Il governo revoca l'espulsione di Shalabayeva

Alma Shalabayeva, moglie del dissidente kazako Mukhtar Ablyazov, potrà "rientrare in Italia, dove potrà chiarire la propria posizione"

Il provvedimento di espulsione di Alma Shalabayeva, moglie del dissidente kazako Mukhtar Ablyazov, sarà revocato e la donna potrà "rientrare in Italia, dove potrà chiarire la propria posizione", si legge in una nota diramata da Palazzo Chigi.

Il governo inoltre scrive: "Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Enrico Letta, il 5 luglio scorso ha annunciato un’indagine sulla vicenda che ha interessato l’espulsione della signora di nazionalità kazaka, Alma Shalabayeva, confermando tale impegno al question time che si è svolto alla Camera dei Deputati
mercoledì 9 luglio. Tale indagine ha accertato quanto segue. Risulta inequivocabilmente che l’esistenza e l’andamento delle procedure di espulsione non erano state comunicate ai vertici del governo: né al Presidente del Consiglio, né al Ministro dell’interno e neanche al Ministro degli affari esteri o al Ministro della giustizia. La regolarità formale del procedimento e la sua base legale sono state accertate e convalidate da quattro distinti provvedimenti di autorità
giudiziarie di Roma (Procura della Repubblica del Tribunale dei minorenni il 30 maggio, Giudice di Pace il 31 maggio, Procura della Repubblica presso il Tribunale e Procura della Repubblica per i minorenni il 31 maggio). A questi provvedimenti è da aggiungere l’indagine avviata dalla Procura di Roma nei confronti della signora Alma Shalabayeva, al cui ambito appartiene il provvedimento di dissequestro del giudice del riesame concernente il denaro e la memory card sequestrati alla signora. Tuttavia, resta grave la mancata informativa al governo sull’intera vicenda, che comunque presentava sin dall’inizio elementi e caratteri non ordinari. Tale aspetto sarà oggetto di apposita indagine affidata dal Ministro dell’interno al Capo della Polizia, al fine di accertare
responsabilità connesse alla mancata informativa"
.

Sel e M5S però puntano il dito contro il ministro dell'Interno, Angelino Alfano. "Il M5S presenterà al Senato una mozione di sfiducia individuale nei confronti del ministro dell’Interno Angelino Alfano, per lo scandalo del rapimento-espulsione di Alma Shalabayeva e sua figlia. Benissimo la revoca dell’espulsione ma ora serve far chiarezza su quanto accaduto".

Per il capogruppo del Pdl al Senato, Fabrizio Cicchitto, la richiesta di dimissioni avanzata da Sel nei confronti di Angelino Alfano è incomprensibile perché "il comunicato del governo sul caso della famiglia del dissidente kazako ricostruisce tutti i fatti avvenuti per cui non si capisce su che base l'on. Vendola invochi le dimissioni del ministro Alfano, se non per una inusitata faziosità politica. Un giorno o l'altro Vendola chiederà le dimissioni anche a se stesso e, considerando alcune vicende della regione Puglia, una volta tanto avrà anche qualche ragione per farlo".

Commenti
Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Ven, 12/07/2013 - 19:56

Non avendo -ovviamente- pubblicato niente a riguardo di questa vicenda le cui polemiche infuriano da giorni, (l'ennesimo capitolo della saga delle amicizie dittatoriali del capo il Italia del partito della libertà...), il Giornale poteva risparmiarsi questo pezzo, che è così vago sulla vicenda da sembrare privo d'interesse per chi non ne conosca i retroscena. Facevate meglio figura se continuavate il black out informativo...chi voleva sapere qualcosa di questa vergognosa storia si è già informato altrove.

ty.rex

Ven, 12/07/2013 - 21:16

buona questa! Quindi in buona sostanza si aspettavano che qualcuno targato PDL telefonasse in questura o peggio in procura per ostacolare quanto esaminato e deciso da 3 procuratori e un giudice di pace? E' vero che si parla di Roma e non di Milano, ma dopo la lezione Boccassini trovare masochisti di tale portata sarà una bella impresa.

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Ven, 12/07/2013 - 22:28

Mi domando, chi lo riporterà in Italia se lei è agli arresti domiciliari nel suo Paese? Chi ha veramente sbagliato in questa storia?

Ritratto di drazen

drazen

Sab, 13/07/2013 - 00:02

Che figura barbina!

