I "fratelli" islamici di Papa Francesco uccidono i cristiani

L'islam pretende di "superare" il cristianesimo e continua a massacrare gli "infedeli". Dimenticarlo è una manifestazione di relativismo religioso

Dopo Giovanni Paolo II che abbatté il muro di un millenario pregiudizio definendo gli ebrei «nostri fratelli maggiori» nel corso della sua storica visita alla Sinagoga di Roma il 13 aprile 1986, ieri Papa Francesco ha definito i musulmani «nostri fratelli» nell'Angelus a Piazza San Pietro rivolgendo loro un messaggio in occasione della festa della fine del Ramadan, il mese del digiuno islamico. Ebbene, se è indubbio il legame teologico tra ebraismo e cristianesimo dato che Gesù era ebreo e il cristianesimo fa proprio l'Antico Testamento, all'opposto l'islam - affermatosi 7 secoli dopo - si fonda sulla negazione della verità divina dell'ebraismo e del cristianesimo concependosi come la religione che rettificherebbe le loro devianze, completando la rivelazione e suggellando la profezia.

Se «nostri fratelli» fosse usato in senso lato riferito alla nostra comune umanità le parole del Papa sarebbero ineccepibili. Ma se «nostri fratelli» è calato in un contesto teologico allora si scade nel relativismo religioso che annacqua l'assolutezza della verità cristiana mettendola sullo stesso piano dell'ideologia islamica che è fisiologicamente violenta al punto da non concepire Allah come «padre» e i fedeli come «figli», bensì come un'entità talmente trascendente da non poter neppure essere rappresentata e nei cui confronti dobbiamo esclusivamente totale sottomissione. Solo nell'ebraismo e soprattutto nel cristianesimo, la religione del Dio che si è fatto uomo e dell'uomo concepito a immagine e somiglianza di Dio, Dio è padre, noi tutti siamo suoi figli e tra noi siamo fratelli.

Papa Francesco all'Angelus dopo aver sostenuto che il cristiano «è uno che porta dentro di sé un desiderio grande, profondo: quello di incontrarsi con il suo Signore insieme ai fratelli, ai compagni di strada», ha rivolto «un saluto ai musulmani del mondo intero, nostri fratelli, che da poco hanno celebrato la conclusione del mese di Ramadan, dedicato in modo particolare al digiuno, alla preghiera e all'elemosina». Se i musulmani sono «nostri fratelli» e se la missione del cristiano è «incontrarsi con il suo Signore insieme ai fratelli», ci troviamo di fronte a un quadro teologico che mette sullo stesso piano cristianesimo e islam, considerandoli come due percorsi diversi ma che conducono entrambi allo stesso Dio.

Nel suo messaggio ai «musulmani del mondo intero» del 10 luglio, il Papa ha scritto: «Venendo ora al mutuo rispetto nei rapporti interreligiosi, specialmente tra cristiani e musulmani, siamo chiamati a rispettare la religione dell'altro, i suoi insegnamenti, simboli e valori», specificando «senza fare riferimento al contenuto delle loro convinzioni religiose». Francesco aggiunge: «Uno speciale rispetto è dovuto ai capi religiosi e ai luoghi di culto. Quanto dolore arrecano gli attacchi all'uno o all'altro di questi!». Ebbene se si mette sullo stesso piano cristianesimo e islam concependole come religioni di pari valenza e dignità senza però entrare nel merito dei loro contenuti, così come se si denuncia la violenza che si abbatte contro i capi religiosi e i luoghi di culto senza specificare che si tratta della violenza islamica ai danni dei cristiani, il risultato è che il Papa da un lato legittima l'islam che si concepisce come l'unica vera religione e, dall'altro, mostra arrendevolezza nei confronti del terrorismo e dell'invasione islamica che dopo aver sottomesso all'islam le sponde meridionale e orientale del Mediterraneo stanno ora aggredendo la nostra sponda settentrionale.

Il relativismo religioso è evidente anche nel messaggio rivolto dal cardinale Angelo Scola ai musulmani lo scorso 8 agosto in cui si legge: «La fedeltà ai precetti delle nostre rispettive tradizioni religiose, quali la preghiera e specialmente il digiuno da voi osservato nel mese di Ramadan, ci infonda fiducia e coraggio nel promuovere il dialogo e la collaborazione intesi come frutto necessario dell'amore di Dio e del prossimo, i due pilastri biblici e coranici di ogni autentica spiritualità». Concepire una continuità e un raccordo teologico tra ebraismo, cristianesimo e islam fondato sull'amore di Dio e del prossimo, è solo un auspicio contraddetto giorno dopo giorno dai fatti.

Il caso di padre Paolo Dall'Oglio, gesuita come il Papa, acceso relativista che ha a tal punto sostenuto la causa dell'islamizzazione della Siria da essere stato cacciato dal governo di Assad ma che ciononostante è stato sequestrato dai terroristi islamici siriani, ci conferma che gli islamici non rinunceranno mai a sottomettere i cristiani, gli ebrei, gli infedeli all'islam così come impongono loro Allah nel Corano e Maometto. Proprio ieri, mentre il Papa a Roma definiva i musulmani «nostri fratelli», i musulmani in Egitto hanno bruciato una chiesa e 17 case di cristiani. Mentre la fine del Ramadan in Irak è stata festeggiata dai terroristi islamici sunniti con 10 autobombe causando la morte di 70 persone.

Certamente il cristianesimo e la nostra comune umanità ci portano ad amare il prossimo a prescindere dalla sua fede, ideologia, cultura o etnia, ma l'adozione del relativismo religioso si traduce nel suicidio del cristianesimo e della nostra civiltà che ha generato i diritti fondamentali della persona e la democrazia.

twitter@magdicristiano

 

Commenti

venessia

Lun, 12/08/2013 - 08:35

saranno fratelli, ma di quale padre?

mbotawy'

Lun, 12/08/2013 - 08:37

Le annunciazioni dell' Arcangelo Gabriele della venuta di due messia,Gesu' e Maometto,sembra che si voglino mettere sullo stsso piano.

epc

Lun, 12/08/2013 - 08:42

Chiarissimo ed ineccepibile come sempre l'articolo di Allam. Mi aspetto pertanto da subito una serie di commenti denigratori da parte dei soliti radical/politicallycorrect etc......

