Grillo, parla il portavocedella sinagoga a Milano "Ha problemi con ebrei"

La sinagoga Bet Shlomo: "Passiamo giorni a combattere contro pregiudizi. Poi arrivano parole come le sue e rischiano di rovinare tutto"

Per ora nessuna iniziativa ufficiale, «ma c'è un passa-parola inquieto» nel mondo ebraico italiano. E non (solo) per le notizie di tensioni che arrivano da Israele, sempre più al centro di una morsa fondamentalista. Oggi a preoccupare sono le uscite di un nuovo protagonista della politica italiana qual è - volente o nolente - Beppe Grillo. «Noi - spiega il portavoce della sinagoga milanese Bet Shlomo, Davide Romano - passiamo giorni, mesi e anni nelle scuole - e non solo nelle scuole - a combattere contro i pregiudizi e gli stereotipi. Poi arrivano parole come le sue e rischiano di rovinare tutto».

Il riferimento, ovviamente, è ai giudizi che il leader del «Movimento 5 stelle» ha reso nei giorni scorsi sull'Iran e sulla politica estera, in un'intervista al quotidiano israeliano Yedioth Ahronoth. Parole contestatissime, discutibili, ma che per gli ebrei italiani non sono una novità: «Grillo ha già negato, praticamente, il negazionismo del presidente iraniano Ahmadinejad, e qualche anno fa aveva già difeso le parole deliranti con cui l'attore americano Mel Gibson, ubriaco, aveva offeso gli ebrei». «Grillo - è l'opinione di Romano - è sicuramente in buona fede ed è anche un non violento, ma forse ha un problema, non solo con Isreale, ma anche con gli ebrei». «Personalmente - aggiunge Romano - l'ho ascoltato nel corso di uno dei suoi comizi, e devo dire che una battuta, anche sulla presunta avarizia degli ebrei, ci può stare, se fatta con garbo. Quando però queste battute diventano troppe o troppo insistite, allora subentra una sensazione di disagio, di amarezza, negli ebrei e non solo». «Comunque - continua Romano - Grillo sembra non rendersi conto che ha una responsabilità ulteriore, se ci sono tante persone che lo seguono. Non si rende conto che la violenza può essere armata anche dalle parole».

In effetti la possibilità che il suo movimento possa essere rappresentato in Parlamento sembra essere, dentro la comunità ebraica italia, un'eventualità preoccupante: «Ci domandiamo - dice Romano - cosa accadrebbe se avesse una responsabilità di politica estera, per esempio. E se sarebbe coerente con queste dichiarazioni, che sembrano ispirate a un vecchio anti-americanismo, da anni Cinquanta».

In realtà, questo è il giudizio del portavoce del tempio Bet Shlomo, nessuna delle tante anime della sinistra italiana si era mai spinta così avanti (o indietro): «Non dico Fausto Bertinotti, ma neanche un Oliviero Diliberto aveva detto su Israele e gli ebrei le cose che dice lui - osserva Romano - e sembra che, quando Grillo parla di certi personaggi, si dimentichi che siamo in presenza di autentici assassini, torturatori, dittatori, le cui prime vittime, è bene ricordarlo, sono proprio i musulmani o gli arabi che magari Grillo, ripeto in buona fede, pensa di difendere». «Spero che capisca che su certe cose non si scherza».

Commenti

mancino76

Mar, 26/06/2012 - 20:23

Basta con la storia che tutti quelli che criticano israele sono antisemiti! I primi razzisti sono proprio loro che considerano i non ebrei come una razza inferiore

angriff

Mar, 26/06/2012 - 20:32

Ma in questo Stato è possibile avere un'idea differente dagli altri oppure no? Gli altri politicanti hanno già capito come funziona il mondo e a certe entità gli lisciano il pelo,ma io,questi politicanti,li disprezzo.

