Forza Italia chiede chiarezza, il silenzio del Quirinale

Sospetti confermati dalle ultime rivelazioni. Santanchè: "L'Ue manovrò nell'ombra"

Roma - Forza Italia fa quadrato intorno al leader Silvio Berlusconi e chiede al governo chiarimenti sulle rivelazioni di Geithner. L'opinione comune è che gli stralci di Stress Test, pubblicati ieri da la Stampa, confermino il sospetto che nell'estate 2011 si sia consumato un attentato alla democrazia. Nel frattempo Elio Vito fa sapere che presenterà una proposta di legge per l'istituzione di una commissione di inchiesta sulle parole del segretario del Tesoro americano. Quello che pesa è il silenzio del Quirinale. Napolitano non parla, non commenta e non smentisce. È chiaro però che i sospetti di un golpe bianco non passeranno con il trascorrere del tempo.
Renato Brunetta, capogruppo di Fi alla Camera, si dichiara «meravigliato che nessuna Procura della Repubblica abbia aperto un fascicolo dinanzi all'evidenza di un attentato contro la Costituzione dello Stato». Secondo Brunetta contro l'Italia nell'estate-autunno del 2011 si consumò un delitto. «La democrazia fu violata abbattendo un governo eletto dal popolo». Anche Gianfranco Rotondi parla di complotti e rivela: «Ricordo che mi recai dal presidente Berlusconi per informarlo della circostanza che due nostri ministri erano letteralmente volati a Berlino per ottenere la benedizione tedesca e, per caso, i loro discorsi erano stati ascoltati da un mio collaboratore. La verità è che Berlusconi è stato trattato come una mina da disinnescare innanzitutto dall'interno e, dunque, anzitutto nel nostro governo. Eravamo in pochi disposti a morire berlusconiani». «La verità viene sempre a galla. Fu un complotto a cacciare l'ultimo governo votato dagli italiani», scrive su Twitter Giovanni Toti. Sempre sul social network, il segretario de la Destra Francesco Storace fa notare che «sul caso Geithner-Berlusconi tacciono in troppi. Colle, minialleati, Merkel». Per Daniela Santanché «questa è la conferma che fu l'Europa a manovrare nell'ombra per togliere Berlusconi dalla scena. E abbiamo visto i risultati».

Commenti
Ritratto di marizio

marizio

Mer, 14/05/2014 - 09:16

Dopo quello scritto e detto dall'ex Ministro del tesoro USA, il nostro presidente della repubblica deve dimettersi avendo violato la Costituzione nella quale lui si è impegnato ha rispettarla, essendo stato l'artefice del complotto per la caduta del Governo Berlusconi!!!!

LAMBRO

Mer, 14/05/2014 - 09:41

QUESTA VOLTA HANNO TOPPATO..... IL COLLE FACEVA PRIMA A DARE LA GRAZIA: AVREBBERO EVITATO DI ESSERE SPUTTANATI A LIVELLO INTERNAZIONALE. CHE AVEVANO FATTO LE PORCATE LO SAPEVANO .... SPERAVANO NEL SILENZIO ALTRUI.... INVECE ECCO LE PATATE BOLLENTI: IL DIAVOLO FA LE PENTOLE NON I COPERCHI!! MI STUPISCO CHE FI NON CHIEDA LO IMPEACEMENT DEL COLLE: SILVIO E IL POPOLO ITALIANO SONO TROPPO BUONI!PENSATE A QUANTI MLD CI SONO COSTATI QUESTE CANAGLIATE.

andrea da grosseto

Mer, 14/05/2014 - 10:41

Chiarezza? Se non è questo il momento di chiedere l'impeachment, di fronte ad un tradimento così chiaro...

