L'Università di Messina infanga la Folgore Gli ex parà insorgono

Un saggio dipinge la Brigata come una fabbrica di fascisti E un docente avvia una raccolta di firme contro i colleghi

L'Università di Messina ha pubblicato un «saggio» che infanga la brigata paracadutisti Folgore accusandola di creare dei mostri fascistoidi, che vanno in giro per il mondo per il gusto di ammazzare la gente. Il titolo del «working paper n. 50» di Charlie Barnao e Pietro Saitta, con lo stemma universitario in copertina, è Autoritarismo e costituzione di personalità fasciste nelle forze armate italiane: un'autoetnografia. È stato pubblicato in gennaio dal Cirsdig, un Centro interuniversitario, nella collana dei «Quaderni». Per Marco Orioles, che insegna sociologia all'Università di Verona, si tratta di «una grande bufala teoricamente debole e metodologicamente azzardata, che denota un grandissimo velo ideologico».

Il «saggio», di una trentina di pagine, ha scatenato la reazione degli ex parà. Prima hanno inviato all'Università di Messina una contro ricerca che smonta il paper anti Folgore, senza ricevere, per ora, risposta. E ora stanno raccogliendo una petizione su Facebook.

Il lavoro pseudo scientifico si basa, prima assurdità, sul diario di recluta di uno degli autori, Charlie Barnao, assistente presso la facoltà di Sociologia a Messina. Un'esperienza di 20 anni fa quando c'era ancora la leva. «Il presente articolo indaga le modalità di apprendimento della violenza all'interno di una “istituzione totale” e di un corpo d'élite dell'esercito italiano: la Folgore», si legge nell'introduzione. Gli autori arrivano a sostenere che in Italia si assiste «alla trasmissione di pratiche e ideologie dall'esercito alla polizia, producendo una commistione che rende il confine tra guerra e pace sempre più confuso». La conclusione è che la fabbrica di «mostri» fascistoidi in armi serve per «(...) l'occultamento della guerre e delle sue vittime civili e militari dietro etichette come “peace-keeping” (...)». Il riferimento è all'Afghanistan, dove i paracadutisti hanno sputato sangue e sudore. Ma il valore scientifico dell'opera si chiarisce già nelle prime pagine, dove si chiamano in causa i Nocs, per i loro riti di iniziazione, come corpi speciali dei carabinieri. Peccato che dipendano dalla Polizia.

«La violenza verbale, fisica e psicologica dei primi giorni in caserma si compone di ordini urlati, annullamento di qualunque individualità», scrivono gli autori riferendosi al diario del 1994 presso il 186° reggimento di Siena. «Il taglio di capelli e la cosiddetta vestizione» sono altri esempi di «autoritarismo e costruzione di personalità fasciste». Per non parlare «dell'inesorabile rituale fascista di ogni giorno» che consiste nell'«inno nazionale cantato obbligatoriamente a squarciagola, alzabandiera, (...), marcia di tutte le compagnie». Pure la «pompata» ha l'onore di un capitolo nel saggio dell'Università di Messina. La tradizionale pratica delle flessioni in voga fra i parà diventa l'ennesimo strumento della trasformazione delle reclute in ammazza bambini.

Per il sociologo Orioles «questo paper è ridicolo. Si basa su un solo caso studio, per di più diario di uno degli autori, di 20 anni fa e riferito a un periodo limitato in una sola caserma». Delle 15 interviste ad altre fonti non c'è traccia. «L'aspetto più grave è il nesso più ampio con le missioni di pace dell'Italia negli ultimi anni, che sarebbero condotte per esercitare violenza di massa», sottolinea Orioles.

Ex parà come il designer Paolo Velcich, l'avvocato Gianluca Sani e il docente universitario Igino Pitacco si stanno mobilitando.

Ma il paper anti Folgore, che dovrebbe aver passato la revisione di un comitato scientifico internazionale di docenti universitarie, è sul sito delle pubblicazioni accademiche e potrebbe diventare oggetto di studio per gli studenti o fonte di tesi di laurea.

Commenti

guidode.zolt

Ven, 07/12/2012 - 08:14

Ennesima troiata di un sociologo...non è la prima e non sarà l'ultima!