Fracescodel

Mar, 26/06/2012 - 21:58

Grillo fa veramente paura ai poteri forti..cioe' quei poteri illegali, tirannici, e finanziari che hanno oramai le mani sulle politiche del mondo, contrastando tutto cio' di sacro che viene sancito dalle costituzioni locali, che indicano i popoli come sovrani e non invece i potentati bancari-corporativi! Grillo fa cosi' paura che adesso lo affrontano direttamente accusandolo di antisemitismo, l'insulto massimo, una macchia che ha distrutto chiunque ne e' stato accusato. Mi dispiace per questi individui che tentano di gettare fango su Grillo, ma penso che noi ITALIANI voteremo per lui, proprio per toglierci da queste dinamiche di potere, oddio, fango e sovranita' sovvertita. Grillo e' onesto e si sacrifica per noi...non e' certo un vergognoso politico corrotto ed asserviente dei padroni finanziari. Grillo vincera', perche' siamo in Italia e qua' comandiamo noi Italiani, nessun altro.

TruthWarrior1

Mar, 26/06/2012 - 22:03

Bravo Mancino! Non potrei essere più d'accordo con ciò che hai sottolineato. Il 'popolo scelto' crede di poter dettar leggi e dare lezioni di moralismo agli altri, ma quando il loro stato 'ebraico' Israeli, viola tutti le leggi internazionali che gli sono scomode , commette atti di barbarie contro chiunque osa criticare la sua politica razzista, allora tutto è consentito. Che ipocriti!

caron

Mar, 26/06/2012 - 22:05

a mio avviso Grillo è e rimane un comico, se ora vuole fare politica deve togliersi la casacca di comico forse direbbe meno ca...te.

Porrzuz1492

Mar, 26/06/2012 - 22:22

Dopo l'ultima intervista é evidente che Grillo é fuori di melone mancava solo che incolpasse il mossad del suo incidente

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 26/06/2012 - 23:43

Ma che noia infinita...... non si può parlarne se non con elogi..... si rendono antipatici proprio con questa presunzione e pretesa di incriticabilità

Ritratto di LoZioTazio

LoZioTazio

Mer, 27/06/2012 - 03:37

Se é vero come é vero che ci sono molti italiani capaci di dar retta a questo capocomico, allora é proprio vero che siamo alle comiche finali, e che per l' Italia non c'é speranza. Che tristezza!

Ritratto di MACzonaMB

MACzonaMB

Mer, 27/06/2012 - 04:09

Chissà perchè proprio nell'entourage di una sinagoga brasiliana si è tesa una mano per dare protezione al Battisti nazionale? Per me il discorso parte da molti lontano quando Carlo Marx figlio di un rabbino escogitò il piano-Marx che proprio ai giorni nostri viene via via progressivamente, miseramente rispedito al mittente. Senza dimenticare che Lenin era figlio di ebrei. Ma non basta: il rovescio della medaglia del fenomeno antagonista porta il nome di nazismo che ha come fautore emblematico un certo Hitler, guarda caso anche questi di razza ebraica. Tutti qs. sono dati di fatto e non pregiudizi anche se diventati palesi grazie all'informazionee che non ha sempre trovato vie facili. Con questo si vuole solo dare un idea del vittimismo più obiettiva, scindendo opportunamente la componente fanatico-sionista da quella più dignitosa che è propria del popolo ebraico: altrimenti si ricaverebbe il bieco-subdolo messaggio per cui in nome di una "razza eletta" tutto è consentito. Vai Grillo

ninito

Mer, 27/06/2012 - 08:02

Grillo come politico, è un bravo comico.

ettore80

Mer, 27/06/2012 - 09:32

Bella questa di Grillo filo islamico... dai! dai! tutto fa brodo

emulmen

Mer, 27/06/2012 - 09:36

#4 TruthWarrior1 - tu devi avere qualche problema mentale...la comunità ebrea fa capire che le sparate di Grillo sono preoccupanti..ricordano tanto quelli che prima di conquistare il potere faceva un oscuro caporale austriaco di Brainau-Inn..e ricorda che israele non fa altro che difendersi. Forse ti fa scomodo dimenticare che ogni giorni quelli di Hamas buttano sugli insediamenti ebraici decine di razzi e che Israele risponde. Ricorda che con la vittoria ei fratelli musulmani in Egitto su israele aumenta la minaccia di annientamento totale, minaccia a cui lo stato ebraico potrà rispondere solo difendendosi ferocemente contro milioni di arabi ostili. Vergognatevi sinistrati: siete voi ora i veri antisemiti!

marco963

Mer, 27/06/2012 - 09:42

Scrivi qui il tuo commento

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Mer, 27/06/2012 - 10:00

guardali..come sono intirizziti dalla paura.

