Marò, nuovo rinvio in India. Se ne riparla il 31 luglio

Il tribunale speciale indiano ha deciso di rinviare l’udienza al 31 luglio dopo aver preso atto della sospensione del procedimento penale decisa tre giorni fa dalla Corte Suprema

L'India se la prende comoda, molto comoda. I nostri marò dovranno aspettare ancora per conoscere il proprio destino. Il tribunale speciale che si occupa del caso in cui sono coinvolti Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, infatti, dopo aver preso atto della sospensione del procedimento penale decisa tre giorni fa dalla Corte Suprema, ha deciso di rinviare l’udienza al 31 luglio. E la vicenda si trasforma, tristemente, in una storia infinita (ricordiamo che la morte dei due pescatori indiani, di cui i nostri fucilieri sono accusati, risale al 15 febbraio 2012).

Il giudice Bharat Parashar ha ascoltato le parti, visionato l’ordinanza della Corte Suprema e disposto il rinvio. L’udienza pomeridiana è durata una decina di minuti. Gli avvocati di Latorre e Girone hanno consegnato la documentazione relativa al ricorso presentato in Corte Suprema, con il relativo ordine che dispone la sospensione del processo del tribunale speciale. Il giudice ha chiesto chiarimenti sui tempi fissati dal massimo tribunale indiano, che ha chiesto al governo e alla polizia investigativa Nia di presentare la loro posizione sul ricorso dei Fucilieri di Marina e di comparire nelle prossime quattro settimane, senza però fissare una data precisa.

Candidato premier in India: perché non sono in carcere?

Intanto scoppia la polemica. Il candidato premier del Bjp indiano, Narendra Modi, ha attaccato la presidente del partito del Congresso, Sonia Gandhi, sulla questione dei marò. Durante un comizio in Arunachal Pradesh Modi ha chiesto alla leader italo-indiana: "Perché i due Fucilieri italiani accusati di avere ucciso due pescatori non sono in carcere?". Non è la prima volta che Modi, favorito per le elezioni legislative indiane che cominceranno il 7 aprile e si concluderanno il 14 maggio, critica la Gandhi per il
trattamento, a suo dire, blando riservato a Latorre e Girone. Tornando sull’argomento oggi, il leader del Bjp ha ironizzato così: "La signora Sonia dice che certa gente dovrebbe essere più patriottica, ma dobbiamo andare dalla signora Sonia per imparare il patriottismo?". "Illustrissima Sonia - ha aggiunto - noi non abbiamo bisogno del tuo certificato. Quando due pescatori sono stati uccisi da militari italiani chi li ha aiutati, dimmelo per favore, a lasciare il Paese? E perchè oggi non sono in carcere?".

Commenti

paco51

Lun, 31/03/2014 - 12:07

fateli fuggire in italia. Questa è la vera operazione Mare nostrum. Marina c'è la fai o chiamiamo gli scafisti?

Ritratto di pedralb

pedralb

Lun, 31/03/2014 - 12:09

Sulle navi da crociera italiane sono impiegati migliaia di Indiani.......cominciamo a mandarli tutti al loro paesello!!!!

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Lun, 31/03/2014 - 12:10

Mandiamo Renzi a picchiare i pugni, come ha fatto con la Merkel e con Obama.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 31/03/2014 - 12:20

E' giunta l'ora che Napolitano nomini Senatori a vita questi due valorosi soldati italiani tenuti prigionieri da oltre due anni. Dimostri, almeno una volta nella vita, di guardare al bene della Patria e non ai suoi meschini interessi di incallito comunista senza vergogna!

