Decade il Parlamento

I parlamentari della sinistra stavano ancora brindando alla decadenza di Berlusconi che si ritrovano tutti decaduti, loro e i loro colleghi di ogni partito

Il palazzo della Consulta a Roma, sede della Corte Costituzionale

Troppo entusiasmo, troppa fretta di chiudere la partita. E quando si fa i gigioni, se non la storia, la cronaca presenta il conto.

I parlamentari della sinistra avevano ancora in bocca il sapore dello champagne col quale avevano brindato alla decadenza di Silvio Berlusconi, da loro voluta e votata, che si ritrovano tutti decaduti, loro e i loro colleghi di ogni partito.

Una beffa firmata Corte costituzionale, che ieri ha emesso, a sorpresa, una sentenza choc: la legge elettorale, il famigerato porcellum, è illegittimo. Tecnicamente, e soprattutto politicamente, quello attuale è un Parlamento illegale. E se vogliamo estendere il principio, sono da considerare nulli anche i suoi atti. A partire dall'elezione del capo dello Stato. Napolitano, insomma, è un abusivo, abusivi sono i senatori a vita da lui nominati, abusiva è la defenestrazione di Berlusconi da senatore. Ma soprattutto è abusiva l'egemonia numerica del Pd, figlia del premio di maggioranza (148 deputati) dichiarato ieri incostituzionale. Di conseguenza, è illegittimo il governo Letta.

Povera sinistra, vigliacco che una volta riesca a vincere una elezione in modo chiaro e stabile. La sfiga la perseguita, la bracca e ogni volta che è lì per farcela arriva la tranvata.

Già, perché la sentenza di ieri manda a gambe all'aria tutti i piani per il dopo Berlusconi. Letta, Alfano e Napolitano erano a un passo dallo spartirsi il Paese. Renzi, tra poche ore probabile leader del Pd, a un passo da un inciucio col trio di cui sopra. Tutto da rifare, e viene quasi da ridere. Buon senso vorrebbe che si dimettessero tutti, da Napolitano in giù, e si tornasse subito a votare con la stessa legge senza le parti emendate (premio di maggioranza e liste bloccate). Non sarà così, o almeno cercheranno di mettere le cose in modo da andare avanti in qualche modo.

Ma non hanno futuro. Il rispetto delle sentenze non può essere invocato solo quando riguardano Silvio Berlusconi. Per questo Parlamento, e quindi per questo governo, è finita. Altro che semestre di presidenza europea. Già contavano poco o niente prima, figuriamoci adesso che sono giuridicamente delegittimati, e dunque senza alcuna autorevolezza interna e internazionale. Altro che riforme: qualsiasi associazione di categoria o di consumatori potrebbe da oggi impugnare la validità di leggi e disposizioni. Signori, siamo senza Parlamento, presidente della Repubblica e governo. E per quello che hanno fatto fino ad ora, non è un male. Anzi.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 05/12/2013 - 09:53

In quale altro paese al mondo esiste la carica di Senatore a vita nominato dal capo dello Stato? A mio modesto avviso si tratta di un retaggio monarchico, traslato dal modello sabaudo. Del resto non mi risulta che in qualche altro paese del mondo occidentale il P/te della Repubblica diventi senatore a vita: non lo è Clinton, né Bush padre, né Sarko, né Chirac.

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 05/12/2013 - 10:13

A buon bisogno sono gli unici nominati legittimamente dal Presidente della Repubblica, non entrati in Parlamento con una legge truffa!!!! A riguardo della nomina di Napolitano, non è stato votato con il premio di maggioranza, bensì dalla maggioranza delle larghe intese di cui faceva parte anche il PdL. F.I. è in grado di comprendere ciò?

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 05/12/2013 - 11:14

la corte costituzionale "boccia il Porcellum...." Congelare i senatori a vita?!? sento puzza di bruciato!! Chi può credere che la sentenza della Corte Cost. -abusiva pur essa- voglia delegittimare un aspetto tutto sommato secondario della nomina di 4 personaggi al' interno di un consesso che è tutto intero delegittimato? Vedo al di là e penso alle motivazioni che la corte stessa dovrà dare e che indicheranno i parametri entro i quali va "INTERPRETATA la sentenza. E non credo che si vorrà far crollare tutto l' assetto parlamentare-presidenziale, compresa la nomina dei senatori a vita. SENTO PUZZA DI BRUCIATO!! non vorrei che anche questa fosse una mossa concordata per arrivare a CONGELARE QUALSIASI INIZIATIVA di ripristino della sovranità popolare, in base al principio giuridico del "tempus regit acta" (pressappoco= chi ha avut' ha avuto, chi ha dat' ha dato...scurdammoc'o passato...)Sono perplesso su questa ipotesi ma -non fosse che per scaramanzia -mi gioco 100 euro....che si legittimerà quanto avvenuto, elezione dei Sen. a vita compresa.

Ritratto di francia2

francia2

Gio, 05/12/2013 - 11:41

abolirei i senatori a vita.al di la che ci costano moltissimo,non vedo come questi quattro che non sono mai presenti,tranne quando fa loro comodo,possano essere utili a noi tutti.non so,ma sembra che sia cosi',in nessun paese esiste una cosa del genere.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 05/12/2013 - 12:25

La banda dei 4 fornisce l'alibi per i "conti in disordine". Perchè gli asini non fanno la differenza tra le entrate di cassa e le uscite, per verificare il contante... Caligola nominò senatore il suo cavallo e Napolitano ha nominato i Rubbia e gli altri tre quadrupedi.

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 05/12/2013 - 15:31

APPLAUDO L'ARTICOLO DEL DIRETTORE SALLUSTI, HA SOLO CHE RAGIONE E QUALSIASI ITALIANO SE N'E' RESO ORMAI CONTO!

