Legge elettorale, un sondaggio rivela che gli italiani vogliono due grandi partiti

Da un sondaggio di Pagnoncelli emerge che la maggioranza degli italiani vuole due grandi partiti

Nei palazzi della politica si discute animatamente della bozza di legge elettorale, il cosiddetto Italicum, frutto dell'accordo tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi. Lo scontro è soprattutto sul premio di maggioranza (soprattutto sulla soglia del 35% per ottenere il premio) e sulle liste "bloccate". Ma è interessante, al di là delle posizioni dei politici, vedere quale sia l'umore dei cittadini su questo delicato argomento. Un sondaggio di Nando Pagnoncelli per il Corriere della sera evidenzia che, numeri alla mano, gli italiani  approvano la nuova legge elettorale e apprezzano due grandi partiti in grado di contendersi, democraticamente, il governo del Paese. L'Italicum è giudicato molto positivo dal 19% degli intervistati, positivo dal 41%. Complessivamente, dunque, siamo al 60% di giudizio favorevole. I contrari, invece, sono il 36% (proposta molto negativa per il 12%, negativa per il 24%).

Il no ai partitini è indicato dal 52% degli italiani, che si dice a favore di due grandi soggetti politici. Il 22%, invece, preferisce due grandi coalizioni basate su alleanze tra partiti. Meno di un quinto (19%) è a favore del sistema proporzionale. Non indica preferenze il 7% degli intervistati. La vocazione maggioritaria è prevalente nel Pd (86%), in Forza Italia (82,1%) e nel Nuovo centrodestra (76,1%). Tra i simpatizzanti del Movimento 5 Stelle, invece, a preferire un sistema semplificato è il 50,4% degli elettori, mentre il 43,6% predilige il proporzionale.

L'asse Renzi-Berlusconi per riformare il sistema elettorale come viene valutato? Per il 50% degli italiani è una scelta giusta. Per il 42% è sbagliata. Il giudizio negativo è espresso soprattutto dagli elettori vicini al M5S (70,6%) e Nuovo centrodestra (56,3%). Nel Pd siamo al 39,4%: a sinistra, dunque, vince il sì al patto con Berlusconi. In Forza Italia i favorevoli al patto con Renzi sono il 75,2%.

Dal sondaggio di Pagnoncelli emerge anche un altro dato interessante: gli italiani sono stanchi dei listini bloccati e, quindi, del cosiddetto parlamento dei nominati: il 36% degli intervistati giudica indispensabili le preferenze, il 33% le avrebbe preferite
mentre per il 24% è meglio così perché "le preferenze in Italia non funzionano bene".

Commenti

claudio faleri

Sab, 25/01/2014 - 13:29

l'italiano vuole due grandi partiti, allora vuol che è maturato finalmente, ci sono voluti 50 anni di porcherie per farlo maturare, speriamo che sia vero

cicciosenzaluce

Sab, 25/01/2014 - 13:29

E il M5S,che singolarmente è il primo partito,dove lo mettete ? Fate i conti senza l'oste,ve ne accorgerete che tortorata prenderete,voi e il bambolotto vostro complice,guardate che se vota almeno il 20% di quelli che non hanno votato,voi siete spacciati,e l'ha detto anche l'autorevole Feltri ieri l'altro su libero,quindi calmi e buoni.

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 25/01/2014 - 13:31

Voglia di bipolarismo? Allora ci spieghino perchè in Parlamento le grandi forze politiche sono attualmente tre! Non credo a questa voglia di bipolarismo, gli italiani sono sempre stati individualisti anche in politica, oltre che nella loro normale vita personale. Non credo proprio che desiderino il bipolarismo ma il polipartitismo, come sempre!

Ritratto di benita

benita

Sab, 25/01/2014 - 13:40

il più grande partito è forza italia,lo dicono tutti.

Ritratto di benita

benita

Sab, 25/01/2014 - 13:45

cicciosenzalume non ti permettere a scrivere bugie su chi è ii primo partito.

marco scabiffi@...