Ritratto di mina2612

mina2612

Lun, 31/03/2014 - 12:22

Sì, è una grande vergogna per l'Italia! L'aver abbandonato due servitori dello Stato per ...??? Boh! Incapacità? Mancanza di determinazione? Il solito servilismo nei confronti di tutti, compreso un Paese del Terzo Mondo? Se si fossero messi a loro disposizione la volontà, gli impegni e i denari, anche solo un millesimo di tutto quanto si fa per far arrivare in Italia i clandestini, per poi abbandonarli in mezzo ad una strada, a quest'ora sarebbero a casa loro. E l'omino del monte che cosa fa? Pensa solo a ciò che più gli fa comodo: nominare senatori gli appartenenti alla sinistra, aumentarsi le sue prebende e fare i golpe!

killkoms

Lun, 31/03/2014 - 12:29

ci avrei giurato!

agosvac

Lun, 31/03/2014 - 12:30

La giusta risposta a quest'ultima provocazione di un candidato, addirittura a premier, per le elezioni indiane sarebbe una ed una sola: la rottura "totale" dei nostri rapporti diplomatici con l'India!!!

Ritratto di bobirons

bobirons

Lun, 31/03/2014 - 12:36

La vergogna è dei governi che fino ad oggi non hanno saputo gestire questa autentica offesa alla dignità della Nazione. La vergogna è di quel governo che, assieme ad innumerevoli altri disastri, ha deciso di rimandare i due Marò in india, avvalorando di fatto la giurisdizione indiana sul fatto. La vergogna è delle forze armate che, senza dover chiedere alcunché alla politica per effettuare una normale azione di salvataggio, non hanno neppure pensato d'inviare una squadra di assaltatori a prelevare i due Marò. Alle famiglie dei due Marò, la solidarietà, almeno, degli italiani che ancora concepiscono onore, diritto e legalità (il che esclude gli sfascisti di sinistra).

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 31/03/2014 - 12:37

E il nostro governo cosa fà? NIENTE. E l'europa cosa fa? NIENTE. E obama, tirato per la giacca dal suo anovo amichetto renzi sulla questione, cosa risponde? NIENTE. Siete semplicemente schifosi! Mi auguro solo che gli Italiani si ricordino anche di questo, quando saranno chiamati a votare alle elezioni europee, e si e4sprimano chiaramente contro questa europa, incapace di difendere gli interessi e la dignità di uno dei suoi Paesi fondatori. Fuori dall'europa e fuori dall'euro, subito! E a casa tutti i nostri soldati dalle missioni internazionali, dal momento che sono mandati allo sbaraglio e il loro stessi mandanti li rinnegano quando è il momento di difenderli.

Roberto Casnati

Lun, 31/03/2014 - 12:41

Ma il ministro degli esteri oltre a sprecare nostri soldi che altro fa? Si limita ad intascare il lauto stipendio e, poi, il vitalizio?

Ritratto di Izdubarino

Izdubarino

Lun, 31/03/2014 - 12:44

La "giustizia" indiana è molto peggiore di quella italiana, il che è tutto dire.

AndreaT50

Lun, 31/03/2014 - 12:55

La vergogna continua!!! Politicanti, svegliatevi e portateli a casa con le buone o con le cattive. Muovetevi!!!

Pelican 49

Lun, 31/03/2014 - 13:01

Continuare le normali relazioni diplomatiche con un paese di straccioni come l'India mi sembra una esagerazione. Rompiamo ogni rapporto e affidiamoci agli Inglesi, o meglio agli Americani, forse riusciremo ad ottenere più rispetto. Quanto alla Marina, lasciamola stare, è troppo occupata a pattugliare il Mediterraneo per impedire ... a qualche negro di affogare!

atlantide23

Lun, 31/03/2014 - 13:01

EVVAI !! Se ci fosse stato Berlusconi, l'avrebbero gia' linciato.E invece , con i sinistri &c. al governo, tutto tace. E noi , qui, a fare lo zimbello dell' india e di tutto il mondo . P.S. naturalmente il mio "evvai" e' polemico e schifato.