Lorenzi

Gio, 05/12/2013 - 15:36

EPIFANI & CO. Vi voglio proprio vedere che proclamate ' La legge è uguale per tutti e le sentenze della Magistratura vanno rispettate ed eseguite '

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Gio, 05/12/2013 - 15:42

Ahahahahahahahahahahaha chi di spada ferisce di spada perisce!!!!!!!!che soddisfazione!!!era buono lo champagne eh?ora lo stappiamo noi!tutti decaduti,Napolitano,Letta,Saccomanni,Kyenge,Grasso,Boldrini,Bindi,Finocchiaro...ecc tutti decaduti!lo ha stabilito la consulta quindi dovete accettarlo!!

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 05/12/2013 - 15:43

Il buffo di tutta la storia è che, a pensarci bene, l'unico veramente legittimato ad essere tuttora parlamentare dovrebbe essere solo che Silvio Berlusconi, perchè il suo nome è stato votato secondo le regole dell'elezione nominale, contrariamente a tutti gli altri. In pratica hanno dichiarato decaduto il solo che non poteva essere dichiarato tale da gente illegalmente eletta!

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Gio, 05/12/2013 - 15:45

Bravo Sallusti! Diciamo finalmente la verità E' tutto un complotto comunista, architettato sfruttando l'incolpevole Berlusconi (che sotto il suo governo ha emanato la legge elettorale porcata, complice l'altrettanto casto Calderoli). Con il comunismo solo miseria, terrore e morte.

Ritratto di cristianomorelli

cristianomorelli

Gio, 05/12/2013 - 15:47

Sallusti chi è il responsabile di questo sfacello? Che governo ha prodotto questa legge elettorale? Perchè parlate sempre d'altro? É sempre colpa della sinistra, dei magistrati comunisti, della sfortuna e dei complotti! Ma qualcuno che si assuma la responsabilità in casa forzaitalia/pdl/ilgiornale esiste? Suvvia un po' di dignitá!

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 05/12/2013 - 16:00

hellmanta, il proporre e l'emanare sono due cose diverse dall'approvare e non far rilevare, durante il dibattito alla Parlamento, le irregolarità costituzionali. Quando un parlamentare propone una legge non è detto che tale legge sia corretta, nessuno lo pretende dal proponenete, per questo esiste il dibattitp parlamentare, per rilevare tutti i punti deboli di tale legge sia a norma delle regole, sia dal punto di vista politico per informamrne i cittadini. In questo tutti quanti i parlamentari sono colpevoli, nessuno escluso. Maggiormente colpevole è il Presidente Napolitano che, prima di apporre la firma a una legge, si consulta con costituzionalisti esperti. Se rilevava l'incostituzionalità poteva rinviare la legge in Parlamento. Quindi quello che ha posto il punto definitivo ad una legge anti costituzionale è stato il PdR, ma ovviamente la costituzione dice che non è responsabile dei suoi atti (sigh!).

flashpaul

Gio, 05/12/2013 - 16:01

Il mio sogno: elezioni a marzo. E facciamoli fuori tutti questi comunisti. E riforma totale della giustizia: il vero governo, occulto, ma reale, è quello dei giudici di sinistra ed è lì che bisogna colpire per restituire sovranità al popolo.

Triatec

Gio, 05/12/2013 - 16:03

Situazione incredibile, un parlamento di illegittimi, quindi illegittimamente ha votato la decadenza di Berlusconi. Ora per la regola della legge uguale per tutti, i deputati dichiarati illegittimi devono andare a casa immediatamente. Senza se e senza ma le sentenze si applicano, non si giudicano... ci è sempre stato detto!!

Silvio B Parodi

Gio, 05/12/2013 - 16:05

TUTTI A CASAAAAAAAAA!!!! RIVOTIAMO, ne vedremo delle belle.

acam

Gio, 05/12/2013 - 16:08

giuseppe zanandrea alle 11:14 ha detto una Cosa che va presa in considerazioni immaginatevi l'ira di zanda penso gli si venuta la sciolta pensando alle ipotesi sallustiane. un ventennio di lavora buttato al vento dai suoi compagni "consultori" é possibile che non ci Hanno pensato a quello che Hanno deciso? o c'è scritto sulla costituzione che costituzionalmente non possono essere destituiti? le sentenze vanno rispettate si si V A N N O R I S P E T T A T E capito Giorgio? sei stato eletto da gente che non doveva stare dove sta e decidere cio che ha deciso

fisis

Gio, 05/12/2013 - 16:10

Forse non ci si rende appieno conto che, con un Parlamento delegittimato, viene colpito in pieno il cuore stesso della democrazia, nel bene e nel male. L'unico potere "puro" e in piedi resta quello della magistratura: avanti tutta, dunque, con la dittatura giudiziaria!

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Gio, 05/12/2013 - 16:11

Caro Direttore Sallusti con quest frase "E per quello che hanno fatto fino ad ora, non è un male. Anzi" lei mi fa chiaramente capire che per lei l'Italia e i suoi cittadini tutti contano una benemerita fava e che sarebbe disposto a vedere il paese in bancarotta alla fame come la Grecia solo per salvare un singolo individuo che ha problemi personali con la giustizia. Complimenti.

niko fumo

Gio, 05/12/2013 - 16:16

Il concetto decadenza non viene inteso dalla sinistra neanche come provocazione,ma come utopia.Visto come la Boldrini ha subito stoppato le eccezioni ad hoc sollevate dal movimento 5 stelle.Non se l'abbia Sallusti,ma condivido di più l'articolo di Laura Cesaretti:è realistico.Anche se sono di idee diverse,faccio democraticamente gli auguri a Renzi:contro simili marpioni...