Blasyo

Mer, 27/06/2012 - 10:14

"Passiamo giorni a combattere contro pregiudizi." Vorrà dire che passano giorni a cercare di nascondere la verità facendo il lavaggio del cervello alla gente.

marinaio

Mer, 27/06/2012 - 10:27

Qualcuno mi può spiegare perchè viene considerata cosa normalissima fare dell'ironia sugli scozzesi, sui musulmani, sui napoletani o sulle persone grasse, mentre appena si pronuncia la parola "ebreo" apriti cielo, scoppia il finimondo???? Il bello è che non si può criticare neanche Israele perchè immediatamente il nome viene collegato agli ebrei, un pò come se parlo dell'Italia e subito si fa un collegamento al cristianesimo. E vi prego non parlatemi dell'olocausto perchè non è possibile ricordare in eterno questa tragedia, considerato che alla stessa stregua ne andrebbero ricordate molte altre, per esempio le stragi comuniste che hanno causato (e continuano a causare) quasi 100 milioni di morti. Vabbè che sono il popolo eletto, ma non esageriamo per favore.

Ritratto di ettore muty

ettore muty

Mer, 27/06/2012 - 10:30

1 mancino76 : quoto in toto

marco50

Mer, 27/06/2012 - 10:41

Certi commenti dei Grillettini sono sgradevoli. Se il vostro Guru dice minchiate, ..abbiate pazienza, capitelo, non diventate come lui.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 27/06/2012 - 10:42

Sulle falsificazioni del MEMRI, l' istituto di traduzioni dall' arabo e diffusione di notizie dal mondo arabo di cui si servono tutti i media occidenali, si sa già abbastanza. Cito un solo esempio: una volta mandarono in onda un cartone animato palestinese in cui la traduzione metteva in bocca a un personaggio la frase "vogliamo distruggere gli ebrei". Il cartone venne poi ritradotto da diversi traduttori indipendenti e quella frase in realtà era "gli ebrei ci sparano addosso". Simili operazioni di propaganda sono state denunciate da professori universitari di mezzo mondo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 27/06/2012 - 10:46

#12 emulmen (6) - lei ha un bel lavaggio del cervello, candeggiato proprio. Israele non risponde a niente. Israele è uno stato sorto sull' espulsione e i cadaveri dei Palestinesi. Quindi non può aspettarsi altro che ostilità finché non riconsegna le terre depredate.

Perrucci Antonio

Mer, 27/06/2012 - 10:57

Mi chiedo e chiedo al sig. Romano da dove spuntano tutti quei profughi palestinesi? Un popolo, quello Palestinese privato con la forza della propria terra. Quanto alla suscettibilità di questi "unti dal Signore", democrazia e libertà di pensiero, sempre che valgano anche per esprimere dissenso verso la politica israeliana,sono principi della nostra Costituzione che spero siano e restino sempre valori fondanti della nostra libertà di critica.

duball

Mer, 27/06/2012 - 10:49

#1 mancino76 I primi razzisti sono gli arabi musulmani...verso tutti... ma specialmente verso i neri. quello che tu chiami razzismo degli ebrei, e' paura e diffidenza .Ampiamente giustificata direi vista la storia degli ultimi 2000 anni

marinaio

Mer, 27/06/2012 - 10:51

per #12 emulmen: L'ONU ha emanato più di 120 (centoventi) risoluzioni contro Israele tutte relative a violazioni da parte dello stato sionista: Costruzione del muro, abbandono dei territori occupati, blocco degli insediamenti dei coloni, uso dei proiettili al fosforo, limitazione della libertà ai residenti non ebrei, ecc. ecc. ecc. 120 risoluzioni e nessuna rispettata, ma soprattutto fatta rispettare, perchè quando si parla di Israele le risoluzioni ONU diventano solo carta straccia. Si è vero, lei ha ragione, Israele quando attaccato deve difendersi, ma mi spiega che diritto ha, rispetto ad una intera comunità internazionale, a negare la creazione dello Stato palestinese? Guardi che io non sono di sinistra.

mrcloud

Mer, 27/06/2012 - 11:01

E dopo guru, demagogo, capopopolo, populista, antipolitico ora anche antiseminta! Sono così comici questi media quando si capisce il loro giochetto....