Sab, 25/01/2014 - 13:58

l italia ha pisogno d esser governata per 5 anni da chi vince e l opposizione deve far il suo lavoro

roliboni258

Sab, 25/01/2014 - 14:10

per governare ci vogliono due grandi partiti

angelomaria

Sab, 25/01/2014 - 14:13

e a ragione basta con coalizioni se non hai i numeri satai a casa tutti questi partitini inutili solo per mangiatoiae eompere

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 25/01/2014 - 14:20

ma Renzi non è di sinistra?

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Sab, 25/01/2014 - 14:20

Voglia di bipolarismo ma senza PD e Forza Italia. Quindi serve un altro partito.

Pazz84

Sab, 25/01/2014 - 14:21

voglia di preferenze. Basta liste bloccate. Non li vogliamo più i Santanchè, i Gasparri, i Brunetta, i Verdini imposti dalla segreteria del partito. Se prendono abbastanza voti entrano in politica, sennò aspettano al prossimo giro. Il politico non è un mestiere, è un SERVIZIO reso ai cittadini.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 25/01/2014 - 14:24

@stock47,sono d'accordo con lei,e il concedere dei "premi di maggioranza" a capocchia(dando a TIZIO,quello che era di CAIO),non mi sembra tanto democratico.Stabile e comodo,per chi lo ha preso certo. Comunque,a mio giudizio,anche se con una visione futuristica(forse non troppo),il sistema di elezione dei "rappresentanti", chiamato "Democrazia delle Affinità",è quello più DIFFUSAMENTE RAPPRESENTATIVO,ed equo,che nessuno però vuole...

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Sab, 25/01/2014 - 14:26

Approvo,i due partiti ci sono , sono il PD e M5S. Quando la natura farà il suo corso , voi del PDL siete destinati a scomparire.

a.zoin

Sab, 25/01/2014 - 14:30

Per cominciare con il bipolarismo, bisognerebbe anzitutto licenziare tutti i parlamentari,cominciando dal capo di stato. Per il giuramento, aggiungere che "CHI SGARRA,PAGA", con la perdita di tutto, agevolazioni e pensione compresa. Ciò che hà la precedenza assoluta, è quello di una riforma di coloro che giudicano e rappresentano la "Giustizia", negli ultimi anni con la loro ARROGANZA, hanno approfittato e si sono dimenticati ciò che significa "LEALTÀ e UGUAGLIANZA". Dovessimo riprenderci,tutto il marciume di ciarlattani,che non hafatto altro che LITIGARE, sarebbe l`inizio delle fine. CHE DIO CI AIUTI.

Ritratto di Scassa

Scassa

Sab, 25/01/2014 - 14:30

scassa Sabato 25 gennaio 2014 Il più grande partito in Italia e' quello degli ITALIANI PER L'ITALIA ,cioè 63 milioni di abitanti con 63 milioni di idee diverse,tutte ,però,regolarmente progressiste .e tutti ,altrettanto regolarmente ,confermano la massima che come un credo recita : " armiamoci e partite ,ma quale che sia la cosa ,fatela ovunque ...ma non nel mio giardino " !!! S.Sassatelli.

TruthWarrior1

Sab, 25/01/2014 - 14:32

Bipolarismo del cacchio! Questo sistema parlamentare sarebbe meglio definito come un'oligarchia. Altro che democrazia, che effettivamente non è mai esistito nel mondo occidentale! Sono solo manovre intese a mascherare un grande inciucio per eliminare le vere opposizioni ad un sistema troppo corrotto e consociativo.

cicciosenzaluce

Sab, 25/01/2014 - 14:35

Mi spiegate poi la presa in giro di questa pseudo legge italicum,dite che è stata fatta per eliminare i partitini,che complicano le cose,e allora perchè nei vostri sondaggi fate la somma di FI,NCD,Fratelli,Lega,Destra,e altri ? Ma non dove sta questo bipolarismo ? Quando smetterete di prendere per il culo la gente ? Guardate che questi giochetti non potete più farli,la corda si sta spezzando,poi saranno caxxxi vostri !Il paese chiede riforme serie e vere,non trucchetti,tra il sindacuccio e il pregiudicato,stavolta finisce male se non fate le cose perbene.

