"Kyenge orango", Calderoli nel mirino

Insulti a un comizio, poi le scuse al telefono. Napolitano: "Colpito e indignato". La sinistra invoca le dimissioni del leghista

«Quando vedo le immagini della Kyenge non posso non pensare alle sembianze di un orango». È il vicepresidente del Senato, Roberto Calderoli, a paragonare l'aspetto fisico del ministro dell'Integrazione, Cecile Kyenge, a quello di una scimmia. Calderoli lancia la sua invettiva in pubblico dal palco, durante una festa della Lega a Treviglio e pur avendo già accumulato un ricco curriculum di sparate scioccanti con questa supera se stesso. Soprattutto quando a sua difesa spiega che si tratta di «una battuta simpatica» che «non intendeva offendere». Qualunque intenzione avesse il vicepresidente del Senato riesce a raggiungere tre obiettivi, tutti negativi. La prima è l'inevitabile condanna unanime da parte di (quasi) tutto il mondo politico da dove si leva anche la richiesta di dimissioni immediate dalla carica in Senato. La seconda, più gravida di conseguenze, è che con il suo insulto Calderoli rischia di spazzare via la possibilità di una seria discussione sulle scelte politiche da fare in materia di immigrazione. A cominciare dalla richiesta del riconoscimento dello ius soli avanzata proprio dalla Kyenge.

Infine la terza conseguenza è che le parole di Calderoli diventano la goccia che fa traboccare il vaso della pazienza di Giorgio Napolitano. Il capo dello Stato è indignato oltre che preoccupato per quella che appare come una deriva verso «l'imbarbarimento della vita civile» nella quale l'insulto di Calderoli è soltanto l'ultimo gravissimo episodio. L'ennesimo misfatto che si aggiunge alle minacce di morte scatenate su Facebook contro Mara Carfagna e infine al caso più grave: l'incendio del liceo Socrate di Roma già catalogato come atto di terrorismo. Fatti gravi che inquietano il Quirinale e che verranno affrontati da Napolitano in un incontro con la stampa il 18 luglio.

Alle parole di Calderoli il ministro replica con distacco. «Non le prendo come un'offesa personale ma mi rattristano per l'immagine che danno dell'Italia - dice la Kyenge - A Calderoli come persona non ho nulla da dire ma chiedo che come rappresentante delle istituzioni tragga le conseguenze insieme al suo partito». Solidarietà alla Kyenge da parte di tutti i rappresentanti del governo. Dal premier Enrico Letta che definisce «inaccettabili le parole del senatore Calderoli», al ministro dell'Interno, Angelino Alfano che ha chiamato al telefono il ministro per offrirle «solidarietà per l'insulto vergognoso che le è stato rivolto».

Pure il capogruppo del Pdl alla Camera, Renato Brunetta, condanna «le offese gratuite e gli insulti a sfondo razziale» mentre Pier Luigi Bersani definisce la Kyenge una donna straordinaria e le parole di Calderoli «bestialità». Calderoli reagisce, spiega che non ha nessuna intenzione di dimettersi ma chiede scusa al ministro con una telefonata in serata («Ci siamo chiariti»), invitandola alla festa leghista di Bergamo. «Se Kyenge si è offesa me ne scuso - dice Calderoli - Accetto di catalogare la mia battuta come infelice ma non voglio sentire accuse di razzismo da parte di politici che sono razzisti ogni giorno con i cittadini del nord. E per farmi perdonare dal ministro Kyenge la invito ufficialmente a un dibattito alla Berghemfest in agosto». Il segretario leghista Roberto Maroni lo bacchetta con un «ha sbagliato», riconoscendo che si è scusata. «Noi non attacchiamo le persone -aggiunge- ma contrastiamo le idee sbagliate». Le dimissioni? «Deciderà lui».

Calderoli ribatte: «Non vorrei che si parli delle mie dimissioni per evitare di parlare di quelle di qualche altro ministro per la vicenda Ablyazov - insinua - Una battuta infelice non può essere paragonata ai danni che questo Governo sta facendo al Paese». Il segretario della Lega Lombarda, Matteo Salvini, suggerisce su Facebook che si parli di questo per evitare altri argomenti. «Molti giornalisti italiani mi fanno schifo - dice - A qualcuno scappa una battuta del cavolo e diventa la notizia del giorno». Per Salvini si dovrebbe parlare di «pensioni da fame e aziende che chiudono».

È ipotizzabile che Calderoli debba dimettersi? No a meno che non lo faccia di sua spontane a volontà ma il leghista ha già detto che non ha alcuna intenzione di farlo. Non è possibile costringere alle dimissioni il presidente, il vicepresidente e altri componenti degli uffici di presidenza di Camera e Senato in base al regolamento. Anche se il presidente della Camera, Laura Boldrini twitta «quelle di Calderoli sono parole volgari, civili e indegne per le istituzioni». E c'è chi per condannare gli insulti non trova di meglio che insultare a sua volta. Come Andrea Vecchio di Scelta Civica che parla di «grugni leghisti» da studiare con le teorie di Lombroso e Giancarlo Galan (Pdl) che invita Calderoli a studiare il comportamento degli oranghi «che avrebbero molto da insegnargli».

Commenti
Ritratto di indi

indi

Lun, 15/07/2013 - 09:01

Firmate tutti, prima che sia troppo tardi, la petizione di Magdi Allam che trovate a questo link: http://t.co/YbrgHsOFJN affinchè "Si dimetta il ministro Cécile Kyenge che ha giurato il falso

bosco43

Lun, 15/07/2013 - 09:17

Ma Giogetto"la volpe",si è svegliato per l'occasione? Non ha mai sentito sbeffeggiare Berlusconi o Brunetta??? Ma è argomento su cui menarla per giorni???

Ritratto di Alex Biffi

Alex Biffi

Lun, 15/07/2013 - 09:24

Sai che scandalo la battuta fatta dal sen. Roberto Calderoli in quel di Treviglio! Basterebbe, qualche volta, ascoltare la trasmissione di Cruciani e Parenzo e gli insulti che questi due bei tomi rivolgono quotidianamente ai Leghisti, per capire che quella del Robertone padano è solo una battuta fatta in un contesto goliardico. Che dire degli insulti sanguinosi nei confronti di Brunetta fatti dai vari Fo e compagni? Comunque, piena solidarietà e simpatia al 36° Re dei Longobardi!!!!

GianniGianni

Lun, 15/07/2013 - 09:25

E' bello calderoli

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Lun, 15/07/2013 - 09:28

Vabbé, è stata una battuta infelice (che peraltro rafforza Kyenge nel ruolo di vittima dei malvagi italiani), però non mi pare il caso di continuare questa polemica. Giorgio Napolitano poi la pianti di fare l'indignato. Un presidente della repubblica che fa distruggere delle intercettazioni che lo riguardano sulla trattativa stato-mafia... Ecco, questa sarebbe una cosa di cui indignarsi veramente (ma tanto per la sinistra i mafiosi sono Berlusconi ed i suoi elettori).

Mario-64

Lun, 15/07/2013 - 09:30

Di sicuro non si possono accusare i leghisti di ipocrisia ,quello che pensano lo dicono...

Ritratto di Blent

Blent

Lun, 15/07/2013 - 09:32

basta con queste polemiche sterili , occupiamoci dei nostri cittadini in difficoltà , che sono molti e sempre di piu'.

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Lun, 15/07/2013 - 09:37

possibile che ogni volta che c'è di mezzo questa ,ne debba uscire un caso? mi ripeto, c'è libertà di pensiero in italia e questa non fa nulla per passare inosservata con dichiarazioni idiote ogni giorno . e facciamolo qualche referendum per vedere cosa pensano gli italiani a proposito di immigrazione

lucrezia60

Lun, 15/07/2013 - 09:37

fatemi capire... se si paragona calderoli a un suini, silvio a un cainano o a un giaguaro, brunetta a un nano.. è tutta satira politica..se si parla della congolese e si dice che rammenta un orango..allora è razzismo... non capisco.. senza contare che ci sono negre bellissime come naomi che sicuramente non fanno pensare a un orango..e altre decisamente orribili, che a pensare all'oirango si offende l'orango..

lucrezia60

Lun, 15/07/2013 - 09:39

inoltre vorrei ricordare che la congolese ci ha letteralmente insultato dandoci dei meticci .. io non mi sento per niente meticcia.. forse pero il capo dello stato e altri figuri politici si ..ecco perche viene difesa oltre qualsiasi morale

peter46

Lun, 15/07/2013 - 09:45

Prof.Luigipiso,che sicuramente starà 'ascoltando',ho sempre ironizzato con Lei,però,oggi voglio renderle onore per aver tenuto degnamente il 'campo'a favore delle ragioni del Sud nei commenti di ieri sull'art.""Se vedo la Kyenge,penso ad un orango.Bufera su Calderoli."".Purtroppo avevo qualche turno di squalifica e non son potuto essere con Lei(ma solo sul Sud)a difendere la postazione...ma la giornata sarà più tardi...interessante.Se eventualmente(se la squalifica cesserà)le capita di vedere ---blues188---gli faccia sapere che radio Calabria,stamattina,diceva che "si faranno una ragione" per non vederselo più in mezzo ai 'cosidetti'.

gigi0000

Lun, 15/07/2013 - 09:46

O ci prendono tutti per imbecilli, o imbecilli siete tutti voi che fomentate una polemica inutile, sterile ed assurda. L'eleganza di Calderoli è nota da tempo e le sua sparata è degna di lui, ma, forse, non ha cominciato Calderoli a regalare apprezzamenti d'un certo tipo, bensì altri, all'indirizzo di Berlusconi, tanto per cominciare, o, ancor prima, un tal Di Pietro, contro coloro che incarcerava per far loro dichiarare ciò che egli credeva più utile a sé stesso ed alla propria pochezza. Putacaso, insieme a quella procura di Milano, che ancora sembrerebbe non aver perso il vizio. Orbene, verso Berlusconi sono state versate le più infamanti accuse, gli epiteti più denigratori, i paragoni peggio riusciti, non ultimi il bunga-bunga, accuse di pedofilia, abitudini a delinquere, e via di questo passo e nessuno, dico NESSUNO, si sarebbe mai indignato, Non parliamo di Brunetta, evitiamo di dire della Santanché, di Bondi, ecc. ecc. DOV'E' LO SDEGNO di coloro che ora difendono la ministra del cavolo? DOV'E' L'INDIGNAZIONE di Napolitano? DOVE SONO i difensori della cause perse? BUFFONI, SINISTRI BUFFONI! Chi sarebbero le puttane di CDX? Chi sarebbe il nano, il caimano, il delinquente? Tanto per usare i termini più gentili. Ed ora tutti garantisti per un personaggio ambiguo, dimostratamente incapace ed inadatta, apertamente contro il volere degli italiani, propensa soltanto a difendere coloro che ci danneggiano quotidianamente, interessata soltanto a mettersi in mostra sulla pelle di coloro che finge di difendere, palesemente interessata soltanto a logiche di partito e bacini di voti, ecc. ecc. ecc. Non me la sento di gridare Calderoli santo subito, ma se dovessi scegliere tra i due, non avrei alcun dubbio: ognuno comanda a casa propria!

andrea da grosseto

Lun, 15/07/2013 - 09:49

Tutta la solidarietà a Calderoli. Al ministro (purtroppo) Kyenge non importa niente dell'Italia, come è chiaro ogni giorno dalla sua attività politica, quindi figuriamoci dell'immagine. Noi di destra (non solo i politici, anche gli elettori) siamo offesi continuamente da 20 anni (in realtà anche da prima ma a me interssano gli ultimi 20 anni) e ora la povera piccina fa l'offesa? E chi se ne importa, lo doveva dire ai suoi amici di partito quando hanno trasformato la politica italiana in guerriglia permanente. Al bell'addormentato vorrei ricordare che l'imbarbarimento c'è già da un bel pezzo, te ne accorgi ora? Già non ricordi più gli insulti a Brunetta, ad esempio? Eppure sono recentissimi.

marinodefiume

Lun, 15/07/2013 - 09:49

La sinistra continua la farsa delle scuse e delle dimissioni di Calderoli. Quando Berlusconi è stato offeso con epiteti quali caimano, mafioso, nano, ecc. la sinistra ha fatto qualche interrogazione parlamentare o chiesto scusa a un presidente (allora) del consiglio in carica?

GilbertoVR

Lun, 15/07/2013 - 09:54

Mi auguro che non passi questo Lunedì senza che Calderoli si dimetta da Vice presidente.

clod46

Lun, 15/07/2013 - 09:56

Anche se deprecabili e inaccettabili le parole di Calderoli, mi avrebbe fatto piacere vedere la stessa presa di posizione da parte dalla stampa, quando invece ad essere offeso è ed è stato l'ex capo del governo Silvio Berlusconi, a cui si è dato dello "psico-nano", del "caimano", e chi più ne ha più ne metta. Vorrei che tutti si facessero un esame di coscienza, perché l'odio non può portare che odio.

biricc

Lun, 15/07/2013 - 09:57

Non so dove voglia parare la ministra Kyenge ma Calderoli non doveva permettersi una simile affermazione.

Ritratto di SerenaR

SerenaR

Lun, 15/07/2013 - 10:04

@Indi: io ho già firmato la settimana scorsa!! a parte la battuta di Calderoli, ma allora è vero che ci sono animali di serie A e animali di serie B? Perchè per Naomi Campbell nessuno si indigna se viene chiamata pantera, e Berlusconi sono anni che viene chiamato giaguaro? Oltretutto la sinistra lo voleva smacchiare, quindi un atto pure razzista!! Magari per educazione è giusto non dirle certe cose, però è evidente a tutti la somiglianza tra certi animali e certe persone. Qualunque vignettista può confermarlo..

BlackMen

Lun, 15/07/2013 - 10:06

lucrezia60: ecco continui a non capire che è meglio....

Ritratto di cltgnn

cltgnn

Lun, 15/07/2013 - 10:08

tutti quelli che chiedono le dimissioni di Clderoli sono degli ipocriti. dove erano gli ''indignati a comando'' quando venivano isultati acor più pesantemente i ministri del centrodx??? ipocriti colotti

Anonimo (non verificato)

steali

Lun, 15/07/2013 - 10:29

x Mario-64..... Se quello che pensava era vero perchè si è scusato........

Frix79

Lun, 15/07/2013 - 10:29

Quanta ipocrisia in questo Stato ormai alla frutta!!! I sinistroidi sempre vittime di una destra cattiva e maleducata... Poverini... Altro che paraocchi da cavallo... Mah...

pascoll1

Lun, 15/07/2013 - 10:43

Un polverone tirato su a regola d'arte! I sinistrozzi sempre a scandalizzarsi per un un nulla. Ma che differenza c'è nel paragonare una persona come CAIMANO o ORANGO. Ieri per tutta la giornata, tutte le "finestre" di Sky24 non parlavano altro che di Caldroli invitando lo a dimetterei. Ma sono questi i problemi dell'Italia?

guderian

Lun, 15/07/2013 - 10:47

Diritto di satira anche per il Senatore Caldaroli.

elalca

Lun, 15/07/2013 - 10:48

dove è il problema???? è negra o no? è brutta o no? è congolese o no? sta dicendo un sacco di stupidate o no? e allora? e poi che ci sia certa gente che si indigna è grottesco. il signore che occupa il quirinale si preoccupi della figura che ha fatto con la "rottamazione" delle intercettazioni.....

