Letta: "Sul voto in giunta non c'è nessun margine"

Il premier alla festa dell'Unità di Genova: "Se il governo si occupasse di altre questioni non farebbe il suo dovere"

Sullo scottante tema della decadenza Enrico Letta nonn si muove: "Io penso che non credo ci siano molti margini, la separazione tra il piano politico e giudiziario è necessario". "Se il governo si mettesse ad occuparsi di altre questioni non farebbe il suo dovere. Il governo non ha nulla a che fare con le competenze della giunta - ha spiegato il premier alla Festa dell'Unità di Genova -. Chi crea connessioni improprie dovrà spiegare ai cittadini il senso di queste relazioni pericolose".

Precisando che la durata del governo rimane di 18 mesi Enrico Letta ha spiegato che, nonostante questo governo non sia suo, sta "dando il sangue" affinché l'esecutivo vada avanti negli impegni presi. "La service tax sarà più bassa della somma di Imu e Tares e rispetta criteri di equità e progressività", ha promesso il presidente del Consiglio assicurando che farà di tutto per impedire l'aumento di un punto perentuale dell'Iva. Ma Letta, davanti alla platea democratica, non ha ripsarmiato una dura stoccata a tutti quelli che hanno criticato i senatori a vita nominati oggi dal Quirinale: "Ho letto dichiarazioni di formiche che non possono nemmeno parlare davanti a quel gigante che è il presidente Giorgio Napolitano".

Commenti
Ritratto di jasper

jasper

Ven, 30/08/2013 - 21:06

Letta con quella specie di vaso da notte in testa è proprio simpatico.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 30/08/2013 - 21:17

POVERINO LETTA SI LAMENTA PURE, VUOLE FAR CADERE IL CAV E ANDARE AVANTI COL GOVERNO. MA CREDE CHE LA GENTE SIA SCEMA. SE NON VUOLE IL CAV PERCHE' NON VA DA NAPOLITANO E SI DIMETTE...NON HA LE PALLE TIRA AVANTI PER INERZIA ALUI INTERESSA SOLO CHE IL CAV DECADA, CHE ESCA DI SCENA, POVERI ILLUSI.

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Ven, 30/08/2013 - 21:18

CERCHIAMO DI METTERE I PIEDI PER TERRA E DIRE "PANE AL PANE E VINO AL VINO". I NUOVI ELETTI AL SENATO SERVIVANO OGGI COME OGGI A QUESTO GOVERNO ?? E' IL MOMENTO GIUSTO PER TUTTO CIO' ?? EPPURE I TOSCANI PARLANO SCHIETTI SENZA ALLUSIONI O ALTRO. TU SEI PISANO perché "VUOI CAMBIARE LE CARTE IN TAVOLA". A Napoli, ed il Presidente della Repubblica li è nato, dicono: "...qua nessuno è fesso". Questo pensiero non è ragionamento logico ma fiabesco nemmeno adatto ai bravi bambini.

janry 45

Ven, 30/08/2013 - 21:23

Togliete questa immagine:offende i militari.

Gioa

Ven, 30/08/2013 - 21:39

LETTA PRIMA IL DOVER POI IL DIRITTO...COME E' BUONO LEI!! LA FORMICA...

Ritratto di Fradrys

Fradrys

Ven, 30/08/2013 - 21:42

In effetti le formiche, di fronte a uno scarafaggio, sembrano proprio piccine!!!

ABU NAWAS

Ven, 30/08/2013 - 22:23

A QUALE GIGANTE SI RIFERISCE IL PRESIDENTE LETTA??? FORSE A QUELLO DI TIBLIS?????? NOSTALGIE CHE MERITEREBBE LO STACCO DELLA SPINA, E NUOVE ELEZIONI!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 31/08/2013 - 00:06

Sarebbe meglio che Letta spiegasse ai magistrati che hanno condannato Berlusconi cosa sia la separazione tra piano giudiziario e politico. Noi abbiamo capito benissimo che in Italia c'è in atto un colpo di stato della sinistra CHE VUOLE ELIMINARE GLI AVVERSARI POLITICI CON PROCESSI FARSA DEGNI DELLE PEGGIORI DITTATURE COMUNISTE. Non faccia il furbo a fingere di non vedere e non sapere CIO' CHE STA SUCCEDENDO DA VENT'ANNI NEL NOSTRO PAESE.

beale

Sab, 31/08/2013 - 00:19

ci mancava Sturm-Truppen!

Ritratto di Fradrys

Fradrys

Sab, 31/08/2013 - 13:29

è giunta l'ora che il Presidente della Repubblica sia ELETTO dal Popolo ("sovrano" solo per la Costituzione italiana, ormai ridotto a mucca da mungere con tasse e poi prenderlo in giro) e NON dal Parlamento (che, "corrotto" dai vari "bonus" di governabilità, non rappresenta fedelmente il volere popolare)! Come siamo adesso sembra avere un Re che si comporta come Stalin: in qualità di "capo" della Magistratura la muove al fine di eliminare gli Avversari politici, utilizzando scorciatoie inaccettabili in una democrazia, ma degne delle dittature comuniste mai morte (purtroppo!). E non solo: Re Giorgio (Napolitano) pretende anche di farci credere di comportarsi in modo imparziale, rendendoci "cornuti e mazziati", ovvero derubati del nostro Leader e presi per il fondelli... Ormai dobbiamo solo appellarci al buon Dio e alla carta d'identità di questi esseri immondi che ci ballano in testa e ci succhiano miliardi di Euro facendo la vita da sultani!!!