Gli italiani a letto? Dei fulmini Ogni 3 giorni ma per 2 minuti

Hanno all'incirca nove rapporti sessuali al mese (più della media mondiale) però la prestazione è troppo veloce. Ed è il motivo principe della crisi di coppia 

Correva l'anno 1986, quando la pop star Madonna esordì con il video singolo «Papa Don't Preach», nel quale compariva con una t-shirt riportante la frase «Italians do it better» (gli italiani lo fanno meglio).

Il riferimento, chiaramente, era all'idea che gli abitanti del Belpaese fossero i migliori a letto. Sarà vero? Non proprio, stando a uno studio condotto da DoxaPharma, che verrà discusso l'8 ottobre nel corso del congresso nazionale della Società Italiana di Urologia (Siu) e dell'Associazione Ginecologi Ospedalieri Italiani (Aogoi). Emerge, infatti, un dato che lascia qualche dubbio: nel 25 per cento dei casi la durata media di un rapporto sessuale in Italia è meno di due minuti; mentre un famoso studio condotto dalla Society for Sex Therapy and Research di Washington ritiene che, per essere veramente appagante, dovrebbe essere compreso fra i 7 e i 13 minuti. È vero che la qualità ha più importanza della durata, ma psicologi e andrologi concordano nel dire che sotto i due minuti non c'è nemmeno il tempo «fisiologico» per provare vero piacere. Sono gli italiani stessi a lamentarsi, pur ammettendo in media di fare l'amore nove volte al mese (per un totale di 108 rapporti all'anno), più dello standard mondiale.

Altri dati confermano un certo malcontento: il 70 per cento degli abitanti dello Stivale lamenta una generale insoddisfazione fra le lenzuola, e almeno 800mila coppie rischiano «il patatrac» proprio per questi motivi.
Ma le difficoltà a letto potrebbero anche dipendere da un fattore psicofisico ben preciso: l'eiaculazione precoce. Secondo l'indagine di DoxaPharma molti italiani soffrono di questo disturbo (dal 30 al 70 per cento) e solo in rari casi sanno affrontare adeguatamente il problema. Procastinare l'intervento del medico - in particolare dell'andrologo - può essere deleterio per la coppia, che si logora e perde sempre più fiducia in sé: l'uomo smarrisce l'autostima e la donna, non sapendo come gestire il limite del partner, spesso diviene insofferente, incrementando il disagio maschile.

Ma quando si può parlare di eiaculazione precoce? L'International Society of Sexual Medicine indica un problema reale quando, durante la maggior parte dei rapporti, l'eiaculazione avviene entro uno o due minuti dalla penetrazione. Si parla di eiaculazione precoce grave, quando l'uomo eiacula dopo tre movimenti coitali o ancor prima della penetrazione. Può essere dovuta a deficit organici, riguardanti l'attività prostatica, tiroidea, uretrale; ma anche l'azione masturbatoria, in determinati contesti, può favorire l'evoluzione di una particolare muscolatura a discapito della capacità di raggiungere l'orgasmo in tempi idonei al soddisfacimento della coppia. Spesso l'handicap sessuale è di origine nervosa, psicosomatica.
Per Freud era riconducibile a «pulsioni sadiche inconsce dell'uomo nei confronti della donna». Molto più prosaicamente la psicologia riconduce il problema all'ansia da prestazione, ossia la difficoltà di molti maschi di affrontare in modo maturo e consapevole un'esperienza sessuale. Qualunque sia la causa, assicurano gli esperti, l'eiaculazione precoce può essere sconfitta: con l'ausilio di antidepressivi, la circoncisione, l'impiego di creme anestetiche, la fitoterapia, la terapia cognitivo-comportamentale.

Commenti
Ritratto di nuvmar

nuvmar

Lun, 30/09/2013 - 10:12

messo che nessuno ti racconta il vero circa la propria intimità, resta la supposizione che, tanto per parlare , ci sta parlando di se medesimo. Inoltre l'argomento sarebbe da 'indagare' sotto le lenzuola e poca gente sarebbe disponibile. Se questa statistica le offre soddisfazione se la goda pure, io preferisco le mie tre prestazioni giornaliere senza cronometri!

franco@Trier -DE

Lun, 30/09/2013 - 11:13

ma come,ogni 3 giorni? Io che sono in pensione già ne faccio 3 al giorno sabato 4 domenica riposo.Tchuss....

meloni.bruno@ya...