Ritratto di ettore muty

ettore muty

Mer, 27/06/2012 - 11:15

#16 marco50 : a minchiate stravince il berluscaz ma solo a minchiate per fortuna

Anna H.

Mer, 27/06/2012 - 11:13

Non è Grillo che ha problemi con gli ebrei, è Israele che ha problemi con tutto il resto del mondo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 27/06/2012 - 11:42

Grillo ha problemi con gli ebrei ??... anche Dante, Dostoevskiy, Shakespeare, Goethe, Schopenhauer, Pound, Celine, Liszt, Wagner,... Fichte, Rousseau ...... persino l' ideologo della tolleranza Voltaire aveva "problemi" con costoro..... questi colossi della storia europea erano tutti pazzi fanatici??

emulmen

Mer, 27/06/2012 - 11:50

#23 marinaio - io non me la prendevo con te infatti..cmq sta di fatto che la storia dimostra che quelle terre erano degli ebrei da migliaia di anni fino alla distruzione di Gerusalemme da parte dei romani nel 70 D.C. e quando alla fine della prima guerra mondiale sono andati in quelle terre migliaia di ebrei non hanno fatto altro che ritornare nelle loro terre dopo centinaia di anni di soprusi..vogliamo dimenticare ad esempio che fu proprio il papa di Roma che nel 1500 istituì il ghetto ebraico i cui internati avevano un simbolo proprio come facevano i nazisti? e se ora c'è sempre una guerra lì non è certo colpa di israele, ma di quelli di Hamas che istigano la popolazione odiale ad odiare la nazione ebraica: ora poi che in Egitto hanno vinto i fratelli musulmani...hai sentito che Morsi ha già detto che chi non è musulmano o si converte o dovrà andarsene? si prospettano tempi cupi per quella zona del mondo aizzata dall'Iran contro Israele...

antipodi

Mer, 27/06/2012 - 12:09

alla secolare storia degli ebrei vittime di ogni cosa non crede più nessuno...avete la politica estera più imperialista e bellicosa del mondo, e sedete sui più alti scranni dell'economia e della politica, quindi spiegatemi:se governate il mondo, perchè avete paura del mondo??

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 27/06/2012 - 12:19

#28 emulmen Oh davvero !!?? gli israeliti erano in quelle terre 2000 anni fa?? Benissimo, allora noi Italiani facciamo come loro e riprendiamoci la Gallia (Francia), l' Illiria (Balcani), l' Iberia (Spagna e Portogallo), mezza Germania, tutto il nordafrica, l' Egitto, la Mesopotamia, la Grecia ecc..... e naturalmente, sig. emulmen, si prepari a esser sloggiato da qualche Arabo o Norvegese che rivendica la Sicilia (perché c'erano i suoi antenati) , mentre Francesi potrebbero rivendicare Piemonte e mezza Lombardia.... ecc... ecc... prepari le valigie sig emulmen !! sono sicuro che Lei sarà prontissimo a cedere la Sua casa a chi la chiederà come si aspetta che i Palestinesi facciano con gli israeliani.

claudiocodecasa

Mer, 27/06/2012 - 12:47

grilo a volte dovrebbe tagliarsi la lingua, se parla contro gli ebrei è amico dei comunisti che sono dei *******i

LucaSchiavoni

Mer, 27/06/2012 - 13:03

Pragmatismo, ecco il peccato di Grillo e i vari Diliberto: 1 - Israele è o non è una teocrazia? Ha l'atomica? Quindi che differenza c'e' con altre teocrazie armate? 2 - l'Iran ha la pena di morte? Si, anche la Cina, ma detta legge in Italia perche' hanno i soldi e investono. Ma pari sono, anche gli USA condannano a morte solo chi non ha buoni avvocati. NESSUN ricco è stato mai messo a morte, quindi NON è una democrazia perfetta neanche quella. La bestia nera non è solo l'Iran.