KARLO-VE

Sab, 13/07/2013 - 00:27

E' Alfano che deve chiarire la propria posizione, non la signora

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Sab, 13/07/2013 - 04:39

Se ho ben capito,si è messa con forza una cittadina con documewnti a posto e sua figlia vera rifugiata politica su aereo per mandarla in mano di un dittatore che non credo dia molto affidamento democratico e chi compie reati gravissimi e non ha passaporto, non è rifugiato politico, si manda a spasso?Credo che le dimissioni in questo caso dovrebbero darle tutti in parlamento e principalmente i brillanti pensatori di questa operazione

Silviovimangiatutti

Sab, 13/07/2013 - 05:39

Ragazzi che figura di m..... Mi ricorda tanto la vicenda dei Marò. Dove c'è un pdiessino al governo, il provincialismo è garantito. Con buona pace di chi si illudeva che la convivenza tra opposte fazioni politiche portasse giovamento all'Italia.

Walter68

Sab, 13/07/2013 - 08:47

Qui in Italia non vengono espulsi nemmeno gli assassini ma stranamente viene rispedita in patria proprio la moglie del dissidente kazako. Vorrei ricordare che il dittatore Nursultan Nazarbayev è un carissimo amico di Berlusconi, non vorrei ci fossero state pressioni dell'ex Premier per fare un piacere al cattivo di turno. Troppa solerzia fanno pensare proprio che qualcuno abbia cercato di spingere per la loro estradizione. Perché non scrivete di questa amicizia tra il dittatore e Berlusconi?

oreste__

Sab, 13/07/2013 - 08:58

Il SEL e M5S chiedono la sfiducia di Alfano...bla bla bla. Poveracci questi del sel, quando si dice pure le pulci fanno la tosse, con il loro 3% di validità e il loro niki, per poter parlare, per poter tentare di valere qualcosa sono costretti ad appoggiarsi al N5S, 10 volte più grande di loro. Ma il Sel, a che serve? a chi vanno i soldi degli italiani?

soldellavvenire

Sab, 13/07/2013 - 08:59

et voilà! un altro bel pasticcino avvelenato per il tenero angelino, si dirà "non poteva non sapere", ecco un altro bel fagiano impallinato dai suoi fidati scherani "assoluta fiducia nella polizia" in verità non solo la destra non sa quel che fa la sinistra, ma il suo dito mignolo non sa quel che fa il pollice: e quando tentano di lavarsi la faccia inevitabilmente un dito finisce nell'occhio!

gigi0000

Sab, 13/07/2013 - 09:45

Dalle informazioni di cui dispongo, sembrerebbe cha la Signora avesse presentato un falso passaporto diplomatico. Se ciò fosse stato accertato, l'espulsione sarebbe stata una cortesia. La buffonata del governo anche soltanto di discutere la questione è proprio indice della pochezza italiana. Per altro, il passaporto diplomatico non è garanzia d'immunità diplomatica ed anche l'Ambasciatore Kazako ha sostenuto la correttezza dell'operazione. I cialtroni ignoranti che fanno tanto clamore per nulla, a mio avviso, Letta e combriccola compresi, prima dovrebbero informarsi sulla Convenzione di Vienna che regola i rapporti diplomatici tra i paesi.

Mario-64

Sab, 13/07/2013 - 10:01

Possibile che i governi si sveglino regolarmente quando le frittate sono gia' fatte? Mi sa' che e' un'altra vicenda stile maro'... Con la differenza che i contratti miliardari col Kazakistan ce li ha l'ENI . Se vogliamo fare i "mafiosi" facciamolo fino in fondo ,idem se vogliamo fare i bravi , cosi' non siamo ne' carne ne' pesce.

Cinghiale

Sab, 13/07/2013 - 11:11

@Walter68 Sab, 13/07/2013 - 08:47 - Nursultan Nazarbayev, un comunista tutto d'un pezzo. Comunismo=Dittatura cominciate a capirlo?

