Marijuana libera, Fava insiste: "In Italia c'è legge liberticida"

Braccio di ferro al quartier generale del Carroccio. L'assessore lumbard replica a Maroni: "Queste scelte prima che politiche sono etiche". Ma Salvini punta a liberalizzare la prostituzione

Al quartier generale del Carroccio c'è baraonda. A tener banco e a dividere i vertici della Lega Nord sono le liberalizzazioni, ma non quelle economiche. Sul tavolo la legalizzazione della marijuana e della prostituzione. All’indomani della "correzione" di linea dettata dal governatore della Regione Lombardia Roberto Maroni, l’assessore lombardo all’Agricoltura Gianni Fava è tornato a insistere nel difendere la sua posizione per un superamento del "proibizionismo". Ma il segretario leghista Matteo Salvini ha subito zittito l'assessore spiegando che, "se nel 2014 laLega si impegnerà per liberalizzare e tassare qualcosa sarà la prostituzione, non certo la cannabis".

La polemica innescata tra i vertici del Carroccio sull'apertura a una riflessione sulla liberalizzazione della cannabis non è certo destinata a spegnersi nel breve periodo. Anzi, sembra proprio divampare un focolaio destinato a spaccare in due il partito. A ribadire la necessità di confronto è proprio Fava che ieri, con un tweet, aveva scatenato la polemica. "Non mi sento solo, queste scelte prima che politiche sono etiche", ha affermato il leghista a margine del Consiglio regionale lombardo. "Non è una priorità ma è un dibattito che serve. Il segretario della Lega è Salvini, faccia sintesi e io mi adeguo ma questa è la mia posizione storica", ha continuato Fava bocciando la Fini-Giovanardi e apostrofandola come "una legge liberticida" e "un errore". Giusto ieri Fava aveva appunto aperto il dibattito su Twitter scrivendo che a suo avviso il "proibizionismo aveva fallito". Un errore di un collaboratore di Maroni che aveva rilanciato il tweet dell’assessore dal profilo ufficiale del governatore aveva poi generato un fraintendimento. In serata, poi, Maroni aveva chiarito la sua posizione anti-proibizionista, così come Salvini aveva precisato che la Lega è contraria alla legalizzazione della marijuana.

"Giusto discutere di tutto. Ma se nel 2014 laLega si impegnerà per liberalizzare e tassare qualcosa sarà prostituzione, non certo cannabis", ha treplicato ancora oggi Salvini su Twitter. Sulla prostituzione è già stata presentata in Lombardiauna proposta di abrogazione della legge Merlin che dovrebbe approdare incommissione Affari istituzionali nelle prossime settimane. La proposta, presentata da Stefano Bruno Galli, capogruppo della lista civica "Maroni Presidente", Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega Nord, Riccardo De Corato, capogruppo di Fratelli d’Italia, e Giulio Gallera, consigliere regionale di Forza Italia, intende passare in aula e quindi essere portata all’attenzione di altre assemblee regionali. L’articolo 75 della Costituzione, infatti, prevede che una consultazione popolare possa essere richiesta da cinque consigli regionali senza raccolta della firme.

Commenti

Gioa

Mar, 07/01/2014 - 12:59

La lega contraria alla legalizzazione delle mariijana...e legalizzazione prostezione....Beh! se date la carota ad entrambi...addio lega: INIZIATA già FINITA!!!

Miraldo

Mar, 07/01/2014 - 13:02

Chi ha scritto l'articolo vedo che vuole creare confusione nella Lega, ma si sbaglia perché la Lega nord si è sempre battuta contro la liberalizzazione delle droghe. Invece bene per la prostituzione da liberalizzare e tassare subito.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 07/01/2014 - 13:06

Entrambe no?Dico togliere miliardi di euro alle criminalita',controllare RIGOROSAMENTE questi ambiti,seguire anche legislativamente esempi importanti e moderni(Olanda,Germania,California e da poco Colorado) non e' forse una buona idea controllando i fenomeni e riducendo reati,svuotando tribunali e carceri e ripeto,togliendo linfa alla criminalita'?Per me si.

