Gli indipendentisti veneti fanno tremare Roma: "Secessione dall'Italia"

È partito ieri il referendum per la secessione. Il primo giorno oltre mezzo milione di voti: "Noi come la Crimea"

Il Veneto come la Crimea. Il comitato plebiscito.eu ha indetto un referendum autogestito per chiedere l’indipendenza dall'Italia. L'obiettivo è la secessione. E le adesioni sono ingenti: il primo giorno è corso a votare oltre mezzo milione di persone. E il risultato appare pressoché scontato. Bisognerà attendere sabato prossimo quando, a Treviso, saranno proclamati i risultati definitivi e l'eventuale dichiarazione di sovranità veneta.

Il voto si è aperto ieri. Ed è stato subito premiato con una partecipazione di massa. "Alle 18.30 hanno votato poco più di 430.000 veneti, oltre l’11,50% degli aventi diritto al voto", hanno festeggiato ieri sera gli organizzatori. Tanto che, oltre al Mattino di Padova, ha subito trovato l'interesse della televisione russa Vesti 24 e della Bbc. La televisione britannica ha pubblicato un servizio on line in cui il referendum veneto veniva paragonato alla consultazione che si terrà in Scozia il prossimo settembre. In realtà la mossa decomitato plebiscito.eu ha un valore prettamente politico. Tuttavia non bisogna sottovalutare come l'iniziativa stia raccogliendo un successo senza precedenti, quasi da far impallidire l'affluenza alle elezioni politiche. Al termine della prima giornata le province con più partecipazione sono state Vicenza (oltre 121.700 voti), Treviso (più di 118.300 voti) e Padova (105.300). A seguire Venezia (sopra i 50.000 voti), Verona (27.800 voti), Belluno (3.300 voti) e Rovigo (3.100 voti). La domanda a cui rispondere è semplice: "Vuoi tu che il Veneto diventi una Repubblica Federale indipendente e sovrana?". Seguono altre tre domande per decesidere se il Veneto debba rimanere nell'Unione europea, se il Veneto debba mantenere l'euro e se il Veneto debba restare nella Nato.

"Renzi, come tutti da Roma, ci guarda dall’alto in basso, crede che stiamo al Luna Park - ha commentato il governatore del Veneto, Luca Zaia, in una intervista a Libero - ma il fermento indipendentista è sempre più forte, e non dipende dalla gente del nord sempre più strozzata, dipende da Roma". Come spiega Guida Moltedo su Europa, a cavalcare la spinta c'è Alberto Morosin, il fondatore e leader di Indipendenza veneta che vorrebbe staccare dal Belpaese la più ricca delle regioni del Nordest. Dietro di lui, come spiega Daniele Ferrazza sul Mattino di Padova, convivono due anime differenti: "Da una parte il movimento Plebiscito 2013 che ha lanciato il sondaggio on line dal valore puramente politico; dall’altro la Lega Nord che, riscoprendo il tema, ha mobilitato la sua rete territoriale per fare pressione sul consiglio regionale; sul piano istituzionale, un cartello di sigle sta cercando di costituire un polo veneto in vista delle prossime elezioni regionali del 2015".

Annunci
Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 17/03/2014 - 18:04

Ho la sensazione,che il virus "Crimea",contagierà molte Aree,dell'Europa e non solo...Che sia finita l'era delle greppie associative fasulle?

igiulp

Lun, 17/03/2014 - 18:14

Non diciamo inesattezze. La raccolta firme è iniziata l'8 e 9 marzo. Fa comunque piacere che i media (tutti) si siano finalmente accorti, seppur con una settimana di ritardo.

clamajo

Lun, 17/03/2014 - 18:23

Triveneto libero!

Tergestinus.

Lun, 17/03/2014 - 18:32

Mi pare di averle già sentite tempo fa queste cose... ma quando? Ah, sì, al tempo dei quattro serenissimi scalatori di campanili. Ogni quindici-vent'anni torna fuori sta storia...

Mario-64

Lun, 17/03/2014 - 18:36

Poi che si fa' ,si torna ai comuni e ai feudatari??