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 07/12/2012 - 09:05

Gli utili idioti sono orai annidati ovunque.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Ven, 07/12/2012 - 09:07

Chiudete questa universita' mi sa in odore di mafia,Questi cittadini libici non si devono permettere di offendere la Folgore,ridate la Sicilia alla Lybia.

ulca73

Ven, 07/12/2012 - 09:18

Comunistoidi, parassiti. La folgore ha creato un sacco di uomini e di italiani veri: insegnano ad amare se stessi,a credere in quello che fai, ad essere perfetto,pronto ad ogni evenienza. La parola patria è sempre presente,ma questo poche persone la conoscono. Vergognatevi per quello che avete scritto. Folgore per sempre!!!!!!!!!

Ritratto di andrea78andrea

andrea78andrea

Ven, 07/12/2012 - 09:22

Meglio Fascisti che democratici, europeisti, raccomandati, leccapiedi dei mafiosi. Onore alla Brigata Folgore. A NOI!

NickCarter1900

Ven, 07/12/2012 - 09:35

Propongo: i relatori passeranno 6 mesi a fianco del 9° Col Moschin, divideranno tutti i pericoli (missioni all'estero incluse) privi di armi e protezioni passive, infatti le schegge e i proiettili "antifasciti" sono amici di questi ... Ricordo a questo giornale che una volta esisteva il vilipendio/oltraggio all'Uniforme e alle FF.AA. che l'ultimo governo Berlusconi, oltre ad altre norme volte alla tutela di chi serve in armi la Patria (vds. anche art.75 del Reg.to di Appl.ne del TULPS), potevano essere tranquillamente reinserite invece di pensare ai c...i propri ... Andassero a studiare casi di mobbing o di danno all'immagine delle FFAA (interessante un articolo di alcuni anni fa sul Corriere della Sera su un luogo nel parmense) che quelli sono veri "sfascisti" in divisa ... Tra parentesi porto il brevetto di lancio da C130 ...

Mario-64

Ven, 07/12/2012 - 09:37

Quando gli ex sessantottini arrivano nei posti di potere producono questo...

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Ven, 07/12/2012 - 09:38

io invece feci un saggio in cui si dimostrava che non era giusto dire per forza quel che si pensa, si può pure evitare di dire cazzate.

Ritratto di Falco1952

Falco1952

Ven, 07/12/2012 - 09:38

Forse perchè sono ragazzi addestrati alla disciplina e all'onore della propria patria?Quella parte di Messina,SI VERGOGNI:::::

eovero

Ven, 07/12/2012 - 09:42

a questi operatori della pace che qualcuno ha il coraggio di chiamare, hanno scelto di arruolarsi come lavoro, non farebbero niente altro, sarebbe troppo faticoso e mal retribuito, poi diciamo la verità lo sanno benissimo che dove vanno i soldati Italiani non ci dovrebbe mai essere pericolo...

Carlett

Ven, 07/12/2012 - 09:54

Credo ci sia stato un errore di fondo. Questi tipi, con tutta probabilità, parlano di Mafia, argomento sul quale sono più ferrati. E' dalle loro parti che si uccide per gusto o danaro donne e bambini (poi li sciolgono nell'acido). Personalmente, Parà dal 79 all'81, mai stato fascista! e fiero di esserci stato!

Noel66

Ven, 07/12/2012 - 10:02

Decimo 84, nona compagnia,terzo poggiorusco,senza essere fascista....ma che cxxxo scrivono? E dovrebbe essere un saggio? Usato in ambito universitario? Ma va a cagher!!!!!

MALEFICO59

Ven, 07/12/2012 - 10:12

Penso si sia passato ogni limite dai 10 100 1000 nassiria a questa boiata avallata da una università...che onestamente mi lascia forti dubbi sula preparazione data ai futuri laureandi... Penso proprio che è arrivata l'ora di mettere le cose a posto con un bella azione, ma non solo dimostrativa, chi vuole capire capisca...

emulmen

Ven, 07/12/2012 - 10:19

INFAMI SCHIFOSI! non c'è altra parola per descrivere chi infanga questi ragazzi che rischiano sempre la vita...io manderei quei schifosi che hanno scritto quelle infamie al loro posto in Afghanistan....

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 07/12/2012 - 10:23

Sempre più disgustosi i professori universitari

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Ven, 07/12/2012 - 10:24

peccato non ti sia rimasto mai il paracadute incastrato sull'elica di quel C130...

lifeherbal2009@...

