!..poveretta.....quasi quasi mi fà pena.......!!!!!..

Sacchi

Mar, 06/11/2012 - 11:27

E' evidente che un ministro tecnico di solito quando parla non pensa a quello che dice. Ci sono super trattati di super professori tecnici che trattano dell'argomento: "Come governare senza pensare" scritto dalla Fornero, Monti, Grilli, Passera, con la prefazione di Napolitano. Napolitano gli ha scelti proprio perchè questo governo è formato da gente che non pensa. Lo abbiamo sperimentato con tutti i provvedimenti che questo governo tecnico ha emanato. L'informazione libera è la prima garanzia per una democrazia, ma visto che questo governo è emanazione diretta di Napolitano, Comunista convinto che appoggiava i sovietici in Ungheria quando mandavano i carrarmati per fare tacere i dissidenti. Ragazzi criticare la Fornero nominata da Napolitano è un oltraggio: Stampa brutta e cattiva, cosi non si fa!!!! Attenzione che vi mandiamo tutti in galera se continuate cosi!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 06/11/2012 - 11:34

Non capisco perchè la stampa continui a dare tanto risalto alle periodiche amenità di questo personaggio da cartoons. I più preoccupati per questo fenomeno da baraccone dovrebbero comunque essere le autorità accademiche dell'ateneo torinese.

Sacchi

Mar, 06/11/2012 - 11:41

Se c'è la stampa parlerò molto più lento perchè dovrò pensare ad ogni parola che dico? Ma questa è una cioccolataia, (con tutto il rispetto per i cioccolatai che spero che non si offendono) o una professoressa universitaria? Ma a che livello è la nostra Università se ha come docenti persone pressapochiste che non pensano a ciò che dicono? Ma si ascolta mentre parla questa poverina? Una che non pensa a ciò che dice è adatta a lavori meramente esecutivi, che non hanno conseguenze gravi se si commettono errori, non a ruoli dirigenziali a livello nazionale. Pregherei monti di adoperarsi per darle il malservito e dargli un incarico come portinaia, bidella o passa carte (se non metterla direttamente a riposo senza stipendio).

pepperconarse

Mar, 06/11/2012 - 12:06

Quando si sente parlare questo ministro ( ministero , minimo )ti assale un senso di.........e' brutto pensare la reazione di chi ha la pancia vuota.

Ritratto di Stefano251

Stefano251

Mar, 06/11/2012 - 12:41

Beh, mi è caduto proprio l'occhio su questo: "Il lavoro non è un diritto." Certo, ce ne accorgiamo solo ora? Se lavoro e annessi e connessi lo fossero, ognuno di noi potrebbe presentarsi da chiunque e farsi assumere e stipendiare alle NOSTRE condizioni, perché saremmo noi ad avere un diritti ed altri un DOVERE. Certo che se uno bussasse alla nostra porta e farci una richiesta simile, sarebbe un nostro DOVERE accettare, visto che il lavoro è un diritto anche per lui. Intanto i giovani disoccupati, ingannano il loro prezioso tempo a fare i/le badanti, volontariato, lavorare ai campi... Non nascondiamoci sempre dietro alla forma, per nascondere... la realtà... del contenuto...

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mar, 06/11/2012 - 12:42

Chissá se la prossima volta castiga i giornalisti mettendoli dietro la lavagna... Puffona (con la "P" maiuscola, ovvio...)!

eovero

Mar, 06/11/2012 - 12:44

la Fornero e una brava persona,solo che è difficile esserlo in Italia...la gente vuole chi promette fumo.... non certo lei che dice pane al pane...la situazione e drammatica ma non si vuole sentire ragione,il suo torto?? di dire la verità..

Massimo Bocci

Mar, 06/11/2012 - 12:53

Ma il titolo più bello sarà quando ci liberemo PER SEMPRE di lei, e di questo governo (comunista catto) FILO EURO, CRUCCO, che ci ha fatto REGREDIRE di 60 anni, riportandoci alla fame e la miseria del 47, veri criminali ANTI ITALIANI!!!!

Prameri

Mar, 06/11/2012 - 13:37

Il governo finto tecnico speriamo finisca presto perché sembra peggio degli altri. Promette vantaggi futuri come facevano gli altri ma apporta guai peggio degli altri. Non c'è lavoro. Circa due milioni di ragazzi non hanno voglia di lavorare, non hanno voglia di studiare, non hanno voglia di annoiarsi, hanno perso anche la voglia. Governo ladro!

ntn59

Mar, 06/11/2012 - 14:11

La vedo molto bene con Bersani. Avrà la necessaria faccia tosta, ne ha dato riprova. Gli Italiani se la meritano tutta. Non pensavo che fosse diventato un popolo così coniglio. Purtroppo ci sono anch'io.

fedele50

Mar, 06/11/2012 - 15:16

STUPINO.....O STUPIDINO , IO SONO X LA SECONDA, IPOCRITAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA