L'Api di Rutelliadesso contrattacca:"Mai avuti soldi da Lusi"

Il cassiere dell’ex sindaco di Roma replica alle insinuazioni: "Abbiamo pagato di tasca nostra. E ci è pesato"

Roma - La difesa di Lusi, al momento, fa ac­qua. La linea è quella del «tutti sapevano» (intervista a Servizio pubblico ) e «Ero il ban­comat della sinistra» (colloquio con Libe­ro ). In sostanza,l’ex tesoriere della Marghe­rita dice che con i milioni del partito finan­ziava congressi, fondazioni e campagne elettorali di altri ex margheritini (nel frat­tempo migrati in altri partiti oltre al Pd, co­me l’Api o l’Udc).

Ma un conto è finanziare attività politiche, altro è comprarsi case o viaggi alle Bahamas coi rimborsi elettorali della Margherita. Ma poi, quali e quanti sol­di sarebbero passati da Lusi ad altri partiti? L’ex tesoriere e fedelissimo di Rutelli (che quando fondò l’Api rimase malissimo per­ché l’amico Lusi restò nel Pd...) tira in ballo apertamente l’ex sindaco di Roma:«Se ho fi­nanziato l’Api di Rutelli? La cosa incredibi­le è che se tu hai raccolto 100 lire per strada e te le tieni in tasca, poi ti metti pure a dire che è giusto restituire i soldi che trovi per terra e che non sono tuoi? Stai zitto, no? E invece lui (Rutelli, ndr ) parla!». Dunque, quanti soldi dalla Margherita di Rutelli (ancora formalmente presidente del partito)all’Api sempre di Rutelli?A sen­tire il tesoriere, niente.«L’Api non ha ricevu­to un euro da Lusi - spiega Pino Bicchielli, tesoriere del partito di Rutelli - ci siamo pa­gati tutti i convegni e le iniziative politiche con i nostri soldi, anzi, alcune dobbiamo an­cora saldarle perchè non ne abbiamo molti di fondi. Castagnetti (deputato del Pd ex margherita che al Messaggero dice: «Se fos­sero stati spesi soldi per pagare un conve­gno dell’Api, verrebbe messo in discussio­ne il rapporto di lealtà politica tra noi») può stare tranquillo, la Margherita non ha mai dato un soldo all’Api».

Il partito di Rutelli in effetti è piuttosto povero,l’ultimo rendicon­to ha chiuso con un avanzo molto modesto, 195mila euro. Il finanziamento dell’Api, a parte 200mila euro di rimborsi per le scorse regionali, deriva in larga parte dall’obolo che i parlamentari versano al partito. «Al­l’inizio davamo 5mila euro ogni bimestre ­racconta Pino Pisicchio, deputato Api- ora versiamo 1.600 euro al mese». Se qualcosa fosse arrivato dalle casse della Margherita, si sono perse le tracce.

E al Pd sono forse arrivati gli assegni da Lusi?«Come partito l’unico rapporto finan­ziario con la Margherita è il subaffitto della sede nazionale e il rimborso delle utenze -risponde Antonio Misiani, tesoriere del Par­tito democratico- non mi risulta che i terri­toriali del Pd abbiano mai avuto finanzia­menti dalla Margherita. Ma va fatto un di­stinguo. Usare i soldi di un partito per finan­­ziare attività politica non è un reato,tra l’al­tro lo statuto della Margherita prevedeva la possibilità di dare un sostegno alle campa­gne elettorali del Pd. Ma come partito, ripe­to, il Pd non è stato finanziato da Lusi. Se lo siano stati singoli esponenti non lo so». In­somma c’è ancora molto da scoprire sul­l’uso dei circa 220milioni di euro entrati nel­le casse della Margherita dalla nascita fino all’anno scorso.