Ritratto di sgnorrossi

sgnorrossi

Mar, 07/01/2014 - 13:13

salvini ha 40 ma parla e ragiona come uno di 70... comunque ben vanga regolamentare prostituzione e droga tanto il proibizionismo ha fallito

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 07/01/2014 - 13:13

Il nuovo "manifesto" della Lega mi sembra assolutamente indigeribile. Dopo la tragicommedia della famiglia del fondatore, la Lega mostra di non avere perso soltanto la faccia, ma addirittura il cervello.

cicciosenzaluce

Mar, 07/01/2014 - 13:19

Da una testa vuota come la tua,è uscita una proposta seria,MIRACOLO

CARLINOB

Mar, 07/01/2014 - 13:37

Salvini non lo pensavo politicamente così stupido 1 Il successo , si fa per dire , gli deve aver dato alla testa! Dice più cazzate Lui che Bossi e Calderoli messi assieme!1

buri

Mar, 07/01/2014 - 13:40

, certo libertà di spacciare e campo libero alle professioniste del sesso, avanti di questo passo, chi non è ommossessuale, chi non si droga, chi non frequenta le prostitute, sarà segnato a dito e segnalato come asociale da sottoporre a cure obbligatorie per la rieducazione, è questo che vogliamo lasciare in eredità alle generazioni future? spero di no, ma da come si mettono le cose temo di essere un illuso

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 07/01/2014 - 14:00

Vuoi la droga libera? Va bene, ma se causi qualsiasi problema, dopo averne abusato, vai in galera a vita.

prodomomea

Mar, 07/01/2014 - 14:12

Ecco dove sono i veri problemi dell'Italia. Queste due "liberalizzazioni" creeranno nuovi posti lavoro a milionate. Quelli della Lega stanno rimbecillendo a vista d'occhio. Povera Italia!

abocca55

Mar, 07/01/2014 - 14:18

Visto che ha anche effetti terapici, potrebbero legalizzarla dietro prescrizione medica. Tra l'altro è più pericolosa la droga dell'alcool o il caffè che la majiurana. C'è molta ignoranza in giro, e l'ignoranza crea sempre paura e misticismo.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 07/01/2014 - 14:21

X buri forse è meglio lasciare le prostitute per strada ,e quando passi coi bambini se ti chiedono di loro puoi sempre rispondere che aspettano la corriera.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 07/01/2014 - 14:50

@Buri,lei forse fa confusione.Nessuno istiga o suggerisce di frequentare bordelli o fumarsi spinelli.Piuttosto le leggi proibizioniste in vigore ci hanno dimostrato che:1)i due fenomeni sono costantemente cresciuti;2)Sono tutti soldi facili della criminalita';3)il rischio di malattie sessuali o commercio di droghe artefatte pericolosamente. aumenano i rischi per frequentatori e consumatori;4)I tribunali e le carceri sono pieni di cause e reclusi per piccoli reati legati a questi ambiti.Le basta per cominciare a ragionare sulla possibilita' che lo Stato controlli,regoli ed eventualmente punisca quando e' il caso,in maniera diversa rispetto ad oggi?Secondo me si,ma cio' non significa dire o indirizzare le persone a prostitute o farsi spinelli,semplicemente controllare e togliere il tutto alle mafie per tutelare la collettivita' prima che gli individui.

Libertà75

Mar, 07/01/2014 - 14:54

@sgnorrossi, lei quindi ha 70 anni di pensiero? mi sovviene il dubbio perché se dice le stesse cose di Salvini dopo averlo minimizzato implicitamente minimizza anche se stesso.

Libertà75

Mar, 07/01/2014 - 15:11

@prodomomea, in realtà legalizzando la prostituzione si può parlare di un aumento del PIL intorno al 2%, probabilmente un altro 1% nel caso della marijuana, ora non apro digressioni sull'opportunità di calcolare dei mali con valore + analogamente con quanto si fa con i beni prodotti, tuttavia è così. Quindi con un aumento di PIL si percepisce diffusamente un'uscita dalla crisi e si ingenera un atteggiamento diffuso positivo in grado di creare altra crescita. Economicamente è una proposta giusta, eticamente invece se ne può discutere.

aitanhouse

Mar, 07/01/2014 - 15:36

il proibizionismo ha sempre fallito, anzi ha aumentato i consumi ed ha stimolato anche coloro che forse non avrebbero mai creduto di consumare .Muijca illuminato presidente uruguaiano ha liberalizzato la coltivazione e la vendita della marijuana, noi siamo ancora dominati da una mentalità bacchettona che pretende di stabilire cosa un popolo possa e debba fare ,derivante da false credenze inculcate da una religione che sembra debba soffrire della pagliuzza nell'occhio e mai della trave. Nessuno è obbligato ad assumere marijuana , ma chi l'assume si rende responsabile civilmente e penalmente del suo stato subendone le conseguenze. per quanto riguarda la prostituzione, nessun commento; basta vedere lo spettacolo che offrono le città e le province piene ,zeppe di ragazze, anche minorenni che ormai svolgono la loro attività anche in posti aperti al pubblico.