Roberto Casnati

Gio, 05/12/2013 - 16:20

Cari komunisti: tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino. La sepevate?

unosolo

Gio, 05/12/2013 - 16:21

allora vogliamo indietro i soldi che hanno preso sia come rimborsi che come stipendi , annulliamo i senatori a vita ( cinque ) e la nomina del capo , consegnandoci quei stipendi diminuisce la spesa istituzionale e parlamentare , forse togliamo buona parte del debito , mica male se la magistratura faccia una cosa del genere , quando serve si deve incentivare magari a percentuale sul recupero dei miliardi spesi in 8 anni.

enrico09

Gio, 05/12/2013 - 16:25

Gianfranco Robe..., certi insulti a persone che rappresentano più che onorevolmente l'Italia nel mondo se li tenga per lei. Quadrupede é chi non riconosce meriti a queste persone perché incapace di capire il lustro che hanno dato a un'Italia piena di "persone" come lei (la frase sull'alibi per i "conti in disordine" me la spiegherà un'altra volta).

enrico09

Gio, 05/12/2013 - 16:25

DrDux, forse non ha seguito la consulta non ha dichiarato nessun decaduto, anche se a sto punto dal paramento ci si aspetta una legge elettorale condivisa da tutti e che doni stabilità e via alle elezioni.

Ritratto di Scassa

Scassa

Gio, 05/12/2013 - 16:32

scassa Giovedì 5 dicembre Se le conseguenze non si dimostreranno tragiche ,comincio a ridere e chi riesce a fermarmi e' da NOBEL ! Conoscendo però la consuetudine all'interpretazione creativa delle Leggi ,da parte della magistratura di cosa nostra ...(ooops ) volevo dire casa nostra ,scusate e' un refuso,....resto seduta sulla riva del fiume e aspetto . Nell'attesa rivolgo a tutti auguri di Buone Feste !

enrico09

Gio, 05/12/2013 - 16:33

stock47, memoria corta, era Ciampi che ha firmato la legge obbligato, dopo un secondo passaggio alle camere per aver sollevato dubbi su tale legge, come vuole la costituzione...ora se vuole insulti Ciampi, ho diversi articoli da parte che dicono che lo stesso Berlusconi chiese a Ciampi di restare per un secondo mandato.

Rossana Rossi

Gio, 05/12/2013 - 16:33

La quintessenza dei pasticci più incredibili......ma come pensano di pararsi il didietro adesso? Inventeranno qualche legge pro domo loro che salva le poltrone? E poi la bestia nera era solo Berlusconi......ma per favore......

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Gio, 05/12/2013 - 16:35

I comunisti sono come sempre ridicoli. Il problema è la Magistratura, che non scherza ed ha le Forze dell'ordine a disposizione.

enrico09

Gio, 05/12/2013 - 16:37

Di che si dovrebbe lamentare Berlusconi, é lui ad aver voluto il porcellum come é lui ad aver votato la legge severino, quindi tutto quello che succede oggi é approvato e firmato da berlusconi no? dovrebbe piuttosto cercare di spingere per una legge elettorale che stabilizzi il paese per risolvere sto casino nell'interesse dell'italia e poi via alle elezioni

diego_piego

Gio, 05/12/2013 - 16:45

ma decade oggi o tra quattro mesi?

gigi0000

Gio, 05/12/2013 - 16:46

A tutti i pirloni disinformati, che continuano ad attribuire a Berlusconi ed al CDX azioni da essi mai compiute - la c.d. legge Severino docet - faccio sapere che il porcellum è divenuto tale per l'ingerenza di Ciampi e non per merito solo di Calderoli, il quale definì con tale appellativo la sua legge ormai degenerata. Ciò premesso, con la sentenza (illegittima essa stessa, essendo delegittimata anche la Consulta) d'illegittimità della legge e di conseguenza di tutti gli atti dalla stessa prodotti, dovrebbe essere ripristinato lo status quo ante, cioè al 31 dicembre 2005, il giorno dopo la pubblicazione sulla G.U. e per legge stessa l'entrata in vigore. Questo comporterebbe il ripristino del governo e parlamento dell'epoca e l'annullamento di tutto il resto. Non credo proprio che qualcuno permetterebbe tutto ciò, quindi, in barba al principio finora palesato di "le sentenze si rispettano" verranno trovate le strade per far quadrare i conti all'italiana. Senza la ghigliottina operante nelle piazze, non credo sarà mai applicata la giustizia in Italia.

Romolo48

Gio, 05/12/2013 - 16:49

@ pipporm … girala come vuoi ma è lei che non vuole comprendere. In virtù della sentenza, visto che le sentenze si devono rispettare, anche il governo delle larghe intese è abusivo poiché proviene dallo stesso Parlamento eletto abusivamente. Dunque Napolitano è stato nominato da un Parlamento delegittimato.

Romolo48

Gio, 05/12/2013 - 16:53

I difensori della Costituzione più bella del mondo, ora sono serviti. Napolitano, come garante, ne prenda atto e tratta le conseguenze. A parte questo, l'ennesima figura di m…a internazionale.

MEFEL68

Gio, 05/12/2013 - 16:57

Sono questi fatti che fanno del nostro Paese una povera cosa sciatta, cialtrona e inaffidabile. A questo aggiungiamo un enorme debito pubblico lasciato lievitare per anni come i panettoni. Una corruzione endemica difficile da arginare e politici che per rimanere nel giro, sarebbero disposti anche ad appoggiare il fratello cattivo di Hitler. Comunque, per tornare in argomento, ben gli sta. Per alcuni anni hanno combattuto il Porcellum solo perchè speravano che con un altro sistema avrebbero vinto. Come al solito hanno sbagliato fino a delegittimarsi da soli.

MEFEL68

Gio, 05/12/2013 - 17:07

A prescindere da qualsiasi considerazione o tornaconto politico, trovo che l'istituto dei Senatori a vita sia ASSOLUTAMENTE da abolire; specialmente in tempi di maggioranze risicate dove qualche voto in più, può fare la differenza. Per questo motivo, tali nomine potrebbero anche essere calcolate. Per questi illustri personaggi, se proprio si vuole omaggiarli, ci sono già i vari titoli come Cav. Comm. Grande Uff., fino a quelli fantozziani. Si può conferire loro una targa o una medaglia d'oro, ma nominarli Senatori a vita, proprio NO. Perfino il Papa comincia a non esserlo più.

eloi

Gio, 05/12/2013 - 17:09

Se veramente siamo "COSTITUZIONALMENTE" senza pasrlamento, senza Presidente della Repubblica, senza Governo BA??? Forse è un ritorno alla Assemblea Costituente per costituire la "Seconda Repubblica"?