Azzurro Azzurro

Lun, 15/07/2013 - 10:52

Vorrei chiedere, al "popolo degli indignati" in servizio permanente ed effettivo, se si indignano anche per i continui insulti rivolti alla Destra da 20 anni a questa parte, ai suoi esponenti e soprattuto al Cavaliere. Non mi pare di averli mai sentiti indignati. Quindi fatemi capire....non sara' mica una indignazione a senso unico? Del tipo: nano, psiconano, psicolabile, pedofilo si possono tranquillamente dire se sono rivolti a esponenti del cdx, anzi e' quasi doveroso usare tali termini si capisce, ma orango diventa una offesa da dimissioni se rivolta a sinistra.

guidode.zolt

Lun, 15/07/2013 - 10:53

1) - Le offese a persone appartenenti al cdx non sono da prendere in considerazione. 2) - Le offese a persone appartenenti alla sx sono gravissime, imperdonabili, inaccettabili. Cliccare il numero corrispondente alla risposta accettata ... ai vincitori 1 sacchetto di noccioline ed una banana...

michele lascaro

Lun, 15/07/2013 - 10:54

Concordo pienamente con quanto il nostro Direttore scrive, oggi, 15/7, sul Giornale cartaceo (perché in Italia, nel correct per antonomasia, si può liberamente parlare di caimano, pitonessa ecc., e non di orango...). Epicuro affermò che quando ci siamo noi non c'è la morte e viceversa.Alla stessa stregua, se i biologi di tutto il mondo hanno stabilito che le razze non esistono, non si dovrebbe neppure parlare di razzismo. Vero?

Ritratto di spectrum

spectrum

Lun, 15/07/2013 - 10:59

Grande Lega, che si sdegna per berlusconi premier, che magari ne voterebbe l'ineleggibilita', poi porta con se questi pezzi da 90. Inutile dissociarsi da calderoli, per dire una cosa cosi vigliacca in comizio (puro razzismo) vuol dire che lo pensava sul serio. Via, si dimetta, subito. Si assuma le responsabilita'.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 15/07/2013 - 11:06

E fu così che la Kyenge divenne martire ed eroina nazionale....La Lega come i M5S:poteva capovolgere il quadro politico nazionale. Ed invece non è mai andata al di là delle battute sguaiate del celodurismo e delle bandiere nazionali da esporre nel cesso. Quando nascerà in Italia un movimento di destra "furbo"?

pastello

Lun, 15/07/2013 - 11:13

Torniamo alle cose serie. Questa signora, che non assomiglia a un orango, ha già presentato la domanda per il ricongiungimento famigliare? I suoi 38 fratelli e oltre 250 parenti sono in ansiosa attesa. Come gli italiani del resto, perché tutta 'sta combriccola,come l'illustre parente, si occuperà di lavori che gli italiani non vogliono più fare.

Azzurro Azzurro

Lun, 15/07/2013 - 11:20

spectrum Se si dovesse seguire cio' che scrivi, tutta la sinistra dovrebbe dimettersi e non ne resterebbe alcuno. Oppure sei uno di quelli che si indigna a senso unico?

Lu mazzica

Lun, 15/07/2013 - 11:24

Madame Kyenge, si ricordi che la Nazionalità è una cosa seria, per la miseria !! Noi non siamo d'accordo con lo Jus soli , che presto diventerebbe Jus moli !!?? Rgds., Lu mazzica

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 15/07/2013 - 11:26

@Azzurro, azzurro, Egregio. Personalmente, non ho mai espresso alcuno degli epiteti da te elencati, pur non essendo figura istituzionale del senato, figura ben definita non dalla delega del voto e di conseguenza rappresentante della Nazione, come lo sono i ministri. Loro sono la Nazione e parlano da Nazione. Tieni presente che il termine pedofilo lo stabilirà, se mai dovesse succedere, la LEGGE espletata dall'ultimo grado di giudizio.

bosco43

Lun, 15/07/2013 - 11:35

Tutto quanto i sinistri han gettato su tutti (berlusconi,brunetta,calderoli anche ecc....),è satira politica...questo è razzismo...Giogetto,giù dal letto!!!

GilbertoVR

Lun, 15/07/2013 - 11:42

Carissima Lucrezia , senza scomodare il Ministro, se Lei avesse studiato la storia saprebbe che gli italiani sono meticci da sempre, con tutte le invazioni che ci sono state, le dominazioni di potenze straniere ,ecc. ci siamo ben mescolati. Ma Lei non potrà mai capacire che la genalità, la creatività, la flessibiltà degli italiani sono proprio dovute da questo meticciaggio.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 15/07/2013 - 11:42