Raoul Pontalti

Lun, 17/03/2014 - 18:41

Buona questa! Il Veneto repubblica federale! Ossia composto dalla nazione vicentina, veronese, venessiana, etc. Ma con i fermenti della Lessinia come la mettiamo? E soprattutto il secessionismo che anela al congiungimento con la Madrepatria trentina persino da parte di quei comuni che del Trentino asburgico non fecero mai parte? Rinuncerete alla fertile terra dei fagioli di Lamon che vuole passare a Trento? Livinallongo del Col di Lana? La lascerete fuggire? e l'Agordino? e l'Altopiano dei Sette Comuni con i suoi formaggi? E allora è bene per i bananas delle altre Regioni fornire di seguito l'elenco dei Comuni del Veneto che con regolare referendum hanno già scelto di andarsene dal Veneto: Lamon, Sovramonte, Asiago, Conco, Enego, Foza, Gallio, Lusiana, Roana, Rotzo, Pedemonte, Taibon Agordino verso Trento, Cortina d'Ampezzo, Livinallongo del Col di Lana, Colle Santa Lucia verso Bolzano, Cinto Caomaggiore e Sappada verso il FVG, mentre altri 13 comuni non hanno raggiunto il quorum prescritto e ci riproveranno. Perde tocchi da tutte le parti il Veneto olgettin-leghista grazie alla sua sciagurata ventennale amministrazione e rilancia con la secessione assicurandosi così la perdita di intere province, a cominciare da Belluno proseguendo per Rovigo e poi Padova che faranno secessione nella secessione. Siamo seri e non tiriamo in ballo una storia della Serenissima che non c'è più e prendiamo atto che il Veneto per mentalità è ancora la terronia del Nord da cui pescare braccianti, domestiche e puttane come per secoli ha fatto il Trentino asburgico prima e redento poi.

tzilighelta

Lun, 17/03/2014 - 18:42

io ricordo quei tre buontemponi che un giorno sono saliti su un campanile in piazza San Marco con un cannoncino della prima guerra mondiale, volevano spaventare Roma! Stanno ancora ridendo, a Roma!

Miraldo

Lun, 17/03/2014 - 18:43

Bene facciamolo questo referendum in altre regioni e specialmente nella rossa Toscana e state pur certi che la maggioranza è per il ritorno del Granducato di Toscana.

marvit

Lun, 17/03/2014 - 18:46

Ha ragione Zaia: purtroppo solo il Veneto è "strozzato" da Roma....

eolo121

Lun, 17/03/2014 - 18:51

troppa crisi in giro ormai. c è l esasperazione

oasicarlos

Lun, 17/03/2014 - 19:18

Vi invito a leggere ed informarvi bene su plebiscito.eu prima di commentare. Se non è troppo, c'è un pdf abbastanza consistente che spiega punto per punto lla linea dell'indipendentismo, i tempi di realizzazione, la costituzionalità (legge del 2006). Dopo ciò potete anche dire che è una cazzata, ma dubito fortemente lo possiate affermare con onestà intelettuale. SI o NO MA VOTATE TUTTI, VENETI

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 17/03/2014 - 19:20

Evvai.................. Milletrecento anni di storia di indipendenza, libertá e buon governo sono stati cancellati da un plebiscito operato con metodi violenti e fraudolenti. 150 anni di matrimonio forzoso bastano ed avanzano. Viva San Marco.

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Lun, 17/03/2014 - 19:28

Se giurate di portarvi via tutti i veneti presenti nelle altre Regioni Italiane vengo a votare anche io...

Ritratto di vkt.svetlansky

vkt.svetlansky

Lun, 17/03/2014 - 19:36

La storia ci insegna il Veneto sotto l'Austria ha avuto benefici che i Savoia hanno scippato con la loro smania di allargare il Regno d'Italia. La Germania dopo la seconda guerra mondiale fu divisa. Lo stesso doveva farsi dell'Italia. Magari chiamandola per la parte del Nord la Repubblica Cisalpina. Il Metternich mai considerò l'Italia una nazione, ma una mera espressione geografica.

zisp

Lun, 17/03/2014 - 19:41

finalmente anche il Giornale pubblica la notizia, i cittadini veneti possono votare online e via telefono, collegandosi a www.plebiscito.eu tutte le istruzioni

PaoloBernardini

Lun, 17/03/2014 - 19:44

Gentilissimo Il Giornale, indubbiamente il referendum ha un significato "puramente politico". Si tratta infatti di creare un nuovo Stato, cosa che, giunti a 700.000 votanti, è auspicabile quanto doveroso. Si tratterà ad esempio di aggiornate le cartine geografiche, cosa semplice, se si vuol risparmiare, cambiando il colore del Veneto rispetto all'Italia confinante. Auguri per Silvio Berlusconi. Probabilmente nella III Repubblica Veneta vi sarà una tassa estremamente competitiva sulle imprese, se le vuole trasferire da noi, ben accetto. Cordialmente Paolo L. Bernardini