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 05/12/2013 - 17:12

enrico09, per me Napolitano o Ciampi pari son, perciò non si angusti per il mio errore, per me non cambia niente. Ciampi, caso mai se lo fosse dimenticato, era di sinistra. Tra l'altro Cimapi è uno di quelli che ha aiutato le banche private a farci finire nell'Euro. Non per niente è stato il Presidente della Banca Nazionale! Sono stati i bancheri privati e la finanza privata a spingerci nell'attuale situazione drammatica e a cedere la nostra sovranità all'Unione Europea e alla moneta Euro.

eloi

Gio, 05/12/2013 - 17:15

Nessuno di noi si chiede: Come mai la Consulta ha dormito.... dormito....dormito.... così tanto? Non, sono loro stessi responsabili di questa situazione?

Ritratto di toro seduto

toro seduto

Gio, 05/12/2013 - 17:21

La legge e il PDL sono incompatibili...il porcellum è l'ultima conferma

Giacinto49

Gio, 05/12/2013 - 17:23

Articolo e interpretazione da sottoscrivere. Grazie Direttore. Forza Silvio!!

Ritratto di sergio la terza

sergio la terza

Gio, 05/12/2013 - 17:25

bravo il Direttore,tutti,incominciando dal re Giorgio.A CASA

Marc0

Gio, 05/12/2013 - 17:38

Sallusti, solo pr Lei la decisione può essere una sorpresa! Che il porcellum fosse incostituzionale lo sapevamo tutti. le ricordo, inoltre, che fu proprio Forza Italia a regalarci, con la Lega, questa perla di legge elettorale. Un altro motivi per cui vi dobbiamo ringraziare.

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 05/12/2013 - 17:45

eloi, sulla Consulta e sul suo menefreghismo a non intervenire, nonostante chiare violazioni costituzionali, ho scritto diverse volte, nell'indifferenza di altri lettori. Solo adesso che è iniziato il redde rationem se ne incomincia a parlare.

Gianca59

Gio, 05/12/2013 - 17:48

Decade il Parlamento ? Illuso….a meno che non decada automaticamente per la decisione presa dalla corte. Se lo deve dichiarare decaduto qualcuno, campa caval ….mica è Berlusconi il Parlamento Italiano.

Il giusto

Gio, 05/12/2013 - 17:57

Se i governi dal 2005 in poi sono illegittimi lo saranno anche gli stipendi che quei signori si sono portti a casa!Scommettiamo che faranno in modo di bypassare questa sentenza?

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 05/12/2013 - 17:58

Bravo Sallusti, sono anni che lo dico anch'io e chi mi conosce personalmente questo lo sa. Rifare tutto in secondo la legge. La legge elettorale non può essere cambiata a livello parlamentare ma, nel pieno rispetto della nostra Costituzione, va fatto per mezzo del suffragio popolare. Tutti a votare e senza porcellum dunque.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 05/12/2013 - 18:08

E' FANTASTICO! LA CORTE COST. E' FANTASTICA!!propongo che la data del 4 dicembre diventi FESTA NAZIONALE. Per una volta tutti gli italiani - si capisce, meno i parlamentari nominati abusivamente col "PORCELLUM" e quelli entrati a Montecitorio col "premio di maggioranza- si troveranno daccordo sul ripristino dello Stato di Diritto!! Ora finalmente fatta piazza pulita di equivoci e abusi, la NORMA campeggia a caratteri cubitali sui luoghi del potere ed ILLUMINA come un faro il cammino radioso del popolo italiano.... vero Napolitano? sei daccordo?.....

daniele66

Gio, 05/12/2013 - 18:11

qualcuno presenti urgente ricorso in EUROPA. Spero che il solerte quanto preciso Brunetta lo stia gia' scrivendo

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 05/12/2013 - 18:17

Evviva evviva,è tutto incostituzionale,è tutto illegittimo!è illegittimo il parlamento,il Presidente,i senatori a vita,la decadenza è tutto sbagliato è stato tutto un pasticcio!era sbagliato anche lo scorso parlamento e quello prima ancora,era illegittimo quel governo come questo,quella maggioranza come questa,è illegittimo il PAREGGIO DI BILANCIO è tutto incostituzionale.E' stata una truffa,un imbroglio,un pasticcio per via della legge elettorale.Via la legge elettorale,una truffa,un pasticcio,tutti in fila alle urne per votare.Già,votare chi?ma ovviamente l'artefice di questa legge incostituzionale,il pasticcione,l'imbroglione che genialmente partorendo questa legge ed imponendola con l'allora sua maggioranza ha reso possibile tutto questo caos!Non fa un piega direttore,è perfetto così.

Franco60 Ferrara

Gio, 05/12/2013 - 18:19

stasera bevo champagne, w il duce!!!!!!!!!

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 05/12/2013 - 18:20

gianca 59 quale re di carnevale ti assegno ad honorem la palma della migliore battuta di oggi alle 17.48.BRAVO!

Ritratto di martello carlo

Anonimo (non verificato)

Franco60 Ferrara

Gio, 05/12/2013 - 18:22

vediamo se ci possiamo sbarazzare della sinistra, bravo sallusti, però vorrei che il prossimo presidente della repubblica fosse VITTOTIO FELTRI.

terzino

Gio, 05/12/2013 - 18:26

Ecco perchè il governo non ha fatto nulla, forse si aspettava questa sentenza, atti nulli? Chissà forse si, forse no. Già ma per loro la retroattività non vale.Quale credibilità possiamo avere nel mondo se la giustizia si pronuncia dopo 8 anni?