Ritratto di depil

depil

Lun, 12/08/2013 - 08:52

Premetto che sono lontano galassie dalle religioni tutte. Questo Papa sta portando quel che rimane del cristianesimo alla distruzione totale, giorno dopo giorno dimostra la sua inettitudine e la sua scenografica finta bontà (tutti i grandi dittatori della storia si facevano avvicinare da bambini da baciare). L'islamismo è oltretutto una religione immonda che poteva svilupparsi solo in popolazioni culturalmente arretrate e soggiogate da sistemi sociali disumani. La religione cristiana nella sua spasmodica ricerca di credibilità si inventa ogni giorno nuovi santi e nuovi beati che si aggiungono agli innumerevoli già proclamati e alle schiere di angeli arcangeli demoni ed ogni altra figura (mai abbandonata dai teologi) atta a rafforzare il credo dei fedeli acefali. Se debbo credere che esiste un dio, assieme ad un esercito di dei e semidei, io vado sul sicuro e mi affido a Zeus/Giove l'unico che storicamente abbia amato l'umanità.

waaw33

Lun, 12/08/2013 - 08:52

Magdi Magdi, smettila di correggere il Santo Padre. Non sei degno di parlarne specialmente quando si vede che vorresti delle guerre di religione come ai tempi delle Crociate.

honhil

Lun, 12/08/2013 - 08:52

E’ lontana l’idea medievale di un papa di tutto punto armato che marcia a capo di un esercito di cristiani a difesa del cristianesimo. Lontanissima. Anche per una pagina agiografica. Ma forse è altrettanto lontana la missione di un papa che, nel tentativo di abbracciare l’ “inabbracciabile”, lascia tra le fauci dei lupi le sue pecorelle.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Lun, 12/08/2013 - 08:53

Era partito bene, adesso inizia a farmi rimpiangere Ratzinger. Non sono nostri fratelli, è l'ennesimo Papa nemico del cattolicesimo, dei cattolici e di Gesù.

epesce098

Lun, 12/08/2013 - 09:01

Nostri Fratelli? Ma come si fa a chiamare fratelli coloro che ci ritengono cani infedeli e che ci vorrebbero sterminare? Non si può chiamare fratello uno che mi odia.

salindelic

Lun, 12/08/2013 - 09:02

Non posso pensare che il Papa abbia inteso "fratelli" se non in senso lato: siamo tutti figli di Dio. Come giustamente è stato osservato, troppo marcate sono le differenze tra cristianesimo e islam. Nella recente enciclica sulla fede viene chiaramente espresso un concetto totalmente contrario all'islam, quello della fede che è un dono di Dio e che non può essere imposta al prossimo, ma testimoniato con la propria vita. Ben diversamente dalla imposizione che sta alla base delle conquiste islamiche di ogni tempo. C'è infine una parola, per me decisiva, usata da papa Francesco che chiarisce bene la differenza che, appunto, il "fratelli" va inteso in senso lato: reciprocità che certamente viene quotidianamente smentita dai fatti e la cui mancanza da parte islamica costituisce la dimostrazione della profonda differenza tra le due religioni.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 12/08/2013 - 09:10

D'accordo,anche se per motivi di spazio,l'argomento è molto più articolato.Secondo me la "chiesa",è ormai sganciata dalla visione pragmatica della "gente" comune,di origini "cristiane-cattoliche",che vistosamente,negli ultimi 50 anni,pur conservando un'impronta di base,si è allontanata sempre più,sia dalla visione mistica(Dio),che dalla morale" di base(la deviazione gay). Il momdo Islamico,è sostanzialmente diverso,intriso ancora di ideologia.Non ha metabolizzato,negli ultimi 50 anni,altrettanto passaggio,non ha subito,quelle critiche ideologiche,non ha avuto martiri,come Tommaso Campanella,Giordano Bruno.E' ancora rigido,guarda solo a Dio. Alla "chiesa" nostrana,questo piace. La "gente" comune,invece,nel prossimo futuro,si troverà ancor più in difficoltà,nel gestire questo unico,comune, punticino,lontano,che l'ha accomuna all'Islam.

bracccio

Lun, 12/08/2013 - 09:18

Per fortuna nessuno ormai segue questo fallito(in tutti i sensi)predicatore dell'odio che non ha mai mai portato uno SOLO dei suoi numerosi sogni e progetti(tutti fantasma)a termine. Noi ascoltiamo solo le parole di pace del Papa.

BeppeZak

Lun, 12/08/2013 - 09:20

Non solo la politica e' allo sbando totale ora e' anche la chiesa che sta andando fuori di testa. Che sia l'aria che respiriamo nel nostro paese che ci offusca le menti? Ma quale fratelli.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 12/08/2013 - 09:20

@depil,mi è piaciuto il suo commento.Si, gli Dei Greci,erano vicini alla gente,alle loro umane debolezze.

bezzecca

Lun, 12/08/2013 - 09:21

Veramente ad uccidere i cristiani ( ed i mussulmani o chiunque capiti a tiro ) sono dei fanatici che vedono chiunque non gli garbi come un nemico da distruggere . In Irak le vittime di questi fanatici sono essenziaqlmente mussulmane , in siria idem etc .Il bello poi che questi fanatici vengono a volte aiutati pure dall Occidente ( tipo Libia e Siria ). Il discorso di Francesco non è sicuramente rivolto ai fanatici . Il Pontefice fa bene a non fare di tutta l' erba un fascio

guidode.zolt

Lun, 12/08/2013 - 09:30

Forse nessuno ha mai detto al Papa che Lui è, per gli Islamici, un "infedele".

Hilbert_Space

Lun, 12/08/2013 - 09:32

Magdi "Cristiano" Allam. Apostolo dell'imperialismo-sionismo. Ignorante come una capra in fatto di Islam... anzi no, le cose le sa benissimo, ma dice il contrario di quello che sa perché così gli viene ordinato dai suoi padroni. I Fratelli Mussulmani sono da sempre finanziati dai servizi occidentali e dall'Arabia Saudita, notoriamente assai poco islamici entrambi. I Fratelli "Mussulmani" propongono una versione bigotta e retrograda dell'Islam, e allo stesso tempo portano avanti l'agenda globalista dell'FMI, e servono gli interessi delle potenze coloniali occidentali, utilizzando tutti i mezzi, leciti o meno, compreso il terrorismo. Esattamente come l'Arabia Sautita e gli emirati del golfo. Magdi "Cristiano" Allam, pinocchietto della CIA/MI6/Mossad. Quanta gente credi di imbrogliare?

Ritratto di spectrum

spectrum

Lun, 12/08/2013 - 09:39

Del resto, se il loro testo recita "dovete ucciderli fino a farne grande strage, e stringete forte le catene dei prigionieri" .... Qualcuno oggi dice che e' questione di interpretazione ... huahauha. C'e' sempre una sfida accesa, da parte loro, al cristinaesimo. Ricordo a Nazaret, c'erta in piedi un cantiere per oscurare la Basilica dell'Annunciazione costrunedo una grande moschea piu alte ancora proprio al suo fianco ... con tutto lo spazio che c'e'. Sotto la basilica, pregavano in gran numero con uno striscione "se non credi in questo dio sei un perdente e brucerai all'inferno". Il cattolicesimo lascia liberi, cerca la fratellanza interreligiosa, e anche Gesu disse parlando di pagani "molti di loro saranno piu avanti di voi nel regno dei cieli", perche gesu guarda il cuore. Loro no.

