I dubbi del Cav sul governo: i ministri parlano a sproposito

Infastidito dalle ultime uscite di Saccomanni e Zanonato e dall'immobilismo su Iva e Imu. E sulle riforme si accende lo scontro tra il Pdl e Quagliariello

Il messaggio è stato recapitato prima a via XX Settembre e poi a Palazzo Chigi. Forte e chiaro. Perché – hanno fatto notare i soliti ambasciatori – è vero che il Cavaliere continua a tenere il doppio binario ed è consapevole di quanto siano importanti le larghe intese anche in chiave riforme, ma il fastidio verso quello che definisce «l'immobilismo» del governo cresce di giorno in giorno. Un esecutivo di «unità nazionale» – ripeteva in privato ancora ieri – dovrebbe avere «il coraggio di fare grandi scelte» e invece qui siamo al punto che «nemmeno si vogliono mantenere gli impegni presi su Imu e Iva». E tutto ciò per Berlusconi è «assolutamente inammissibile», soprattutto se condito dalle ripetute frenate pubbliche del ministro dell'Economia Saccomanni o da quello dello Sviluppo Zanonato e dalle tante prese di distanza di un consistente pezzo di Pd che continua a mal sopportare la convivenza con il Pdl.
Un Cavaliere sul piede di guerra, insomma. Consapevole che, nonostante i risultati delle amministrative, su scala nazionale i sondaggi continuano a dare il centrodestra cinque punti sopra il centrosinistra (questo ha detto mercoledì sera durante la cena a Palazzo Grazioli con i vertici del partito) e deciso a non arretrare su quelle questioni che considera «dirimenti». Al punto che, spiega un parlamentare che Berlusconi lo conosce da una vita, «andrebbe ribaltata la teoria secondo la quale l'ex premier è pronto a far saltare il banco nel caso i tre appuntamenti giudiziari di fine giugno non vadano bene». Nonostante questo governo sia inerte – è il ragionamento – il Cavaliere non può strappare e dire davvero quel che pensa proprio perché aspetta le decisioni su diritti tv Mediaset, Ruby e lodo Mondadori. La prima in particolare, quella della Consulta che si deve pronunciare sul legittimo impedimento che non gli fu concesso nel 2010. Una decisione che a Palazzo Grazioli considerano «squisitamente politica». Per due ragioni. Prima: che un premier presieda un Consiglio dei ministri è oggettivamente un impedimento legittimo. Seconda: i 15 giudici costituzionali sono 4 pro Cav e 11 no, ma tra questi ultimi quelli nominati dal capo dello Stato – a questo punto decisivi - sono ben 4.
Un Berlusconi alla finestra, dunque. E in attesa degli eventi. Che però è sempre più insofferente verso il governo, tanto dall'aver fatto sapere a Letta che è arrivato il momento di mettere un freno alle sortite dei suoi ministri (Saccomanni e Zanonato). E che la situazione sia tesa lo conferma il fatto che a puntare il dito contro l'esecutivo sulle questioni economiche non siano solo i soliti falchi, ma pure chi è considerato più affine ai cosiddetti governativi (vedi il capogruppo al Senato Schifani o, sul fronte riforme, il coordinatore Bondi). Ieri perfino Alfano è stato piuttosto chiaro sul punto. «Siamo al governo – spiega il vicepremier e ministro dell'Interno - per liberare i cittadini italiani dall'oppressione fiscale. Ci battiamo e ci batteremo proprio per questo, per eliminare l'Imu sulla prima casa e per evitare l'aumento dell'Iva».
Ma l'agitazione non c'è solo sul fronte economico visto che anche sul versante riforme è esploso quello scontro interno che covava ormai da giorni tra un pezzo di Pdl e il ministro Quagliariello a cui si rimprovera di «andare per la sua strada senza consultare il partito». Giovedì era stato Fitto a chiedere per la prossima settimana una riunione dei gruppi parlamentari sul tema, ieri invece il colpo l'ha affondato Bondi. «Non comprendo perché – attacca - Quagliariello continui a usare termini ultimativi verso i partiti e il Parlamento che sono pronti a discutere la riforma. Così finirà per irritare tutti inutilmente». Il diretto interessato non va allo scontro, ma affronta la questione direttamente al telefono con il Cavaliere. Che - come al solito – minimizza, fa da paciere e lo invita ad andare avanti. Anche se è innegabile che la situazione sia esplosiva.