Ven, 07/12/2012 - 10:24

DI PERSONAGGI CHE VIVONO PRESSAPOCO C'E' PIENO IL MONDO. dI CHI SI INGEGNA COME FARE UNA PUBBLICAZIONE UNIVERSITARIA SENZA GUARDARE PIU' IN LA' DEL PROPRIO NASO O DIEL NASO DI UN ALTRO ANCHE. lE FABBRICHE D ILAUREATI DEL MEZZOGIORNO SICULO, HANNO PUTROPPO SFORNATO UN ALTRO QUACQUARACQUA, CHE ONESTAMENTE STONA MNEL MUCCHIO DI BRAVI STUDENTI CHE INVECE LAVORANO PER BENE. NULLA TOGLIE ALLA FOLGORE QUESTO INFAME LAVORO E PURTROPPO L'ABOLIZIONE DELLA LEVA HA TOLTO A TUTTI I GIOVANI LA POSSIBI8LITA' DI CAPIRE DAL VIVO LE FATICHE E LE PULSIONI VERSO LA PATRIA UNA VOLTA CONDIVISE NEL BENE E NEL MALE. COMUNQUE FORZA FOLGORE DA UN ALPINO CONVINTO SOSTENITORE DELLA PACE.

lifeherbal2009@...

Ven, 07/12/2012 - 10:31

BATO TE, INVECE MI SONO LANCIATO (1971/72)DAL C119 A TASSIGNANO (MA NON SONO FINITO NELLO SCOLMATORE.)

achina

Ven, 07/12/2012 - 10:33

Conosco fin troppo bene l'università degli (NON) studi di Messina avendoci studiato e lavorato dal 1968 al 2008! NO COMMENT!

achina

Ven, 07/12/2012 - 10:40

Conosco fin troppo bene l'università degli (NON) studi di Messina avendoci studiato e lavorato dal 1968 al 2008! NO COMMENT!

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Ven, 07/12/2012 - 10:50

Invece l'università italiana crea imbecilli, vigliacchi e comunisti. Come si fa a far lavorare gente del genere? Riccio.lino.por, lei è inqualificabile. Il suo apporto alle discussioni sulle nostre pagine è paragonabile a quello di un foruncolo sul sedere di un tassista! Bravo! A proposito: G222, Pilatus, Cessna 206, SkyVan, Twin Otter, e altro......... Ciao a tutti i paracadutisti, civili o militari! Dall'alto certe merde non si vedono, al limite si calpestano in atterraggio!!!!!

swiller

Ven, 07/12/2012 - 11:01

Universtà di Messina, direi proprio che qualsiasi commento da quella fonte decisamente non fa testo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 07/12/2012 - 11:13

'68

mariolino50

Ven, 07/12/2012 - 11:31

Non è che chi protesta ha la coda di paglia, io ho fatto di leva il sottufficiale in Marina, e gli stessi di carriera dicevano che nei corpi speciali, tipo folgore battaglione San Marco e roba simile, visti con i miei occhi foto del duce in casa di ufficiali e sottufficiali, venivano mandati proprio quelli più fascisti, su indicazione dei carabinieri, o non sapete nemmeno che vi appiccicano un foglio informativo al deretano e ve lo portate dietro per sempre, ora che i soldati sono tutti di mestiere, forse sarà anche peggio, visto che fai domanda per andarci, per fare un certo tipo di lavoro non scelgono sicuramente quelli di sinistra,notoriamente inaffidabili, al massimo Dc o simili.

Ritratto di giorgio ventavoli

giorgio ventavoli

Ven, 07/12/2012 - 11:40

ma non avete letto cosa dà fastidio a questi "professorini"? Gli ordini urlati, la disciplina, la vestizione, la "tosata"... Non saprebbero sopravvivere nei Boy Scout, altro che nella Folgore!

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Ven, 07/12/2012 - 11:53

mariolino50, per esperienza diretta di naja volontaria come ufficiale, posso garantire che la politica c'entra come il cavolo a merenda. Ci sono quelli di destra e quelli di sinistra. Di sicuro i valori di corpi speciali con tradizione come la Folgore attirano più chi non è intriso di scemenze pacifistiche, ma nessuno fa l'apologia di fascismo o altro. Singoli, magari, ma si trovano sempre e ovunque, anche per altri tipi di apologie. Che i carabinieri sapessero e spedissero la gente in posti precisi è abbastanza ridicolo. Chi voleva fare l'ufficiale veniva convocato e "intervistato", ma i ragazzi di leva no. Inoltre tenga presente che parà, alpini e qualche altra specialità erano per lo più per soldati che lo richiedevano specificamente, altrimenti non era affatto probabile ritrovarcisi.