Oh si, la battuta infelice di Calderoli a un comizio della Lega (cioè fuori da qualsiasi luogo "istituzionale" e/o da stampa e televisioni) è una cosa "tremenda" che supera ogni limite; è la vera ragione del disastro economico, politico, sociale dell'Italia. Per questo, Calderoli, è stato definito (intervista televisiva...) un ANIMALE (in questo vocabolo sono compresi, topi di fogna, maiali, scarafaggi... oltre a "orango") da Bersani. Ma lui può, loro possono, sempre-comunque e a prescindere. Ma volete sapere una cosa? Io sono invece tuttora colpito e indignato che delle conversazioni telefoniche del Presidente della MIA "Res-publica", raccolte nell'ambito delle indagini relative alle trattative stato-mafia, non solo non possano essere utilizzate, ma è stato ordinato addirittura di distruggerle (cosa già fatta alla velocità della luce il 22/4/13 nel carcere dell'Ucciardone a Palermo). Se in quelle telefonate Napolitano e Mancino avessero parlato della pizza margherita o delle nuove scarpe delle mogli, penso che non sarebbero neanche state conservate e messe agli atti... E invece Consulta, Cassazione, Quirinale, hanno subito gridato al "vulnus costituzionale rilevante" e dichiarato inammissibile ogni ricorso perché ci sono state "violazioni di ordine sostanziale riconducibili a diritti e interessi di rilievo costituzionale". Avrei voluto vedere se il Presidente coinvolto, invece di essere "storicamente" e convintamente comunista, fosse stato di centrodestra... si lo so, situazione impossibile da verificare perché non c'è mai stato dal dopoguerra un presidente che non fosse democristiano o di sinistra, e mai ci sarà! Ripeto, non sono le parole dette pubblicamente (giuste o sbagliate nei termini, nei modi o nei tempi, poco importa) a colpirmi o farmi indignare... sono quelle dette di nascosto tra cariche delle MIE istituzioni e "fatte sparire/distruggere" perché molto probabilmente "scomode" a una parte politica a cui la magistratura risponde eseguendo queste "immediate coperture" mentre nello stesso momento calpesta ogni decenza di giustizia perseguitando per 20anni il "nemico" politico. Non solo tutto questo mi "indigna", ma mi fa provare un vero e proprio terrore; una sensazione di disastro imminente.

bosco43

Lun, 15/07/2013 - 11:43

Tutto quanto i sinistri han gettato su tutti (berlusconi,brunetta,calderoli anche ecc....),è satira politica...questo è razzismo... Ma pensino piuttosto ai marò,agli esodati,ai disoccupati,ai pensionati con le pensioni bloccate,alle aziende in crisi,allaCASTA infame!!!

guidode.zolt

Lun, 15/07/2013 - 11:45

Ricordo...un Brunetta definito "energumeno tascabile" da "baffino", il Richelieu della sx...

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 15/07/2013 - 11:48

povera Italia trascinata nel vortice più illiberale della giovane storia repubblicana.Un periodo estremamente buio a livelo di civiltà ed educazione tra i cittadini prima di tutto.Continuate pure in questo amatoriale sfogo che di politico non ha nulla,purtroppo ci meritiamo appieno la classe dirigente che abbiamo.

Ritratto di xulxul

xulxul

Lun, 15/07/2013 - 11:51

Aldilà della sciocchezza che ha detto Calderoli (e che si poteva risparmiare), non mi ricordo pari indignazione per gli insulti a Brunetta. Due pesi e due misure come sempre, da chi dà lezioni di moralità.

aldomaddalena

Lun, 15/07/2013 - 12:00

leggendo molti commenti si capisce come mai Calderoli abbia detto quello che nemmeno lui pensa. Purtroppo siamo condannati ad avere un elettorato di destra di tal fatta. che paagona le parole di Calderoli al dare del Caimano a Berlusconi. O che addirittura ne elogia la sincerita'. Come se non ci si dovesse vergognare qualora si pensasse una fesseria del genere.

paolo82

Lun, 15/07/2013 - 12:03

a tutti gli ebeti che dicono che nessuno si è dimesso per gli insulti a berlusconi vorrei ricordare che tali insulti non sono stati fatti da presidenti del senato o altre cariche politiche, mentre calderoli è una carica istituzionale. Capisco però che un tale ragionamento sia troppo complesso per certi minus habens.

marvit

Lun, 15/07/2013 - 12:04

Calderoli è libero di dire ciò che vuole. E i "sinistrelli" sono liberi di criticarlo quanto vogliono...tanto non hanno mai ragione

Mannik

Lun, 15/07/2013 - 12:13

Rimango negativamente sorpreso dal tenore profondamente xenofobo di alcuni commenti che è evidentemente direttamente proporzionale alla capacità di fare i finti tonti degli autori. A prescindere dal fatto che i paragoni zootecnici orango, caimano, giaguaro hanno un peso diverso a causa dell'associazione con i diversi animali (scimmia = stupido per intenderci), è ben diverso se autore di questi accostamenti è un giornalista o una persona qualsiasi o una carica dello Stato.

Ritratto di SerenaR

SerenaR

Lun, 15/07/2013 - 12:16

E' inutile negarlo, hanno messo un ministro che crea zizzania. Si dimetta la Kyenge.

janry 45

Lun, 15/07/2013 - 12:18

Anche Naomi Campbell, veniva accostata ad un animale,di solito la chiamavano la pantera nera.Brutti razzisti.

