L'omertà dei tedeschi: nessuno ha visto il killer

Domenico ucciso su una pista ciclabile in centro. La polizia  chiede aiuto ai testimoni, ma il commissariato resta deserto

Domenico Lorusso, l'ingegnere potentino ucciso a Monaco di Baviera

E bravi i tedeschi: sempre pronti a gettare fango sulla presunta sull'«omertà mafiosa» degli italiani; peccato poi che proprio loro, dinanzi a un delitto, si guardino bene dal testimoniare.
Finora è rimasto infatti disatteso l'appello lanciato dalla polizia di Monaco di Baviera per «avere notizie sul killer che ha ucciso il giovane italiano». Il «giovane italiano» è Domenico Lorusso, l'ingegnere 31enne potentino, ammazzato con una coltellata al petto tre sere fa lungo una pista ciclabile di un parco in pieno centro a Monaco. Erano le 22. A quell'ora lungo l'Erhardstrasse c'era gente. L'uomo che ha prima sputato addosso alla fidanzata di Domenico e dopo colpito Lorusso non poteva passare inosservato. Eppure sembra che nessuno abbia visto e sentito alcunché. In commissariato, per ora, nessun tedesco si è presentato per contribuire a risolvere il giallo. Omertà o solo la sfortuna di essere tutti distratti mentre un criminale infieriva sul corpo del nostro connazionale? Eppure la dinamica della tragedia è stata lunga e articolata: prima l'uomo che incrocia la coppia italiana che sta pedalando in bici; poi lui che sputa addosso alla ragazza di Domenico; infine Domenico che chiede il perché di quel gesto e, per tutta risposta, viene accoltellato a morte. Un drammatico «film» che sarà presumibilmente durato svariati minuti. Possibile che nessuno si sia accorto di nulla, eccezion fatta per la ragazza di Domenico? Difficile da credere. Eppure alla polizia non è arrivato nemmeno uno straccio di «soffiata»: lo scarno identikit messo a punto dagli investigatori tedeschi si basa solo su quanto visto dalla fidanzata della vittima. Un aiuto potrebbe venire dalle telecamere di sorveglianza che pare siano installate nella zona teatro all'omicidio. Sarà vero?
Come già scritto ieri, questi sono casi dove il fattore-tempo è decisivo: o il colpevole viene individuato subito, oppure si rischia che non venga più arrestato. E questo i famigliari di Domenico - e con loro tutti gli italiani - non possono accettarlo. La memoria di Domenico, giovane ma già apprezzato professionista, va onorata arrestando il suo killer al più presto.
Lorusso, il giorno prima di essere ammazzato, aveva pronto il biglietto di aereo per tornare nella sua città natale, Potenza. Non voleva perdersi la tradizionale «Sfilata dei Turchi» in programma nel capoluogo lucano che con questo corteo storico celebra il patrono, San Gerardo. Domenico non ha fatto in tempo. Un criminale lo ha ucciso prima. Durante la festa a Potenza il corteo si è fermata per un minuto in ricordo di Domenico. Ma la sua città può - e deve - fare molto di più per stringersi attorno a un ragazzo degno di ergersi a modello virtuoso dei giovani del Sud. Almeno di quei giovani che, con la forza dei fatti, sanno dare un calcio ai pregiudizi anti-meridionali. Domenico era uno di questi: uno che si era rimboccato le maniche, che aveva studiato, si era formato all'estero, aveva trovato lavoro lontano dalla sua terra integrandosi e facendo valere il proprio talento. Non meritava di fare una fine così. Il sindaco di Potenza non ha ancora proclamato il lutto cittadino, né annunciato iniziative che ricordino adeguatamente la figura di Domenico Lorusso. È sempre in tempo per farlo. Ma si sbrighi, per piacere. Intanto oggi a Potenza si svolgeranno i funerali di Domenico. Il rito sarà celebrato nella parrocchia di San Giovanni Bosco (la stessa che ospitò i funerali di Elisa Claps, la studentessa potentina uccisa da Danilo Restivo ndr). In questa chiesa Lorusso era molto noto per essere stato attivo nelle organizzazioni parrocchiali e di volontariato. Ieri, nella stessa parrocchia si è svolta svolgerà una veglia di preghiera in ricordo di Domenico; oggi, invece, alle 13, sarà aperta la camera ardente, per l'ultimo saluto prima dei funerali. La folla sarà tanta. Invece del solito applauso, sarebbe meglio pregare. In silenzio.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 01/06/2013 - 08:47

i tedeschi sono molto stronzi! quando si tratta di una macchina che durante una manovra di parcheggio graffia l'altra macchina, le spie diventano 100, tutte pronte a mettere la mano sul fuoco! ma quando si tratta di un italiano ammazzato, qui non c'entra l'omertà. è razzismo!!