FRANCO1

Ven, 07/12/2012 - 11:54

quel saggio è utile se stampato solo su carta igienica..

zambo

Ven, 07/12/2012 - 11:58

evidentemente questi ragazzini di messinesi, invece di imparare a parlare l'italiano come si deve che quando vengono al nord ad insegnare matematica, non riescono a spiegarla bene perchè hanno problemi di sintassi, non hanno ricevuto una buona educazione dai genitori che non gli hanno insegnato che cosa èp il rispetto, l'onore, l'onestà ecc non trovano altro che dare del fascista ad altri italiani che hanno fatto e fanno il loro dovere credendo in principi che sono ben lungi dai loro che si limitano ai metri di canna che riescono a farsi .Mandi

Pourparler

Ven, 07/12/2012 - 12:01

Charlie Barnao, uno che proviene dal Trentino, da sempre regione autonoma... con i soldi di tutta Italia. Uno che ha fatto sociologia all'università di Trento... culla generatrice e pensatoio delle brigate rosse. Cosa credete potesse scrivere riguardo i parà della folgore. E' una Giuliana Sgrena senza le tette!! Da buon comunista... l'importante è dare addosso a quelli che la pensano diversamente. Un esempio fulgido di quella correttezza ed imparzialità che dovrebbe distinguere professori ed addetti all'istruzione delle future generazioni! Come è possibile che vengano pagati e tenuti in ruolo certe figure così inefficienti?? Chi usa delle pubblicazioni o degli studi per promulgare le proprie ideologie personali... sta solo rubando tempo e denaro! Utilizzi le proprie risorse ed i propri canali.. non la visibilità, le strutture ed il nome di istituzioni pubbliche per farlo!!

Homer Wells

Ven, 07/12/2012 - 12:10

Dai miei ricordi di sergente istruttore (89° Reggimento Fanteria, CAR) Per le mancanze più lievi si preferiva ricorrere ad una punizione non prevista dal regolamento, le cosiddette "pompate", preferite sia da chi dava la punizione, sia da chi la subiva perchè si scontava in pochi minuti e non lasciava strascichi. Consisteva in un certo numero di flessioni sulle braccia, abbastanza faticose perchè eseguite con schiena e gambe diritte: se qualcuno non riusciva a farle tutte non si insisteva, anche perchè la cosa era più una goliardata che una cattiveria. Spesso diventava una scommessa: l'istruttore e il punito "pompavano" uno accanto all'altro per vedere chi sarebbe scoppiato prima. Nella foto il punito (xxx yyy di Napoli) non ce la faceva ad andare avanti perchè si era messo a ridere e non riusciva più a fermarsi.

CALISESI MAURO

Ven, 07/12/2012 - 12:30

Mandiamoli a raccogliere arance ( gli studenti naturalmente ), ma forse neanche questo sanno fare... e se non sanno fare nemmeno questo cosa ne facciamo di sta gente?

Antonio Ferrari

Ven, 07/12/2012 - 12:31

LA FOLGORE sarà per sempre mentre i cretini passano. Gruppo tattico paracadutisti 1962

conte edmond dantes

Ven, 07/12/2012 - 12:53

Dovrebbero reintrodurre la leva obbligatoria per tutti senza alcuna scappatoia (università, lavoro ecc.) così il popolo Italiano si riapproprierebbe del valore che col tempo i comunisti gli hanno sottratto: il valore della Patria!

NickCarter1900

Ven, 07/12/2012 - 12:54

@ricciolinopor ... mi auguro che tu abbia fatto naja negli alpini e abbia funto, almeno, da "termometro" ... :-)

Antonio Ferrari

Ven, 07/12/2012 - 12:58

LA FOLGORE sarà per sempre mentre i cretini passano.1'Regg.1962

bigmark

Ven, 07/12/2012 - 13:09

Trovate il testo del 'saggio' su http://canguri.wordpress.com/ e la petizione (aperta a tutti) qui: http://www.change.org/it/petizioni/autoritarismo-e-creazione-di-personalita-fasciste-nella-folgore-un-ipotesi-deviante-dissentiamo-pubblicamente Spero che si rendano conto e provvedano almeno a scuse formali ma se cosi' non fosse si meriteranno il disgusto e la disapprovazione degli italiani che sanno guardare dritto negli occhi e stringere le mani che se lo meritano

