L'onorevole paranoia di negarsi le ferie

Da Letta alla Boldrini, è scattata la psicosi del "rimango a lavorare". È il senso di colpa della Casta

Come il caro ombrellone e la salsicciata di Ferragosto: torna anche il rito estivo di ultimissima generazione, l'eroismo del politico che va in ferie senza andare in ferie. Effettivamente è un po' macchinosa, come spiegazione. Ma lo è almeno quanto l'ipocrisia dell'intera faccenda. Sostanzialmente, il fenomeno nasce nell'estate 2012 con il governo Monti: mentre l'Italia cala la saracinesca per il classico periodo d'agosto, i tecnici del governo ci avvertono solennemente che loro no, non caleranno proprio niente, tutti alacri e solerti ai propri posti, perché il momento è grave e non è il caso di perdersi in amenità. È la calda estate sobria del montismo sobrio. Aperitivo a Fregene e di nuovo tutti in sede.
Un anno dopo, si replica. È possibile parlare di prassi consolidata. Nei mesi di avvicinamento i portavoce si premurano di informare la popolazione che l'onorevole non farà ferie faraoniche, in luoghi esotici, su barche lussuose. L'onorevole italiano del giorno d'oggi, al momento di andare in vacanza, si presenta più o meno come un frate trappista, pochi giorni fuoriporta, rigorosamente in famiglia, bici e merenda al sacco, abbasso le Maldive e sempre viva Riccione. Gli spudorati della prima repubblica si preparavano con le lampade solari, questi con il cilicio ai lombi, fustigandosi la schiena. Poi, quando agosto arriva, la teatralità è massima. Letta: qui non chiude nessuno, il governo è vigile e presente, ci siamo dati un sistema di turnazione per non sguarnire la bottega. Al suo fianco, Alfano annuisce tra il sofferto e l'indomito.
Appena più in là di Palazzo Chigi, al momento di chiudere la Camera, anche la presidente Boldrini annuncia con parole molto sentite (la presidente Boldrini dice parole molto sentite anche dalla parrucchiera): andiamo in ferie, ma è come se non ci andassimo. Siamo tutti a portata di mano, basta un fischio e gli indefessi deputati corrono febbrili ai propri posti. Fosse pure la notte di San Lorenzo, si rendesse pure necessario buttarsi a nuoto dal pedalò.
È evidente: la classe politica italiana accusa un insormontabile senso di colpa. In disperata crisi di credibilità, governo e parlamentari reagiscono da disperati: si castigano, si negano i diritti elementari. Persino quello del riposo. E anche se non se lo negano, fingono di negarselo. Vado al mare, ma vicino vicino. Vado in montagna, ma poco poco. Vado, ma vorrei tanto restare. Vado, ma di fatto non vado.
Non c'è molto da aggiungere: è tutta materia da psicanalista. Di uno bravo. Serve un tizio convincente che li rimetta in sesto, che li restituisca ad una serena tranquillità, che liberi loro dal senso di colpa e noi da questa stucchevole ipocrisia. Sia detto una volta per tutte, almeno per evitarci questa noia nelle estati a venire: non è grave, non è un reato, non è nemmeno disdicevole andare in ferie. Comunque un individuo se le organizzi, in cima al K2 o sulla sdraio di casa, le ferie servono a riposare le membra e le menti, a ricucire rapporti familiari, a ricaricare le batterie e a ripresentarsi migliori quando sarà il momento. Gli italiani veri, gli italiani normali, non provano il minimo senso di colpa quando salutano i colleghi e si prendono la vacanza: sanno di avere lavorato undici mesi, di avere dato molto, di essere stanchi, ma sanno soprattutto d'essere a posto con la coscienza. Uscissero da questa paranoia, i nostri politici. Nessuno rinfaccia niente. Forse non s'è capito, ma i motivi di risentimento popolare sono ben altri. Non sono legati a quando riposano, ma a quando lavorano.

Commenti

antes1

Sab, 10/08/2013 - 08:49

Anzichè "senso di colpa della casta" io lo chiamerei "senso del dovere". Concetto del quale probabilmente ignorate il significato.