a.zoin

Sab, 01/06/2013 - 09:04

Avessero assassinato un ANIMALE , di testimoni ce ne sarebbero stati veramente molti. RIVINCITA e GELOSIA.

a.zoin

Sab, 01/06/2013 - 09:06

Abbiamo avuto un Papa tedesco,per metterci in contesto, pure Lui si è dimesso !!!

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 01/06/2013 - 09:08

Anche qui nella terra dei crucchi esiste l omerta.E non vi dico l odio contro l essere italiano.´Perche i tedeschi si sentono superiori a tutti ,ma un italiano li manda in bestia , sapendo che forse siamo migliori.

franco@Trier -DE

Sab, 01/06/2013 - 09:12

uno per tutti e tutti per uno, l'italiano ama più lo straniero che l'italiano stesso.Mortimermouse a me pare che tu sei il re degli stronzi a scrivere queste kazzate, evidentemente se è come dici tu vuole dire che i tedeschi con voi contraccambiano il loro amore con il vostro per loro.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 01/06/2013 - 09:30

Ormai i tedeschi, in quanto a mafiosità e reticenza, hanno superato abbondantemente anche i picciotti siculi più tradizionali. Sono ormai maturi per riguadagnarsi un'altra legnata. Quella assestata ad Hitler evidentemente non li ha ancora ammansiti.

michele lascaro

Sab, 01/06/2013 - 09:40

Sarebbe una vergogna, per loro, ammettere l'omicidio per opera di un connazionale.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 01/06/2013 - 09:44

FRANCO TRIER-DE non ho capito nulla quello che hai scritto :-) ti hanno fatto il lavaggio del cervello in germania? ora rispondi jahwol?? :-)

paolodb

Sab, 01/06/2013 - 09:55

È bravi i succhia-würstel ... Franco il finto crucco ti brucia il papparuolo eh? Ma almeno in questi casi stattene buono e zitto!

Mario-64

Sab, 01/06/2013 - 10:01

Curioso ,in un paese dove ,se danneggi un segnale stradale o un palo della luce in 5 minuti la tua targa arriva alla polizia...

Rossano Olivi

Sab, 01/06/2013 - 10:24

vorrei essere un tedesco

buri

Sab, 01/06/2013 - 10:50

certo il morto è italiano, cosa pretendiamo che un tedesco denunci un altro tedesco assassino, in fondo ha ucciso solo un italiano, che brava gente i tedeschi! veri stronzi, checché ne dica franco@trier

simone64

Sab, 01/06/2013 - 11:05

Ma la ragazza che fine ha fatto ??? Lei cosa ha riportato alla polizia tedesca ??? Aspettiamo ulteriori sviluppi,qualcosa salterà fuori di sicuro.

MMARTILA

Sab, 01/06/2013 - 11:17

franco@Trier -DE : Ma come cazzo scrivi, non solo pubblichi minchiate dalla mattina alla sera, ma non conosci neppure la grammatica italiana. Sei il solito nazista ignorante che non capisce un cazzo...insomma sei un tedesco! COGLIONE!!!

edo1969

Sab, 01/06/2013 - 11:18

Articolo ricco di malafede, che trova in un fatto di cronaca un pretesto per uno sproloquio anti-tedesco. Vorrei solo umilmente sapere dall Sig Nino Materi come puo' affermare che si tratta di omertà a Monaco. Non puo' darsi che DAVVERO nessuno abbia visto? Erano le 22 e contrariamente a quanto scrive Materi, la dinamica della tragedia non è stata "unga e articolata". Lo ha detto proprio la fidanzata, tutto è accaduto in pochi secondi. Articolo buono solo da dare in pasto agli ignoranti come 'buri' che si scatenano in commenti anti-tedeschi; li rassicura e fa stare meglio, evidentemente. Fate pena.