Ritratto di perigo

perigo

Lun, 31/03/2014 - 13:03

L'Italia si metta di traverso in tutte le sedi internazionali fin quando non ci saranno restituiti i due "marò", diventati ormai da tempo oggetto di accuse politiche reciproche tra le varie fazioni tribali di un Paese arretrato e non democratico come l'India. L'Italia ordine la consegna ai due militari all'interno dell'ambasciata italiana a Delhi, e non consenta loro di presenziare a qualsiasi procedimento giudiziario o di polizia fin quando non si avrà un chiaro segnale che i nostri "marò" potranno tornare presto nel nostro Paese. E' l'ora delle decisioni irrevocabili. Abbiamo, almeno nominalmente, Europa e Nato dalla nostra parte, facciamo sentire la nostra voce forte e chiara!

NON RASSEGNATO

Lun, 31/03/2014 - 13:03

Perché meravigliarsi per i rinvii? forse in Italia sono più veloci?

atlantide23

Lun, 31/03/2014 - 13:04

il 31 luglio ???? Ma il 31 luglio i nostri politici sono in vacanza!

Ritratto di Mike0

Mike0

Lun, 31/03/2014 - 13:06

L'India sta prendendo in giro l'Italia: questa è la realtà. L'altra nave di color rosso presente nelle acque non è stata fermata e i pescatori han detto che sono stati colpiti da una nave di color rosso. L'India ha fatto andare al loro porto la nave italiana dalle acque internazionali dove è accaduto il fatto con l'inganno, quindi illecitamente. Poiché gli sono stati stati sequestrati fin da subito i fucili, si può sapere quanto ci vuole a fare una perizia balistica per vedere se i proiettili che han colpito il pescatore sono stati sparati dai fucili dei nostri marò? Mi sembra che al massimo in una settimana si poteva risolvere. Con questi fatti il nostro Renzi dovrebbe chiedere all'India che cosa stanno facendo e dire chiaramente che l'unica logica conseguenza del perdurare del fatto è quella di chiudere qualsiasi rapporto commerciale con l'India, dichiarare non graditi gli indiani in Italia e mandare a casa tutti gli indiani che lavorano nelle nostre imprese e nelle nostre navi. Abbia il coraggio di farlo!!! Non sia inconcludente come i suoi compagni sinistri fin qui avuti!

atlantide23

Lun, 31/03/2014 - 13:10

pero' io non dimentico che il vostro caro e imparziale sinistro presedente della repubblica,e il salvatore della Patria, tale monti ,li hanno rispediti in india. A calci nel sedere ? No....quello no, non mi sembra.....!E l'impotenza mi logora .

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 31/03/2014 - 13:11

Grande telenovela italiana.Con nuovi protagonisti al comando di questa nazione di infami e vigliacchi venduti e scoglionati.

canaletto

Lun, 31/03/2014 - 13:15

Continuiamo a farci prendere per il culo da quattro indiani che ci considerano come dei pezzenti e loro piu intelligenti. Manadiamo una task force a riprenderli, chiudiamo l'ambasciata e niente più rapporti con quel paese di m...a

Mario-64

Lun, 31/03/2014 - 13:39

Il processo e' una farsa a fini nazionalistici , delle vedove dei pescatori probabilmente ne importa piu' a noi che ai governanti indiani (che peraltro ne avrebbero circa 500 di vedove a cui pensare ,ma pare che le altre 498 non fruttino voti). Criminale e' stato riconsegnare i maro' ,adesso la storia sara' lunga ,temo. Gli indiani non hanno mai ,dico mai ,avuto il coltello per il manico contro i bianchi ; noi glielo abbiamo consegnato non una ma tre volte ,infilandoci in porto e rimandando due volte i maro' in India. Oltretutto mandiamo a trattare il De Mistura ,uno che sembra un lord inglese fine '800...figuriamoci che simpatie potranno avere gli indu per un soggetto del genere!