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Ven, 07/12/2012 - 13:19

La Folgore Nella cesta delle verdure c'è sempre un testa di c(axxo)etriolo che per mettersi in evidenza si agita. IMBECILLE

Ritratto di Infidel

Infidel

Ven, 07/12/2012 - 13:23

Nella Folgore ci trovai due comunisti certi: Giovannino Agnelli (carabiniere paracadutista) e il figlio di Berlinguer. Il primo lo vidi durante un'esercitazione Mangusta che vedeva contrapposti noi e le Special Forces contro i carabinieri, evenne trasportato al nostro comando per un malore. Ebbene alla fine dell'esercitazione si mormorava che il suo malore era un diversivo, per spiare i movimenti delle nostre pattuglie. Bravo senza dubbio. Nella folgore erano presenti tutti i movimenti politici e c'erano anche quelli che erano attratti dalla paga che era più alta dello stipendio medio dell'Arma. Poi è certo che qualcuno, come me, non fascista, dopo anni nella Folgore cercava all'estero qualche prospettiva più interessante.

Dark64

Ven, 07/12/2012 - 13:24

Ho prestato servizio come caporale istruttore negli Alpini a cavallo tra l'84 e l'85, e posso dire senza tema di essere smentito che tutte queste pratiche "barbare"..dalla"tosatura" alla "pompa" giungendo fino ad urlare gli ordini sono tutte pratiche in uso nella stragrande maggioranza delle forze armate di tutto il mondo..e non solo nel corpo dei Parà Italiani.(sono figlio di un militare di carriera e sono stato in contatto con questa realtà per decenni) Il "saggio"(mai parola fu più inappropriata come in questo caso) denota una conoscenza pari a sottozero della realtà militare..vorrei sapere dagli "scienziati" quando e dove abbiano mai visto un appartenente ad un qualsiasi Esercito(regolare) del mondo con i capelli lunghi!!O se abbiano mai provato ad impartire ordini a 150 soldati contemporaneamente sottovoce!! Ma d'altronde..questo è il paese dove chi legifera non ha la più pallida idea su cosa e sul come stia legiferando...e dove il primo pirla si sveglia la mattina e scrive saggi e non, spacciandosi per esperto su argomenti che neanche conosce!!

pinetax

Ven, 07/12/2012 - 13:50

Io ho avuto la stessa disciplina negli Alpini e non mi sento fascista, ho imparato l'Inno Nazionale a 11 anni da solo senza che nessuno me lo chiedesse, oddio sono fascista nel DNA?? Non farebbero meglio a parlare di mafia?? Quello si che' un problema e che li riguarda anche da vicino.

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Ven, 07/12/2012 - 13:58

Per riportare a casa i marò ci va la Folgore! Per risparmiare sul debito pubblico bisogna mandare i sociologi a lavorare nei campi!

pajoe

Ven, 07/12/2012 - 14:08

Meglio Parà della Folgore, che provinciali travet-para..li

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Ven, 07/12/2012 - 14:10

@NickCarter1900. io le cose inutili non le faccio.. e quindi non ho fatto nemmeno il militare.

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 07/12/2012 - 14:21

Il seme dell 'odio comunista ancora da frutti.

guidode.zolt

Ven, 07/12/2012 - 14:32

riccio.lino.por...a parte l'inqualificabilità del commento non c'è nemmeno tecnicamente dato che dal C130, come dal C119, si salta dalla parte posteriore ed i motori si trovano sull'ala, decisamente piu' avanti, t.d.c. ...

guidode.zolt

Ven, 07/12/2012 - 14:45

Il mio paracadutismo e' stato soltanto sportivo ed ho usato 10 volte il C119 per poter saltare in Aero Club da aerei civili; ho qualche migliaio di lanci, anche da alta quota diurni (9.600 m.) e notturni (6.000 m.) ed ho fatto l'istruttore di paracadutismo a Verona per 20 anni; Pochi ex militari e Foldorini si presentavano a saltare e generalmente non si fermavano e la prima domanda che ci rivolgevano era "Quanto si prende a saltare qui?" ...e saputo che era il contrario se ne andavano...forse dipende dal fatto che i paracadutisti militari lo usano come veicolo di trasporto, saltando da 450 o 600 m., mentre in ambito civile è uno sport dove la quota di apertura del paracadute principale e di 700 m. inderogabilmente pena la sospensione del brevetto.

amedori

Ven, 07/12/2012 - 14:48

Eppure io ricordo qualche cosa che riguarda zavoli e la folgore. Adesso ho 70 anni e quei fatti dovrebbero essere successi quando di anni ne avevo 16. Se non ricordo male volarono anche dei ceffoni, chi ricorda meglio di me ci racconta il fatto??? LA RAPINA A ZAVOLI CHI L'HA FATTA??? ITALIANI? STRANIERI? CE LO FATE SAPERE O NO????????