Ritratto di CiccioCha

CiccioCha

Sab, 10/08/2013 - 08:51

Ho il vago sentore, che " non andando in ferie " ,al ritorno delle NOSTRE ferie, ci faranno trovare qualche " bella " sorpresina per cui in ferie non ci potremo andare più ?

Sapere Aude

Sab, 10/08/2013 - 08:54

Facendo finta di lavorare (guardare dall'alto dello scranno un consesso di parolai; sedere in prima fila sbattendo le cilia ad ogni alito di vento; pronti a lacrimare se il caso è patetico; pretendere solo baci e abbracci, e sguizagliare i guardiaspalla se qualcuno azzarda un sonoro bùùù)le vacanze diventano inutili. Se le facessero dovrebbero arrossire di vergogna.

Duka

Sab, 10/08/2013 - 08:58

NOI che davvero in vacanza non ci andiamo siamo sempre in attesa di leggere gli emolumenti suoi e del suo collega del senato. A quando la notizia più interessate delle sue vacanze????

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 10/08/2013 - 09:00

perchè il loro è lavorare ? ha ha seduti su morbide poltrone a prendere in giro chi li vota per 12.000 euro al mese ? ha ha che andassero a impastare cemento sotto il sole.

mbotawy'

Sab, 10/08/2013 - 09:15

Commovente tale sacrificio.Ma se il Parlamento e' in ferie,cosa serve? Una atto,questo, per attenuare le critiche sul suo vergognoso stipendio?

m.m.f

Sab, 10/08/2013 - 09:21

.........dal dopo guerra che tutti indistintamente sono pagati miliardi per non fare nulla e quel poco quando raramente lo fanno lo fanno male o non sono proprio capaci a farlo.......... medici che fanno i ministri del turismo..........laureati in filosofia che vanno a fare il ministro delle finanze.......... ma alla fine la colpa è solo degli italiani che PURTROPPO il prossimo anno torneranno a votarli...........

pajoe

Sab, 10/08/2013 - 09:32

Per il 40+3% dei nuovi politici, l'elezione è stata una vincita al Superenalotto, PUNTO.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 10/08/2013 - 09:34

toh... la mignottocrazia è al lavoro....

janry 45

Sab, 10/08/2013 - 09:43

Con l'aria condizionata d'estate e d'inverno, una bella comoda poltrona,con vicino una buvette bene rifornita e quindicimila euro al mese,io ci starei tutti i giorni, domeniche comprese.

VermeSantoro

Sab, 10/08/2013 - 09:46

Ma perchè lavorano ? questi prendono le ferie a spizzichi durante l'anno e adesso fanno vedere che sono a roma a lavorare ? Forse la Boldrini per lavoro intende altro ?

guidode.zolt

Sab, 10/08/2013 - 09:50

Mai che gli scatti l'onorevole paranoia di negarsi i benefits ...

vince50

Sab, 10/08/2013 - 09:52

Non importa perchè lo facciano oppure cosa facciano i comunisti hanno sempre un secondo fine,occulto soltanto a chi non vuol capire oppure non deve capire.Il senso del dovere si dimostra in ben altri modi,ma questo non è dovuto alla plebe.

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Sab, 10/08/2013 - 10:13

xmortimer. Guarda che il termine "mignottocrazia" fu coniato dal giornalista Paolo Guzzanti, quando (guarda caso) si era allontanato dal tuo partito (chiedigli perchè è ritornato)ed il tuo partito era al governo. Chissà come mai "mignottocrazia"?

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Sab, 10/08/2013 - 10:15

Meglio al lavoro che in Sardegna con ballerine su voli di stato.

Beaufou

Sab, 10/08/2013 - 10:16

Questi qui sono come tutti i carrieristi del mondo, che trovi sempre al bar indaffarati a spiegarti che sono di corsa perché hanno tanto da fare da non saper dove cominciare. L'importante è che li si noti e che possano spiegarti quanto hanno da fare. Poi se vai nel loro ufficio ci trovi la stessa pratica, nella stessa posizione, per venti giorni di fila, magari con la stessa biro sopra, nell'identico posto. Il governo attuale, l'accigliatissima presidentessa della camera e il ridente presidente del senato (La femme que ne rit jamais e l'homme qui rit...toujours) sono di questo stampo. Se avessero un'azienda, sarebbero falliti da un pezzo. Buon per loro (e mal per noi) che la greppia pubblica è sempre piena.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 10/08/2013 - 10:23