lorenzovan

Mar, 07/01/2014 - 16:03

l'ho detto molte volte..sono una persona pratica..a me interessano i risultati non le qustioni sul sesso degli angeli..posso prlre dell'Olna..pk ho passaporto olandese e conosco bene la realta'..prima del 78..amsterdam era una citta' povera..infestata di drogati e pericolosissima..inizio la politica della "tolleranza"..aprirono i primi coffeshop..le risorse polizia e giudiziarie stremate dalla lotta al piccolo consumo fuono dirottate a combattere la lotta alle droghe dure.. riultato.. i ragazzi olandesi sono in percentuale quelli che consumano meno droghe la droga pesante quasi sparita dalle strade milioni di euro che entrano di tasse e sull'indotto turistico tribunali e carceri degongestionati e c'e' ancora chi continua colla storia del proibizionismo ??? ilproibizonismo ( legge secca USA) insegna che non riduce il consumo..aumenta la criminalita' che precisa di piu' soldi per comprare prodotti illegali e cari..favorisce lo sviluppo di carttelli criminali ricchi di milioni di euro e in grado di comprare tutto e tutti poveri stupidotti che ancora disquisiscono se liberalizzare o no !!!!

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 07/01/2014 - 16:10

Non vi conviene, cari amici del Giornale, attaccare in continuazione la Lega, che è un prezioso alleato di Berlusconi, soprattutto adesso che con la Lega condividete l'opposizione a questo governo. Comunque, Fava ha ribadito che la sua è una posizione del tutto personale e non rappresenta la posizione ufficiale della Lega. In ogni caso, sono d'accordissimo con Salvini sulla regolamentazione della prostituzione e la sua tassazione e ritengo che sia mille volt più utile e logico discutere di liberalizzazione della droga, anche se personalmente non sono d'accordo, piuttosto che sullo ius soli o sul femminicidio.

linoalo1

Mar, 07/01/2014 - 16:11

Un momento!Siamo noi cittadini che dobbiamo decidere sulle questioni vitali!Prima,aprite i Bordelli che sarebbe ora!E,prima ancora,pensate agli effetti disastrosi della liberalizzazione della cannabis!Assisteremmo ad incidenti continui e non solo d'auto!Bisognerebbe riaprire i manicomi per accogliere tutti i dementi creati dalla droga!Ecc.Lino.

lorenzovan

Mar, 07/01/2014 - 16:13

ma quando la destra italiana diventera' una vera destra moderna ..libera dai condizionamenti del passato..siano religiosi o politici??? meglio continuare nll'ipocrisia del tutto proibito ( di giorno) e tutto permesso (di notte )????? la prostituzione esiste dall'alba dei tempi.. solo nei paesi del terzo mondo..o fanaticamente religiosi viene perseguitata e politicamente ignorata.... col risultato di avere una proliferazione indecente..come avviene nelle strade di tutte le citta' italiane pro vateci nei paesi del nord ( che hanno quartieri ad hoc...) a prostituirvi o usufruire dei servizi per strda!!!! aempre in olanda le prositute esercitano in luogi predeterminati...pagano le tasse..hanno sindacati..e controlli medici..lapensione e l'assistenza giuridica non esiste il fenomeno del pappone..e quando esiste viene severamente punito... questa e' civilta' ..non la carita pelosa degli enti assistenziali ( ben remunerati dallo stato...) he si occupano delle ex prostitute !!!!!!

lorenzovan

Mar, 07/01/2014 - 16:22

povero lino alo...sembra che vivi nl mondo virtuale dei pc..gia' ora ci sono morti tutti i giorni per incidenti provoocati da drogati ( e gli ubriachi ?? ahh quelli non contano...lol).. avresti ragione solo nel caso che questi fenomeni non esistessero gia' e ci fosse il timore che iniziasero a comparire colla liberalizzazione !!! ma non e' vero !!! anzi..esiste una minicriminalita' per l'lto costo dei prodotti illegali..e una mafia che fa affari di miliardi di euro..e poi..colle ricchezze..orienta poltici e altri affari loschi e tu..con altra gente..che pensa come te..sei inconsciamente e in buona fede..spero io..complice di questo !!!