Hilbert_Space

Lun, 12/08/2013 - 09:43

A Magdi "Cristiano" Allam, pinocchietto della CIA e seminatore di odio, volgio ricordare la parabola che si trova nel Vangelo secondo Matteo 20 1-16: "1 «Il regno dei cieli è simile a un padrone di casa che uscì all'alba per prendere a giornata lavoratori per la sua vigna. 2 Accordatosi con loro per un denaro al giorno, li mandò nella sua vigna. 3 Uscito poi verso le nove del mattino, ne vide altri che stavano sulla piazza disoccupati 4 e disse loro: Andate anche voi nella mia vigna; quello che è giusto ve lo darò. Ed essi andarono. 5 Uscì di nuovo verso mezzogiorno e verso le tre e fece altrettanto. 6 Uscito ancora verso le cinque, ne vide altri che se ne stavano là e disse loro: Perché ve ne state qui tutto il giorno oziosi? 7 Gli risposero: Perché nessuno ci ha presi a giornata. Ed egli disse loro: Andate anche voi nella mia vigna. 8 Quando fu sera, il padrone della vigna disse al suo fattore: Chiama gli operai e dà loro la paga, incominciando dagli ultimi fino ai primi. 9 Venuti quelli delle cinque del pomeriggio, ricevettero ciascuno un denaro. 10 Quando arrivarono i primi, pensavano che avrebbero ricevuto di più. Ma anch'essi ricevettero un denaro per ciascuno. 11 Nel ritirarlo però, mormoravano contro il padrone dicendo: 12 Questi ultimi hanno lavorato un'ora soltanto e li hai trattati come noi, che abbiamo sopportato il peso della giornata e il caldo. 13 Ma il padrone, rispondendo a uno di loro, disse: Amico, io non ti faccio torto. Non hai forse convenuto con me per un denaro? 14 Prendi il tuo e vattene; ma io voglio dare anche a quest'ultimo quanto a te. 15 Non posso fare delle mie cose quello che voglio? Oppure tu sei invidioso perché io sono buono? 16 Così gli ultimi saranno primi, e i primi ultimi»." I vari gruppi di lavoratori sono gli Ebrei, i Cristiani, i Mussulmani. Il padrone è Dio. Tutti sono uguali davanti a Dio e tutti ricevono lo stesso compenso, ma i "primi" (gli Ebrei, ma anche i Cristiani) sono invidiosi che Dio paghi gli "ultimi" (I Mussulmani) esattamente come i primo. Magdi "Cristiano" Allam, pinocchietto della CIA e seminatore di odio, studia!!!

buri

Lun, 12/08/2013 - 09:44

Questo Papa più parla meno mi piace, ora i fratelli musulmani! quelli che in Nigeria, nel Sudan, nel Pakistano ef ora anche in Egitto si dedicano ad un nuovo sport ... la caccia al cristiano .. tutti motivi sono buoni la blasfemia per esempio se uno non accetta di onorare il profeta, vengono qui ed in nome della libertà religiose pretendono le moschee, ma a casa loro incendiano le chiese .. allora il Papa dovrebbe spiegarci dov'è la fratellanza con quei fanatici

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Lun, 12/08/2013 - 09:47

ed ecco a voi magdi allam: il nuovo papa. Talmente estremista da rifiutare anche la guida del suo padre spirituale. Oramai la prossima tappa è quella di diventare santone.

Holmert

Lun, 12/08/2013 - 09:47

Questo papa avrà una sua strategia, ma io non riesco a capire dove voglia andare a parare. Prima va a Lampedusa a versare lacrime sui fratelli periti nelle traversate illegali e clandestine, ora dal sommo soglio, si rivolge ai musulmani, si congratula per il loro Ramadan e meraviglia, li chiama fratelli. Fratelli di chi? Dei cristiani? Ma se c'è un odio atavico tra le due religioni, ma se i papi di una volta hanno indetto diecine di crociate per il santo sepolcro in mano ai musulmani, ma se costoro sbarcando sulle nostre coste, in tempi remoti fecero massacri da fare invidia a Hitler. Loro sono quelli che tagliano teste a carne viva, perché così impone il loro credo per gli infedeli. Loro adorano un solo dio, non ammettono santi ed icone, e se vedono uno che va per le loro città con la croce appesa al collo mal gliene incoglie; se non la fustigazione sulla pubblica piazza, di sicuro qualche anno di galera. Io in tutto questo non ci vedo fratellanza, solo odio allo stato nascente. Posso dirlo, moderatore? A me questo papa piace meno di una mela acerba. Come se fosse un po' rintronato. Paolo VI, diceva: attenzione al fumo di Satana nelle stanze del Vaticano. E rammentiamo a Fransisco, che un capo musulmano, definì il crocefisso, "due travi con un cadaverino appeso". E nessuno si indignò. Provate a spernacchiare Maometto, e vedrete come vi conciano questi fratelloni. Ratzinger ne sa qualcosa!

gneo58

Lun, 12/08/2013 - 09:52

caro Papa Francesco, il paradiso e' troppo lontano da questa terra, una preghiera, cambia il nome un Urbano II e agisci di conseguenza - grazie

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 12/08/2013 - 09:56

Fratello è chi, in caso di bisogno, mi porge una mano. Fratello è chi accetta anche le mie idee e non cerca di imporre le sue Fratello è chi mi prende per mano, mi guarda negli occhi e prega lo stesso Dio. Fratello è chi mi vuole bene e non uccide nel nome della religione. Fratello è chi percorre insieme lo stesso sentiero per raggiungere lo stesso obiettivo Fratello è chi non mi obbliga a togliere il crocifisso dalle scuole e dai luoghi pubblici Fratello è chi non mi guarda male perchè al collo porto una catenina con un crocifisso che rappresenta non un cadavere ma il mio Gesù Fratello è chi osserva tutte le negazioni di cui sopra.......io le osservo ! I 'fratelli mussulmani ' a loro volta le osservano?