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 01/06/2013 - 11:28

Quello di accusare i tedeschi di omertà perchè nessuno ha visto l'assassino è da imbecilli stronzi. Se non c'era nessuno nei paraggi che c... c'entra l'omerta. Nei giornali tedeschi si è stigmatizzato il crimine nel modo dovuto. L'assassino poteva anche non essere tedesco come è probabile che sia stato. La polizia indaga.

epesce098

Sab, 01/06/2013 - 11:39

Se si fosse trattato di un loro connazionale, ci sarebbe la processione presso la polizia di Monaco a testimoniare. Questo dimostra quanto i crucchi odino gli italiani.

epesce098

Sab, 01/06/2013 - 11:49

franco@Trier -DE - evidentemente non sei italiano e se lo sei noi italiani ti ripudiamo come tu hai ripudiato l'Italia. Ci fai semplicemente SCHIFO. Mortimermouse non è il re degli stronzi perchè di re ce ne è uno solo e questo sei tu e il tuo DE (deutschlando) te lo puoi infilare nel c....

ititensimir

Sab, 01/06/2013 - 11:52

esatto, la lettera della polizia, con tanto di procedimento penale e fedina che rischia di diventare nera, arriva all'istante. abito a monaco da sei mesi e mi sono ritrovato un procedimento penale a mio carico per aver graffiato il paraurti di un'altra auto. forse... perche' la mia auto e' intatta, non ho tracce di vernice altrui sulla carrozzeria, di questa cosa non mi ricordo e in genere sono molto attento. ma l'avvocato tedesco mi dice che e' difficile che la polizia si sbagli... come se l'onere della prova fosse a mio carico... del delitto e' vicinissimo a casa mia e frequentato in ogni momento della giornata. percorro quel tratto proprio in bicicletta abbastanza frequentemente e mai mi sono trovato solo... forse con il brutto tempo, ma su quella strada danno anche le vetrine di molti palazzi abitati, con persone che perlomeno escono sul balcone per fumarsi una sigaretta... ma stranamente nulla... altra situazione che ho vissuto e' vedermi rifiutata la consegna di un pacco postale perche' mi sono recato in posta con la carta d'identita' (valida per l'espatrio) e il postino sosteneva che gli italiani devono presentarsi con il passaporto.... una mia amica ha rischiato di trovarsi de-immatricolata dal dottorato perche' non ha ricevuto la notifica di una tassa di quarantadue euro e, non avendola paata... quando mi sono iscritto al registro dei liberi professionisti in germania, l'impiegato non voleva darmi il numero iva fino a che non gli mostravo di avere almeno un contratto firmato (ma come faccio ad avere un contratto se non ho il numero iva?)... sono dovuto andare in ospedale per un'infezione urgente e, dopo un po' di scetticismo, mi hanno ricoverato solo firmando una dichiarazione per la quale non sono andato in germania per farmi curare... sui quotidiani si parla del costo sostenuto dai comuni per gli immigrati da spagna, portogallo, grecia, bulgaria e... italia. quando il mio reddito supera i 100k euro annui (e di molto) e mi trovo a dover pagare anche la "tassa sulla ricchezza", la solidarieta' all'est e per finire un 7 per cento extra in quanto cattolico... non commento oltre...

viento2

Sab, 01/06/2013 - 12:00

ha ragione mortimermouse questo popolo di frustrati sono sempre pronti al dovere civico di informare la polizei x il più piccolo reato mà quando c'è un omicidio con vittima un ITALANO diventano tutti ciechi e sordi

Ritratto di Falco1952

Falco1952

Sab, 01/06/2013 - 12:11

Condoglianze alla famiglia di Domenico,una morte che certifica che siamo malati senza speranza,non riusciamo più a sostenere un confronto civile,dopo due parole,spuntano i coltelli o le pistole,o altro......Se nessuno ha visto niente (in centro,possibile?)allora significa che la Sicilia degli anni 60 è anche nella spocchiosa germania.