Azzurro Azzurro

Lun, 15/07/2013 - 12:19

luigipiso Mi riferivo ai deputati e senatori del pd sono 20 anni che insultano non far finta di non capire

AleVen

Lun, 15/07/2013 - 12:21

A tutti quelli che difendono Calderoli, vorrei si rendessero conto del fatto che ha di fatto zittito ogni possibile critica seria a un ministro inadeguato. Grazie Calderoli. Oltre al Procellum, ci hai fatto un altro gentile omaggio. AVEVA RAGIONE LA GRANDISSIMA ORIANA FALLACI A CHIAMARTI "Joker". 10,100,1000 FALLACI, Calderoli vattene.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 15/07/2013 - 12:22

Ovviamente la Rosi Bindi si è sentita chiamata in causa, alla faccia della tigre di Cremona, dell'aquila di Ligonchio e della pantera di Goro. Senza considerare l'asinello di Montenero di Bisaccia e tutti gli asini scolastici. Il razzismo è tutt'altra cosa che non le reminiscenze estetico culturali. Per esempio espropriare l'Ilva ai Riva, come se fossero degli ebrei al tempo del Duce. A tal proposito rammento che molti "esproprievoli" sinistri, come lo "svizzero" Scalfari, a quel tempo erano "esproprievoli" fascistoni, per cui la loro pseudo indignazione sembra solo un miserevole alibi. L'alibi degli "asinistri".

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Lun, 15/07/2013 - 12:23

Nessun se o ma,calderoli ha fatto una figura sciocca,deve dare le dimissioni subito.Politici come lui rafforzano chi si dovrebbe avversare

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Lun, 15/07/2013 - 12:24

Borghezio salva la lega,gli altri zittiscili fanno solo danni, sia calderoli bossi e maroni

rokko

Lun, 15/07/2013 - 12:26

Nessuno coglie il punto vero della questione, ovvero che Calderoli (liberissimo per carità di dire tutto quello che vuole) noi lo paghiamo (e profumatamente) per fare il vice presidente del Senato ed il senatore, non per elargire ai media frasi che io a 7 anni scambiavo con gli amici, in privato. Ma forse vi va bene così, e allora nessun problema, continuiamo a pagarlo perché dica ad uno che somiglia ad un orango, all'altro che sembra un asino, ecc. ecc. Intanto, la Lega Nord è in picchiata; sarà anche perché i suoi dirigenti si comportano come quando avevano 7 anni ?

Stefano Fontana

Lun, 15/07/2013 - 12:26

marvit... complimenti, difficile pensare che qualcuno possa scriver commenti più infantili. Andrebbe premiato.

pastello

Lun, 15/07/2013 - 12:31

Povera vittima. E' giunta in Italia da clandestina, parole sue, si è laureata ( a spese di chi? ), ed infine le hanno regalato un posto da ministro a 20000 euro al mese. A proposito di vittime provate a chiedere lumi agli operai che lavorano in fonderia a 1200 euro al mese.

peter46

Lun, 15/07/2013 - 12:36

Vi ricordo di non attaccarvi su nessuno specchio.Se un "cesso"qualsiasi dice che gli asini volano...rimane un cesso che dice che gli asini volano.E questo vale per tutti coloro che hanno dipinto gli avversari di qualsiasi colore.Ma se un vicepresidente(carica istituzionale)del Senato ad un altra carica istituzionale(Ministro)dice quel che ha detto il vice Presidente del Senato(meglio ripetere cosa rappresenta Calderoli)...decenza ed educazione vuole che colui che ha detto quella parola...ritorni nella ...........da cui è arrivato.Capisco che anche i romani al Colosseo,allora,non erano contenti se non vedevano scorrere il sangue,ma siamo andati avanti,molto avanti...E poi,ma se vi dicessero(perchè il vostro non è contestato per le idee contrarie alla Ministra,su cui si potrebbe,in tanti,essere d'accordo,ma di un giudizio sulla presenza fisica della persona)di guardarvi in famiglia...chessò fisicità della Del Lago o dell'ex Rosy(siete in pochi ad avere una Rosy)o di qualcun'altra al vs interno,voi cosa rispondereste?Non potrebbero anche gli altri avere ragione?Vi ricordo,per non fraintenderci,che questo commento non giustifica le idee esternate dalla Ministra Kyenge...vuol solo dire che ci faremo tutti una ragione se al posto di Calderoli ci sarà un altro vice presidente leghista con più profilo istituzionale....e se ai "meno male che Silvio c'è"non va bene la ministra...costringano il loro Presidente Berlusconi ed il loro segretario Alfano...a mollare il governo,o no?Penso che entrambi vi manderebbero a ..............quando iniziano le ferie?

Ritratto di SerenaR

SerenaR

Lun, 15/07/2013 - 12:51

Il più vergognoso è stato Bersani; proprio lui si indigna?? Sempre le campagne all'odio..

gianbra

Lun, 15/07/2013 - 12:55

x black man probabilmente dall'alto della tua supponente "intelighenzia intellettuale superiore di sx" hai capito tutto......potresti proporti come presidente del consiglio oppure presidente della repubblica così potremmo dormire tutti tranquillamente mentre ci risolvi i problemi. grazie e buona giornata mentre "pensi" x tutti noi

Ritratto di mauro santinelli

mauro santinelli

Lun, 15/07/2013 - 13:05

marvit ti sei dimenticato di dire ke il pallone e tuo e ke nn gioki più....