Ritratto di luogotenente

luogotenente

Gio, 05/12/2013 - 18:27

La sentenza della Consulta è sul contenuto della legge elettorale e non sulla legittimità degli organi istituzionali con essa eletti. Pertanto che si dica che questi ultimi siano o non siano di fatto legittimi è e rimane solo una interpretazione personale, aldilà del fatto che sul tema ci sono una marea di sentenze che sanciscono la legittimità di un qualsiasi organo, istituzionale e non, in carica a seguito di un vulnus sul regolamento che ne ha garantito l'elezione. A parer mio questo articolo mai e poi mai sarebbe stato scritto se al governo e al parlamento ci fosse stata una maggioranza del PDL o FI. pertanto questo articolo è solo un "Porcellum".

Pinozzo

Gio, 05/12/2013 - 18:28

Ma quindi restituiranno tutti i soldi che hanno preso finora? Anche brunettolo? Ottimo!

francesco de gaetano

Gio, 05/12/2013 - 18:32

INCREDIBILE ! Chi poteva immaginare che tutta la compagine del parlamento e senato della Repubblica Italiana è ILLEGITTIMA per il semplice fatto che la Corte Costituzionale ha dichiarato la legge elettorale , il cosiddetto "Porcellum", illegittimo. Il parere di legittimtà,al tempo, chi glielo aveva dato? Non credo il Padreterno.Quali giudici della Corte avevano stabilito che si poteva votare con quel sistema? Come si può fidare il cittadini italiano difronte a questa classe dirigente, sopratutto quella riguardante la giustizia che non riesce a discernere la bontà di una proposta di legge. Da oggi in poi dobbiamo pretendere copia autentica degli atti ufficiali del Governo italiano.Non ci fidiamo più di nessuno.

Settimio.De.Lillo

Gio, 05/12/2013 - 18:51

A: io speriamo che me la cavo: Karo iol mi compagno, io insisto nel dire che il governicolo delle LADRE INTESE, deve DECADERE; è anticostituzionale e basta. Io spero vivamente che si riuscirà a far decadere anche i quattro senatori a vita nominati solo per scopi politi, ma a noi che siamo alla canna del Gas, costano TANTISSIMO, mentre la povera gente è costretta a tirare la cinghia. Se il presidente ha delle simpatie,paghi ti tasca sua. E' chiaro sto fattooooo?

almaalma

Gio, 05/12/2013 - 19:05

Porcellum BOCCIATO: Scommetto che andrà così: Sino a quando non verranno pubblicate le motivazioni della Sentenza della Consulta, la legge elettorale rimarrà in vigore e pertanto sarà applicata nel suo intero così come è, compreso la convalida degli eletti grazie al premio di maggioranza. Dopo la pubblicazione delle motivazioni della consulta (l'equivalente della pubblicazione di una legge sul bollettino ufficiale), si potranno applicare solo le norme non dichiarate illegittime, e chi è rimasto fuori, resterà fuori. Poiché la legge non è "retroattiva" (unica eccezione la legge Severino), gli effetti che ha prodotto rimarranno pienamente legittimi (non moralmente) sino a nuove elezioni o alla naturale scadenza della Legislatura. Se invece la SENTENZA della Corte fosse RETROATTIVA, cosa succederebbe? Giuseppe Miscali

Premio Pilutzer

Gio, 05/12/2013 - 19:09

SMASCHERATO il parlamento abusivo! La Consulta (organo comunista) silura 148 parlamentari comunisti! Trattasi di cannibalismo o di lotta fra bande? Nel frattempo il partito dell'amore (che vince sull'invivdia e sull'odio) si prepara a governare: pare che Berlusconi voglia candidarsi in Bulgaria e compiere un blitzkrieg contro l'Italia una volta eletto, per diventare -finalmente- l'imperatore del regno Italo-Bulgaro. Liberta'!

Ritratto di Orientale

Anonimo (non verificato)

Renatino-DePedis

Gio, 05/12/2013 - 20:01

@almaalma "Se invece la SENTENZA della Corte fosse RETROATTIVA, cosa succederebbe? Giuseppe Miscali" BELLA DOMANDA... forse sarebbero stati illegittimi tutti i governi sostenuti dal parlamento dal 2006 ad oggi e tutte le leggi varate, e quindi le leggi del governo Prodi, Berlusconi, Monti e Letta? e come al solito bisognerebbe ringrazia la destra di questo paese... GRAZIE!

daniele66

Gio, 05/12/2013 - 20:33

@ Renatino-DePedis la sinistra ha governato ed avrebbe potuto cambiarlo,perche' NON l'ha fatto ??????

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 05/12/2013 - 20:48

renatino -de Pedis si devono attendere le motivazioni della sentenza "de qua" certo che se la Consulta dovesse- e può farlo!- dichiarare illegittima ex tunc la legge allora tutto potrebbe essere rimesso in discussione in quanto si aprirebbe una catena di illegittimità a non finire. Dubito che ciò accadrà . Ma comunque il messaggio politico e l' impatto sugli elettori è e rimane ENORME tale da scatenare- come prevedo- risse in e fuori dai luoghi del potere. E sono convinto che questa volta Napolitano dovrà sciogliere le Camere e rimettere le scelte al popolo pena gravi e imprevedibili disordini di piazza

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 05/12/2013 - 20:48

renatino -de Pedis si devono attendere le motivazioni della sentenza "de qua" certo che se la Consulta dovesse- e può farlo!- dichiarare illegittima ex tunc la legge allora tutto potrebbe essere rimesso in discussione in quanto si aprirebbe una catena di illegittimità a non finire. Dubito che ciò accadrà . Ma comunque il messaggio politico e l' impatto sugli elettori è e rimane ENORME tale da scatenare- come prevedo- risse in e fuori dai luoghi del potere. E sono convinto che questa volta Napolitano dovrà sciogliere le Camere e rimettere le scelte al popolo pena gravi e imprevedibili disordini di piazza

Renatino-DePedis

Ven, 06/12/2013 - 01:17

"stock47 Gio, 05/12/2013 - 16:00 hellmanta, il proporre e l'emanare sono due cose diverse dall'approvare e non far rilevare, durante il dibattito alla Parlamento, le irregolarità costituzionali. Quando un parlamentare propone una legge non è detto che tale legge sia corretta, nessuno lo pretende dal proponenete, per questo esiste il dibattitp parlamentare, per rilevare tutti i punti deboli di tale legge sia a norma delle regole, sia dal punto di vista politico per informamrne i cittadini. In questo tutti quanti i parlamentari sono colpevoli, nessuno escluso. Maggiormente colpevole è il Presidente Napolitano che, prima di apporre la firma a una legge, si consulta con costituzionalisti esperti. Se rilevava l'incostituzionalità poteva rinviare la legge in Parlamento. Quindi quello che ha posto il punto definitivo ad una legge anti costituzionale è stato il PdR, ma ovviamente la costituzione dice che non è responsabile dei suoi atti (sigh!)." sei di una ignoranza abissale, non conosci minimamente ne la storia politica del paese, ne i poteri che ha il Pdr, si chiami Giorgio Napolitano o meno...