Prameri

Lun, 12/08/2013 - 10:01

Stimo Magdi Cristano Allam come uomo e come uno fra i migliori cristiani che abbia mai conosciuto anche attraverso i libri di storia. Posso seguire l'idea di una (non so come chiamarla) 'corrente' all'interno di un grande partito, non posso seguire l'idea in un diverso partito che può dare dispersione di forze. A parte questo, riconoscere gli Ebrei nostri fratelli maggiori è stato giusto. Ciascuno è libero di fare come gli pare ma i buoni fratelli maggiori bisogna ascoltarli. Sono arrivati migliaia di anni prima dei cristiani e in religione meritano rispetto, ascolto e amore fraterno. Gli Islamici sono nostri fratelli 'minori' essendo arrivati al pensiero religioso predicato da Abū l-Qāsim Muḥammad, seicento anni dopo di noi. Molti cristiani sono (siamo) cattivi cristiani, non tutti come Francisco Pizarro, né come quelli che organizzarono ed eseguirono il massacro degli Ugonotti, quelli dell'inquisizione, non tutti come Hitler che era pure cristiano non proprio esemplare. Molti musulmani hanno compiuto crimini orrendi (e continuano), moltissimi non sono buoni musulmani e se ne fregano delle disposizioni coraniche. Molti sono buoni musulmani (alcuni pochi li conosco personalmente come brave persone). Il Papa si rivolge ai musulmani buoni che possono ascoltare le sue parole. Il Papa non è un politico o un militare. I politici richiamano islamici in europa. I politici europei sono pessimi cristiani se non offrono la possibilità di costruire moschee e scuole e macellerie e case sul suolo europeo senza la contropartita di costruire chiese cristiane, scuole, ospedali, mercati sul suolo islamico. Per essere fratelli dobbiamo avere pari opportunità qui e là. Che poi i fratelli minori siano caratterialmente più riottosi e facciano feriti e morti, non è accettabile, ma come fratelli di Cristo che ha vinto il mondo lasciandosi crocifiggere, i buoni cristiani possono perdonare i cattivi fra gli islamici lavorando perché il bene prevalga. Certo i miei pensieri sono relativi. Tutto è relativo. Anche le fedi e gli ottimi impegni religiosi. Dio è troppo grande per offendersi dalla nostra relatività, se il mondo è solo un elettrone di un suo atomo e questo universo solo una delle sue innumerevoli cellule vivissime.

gisabani

Lun, 12/08/2013 - 10:03

Le parole del Papa vanno sempre ascoltate. Perfino il Gran Muffti musulmano della Siria ha chiesto al Papa di andarci per portare la pace. Stiamo attenti:questo imbroglione di Magdi Allam lavora al servizio di Israele per veicolare e innescare sempre odio tra musulmani e cristiani.

janry 45

Lun, 12/08/2013 - 10:17

Fratelli, fratellini e fratelli maggiori. che bella famiglia!

Holmert

Lun, 12/08/2013 - 10:32

Allora è proprio vero, a leggere certi post, ognuno se la rigira come vuole. I fratelli sono quelli che, ..i fratelli sono etc. Esiste un dato di fatto, che per essere fratelli, accumunati da stessi ideali o religioni, bisogna essere come i frati(fratelli). Caritatevoli e perdonisti, secondo il nuovo testamento. "Dov'è carità ed amore lì c'è Dio".. Ecco questa è la summa massima della nostra religione non della loro. Ed i fatti di cronaca che incessantemente si susseguono con uccisioni di cristiani e massacri ovunque, intolleranza e quant'altro, stanno là a dimostrarlo. Qualcuno dice che Magdi Allam è agentre segreto della Cia e che opera a favore di Israele. Idee oniriche, di cervelli che vanno fuori giro, impallati. Un papa, erede della tradizione cristiana non può mettersi a predicare che i musulmani sono nostri fratelli e ad elogiare il loro Ramadan. Loro adorano Allah(unico Dio) e Maometto è il suo profeta(non Messia), mentre noi adoriamo Dio in tre persone, Padre, Figlio e Spirito Santo e questo segna un confine grosso come la faglia di San Francisco. Hai voglia a portare ad esempio la vigna, i vignaioli e tutto l'ambaradan evangelico. Allora i papi di una volta ,che al grido Dio lo vult (Pietro l'eremita)ordinavano le crociate per la conquista del Santo Sepolcro, erano ispirati da chi? Da un altro Paraclito, diverso da quello di Fransisco? Io ho amici musulmani, ma non ci parlo mai di religione...meglio starci alla larga. Basta un piccolo errore e sei finito. Di sicuro non sarai più suo amico. Altro che fratelli.. fratelli sì, ma fratelli coltelli.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Lun, 12/08/2013 - 10:37

Caro Papa Francesco non puoi chiedere a un Cristiano di considerare fratelli chi infibula le bambine,nè che si permette svariate mogli,nè che invita al martirio bombaroli causanti decine di vittime dietro alla promessa che all'aldilà avranno a disposizione 44 vergini,nè che incita alla distruzione dei Cristiani. No Papa francesco,va bene la nuova politica di semplicità per riportarci in chiesa,ma per favore non esagerare,questi sono macellai,con rispetto dei macellai.

Atlantico

Lun, 12/08/2013 - 10:38

Certo che Papa Francesco è ostinato forte, eh ! Ma perchè non segue gli "insegnamenti" di Cristiano Allam ? E' incomprensibile, davvero.

gesmund@

Lun, 12/08/2013 - 10:39

Non possono essere definiti fratelli in Cristo. Per loro Gesù non è nemmeno morto in croce. Papa Francesco spera di riuscire dove non è riuscito San Francesco, ma loro ci deridono, quando va bene, e ci ammazzano per guadagnarsi un paradiso sessuale per soli uomini.