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 31/03/2014 - 13:45

L'ho scritto e l'ho riscritto, quei due poveri disgraziati da lì non escono più se non con la barba bianca. In Italia ormai non eisste più un Mussolini che si sarebbe fatto rispettare. Esistono solo burocrati e passacarte, incapaci di prendere una qualsiasi decisione, al massimo sono capaci di "suggerire" e di chiedere l'elemosina. In quanto ai due marò, ammesso che si riesca a farli ritornare, avranno diritto ad un rimborso stratosferico per ingiusta detenzione in nome dello Stato italiano che li ha abbandonati dopo averli impiegati. L'Italia la dovrebbe smettere di fare missioni di "pace" fuori dall'Italia, non siamo in grado nemmeno di farci rispettare a casa nostra e vogliamo andare a far rispettare le regole a casa d'altri? Oltre che uno spreco di denaro inutile e un rischio mortale continuo per i nostri soldati, veniamo presi a pesci in faccia dalla comunità internazionale, perciò che ci stiamo a fare? Almeno si usi la leva dell'abbandono di tutte le missioni militari internazionali per fare pressione e se non bastasse si ricorra ai grandi mezzi, rompere le relazioni diplomatiche con l'India, chiudere tutti i commerci con loro, rimandare a casa loro tutti gli indiani che sono da noi. E' inutile continuare a girarci intorno. Adesso hanno rinviato a luglio e a quella data rinvieranno a natale e così via, con una continua presa per i fondelli che, se non riceve una decisa risposta, ci farà sprofondare, nella stima internazionale, al di sotto della merda.

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Lun, 31/03/2014 - 13:58

Se c'era la destra al governo a quest'ora i nostri ragazzi erano a casa! Ma stando i comunisti al potere se ne fottono! Ma pagheranno prima o poi tranquilli...non poteva capitare una sciagura simile in un momento peggiore...Napolitano se ne frega ovviamente e quei 4 incapaci che gestiscono la faccenda giocano a carte...che schifo!!ai 2 nostri onorevoli maro' dico "ragazzi avete dignita' e onore da vendere, resistete che prima o poi tornerete a casa"...ps i diplomatici italiani sono dei grandissimi coglion*!!!!

beale

Lun, 31/03/2014 - 14:07

Ci stanno prendendo per il culo.occorrono risposte forti come l'espulsione di tutti i cittadini indiani dimoranti in Italia a qualsiasi titolo ed il ririto da tutte le missioni all'estero. a noi, popolo, non interassano porcellum, italicum, bordellum, senato sì, senato no. i due marò non erano buontemponi in gita di piacere quindi sottrarli alle loro famiglie è demenziale. su questo blog ho chiesto varie volte, senza risposta, di conoscere chi ha autorizzato la Lexia ormai in acque internazionali a ritornare nel porto indiano.da allora, una cazzata tira l'altra.

frabelli1

Lun, 31/03/2014 - 14:11

Portiamoli via cazzo!!! Ma questi politici lo capiscono che ci stanno prendendo in giro o no?!

BRAMBOREF

Lun, 31/03/2014 - 14:19

GIGI85 Il Presidente Napolitano li nomini SENATORI A VITA ed è fatta tanto visto chi ha nominato l'ultima volta!!

blackbird

Lun, 31/03/2014 - 14:19

Punto primo: i due marò non sono accusati di nulla, perché se li accusassero di qualcosa li dovrebbero processare, invece... nulla di fatto. Le autorità (?) indiane "dicono" che hanno ucciso due pescatori, ma ancora non li accusano. Punto secondo: venuto meno il processo nel Kerala, perché quella giustizia non sarebbe competente, venuto meno il processo come terroristi, per decisione della Corte Suprema, adesso il Tribunale indiano ordinerà a qualche altro organo di portare avanti le accuse: indagini, analisi delle prove, imputazione e poi? Forse altra dichiarazione di incompetenza e rinvio sine die! I due sono destinati ad invecchiare in India, a questo punto è meglio che portino laggiù le loro famiglie, perché i tempi per il rimpatrio si allungheranno di molto!

baghira1946

Lun, 31/03/2014 - 14:29

In Italia scompaiono tante persone delle quali non si sa più niente E' ora di finirla .