Renatino-DePedis

Ven, 06/12/2013 - 01:35

giuseppe zanandrea "renatino -de Pedis si devono attendere le motivazioni della sentenza "de qua" certo che se la Consulta dovesse- e può farlo!- dichiarare illegittima ex tunc la legge allora tutto potrebbe essere rimesso in discussione in quanto si aprirebbe una catena di illegittimità a non finire. Dubito che ciò accadrà ." per me ti sbagli, non è che si aprirebbe una catena di illegittimità, si aprirebbe un qualcosa di impossibile: cancellare 8 anni di pessima politica, di leggi, di leggi economiche ecc ecc. cosa significherebbe, secondo te, che tutte le tasse pagate in questi anni dovrebbero essere ridate, che gli stipendi pubblici pure, che i soldi spesi per le varie scorte dei vari politici dovrebbero essere rimborsati, e da chi, che i vari accordi internazionali diventassero magicamente nulli, che gli accordi commerciali svanissero improvvisamente, ecc ecc? io penso che sia improbabile. e sinceramente personalmente vedo due soluzioni: che il parlamento faccia una legge che permetta la governabilità e poi si vada a votare, o che si elegga una commissione, sulla falsa riga dell'Islanda, che venga investita temporaneamente dalla volontà popolare per fare una legge elettorale che ci porti al voto di un governo legittimo. e anche se in Islanda questo ha funzionato, trovo che quest'ultima soluzione sia meno praticabile.

untergas

Ven, 06/12/2013 - 09:04

ottimo, tutti decaduti, anche napolitano che non aveva alcun titolo a darle la grazia ergo lei, dottor sallusti, deve scontare la sua pena...

Guido_

Ven, 06/12/2013 - 09:08

Il resto dei parlamentari non hanno frodato centinaia di milioni allo Stato italiano, cioè a tutti noi. A Sallusti sfugge questo piccolo particolare.

moichiodi

Ven, 06/12/2013 - 09:24

tecnicamente e politicamente questo governo è illegale. non è stato il centro destra che ha approvato una legge illegale per combattere il comunismo? e i precedenti governi eletti col porcellum? allora decadono i lodo schifano alfano e tutte le altre leggi? decade berlusconi, decade il parlamento, sallusti non decade mai......lunga vita!

therock

Ven, 06/12/2013 - 10:36

sallusti, appunto, rispetto delle sentenze, concetto che a lei è completamente ignoto e lo conferma anche stavolta...innanzitutto per rispettare una sentenza bisognerebbe prima leggerla e qui la sentenza ancora non c'è ma ci sono solo indicazioni del pensiero della corte dopo di che se la corte stessa sostiene che questo parlamento può fare una nuova legge elettorale allora vuol dire che la sua ricostruzione sul parlamento tecnicamente decaduto non sta in piedi...infine è inutile che si affanni a cercare un legame tra la sentenza e l'ennesima arrampicata sugli specchi per provare a salvare il suo padrone (perchè oramai è provato che di tale si tratta, datore di lavoro è poco dato il suo cieco servilismo)...berlusconi è decaduto al senato dove, grazie a quel ciampi che voi avete sempre attaccato, il premio di maggioranza non c'è...va bene schierarsi, vanno bene le idee ma cerchi di recuperare un filo di dignità professionale

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 06/12/2013 - 10:41

Un contributo a chi vuole capire. Le sentenze della Consulta di incostituzionalità di una legge o di un atto avente forza di legge, che rendono la norma inefficace ex tunc e quindi estendono la sua invalidità a tutti i rapporti giuridici ancora pendenti al momento della decisione (ma che tuttavia non si applica ai cosiddetti «rapporti esauriti»), costituisce un orientamento "rigido" che è stato abbandonato fin dal 1986. Tale orientamento rigido iniziale, come rilevato dalla stessa Corte, può produrre effetti profondamente sconvolgenti sul piano sociale, ovvero oneri economici insopportabili, e darebbe luogo ad un grave turbamento della convivenza sociale, e potrebbe indurre la stessa Corte a non riconoscere il vizio di illegittimità costituzionale. La Corte stessa ha assunto quindi un atteggiamento più prudente e realistico, cominciando a emanare sentenze di illegittimità costituzionale non retroattive, ma valevoli per il futuro. Ora, non v'è dubbio alcuno che dichiarare incostituzionale la legge elettorale "Porcellum" ab origine estendendone gli effetti a tutti i rapporti giuridici derivati è semplicemente INSENSATO perchè avrebbe effetti devastanti sulle istituzioni e sul quadro normativo esistente, dal quale sono già derivati innumerevoli rapporti giuridici, anche di natura privatistica. Va da sè quindi che la sentenza della Corte non potrà che avere un'efficacia valevole per il futuro, come lascia anche presupporre l'osservazione della stessa Corte che il Parlamento deve approvare una nuova legge elettorale, e pertanto risulta ancora essere nella pienezza delle sue facoltà legislative. Per chi volesse approfondire: www.cortecostituzionale.it/ActionPagina_1034.do - 2) Efficacia retroattiva delle sentenze di accoglimento.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Ven, 06/12/2013 - 11:12

Ma che vai mai dicendo Sallusti!!?? La dr. Boldrini, lumen iuris, si è già espressa in proposito, illuminata a sua volta dal boss: Il Parlamento è pienamente legittimo. Per me, che ne so più di lei ( modestia a parte) non ha afferrato bene la situazione. Tutto va bene madame la marchesa. Ma mi faccia il piacere. Non serve leggere le motivazioni della sentenza, mi si può appellare: quello che conta è il dispositivo. Le motivazioni servirebbero solo per fare casino e giocare con le interpretazioni all' italiana. Che non si paghi più nulla ai pseudo parlamentari, che si astengano da qualunque atto, in particolar modo i premiati. Prevedo valanghe di ricorsi e processi penali.