Lun, 30/09/2013 - 11:45

La riserva di munizioni(coiti)va gestita meglio e con profitto!l'eiaculazione dipende tutto dalla testa, (self control)e intesa con la patner!Comunque basta farsi due conticini e si ha il risultato dell'articolo,l'Italia è uno dei paesi dove abbonda la prostituzione,e tutte vogliono prostituirsi da noi perchè fanno molti guadagni con il minor sforzo.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Lun, 30/09/2013 - 12:54

Ma dipende con chi si va aletto, due min. con una , santache so pure troppi.!

vince50

Lun, 30/09/2013 - 13:18

C'e troppa gente che prende come esempio i films porno,due ore di fuoco girate in due mesi.Le realtà e ben diversa,basterebbe essere più umili sinceri e non fare gli spacconi "a parole!!!".

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 30/09/2013 - 13:18

Franco tier-IO a Volte 3 al giorno e tutto senza viagra.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 30/09/2013 - 13:20

xdirettore Emilio -Io con una Bindi ci starei 10 ore, cercando pero, di farlo salire su.

franco@Trier -DE

Lun, 30/09/2013 - 15:26

Mar, Io non ho mai visto una pastiglia di viagra se non in tele cosi morfina eroina e polverine varie tranne che lo zafferano che con il quale mi sono fatto varie paelle spagnole,il preservativo lo avrò usato 3 volte in vita mia, la mia maggior sicurezza è sempre stato il cervello, sapere quando fare retromarcia al momento giusto non come un coglione sudista.

Ritratto di Kayleigh

Kayleigh

Lun, 30/09/2013 - 16:05

Solo 9 rapporti al mese di pochi minuti? Non credo mai a questo genere di statistiche, trovo persino ridicolo commissionarle. Ma se davvero così fosse... Poveracce le intervistate e/o fortunatissime quelle come me! Senza entrare nello specifico, i numeri che riguardano me e il mio uomo sono molto, ma molto diversi da quelli esposti nell'articolo! :)

franco@Trier -DE

Lun, 30/09/2013 - 19:11

ma cosa fa questo in foto dorme con una donna simile a fianco ma è scemo?

Nadia Vouch

Lun, 30/09/2013 - 22:10

In pratica, prima il dovere e poi il piacere. Il piacere resta fuori dai sondaggi (ovviamente).

franco@Trier -DE

Mar, 01/10/2013 - 14:37

Certo il dovere di un uomo è quello di soddisfare una bella donna seguito il piacere,non come fanno nel meridione, che per loro se la donna non gode è lo stesso importante godano loro, poi dicono che i meridionali sanno ramazzare....

Ritratto di Kayleigh

Kayleigh

Mar, 01/10/2013 - 15:48

ehi cretino di un finto tedesco, si capisce chiaramente che sei figlio di meridionali o meridionale a tua volta, ma ti vanti di venire da chissà dove per fare il mantenuto in Germania. Quindi fai poco lo spiritoso. Hai letto benissimo il mio commento a riguardo e anche quello nell'articolo sui clandestini morti: io e il mio uomo siamo entrambi meridionali, lui più di me, e ti posso garantire che è quanto di più lontano dalla tua idea da ignorante provocatore. Se tu per farti mantenere da una tedesca sei costretto a darci dentro (naturalmente a botte di viagra), non te la devi prendere con chi lo fa regolarmente, in maniera sana, più volte e con tata generosità da parte di entrambi i partners. Sei ridicolo e secondo me pure vecchio.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Mer, 02/10/2013 - 23:30

...Ignoro la fonte di provenienza di questi dati! Per quanto mi riguarda la smentisco, a meno che la cifra non venga corretta moltiplicando per quattro il numero delle volte e per quindici minuti di durata.