«Aspettiamo l’esito delle indagini»dice a TgCom24 l’ex ministro Bep­pe Fioroni (sempre Margherita), come di­re: i soldi li hanno usati altri capi o capetti di partito, e per questo la Procura di Roma ha acquisito lo statuto della Margherita, ap­punto per verificare che fosse compatibile il finanziamento di altre formazioni politi­che. Quanto all’ipotesi di truffe o di appro­priazione indebita, per ora l’unico indizia­to è Lusi. A cui sono stati sequestrate case e soldi, con mezza famiglia coinvolta nello scandalo. Intanto la società di revisione Kpmg sta analizzando, per conto della Mar­gherita, i libri contabili dal 2007, da cui so­no emerse già le spese pazze di Lusi. Viaggi a Parigi, Londra, New York, Venezia, Mon­tenegro, un soggiorno alle Bahamas con la famiglia (conto da 80mila euro!), cene in ri­storanti famosi, spaghettini al caviale per 180 euro. Paga lo Stato italiano.

Commenti
Ritratto di nuvmar

nuvmar

Dom, 11/03/2012 - 09:25

non penzo al lusi od altri,osservo le dichiarazionidella"Kpmg" che richiamano alle "spese pazze" di un Senatore della Repubblica (assenteista,suppongo) che solo per un caso sono venute alla luce! -Dico:- Stiamo parlando di un Senatore,personaggio che ci deve dare esempio di sobrietà,etica,è uno dei nostri deputati a leggiferare! E gli altri che stavano al suo fianco e mangiavano insieme? Con tutto il rispetto:ci saprebbero spiegare la differenza che li distingue dai loro elettori?

Porrzuz1492

Dom, 11/03/2012 - 09:25

Rutelli scendi dal pero.....

Gianna Lorella

Dom, 11/03/2012 - 09:31

Indaghino, indaghino, scopriranno che gli spaghetti da 180 euro non l'ha mangiati solo lui alla faccia nostra.

gicchio38

Dom, 11/03/2012 - 09:44

Mammamiache Casino.

eglanthyne

Dom, 11/03/2012 - 09:50

Franceschiello bello-bello , su questa faccenda ne vedremo e sentiremo ancora delle BELLE-BELLE !

bruna.amorosi

Dom, 11/03/2012 - 10:04

A RUTE' guarda che se e dico se io avessi ragione questo paperone lo avrei QUERELATO già dal giorno prima .che uscissero notizie . non dopo mesi ma a chi vorresti far fessi ?

Digei

Dom, 11/03/2012 - 10:24

Camera dei Deputati 3 luglio 1992 “……. Non credo che ci sia nessuno in quest’aula, responsabile politico di organizzazioni importanti, che possa alzarsi e pronunciare un giuramento in senso contrario a quanto affermo: presto o tardi i fatti si incaricherebbero di dichiararlo spergiuro” Nessuno si alzò. Molti scivolarono fuori l’Aula parlamentare ad aizzare le folle contro l’unico Statista che in Italia abbia mai avuto il coraggio di parlare apertamente ed in Parlamento di Tangentopoli.

williamtorino

Dom, 11/03/2012 - 10:31

Rutelli è persona molto molto prudente, attenta, documentata. Ma forse non aveva calcolato bene che un nobilissimo onestissimo Lusi avrebbe potuto rovinarlo. Vi ricorda il caso Marino-Sofri?

ortensia

Dom, 11/03/2012 - 10:41

La Margherita e' morta ma riscuote ancora la pensione

amadis1

Dom, 11/03/2012 - 10:53

Sono tutti LADRI, non ne troviamouno uno onesto ne anche se scende San Pietro. Tutti i politici italiani sono uno più ladro dell'atro.

piertrim

Dom, 11/03/2012 - 11:04

Che i NOSTRI SOLDI, anzichè partiti e partitini, li abbia spesi il LUSI mi fa un certo piacere. In quanto per noi contribuenti il denaro è sparito in anticipo ed irrecuperabile, ma adesso almeno i vari magna-magna ed incapaci vari son rimasti col cerino in mano e dovranno sudare le famose sette camicie per tentare di recuperarlo in parte.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Dom, 11/03/2012 - 11:32

Una cosa è certa, Rutelli da Presidente della Margherita non avrebbe potuto non sapere. Se però così fosse stato, rappresenterebbe l´inconfutabile prova di incompetenza confermando di essere stato la causa principale del disastro economico di Roma dopo che lui è stato per ben due volte e otto anni il primo cittadino della città eterna dilapidandola per la prima volta nella sua grande storia

xgerico

Dom, 11/03/2012 - 12:03

A Rut.... dai facci sapere della villa all'EUR come l'hai avuta??? Con l'eredità?!