LUCIO DECIO

Mer, 14/05/2014 - 10:51

quello che piu fa rumore e' il silenzio assordante del napoletano aumma aumma

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Mer, 14/05/2014 - 10:53

anche un idiota avrebbe capito che si trattava di un colpo di stato di frau Kulonen e di monsieur Bruni. risultato: ci siamo ritrovati nei guai in cui ci hanno cacciato un ragioniere di Varese nominato da un comunista mai pentito e da un banchiere di cui piace solo il cognome, che risveglia dolci ricordi.

onurb

Mer, 14/05/2014 - 11:07

Ieri, appena letta la notizia, ho inviato un post dove chiedevo in quale considerazione venisse tenuto dalla magistratura l'art. 112 della costituzione che recita: "Il pubblico ministero ha l'obbligo di esercitare l'azione penale." Non è stato pubblicato. Non offendevo nessuno e facevo una semplice riflessione sul fatto che di fronte a una notitia criminis la legge è chiara. Il PM, quale organo deputato all'indagine, deve aprire un fascicolo quando viene formalmente a conoscenza della verificazione di un fatto che possa essere oggetto del possibile esercizio dell'azione penale da parte sua iscrivendo immediatamente, nell'’apposito registro custodito presso l'ufficio, ogni notizia di reato che gli perviene o che ha acquisito di propria iniziativa, nonché, contestualmente o dal momento in cui risulta, il nome della persona alla quale il reato stesso è attribuito. Evidentemente i casi sono due: o tutti i PM italiani hanno smesso di leggere i giornali e di guardare i TG, oppure anche sull'obbligatorietà dell'azione penale è possibile dare interpretazioni ad hoc. Quanto al silenzio di Re Giorgio, solitamente molto loquace, che volete che dica questo poveruomo? Lui segue il dettato evangelico: non sappia la destra ciò che fa la sinistra. Il suo lato politico sinistro agiva chiaramente contro il governo Berlusconi, ma il suo lato politico destro, che è notoriamente inesistente, non era al corrente e pertanto nulla può dire.

framont

Mer, 14/05/2014 - 11:23

DIMISSIONI SUBITO DEL KOMUNISTA GOLPISTA NAPOLITANO NON E' IL MIO PRESIDENTE, NON MI HA TUTELATO

Ritratto di mina2612

mina2612

Mer, 14/05/2014 - 11:59

@onurb - h.11,07. Io ne ho appena inviato uno anche peggio.. aspetto...

LAMBRO

Mer, 14/05/2014 - 12:19

MA QUALE CHIAREZZA.... IMPEACMENT SUBITO PER ALTO TRADIMENTO DEGLI ITALIANI IN COMBUTTA CON POTENZE STRANIERE NEL CORSO DI UNA GUERRA ECONOMICA! IN TEMPO DI GUERRA LI DEFERIVANO ALLA CORTE MARZIALE.

manente

Mer, 14/05/2014 - 12:43

Forza Italia ha fatto molto male a non votare l'Impeachment per Napolitano proposto dal M5S. Visto che ora è chiaro oltre ogni dubbio il ruolo avuto da Napolitano nel complotto, non solo contro un governo eletto dal popolo, ma contro le Istituzioni Democratiche del Paese, l'Impeachment lo dovrebbe chiedere Forza Italia, sempre a patto di non pensare a mettere Draghi al Quirinale, un orrido personaggio disprezzato perfino da Cossiga che lo definì pubblicamente "un vile affarista".

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Mer, 14/05/2014 - 13:36

...Non ha sentito ne visto niente, non c'era e se c'era, dormiva.

oggettivo

Mer, 14/05/2014 - 13:48

Mer, 14/05/2014 - 10:04 oggi tutti sapevano.... ma vorrei rammentare l'articolo su questa testata di circa 1 anno fa 20/04/2013 di DI Giuseppe... 'Felici, anzi felicissimi per la rielezione di Giorgio Napolitano al Quirinale: i parlamentari del Pdl, Silvio Berlusconi in testa, hanno espresso la loro soddisdfazione in Aula al momento della proclamazione non solo applaudendo in piedi tra i loro banchi ma anche intonando due volte l’Inno di Mameli. Deputati e senatori pidiellini hanno continuato anche a seduta chiusa, tra il silenzio degli altri gruppi che man mano lasciavano l’Emiciclo. Immancabile alla fine anche un coro per il Cavaliere: "Silvio, Silvio!". FELICI????? FELICISSIMI???? fortuna che tutti sapevano ...