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 15/07/2013 - 14:17

@Azzurro Azzurro, i deputati sono stati delegati dal voto, cioè cittadini con delega, i Senatori, i presidenti e vicepresidenti, i ministri, sono stati scelti per essere lo Stato agli occhi esterni. Sinceramente, senatori del PD per quanto mi stiano sulle bolas, non li ho mai sentiti neglli stessi termini di Calderoli, Borghezio. A dir la verità nemmeno quelli del PDL. Ma, a parte le quisquiglie il poco lucido Calderoli si è espresso da razzista pubblicamente in una riunione di leghisti. C'è qualcosa che non quadra se si considerano i leghisti appartenenti alla nazione. Checchè ne dica il saturo Saturato sforzandosi di trovare una giustificazione falsificante l'etica e la realtà.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 15/07/2013 - 14:19

@peter46 Se vuole ironizzare sono sempre a disposizione. Per me la Calabria, la stupenda Calabria con tutta la sua gente è l'Italia, il resto può anche andarsene dove gli pare e piace. Prima o poi inizieremo un discorso serio sulla restituzione dei beni materiali perpetrati dal Nord e della forza lavoro sfruttata negli ultimi 50 anni. Non per fare una divisione Nord-Sud, purtroppo ci hanno massacrato con ruberie, ma per mandare altrove chi italiano non lo è e si spaccia per tale solo quando deve rubare i fondi Fesr, FAS ecc...Fossero, almeno, capaci di spenderli bene!!! Pensi un pò Lei, l'Italia nelle mani dei vari Calderoli. Eviti di chiamarmi Prof. (a meno che non sia ironico) mi sento prof solo con gli stupidi, i restanti sono tutti miei Prof

Azzurro Azzurro

Lun, 15/07/2013 - 14:29

luigipiso Ti faccio un copia e incolla cosi' vediamo se ci capiamo. Ragazzi ditemi una cosa che non la so...ma il nostro illustrissimo Presidente, si e' indignato anche durante i 20 anni di insulti al cdx (nano, psiconano, psicolabile, pedofilo....solo per citarne alcuni)? Poi non ho capito un'altra cosa...perche' caimano o giaguaro o pitonessa sarebbe satira e orango un insulto? Povero orango, come lo trattate male voi di sinistra, che male vi ha fatto?

Azzurro Azzurro

Lun, 15/07/2013 - 14:34

luigipiso Aggiunta. Quindi immagino tu non abbia mai sentito la "risorsa" affermare che siamo un popolo di "meticci"? Affermare Iraliani di....? Affermare che lo ius soli sarebbe diffuso in europa, mentre vige solo in francia e in usa? Conclusione: due insulti e una menzogna. Puo' un ministro della Repubblica insultare e mentire? Io direi di no e direi che e' la prima che dovrebbe dimettersi.

janry 45

Lun, 15/07/2013 - 14:35

Calderolo con la sua battuta da idiota ha fatto capire che in Italia si stanno formando nuove e più potenti caste di intoccabili,non credo che quello che stanno facendo tutti a sinistra, istituzioni comprese, sarebbe successo se la persona di colore fosse stata di destra.Berlusconi per mettere alla prova l'antirazzismo dei comunisti, dovrebbe portare in parlamento una bellissima faccetta nera.

precisino54

Lun, 15/07/2013 - 14:49

Diciamo innanzitutto che la "battuta" è per lo meno infelice, un uomo delle istituzioni, vice presidente del Senato, dovrebbe essere maggiormente rispettoso! Ciò detto smettiamola con questa pronta difesa solo di certi soggetti. Da oltre venti anni gli insulti beceri nei confronti del centrodestra sono la quotidianità, e non sto qui a riproporli. Si è passati dall'invettiva sul fisico: nano, energumeno tascabile; a tutta una serie di insulti sul persona ed i suoi comportamenti: ladri puttaniere delinquente mafiosi piduista puttane ecc. Ci sono state pure aggressioni fisiche, spesso stigmatizzate con distinguo di vario tipo. In questa vicenda quello che da molto fastidio è che sono passati giorni nel silenzio assoluto dalle minacce alla Carfagna al gorilla, e ricordo pure come da tempo le donne del cdx vengono continuamente indicate come puttane, e con soli meriti di letto dalle stesse colleghe del Pd il tutto nella assoluta indifferenza delle istituzioni, delle stesse che adesso si scandalizzano, per la indecente battuta. Accostare a questi due eventi però anche il rogo del liceo è alquanto prematuro specie in assenza di dati certi su quanto avvenuto. Ricordo che lo stesso tipo di interventi si ebbero all'indomani dell'attentato alla scuola di Brindisi con la morte della povera Melissa, la sola intestazione dell'istituto aveva detto ai soliti sempre pronti ad esternare ed etichettare che era un attentato mafioso, i fatti hanno smentito, ma non abbiamo sentito le scuse di chi aveva straparlato.