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Lun, 17/03/2014 - 19:49

Cominciamo a ragionare in termini di lotta Politica; io so che la Lega farà bene ma occorre che tutti noi, specialmente nelle marche cerchiamo di dare sostanza a quest'iniziativa. Si sa che l'Umbria è per la greppia dato che sono quasi tutti pensionati, invalidi, Dipendenti Pubblici ecc. ma le Marche hanno un tessuto industriale che potrebbe fare da traino. Avanti Forza Italia. Shalom

RiccardoG

Lun, 17/03/2014 - 20:08

Non diciamo inesattezze, igiulp. Questo non c'entra niente con la lega e la loro raccolta firme. Plebiscito è un movimento popolare e sottolineo che NON è un partito.

chiara 2

Lun, 17/03/2014 - 20:09

Non vedo perchè se è accetabile che esistano regioni a statuto speciali quali Sicilia, Trentino, ecc. non possa esistere anche che il Veneto chieda la secessione. Mi spiace ma o tutti o nessuno

libertyfighter2

Lun, 17/03/2014 - 20:30

Speriamo vivamente ci riescano!!!!!!!! La scissione dell'Italia è l'unico metodo vero per uscire dalla crisi. O meglio, sicuramente ne escono coloro che se ne vanno.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 17/03/2014 - 20:34

inevitabile.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 17/03/2014 - 20:35

io di questo referendum ho letto prima su Russia Today... vedete voi.

levy

Lun, 17/03/2014 - 20:39

Viva lo stato Veneto libero e indipendente.

salvos

Lun, 17/03/2014 - 20:51

Bene.andate con la Russia.

mrstefano85

Lun, 17/03/2014 - 21:33

ma è vera?

ESILIATO

Lun, 17/03/2014 - 21:33

La salvezza per l'Italia sta nello staccarsi dall'Euro e dal resto dell'Europa economica ed entrare nell'area del Rublo. Come al Solito Berlusconi ha RAGIONE............basta con l'arroganza della "CULONA"....

marcoghin

Lun, 17/03/2014 - 22:55

W el leon!!! Più di un millennio di storia gloriosa, non centocinquant'anni di cialtronerie e imbrogli.

dani88

Lun, 17/03/2014 - 23:06

Finora la censura dei media (giornali e televisioni) è stata agghiacciante (per ordini dalle stanze del potere) ma al giorno d'oggi con i social network nulla è più censurabile. 500 mila firme in un giorno ne sono la prova, e sta iniziando il percorso per l'autonomia da questo stato (inteso come apparato burocratico) che ha saputo solo succhiare il sangue senza dar nulla in cambio.

mbotawy'

Lun, 17/03/2014 - 23:28

Una vecchia idea e speranza annunciata da tempo,ma con un troppo timido impulso. Situazioni come questa la risolse egregiamente la Jugoslavia a suo tempo. Forse manca il leader adatto, e un poco piu' di coraggio nella popolazione.

VYGA54

Lun, 17/03/2014 - 23:30

Vuoi vedere che i Padri della Patria, hanno sbagliato tutto e che le idee di Gioberti e di Cattaneo verranno realizzate dopo oltre un secolo e mezzo??

Ritratto di giubra63

giubra63

Mar, 18/03/2014 - 01:05

x igiulp : 8 e 9 marzo la raccolta era per indire il Referendum: 100mila firme. Ora si vota, é giusto che tutti noi Veneti votiamo, si o no ma votiamo, per dare un segnale forte ai capoccioni romani che stanno tradendo lo spirito dell'unione quella che per noi Veneti incomincio' nel 1866, dopo 69 anni di dominio straniero. Questa Europa non ci piace, e non ci piace neanche questa Italia che sta schiavizzando tutti gli italiani, ma alcuni meno. Sarebbe opportuno un'Italia federale come la Germania con poteri centrali alla Difesa, agli Esteri, come negli U.S.A.. Ma sopratutto é un avvertimento per il governo che che con prodi,amato,monti,letta,d'alema si é inchinato e inginocchiato alla Germania, alle banche e ai tecnocrati di Bruxelles firmando i trattati di Mastrict, di Lisbona, del Fiscal Compact, del Mes, dell'adesione all'Euro senza che la BCE sia come la FED, delle liberalizzazioni bancarie egli anni 1996-98 (su ordine di clinton).