Commenti

Gianca59

Sab, 15/06/2013 - 08:58

Si, però anche Lui dovrebbe smettere di buttare continuamente nuovi temi sul tavolo. Se, per esempio, butta li il presidenzialismo mandando tutti in fibrillazione per una settimana con discussioni a vuoto, mi vuole dire come questi si mettono a pensare a IVA e IMU ?

xgerico

Sab, 15/06/2013 - 09:10

@Gianca59 - Ci Prova! In qualche modo stà cercando un salvacondotto!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 15/06/2013 - 09:16

La "eliminazione" dell'IMU sulla prima casa e il “NO” dell'aumento dell'IVA sono i due pilastri del programma di Governo di Silvio Berlusconi che principalmente hanno determinato la mancata vittoria del centrosinistra, e di Bersani in particolare, alle ultime elezioni. Ora il governo di "larghe intese", nato per volere di Napolitano per evitare il ritorno alle urne che avrebbe determinato la matematica sconfitta della sinistra, tra nomine di ministri, di finti"saggi", traccheggiamenti di ogni tipo, sospensioni e rinvii, sta solo perdendo tempo con il malcelato scopo di logorare il Cavaliere. I sinistrati ministri “guastatori” che affiancano Enrichetto Letta (poveretto!) hanno accettato di far parte del governo proprio per questo e non permetteranno mai che Berlusconi possa mettere a segno i due punti più importanti del Suo programma: Cancellazione dell'IMU e negazione dell'aumento dell'IVA. Sanno benissimo che per il PD sarebbe la fine. Insomma, se si fosse tornati subito alle urne il Cavaliere avrebbe stravinto e, allora, per il PD, meglio organizzare una sosta, riprendere fiato e consenso e, dopo l'estate, far cadere il governo dando la colpa a Berlusconi per la sua rigidità sui famigerati due punti. Spero che il Cavaliere almeno questo l’abbia capito. Provveda quindi a staccare Lui la spina ad Enrichetto Letta (magari con un intervento chiarificatore in TV), anzichè permettere ad una accozzaglia di impresentabili cialtroni di continuare a prendere per il culo gli Italiani!

winston1968

Sab, 15/06/2013 - 09:29

Parole, parole parole...

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 15/06/2013 - 09:29

Indubbio sia veramente difficile cercare di concordare dei cambiamenti con gente che la pensa diametralmente al’opposto e che hanno sempre lavorato per distruggere il paese addirittura senza neppure rendersene conto. Qui, o si cerca, con santa pazienza di far ragionare questi poveretti, oppure, si va tutti a casa. Il paese fallirà e sarà distrutto dal resto del mondo con una guerra economica, che senza sparare un colpo di fucile, lascerà più morti che quelli verificatesi nelle ultime due guerre mondiali. L’Italia non sarà più neppure un’espressione geografica. Grazie ai politici, magistrati, sindacati e giornalisti tutti che hanno lavorato per questo risultato.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 15/06/2013 - 09:35

Gli è sempre mancato il lavoro sul campo in parlamento. Lui è un dirigente ed ora non c'è nulla da dirigere. Parla a vanvera più del solito

Ritratto di ersola

ersola

Sab, 15/06/2013 - 09:40

eppure secondo la stampa bisognava fare presto e ora visto che il m5s non è al governo a chi daranno la colpa?

xgerico

Sab, 15/06/2013 - 09:43

@Luigi.Morettini - Praticamente sta dicendo "riandiamo a votare finchè non vince Berlusconi", magari con altre promesse elettorali!