Bozzola Paola

Mer, 27/06/2012 - 13:11

A parte il fatto che Grillo a scuola era abbastanza perdaballe, non mettetemelo sul podio dello statista per favore. Sta sparando cxxate come da buon comico è. Ora si è montato la testa perchè è salito al 20%di consensi , ma state tranquilli che alla resa dei conti casca l'asino. Certo che se alle panzane che spara gli corre dietro la gente senza cervello, cultura della storia, allora si che siamo fregati. Siccome adesso tutto ciò che è di sx, di orientale (la moglie è iraniana e se fa qualcosa che non va lo suocero gli taglia le palle)è VIP e alla moda, logico pensare che fa "fico" fare e dire .....Poi che la moglie o meglio la famiglia della moglie gli abbia fatto il lavaggio del cervello tutto è possibile. Ma siccome per fortuna NON TUTTA L'ITALIA è d'accordo con la politica iraniana e palestinese e siriana penso si possa stare tranquilli. L'ITALIA AMA ISRAELE. Si è visto durante la seconda guerra mondiale che gli ebrei sono stati aiutati e salvati a migliaia pur avendo i nazisti.

emulmen

Mer, 27/06/2012 - 13:17

Ausonio - guarda che credi di essere un saputello ma qui dimostri di non sapere nulla..vatti a rileggere l'antico testamento e vedrai se non è vero quel che ho detto...forse gli ebrei non hanno diritto di tornare in quelle terre che erano state di loro proprietà dal'epoca di Abramo per 2000 anni per poi essere scacciati solo dai romani? Io non ho mica detto che allora noi dovremmo rifondare l'impero romano perchè quelle sono state solo delle conquiste militari, ma gli antenati degli ebrei abitavano quelle terre migliaia di anni fa prima degli arabi stessi che non hanno fatto altro che impadronirsene. Per gli ebrei è semplicemente un diritto tornare lì ma il fatto è che fin dal 1948 sono stati continuamente attaccati dagli arabi: sicuramente loro vorrebbero vivere in pace ma quelli di Hamas ora e Arafat prima non glielo hanno mai permesso. Vuoi forse un altro genocidio degli ebrei per lasciar posto ai palestinesi? complimenti per le tue idee...

marchino.blu

Mer, 27/06/2012 - 13:26

#33 Si e' mai chiesta perche' il m5s e' al 20%? Poi chi l'ha detto che l'Italia ama israele?Parli per se,non a nome dell'Italia..sei senza cervello

Anna H.

Mer, 27/06/2012 - 13:32

#34 emulmen. "vatti a rileggere l'antico testamento e vedrai se non è vero quel che ho detto..." : ci dica che è uno scherzo, per favore.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Mer, 27/06/2012 - 13:37

@ Bozzola Paola Mi scusi ma le sue considerazioni mi sembrano alquanto confuse: la sinistra, la moglie, israele, la seconda guerra mondiale in un misto irrazionale che non ha nulla di sensato se non al bar. La realtà, al solito, è più semplice e banale rispetto alle speculazioni da novella 2000: Grillo ingloba il malessere dei cittadini e se ne fa portavoce e, le assicuro, questo non ha nulla a che fare con la moda. Inoltre i sondaggi lo danno in crescita mentre danno in diminuzione tutti i partiti. Per il resto non credo che lei conosca nè la moglie di grillo nè la sia famiglia quindi gli eventuali lavaggi del cervello sono frutto della sua scarsa immaginazione o di qualche farmaco di bassa qualità. Dulcis in fundo, durante la seconda guerra mondiale, gli italiani aiutavano le persone in quanto tali, non certo perchè amavano uno stato che ancora non era nato. Come vede il confronto tra razionalità e bar è impietoso.

rcupioli

Mer, 27/06/2012 - 13:39

dunque, se fino a qualche centinaio di anni fa gli Stati Uniti d' America erano ABITATI solo dagli indiani d' America, per quale motivo allora non si dovrebbero CACCIARE inglesi, olandesi, irlandesi da quelle terre?? perchè non dovrebbe esistere la nazione degli indiani d' america?? Dire che quelle terre spettano agli israeliani perchè erano abitate da loro fino al 70 d.c. mi sembra un po' deboluccia come difesa. Magari ha solo fatto più comodo creare in quella zona lo stato di Israele, piuttosto che dedicare loro una Patria dentro i confini di una Europa (Inghilterra???) o addirittura in America...

