L'ira dei legali: basta con la gogna dei pm

Dalle inchieste Pdl al capo dei vigili in manette: il procuratore Laguardia nel mirino per la "spettacolarizzazione mediatica"

Gerardo Laguardia, procuratore capo di Parma

Parma - Un ammonimento, due ammonimenti, tre ammonimenti nel giro di poche settimane. Insomma, non è proprio un comportamento di asettico distacco dai fatti e dalle persone. Inevitabile il cartellino rosso della protesta, alzato assieme all'ultima, durissima nota, dagli avvocati di Parma e dintorni, che puntano il dito contro l'operato della locale Procura.
Un coro di critiche di cui si è fatto portavoce l'avvocato Paolo Moretti, presidente della Camera Penale, motivate dall'eccesso di spettacolarizzazione mediatica e dalla sistematica fuga di notizie che caratterizzano la gestione del procuratore capo «reggente» (anche se abbondantemente scaduto, secondo la legge), Gerardo Laguardia fin dai primi arresti di due anni fa nell'ambito delle varie operazioni Green Money e Easy Money (coinvolti a torto o ragione alcuni politici e personaggi di centrodestra e quindi non particolarmente amati dalla magistratura locale) e che ha trovato nuove conferme, recentissimamente, nell'inchiesta, pur di tutt'altro tenore, Stolen Tax.
La nota dei penalisti di Parma non lascia molto spazio alle libere interpretazioni: «Rilevato che sempre più spesso, nell'ultimo periodo, il cortocircuito mediatico-giudiziario si manifesta in modo patologico immolando sull'altare di una malintesa libertà di informazione i diritti fondamentali delle persone, presunte innocenti per garanzia costituzionale, ritratte in occasione dell'esecuzione di misure cautelari e delle quali vengono diffusi dati personali; che tale deriva trova le sue cause anche in una recente prassi di taluni organi inquirenti di indire conferenze stampa nel corso delle quali vengono riferite risultanze di attività investigative ancora in fase di indagini preliminari e, in taluni casi, perfino i nominativi di indagati del tutto all'oscuro dell'esistenza stessa del procedimento invita il Consiglio direttivo della Camera penale, qualora simili episodi avessero a ripetersi, a valutare l'opportunità di assumere forti iniziative di protesta, anche mediante la proclamazione di giornate di astensione collettiva dalle udienze». Libera gogna in libera Procura, dunque per dirla in altre parole. Come quando, era l'alba del 24 giugno 2011, l'ex comandante dei vigili urbani, Giovanni Maria Jacobazzi venne prelevato a casa e arrestato ma, come dire, al rallentatore, per dare il tempo a fotografi e cameramen avvisati dalla Procura, di arrivare sul luogo.
La storia non cambia e certe abitudini della Procura nemmeno, se è vero come è vero, che già allora i penalisti di Parma denunciarono pubblicamente: «Passerelle forzate di arrestati davanti a telecamere e macchine fotografiche, ritardata iscrizione nel registro degli indagati, carcere per “convincere” gli indagati a collaborare, interrogatori dei fermati fatti passare come “sommarie informazioni” come alcune delle prassi adottate dalla magistratura e dalle forze di polizia locali di Parma». «Prassi censurabili» rilevate a livello locale. Un riferimento diretto alle indagini sulla corruzione in Comune, Green Money ed Easy Money, che portarono poi, guarda caso, alla demolizione dell'amministrazione comunale di centrodestra.
I penalisti contestarono allora pratiche ben precise, al limite della violazione del codice di procedura penale come «la ritardata iscrizione nel registro degli indagati di persone che di fatto già da tempo erano destinate ad assumere tale veste», un escamotage che permetterebbe di prolungare la durata della fase delle indagini preliminari o privare fin dall'inizio delle necessarie garanzie difensive. E ancora la raccolta di dichiarazioni autoindizianti da parte dei fermati, interrogati dalla polizia giudiziaria senza la presenza di un avvocato, «facendo capzioso ricorso alla forma delle dichiarazioni spontanee».

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 29/07/2013 - 08:55

ma quale stop!! delinquenti!

Ritratto di depil

depil

Lun, 29/07/2013 - 09:00

prendetelo e mandate in onda un video metre prende ordini daiu suoi padroni della Bildeberg

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Lun, 29/07/2013 - 09:03

Nulla di strano. I PM si comportano spesso in questo modo. Hanno potere, troppo potere. Lo usano.

pansave

Lun, 29/07/2013 - 09:18

Si fanno pubblicità GRATIS per il loro posto rosso in politica, più soldi, più potere, più TV, meno controlli, sarebbero stupidi se non lo facessero(la morale lasciamola ai paesi civili).

@ollel63

Lun, 29/07/2013 - 09:50

hi consente a questi pm di compiere atti illegittimi e riprovevoli senza che paghino il fio delle loro colpe? Vergogna, Italia!

bruna.amorosi

Lun, 29/07/2013 - 09:52

sapete che vi dico? una volta si credeva che con l'arresto di una persona mal vista da una parte politica in combina con la magistratura la questione si chiude quando l'uomo o muore oppure va in esilio .Bene oggi ho l'impressione che lo strapotere dei magistrati specie quelli con la toga rossa vada come vada da domani o dopodomani finirà perchè se è vero che Berlusconi ha potere mediatico lor signori saranno messi alla gogna quotidiana .