Pazz84

Sab, 25/01/2014 - 14:38

voglia di preferenze. Basta liste bloccate. Non li vogliamo più i Santanchè, i Gasparri, i Brunetta, i Verdini imposti dalla segreteria del partito. Se prendono abbastanza voti entrano in politica, sennò aspettano al prossimo giro. Il politico non è un mestiere, è un SERVIZIO reso ai cittadini.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Sab, 25/01/2014 - 14:42

Bopolarismo? ....lo avevamo gli ultimi 20 anni....con quali risultati? ....una dittatura a pendolo, quattro anni mangiamo noi e quattro anni fregate i cittadini voi.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Sab, 25/01/2014 - 14:51

benita .... hai ragione, forza italia è il più grande partito dei pregiudicati d'Italia

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 25/01/2014 - 14:51

Se, la maggioranza degli Italiani vuole il Bipolarismo, allora chi viene scelto a dirigere il Paese deve avere anche il diritto di governare il Paese!, ma in Italia con una giustizia che vuole comandare lei, le elezioni Hanno la funzione di una farsa della Commedia Dell,arte,e per governare bene un Paese si devono fare anche delle riforme per il bene sia del Paese che del Popolo; noi viviamo in un Mondo che cambia giorno per giorno e se noi non andiamo a passo con il Mondo é non facciamo le riforme necessarie, il nostro Paese diventerá un Paese dove vivranno solo i Vecchi é gli emigrati dall,Africa, perche i giovani andranno a vivere in quei Paesi dove si fanno le Riforme!, É io né sono un testimone di questo essendo emigrato in Germania un Paese all,Avanguardia nell,Industria e nel fare le riforme che Hanno portato questo Paese ad essere la III potenza industriale del Mondo!.

alberto_his

Sab, 25/01/2014 - 15:06

Due partiti con programmi che differiscono solo per forma e dettagli cosmetici, un pensiero unico con due colori differenti.

antonio54

Sab, 25/01/2014 - 15:07

Due partiti e basta. Chi vince governa per cinque anni, se governa bene si riconferma. Non servono né preferenze né partiti con lo zero virgola. I partiti piccoli e le preferenze sono stati la rovina del nostro paese portando solo confusione e degenerazione, la dimostrazione è sotto gli occhi di tutti. Noi vogliamo un paese con poche regole, tanta efficienza per essere competitivi, così evitiamo di finire come la Grecia. Niente partiti piccoli, sono solo da intralcio e non servono a nulla...

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 25/01/2014 - 15:26

#antonio54. Per, avere un Paese che deve funzionare bene, si deve prima avere una Giustizia che é alla pari di questo Paese, e se noi vediamo quello che i Giudici e Magistrati fanno in Italia, allora possiamo dimenticarci di avere un Paese dove le regole sono efficienti, é io che vedo come funziona la Giustizia Tedesca le devo dire che un Paese si puo giudicare da come funziona la Giustizia!, é purtroppo la Giustizia Italiana é al 158 posto nel Mondo! é il resto lo lascio giudicare da lei!.

titina

Sab, 25/01/2014 - 15:27

Noi cittadini comuni vogliamo, anzi pretendiamo, che gli eletti/nominati lavorino nel'interesse di tutti i cittadini. Invece constatiamo che si fa solo la guerra non solo fra partiti, ma addirittura all'interno dei partiti: la guerra delle poltrone. Intanto l'Italia affonda. Chi fa ostruzionismo ha SEMPRE TORTO e non andrebbe votato.