AH1A

Sab, 15/06/2013 - 09:44

Luigi Morettni scrive: impresentabili cialtroni di continuare a prendere per il culo gli Italiani! Non sono estremamente favorevole a questo Governo, ma vorrei fare una semplice analisi dei FATTI. Se il Cav fosse questo toccasana, lo avremmo già potuto apprezzare in quanto sono 20 anni che "comanda". La risultante di questa bravura è che lui 20 anni fa stava peggio e con le sue aziende sull'orlo del disastro, noi italiani stavamo meglio. In questi anni abbiamo avuto solo incremento del debito pubblico (vedi grafici in rete) aumento della disoccupazione (a fronte della promessa di milioni di posti di lavoro) ed aumento della posizione di Berlusconi nella classifica degli uomini più ricchi d'Europa. Ingannato dalle chiacchiere nel 2008 votai il Cav. Nonostante la maggioranza bulgara che ottenne, cosa abbiamo avuto noi in cambio? Nulla! Si critica questo Governo, ma ricordate le "orecchie basse" con cui tornarono il Silvio con Tremonti dopo il vertice europeo di Nizza (mi pare)? e la manovra conseguente? Ora mi si viene a dire che Letta dovrebbe farsi sentire in Europa, la solita storia....si parla bene doppo aver razzolato male certi che gli italiani dimenticano presto. Seplice suggerimento a chi vorrebbe staccare la spina....il Cav non può perchè teme i fuoriusciti di Grillo... sai che ridere poi....ed anche se si andasse a votare...questa volta non troverebbe Bersani come alleato...vedi ultime Amministrative...

bezzecca

Sab, 15/06/2013 - 09:47

Parlano a sproposito ? Quando dicono che aumenteranno l' iva e si dovra' pagare l' imu per me dicono la verita' !

Cristina Ulcigrai

Sab, 15/06/2013 - 09:50

Buon fine settimana a Silvio Berlusconi;in questo momento la politica vive una calda estate.Ciao Cristina.

xgerico

Sab, 15/06/2013 - 09:50

-@Luigi.Morettini - Praticamente sta dicendo "riandiamo a votare finchè non vince Berlusconi", magari con altre promesse elettorali!

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Sab, 15/06/2013 - 09:52

Non capisco perchè il PDL non riproponga quanto detto in campagna elettorale circa la copertura del mancato introito IMU, e cioè tassare alcolici, tabacco e giochi d'azzardo. Quanto poi a ulteriori risorse Il PDL aveva prospettato un accordo con la Svizzera per i capitali esportati illegalmente. Forza dunque insistere su questi punti se sono praticabili altrimenti ammettere che si erano dette delle sciocchezze, sotto forma di promesse elettorali.

franco@Trier -DE

Sab, 15/06/2013 - 10:00

qui in foto il duce affacciato a P.zza Venezia che contempla il popolo scoglionato della politica italiana.

Ritratto di Baliano

Baliano

Sab, 15/06/2013 - 10:00

Eh già, ma come fanno a pensare a IVA e IMU, sono cose marginali. Infatti non c'avevano pensato nemmeno in campagna elettorale i sinistri. Hanno dovuto "copiare" i compiti dal "nemico" di banco e adesso nicchiano - A loro, ai sinistronzi, che gli frega dei poveracci made in italy, hanno altro a cui pensare: Alla legge elettorale, ai futuri assetti, allo "ius soli", ai gaypride e a sfoltire le carceri liberando tutti gli innoqui contravventori dei divieti di sosta, ingiustamente in galera. -- Eppure gli "smacchiatori" avevano solennemente giurato, avevano promesso oltre la "luce nei campi" anche fiumi di latte e miele, a tutti i cittadini ingiustamente vessati da Berlusconi. Ora finalmente sono al Governo! Però non da soli, hanno bisogno della "badante" per governare. E non cavano un ragno dal buco, neanche su IVA e IMU, figuriamoci sul resto. Immaginatevi se fossero da soli, immaginate cosa avrebbero combinato i sinistronzi, da soli: Ciarlatani! Ma più battilocchi chi li prende ancora sul serio. ----------