82masso

Mar, 07/01/2014 - 16:34

linoalo1... A Lino ma ragiona un momento, intanto la reperibilità di cannabis come (ahimè) di sostanze ancora più nocive sono (se il soggetto è interessato) è molto semplice; ma lei crede veramente che un consumatore di cannabis, visto che legale, raddoppi la dose giornaliera solo perchè vive in un paese permissivo? altro esempio, un'adolescente che malauguratamente decidesse di provare la cannabis avrebbe più facilità di reperibilità in uno stato proibizionista come l'Italia oppure in uno stato modello Olanda dove i coffè sono di libero accesso ai soli maggiorenni? (solo un'imbecille spaccerebbe al difuori degli spazi dediti a questa tipologia di commercio).

BlackMen

Mar, 07/01/2014 - 16:36

linoalo1: eheh mi pare evidente che lei non abbia mai avuto a che fare con un fumatore di cannabis (parliamo di persone normali, non di tossici conclamati) se ritiene sia una sorta di demente ambulante mentre invece ce ne sono centinaia di migliaia che conducono una normalissima e produttiva vita lavorativa (l'olanda non mi sembra proprio un paese improduttivo). Allo stesso modo di chi fa uso di alcool. Mica tutti quelli che si fanno un paio di bicchieri dopo il lavoro sono degli alcolizzati. Dunque o scegliamo il proibizionismo spinto (che storicamente ha sempre fallito) per cui vietiamo alcool e marjiuana sempre e comunque oppure, come i paese civili, lasciamo alla gente il diritto di fare ciò che più gli aggrada fermo restando che, nel momento in cui fanno danni, la pagano molto ma molto cara. Le ricadute positive di un approccio del genere sono molteplici lo capisce da solo...da quelle di natura fiscale e finanziaria, a quelle relative alla sicurezza fino alla lotta alla crminalità organizzata i cui introiti verrebbero compromessi...ma questo è noto.

tommasoadilardi

Mar, 07/01/2014 - 16:41

come diceva il saggio-libertà è fare quello che vuoi e avere i soldi per farlo- liberalizzate lo spinello e la prostituzione ma poi pensate a come creare lavoro.Io ho difficoltà pure a comprarmi le sigarette. Ma per fare i magnaccia o lo spacciatore ci sarà un concorso pubblico?

lorenzovan

Mar, 07/01/2014 - 17:06

mi fapiacere vedere che la maggioranza dei lettori di un giornale di destra inizia a pnsare in maniera moderna e libera da preconcetti.. i pochi negativi a prescindere sono purtroppo in qualsiasi gruppo o societa' sempre esistiti..sono a seconda dei casi o la zavorra o la coscienza di realta' differentii che in una democrazia vera mai stonano

Mr Blonde

Mar, 07/01/2014 - 17:17

Visto che tutti gli esperimenti, e non necessariamente falliti, di legalizzazione e/o tolleranza delle droghe leggere sono nati da governi liberali (olanda e zurigo su tutte), sarebbe un bel passo avanti per tutto lo schieramento. Del resto al di là della retorica dei vari aderenti ai centri sociali del c. fatevi una canna in corea del nord e poi ne riparliamo. Inoltre il cav firmo gli ultimi referendum di pannella o sbaglio?

mila

Mar, 07/01/2014 - 17:35

A me sembra meglio legalizzare la prostituzione che non la droga, sia pure leggera. Cosi' si potrebbero anche aiutare le prostitute a difendersi dagli sfruttatori.

Ritratto di AUDERE

AUDERE

Mar, 07/01/2014 - 17:47

Droga, carcerati, gay, immigrati...possibile che nessuno pensa agli italiani... ovvero quelli che non arrivano a fine mese, ai disoccupati, ai pensionati (quelli con la minima...)ai commercianti che chiudono le attività...