Ritratto di stufo

stufo

Sab, 01/06/2013 - 12:11

Anni fa. nella stessa zona, conosco un giovane italiano che dalla bici si è risvegliato all'ospedale con 4punti4 sul cuoio capelluto. Mai saputo perchè.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 01/06/2013 - 12:15

Se fosse successoil contrario sai che articoloni sui loro giornali. La verita' e' che il loro finto senso di giustizia non esiste,in fondo sono dei veri razzisti e di un povero ragazzo italiano onesto non gli frega un caxxo. Sono marci dentro.

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Sab, 01/06/2013 - 12:18

Le persone perbene campano poco anche in Germania!

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Sab, 01/06/2013 - 12:33

E se fosse cosi?La miglior testimone e la piu attendibile c'è ed è la fidanzata, poi se fortunatamwente ci sono anche telecamere,penso che siano piu importanti delle vartie testimonianze.Non comprendo questa bagrre che si vuole creare e che è senza senso

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 01/06/2013 - 12:44

xititensimir-Confermo cio che dici , vivo con questi cretini da 43 anni.Ma con me hanno avuto un pezzo di acciaio contro.Ti consiglio di spacciarti per turco. Oltre a facilitazioni forse ti offriranno anche il bu.o del ciulo.

lego78

Sab, 01/06/2013 - 12:52

testo Sueddeutsche.de (31.05.2013, ore 16:53): "Finora sono circa una trentina le segnalazioni giunte alla polizia..." testo ilgiornale.it (01.06.2013, ore 08:41): "Eppure alla polizia non è arrivato nemmeno uno straccio di «soffiata»" Ora mi chiedo, siete solo mal informati oppure scrivete gli articoli in malafede?

agosvac

Sab, 01/06/2013 - 13:38

Ma che bisogno c'è di cercare testimoni? Non c'è la ragazza che certamente l'assassino lo ha visto? Basterebbe farle fare un identikit e mettersi alla ricerca!!! Forse, però, non c'è la volontà di mettere in galera uno che ha assassinato "solo" un italiano.Fosse stato un italiano ad assassinare un tedesco, probabilmente a quest'ora lo avrebbero preso.

Claudio Ennam

Sab, 01/06/2013 - 13:38

Erano le 22.00. L'autore del pezzo non considera che la sera le strade potevano essere deserte. I Tedeschi si coricano presto. Credo che l'omicida non sia di Monaco di Baviera. La foggia del coltello e "l'altezza media" fanno presumere uno straniero. Un turco. Un magrebino, forse.

Claudio Ennam

Sab, 01/06/2013 - 13:43

@Luigi.Morettini. Quale legnata avrebbe mai assestato Hitler ai Tedeschi? Fu il bombardiere Harris, il macellaio di Churchill, a distruggere Amburgo e Dresda, a massacrare gli innocenti. Non si confonda e studi la storia.

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 01/06/2013 - 13:47

Ma non stiamo a fare gli ipocriti, ma che quando in Italia succede un omicidio di mafia, un regolamento di conti e tutti quei casi di omicidi che stanno attualmente riempiendo la cronaca nera nostrana senza trovare i colpevoli ? Non mi risulta che davanti ai nostri commissariati ci sia la fila di testimoni

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Sab, 01/06/2013 - 13:47

...I tedeschi! ...Chi li conosce, li evita. La loro storia, in particolare quella del secolo scorso, ha messo bene in luce il loro grado di "civiltà". Nonostante ciò, il mondo "affarista" ha dimenticato, con troppa leggerezza, ciò che invece sarebbe dovuto rimanere impresso nei loro geni per essere tramandato di padre in figlio.

killkoms

Sab, 01/06/2013 - 14:02

la vittima è un itaiano,e quando non riguarda"loro",i tedeschi sono più omertosi dei siculi!

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 01/06/2013 - 14:06

xlego 78-Conoscendo il nulla di fatto , stando qui , do poca affidabilita al giornale, ma un null(zero ) in tedesco alla deutsche polizei.Questo perche di esperienze negative ne ho da raccontare a bizzeffe, vivendo qui da 43 anni.E io non mi chiamo franco da tier.

Ritratto di sitten

sitten

Sab, 01/06/2013 - 14:07

Bisogna pazientare, sono sicuro che arriveranno risposte dalla polizia tedesca.