Ritratto di mina2612

mina2612

Lun, 31/03/2014 - 14:44

@!Mike0, h.13,06. Infattitutto quello che dice è la verità: NON c'era solo la Enrica Lexie a vedersela coi pirati quel famoso mercoledì tra le onde dell'Oceano indiano davanti alle coste del Kerala. Quando i marò hanno respinto l'assalto dei pirati travestiti da pescatori, anche un'altra petroliera simile a quella italiana aveva messo in fuga gli aggressori. Che ci fosse anche una nave greca, la "Olympic Flair", è ufficiale, lo registra l'Icc-Css, il Dipartimento crimini commerciali della Camera di commercio internazionale specializzato nel tracciare tutti gli attacchi di pirateria denunciati nel mondo. Però i greci si guardano bene dall'affermarlo, anche se la notizia era stata divulgata già da subito, nell'immediatezza. La gravità di tutta la faccenda è che poco si muove, sembra che tutti, dai i nostri politici alle autorità straniere che hanno firmato la Convenzione di Ginevra sull’alto mare del 1958 e la Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare del 1982, stiano alla finestra per non suscitare gli umori di un Paese emergente e sfruttabile economicamente. Qui occorre un atto di coraggio e andarli a prelevare di viva forza: i marines si son sempre mostrati all'altezza di simili imprese!

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 31/03/2014 - 14:45

Governo buffone bastardo. Italiano intendo.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Lun, 31/03/2014 - 14:45

Il senatore montasse se n'è fregato, campanellino se n'è sbattuto, alf-ANO sempre pronto a prendersi i meriti e a sbrodolarsi addosso(sentinella delle tasse, avvocati del ceto medio, inflessibili con la malavita, etc..) adesso è omertoso, BRAVO! arriverà la resa dei conti, avrete percentuali da prefissi telefonici.Quello che meritano quelli come Te.

Ritratto di enkidu

enkidu

Lun, 31/03/2014 - 15:14

facciamo il caso di due immigrati indiani accusati di qualcosa qui in Italia e che per 2 anni non ricevono un capo di imputazione. Allora dico io, non è che qualcuno sta violando i diritti fornamentali dei nostri due, facendosi beffe dell'ONU et. ?

GiuliaG

Lun, 31/03/2014 - 15:34

Perchè non candidarli alle europee, come suggerisce Giuliano Ferrara, fossero eletti anche la UE dovrebbe per forza interessarsene.

babilonia

Lun, 31/03/2014 - 15:58

E' ormai chiaro, è chiaro lo è da tempo, che ci portano in giro, chissà come ridono nelle stanze del potere indiano. Ci portano in giro perché sanno di poterlo impunemente fare, volevo vedere se i due prigionieri/ostaggi fossero stati statunitensi o israeliani, in un paio d'ore al massimo sarebbero stati riconsegnati con un migliaio di inchini di scuse. Ma noi siamo italiani, e a livello internazionale non valiamo niente, come il due di coppe quando comanda bastoni....

killkoms

Lun, 31/03/2014 - 16:01

e pontalto?aspettiamo l'illuminato commento!

petra

Lun, 31/03/2014 - 16:10

Chiediamo consiglio a Putin.

Dario40

Lun, 31/03/2014 - 16:50

se non fossimo ridotti ad essere governati da una massa di poltronisti incapaci, qualcuno avrebbe già fatto un blitz per riportarli a casa. E anche il non-superpartes tace come al solito. CHE VERGOGNA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Raoul Pontalti