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 07/01/2014 - 17:48

La liberalizzazione della marijuana è una soluzione parziale, e non servirebbe molto, a mio avviso, per il semplice motivo che esistono mille altre droghe, ben più potenti, pericolose e devastanti. Quindi, liberalizzando le droghe leggere, assisteremmo da un lato a un più facile consumo di queste, ma temo che la cosa non fermerebbe assolutamente lo spaccio e la delinquenza ad esso legata. Gli spacciatori, che non sono nati ieri, spingerebbero semplicemente i consumatori verso droghe ben peggiori, e la cosa avrebbe sffetti negativi, mentre non riesco proprio a vedere quelli positivi. Quanto agli incidenti, non vedo gli effetti catastrofici prospettati da linoalo1, infatti l'alcool non è vietato in Italia, mentre è vietato mettersi alla guida sotto i suoi effetti... e i risultati li vediamo.

michetta

Mar, 07/01/2014 - 17:50

Droga, MAI! Prostituzione controllata ed a pagamento, con relative tasse, SUBITO! Non c'e' nemmeno da discutere. Siamo e saremo sempre d'accordo con chi vuole ANNULLARE LA LEGGE MERLIN !

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Mar, 07/01/2014 - 18:02

...Dire che in questi ultimi anni le istituzioni italiane sono "una babele", è sicuramente riduttivo. Mi riferisco per lo più ai rappresentanti del popolo che, in realtà non li rappresentano affatto, che non v'è giorno che non propongano una stupidata. Provocatoriamente ne elenco alcune, quali: "matrimonio" di persone dello stesso sesso, immigrazione da Paesi extracomunitari come se non fosse già eccessiva quella comunitaria e lotta contro il razzismo che non esiste o se mai esistesse sarebbe al contrario, liberalizzazione nell'uso di sostanze stupefacenti come se non fosse già eccessivo il numero dei morti causato da conducenti drogati, pochissimo interesse a che venga inserito nel nostro C.P. l'omicidio stradale, ecc. ecc. Tutto questo, in gran parte deriva dallo scarsissimo contatto che i rappresentanti hanno con i rappresentati; Chiunque potrà rendersi conto facendo un piccolo sondaggio nella comunità in cui vive.

gianfranco1966

Mar, 07/01/2014 - 18:10

amici del centrodestra...pensavo che la stupidita fosse solo a sinistra ma mi devo ricredere....io voto silvio ma ho un enorme rispetto della lega. leggo alcuni...spero pochi.. commenti stupidi di qualche elettore di centrodestra, verso la lega. io voto silvio ma ho un enorme rispetto per la lega. anzi su alcune cose la voterei di sicuro. vorrei ricordare agli amici del centrodestra le tante battaglie e guerre vinte insieme alla lega. le critiche certo sono ammesse...in questo caso è chiaro che l assessore sbaglia di grosso mentre quello che dice salvini che vale 10 volte renzi abbia ragione mille volte perche la prostituzione si puo legalizzare benissimo con estremo beneficio per le entrate dello stato. quindi dico a quei pochi stupidi rincoglioniti del centrodestra che ctiticano la lega di avere piu rispetto verso un alleato che ha dimostrato mille volte coerenza e fedelta verso la coalizione del centrodestra. chiaro?????!!!!!!!

Ritratto di sgnorrossi

sgnorrossi

Mar, 07/01/2014 - 18:20

@Libertà75 io minimizzo me e tutto il resto che viene scritto qui a prescindere...

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 07/01/2014 - 18:25

@Wilegio,condivisibile la sua obiezione,pero' tenga conto che legalizzando solo le droghe leggere,avremmo comunque l'effetto pratico di togliere un grosso guadagno alle mafie,controllare in parte il fenomeno,allegerire i caeichi nei tribunali,svuotare in parte le carceri.Inoltre si potrebbero inasprire le pene sullo spaccio destinando maggiori risorse e fdo a combattere il narcotraffico.Resto dell' opinione che la bilancia. Possa essere in attivo comunque,una cosa e' certa,il paese perfetto non esiste.

Ritratto di chris_7

chris_7

Mar, 07/01/2014 - 18:26

la prostituzione andremme anche regolarizzata per evitare la tratta dall'est europeo e il controllo criminale ma la marjiuana è pericolosa

Ritratto di sgnorrossi

sgnorrossi

Mar, 07/01/2014 - 18:29

@Libertà75 mi riferivo al fatto che per salvini la prostituzioni si ma la marja no->> prostitute libere strizzo l'occhio al maschio 70enne che andava al casino, marja roba da frikkettone komunista che fa orge col demonio da evitare, secondo me la logica troglodita di salvini è questa

aredo

Mar, 07/01/2014 - 18:48

Come si è ridotta la Lega... liberalizzazione delle droghe vuole.. Maroni e la sua ciurmaglia di omuncoli di sinistra. Liberalizzare la prostituzione e regolamentarla con controlli sanitari e pagamento delle tasse va benissimo e deve essere fatto! Ma liberalizzare le droghe proprio no! Già così grazie alla sinistra che tutto controlla nella sua viscida dittatura l'uso di droghe è ai massimi, renderlo legale è solo garantire l'aumento di gente drogata.