Mannik

Sab, 01/06/2013 - 14:13

Mi meraviglio della faziosità dell'autore dell'articolo (non è certo un giornalista) e le reazioni di certi utenti che evidentemente non sono abituati a informarsi prima di giudicare. Ecco il link della Süddeutsche Zeitung, caso mai qualcuno volesse (potendo) leggere come sono veramente le cose: http://www.sueddeutsche.de/muenchen/toedliche-attacke-auf-radfahrer-jeder-hinweis-zaehlt-1.1685249 Notizie analoghe con richiesta della Polizia di presentarsi per eventuali dichiarazioni a eventuali testimoni. Per quanto riguarda il fazioso scribacchino; faccia il netturbino, è un ambiente che più le si addice.

Riccio80

Sab, 01/06/2013 - 14:32

Sono un po' basito dal contenuto di questo articolo. Ho letto anche io l'articolo sul Sueddeutsche.de dove si parla di una trentina di segnalazioni alla polizia, inoltre il luogo della tragedia e' stato riempito di fiori e di bei messaggi di cordoglio dai residenti. Il taglio degli articoli di giornale e dei commenti e' di una rara tragedia e di totale solidarieta' alla vittima. ps vivo da tanti anni in Germania.

morghj

Sab, 01/06/2013 - 15:02

Come avevo previsto, questi spocchiosi crucchi non troveranno mai l'assassino. Troppo difficile per le loro capacità.

Ritratto di scandalo

scandalo

Sab, 01/06/2013 - 15:08

è la stessa omertà di quando i treni portavano le vittime ebree nei campi di sterminio , nessuna denuncia , nessuna ribellione , peggio dei terroni !! oppure i deportati europei a lavorare nelle loro fabbriche dove morivano di stenti dopo sei mesi , questo non aveva nemmeno una giustificazione razziale !! i tedeschi sono una razza bastarda !! legge del contrappasso...ad Auschwitz c'era la neve....

Claudio Ennam

Sab, 01/06/2013 - 15:40

Almeno sono una razza...

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 01/06/2013 - 21:03

E' ovvio che i Tedeschi preferiscono i Turchi agli Italiani. Con i Turchi erano veri alleati nella Grande Guerra, mentre gli Italiani li hanno traditi nella prima Guerra Mondiale e nella seconda. Mal voluto.... Parlare di omertà nella fattispecie è ridicolo. La stessa fidanzata dell'Italiano ha detto che non c'era nessuno nei dintorni e tutto si è svolto in pochi secondi, L'assassini poteva essere anche non Tedesco o Italiano. Boh!

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 01/06/2013 - 21:10

Quelli che se la prendono tanto con i Tedeschi fanno ridere. Eppure dovrebbero sapere che più di metà Italia fu invasa nei secoli passati da Lonogobardi, Goti e Franchi, tutti popoli germanici che in Italia si stabilirono definitivamente. A Sud sbarcarono addirittura i Normanni (Vichinghi) e fondarono un Regno. Questi particolari dovrebbero dirvi qualcosa no?

franco@Trier -DE

Dom, 02/06/2013 - 15:47

viento 2 hai ragione qui sono dei veri frustrati niente lavoro molta fame fabbriche ferme razzismo niente sole,quasi quasi mi convinci a ritornare il Italia così potrò lavorare con buona paga, tutto funzionante e magari mi potrò permettere di comprare e mantenere una auto Mercedes come faccio qui beati voi.Epesce098 no mi ripudiare altrimenti muoio di fame.Jasper questa gente non capisce un caxxo e non conoscono la storia.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 03/06/2013 - 12:19

Forse gli dava fastidio che una loro Valchiria si era data a un italiano. Chissà qual'è l'opinione del "kapò" Schultz...

larrymann

Mar, 04/06/2013 - 11:20

Alle 22 sul bordo del fiume non camminava nessuno, perche pioveva da almeno due giorni !! Inoltre la zona é molto buia, impossibile vedere o tratti del viso di chi sta di fronte. Questa é oprea di un albanese o rumeno, nessun tedesco gira con il coltello nella tasca !! E la polizia lo sa benissimo, per questo le indagini sono difficili. Provate e scovare un clandestino dell'Europa del Sud-Est in una citta di 1,5 milione di abitanti con tre frontiere a meno di 200 KM!