Ritratto di Sanlusti

Sanlusti

Ven, 06/12/2013 - 11:24

Ridi, ridi, pagliaccio e sbruffone sallusti; sei l'unico che se la ride mentre il Paese è in ginocchio. La tranvata, comunque, la prenderai tu fra non molto, cioè quando il tuo padrone ti negherà ogni provvigione, visto che lui alle prossime elezioni conterà come il due a briscola, non potendo fare alcuna alleanza. Il partito/gang, posseduto da un pregiudicato, si scioglierà come neve al sole e tu potrai scrivere una cippa. Se hai messo il gruzzolo da parte bene, altrimenti sei destinato a fare la fame. Nessuno ti vorrà, sei troppo marcio e tu, da indipendente, fallirai, come è tua consuetudine.

profpietromelis...

Ven, 06/12/2013 - 12:45

Caro Sallusti almeno lei faccia presente che questa Corte Costituzionale fa finta di essere cretina quando dice che questo parlamento può continuare a legiferare, e dunque può approvare una nuova legge elettorale. Massa di ipocriti perché hanno affermato ciò sapendo di essere delegittimati anch'essi per il fatto che 1/3 di essi è stato nominato da parlamenti eletti con il porcellum e 1/3 dal capo dell Stato eletto due volte da parlamenti eletti con il porcellu. In tutto sono sei i componenti della Corte che risultano anch'essi anticostituzionali.L'unica soluzione consiste nell'autoscioglimento del parlamento senza che sia Napolitano a dichiararlo sciolto essendo anch'egli delegittimato. Ma sono delegittimate anche tutte le leggi approvate da parlamenti illegittimi. E dunque cade anche la legge Severino e cade la decadenza di Berlusconi. In questa fase siamo anche senza Corte Costituzionale, che potrà essere completata solo da un nuovo parlamento eletto costituzionalmente.

rickyced

Ven, 06/12/2013 - 13:18

e bravo Sallusti populista fino al midollo. La colpa del suo capo però è di non essere riuscito a farne una giusta, altro che contratto con gli Italiani. La legge porcata uscita dal suo governo, la legge dei rimborsi ai partiti partorita sempre da lui e da lui rincarata a dosi massicce di denaro. Questa sentenza decreta se già non si era capito la completa incapacità politica,decisionale,legislativa, economica e culturale del pagliaccio di Arcore. La sua eredità la sopporteremo per molti anni ancora.

rickyced

Ven, 06/12/2013 - 13:18

e bravo Sallusti populista fino al midollo. La colpa del suo capo però è di non essere riuscito a farne una giusta, altro che contratto con gli Italiani. La legge porcata uscita dal suo governo, la legge dei rimborsi ai partiti partorita sempre da lui e da lui rincarata a dosi massicce di denaro. Questa sentenza decreta se già non si era capito la completa incapacità politica,decisionale,legislativa, economica e culturale del pagliaccio di Arcore. La sua eredità la sopporteremo per molti anni ancora.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Ven, 06/12/2013 - 13:46

Libero Pensiero. Non condivido. La declaratoria di accoglimento della domanda di incostituzionalità ha efficacia retroattiva, a differenza dalla abrogazione in senso tecnico fatta dallo stesso organo che ha emanato la legge, ha effetti retroattivi, ad eccezione dei rapporti già esauriti e definiti. E non è questo il caso in quanto il Parlamento eletto “male” è ancora operante. A partire dalla stessa nomina del Capo dello Stato, l' effetto della pronuncia è molto più ampio di quanto si creda. La retroattività della dichiarazione di incostituzionalità è stata affermata dalla stessa Corte in più occasioni: si veda ad esempio la sentenza n. 3 del 1996, dove si legge che “è nella logica del giudizio costituzionale incidentale che - ferma restando la perdita di efficacia della norma dichiarata incostituzionale dal giorno successivo alla pubblicazione della decisione, e la sua inapplicabilità nel giudizio a quo e in tutti quelli ancora pendenti, anche in relazione a situazioni determinatesi antecedentemente - la retroattività delle pronunce d’incostituzionalità trovi un limite nei rapporti ormai esauriti, la cui definizione - nel rispetto del principio di uguaglianza e di ragionevolezza - spetta solo al legislatore di determinare”. Bloccare il Parlamento, parrebbe un filmico diabolico intreccio per lasciare spazio a poteri non elettivi: intelligenti pauca... Tutto sommato, forse è meglio non esultare molto, tenerci un Parlamento sgangherato e attendere nuove elezioni al più presto con una nuova legge. Meglio feriti che morti.

ale76

Ven, 06/12/2013 - 13:51

Ho appena letto le tue dichiarazioni su Carlo Giuliani. Sono buoni tutti a fare i duri con la scorta.

trinariciutaefiera

Ven, 06/12/2013 - 14:22

eh certo..che legge vergogna..e chi l'aveva proposta??? ah già..calderoli..alleato di berlusconi..che voleva quel premio di maggioranza per recuperare i punti che stava perdendo e che paradossalmente gli si è ritorta contro. Sallusti..guardi che non siamo tutti scemi..qualcuno a distanza di 8 anni ancora si ricorda come e da chi è stata votata sta porcata..non giochi adesso a fare quello scandalizzato che strizza l'occhio alla corte costituzionale..ci fosse ancora stato su berlusconi avrebbe accolto questa sentenza nel modo a voi solito..con le menate delle toghe rosse, la giustizia ad orologeria e bla bla bla..