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Mar, 07/01/2014 - 19:00

aredo Allora bisogna vietare anche i super alcolici.. che sono una DROGA molto piu' dannosa della cannabis..in italia l'alcolismo causa circa 20000 morti all'anno.. mi potrebbe dire quanti ne causa la cannabis?

lorenzovan

Mar, 07/01/2014 - 19:02

marijuana pericolosa ???.. certo...come la penicilina se si esagera coll'uso!!!! io fumo da 50 anni...mai fatto incidenti stradali...ho lavorato in proprio per 30 anni e guadagnato cifre notevoli...mi sono ritirato a vivere in portogallo...di rendita..e vivo bene.. e voi mi venite a dire che e' pericolosa a prescindere? anche un autobus e' pericoloso se lo guida un ragazzino...e che azzo!!!!

mariolino50

Mar, 07/01/2014 - 19:18

La cannabis ha effetti inferiori all'alcool, peggio prendere la sbornia che una cannetta, qui si fà tutto pari, come se le cosidette droghe fossero tutte uguali, il proibizionismo serve solo alla mafia, l'esperienza Usa sugli alcolici non insegna niente, quello che è vietato ha sempre attirato, inoltre varie droghe sono spesso state usate dalle classi che comandano, in primo la coca.

Roberto Casnati

Mar, 07/01/2014 - 19:47

La Lega aveva acceso in Italia qualche speranza di cambiamento, ma affollata com'è da imbecilli ed ignoranti ladri di polli, s'è autoaffondata, peccato un'altra occasione perduta!

Giampaolo Ferrari

Mar, 07/01/2014 - 19:49

Liberalizzare la droga penso sia un grande errore,conoscenti coetanei fumavano la maria,sono passati trentanni,a parte quelli morti per overdose,gli altri si fanno ancora le canne a sessantanni sono dei derelitti, con il cervello bruciato,senza ne arte ne parte, con famiglia distrutta, figli nati tossici,certi gia morti prima del padre.Quando una sostanza crea dipendenza sempre piu forte e toglie la lucidità e responsabilità all'individuo non è cosa buona.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 07/01/2014 - 20:19

regolamentare la prostituzione libererebbe tante donne costrette a farlo? non so. certamente chi lo fa con interesse deve aver la possibilità di essere riconosciuto come un professionista.

gamma

Mar, 07/01/2014 - 20:22

Scusate, ma non c'è una direttiva comunitaria che impone ai paesi dell'Unione di scoraggiare in ogni modo il vizio del fumo? E i politici italiani invece lo vogliono incoraggiare? Come faranno i genitori a cercare di dissuadere i figli dall'avvicinarsi al mondo della droga se lo stato addirittura li invita a farlo liberalizzandola. Abbiamo già uno stato biscazziere e rovinafamiglie. Ora questo stato canaglia vuol diventare anche spacciatore.

