La Giunta di Parma si è aumentata di 15mila euro i rimborsi per le missioni

Quarantasei giorni per partorire la giunta comunale ma pochissimo tempo per aumentare i rimborsi e le indennità per gli spostamenti. La Giunta ha rimpolpato con 15mila euro il fondo riservato alle missioni degli amministratori

Grillini a due velocità. Lenti a mettere insieme la giunta, ma velocissimi ad aumentarsi i rimborsi: quindicimila euro in più. L'avventura parmigiana del Movimento 5 Stelle continua a far discutere. Prima la lunghissima gestazione della giunta comunale: 46 giorni di indecisioni, ripensamenti, passi indietro e scelte discutibili. E ora una notizia che farà innervosire non poco i già suscettibili grillini. I pentastellati di Parma con una mano tagliano gli sprechi e con l'altra si aumentano le prebende. Mentre il primo cittadino Federico Pizzarotti comunica con soddisfazione di aver risparmiato 250mila euro rispetto alla gestione, non proprio virtuosa, del suo predecessore Pietro Vignali, la Giunta decide di rimpolpare il fondo destinato alle spese e alle indennità di missione degli amministratori. Quindici mila euro in più, alla faccia della crisi e delle promesse moralisteggianti degli sforbiciatori a cinque stelle. Le somma è stata destinata con una variazione al piano esecutivo di gestione prevista da una delibera del 28 giugno scorso e firmata dal delegato al Bilancio Gino Capelli. Quindicimila euro che vanno a sommarsi ai soldi già destinati per le spese degli amministratori. E ora cosa diranno i grillini?