Lun, 31/03/2014 - 17:02

Un'altra vittoria della strategia difensiva italiana che vuole tutelare i marò dal processo anziché nel processo. Il rinvio al 31 luglio non è altro che la conseguenza della vittoria dell'altro giorno preso la Corte suprema che accogliendo parzialmente il ricorso italiano aveva disposto la sospensione del processo. Otterranno probabilmente un'altra vittoria più avanti con l'annullamento della istituzione di quella corte speciale per cui se ne dovrà costituire un'altra e magari un diverso tipo di polizia federale rispetto a quella dedicata alla lotta al terrorismo dovrà occuparsi del caso, ripartendo da capo. Prevedendo un rinvio medio di 4 mesi per decidere di cambiare polizia, di altri 4 per cambiare corte, di altri 6 perché la i nuovi inquirenti definiscano il caso e formulino i capi d'imputazione, altri 4 per nuovo ricorso alla corte suprema indiana sulla inaccettabilità del nuovo tipo di inquirenti, etc. con un cicli di periodicità 4-6-4. Il problema è stabilire quanti tipi di polizia disponga l'India livello federale, se sono ad es. 7 come in Iran o anche solo 5 come in Italia l'attesa si farà lunga prima dell'avvio di un dibattimento....

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 31/03/2014 - 17:06

CARO KILLKOMS ,PONTALTO HA "GIA DATO" su questo argomento, Ha già scritto che i due sono BANDITI che giocano alla guerra e che LUI SA che sono stati loro a sparare ai pescatori ecc. ecc. HAHAHA Saludos

michele lascaro

Lun, 31/03/2014 - 17:17

Di passo in passo questi indiani, pseudo-eredi del Credo del Mahatma, terranno i nostri Marinai sul loro suolo per chissà quanto tempo. E l'Italia...dorme sonni tranquilli.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 31/03/2014 - 17:40

Nessuno sa spiegarci se dopo che i due "PESCATORI"sono deceduti, gli assalti alle navi in quella zona continuano!!!! Saludos

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 31/03/2014 - 18:12

I magistrati indiani si sono presi 4 mesi di tempo per poter prendere opportuna conoscenza del voluminoso dossier d'accusa che Raoul Pontalti sta diligentemente preparando per loro. – (5° invio)

SPQP

Lun, 31/03/2014 - 19:43

Che vergogna!! I nostri governanti non hanno attributi. Noi non siamo gli americani purtroppo, a quest'ora fossero stati americani li avrebbero portati a casa. Un raid con Navy Seals e 24 ora casa, e poi si discute. Siamo veramente pietosi.

SPQP

Lun, 31/03/2014 - 19:46

Tutti l'indiani a casa loro. Rimpatriateli tutti e vedrete che si muovono .

Il giusto

Lun, 31/03/2014 - 20:38

Scambiamo i marò con lo "statista asfaltato"...

mbotawy'

Lun, 31/03/2014 - 21:15

Minacciate di estradare tutti gli indiani e bangadesh.dal territorio italiano, e vedrete come cambia la musica.Naturalmente ci sara' una richiesta di rupie.Sono indiani.....!

Silviovimangiatutti

Lun, 31/03/2014 - 21:21

Monti e il suo governo potevano non farli rientrare e invece lo hanno fatto. Una'altra delle castronerie combinate dall'uomo messo lì dal Presidente.

angelomaria

Lun, 31/03/2014 - 23:18

a questo punto non mi rimare piu'niente da DIRE!!!!

Aldabra

Lun, 31/03/2014 - 23:38

aveva ragione il generale Custer....

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mar, 01/04/2014 - 06:40

Ci stanno letteralmente prendendo per il culo. Ma questi ministri non si vergognano? Pensano solo ad intascare quattrini e basta: Un fatto così ai tempi del Benito, sarebbe già stato risolto. Gli indiani sono sempre indiani, nel loro io hanno pensato ad un certo di carcerazione, e piano piano stanno facendo funzionare il lor piano.

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 01/04/2014 - 07:32

Strano ,che per i disgraziati, che cercano l`eldorado verso Lampedusa, "i nostri parlamentari" fanno di tutto per portarli in salvo, MENTRE PER "DUE MILITARI, AL SERVIZZIO DELLO STATO ITALIANO, IN MARI INQUINATI DA TERRORISTI, FANNO POCO O NIENTE, ANZI SI FANNO PRENDERE PER I FONDELLI DA NAZIONI DI TERZO MONDO E SI FANNO DERIDERE PER LA LORO INCAPACITÀ.