Fracescodel

Mar, 07/01/2014 - 22:08

Ogni individuo adulto dovrebbe avere il diritto inalienabile di determinare il suo ambito privato come meglio preferisce. Il resto si chiama tirannia! Lo Stato e le regole esistono per facilitare la vita dell'individuo; non regolarla, determinarla o limitarla. Lo Stato al massimo dovrebbe proporre informazione valida, cosi' da poter mettere l'individuo nelle condizioni di fare scelte intelligenti. Che poi la marijuana faccia male e’ un discorso molto facile per alcuni ma difficile da capire per molti: tutto fa male, anche l’acqua potabile, se abusato; le ricerche dipingono realta’ false, in quanto la quasi totalita’ delle ricerche sulle droghe sono propaganda demonizzante, in parte finanziate dalle lobbies di industrie farmaceutiche, alcolici, tabacco ed in parte promosse da entita’ e professoroni che si guardano bene dall’offendere questi giganti dell’economia...ergo evitare di perdere cattedra’ e finanziamenti. Per quanto alla pericolosita’, bisogna metterla in contrasto con i lati positivi: da un lato tutte le droghe, soprattutto alcol e sigarette (ma anche i costosi farmaceutici) hanno effetti collaterali; dall’altro lato chi puo’ ergersi come paladino della morale e dettare agli altri di non fare esperienze che nei casi individuali possono migliorare la qualita’ della vita (diversamente dalle menzonie idiote di chi parla contro senza cognizione di merito). Ogni anno, solo in USA muiono piu’ di 15,000 persone, DIRETTAMENTE, per aver usato l’aspirina o l’ibuprofen (statistiche ufficiali); ogni anno alcol e sigarette fanno piu’ morti di tutte le altre droghe messe in sieme, di parecchi magnitudo. Ogni anno le case farmaceutiche ed i dottoroni compiacente schiavizzano milioni di pazienti con farmaci costosi e piu’ che discutibili, con danni ben peggiori della marijuana o di altre droghe da strada. Le droghe leggere e alcune ritenute pesanti sono illegali non perche’ hanno un’impatto forte sulla societa’, ma solo e solamente perche’ sono tutte droghe facilmente reperibili a basso costo se legalizzate, che andrebbero ad intaccare due giganti/mostri economici: le varie industrie soppracitate, e l’impero della malavita organizzata; entrambi padroni e pupari di politici, governi, Stati e istituzioni mondiali. Poi abbiamo la gente ignorante (scusate ma ve lo meritate pienamente) cresciuta bevendosi queste fesserie di regime, che da ragione ai tiranni nel restringere le liberta’ individuali nel privato.

electric

Mer, 08/01/2014 - 06:17

L'uomo che non riesce ad autocontrollarsi non si pone dei limiti: dopo la marijuana vuole provare qualcosa di più forte, e poi ancora più forte. Per quanto riguarda la prostituzione, è vero che esiste dalla notte dei tempi. Ma lo Stato non può e non deve dare il suo beneplacito ad una azione eticamente criticabile. Semmai dovrebbe inasprire le pene per i cosiddetti 'protettori'.

vince50_19

Mer, 08/01/2014 - 08:36

Prima di liberalizzare droghe cosidette leggere per motivi di libertà individuale (io invece penso che gli accattoni governativi, non volendo togliere appannaggi economici ai propri schieramenti in ambito parlamento e, a scalare, in altre organizzazioni dello stato) ritengo sia opportuno avere un parere del ministero della salute, ovvero di possibili riscontri negativi nell'uso di queste droghe in alcuni settori del pubblico impiego e del privato. Penso, ad esempio alle possibili conseguenze di libero uso di droghe in ambito corpi armati e forze armate, in mestieri delicati come la guida di locomotori, autobus, pilotare aerei, guidare in genere etc., altrimenti qui ci si avvia verso una babele non più controllabile che per me causerà danni incalcolabili. E con la giustizia lumaca di cui "godiamo pomposamente" tutt'oggi, tranne casi di "militanza politica di certa magistratura" nei quali la giustizia è più veloce della luce, le cose peggioreranno sicuramente, anche con istituti di pena inadeguati per numero e per struttura (facile far leggi svuotacarceri, negando in quasto caso l'esistenza di una pena certa e definitiva? Eh, "cari" politici: vendete l'anima per il voto, senza se e senza ma). Sulla prostituzione penso sarebbe corretto far pagare le tasse anche alle "fornitrici di servizi sessuali" (termine chic, politically correct della sinistra che ha una maledetta paura persino delle parole; il mio invece tyermine, molto più semplice e comune, le definisce puttane) visto che il mestiere più antico del mondo non può certo passare inosservato anche agli occhi del fisco e che la chiesa si metta l'anima in pace, una volta per tutte.

82masso

Mer, 08/01/2014 - 09:00

aredo...Quanta ignoranza!

kyser

Gio, 09/01/2014 - 20:50

Sono d'accordo con legalizzare, e regolamentare seriamente, la prostituzione, non l'uso di cannabis perchè farebbero sicuramente danni enormi con una legalizzazione praticamente senza regole.

bitonco

Mar, 22/04/2014 - 05:31

Un plauso a Giampaolo Ferrari che ha sparato le migliori ca..ate a commento....che i suoi conoscenti sono morti di overdose fumandosi le canne...le famiglie rovinate coi figli tossici...la dipendenza (?) ...io invece conosco molte più famiglie rovinate perchè i padri andavano a mignotte, uomini che si comprano qualche minuto solo per sentirsi dire che nessuno ce l'ha come loro, che nessuno riesce a soddisfare una donna come loro...poveri dementi