BartDaddario

Dom, 11/03/2012 - 12:17

vorrei correggere l'ottimo Paolo Bracalini, alla fine dell'articolo c'e' un errore, il giornalista scrive "paga lo Stato" ERRORE GRAVE, non paga lo Stato, pagano i cittadini. Quelli a cui si vogliono far pagare imposte, tasse e balzelli cosi da permettere la bella vita a 1000 farabutti tra deputati e senatori. Da correggere. Grazie e buona domenica.

brunicione

Dom, 11/03/2012 - 12:34

L'errore è quello di pensare che questo furto lo abbia fatto Lusi o il partito della Margherita. La verità è che quello che è successo, succede tutti i giorni in tutti i partiti politici, e quando queste cose vengono scoperte tutti i Rutelli di tutti i partiti, fanno finta di cadere dalle nuvole. Mettiamocelo bene in testa, i politici Italiani sono tutti ladri , perchè se non rubi i partiti non ti fanno fare carriera.

APG

Dom, 11/03/2012 - 12:49

Magistrati, indagate, indagate su tutto il centro sinistra ..... e chissà cos'altro verrà fuori. Cadranno nuovamente tutti dalle nuvole a cominciare dai capibastone.

scipione

Dom, 11/03/2012 - 12:57

Digei,sono d'accordissimo con te. Fu l'unico MARTIRE CHE PAGO' PER TUTTI,conseguenza criminale di un PATTO SCELLERATO tra una certa politica e certa magistratura,che ha tentato ,INVANO,di DISTRUGGERE ANCHE BERLUSCONI.VIVA LA LIBERTA'.

Ritratto di scriba

scriba

Dom, 11/03/2012 - 13:46

I LUSSI DI LUSI. Sono gli stessi lussi che piacciono a tanti idealisti che piangono ai congressi, che si immolano sull' altare della politica per il bene degli italiani, che si fanno martiri del riscatto proletario e vivono solo per i deboli. Il riferimento a barche a vela, a case a Montecarlo, a ville, villette e villoni sulle mani di ex villani incapaci anche di fare la 'O' con il bicchiere, è puramente voluto. Tutti parvenue che si sono fatti d'oro con i soldi pubblici, i soldi di tutti che per loro sono di nessuno e quindi se li inguattano senza scrupoli. Padri sperperatori e figli codazzi che si amano e si fregano e più si fregano e più si amano e si votano. Sono come il liquame e la fogna: non vivono se non stanno insieme.

silvano45

Dom, 11/03/2012 - 14:01

difficile che le toghe rosse indaghino su questo personaggio dovrebbero coinvolgere i loro referenti come non pensare male,a milano per penati è tutto scivolato nel dimenticatoio,in puglia silenzio assordante,ci si muove solo per berlusconi allora si che lavorano.I risultato di questo è molti magistrati o parenti degli stessi in politica e dove?

rino.stabilini

Dom, 11/03/2012 - 14:24

Ecco uno dei motivi perchè nonostante tutto continuerò (forse) a votare centrodestra: la sinistra quando si tratta di coprire le loro disonestà fanno ancora più schifo del centrodestra.

giottin

Dom, 11/03/2012 - 14:43

#7 Digei. Proprio come successe con la prostituta di nostro Signore:...chi è senza peccato.....Infatti nessuno la scaglò, la storia si ripete. Il problema è che allora ci fu un miracolo e bastò dire: "vai e non peccare più", ora invece manca il personaggio che faccia i miracoli ed in ballo ci sono i nostri soldi. Cordialità.

canarino

Dom, 11/03/2012 - 16:42

Ottimi commenti. Sono arrivato tardi. Non c'è altro da aggiungere!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Dom, 11/03/2012 - 17:40

Soldi nostri che vanno, soldi nostri che vengono, ma nessuno sa mai niente. Fuori i politici dal governo, almeno tutti gli attuali.