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Sab, 15/06/2013 - 10:01

Per quanto riguarda le sentenze sarebbe bene chiarire una volta per tutte che sono cosa a parte dalla politica. Un paese e milioni di disoccupati non possono far dipendere il loro futuro e quello delle loro famiglie dal fatto che una persona sia dichiarata colpevole o innocente di fronte a un reato. Il solo fatto che questo possa accadere non solo blocca gli investimenti in Italia ma indebolisce il nostro paese nelle ragioni che vorrebbe far valere in campo europeo.

tartavit

Sab, 15/06/2013 - 10:03

Devo dare ragione al cavaliere. Questo governo dorme sogni beati e i suoi ministri partecipano a trasmissioni televisive dove dicono tutto e il contrario di tutto. Così come si faceva una volta. Questo governo, in fatto di comportamento, non ha dato nessun segno di discontinuità con il passato. I componenti del governo, difatti, devono lavorare seriamente e non devono blaterare in lungo e in largo. Ne va della sua credibilità, che a dire il vero, ne ha proprio poca. Fare dipendere le sorti del governo, poi, dalle beghe personali del cavaliere, mi sembra mostruoso. Ma Berlusconi si è infilato in un vicolo cieco con la sua partecipazione al governo. Difatti se lo facesse cadere, ad eventuali prossime elezioni, (perché il Vecchio farà un altro governo) non prenderebbe nemmeno il suo voto personale.

onurb

Sab, 15/06/2013 - 10:15

Luigi.Morettini. Condivido la sua analisi, ma non la conclusione: le dice nulla lo "scouting" che stanno facendo i soliti statisti di sinistra, quelli che la notte non riescono a chiudere occhio tanto sono assillati dal pensiero di cosa fare per il bene dell'Italia?

tartavit

Sab, 15/06/2013 - 10:16

Devo dare ragione al cavaliere. Questo governo dorme sogni beati e i suoi ministri partecipano a trasmissioni televisive dove dicono tutto e il contrario di tutto. Così come si faceva una volta. Questo governo, in fatto di comportamento, non ha dato nessun segno di discontinuità con il passato. I componenti del governo, difatti, devono lavorare seriamente e non devono blaterare in lungo e in largo. Ne va della sua credibilità, che a dire il vero, ne ha proprio poca. Fare dipendere le sorti del governo, po,i dalle beghe personali del cavaliere, mi sembra mostruoso. Ma Berlusconi si è infilato in un vicolo cieco con la sua partecipazione al governo. Difatti se facesse cadere il governo, ad eventuali prossime elezioni, (perché il Vecchio farà un altro governo) non prenderebbe nemmeno il suo voto personale.

onurb

Sab, 15/06/2013 - 10:20

xgerico. A proposito di promesse elettorali, provi a riascoltare il discorso di Letta quando si è presentato alle Camere per la fiducia, specialmente il punto in cui parla di IMU e di IVA.

Ritratto di _alb_

_alb_

Sab, 15/06/2013 - 10:29

@ Luigi.Morettini Analisi perfetta. Berlusconi spesso appare troppo ingenuo. Il PD ha solo un obiettivo con lui: MASSACRARLO in ogni modo per poter governare da solo. Cercare un accordo con loro è inutile e suicida.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Sab, 15/06/2013 - 10:40