Accademico

Lun, 12/08/2013 - 10:41

Ma che capisce Lei Magdi Allam? Chi è Lei? Come si permette di giudicare Francesco? Ma chi si crede di essere Lei? Come si permette di affermare che Francesco quando - con la purezza del Suo animo - parla di nostri fratelli “scade nel relativismo religioso che annacqua l'assolutezza della verità cristiana mettendola sullo stesso piano dell'ideologia islamica che è fisiologicamente violenta”. Ma Lei capisce quello che scrive? Lei ha mai sentito parlare di un tal Cristo? Lei non ha capito un bel niente del nostro Papa. Scriva le Sue fantanalisi suggestive, quanto temerarie, nonché vacue, sulle pagine di un rotocalco per casalinghe. E non si permetta di travisare gratuitamente il senso profondo, inequivocabile, delle parole di questo autentico Cristo in terra. Signor Allam, come osa affermare: “il risultato (??? Per chi? Per Lei? n.d.r.) è che il Papa da un lato legittima l'islam che si concepisce come l'unica vera religione e, dall'altro, mostra arrendevolezza nei confronti del terrorismo e dell'invasione islamica” ? Ma chi gliel’ha detto? Ma cos’ha capito? Ma è sicuro di sentirsi bene? Ma aveva bevuto quando ha scritto queste sciocchezze? Questa è solo - e soltanto - una sua - di Lei - gratuita interpretazione. Che non fa testo, per vacuità di sostanza e perché proprio non sta in cielo, né in terra. Soltanto una persona digiuna di Cristianesimo - come Ella dimostra di essere - poteva financo arrivare al punto da affermare “concepire una continuità e un raccordo teologico tra ebraismo, cristianesimo e islam fondato sull'amore di Dio e del prossimo, è solo un auspicio contraddetto giorno dopo giorno dai fatti”. E in aggiunta a questo affronto alla mia sensibilità di Cristiano, Ella dice anche: “l'adozione del relativismo religioso si traduce nel suicidio del cristianesimo e della nostra civiltà che ha generato i diritti fondamentali della persona e la democrazia”. E per finire, sempre più con incedere da bar, Ella, aggiungendo corbellerie a corbellerie, pur di rafforzare le Sue deliranti proposizioni, strumentalizza il caso Dall’Oglio e cita altrettanto strumentalmente gli eventi di violenza che si verificavano ieri in Egitto mentre Francesco ci parlava all’Angelus nei termini medesimi con i quali ci avrebbe parlato Cristo. Il Cristianesimo e la nostra Fede, signor Allam, non hanno bisogno di improbabili analisti di religioni come Ella ci ha dimostrato di essere con questo Suo pezzo. E, per il futuro, si attrezzi di buon collutorio prima di parlare di Cristianesimo. Giuseppe Nicolaj Navach

micdipi

Lun, 12/08/2013 - 10:47

Dici bene Magdi, l'islam è una ideologia di natura umana mascherata da religione fatta esclusivamente di osservanza maniacale di riti, leggi, regolamenti, usi e costumi ecc.ecc. Vuole convertire il mondo con la violenza e la coercizione. In questa contraddizione sta la sua falsità ed il suo male. Se loro conoscessero davvero DIO così come si è manifestato a noi Cristiani-Cattolici (ma in realtà a tutta l'umanità) porterebbero una vera rivoluzione di pace e amore nei loro cuori e arderebbero dal desiderio di conoscerlo personalmente in paradiso.

micdipi

Lun, 12/08/2013 - 10:47

Dici bene Magdi, l'islam è una ideologia di natura umana mascherata da religione fatta esclusivamente di osservanza maniacale di riti, leggi, regolamenti, usi e costumi ecc.ecc. Vuole convertire il mondo con la violenza e la coercizione. In questa contraddizione sta la sua falsità ed il suo male. Se loro conoscessero davvero DIO così come si è manifestato a noi Cristiani-Cattolici (ma in realtà a tutta l'umanità) porterebbero una vera rivoluzione di pace e amore nei loro cuori e arderebbero dal desiderio di conoscerlo personalmente in paradiso.

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Lun, 12/08/2013 - 10:55

Peccato , doveva arrivare S. Giorgio e non Francesco .

domenico.fumante

Lun, 12/08/2013 - 11:05

non so perche'questo PAPA non mi da nessuna fiducia. E IL CLASSICO CAVALLO DI TROIA PER NOI CATTOLICI CIAO FORZA RE SILVIO

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 12/08/2013 - 11:19

Svenduti all'Islam. E per mano del capo della cristianità. Questa è la pura e semplice realtà dei fatti.

EasyRider

Lun, 12/08/2013 - 11:21

Allah grande e misericordioso, porta all'Inferno questi miscredenti tagliagole di musulmani, che uccidono in nome Tuo e fanno di Te un Dio sanguinario e assassino, la qual cosa è contraria ad ogni vera religione. E' da gran tempo, illustrissimo Allah, che Ti sei fatto una pessima fama per colpa di questi indemoniati, primo fra tutti Maometto. Castigali come si meritano, per l'eternità, e fa che il Tuo buon Nome venga finalmente riabilitato. Insciallah.

fedele50

Lun, 12/08/2013 - 11:23

QUESTO NON SA DI COSA PARLA , SPERO QUALCUNO LO INFORMI, CHI PECORA FA LUPO LA MANGIA.TE CAPI BERGO'

flashpaul

Lun, 12/08/2013 - 11:30

Leggetere questo articolo; la foto è raccapricciante ma toglie ogni dubbio su con chi abbiamo a che fare e dimostra che Magdi Allam di ragioni ne ha da vendere, e la dovrebbe vedere anche Sua Santità: http://themuslimissue.wordpress.com/2013/05/04/the-punishment-for-reading-bible-in-saudi-arabia/?blogsub=confirming

eras

Lun, 12/08/2013 - 11:45

Non ho capito perché l' islam non può pretendere di superare il cristianesimo. Avranno il diritto di credere quel che gli pare ? Il punto è che sono assassini non che credono di essere più nel vero dei cristiani.

peppino strumbari

Lun, 12/08/2013 - 11:49

@ Depil 08:52 Molto forte. Condivido. Complimenti.

DonFabio

Lun, 12/08/2013 - 11:55

Che articolo penoso. Odio formato puro. Tu, caro Magdi, non sei un cristiano. Sei solo una persona che odia genuinamente il proprio sangue. E' per colpa di uomini come voi (da una parte e dall'altra) che si sono combattute le guerre di religione e s'è dato adito all'odio razziale e la segregazione sociale. Vergogna. Vergogna.

gneo58

Lun, 12/08/2013 - 12:04

io sogno un mondo senza religioni né politica - sono i 2 principali motivi per cui la gente si "scanna" !

Mr Blonde

Lun, 12/08/2013 - 12:07

Reinhard è proprio l'essenza del cristianesimo chiamare fratello anche chi ti odia. Altrimenti si è "musulmani".

@ollel63

Lun, 12/08/2013 - 12:08

povero papa francesco che chiude gli occhi fa riposare il cervello, non vedendo e non capendo così la realtà dell'islam che tutto è fuor che 'amore di dio verso l'uomo'. Qualcuno pensi a svegliaro!

