I fondi per l'arte e lo spettacolo anche a chi fa musica con i rutti

L'Europa spende 40mila euro per aiutare le performance dei "Gorilla volanti", una compagnia di danza inglese specializzata nel combinare i suoni di sassofoni, clarinetti e rutti

In fondo lo sappiamo: i soldi europei sono lì, pronti all'uso. Perché allora non dilapidarli con generosità, mentre il continente muore di fame? Detto, fatto: ci sono 2,5 milioni di euro stanziati per la compagnia di danza contemporanea Web Europe di Vienna, 50.000 euro per il laboratorio hip hop di Lione, 100.000 euro per il celebre tango finlandese, 125.000 per integrare la musica danese e quella svedese, 125.000 per la scuola di cornamusa nella penisola di Coigach e 57.000 per l'European Joysticks Orchestra, specializzata nel comporre opere musicali con il joystick del computer. Già m'immagino i capolavori realizzati grazie a quest'ultima spesa: la Traviata in versione PlayStation, il Nabucco con la consolle Xbox One. Uno spettacolo. Ma non è niente di fronte ai 400.000 euro che l'Europa spende per aiutare le performance dei «Gorilla volanti», una compagnia di danza inglese specializzata nel combinare i suoni di sassofoni, clarinetti e rutti. Ma sì, proprio i rutti. Sol minore, fa diesis, si bemolle e rutto libero, alé. Per tenere il ritmo bisogna coordinare bene le diverse fasi. Strumentali? No: della digestione, evidentemente. Dio salvi i gorilla volanti e le loro imperdibili performance di rutti, cui si aggiunge anche la «danza dei piedi puzzolenti» e talvolta anche qualche scoreggia: vorremo mica far mancare il nostro sostegno al meglio del continente, no? Ma la gara di sprechi assurdi non si ferma qui: 1.471.000 euro per salvare l'identità del giardino nel Somerset, 1,5 milioni di euro per il festival di Newcastle (previsti: un mago, massaggi alla testa, un muro per arrampicate e pittura del volto), 224.000 euro per i calciatori che «hanno bisogno del dialogo sociale» e 68.000 euro per studiare le condizioni di lavoro dei giocatori di basket professionisti nella Ue. Del resto, con i fondi dell'Unione sono stati finanziati anche seminari per golfisti, il tiro al piattello laser, il barbecue organico sulla spiaggia di Cornish in occasione di una gara di kite surfing e una pista da sci in Danimarca dove, come è noto, la montagna più alta misura 147 metri.

Commenti

moshe

Mar, 11/03/2014 - 16:42

Fosse solo questo! il guaio è che i rossi in fatto di arte hanno le idee molto confuse, confonderebbero un Rembrandt con una macchia d'olio, tutto ovviamente per cercare di dimostrare di essere INTELLETTUALI.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mar, 11/03/2014 - 18:59

Guardiamo i vizi di casa Nostra e osserviamo come le Regioni elargiscono doni in moneta sonante al piccolo sgabuzzino fuori porta che vende stracci ed al mercato della Piazza "granne" che vende cocci rotti; vi sembra che dobbiamo vedere più lontano? Lo sappiamo tutti ma quando abbiamo l'occasione, anche per il solo fatto che organizziamo la Festa del melone e del prosciutto, mobilitiamo tutte le Nos. forze per ricevere i doni dalla Regione, dalla Provincia edal comune; viziati siamo. Come non vedere che quando eravamo piccoli, parlo degli anni cinquanta, che le Feste erano organizzate dal Parroco e ci si arrangiava senza soldi ma con tanto entusiasmo; siamo cambiati e non sarò io a dire se in peggio. Shalom

Giorgio5819

Mar, 11/03/2014 - 20:33

Il prode prodi ci portò strisciando in questa melmosa palude di m...a per affogare le speranze dell'Italia intera, osannato dai soliti idioti col pugno sinistro alzato ubriachi delle fumose e nauseabonde ideologie post comuniste, ora dobbiamo trovare qualcuno con le palle che ci tiri fuori da questa fogna...