Caro Cav., un consiglio. Molla il governo al PD/SEL/GRILLAME. Non ne vale più la pena. Quel che hai potuto fare per gli italiani l'hai fatto. Tenerli lontano da Cuba e Corea/Nord. E loro neanche lo sanno. Te ne stanno facendo di tutte i colori. In confronto a te a Dreyfus gli han fatto la hola. Gli italiani son questi, un popolo che mai ha conosciuto libertà e democrazia. Per noi van bene i Savoia, i fascisti, i comunisti ed gli strozzini/UE. Lasciaci al nostro destino. Siamo vili, falsinvalidi, pacifisti, truffatori, traditori. Ci conoscono per questo, non per la torre di Pisa. Lasciaci perdere. Siamo la zattera della medusa.

xgerico

Sab, 15/06/2013 - 10:41

@onurb - Ce ne sono tante......... 1 milione di posti di lavoro, il ponte sullo stretto, la Salerno Regio, Il moose, l'abolizione del bollo auto, la sconfitta sul cancro,........ vuole che continuo?! P.S. Io non ho votato PD.

franco@Trier -DE

Sab, 15/06/2013 - 10:42

Fini...Tu quoque Brute fili mi? Cristina non ti arruffianare soldi da lui non ne avrai.

Atlantico

Sab, 15/06/2013 - 10:45

Berlusconi pensa solo e soltanto alle sentenze che inizieranno ad arrivare da mercoledì 19. Tutto è 'sospeso' sino ad allora. B. sa benissimo che la Consulta non può dargli ragione ( il legittimo impedimento è derivato da una riunione del consiglio dei ministri fissata DOPO la fissazione del calendario delle udienze, con intento chiaramente dilatorio ) ma, al massimo e nella migliore delle ipotesi, rimanderà alla Cassazione per fissare da dove ripartirà il processo. Il che vuol dire che sino ad inizio 2014 Silvio dovrà continuare a fare lo statista. Ma ci sono molte possibilità che la Consulta dia torto alle domande poste da Ghedini e Longo ( per molti osservatori vicini al Cavaliere, anzi, la cosa è scontata ). Che succederebbe ? Facile ipotizzare che prevarrebbero i falchi dell'Inner Circle del Cavaliere ed il governo entrerebbe in fibrillazione. Qualcuno ipotizza persino un 'Aventino' dei deputati PdL. Ma, attenzione, il governo cadrà pure ma le elezioni non ci sarebbero. Perchè in parlamento c'è già una maggioranza di centrosinistra Pd - scissionisti M5S - SEL - Scelta Civica, ecc. Quindi, anche nel caso peggiore, Silvio continuerà a dover vestire i panni dello statista. Forse le elezioni di febbraio non sono andate così bene come si diceva ...

pinux3

Sab, 15/06/2013 - 10:59

@il corvo...La seconda che hai detto...

Totonno58

Sab, 15/06/2013 - 11:13

I dubbi del Cav sul governo: i ministri parlano a sproposito....meno male che c'è lui, sempre così sensato e misurato nell'uso delle parole....

abbassoB

Sab, 15/06/2013 - 11:17

Luigi.Morettini ...a te ti stanno prendendo per il culo da 20 anni,ma sei talmente berlusconizzato che non te ne rendi nemmeno conto

abbassoB

Sab, 15/06/2013 - 11:20

_alb_ altro fenomeno berlusconizzato nel cervello

abbassoB

Sab, 15/06/2013 - 11:25

fra lui , l'altro nano di "brunetta dei ricchi e poveri" ela faccia da coniglio di "half-ano" c'è una continua sparata di idiozie,tanto per far vedere ai soliti "cojones" che decidono loro nel governo.....poveri illusi,prima con i sondaggi e adesso con i diktat

marco1977

Sab, 15/06/2013 - 11:32

Mauriziogiuntoli-" Molla il governo al PD/SEL/GRILLAME. Non ne vale più la pena. Quel che hai potuto fare per gli italiani l'hai fatto" Cioè cosa?Mi sfuggono le riforme che ha fatto in 10 e passa anni di governo.Ah si,ha aumentato il debito pubblico,ha preso per i fondelli il popolo bue con promesse mai mantenute,ha depenalizzato il falso in bilancio (chissa' come mai....forse per combattere l'evasione!),MA almeno ha fatto la riforma della giustizia,suo grande cavallo di battaglia dal 94.O no?mmmmm mi aiuti lei a dire cosa ha fatto che io non ricordo.Cio ' che mi viene in mente è pararsi il fondoschiena per lui e aumentare le tasse (aliquote varie e aumento IVA precedente).