peter46

Lun, 15/07/2013 - 15:15

Luigipiso...prof.,sempre e solo,perchè ha dichiarato tanto tempo fa(Lei molto spesso dimentica la privacy e si confessa)di essere insegnante.E non essendo stato,Io,alimentato a pane e 'nutella',ma a pane e pomodori e melanzane dò il rispetto che merita la professione di ognuno.Un giorno spiegheremo(Io da destra,però)anche ad Azzurro Azzurro(che ieri l'abbiamo conosciuto più da Nordista che da Berlusconiano) con quali soldi gli è stata tolta l'ICI e per chi erano stati stanziati quei soldi dalla Comunità Europea e dirottati da colui che quanto prima andremo a "chi l'ha visto"per sapere se esiste ancora(Tremonti).Magari,più avanti,ai leghisti,ricorderemo che mentre loro sono solo capaci di fare bum-bum con la bocca,la Sicilia nel '48 ha fatto bum con le armi e subito più di cento morti...e per gli stessi motivi.E,malgrado Lei non può essere d'accordo su questo,l'unica città che tenne in scacco la politica romana,oggi per loro "Roma ladrona",senza bla-bla inutili,e per mesi e mesi...fu Reggio Calabria nel '70,e i carri armati per le strade erano...veri.Dia il giusto peso ai commenti:un po d'ironia ed un po di critica,ma sui temi.Comunque prenda il vizio di ritornare anche il giorno dopo a vedere che non sia rimasta "posta per Lei".....E come scrivevo:Calderoli deve dimettersi da vice Presidente del Senato...per decenza.Per i "duri e puri"della lega:come giudicate uno che si è scusato per essere stato scoperto ad aver mangiato la "marmellata"?Perchè Lui si è scusato.

precisino54

Lun, 15/07/2013 - 15:31

X ilsaturato- 11:42; caro amico, condivido largamente le tue parole, con un piccolo ma. Innanzi tutto l’espressione poco felice di Calderoli effettivamente è stata detta in fase di comizio dove si sa bene che spesso si usano figure forti pur di colpire chi ti sta davanti, spesso la foga porta ad andare oltre il buon senso e la misura, e diciamolo pure l’accostare il ministro al mite quadrumane non è rispettoso, forse anche per quest'ultimo! Come ci insegnarono da ragazzi non possiamo confrontare tra loro cose diverse e non omogenee. In effetti se la battuta è stata infelice la risposta di Bersani non lo è da meno, e sicuramente non può neanche con questi sistemi poi dire che bisogna abbassare i toni. Per la vicenda delle quattro telefonate intercettate, fermo restando che sarei stato curiosissimo di conoscerne il contenuto, che immagino non fosse relativo ad un invito a pranzo o ad un serata “non elegante” e di certo per un torneo di bridge, debbo purtroppo dire che le norme impediscono che certe figure istituzionali possano essere intercettate, addirittura qualora ciò avvenisse in maniera indiretta, ovvero intercettando l’interlocutore, vanno distrutte senza lasciarne traccia neanche nei brogliacci che riportano solo il contatto e la durata. Ovvio ciò non avviene sempre, anzi in un qualche caso, le intercettazioni indebite ed “inconferenti” sono state date in pasto ai media per il relativo sputta.....to del soggetto, anche quando questi era una figura istituzionale, intercettata “indirettamente”: le “olgettine” vennero a lungo sentite, a strascico per carpire qualcosa di più sul “satrapo” di Arcore, sempre però nella qualità di premier ma non nella funzione di premier, diversamente la competenza sarebbe andata al tribunale dei ministri, come poteva Milano mollare l’osso! Come in passato spiegò trionfante il trattorista di Montenero, la procura aveva escogitato il trucco di considerare il soggetto come ignoto e quindi così poter continuare ad ascoltare. Giusto per questo artifizio non esiste registrazione delle telefonate ad Ostuni né alla Iafrate, anche se in questo secondo caso, ho il sospetto che le linee in ingresso siano registrate d’ufficio per ogni evenienza. Ahimè in passato ci siamo dati delle regole, e quindi occorre rispettarle, possibilmente sempre e non a convenienza! A rileggerti p.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 15/07/2013 - 16:16

x precisino54 - 15.31 caro "amico di trincea", tutto vero ciò che dici; diciamo che però da un Presidente di tutti gli Italiani con la "P" maiuscola e che ogni giorno arringa, pontifica, stigmatizza e s'indigna a senso unico... avrebbe potuto venire anche solo il gesto rappresentativo (a mezzo richiesta ufficiale del Quirinale) di chiedere che si, in ossequio alle regole "ad politicum" ben affinate in tanti anni di casta intoccabile, non venissero rese disponibili all'interno delle indagini realtive alle trattative Stato-mafia, ma che neanche venissero distrutte... affinchè i posteri potessero (una volta "trapassati" tutti i diretti interessati) verificare che Napolitano e Mancino parlarono solo di un weekend a Fregene... Non facciamo gli "istituzionali" a tutti i costi; sai benissimo, tutti gli Italiani non drogati dallo stupefacente rosso sanno benissimo che la catena del silenzio cala sempre e comunque su ogni più piccola storia che tocca le sinistre... figuriamoci quando tocca uno dei loro massimi esponenti nonché grande capo del CSM e quindi di tutte le toghe allineate. Buona Giornata

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Lun, 15/07/2013 - 19:08

napolitano non l' ho mai sentito indignarsi quando venne eletta la deputata di rifondazione comunista ,dacia valent che ci chiamo' italiani di merda

Paolo Fanfani

Lun, 15/07/2013 - 22:17

Calderoli fa certamente più male alla Lega che alla Kyenge; quella battuta avrà fatto ridere gli astanti ma non certo chi, dotato di un minimo di educazione, lo ha saputo. E' vero, ci sono cose più importanti, ma allora si evitino certi scivoloni. E' vero, molti altri hanno fatto anche di peggio; però, se ci interessa un pò d'immagine, è bene evitare: - lasciamolo fare agli altri.