antipodi

Mer, 27/06/2012 - 13:42

Bozzola Paola l'italia ama israele è una banalità come dire l'italia non va in guerra ma in missioni di pace. leggiti il manifesto sulla razza allora,o parecchi autori del novecento...gli ebrei non sono mai stati ben visti nemmeno in italia sin dai tempi del medioevo.come lo stesso discorso vale in germania non tutti i tedeschi erano antisemita. sul fatto che siamo pro israele ti do ragione ma per una ragione puramente di interessi economici in primis,in secondo luogo perchè siamo l'italia una repubblica satellite del vaticano e in terzo luogo perchè la nostra politica estera coincide esattamente con quella statunitense.

killkoms

Mer, 27/06/2012 - 13:50

#16marinaio,guarda che il"tabù"riguarda anche i mussulmani!vietato parlarne male o sono cavoli!esiste anche una potente lobby islamica!il danse che vergò alcuni anni fà le vignette anti islam,se n'è dovuto andare in america,nonostante il liberismo scandinavo! "eurabia danimarcia",titolò un giornale!

antipodi

Mer, 27/06/2012 - 13:47

emulmen lasci stare il genocidio...il genocidio lo sta compiendo ora israele sul popolo palestinese se non lo sa

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 27/06/2012 - 13:47

#34 emulmen Rileggere l' antico testamento !?!? ma secondo Lei... cosa può contare quello che è scritto sulla Bibbia? Ci credono gli ebrei, mica gli Arabi !! E' un libro, mica un trattato internazionale vincolante. Da quando si costruiscono le nazioni in base ai testi sacri (sacri per alcuni, mica per tutti)?? Non si rende conto che è un modo di "ragionare" ridicolo ?? E chi decide che la presenza Romana in Europa era una conquista mentre quella ebraica in Palestina era legittima?? Lei? Jahveh? .... ripeto,... magari su qualche testo sacro Mongolo c'è scritto che a loro spetta la Cina e loro ci sono stati in Cina con Gengis Khan.... cosa facciamo? ci aspettiamo che i Cinesi lascino il posto?? hahaha

rcupioli

Mer, 27/06/2012 - 13:59

ah già, quella terra 2000 anni fa apparteneva agli ebrei! Ma, se non ricordo male, quella era la Terra Promessa; gli ebrei vi si sono insediati scacciando a loro volta qualche altro popolo (basta leggere la bibbia, no?); quindi gli ebrei stessi hanno usurpato quelle terre: basta solo spostare l' asticella del tempo ancora un po' più indietro...

lucaberardi

Mer, 27/06/2012 - 14:04

Uno che crede come Grillo che l'Iran, dove perseguitano e condannano a morte gli oppositori, sia il giardino dell'Eden è solo un ignorante colossale. Poi da quale pulpito parla lui di moralità che ha usufruito di due condoni immobiliari e di un condono fiscale? A colui che dietro l'anonimato dice che Israele viola le leggi internazionali vorrei chiedere se Israele, unico stato democratico del Medio Oriente, in cui vivono 1 milione di cittadini di fede islamica a anche credenti di altre fedi, non ha diritto di difendersi dai terroristi di Hamas ed Hezbollah, sponsorizzati da Siria ed Iran, che la assediano ai confini nella totale paralisi politica dell'Occidente. Terroristi riconosciuti come tali anche dall'Unione europea e che hanno nel loro statuto come obiettivo la distruzione di Israele. Con costoro che inviano kamikaze ad uccidere civili o lanciano missili da Gaza l'unico modo di dialogare é difendersi legittimamente con le armi

antipodi

Mer, 27/06/2012 - 13:56

Ausonio hai veramente ragione purtroppo la maggioranza della gente parla per luoghi comuni, e con ragionamenti semplici nazismo-olocausto-ebrei vittime-quindi sono i buoni.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Mer, 27/06/2012 - 14:02

@ emulmen per me va bene. Poi però tutti i discendenti di inglesi, francesi, olandesi ed europei in genere che abitano gli stati uniti devono essere riportati in europa, lasciando alle popolazioni native di quei luoghi tutte le terre. Idem per l'australia, l'Africa e le terre nord asiatiche. Inoltre lo stato d'israele dovrebbe essere abitato da discendenti dei veri abitanti di quelle terre, quindi con tratti somatici assolutamente mediorientali e di certo non di piena origine caucasica o frutto di conversione religiosa.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 27/06/2012 - 14:16