Paracadutista-G...

Ven, 07/12/2012 - 16:12

"Per non parlare «dell'inesorabile rituale fascista di ogni giorno» che consiste nell'«inno nazionale cantato obbligatoriamente a squarciagola, alzabandiera, (...), marcia di tutte le compagnie»" PER QUANTO MI RIGUARDA, SOLO PER QUESTO PARAGRAFO, CI SAREBBERO GIA' GLI ESTREMI PER UN'ACCUSA DI VILIPENDIO ALLA BANDIERA! Ma stiamo scherzando?? L'inno nazionale dovrebbe essere insegnato e cantato a squarciagola nelle scuole elementari! Almeno avremmo dei ragazzi un po più svegli (visto che la naja è stata abolita...), di questi aridi, questuanti, poveri (nell'animo) filo comunisti che oggi si spacciano per luminari e pensatori. Scusate se ho scritto "urlando" prima... Ma urlo ancora, FOLGORE!!! Claudio Chiari - C.M. Paracadutista Guastatore 4/95. Fiero d'aver fatto parte di un'elite... Fiero d'aver fatto parte dei miglior!

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Ven, 07/12/2012 - 17:51

@guidode.zolt. immaginavo che uno stolto si sarebbe paracadutato a spiegarmelo ahahah

Ritratto di semovente

semovente

Ven, 07/12/2012 - 18:38

In ogni caso meglio essere fascisti che trinariciuti.

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Ven, 07/12/2012 - 21:00

NickCarter1900, la prego, tutto ma Alpino no. Quel coglione di ricciolino negli Alpini proprio no, per caritá di Dio!!!!!!

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Sab, 08/12/2012 - 09:22

Io ammiro la folgore e i suoi paracadutisti pero' ricordatevi che Mussolini prigioniero al Gran Sasso fu liberato da un gruppetto di valorosi kamerati paracadutisti tedeschi evidentemente gli italiani non sarebbero stati in grado.

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Sab, 08/12/2012 - 09:49

Considerato chemla liberazione di Mussolini avvenne in un momento in cui l'Italia era a pezzi, le Forze Armate praticamente dissolte..... Sta di fatto che ci voleva l'idea e l'audacia di pensare una simile azione, cosa che solo un esercito in cui si insegnava a tutti ad avere la massima iniziativa (strano se si considera la mentalitá tedesca, ma micidiale a livello di efficienza bellica) poteva congegnare. Comunque, a parte un povero milite ucciso a valle dalla colonna di terra, l'azione fu incruenta. L'azione sarebbe stata realizzabile anche dai Pará o da alte forse speciali italiane. Non dimentichiamo che gli italiani hanno terrorizzato gli alleati per anni con la X MAS, compiendo azioni tali che gli omologhi inglesi tenevano i ritratti degli operatori italiani prigionieri incorniciati nel loro circolo, per venerazione! Tutte le forze speciali del mondo hanno un gran debito verso i marinai della Decima. Anche gli Adra, pur sfortunati e in un momento terribile (dopo la caduta della Tunisia) operarono in territorio nemico portando scompiglio. Quindi, per quanto i tedeschi fossero i meglio fichi del bigoncio, non possiamo certo dire che sarebbe stato impossibile per altri effettuare la liberazione del Duce.

pavel5939

Dom, 09/12/2012 - 10:12

@franco@Trier, ma ci fai o ci sei ? Ti rendi conto dell'enorme caxxata che hai sparato ? Vatti a rileggere la storia e vedi un pò a chi è stato reso l'onore delle armi a El Alamein. Se l'operazione del Gran Sasso fu affidata ai parà tedeschi, non pensi ciò possa essere stato dovuto alla disponibilità di mezzi ed alla contingenza ? E comunque qui non è in discussione il valore e le capacità militari dei reparti della Folgore (di cui sono orgoglioso di aver fatto parte) ma l'istituzione militare in sè, con il suo bagaglio di valori culturali, morali e formativi. E' questo che fa orrore e terrorizza i sinistrati, si tratta di valori a loro del tutto ignoti, quindi incontrollabili, ingovernabili, non strumentalizzabili. Alle greggi di pecore e pecoroni, per quanto numerose, una ridotta pattugllia di lupi indurrà sempre scompiglio, terrore e follia. E' per questo che ci odiano. E perchè noi, in primo luogo, siamo fedeli alle Istituzioni, alla Bandiera, alla Patria.

