Il guru Casaleggio perde Chiarelettere e il portale Cadoinpiedi

Secondo Vanity Fair, Casaleggio non gestirà più la comunicazione online delle case editrici controllate dal gruppo Mauri Spagnol e a Cadoinpiedi.it 

Un guru dimezzato. Dopo l’estate, Gianroberto Casaleggio "perderà il maggiore cliente che ha in tasca dopo Beppe Grillo: il potentissimo gruppo editoriale Mauri Spagnol". A dare la notizia in esclusiva è il sito di Vanity Fair, secondo il quale Casaleggio "non gestirà più la comunicazione online delle case editrici controllate dal gruppo (Longanesi, Garzanti, Guanda, Corbaccio e Chiarelettere) e soprattutto dirà addio aCadoinpiedi.it e ai suoi 150 mila visitatori unici al giorno". Secondo il sito del settimanale, "nel mirino dei dirigenti Mauri Spagnol sono finite anche la gestione dei social network, ritenuta approssimativa, e la bontà dei pur numerosissimi accessi registrati dal portale Cadoinpiedi.it".

Commenti

angelomaria

Lun, 08/07/2013 - 19:59

QUASI QUASI NON CI CREDO MA'SOTTO SAPEVO! OH OH OH COFA FARA FUFFEFFO!?

External

Lun, 08/07/2013 - 21:39

Il cappellone, non è caduto in piedi.