unosolo

Sab, 25/01/2014 - 15:31

nessun partitino vuole questo accordo che se va in porto spariscono o si devono sottomettere al grande partito , comunque col rischio di sparire se non raggiunge la quota prevista , il SEL è uno di questi partitini , e altra spina sono i comunisti nel PD che si vedono espropriati di un sistema da loro voluto , un partito mimetizzato o camaleontico , ecco le due spine nel fianco del Renzi e le spine nel fianco di FI sono due ugualmente e cioè Futuro Italia e NCD , questo si evidenzia nei loro discorsi , inutile , ogni partito vuole i soldi e il potere nessuno mira al bene della nostra Nazione altrimenti ci si accordava subito senza guerre ma con responsabilità , oggi invece viviamo in odio e rancori oltre ad essere sospettosi gli uni verso gli altri .

Ritratto di Scassa

Scassa

Sab, 25/01/2014 - 15:33

scassa Sabato 25 gennaio 2014 Alberto_his hai ragione le due formazioni si differenziano con uno il colore violetto dei 500 euro,l'altro con il rosso vivo dei futuri 1000 euro !!!! S.Sassatelli.

claudio faleri

Sab, 25/01/2014 - 15:51

speriamo che dopo essere finiti nella m.....a gli italiani siano maturati e votino per le due fazioni,una delle queli deve sostentare i sudditi, perchè siamo sudditi non contiamo un c.....o i poltronari ci prendono per il c....o e fanno quello che volgiono ad esempio i referendum vengono fatti per le c.......e su cose importanti decidono loro senza ascoltare i sudditi ma i soldi che prendono sono di tutti

eloi

Sab, 25/01/2014 - 16:59

Pagnoncelli mi sembra tra i sondaggisti il più attendibile, anche se il risultato del suo sondaggio è pubblicato, per quanto ne sia a conoscenza da un giornale di centrtodestra. Sarebbe l'ora che anchem in Italia vi siano due partiti che se necessario si alternino al governo, naturalmente cosidetti; uno "democratico" e l'altro con tendenze "liberali". I partitini, volgarmente riconosciuti come "cespugli" non hanno ragione di esistere a livello nazionale, mentre sono accettabili a livello locale, dove esiste un rapporto diretto tra i cittadini ed i loro rappresentanti.

linoalo1

Sab, 25/01/2014 - 17:02

Meglio dire,vorrebbero!Quando saranno davanti alle schede-voto,presi da malinconia,metteranno una croce su un Partitino!E,quindi saremo punto e daccapo!Lino.

antonio54

Sab, 25/01/2014 - 17:13

Pasquale Esposito: lei ha perfettamente ragione, non c'è paragone tra noi e la Germania. La riforma elettorale è un primo passo, diciamo che è l'inizio dell'iter delle successive riforme, abolizione del Senato, revisione del titolo v° ecc. Certamente, subito dopo bisogna mettere mano con una certa urgenza alla riforma della giustizia, dandogli una bella regolata. La civiltà di un paese si misura anche per i servizi che esso sa offrire ai propri cittadini, purtroppo noi siamo messi così. E dire che paghiamo una montagna di tasse, ritorno in servizi ZERO. La saluto.

michetta

Sab, 25/01/2014 - 17:31

Le persone che occupano il sessanta per cento degli Italiani votanti per il bipolarismo, sono solamente PERSONE PER BENE. Le altre, facenti parte del 40% rimasto, NO! Manipolatori, opportunisti, fanfaroni, disturbatori, imbroglioni, per non dire altro, che hanno sempre sperato nella morte del vicino, per rubargli il posto e che da una vita, continuano a sgomitare per avere piu' aria comoda, dovrebbero essere cancellati definitivamente dalle anagrafi della penisola. Essi, non sono degni di essere Italiani. Auguri Italia