oggettivo

Mer, 14/05/2014 - 13:53

direi che la pitonessa in quanto a dichiarazioni nulla si è fatta mancare : Durante la campagna elettorale del 2008 Daniela Santanché era leader della Destra di Francesco Storace e non ha risparmiato gli attacchi a Berlusconi. «Berlusconi? Nanetto; Veltroni? Finto; Bertinotti? Coerente; Casini? Democristiano e Io? Giusta» (17 marzo 2008) «Berlusconi la pianti di fare il Putin di Arcore e la smetta una volta per tutte di parlare di voto inutile ora che ha capito di essere rimasto strangolato da Fini e di aver sbagliato le alleanze e i programmi». (2 marzo 2008) «Capisco che per Silvio Berlusconi esistano le donne del capo, per la Destra queste donne non ci sono». (13 marzo 2008) «Berlusconi ha sempre utilizzato le donne come il predellino della sua Mercedes: un punto d’appoggio per sembrare più alto dei veri nanetti di cui si circonda». (22 marzo 2008) «Le donne per andare in parlamento lo possono fare solo con me. Vorrei fare un appello a tutte le donne italiane. Non date il voto a Silvio Berlusconi, perché ci vede solo orizzontali, non ci vede mai verticali». (26 marzo 2008) «Faccio un appello alle donne: il voto più inutile è quello per Silvio, che non ha fatto nulla per le donne, e ha delle donne una visione ben differente dalla nostra» (29 marzo 2008) «Caro Silvio, se continui così la vera sberla te la daranno le italiani e gli italiani». (7 aprile 2008) «Berlusconi? E’ ossessionato da me. Tanto non gliela do…» (9 aprile 2008) «Io mi auguro che le donne italiane il 13 e il 14 aprile cucinino Silvio Berlusconi». (10 aprile 2008) «Totti, come me, non è in vendita ed è per questo che Berlusconi ci attacca: è la sorte che il Cavaliere riserva a tutti quelli troppo indipendenti» (11 aprile 2008)

Ritratto di mina2612

mina2612

Mer, 14/05/2014 - 14:00

La Merkel e Sarkozy, portavoci delle grandi finanziarie mondiali, hanno tramato alle spalle di Berlusconi per farlo fuori personalmente e affinchè l'economia italiana andasse all'aria. Ma loro non sono italiani, mentre il capo dello stato, sì e lo sapeva! La gravità del comportamento di colui che fino alla fine degli anni '80 si recava personalmente a Mosca a elemosinare i milioni di $ sporchi di crimini, fame e sangue della popolazione sovietica è mastodontica! Deve dare le dimissioni???? No, troppo onore, il 'caro' omino del monte deve messo in stato di accusa dal Parlamento per alto tradimento e attentato alla costituzione! Queste vergogne devono essere colpite adeguatamente e senza sconti!

Ritratto di sitten

sitten

Mer, 14/05/2014 - 14:15

Rivolgo un appello al Giornale, affinché apre una sottoscrizione per chiedere lIMPEACEMENT del responsabile del Colle, per attentato alla sicurezza dello Stato.

eliolom

Mer, 14/05/2014 - 14:23

Dimissioni immediate di Napolitano e processo. Lui, da sempre dichiaratosi difensore della costituzione, ha tradito il popolo italiano, che aveva scelto Berlusconi presidente del consiglio.

scipione

Mer, 14/05/2014 - 15:49

Povero uomo,lo disprezzo profondamente.Sono certo che il rimorso per lo strame della Democrazia e le macerie politiche ,economiche e sociali che ha procurato al Paese sara' un marchio di fuoco per sua cattiva coscienza.

scipione

Mer, 14/05/2014 - 16:34

Per quanto tempo ancora il paziente popolo italiano sopportera' un criminale?

onurb

Mer, 14/05/2014 - 18:18

oggettivo 13.53. E' la dimostrazione che Berlusconi è un raro esempio di persona che non porta rancore.