sfrancesco

Ven, 06/12/2013 - 14:32

...ma dai...Ma perchè sallusti non si rassegna al fatto che il suo padrone e signore è ormai fuori? sono sicuro che lo stipendio glielo paga lo stesso....garantisce la santanchè

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 06/12/2013 - 14:43

michele lamacchia -13.46, vedo che la conclusione del Suo intervento è più ragionevole dell'incipit. Ribadisco che la retroattività delle sentenze di incostituzionalità della Consulta è una regola generale a cui la stessa Corte ritiene di poter derogare per evitare effetti sconvolgenti sul piano sociale e istituzionale. Quì non si tratta di una legge qualunque, ma della legge elettorale del nostro Parlamento. Se passa l'idea che, una volta affermata l'illegittimità di tale legge, tutta la produzione normativa derivata è illegittima, praticamente salterebbe tutto il quadro istituzionale e normativo esistente, per questo dico che la Corte, mai e poi mai prenderà una decisione di tal fatta. La sentenza non potrà quindi che avere una efficacia riferita al futuro, si tratterà di vedere quale lasso di tempo la Corte deciderà di concedere al Parlamento per poter approvare la nuova legge elettorale (e altre eventuali riforme collegate), visto che comunque il Parlamento risulta, diciamo pure, "azzoppato" quanto a legittimità, perchè figlio di una legge considerata incostituzionale. Se la legge elettorale è stata la madre, c'è stato però un padre perfettamente legittimato, cioè il corpo elettorale che è andato a votare, di cui bisognerebbe pure rispettare la volontà. La materia è nuova, non ci sono precedenti, è la prima volta che la Corte si pronuncia su una legge elettorale del Parlamento. Bisognerebbe anche considerare che la nostra Costituzione prevede che solo il Capo dello Stato possa sciogliere le Camere, l'ipotesi di uno scioglimento determinato da una sentenza della Consulta non è neanche presa in considerazione. Vedremo comunque come sarà congegnata la sentenza della Corte, fino ad allora si possono fare solo illazioni. Cordialità.

ro.di.mento

Ven, 06/12/2013 - 16:14

EHI PIRLONI DI SINISTRA !!! LEGGETEVI BENE IL POST DI GIGGI0000 !!! SE GIA' CALDEROLI LO DEFINI' "PORCELLUM" VUOL DIRE CHE DELLA INIZIALE PROPOSTA DI LEGGE DAL PARLAMENTO E DA CIAMPI ERA STATA EMENATA UNA LEGGE "PORCELLUM-TRUFFA" !!

Ritratto di Bertrand Russell

Bertrand Russell

Ven, 06/12/2013 - 17:12

Sallusti, la sentenza della corte costituzionale vale per il futuro, visto che ha invitato il Parlamento a leggiferare, quindi di fatto leggitimandolo...possibile che il suo cervello non riesca a partorire un articolo con un minimo di dignità! Si ricordi che questo parlamento le versa il contributo statale per l'informazione, non per sparare minchiate!

Lino1234

Ven, 06/12/2013 - 18:11

E bravo stock 47 che perde il suo tempo tentando di insegnare qualcosa a #hellmanta e, magari anche a # Agrippina. Ma non sai che lavare la testa ai somari ci si rimette acqua e sapone ? Saluti. Lino. W. Silvio.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Ven, 06/12/2013 - 18:28

Nu?

taffazzi

Ven, 06/12/2013 - 18:36

Prefetto articolo "troll" del direttore, utile solo per incendiare senza molte basi logiche (e lui lo sá). Un pó come Brunetta ieri. Che ci vuole fare, caro direttore, bravi siete voi a fare in modo que 2+2 dia 5. A pensarlo bene sarebbe bello peró eliminare tutto ció che é stato fatto con i governi eletti con il porcellum, incluse le leggi 'ad personam'. Credo che in questo caso molti processi non sarebbero andati in prescrizione con un nulla di fatto.... D'altronde lei che pretende, caro direttore, il porcellum é stato suggerito dal piú porcello di tutti i ministri: Il leghista Calderoli, un essere che é una disgrazia per l'Italia.

enzo1944

Ven, 06/12/2013 - 18:44

Sallusti,quel fenomeno di pdr che ci troviamo al Colle,le inventa tutte per rinviare l'ingresso in politica attiva di Matteo Renzi!....e,dai suoi servitori del CSM(Consulta),ha fatto dichiarare incostituzionale il "porcellum",al fine di guadagnare tempo ed impedire a Renzi di entrare a gamba tesa contro i suoi"piani"da capo del Governo,del Parlamento,della Magistratura etc.etc!....Perchè,da uomo mai super partes,ha sempre e solo lavorato a favore del PCI-PD,e mai per l'Italia e gli Italiani!...e sapendo che Renzi avrebbe sbaraccato tutto il suo apparato(del PCI-PD)e cacciato molti dei suoi amici,il capo della massoneria in Italia,ha provveduto a fare un pò di "confusione",per evitare che altri mettessero il naso nei suoi traffici,compresi quelli della Banca d'Italia!

lorenzovan

Ven, 06/12/2013 - 19:09

berlusconi inbvece noomino' la minetti,i suoi avvocati e qualhe preolgettina...vero smemorato di arcore?

turris753

Ven, 06/12/2013 - 19:42

pudore alessandro non hai alcun senso del pudore e questa non è una novità, la legge porcata è stata voluta dal tuo datore di lavoro, ora voglio proprio vedere come potrà proporre agli italiani l'elezione di gente come scilipoti e razzi, con le preferenze la vedo in salita.

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Sab, 07/12/2013 - 10:22

Esatto Sallusti, ci vorrebbe uno stuolo di ricorsi in corte europea perchè i nostri faranno orecchie da somari...

nino47

Sab, 07/12/2013 - 10:24

E Lei, Sallusti, pensa che mai potrà esserci un giudice che proclami dichiaratamente "decaduti" questi signori della sinistra? Ingenuità? meditazioni trascendentali? o cosa???