Raoul Pontalti

Sab, 13/07/2013 - 11:17

Concordo con Mario-64. In un mio commento inviato ieri e non pubblicato sostenevo il medesimo concetto con parole di fuoco. Qui poi non si sa se si tratti di cialtroneria ormai diffusa ad ogni livello o peggio di svendita al miglior offerente di certi servizi...I bananas poi non cessano di far cascare le braccia (e gli zebedei a terra): c'è quello che giura essere tutto regolare perché il Kazakhstan così ha detto! Nella logica da microcefali dei bananas ovviamente il ragionamento non fa una grinza. Peccato per loro che non la pensino così la UE e tutti i paesi occidentali e il paese africano che ha confermato che il passaporto era autentico. Qualcuno dirà: ma diversi organi giurisdizionali hanno avallato l'espulsione: certo! sulla base della documentazione fornita dalla polizia, la quale con strana solerzia ha istruito la pratica dell'espulsione. Non si riesce ad espellere dopo anni dei delinquenti e qui si espellono in pochi giorni una donna e una bimba congiunti di un dissidente. Agiscono sempre male e tardivamente gli stipendiati con denaro pubblico e quando fanno in fretta combinano disastri immani. Riprendete i vostri ritmi da lumaca o mantenuti dal contribuente, ci siete abituati e così farete meno danno.

Ritratto di mark 61

mark 61

Sab, 13/07/2013 - 11:30

"rientrare in Italia, dove potrà chiarire la propria posizione" un bel regalo fatto dal PDL LO sanno in tanti dite la verità !!!!!!! Perché non scrivete dell' amicizia tra il dittatore e Berlusconi?

Ritratto di mark 61

mark 61

Sab, 13/07/2013 - 11:36

"rientrare in Italia, dove potrà chiarire la propria posizione" un bel regalo fatto dal PDL LO sanno in tanti dite la verità !!!!!!! Perché non scrivete dell' amicizia tra il dittatore e Berlusconi?

plaunad

Sab, 13/07/2013 - 11:36

Ma con tutti i problemi che abbiamo dobbiamo pure perdere tempo per un paio di stravaganti (per non dire peggio) Kazaki? Ma che se ne vadano da un altra parte.

esulenellamiaPatria

Sab, 13/07/2013 - 11:37

Ad una prima figura di mer.a , ne aggiungiamo un'altra! Sbagliare è umano , perseverare è da cogli..i!Saluti.

Ritratto di caribou

Anonimo (non verificato)

Ritratto di frank.

frank.

Sab, 13/07/2013 - 11:45

La storia è semplice: Il dittator Nazarbajev è amicissimo di Berlusconi (come quasi tutti i dittatori del mondo), il quale ha dato ordine al suo schiavo, nonchè ministro dell'interno Alfano, di rispedire in Kazakistan (in galera) la moglie e la figlia del dissidente, per fare un favore al suo amicone! Fantascienza o soliti deliri komunisti? Sarà...ma questa la versione che gira su tutti i giornali del mondo, che naturalmente in Italia quasi nessuno cita e che basta andare a leggere sui siti internet. Ma anturalmente sarà il solito complotto komunista/americano/bolscevico/tedesco/sovietico/giudaico/massone/vendoliano/grillino contro il nostro amato conducador!

Ritratto di bussirino

bussirino

Sab, 13/07/2013 - 11:54

Ma vi rendete conto che di un nulla ne fate una tragedia voi giornalisti? Se suo marito se n'è fregato di sua moglie andando in Inghilterra vuol dire che l'ha abbandonata perchè la spedissero al suo Paese o no! Così è stato fatto. I dissidenti veri combattono dentro il proprio Paese e non nascondersi fingendo di "combattere". Ora finitela. L?Italia ha fatto bene, anzi, dovrebbespedirli tutti al loro paese questi finti dissidenti. cesare da fiorenzuola

cicero08

Sab, 13/07/2013 - 12:02

Quello che vorrebbe salvare Alfano sembra l'ennesimo ignobile compromesso. A questo punto è Letta che ha scelto di mettere a rischio il suo stesso governo. Mi pare che la Idem è stata costretta alle dimissioni per molto meno. ?

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Sab, 13/07/2013 - 12:23

Veramente i contratti miliardari ce li ha anche Berlusconi. E proprio col dittatore Kazaco di cui è intimo amico!

astice2009

Sab, 13/07/2013 - 12:29

Gigi0000 lei è solo uno sporco comunista che pur di difendere un dittatore comunista come il Kazako scrive falsità come tutti i comunisti

Silviovimangiatutti

Sab, 13/07/2013 - 13:31

@Frank: da quando in qua circolare per il paese con un passaporto falso non è reato ?