FILIPPO AGOSTANI lei è un immenso cretino :-) paolo guzzanti parlò di altre circostanze, oggi la circostanza è che volete lavorare per espiare i sensi di colpe, come quello di far cadere il governo e farci pagare 7 miliardi di euro in più, solo per accontentare i comunisti :-) mafiosi! delinquenti comunisti! ladri! pedofili!

guidode.zolt

Sab, 10/08/2013 - 10:36

Vadano pure in ferie...meno lavorano e meno danni combinano... anzi, io gliele aumenterei...

guidode.zolt

Sab, 10/08/2013 - 10:38

Niente ferie e assenteismo tutto l'anno...

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 10/08/2013 - 10:38

Lavorare? Ma andate a cag.re. Parassiti.

guidode.zolt

Sab, 10/08/2013 - 10:42

Mi sembra giusto...siamo tutti sulla stessa barca ed in pochi sullo stesso yacht...

guidode.zolt

Sab, 10/08/2013 - 10:59

E' strano.., ma nessun politico è mai scomparso prematuramente..!

Ritratto di Quetzalcoatl

Quetzalcoatl

Sab, 10/08/2013 - 11:00

Non vi va mai bene niente: vanno un mese sullo yacht alle canarie e non va bene, perché cafonissimi arricchiti mentre noi si muore di fame, vanno a Fregene merenda al sacco e non va bene ancora perché sono ipocriti paranoici presi dai sensi di colpa... Sinceramente è meglio che si facciano la giornata fuori porta come noialtri, piuttosto che la supervacanza nell'atollo della Polinesia, visto che li pago io.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Sab, 10/08/2013 - 11:07

Se ne andasse pure tranquillamente in vacanza, possibilmente con la collega Kyenge così forse potrebbe esserci una tregua sugli arrivi di clandestini, molto a cuore di entrambe le signore.

Gioa

Sab, 10/08/2013 - 11:09

Anzichè "senso di colpa della casta" io lo chiamerei "senso del dovere". Concetto del quale probabilmente ignorate il significato. TU ANTES1 LO CHIAMERESTI SENSO DEL DOVERE? MA FINO AD OGGI DOVE HAI VISSUTO? ENTRA A LAVORARE IN UNA PUBLICA AMMINISTRAZIONE COSI' CON IL TUO SENSO DEL DOVERE E IL SENSO DEL DOVRE DI letta e la boldrini (sembra una santa donna) la riformate...nella PUBLICA AMMINISTRAZIONE E' INTERVENUTO BRUNETTA PER RIPORTARE IL SENSO DEL DOVERE...E SONOBBANO la legge...di fatto per questo BRUNETTA non è riuscito a terminale la riforma....per 50anni e ancora di PIU' il senso del dovere la PA la giustizia, e il sindacato in particolar modo la cgil non sanno cosa voglia dire il senso del DOVERE...IO HO LAVORATO SEMPRE TANTO...I SABATI, LE DOMENICHE SPESSO I GIORNI DI FESTA E ANCHE IN FERIE...se ti fa piacere lavoro in UN ENTE PUBBLICO..so quello che scrivo...APPREZZAMENTI GLI ALTRI IO BEN POCHI...LA CASTA ORA SI E' RISCOPERTA con Enrichetto a capo a sentire te con un senso del DOVERE FORTE...FINO AD OGGI QUESTI PER 50ANNI E PASSA DOV'ERANO? QUESTO COMPORTAMENTO di Enrichetto sai cos'è? SENSO DI COLPA CHE FINO AD OBBI FACEVANO VENIRE AGLI ALTRI COMPRESA O COMPRSO TU....HANNO IL SENSO DI COLPA ANCORA PER POCO...EVVIVA IO CHE HO UN SENSO DEL DOVERE FORTE A differenza della CASTA..SE anche tu HAI UN FORTE SENSO DEL DOVERE...melgio epr te..Enrichetto e la boldrini: SIETE ARRIVATI ALLA FRUTTA...OBIETTIVO VERO.

Gioa

Sab, 10/08/2013 - 11:10

boldrini senza ferie? NE HA PRESE TANTE PRIMA CHE ORA LAVORA ANCHE LA NOTTE...