Walter_A

Lun, 12/08/2013 - 12:30

Chi compie le stragi sono estremisti che hanno fini reali che niente hanno a che vedere con la religione e molto con le ricchezze delle nazioni dove operano, casualmente tutte ricche di petrolio e mierali preziosi, come in Medio Oriente ed in Africa Subsahariana. Come mille volte in passato la religione viene presa a pretesto per altri fini. Bene fa il Santo Padre a distinguere tra Islamici moderati, che sono la maggioranza, e delinquenti, spesso addestrati da potenze occidentali per fini economici. O fingiamo di dimenticarci chi ha addestrato Saddam e Osama Bin Laden, o chi gli ha dato gli stinger? Vorrei poi capire come fa Magdi a definirsi cristiano e dire queste cose del Santo Padre. Un po' di umilità forse gli sarebbe utile. O forse è solo uno dei tanti che si costruisce la sua propria fede fai-da-te, prendendo del Vangelo quello che gli torna comodo ed ignorando il resto. Si faccia la sua setta di esaltati e non pretenda di insegnare al Santo Padre cosa è giusto e cosa è sbagliato. E' semplicemente ridicolo.

barka

Lun, 12/08/2013 - 12:30

Magdi Allam sei proprio il tipo che condannerebbe Galileo al Rogo

Walter_A

Lun, 12/08/2013 - 12:32

forse sarebbe piu' opportuno che magdi cristiano completasse il suo nome in modo coerente: "magdi vispiegoiolaverafedecristianamicaqueltiziovestitodibianco allam

Nonmimandanessuno

Lun, 12/08/2013 - 12:34

Naturalmente peccando mi convinco sempre più che questo ennesimo santo padre abbia superato il proprio limite personale secondo la famosa Legge di Peter.

Emigrante75

Lun, 12/08/2013 - 12:34

Trovo questo articolo assolutamente sconcertante. Dott.Allam, pochè lei si definisce Cristiano, dovrebbe consierare il Papa come il suo pastore che, su mandato diretto di Cristo, le indica la strada da seguire. Tutto il resto non è che aria fritta. La storia delle religioni ci ha mostrato quanti orrori si sono potuti commettere nel nome di Dio: Da una parte e dall'altra. Quanto a lui, Cristo ci ha insegnato solon che siamo tutti fratelli, figli dello stesso Padre ed eredi della stessa beatitudine. Cristo è morto per tutti, non per gli uni più che per gli altri. Il sui articolo mostra che, non ostante la sua conversione, le mancano i fondamenti dello spirito Cristiano che le permetterebbero di comprendere il messaggio del successore di Cristo.

barka

Lun, 12/08/2013 - 12:34

Depil cosa hai detto ???? se non ci fosse stata la cultura Araba che ci ha fatto riscoprire i filosofi dell'antica Gracia ed introdotto alla Matematica euclidea , staresti sicuramente a pascolare le capre ............

Lili72

Lun, 12/08/2013 - 12:35

Alcuni commenti sono evidentemente scritti da infiltrati islamici per cercare di demolire Allam : sono talmente intrisi di odio e di ignoranza che possono essere solo frutto di menti bacate o corrotte dal fanatismo . La maggioranza ha capito invece e credo segua il ragionamento di Magdi .

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Lun, 12/08/2013 - 12:35

Quante minchiate si devono sentire dalla bocca dei diversi "padri spirituali"! Tutti uguali, dalla notte dei tempi, a riempire la testa ai "poveri di spirito" di baggianate religiose quando, per essere davvero utili, le religioni dovrebbero cessare di esistere.

barka

Lun, 12/08/2013 - 12:36

Sempre per Depil che ha deto " popolazioni culturalmente arretrate e soggiogate da sistemi sociali disumani." certo non hanno la De filippi , aggiungo io ....

GV-46_Roma

Lun, 12/08/2013 - 12:45

Magdi, ogni occasione è buona per cercare di farsi pubblicità, dalla sua conversione pubblicizzata in tutti i modi, ai ripensamenti e alla critica di oggi fine a se stessa. L'odio interreligioso, l'esasperazione e gli estremismi sono da secoli alla base di tutti i conflitti: La storia non ha insegnato nulla agli uomini e ancora meno al giornalista, che cerca come sempre solo la sua visibilità. Per favore capisco non condividere, ma una critica così sensazionaliistica proprio no. Un pò di sano pudore non guasterebbe.

AH1A

Lun, 12/08/2013 - 12:45

MI stupisco di certi commenti, io non amo i mussulmani e non ne approvo i metodi, questo non significa che non apprezzi le parole del Papa che ha fatto chiaro riferimento all'educazione dei popoli. Se i padri educano i figli alla violenza avremo solo guerre, se gl'insegnano la fratellanza, probabilmente la pace. Questo è scritto nel Vangelo, cosa volevate dicesse Francesco?

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Lun, 12/08/2013 - 12:46

X depil Lun, 12/08/2013 - 08:52. GRANDE DEPIL! Non c'è una virgola che cambierei dal tuo post. Solo posso rafforzare il concetto dicendo che se i "padri spirituali", tutti indistintamente, avessero davvero a cuore le anime di cui affermano voler la salvezza, dovrebbero pubblicamente dichiarare di aver da sempre e deliberatamente ottenebrato le menti ed annunciare a tutti che si è trattato del più miserabile inganno sia mai stato perpetrato nella storia. Grazie DEPIL.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Lun, 12/08/2013 - 12:49

A favore di Francesco Bergoglio posso solo dire che ha un bellissimo berretto ed un elegantissimo vestito. Bravo Bergoglio. Continua a farmi divertire nella silenziosa osservazione della imbecillità che pervade le menti dei tuoi accoliti.

quamiuvat

Lun, 12/08/2013 - 12:52

Frastornato. Sono frastornato dalle parole del papa e sono frastornato dall'odio "cristiano" di molti retori verso Cristiano Allam ... Mah!

SAMING

Lun, 12/08/2013 - 12:53

L'Islam è la religione di Satana. L'Islam si oppone a tutte le religioni in generale ma combatte solo la religione cristiana. E Satana ched farebbe? Caro Papa Francesco non metterci alla pari dell'Islam, religione di Satana.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Lun, 12/08/2013 - 12:57

gisabani Lun, 12/08/2013 - 10:03. Vorresti cortesemente spiegare perché "le parole del papa vanno sempre ascoltate"? Sono certo esiste una ragione inconfutabile e magari, se mi convinci, le ascolto anch'io.

Ritratto di alejob

alejob

Lun, 12/08/2013 - 12:58

Caro PAPA, nel 2030 statistiche fatte non da me, gli islamici in Europa saranno il 75% della popolaziopne. Fior di analisti scrivono sui giornali, naturalmemnte non Italiani le nascite saranmno: Somalia 663% in più, Zambia 941% più, Nigeria 349% più, Irak 344% più, e tutti gli altri paesi come Afganista, Congo, Guatemala, Kenia, Iberia, Uganda, Yemen, America ecc. cresceranno da 200/400%. Dove andrà la Religione Cattolica e chi li ferma dal momento che l'Islam è POLITICA. Caro PAPA è meglio pensare ora per non pentirsi DOPO. Ho dei filamati che in TURCHIA nelle chiese Cattoliche hanno cancellato tutte le sculture e fatto DEI MICETI. Questo, è l'Islam.

macchiapam

Lun, 12/08/2013 - 12:59

Caro Magdi Allam, lei è un clamans in deserto. Grazie ai presetti del Corano tempi duri ci attendono: altro che fratelli!