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 18/03/2014 - 01:39

Si tratterebbe di una notizia da prima pagina ma in Italia abbiamo giornali e giornalisti che oltre al paraocchi equino indossano anche il paraorecchie. Ciechi e sordi al punto da risultare OVVIAMENTE MUTI. Questa volta non è Bossi a minacciare la secessione MA LE MIGLIAIA DI VOTI DEI CITTADINI.

mario micheletti

Mar, 18/03/2014 - 02:03

sono d'accordo col l'indipenenza del veneto solo se la bergamasca faccia parte non dimentichiamo che bergamo e stato con la republica veneta la serenissima per 487 anni circa

gianni59

Mar, 18/03/2014 - 02:34

La differenza è che la Crimea vuol passare sotto la Russia...il Veneto dove va?

illy

Mar, 18/03/2014 - 08:13

Sarebbe auspicabile un referendum anche per la Lombardia. Non vedo l'ora.

Alex60

Mar, 18/03/2014 - 08:38

L'opportunismo di Forza Italia sulla questione dell'Euro alimenta tutti i particolarismi. La necessita' elusa dell'uscita dell'Italia dall'Euro e dai vincoli dell'Unione Europea rischia di trasformarsi in spinta secessionistica. Complimenti.

marco m

Mar, 18/03/2014 - 08:47

La raccolta delle firme va avanti dall'8 marzo, come gia' commentato, 430000 non e' mezzo milione e l'11% dei votanti non fa impallidire le politiche. Diciamo le cose come stanno, non stiamo vendendo pentole

Ritratto di Blent

Blent

Mar, 18/03/2014 - 08:57

fanno benissimo è ora di abbandonare la nave che affonda. cosa aspettiamo ad indire un referendum anche in Lombardia o vogliamo affondare insieme alla zavorra.

Ritratto di greysmouth

greysmouth

Mar, 18/03/2014 - 09:00

Ma, Santo Cielo, c'è la Confederazione Elvetica da 600 anni a fare da esempio; basta copiare. E, poi, che n'è della proposta di una macroregione con Lombardia e Piemonte??? Questa è l'unica via da percorrere, uno Stato Federale comprendente (tutto) il Nord-Italia. A livello teorico, solamente: senza l'appoggio dell'Esercito (terrone) resta una boutade (proprio) da Luna Park.

abocca55

Mar, 18/03/2014 - 09:11

L'Italia fu unita col sangue dei martiri. Si faccia una legge per mettere in galera tutti i depravati egoisti che vogliono l'indipendenza.

biricc

Mar, 18/03/2014 - 09:22

Devo fare ammenda. Ieri ho accusato "il Giornale" di voler oscurare il referendum per l'indipendenza del Veneto ma oggi vedo con piacere che la notizia viene correttamente divulgata.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 18/03/2014 - 09:28

Non lo permetteranno mai, primo perché se il veneto e poi il resto del nord si separassero il resto d'Italia e' fallito in un giorno. Faranno di tutto, lecito o illecito, ma non lo permetteranno.

astice2009

Mar, 18/03/2014 - 09:32

cosa aspetta Napolitano a fare intervenire l'esercito per fare arrestare e fucilare questi spregevoli terroristi indipendentisti? Immediatamente!! La nostra patria e' scara e devono essere passati per le armi subito questi cani

gneo58

Mar, 18/03/2014 - 09:36

ci terrei ad un ritorno della Repubblica di Genova.

procto

Mar, 18/03/2014 - 09:39

il referendum non servirà a niente, perchè la Costituzione non prevede secessioni,indipendenze e altre amenità varie. Quindi si tratta della ennesima pagliacciata/spot in salsa verde leghista.La crisi economica c'è ed è forte, ma non è colpa dell'euro o della merkel, e non si risolve con queste votazioni farsa travestite da plebisciti stile Braveheart. Rassegnatevi amici veneti, e affidatevi a qualche terapia più complessa per affrontare gli anni difficilissimi che vi (ci) aspettano.

plaunad

Mar, 18/03/2014 - 09:40

Accettiamo una volta per tutte un dato di fatto. L'Italia non é mai esistita, non esiste e non esisterà mai.