Ritratto di Bowman

Bowman

Sab, 25/01/2014 - 17:44

Bipartitismo, NON bipolarismo. Basta con i soggetti da 1% che ricattano i grandi partiti scelti dalla maggioranza degli elettori. Il mortadella, l'ultima volta è durato 1 anno e un po' di mesi perchè era contento di aver 'vinto' con uno scarto di 20 mila voti, grattando il fondo del barile. Meno male che è sparito dalla politica, comunque. E tutti i maledetti traditori che cambiano schieramento a giochi fatti, DEVONO DIMETTERSI, NON RESTARE INCOLLATI ALLA POLTRONA. Finchè avremo alfani, fini e casini liberi di fare il bello ed il cattivo tempo, non andremo mai da nessuna parte.

cicciosenzaluce

Sab, 25/01/2014 - 17:50

michetta,per fortuna che la michetta che si compra dal prestinaio è buona,perchè tu sei avariata,beato te pregiudicato che ti sei costruito questi soggetti,vai tranquillo con questi èh ? Volpino

claudio faleri

Sab, 25/01/2014 - 18:05

aspettiamo con ansia il commento dell'organo sovietico di stampa la PRAVDA

Ritratto di mina2612

mina2612

Sab, 25/01/2014 - 19:10

...ma è naturale che vogliamo il bipolarismo.. siamo stanchi di vivere nell'incertezza perenne, è meglio avere un cattivo governo (che tanto di peggio di così non sarà mai!) piuttosto che essere in balia di quelli dello 0,00001%.

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 25/01/2014 - 19:42

Zagovian Sab, 25/01/2014 - 14:24, intendiamoci, io non credo alla voglia di aggregazione degli italiani, appunto perché individualisti e abituati ad essere sempre in lite per qualsiasi cosa, fosse anche un pelo di cavallo, così come non ho alcuna fiducia di rappresentanti di lista scelti dalla segreteria di un partito, scavalcando il volere degli elettori, di conseguenza preferisco che ci siano le preferenze e che si possa eleggere anche un singolo rappresentante non necessariamente legato a qualche partito. Tuttavia è anche vero che il sistema parlamentare attuale, congegnato per tenere sotto il bordone del Parlamento qualsiasi Governo, non permette di governare, senza contare che è sufficiente una piccolissima forza politica, che faccia da ago della bilancia, per stravolgere qualsiasi maggioranza, senza contare gli stravolgimenti di fronte, di singoli o interi gruppi di parlamentari, che cambiano bandiera e promesse elettorali fatte a chi li ha votati, come si cambiano giornalmente le mutande. Il guaio è costituzionale, fatto nell’immediato dopo guerra, su precisa richiesta dei comunisti, per non permettere a nessun Governo di prendere le redini del Paese come fece Mussolini e far rimanere immobile la situazione. Eliminando dall’equazione del buon Governo di un sistema democratico, l’Equazione stabilita dal giurista e filosofo Montesquieu della divisione dei tre poteri: Esecutivo, Legislativo e Giudiziario, il potere Esecutivo, facendolo divenire una marionetta nelle mani del Legislativo, si sono create le premesse dell’attuale disastro. L’Esecutivo va eletto dal popolo sovrano e deve durare in carica, per il periodo stabilito, senza interferenze del Parlamento. L’unica interferenza ammissibile sarebbe quella di far cascare il Governo ma, se casca, assieme a lui DEVE cascare anche il Parlamento che lo fa cascare e rimettendosi entrambi di nuovo al giudizio elettorale. Solo così si avrebbe una vera democrazia, una conduzione sensata del Paese e un popolo che diventa veramente sovrano sopra almeno due dei poteri di cui sopra. Per il sistema giudiziario si deve fare lo stesso, i magistrati e i PM devono essere eletti come avviene in USA, altrimenti vanno alla deriva, scadendo su posizioni politiche personali e applicando sentenze e giudizi fuori dalla volontà popolare, come sta avvenendo apertamente e sfacciatamente adesso. Riassumendo, preferenze si, nessun blocco minoritario per singoli partitini o singoli parlamentari ma Governo eletto direttamente dal popolo, e non scalzabile se non con il sistema spiegato, altrimenti è tutto un gioco a chi riesce a tirare più acqua al suo mulino e chiacchiere inutili, il tutto per far permanere l’attuale immobilismo e il potere nelle mani di una casta più o meno ben precisa o precisabile ma non al popolo, che viene tranquillamente imbrogliato da costoro.