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Lun, 12/08/2013 - 13:05

***Rappezzare, rappezzare sempre. E noi sempre più in basso. Credo ogni giorno di più ad un Dio che non è rappresentato dall'uomo ma, come sosteneva Sant'Agostino, "è dentro di noi ed è Universale". Basta saperlo cercare annullando però prima tutte le credenze che ormai sono sfaldate e senza futuro, indietro non si potrà mai più tornare.*

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Lun, 12/08/2013 - 13:05

Questo articolo, a mio avviso, dimostra inequivocabilmente quanto sia dannosa l'assunzione di sostanze psicotrope.

flashpaul

Lun, 12/08/2013 - 13:09

E' incredibile come quanta gente chiuda gli occhi davanti agli orrori quotidiani della religione-stato dell'Islam solo per salvare la propria faccia e la propria ideologia e attacca in modo feroce Magdi Allam che ha scritto un articolo giusto ed equilibrato senza offendere nessuno. Qui non è in gioco solo la propria religione, la propria civiltà, ma la propria sopravvivenza! L' Islam ci vuole tutti mussulmani o ci massacrano tutti!! Lo volete capire si o no?

nalegior63

Lun, 12/08/2013 - 13:11

sono nostri fratelli...ma noi siamo discendenti di caino e abele---romolo e remo--quindi se ci gira faranno la stessa fine,sono sempre stati ignoranti e creduloni/superstiziosi...vedi DRACULA il conte vlad zeppes o lo spagnolo EL SID CAMPEADOR e x quanti sforzi facciano,un giorno li stermineremo di nuovo

BAF

Lun, 12/08/2013 - 13:12

Sarà anche Papa ma per questo non ha capito un emerito ca@@o

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Lun, 12/08/2013 - 13:13

***Dio è morto!

tiptap

Lun, 12/08/2013 - 13:18

Magdi è, come sempre, corretto e profondo. Le parole del Papa, prese nel loro significato piú semplice, non sono sbagliate: sta scritto "amate anche i vostri nemici". Quello che non accettiamo è l'interpretazione, possibile, in senso relativista. Ora si tratta di capire, e far capire, che i musulmani sono nostri fratelli anche se ci sono nemici ed anche quando commettono crimini orrendi, perché anch'essi sono creati da Dio e possono essere salvati se rifiutano il male e praticano l'amore e la giustizia (cosa che l'islamismo però rende praticamente impossibile, quindi dovrebbero convertirsi al Vangelo), però non c'è dubbio che l'islamismo è violento, ingiusto e contrario al Vangelo. Questo dovrebbe essere ribadito per non lasciare spazio ad interpretazioni subdolamente tendenziose. Ci aspettiamo che il Papa faccia chiarezza. Certo che un certo "tempismo" (fuori luogo) ed il lasciare possibile spazio ad interpretazioni fuorvianti è preoccupante, da parte del Papa. Ha ragione Magdi. Comunismo ed islam, nella misura in cui sono sorgenti di odio e violenza (cioè quasi sempre) sono contrarie al Vangelo e condannabili. Sempre giudicando i comportamenti e non le persone, perché le persone le giudica solo Dio.

ben39

Lun, 12/08/2013 - 13:25

L'analisi non fa una grinza, solo ci si dimentica spesso che la Chiesa non applica un sistema così detto democratico e quindi il Papa viene eletto soprattutto grazie all'influsso dello Spirito Santo e i cattolici, se tali vogliono essere, lo devono accettare sia nel bene che nel male ( io finora vedo solo del bene nel Santo Padre Francesco). Altrimenti sanno dov'è l'uscita...

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Lun, 12/08/2013 - 13:33

ricordatevi sempre e bene che il papa è infallibile. huhuhu

umberto nordio

Lun, 12/08/2013 - 13:39

Se proprio dobbiamo essere fratelli ,preferisco il ruolo di Caino.

steacanessa

Lun, 12/08/2013 - 13:45

Come sempre chiarissimo il pensiero di Cristiano. Papa Francesco questa poteva risparmiarcela.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Lun, 12/08/2013 - 13:48

anche caino e abele erano fratelli.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Lun, 12/08/2013 - 13:55

@Mr Blonde: I Santi Papi di una volta, ai mussulmani gli facevano le crociate, altro che fratelli!

Ritratto di bracco

bracco

Lun, 12/08/2013 - 14:19

Caro Papa Francesco, bisogna vedere anche la realtà, i nostri fratelli islamici, mi scuso potranno essere fratelli di alcuni, ma non miei, hanno regalato anche oggi ai fratelli cristiani l'ennesimo atto criminale, l'uccisione di padre dall'Oglio

francesco scinto

Lun, 12/08/2013 - 14:20

Capisco la fretta di alcuni cristiani che Papa Francesco metta certi pricipi al loro posto,non puo farlo di colpo secondo me,deve rieducare prima i fedeli cristiani un po per volta,poi come farebbe un padre amorevole educare e richiamare"GLI ALTRI FIGLI",cercate di capire l'esempio.Un padre ha tre figli l'ultimo dei quali molto vivace,proprio una peste,se il padre é un giusto,vi aspettate che gli impartisca subito una severa punizione con uno sculaccione o un bel ceffone?Non di certo,anche lui é "suo figlio"come gli altri e prima di dargli la punizione lo richiama all'ordine,intimandogli di fare come gli altri due fratelli,al rispetto di tutti e a comportarsi educatamente come i"fratelli". Nel discorso di Francesco io vedo questo,come nel discorso verso i gay,dice:chi sono io per giudicare un gay che cerca DIO?E'vero e giusto,ma vi sembra che cerchino DIO quei gay indemoniati che manifestano su qui carri?Sembra un orgia a Sodoma e Gomorra,non cercano niente altro che approvazione alla loro depravazione. Credo di avere ragione,non mi pare un succube di altre religione ne tanto meno succube dei"MONDANI"come Lui li dafinisce,calma dategli tempo,dopo questo lungo periodo di smarrimento della fede ci vuole calma,se cosi non fosse allora....!!??