gneo58

Mar, 18/03/2014 - 09:40

per abocca55, se lei fosse coerente con il suo pensiero avrebbe dovuto aggiungere - "e fuori dalle balle tutti gli stranieri invasori, clandestini e furfanti", ma cosi' non e' perché in qualche modo le torna comodo cosi'

Xander

Mar, 18/03/2014 - 09:46

Questo Referendum è solo rappresentativo, è una provocazione, perchè la Costituzione non lo permette. L'unica strada da seguire per il Veneto è la rivolta armata, solo così si abbatte il "muro" legale. Sono del Sud ma comprendo i veneti, nel senso che, se una popolazione non vuole più far parte di una nazione, bisognerebbe lasciargli autodeterminazione. La legge è valida ed efficace non solo perchè è stata emanata dall organo legittimamente riconosciuto, ma anche perchè è rispettata ed accettata dai cittadini.

Mario-64

Mar, 18/03/2014 - 09:57

Prima si chiamano milioni di giovani italiani per fermare gli austriaci sul Piave e dintorni ,poi ,appena l'Italia non serve piu' si fa un referendum.. Piu' libri di storia e meno grappa ,signori.

elalca

Mar, 18/03/2014 - 10:05

#astice2009: farsi vedere da uno bravo no vero????

Ritratto di PICONE43

PICONE43

Mar, 18/03/2014 - 10:11

Io tifo veramente per la riuscita dell'operazione! Forza veneto: scissione da questa cesso di Nazione e soprattutto fuori l'Italia da questa Europa Nazimerkeliana!

blues188

Mar, 18/03/2014 - 10:12

gianni59, non importa (per ora) dove andrà, la cosa più importante è stare da soli staccandosi dall'abbraccio meridionale che tanti danni ha causato, rivelandosi mortifera per tante regioni del Nord.

mzee3

Mar, 18/03/2014 - 10:23

Brrrrrrr!Pauraaaaaa! Tutta Roma è in subbuglio! Un fuggi fuggi generale! Tutti che si domandano: " come faremo? Cosa succederà? Una rivoluzione? E da chi saranno annessi? All'America? Alla Svizzera? All'Austria? Alla Germania o alla Francia? Al mare Adriatico o al Ligure?

Ritratto di fornacchia

fornacchia

Mar, 18/03/2014 - 10:43

Io sono veneto ed ho votato. Non c'entra nulla la lega, chi lo dice cerca di screditare una volontà popolare trasversale. La verità è che molti di noi non si sono mai sentiti italiani anche se di idee di destra e mai fratelli o simili ad alcun altro. Penso sia la stessa cosa per chi è meridionale, è impossibile che si riconosca in un veneto. Cosa ci tiene insieme? Nulla che non sia l'imposizione ad essere uniti ed il bisogno per certa parte dell'italia a restare con noi solo per bisogno. Se fossimo stati i poveri di tutti, a quest'ora ci avrebbero lasciati andare. Ma non manca molto, a forza di essere munti e tartassati siamo ormai alla canna del gas. Avete ucciso la vacca che vi dava il latte. Complimenti! Adesso cavatevela da soli.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 18/03/2014 - 10:44

Strano,ma quando un Paese,una Regione,parla di secessione,parla di indipendenza,gli "altri",che prima dicevano di essere "sfruttati",e che dovrebbero fare ponti d'oro, a questi "sfruttatori" che si vogliono mettere per proprio conto,non vogliono,preferiscono continuare ad essere "sfruttati",e si oppongono....Come è strano il mondo!!

Ritratto di fornacchia

fornacchia

Mar, 18/03/2014 - 10:46

astice 2000 sei un imbecille. Ci vuoi sparare? Con cosa? con pallottole pagate con le nostre tasse? Ma vai a cagare!

marvit

Mar, 18/03/2014 - 12:24

Sono certo che gli amici veneti sono a conoscenza che anche in altre regioni d'Italia si lavora,si pagano le tasse e si è "sfruttati" in egual maniera. Così come lo stesso, sono a conoscenza che l'Italia non vive solo sulle spalle del Veneto. Loro,però,hanno il coraggio di protestare con importanti iniziative, mettendo "nero su bianco" col referendum. Per questo vanno apprezzati,rispettati e sponsorizzati

murdockfbc

Mer, 19/03/2014 - 01:54

fornacchia, guarda che astice penso fosse puramente ironico! ;)

Ritratto di alejob

alejob

Mer, 02/04/2014 - 13:16

E' caduto il muro di BERLINO e cadrà anche ROMA.