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 29/07/2013 - 09:55

Saremo il terzo paese al mondo ad applicare lo jus soli, ciò solo perché pensarla diversamente da una ministra di pelle nera - che tra l'altro non sa neppure quello che dice - è "sconveniente", segno di un deprecabile "razzismo". Del resto lo confermano pure le ridicole dichiarazioni odierne di una "pasionaria" di destra. E ci vogliamo meravigliare se c'è un ennesimo tribunale in cui le leggi penali sarebbero lette in relazione alla fede politica dello sfortunato imputato? Non so nulla di Parma nè dei suoi magistrati, però constato che la storia del Paese nel 3° millennio non ha insegnato nulla, a dx come a sx.

buri

Lun, 29/07/2013 - 10:04

Ma se il procuratore capo reggente è scaduto a termini di legge cosa asèetta il CSM a mandarlo in pèensione, oppure anche in questo caso la legge non si applica ma si interèreta a secondo della convenienza?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 29/07/2013 - 10:12

delinquenti al soldo dei comunisti e degli elettori idioti

herbavoliox

Lun, 29/07/2013 - 10:12

Sono loro i veri criminali in Italia. Intoccabili, casta da smantellare e far tornare organo di stato e non di potere come ora è. Sono loro che dominano la scena politica e civile italiana, e, vediamo in che stato siamo. Ultimi in europa e nel mondo. Evidentemente hanno il loro tornaconto a restare nella monnezza. Ma è arrivato il momento di dire basta!

makeng

Lun, 29/07/2013 - 10:40

essere di centrodestra vuol dire essere colpevoli ladri assassini pedofili a prescindere ( perchè vince) e senza alcun diritto alla difesa. Essere di sinistra vuol dire prima di tutto essere stro..i, da qui sinistronzi, e sopratutto rubare a man bassa senza che la giustizia faccia qualcosa. MPS penati ecc ecc , tutti liberi di rubare perchè "sinistronzi". Berlusconi condannato e reietto per aver trombato ed evaso ben 3 milioni di euro in una anno quando quello stesso anno ne ha pagati di tasse a centinaia! Sinistronzi, vuoi e i vostri lecchini togati state scherzando con il fuoco. Adesso è l'intero paese che si ribellerà alle vostre ladrate. Statene certi!

Ritratto di ettore muty

ettore muty

Lun, 29/07/2013 - 10:46

@ollel63 un, 29/07/2013 - 09:50 chi consente al berluscaz di compiere atti illegittimi e riprovevoli senza che paghi il fio delle loro colpe? Vergogna, Italia!

giovanni PERINCIOLO

Lun, 29/07/2013 - 10:52

Marco Pannella lascia stare la segreteria del PD e concentrati sul nuovo referendum per la responsabilità civile dei magistrati. E' più che mai necessario, anzi indispensabile, porre un fine a tanta arroganza e mal-uso di un potere autoreferenziale ben supportato dalla coscienza di impunità garantita! Questa non é più amministrazione della legge, questo é abuso continuato della legge per fini politici, di carriera personale e via elencando!

makeng

Lun, 29/07/2013 - 11:46

ettore muty: e chi decide "gli atti illegittimi" ? questa magistratura? E' sputtanata a sinistra ed è inutile che cerchi di farla passare come "LA DEA DELLA GIUSTIZIA" imparziale. PErchè non è ancora in galera nessun componente di MPS ( come statuto 18 membri appartenenti al PD?) visto che oltre a rubare 4 M-I-L-I-A-R-D-I di euro hanno anche ammazzato un testimone? Perchè penati è ancora libero? PErche con laffare telekom serbia sono stati buttati 300 MILIARDI DI LIRE e fassino è ancora in libertà? Se berlusconi è condannato è guerra civile , altro che giustizia! Il resto delle tue parole sono le classiche parole da sinistronzo, punto!

giovanni PERINCIOLO

Lun, 29/07/2013 - 12:01

x makeng. Aggiungo : perché la storia "arcobaleno" degli aiuti per l'Albania in cui erano implicati baffino e soci si é impantanta e non se ne é saputo più nulla??

makeng

Lun, 29/07/2013 - 12:18

un giudice è tale quale un politico. Il politico ruba. Il giudice " usa" la giustizia per propri scopi criminali, quelli di perseguitare chi non è allineato al suo credo ideologico. FORSE NESSUNO DI VOI LO SA MA LA MAGISTRATURA E' SEMPRE STATA DI SINISTRA PERCHE' ERA UN ACCORDO SOTTOBANCO FRA LA DEMOCRAZIA CRISTIANA ( QUANDO VINCEVA ALLA GRANDE) E I COMUNISTI DEL PCI. Alla dc il potere , ai comunisti il controllo. Poi sappiamo come è andata a finire. Tutti in galera a destra e liberi di rubare a sinistra. Il resto sono panzane da sinsitronzi.

tonipier

Lun, 29/07/2013 - 12:35

" IL DECLINO DEI VALORI DELLA AVVOCATURA" Sono ordini professionali che preferiscono rimanere ancorati alla pratica del " volemese bene", del lassismo, delle adulazioni, della accondiscenza alle deviazioni di alcuni settori della magistratura, ordini professionali che tendono ad appiattirsi sulla logica della convenienza di subire o far subire manifestazioni di tracotanza piuttosto che rintuzzarle e prevenirne la reiterazione. Tale logica si protrae e perpetua nel tempo pur nella constatazione che la remissività e passività nelle quali si rimane impigliati fungono da incentivo alla escalation dei soprusi.

tonipier

Lun, 29/07/2013 - 12:54

"X MAKENG" sono in parte d'accordo con il tuo commento, devi sapere, che il popolo da sempre subisce affronti da chi dirige la MAGISTRATURA... Solamente è impotente!!! non sappiamo quando si sveglierà cosa realmente succederà....

epesce098

Lun, 29/07/2013 - 14:06

herbavoliox - Il momento di dire BASTA Sarebbe arrivato da un pezzo se non fossimo un popolo di pecore. Essi lo sanno e ne approfittano.