Ritratto di diego.zoia

diego.zoia

Lun, 12/08/2013 - 14:34

Come cattolico, condivido pienamente l'analisi lucida di Magdi Cristiano Allam. Bravo, suoni la sveglia alle coscienze intiepidite dal buonismo. Nessuno vuol, giocare d'attacco, s'intende: ma la difesa è sacrosanta.

francesco scinto

Lun, 12/08/2013 - 14:37

Il Papa deve fare lui il primo passo di pace e di richiamo al rispetto del prossimo,farlo per primo non vuol dire sottomettersi,glielo impone Dio di far questo,perche siamo tutti suoi figli,poi chi non ubbidira a questa invocazione verra GIUDICATO DA DIO STESSO PER CIO CHE HA FATTO.Credo sappia che sono in errore,loro,perche sembra strano che DIO abbia mandato suo Figlio fatto uomo a soffrire quelle pene e umiliazioni ed essere crocifisso per portare all'umanita la PAROLA DEL PADRE all'amore e rispetto reciproco per poi,dopo 6-700 anni inviare di nuovo l'arcangelo Gabriele a portare una "parola" completamente diversa a Maometto che sconfessa tutto cio che di buono Gesu aveva predicato?Vi sembra logico e saggio??C'é qualcosa che non torna.....

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 12/08/2013 - 15:16

Primo Comandamento che il Papa ha rinnegato: NON AVRAI ALTRO DIO AL DI FUORI DI ME"

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 12/08/2013 - 15:30

Chiesa cattoloica con Papa in testa, hanno rinnegato il Primo Comandamento: "NON AVRAI ALTRO DIO AL DI FUORI DI ME" ! Dal Concilio Vaticano II, invece, vanno dicendo che tutti i Dii delle varie fedi sono la stessa cosa che il Dio cristiano, di conseguenza deducono che chi non è cristiano ci è fratello nella fede! Hanno violato il Primo Comandamento e continuano a violarlo, nonostante che si dicono seguaci e diffusori della fede di Cristo. L'ultimo vero Papa è stato Pio XII, tutti gli altri hanno tradito la loro stessa fede e i propri fedeli.

epesce098

Lun, 12/08/2013 - 16:16

I fratelli che questo papa vorrebbe imporci sono quelli che uccidono i CRISTIANI. Se avessi un fratello che si comporta in questo modo lo ripudierei immediatamente.

francoberto

Lun, 12/08/2013 - 19:44

Saranno gli imam ed i rabbini a negarci,ancora una volta,i vantaggi della globalizzazione religiosa;atteso che per certi papi e per certa intellighenzia pseudo-religiosa nostrana,potremmo presto adempiere al nostro obbligo settimanale col massimo della comodità e della discrezione,per esempio:un venerdì in moschea,il saqbato successivo in sinagoga e,forse,se proprio ci va,una domenica in chiesa.Con tanti saluti alla religione nostra,la sola,unica vera e rivelata.P.S.Dopo avere mandato "al diavolo"con gusto certi teologi d'accatto qui profusi(Accademico,de che?,in primis),capaci di stizzirsi e perfino di odiare,ma unicamente noi,i loro simili (e mi tocco!),mi permetto di suggerire loro la trasformazione del "Dove c'è carità ed amore lì c'è Dio"in "Dove c'è L'ALTRO,lì sì che c'è Dio".In breve,per meritare la comprensione e l'amore(o la perversione?)dei nostri zelanti "fratelli in Cristo",noi cattolici un po'marginali e molto retro,dovremmo ,ipso facto,trasformarci in mussulmani...

goorka

Mar, 13/08/2013 - 10:33

Ma il Catechismo questo Papa l'avrá studiato?

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Mar, 13/08/2013 - 10:50

Durante la Rivoluzione Francese, si propose di sostituire le religioni con la Ragione: ma risultò impresa troppo faticosa.

Holmert

Mar, 13/08/2013 - 13:42

Ma papa Fransisco ha chiesto ai musulmani di chiamarci fratelli? Loro lo sanno? E cosa hanno detto, sono d'accordo? Ci chiameranno anche loro fratelli? Ce lo faccia sapere caro pope Fransisco de la pampa argenteina.

giza48

Lun, 18/08/2014 - 00:46

Come cristiano non proprio praticante sono assai vicino allo scritto di Allam. Considero per Noi Cristiani offensivo avere per fratelli i sostenitori di una religione tribale, belluina, assassina,assolutistica per la completa sottomissione a Dio descritta nel loro corano.(Islam significa sottomissione). Il Nostro Dio ci ha dato l'Amore e il libero Arbitrio, Il loro solo la sottomissione alle parole del corano. Capito!!!! Non c'è possibilità di dialogo e confronto religioso con loro e a malincuore papa Bergoglio dovrebbe ammetterlo. Quando papa Benedetto a Ratisbona ricordò un vecchio e famoso confronto tra l' imperatore bizantino Leone III° (mi pare) e un sapiente islamico, domandandogli quale unico momento di bene che è presente nel corano, perchè lui non lo trovava, è stato tremendamente subissato di insulti e anatemi dai dotti islamici,cortei e violenze contro i cristiani in quei paesi. Ma anche subissato di critiche dai benpensanti cristiani, governanti, politici,intellettuali, industriali, nostrani europei e USA etc. Perchè rovinava il mondo degli affari. Vi ricordate gente? Il problema è questo, noi Cristiani occidentali vogliamo fare affari stare tranquilli, essere al sicuro, avere la pancia piena e nessun pensiero e per questo siamo disposti a vedere massacri di cristiani, decapitazioni come nel medioevo, stupri in massa di donne cristiane comprese, distruzione delle più antiche chiese cristiane esificate molto prima dell'arrivo dell'Islam. Non è con Bergoglio che che ce la dobbiamo prendere,anche se a mio parere non è scritto nel Vangelo che dobbiamo porgere più di due guance. Una ferma condanna di autodifesa è quantomeno auspicabile. Ma contro l'insipienza colpevole dei governi occidentali che guidano una popolazione cristiana anche se poco credente, che dovrebbero porre precisi limiti anche bellici a questi barbari assassini in circolazione e stabilire con forza i motivi del rispetto reciproco religioso per le persone umane. La mancanza di una visione globale dell'Occidente e della sua missione nel mondo, è la causa della nostra debolezza, crisi e perdita di prestigio. Tempi duri si profileranno per le future generazioni, nostre e dell'Occidente, per il rialzar la testa di questi barbari terribili, pieni di odio per Noi Cristiani

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Mer, 27/08/2014 - 10:39

caro Papa , smettila di dire idiozie , questi non sono fratelli di nessuno , vogliono massacrare i cattolici e islamizzare tutti quanti , quindi se vuoi , di le cose come stanno veramente, questi non sono neanche amici , sono solo nemici e noi li accogliamo per distruggerci . Sei un bravo cristiano ma , sbagliato al momento sbagliato .

pgbassan

Lun, 05/10/2015 - 23:01

#Holmert e micdipi: sottoscrivo in toto. #tempus_fugit_888: l'infallibilità del papa riguarda a quando parla ex Cathedra e in materia di fede. Il volemose bene sui musulmani è un suo pallino (se proprio vuol farsi tagliare la testa...).