La gaffe della renziana Madia che parla col ministro sbagliato

La responsabile Lavoro del Pd ha presentato un progetto sulla disoccupazione a Zanonato (Sviluppo), che alla fine le dice: "Dovevi discuterne con Giovannini"

Roma - Hanno sette anni di differenza, portano entrambi la riga di lato e indossano gli occhiali. Una vaga somiglianza fisica tra i due si potrebbe riscontrare, ma tanto quanto capita ai ragazzi degli anni 50 che hanno condiviso quasi la stessa generazione e gli stessi schemi estetici. Il caso li fa lavorare vicini fisicamente, nel senso che entrambi hanno l'ufficio in via Veneto. Solo che sotto all'ufficio di Flavio Zanonato c'è la targa in ottone ministero dello Sviluppo Economico, sotto quello di Enrico Giovannini, suo quasi dirimpettaio di via, la targa ministero del Lavoro. Uno sta al civico 33, l'altro al 56. Neanche su Google maps si possono scambiare. Proprio al 33 qualche giorno fa hanno visto entrare senza esitazione Marianna Madia, la botticelliana neo responsabile Lavoro nel Pd di Renzi. La storia è ricostruita dal Tempo, senza smentita degli interessati. Il ministro l'ha ricevuta praticamente subito e lei ha di fatto avviato la sua attività di responsabile di settore del primo partito italiano, promuovendo interventi per l'occupazione giovanile all'interno del programma europeo per i giovani, lo Youth Guarantee. Ha inoltre illustrato le sue idee sulle tematiche del lavoro attualmente all'esame del governo. Insomma, ha parlato a ruota libera, in modo molto competente ma senza guardare l'orologio, e soprattutto senza guardare bene chi aveva davanti. E la faccia di chi aveva davanti. Dopo aver ascoltato con pazienza, il ministro Zanonato ha infine preso la parola. Con un sospiro. Non sono momenti facili. Non è facile ammettere la propria identità a chi ti pensa un altro. Cara, le ha detto pressapoco, io non mi occupo di queste tematiche, è meglio che ti rivolgi al collega Giovannini. Le parole più delicate che ha trovato. Attonita, Madia pare che abbia chiesto: ministro, ma non ti occupi tu di lavoro? Zanonato, intenerito e mortificato, ha indicato alla sua giovane interlocutrice la finestra. Magari per qualche attimo avrà voluto essere Giovannini, e chi può dargli torto. In via Veneto ci sono due ministeri, ha spiegato quindi Zanonato come un vigile urbano davanti all'edicola. Di quegli argomenti, giovani, lavoro, fondi europei eccetera, è meglio parlare dall'altra parte del marciapiede, al responsabile del Welfare. Non deve essere stato facile dire: io sono Flavio Zanonato, non sono il ministro che stai cercando. Ma certo Zanonato non poteva fingersi Giovannini. Pare comunque che il ministro sbagliato sia stato molto colpito dalle intenzioni e dalla buona volontà della giovane democratica. Spedita però dall'altra parte della via, non aveva alternative. La bionda ex veltroniana però va avanti e per fortuna non si scoraggia. Ieri è stato più facile: le persone da incontrare sono arrivate direttamente sotto la sede del Pd al Nazareno, non ci si poteva sbagliare. Erano i lavoratori dell'Aci informatica, che non è l'associazione camionisti italiani. I dipendenti dell'Automobile club Italia hanno fatto la posta sotto gli uffici democratici e una delegazione è stata ricevuta dalla Madia. All'ex compagna di banco di D'Alema, poi «giovane turca», ora renziana, è stato consegnato un testo da inserire nel maxi emendamento perché la norma che prevede l'accorpamento degli archivi del Pra e della Motorizzazione civile garantisca la salvaguardia dei posti di lavoro. Madia ha studiato la pratica e ha assicurato che porterà il testo a Ettore Rosato, componente della commissione Bilancio, che si sta occupando della legge di Stabilità. Ha anche assicurato che il Pd farà il possibile perché la richiesta dei lavoratori sia inserita nel testo finale.

Commenti
Ritratto di mark 61

mark 61

Ven, 20/12/2013 - 08:57

sai che errore ????? parla col ministro sbagliato mentre Sisinnio Piras so è comportato bene !!!!!!

Ritratto di mark 61

mark 61

Ven, 20/12/2013 - 09:04

sai che errore ????? parla col ministro sbagliato mentre Sisinnio Piras si è comportato bene !!!!!! Ci provate sempre a spostare l’attenzione dei fatti veri ! il con questo articolo dimostrate veramente la vostra viscidezza complimenti al giornalista

Gianca59

Ven, 20/12/2013 - 09:33

Da un Ministero inutile ad un altro. Dov' è l' errore ?

Cinghiale

Ven, 20/12/2013 - 09:37

La cosa che fa scalpore è il fatto che non l'abbia riconosciuto subito. Per il resto, a volte i giovani per la troppa foga di fare prendono delle cantonate incredibili.

Ritratto di w la rivoluzione

w la rivoluzione

Ven, 20/12/2013 - 09:42

Bravo Renzi, si è circondato di gente bella e fidata (nel pd) che invece di andare da un ministro non sicuro del ex pci, si reca da quelli sicuri ex pci perchè è con loro che faranno carriera. Perchè nel ex pci, la carriera la facevano i ruffiani e quelli che lavoravano per le feste dell'unità.

BiancaLancia

Ven, 20/12/2013 - 09:46

Se il buongiorno si vede dal mattino.....

g-perri

Ven, 20/12/2013 - 09:52

Pensate che questa persona è stata prescelta dal neo segretario PD Renzi, per risolvere (secondo il PD) i problemi del lavoro che affliggono l'Italia. Poichè il buon giorno si vede dal mattino, penso proprio che Renzi abbia fatto la scelta per accontentare qualcuno, perchè non poteva non sapere che la personcina, già in passato si era fatta notare per le sue gaffe.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 20/12/2013 - 10:52

Povero Renzino. Indirettamente, ma la brutta figura la fa pure lui. Questo è il nuovo che avanza? Ma almeno sa fare le aste?

m.m.f

Ven, 20/12/2013 - 11:13

ahahahahahaha beh del resto ci siamo abituati qui mettono al ministero della salute un ingegnere informatico...........e al ministero dei trasporti un pediatra.................ahahahahahaah e qualche d'uno andrà pure di nuovo a votare..........che paese di imbecilli ...........