MARONI (LEGA)«Manovra pessima Il governo cadrà prima di Natale»

Il destino del governatore Roberto Formigoni e del voto anticipato in Regione Lombardia dipende da quello del governo Monti che, secondo il segretario federale della Lega Nord Roberto Maroni (nella foto), «non supererà Natale, non mangerà il panettone». Soprattutto vedendo il «fuoco di fila sulla Legge di stabilità: una legge pessima che aumenta le tasse e fa tagli per 2,5 miliardi ai trasferimenti agli enti locali. È una manovra che difficilmente sarà sopportabile da questa maggioranza e se ciò avverrà, ci saranno elezioni anticipate rispetto ad aprile». Di qui il progetto della Lega di un election day in Lombardia che accorpi elezioni politiche e regionali. Per quanto riguarda primarie di coalizione nel centrodestra, Maroni ripete di essere disponibile a correre. Soprattutto dopo l'investitura del popolo padano che nel fine settimana gli ha assegnato il 76 per cento delle preferenze (18 per cento a Matteo Salvini), aprendo la strada alla sua candidatura a governatore. E dopo gli Stati generali del Nord a Torino, ora la Lega annuncia per sabato a Milano quelli con il mondo delle libere professioni. Ieri le dimissioni di Stefania Piazzo da direttore della «Padania», il quotidiano della Lega. Reggenza pro-tempore a Roberto Brusadelli e oggi cda dell'Editoriale Nord per nominare il successore.