cameo44

Sab, 15/06/2013 - 11:54

Mentre nel PDL si discute come rinnovare il partito nel PD con a capo lo sconfitto Bersani si sta tramando per fare un Governo senza il PDL con SEL e i dissidenti del M5S quello di Bersani è un chiodo fisso di far fuori Berlusconi il quale fa parte di un Gioverno che anzicchè prendere come si suol dire il toro per le corna prende tempo e fa rin vii mentre la gente continua a suicidarsi le imprese chiudono e la gen te è disperata Letta sta mostrando la sua vera faccia di ex DC e come Moro Andreotti Forlani e soci prende tempo ad oltre un mese nessun provvedimento solo annunci e rinvii e dire che questo Governo è nato per fare e non per dire

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Sab, 15/06/2013 - 13:34

Ho dubbi anche su berlusconi, che dopo anni anni di governo che ha fatto,in italia si tolgono i figli aui gemitori poveri .Invece di pagare affitti alle olgettine sarebbe stato meglio lo avesse pagato al padre di bari che vibveva in 30 metri con tre figli che lo stato gli ha rapito perche povero

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Sab, 15/06/2013 - 13:37

Se il pdl , non vuole diventare un partito solo di cialtroni e imbonitori,cominci a fare politica seria per la gente con coraggio,e non consegni il suo elettorato mani e piedi ai comunisti come ha fatto berlusconi con kle sue larghe intese

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Sab, 15/06/2013 - 15:17

marco1977 Lei è un poveraccio e le rispondo solo per pietà. Il B. ha tenuto l'Italia fuori dai destini di CoreaNord e Cuba!!!! Ecco l'unica promessa che era possibile mantenere!! Per lei questo è insignificante come il nazismo ed il comunismo, come i gulag e le foibe, come piazzale Loreto e Dachau. Il resto son chiacchiere da conflitto di interessi e leggi ad personam. Per voi miserabili bandierarossa che credete alla Costituzione e che sopratutto l'abbiano scritta gli italiani e non i vincitori della guerra. Come sempre, ovunque. Nel mondo sanno benissimo chi siete, di voi non si fidano, traditori, vigliacchi, falsinvalidi, pacifisti e truffatori. Ecco perché il B. vi deve lasciare in mano a Bersani e Grillo. Non meritate niente, siete dei miserabili.

abbassoB

Sab, 15/06/2013 - 17:49

mauriziogiuntoli...fatti di meno anguilla

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Dom, 16/06/2013 - 03:54

berlusconi come fai ad appoggiare questo governo? leggi"Sarà esaminata dalla Procura della Repubblica di Padova la vicenda riguardante le frasi scritte su Facebook dalla consigliera di quartiere di Padova Dolores Valandro contro il ministro per l’Integrzione Cècile Kyenge. La Procura ha aperto a suo carico un fascicolo con l’ipotesi di reato di istigazione all’odio razziale. Su Facebook intanto è nato un gruppo a sostegno della consigliera espulsa dalla Lega, “Io sto con Valandro”, al quale hanno già aderito 400 pesrone. Non è escluso che nei prossimi giorni la questura di Padova possa sentire anche alcune persone che su Facebook hanno fin dai primi momenti difeso e appoggiato le dichiarazioni di Dolores Valandro." sta a vedere che in iuran hanno piu liberta' di opinione che da noi.E tutte ole offese che hanno scritto su berlusconi? dovrebbe essere inquisito meta' paese.Questa è repressione,berlusconi se ci sei batti un colpo.Vogliono che la rete non possa piu esprimersi liberamente, e tutto sommato non so se sei d' accordo anche tu,