Salvatore1950

Sab, 25/01/2014 - 20:24

due grandi partiti...sono d'accordo anch'io...da un lato Forza Italia e dall'altro....fammi pensare...ok ho pensato e dall'altro Forza Italia

Giorgio Mandozzi

Sab, 25/01/2014 - 20:29

Ritengo una speciosa banalità l'argomento delle preferenze. In effetti non assicura un bel niente e meno che mai il condizionamento dell'eletto che si avvale del libero arbitrio delle sue scelte non avendo alcun vincolo di mandato. Non esiste alcuno strumento che possa garantire l'onesta e la rettitudine dell'eletto. Se non la sua morale, ove mai ci fosse! E tutto, in questi anni, dimostra dell'assoluta assenza di questo requisito. Sono ovviamente favorevole al maggioritario tra due partiti con soglia di sbarramento altissima; basta ai difensori e galleggiatori della poltrona garantita a vita.

michetta

Sab, 25/01/2014 - 21:05

x l' "affabilissimo" CICCIO SENZA LUCE. E' un po' che scorro velocemente, le tue mimchiate a ripetizione su questo forum,che non so' come, ti ospita, non facendoci caso piu' di tanto, in quan,to tutti, anche i sinistronzi come te, possono dire la loro, fin quando si vive in Italia. Il tuo "richiamo" per me, delle 17.50, e' di una predisponibilita' al litigio, che farebbe schifo perfino a D'Alema e Bersani, tuoi amici. Io, pero', me ne frego di te e di tutti quelli come te e ti lascio bollire nel tuo brodo, che sicuramente sara' di rancido. Auguri Italia

Esculoapio

Dom, 26/01/2014 - 00:01

quante palle! il succo e' che con qualsiasi riforma, qualcuno pensa di perderci, cosi' si cerca di convincere i cervelli deboli che, per il bene della democrazia, i politicanti di mestiere possono saltapicchiare da un'alleanza all'altra, trasgredire le promesse elettorali, in pratica fare cio' che conviene al momento, ovvero quello che hanno sempre fatto fino ad ota

Esculoapio

Dom, 26/01/2014 - 00:08

A Cicciosenzaluce: impara a ragionare col tuo cervello e non con quello altrui. studia la Storia, antica e moderna, e forse imparerai qualcosa dalle esperienze altrui, quando non ci si arriva a capire con il proprio ragionamento ci si basa sulle eperienze passate. e' un fatto che le democrazie denoli hanno sempre prodotto grossi guai.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 26/01/2014 - 00:26

C'è solo da sperare che non si tratti di uno dei soliti sondaggi fatti solo per riempire i vuoti di una pagina di giornale. SE AUMENTASSE VERAMENTE LA PREFERENZA PER IL BIPOLARISMO ALLE PROSSIME ELEZIONI NE VEDREMMO DELLE BELLE.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 26/01/2014 - 00:30

# cicciosenzaluce 14:35 Guardi che lei si sta sbagliando di grosso. Il bipolarismo non lo fanno per prendere per il culo gli elettori. Lo fanno per prendere per il culo solo lei. VEDE COM'E' IMPORTANTE?

michetta

Dom, 26/01/2014 - 10:01

a CICCIOSENZALUCE 17.50 - La mia risposta,se la faccia avere dalla Redazione, poiche' non la vedo tra quelle pubblicate !?!? Auguri Italia

andrimail

Dom, 26/01/2014 - 14:50

,..se gli italiani avessero finalmente capito che bisogna votare solo 2 partiti, non importa quale legge elettorale verra' fuori dal parlamento anche con un proporzionale puro la gente dovrebbe votare o Forza Italia o il PD.