#44 lucaberardi Il fatto che Israele sia democratico (e ci sarebbe da discutere visto che io non conosco democrazie in Europa che basano la legislazione sulle scritture religiose o vietano partiti che non riconoscano il carattere religioso dello stato) non cambia comunque nulla sul piano del diritto internazionale, è un fatto di politica interna. Violazioni del diritto internazionale sono violazioni, indipendentemente dalla forma di governo interno. Punto. Una bomba al fosforo proibita gettata da uno stato democratico non fa meno male di una bomba al fosforo gettata da una oligarchia, dittatura o monarchia (neanche se saudita o del bahrein, che tanto piacciono ai nostri liberatori americani )....

albertohis

Mer, 27/06/2012 - 14:18

Siete proprio messi male se pur di diffamare Grillo vi affidate alla comunità più paranoica del sistema solare. Nulla di quanto detto da BG offende o critica in alcun modo gli ebrei in quanto tali. Sono tutti fatti verificabili. Non vorrei tirar fuori ancora la storia del popolo eletto e dei Goym, anche se... #28 emulmen: attento, la paranoia è contagiosa.

Michelangelo2011

Mer, 27/06/2012 - 14:56

Israele.. è l'unica democrazia in mezzo a paesi arabi dove non esiste ne democrazia ne stato civile.. perche per avere una democrazia completa non c'e solo il diritto di voto.. ma anche rispetto per i diritti umani.. e nei paesi arabi questi diritti non ESISTONO.. basta vedere cosa succede in Iran... Siria.. Egitto.. e via dicendo.. Senza Israele l'europa sarebbe gia un kalifato arabo... In europa c'e una sinistra indecentemente pro araba.. perche non conoscono ne la storia ne il contesto politico..Grazie israeale di esistere perche senza di voi noi saremmo gia un paesi islamico... leggete oriana fallaci.. il fondamentalismo è basata sul nazismo.. basta leggere il manifesto di HAMAS..... una copia/incolla del mein kampf di hitler... E qui c'e ancora gente che sta criticando Israele... l'unico paese civile in tutto il medio oriente!!! Grazie israele per aver dimostrato al mondo che siete un paese con le palle :)

iuliusagricola

Mer, 27/06/2012 - 14:56

Ma basta con il vittimismo sionista. perchè nn ci raccontano dei massacri fatti a danno dei palestinesi. O dell'insopportabile boria di Pacifici all'arco di Tito. Basta sionisti. Basta. la pazienza prima o poi si esaurisce!

Ritratto di MACzonaMB

MACzonaMB

Gio, 28/06/2012 - 23:14

#49 Michelangelo2011 ....e le torri saracene disseminate lungo le coste italiane, pure quelle sono sorte x merito di Israele? Mah si, certo: Mago Merlino grazie alla macchina del tempo secoli or sono ebbe una consulenza coi "Migliori" di tutti i tempi ricavando le linee guida x impostare la logistica del ca(.....)so.

Ritratto di Adry74

Adry74

Lun, 18/02/2013 - 19:26

il portavoce della comunità di Milano parte dal presupposto che ogni critica alla prassi di Israele sia espressione di un pregiudizio e pertanto inammissibile. Questa presunzione di innocenza perpetua e di "giustezza" per definizione tuttavia sembra più il segno di una fortissima autostima (per non dire senso di superiorità razziale) che non della realtà. Si è mai chiesto il portavoce come mai tutti questi pregiudizi colpiscono gli israeliani e non gli svedesi o gli argentini, i giapponesi o i canadesi? Ormai il gioco intellettuale ricavato dalla vittoria della II guerra mondiale appare consunto. Gli ebrei di tutto il mondo, per il loro stesso bene, devono fare i conti con le terribili aporie della loro storia, con le colpe anche drammatiche della loro classe dirigente, con quel sottofondo razzista arcaico ("il popolo eletto") che offusca la loro stessa visuale e che nei goym suscita una duplice reazione aggressiva nei più rozzi (l'antisemitismo) di generica ilarità in coloro che nonostante tutto non si sentono di dover odiare gli ebrei ma trovano pateticamente ridicola la supponenza ebraica di sempiterna giustezza e innocenza.