aspide007

Dom, 11/03/2012 - 17:43

@- Visti i tempi che corrono, sono molto preoccupato in ragione del fatto che qualcuno possa, a mia insaputa, accreditare qualche grossa somma di denaro, magari di dubbia provenienza, sul mio magro c/c e, per tali ragioni, eseguo controlli giornalieri. Analogo timore è sussistito fino a quando non ho estinto il mutuo per la casa, ho temuto in continuazione, che qualche sconosciuto, avrebbe potuto pagato in mia vece. Per fortuna (o sfortuna) ciò non è mai accaduto. Invito tutti a fare altrettanto, avete visto mai, in questo mondo pieno di benefattori...tutto può sempre accadere!

quapropter

Dom, 11/03/2012 - 19:07

Il (ciccio)BELLO ADDORMENTATO NEL BOSCO politico non sapeva nulla, nulla ha preso la margherita e se proprio qualcosa non ha funzionato lui sì: poteva non sapere. Che vada a prendere per i fondelli quei gonzi che ancora credono a un vuoto spinto della politica, quale è Rutelli. E inoltre, ma ci pensiamo bene a quanti milioni di euro stanno nelle tasche dei partiti, soldi che levano dalle nostre. Si può parlare di rapina legalizzata? In quale discarica è andata a finire la volontà popolare espressa in un chiaro, netto, inequivocabile referendum? Se proprio Monti vuol essere quel salvatore della patria cominci con il riprendere e far rispettare l'esito di quella consultazione.

Canaglia

Dom, 11/03/2012 - 19:07

Non ho parole per lo squallore di questo pusillanime, verme, ladrissimo, cialtrone di mezzo uomo. questi sono i veri ladri d'Italia! Sarebbe da sequestrargli tutto e fallo vivere con 500 euro al mese. Sono furibondo in quanto in questo paese dei vermi cosi' la fanno franca, mentre in qualsiasi altro paese si beccherebbe un bel quinquennio di galera

marari

Dom, 11/03/2012 - 21:24

Questi politici fanno i galli cedroni e razzolano sempre. Voglio vedere quando cesseranno i finanziamenti che un referendum popolare ne aveva sancito la fine. Questi personaggi devono sparire. Se ci siamo così impoveriti lo dobbiamo a loro.

francesca.gatti

Lun, 12/03/2012 - 08:13

Riappropriarci del voto è totalmente inutile sino a quando non verrà approvata la nuova legge elettorale con la scelta dei candidati. Purtroppo l'astensionismo o le schede nuille non servono perchè il rimborso ai partiti è calcolato sugli aventi diritto al voto e non sui votanti. Per questo anche un referendum che cambiasse la legge elettorale non servirebbe a molto. Per mandare a casa questi inetti servono nuovi soggetti politici. Ammettiamolo! Siamo impotenti. Non vi è manovra non vi è petizione che possa scalfire i poteri della casta. E questo mi deprime. Possiamo indignarci quanto vgliamo ma questi continuano a mangiare alle nostre spalle...e più si scava più marcio si scopre.... i mutui erogati a parlamentari e parenti e amici dei parlamentari dalla BNL all'1% sono l'ultimo esempio... Tutti uguali! Che tristezza

Roberto Casnati

Dom, 20/05/2012 - 16:06

Spesso l'italiano medio, quello che lavora e paga le tasse, preso da mille impegni ed "incubi" é distratto e, quasi in automatico delega la cosa pubblica a politicanti di mestiere gabbamondo che tali rimangono a lungo ed anche quando vengono allo scoperto sono spesso e presto dimenticati perchè coloro che li hanno mantenuti per anni, i pagatori di tasse appunto, sono distratti dal lavoro e da preoccupazioni ben più pressanti. Desidero quindi qui richiamare la memoria sul caso del senatore Citaristi della DC, tesoriere del partito, eletto consecutivamente per anni in un collegio "sicuro". Citaristi fu accusato di tutto dai DC che "non sapevano" e si dimise. Nessuno disse però che questo era nei patti: come gli emissari della CIA che vengono disconosciuti dagli USA benchè da questi comandati a compere efferatezze di ogni genere, anche Citaristi aveva avuto "la sua convenienza" e fu disconisciuto. Quante analogie con i tesorieri attuali!