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Sab, 10/08/2013 - 11:21

Per tagliare la testa al toro, chiedo aiuto alla costituzione più bella del mondo nata dalla resistenza eccetera: Art. 36 - (omissis)... Il lavoratore ha diritto al riposo settimanale e a ferie annuali retribuite, e non può rinunziarvi. E non viene citato alcun "senso del dovere". Ma è possibile che la costituzione venga sbandierata dalla sinistra soltanto quando fa i suoi interessi? Sekhmet.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 10/08/2013 - 11:46

Pensate un pò, invece, cosa fa la Biancofiore?

angelomaria

Sab, 10/08/2013 - 11:47

per le presenze che fa' le feris l'ha gia' fatte

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 10/08/2013 - 12:32

la puttana vuole fare gli straordinari... :-)

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Sab, 10/08/2013 - 13:21

Che i parlamentari restino a lavorare durante l'estate è un segnale negativo. Le leggi truffa ai danni del popolo si fanno sempre d'estate con la gente sotto all'ombrellone... Manco le vacanze ci fanno fare tranquilli!!!

giunchi catia

Sab, 10/08/2013 - 13:44

la boldrini deve andare in ferie e vada in india a fare compagnia ai nostri marò di sicuro là nessuno la fischierà e sarebbe un gesto nobile da parte di una persona cosi umanitaria.

janry 45

Sab, 10/08/2013 - 13:48

Filippo agostani,dai che ti saresti travestito pure di andare in Sardegna con Berlusconi.

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 10/08/2013 - 13:52

Quale senso del dovere, quando un comunista non va in vacanza significa che abituato a non fare un tubo , puo farne a meno.Staranno li a fregare come il solito il popolo bue.

guidode.zolt

Sab, 10/08/2013 - 13:55

State accorti...se non vanno in ferie aumentano le accise della benzina...

Ritratto di Alberto86

Alberto86

Sab, 10/08/2013 - 14:02

Lavorare??? E da quando questi/e ladri/e parassiti/e lavorano? Quote rosa nei cantieri sotto il sole a picco, altro che idiote sceneggiate sulla rinuncia della vacanza!!!!

Nadia Vouch

Sab, 10/08/2013 - 14:15

Non sono d'accordo con il Suo articolo. I rapporti familiari vanno coltivati quotidianamente, non può esserci un unico recupero durante le ferie. Bene che i politici continuino a stare in sede. Ovviamente, non possono gioire, mi pare umano e normale. Ma diamo loro atto della buona volontà. E, per favore, la parola "ipocrisia", non se ne può più! Ormai, è un tormentone!

m.nanni

Sab, 10/08/2013 - 19:19

molto bravo Cristiano Gatti. Articolone. Complimenti. mn

Ritratto di Chichi

Chichi

Sab, 10/08/2013 - 22:10

Ora è accertato: la terra è stata invasa dagli extra terrestri, che si sono impadroniti del potere. Ma questi alieni, innamorati dell'IMU, estasiati di fronte alla bellezza delle tasse, che hanno replicato (vedi storico incontro tra Merkel e il Caro Leader, Presidente Eterno Napolitano) il patto Ribbentrop - Molotov), sanno quanti sono gli italiani, non gli alieni, che, dopo avere costruito una casa, senza chiederla allo stato, aver pagato il mutuo, aver sostenuto negli studi i figli e farli ora sopravvivere, perché senza lavoro, con la pensione, non hanno mai fatto un giorno di vacanza?-----------MOLTIPlICATE LE VOSTRE VACANZE, ALIENI; meno vi occupate della cosa pubblica, e meno danni fatte. Fattele in Corea del Nord. Se vi presenta il Caro Leader, Presidente Eterno nostrano, vi accoglieranno con il tappeto rosso!

dare 54

Sab, 10/08/2013 - 22:37

Azz... questi intervengono più in fretta degli autisti e dei volontari del 118, dei medici di un pronto soccorso o dei piloti antincendi! E, forse, solo per un fetente di gettone di presenza! Questo sì, che è spirito di servizio! Ma servono veramente gli interventi di emergenza, nel Parlamento o nel Senato di una Repubblica?