Homer Wells

Dom, 09/12/2012 - 12:57

Ricciolino, ti vanti di non aver fatto il soldato. Da noi le donne dicono: "chi non va bene per il re, non va bene per la regina". Spremiti le meningi, magari riesci a capire cosa significa.

Ritratto di robertoguli

robertoguli

Dom, 09/12/2012 - 17:29

Fortunatamente i commenti "troppo spiritosi" risultano pochi e frutto delle solite firme forse in cerca di una testimonianza di esistenza. Vuol dire che vale la pena difendere le cose in cui si crede. Viva il "nono" e FOLGORE dal profondo del cuore. Ad "amedori" rispondo ricordando gli schiaffi del Gen. Palumbo, ma il nome del giornalista non mi risulta. Distinti saluti. Roby

frix

Lun, 10/12/2012 - 11:51

Mettere in discussione l'istituzione militare tutta, e ancor meno la Brigata Folgore, sulla base di così poca e qualitativamente scadente sostanza è cosa che si commenta da sola. Per quanto mi riguarda ritengo la cosa grottesca ma non riesco a capire come si possa essere tanto ottenebrati da non percepirla oggetivamente come tale. @ riccio.lino che non meriterebbe neanche attenzione faccio notare che solo una mente così acuta potrebbe ritenere possibile impigliarsi nelle eliche di un C130...

Tommaso De Poi

Gio, 20/12/2012 - 02:14

Professori e luminari! Vergognatevi, voi che dovreste essere al di sopra delle parti, perche' il sapere non ha colore. Vergognatevi, voi che avete l'Onore e il dovere di passare la conoscenza a quelli piu'giovani, formare quelli che dovranno fare ed essere il futuro dell'Italia!!! " ..... "Per non parlare «dell'inesorabile rituale fascista di ogni giorno» che consiste nell'«inno nazionale cantato obbligatoriamente a squarciagola, alzabandiera, (...), marcia di tutte le compagnie»" ... Io c'ero, a Siena, nella stessa caserma, in quei mesi ed in quel anno. E come i miei commilitoni, ho imparato e cantato a squarciagola le parole del NOSTRO INNO NAZIONALE! ( E Non era la partita di calcio dei mondiali... ). Abbiamo imparato a sentire le parole, le abbiamo SERVITE, perche' fanno parte del nostro diritto e DOVERE! Ci e' stato insegnato cha la Bandiera, non e' solo un drappo colorato. Ci hanno dato una lezione di Educazione Civica, che a scuola ( dalle elementari ad arrivare all' universita' ) non abbiamo mai ricevuto, e che a quanto dimostrato dalla e nella vostra "autorevole" pubblicazione ancora non viene insegnata ( Poi, pero' ci si chiede perche' l'Italia va male ??!!! ). Ci e' voluto un Comico, in una serata del Festival Di San Remo per parlaci della nostra Nazione, del nostro stato di chi siamo noi Italiani???!!! Mia moglie che e' Messicana, sempre mi racconta,l'ONORE di aver portato la bandiera durante l'adunata mattutina per il saluto e il canto dell' Inno Nazionale, che avviene in tutte le scuole del paese ogni giorno e a tutti i livelli scolastici. ( Lei aveva 8 Anni). Apparentemente, 115 milioni di Messicani sono tutti FASCISTI!!! Ho urlato e cantato a squarciagola, Lo faccio ancora perche' sono ITALIANO e sono fiero di aver servito. FOLGORE!!

Ritratto di Turzo

Turzo

Ven, 29/07/2016 - 10:02

Siete gli eredi di Provenzano, Riina, ecc. Questa è la cultura che vi distingue. Professori del niente e venditori di fumo. Poveri studenti in che mano si trovano... e poi ci lamentiamo che va tutto a rotoli...