Il ministro Severino: "Giusto mantenere segrete le telefonate di Napolitano"

Il Guardasigilli in campo dopo che il Colle ha sollevato il conflitto di attribuzioni per le telefonate tra l'ex ministro Mancino e Napolitano. Di Pietro: "Mortifica istituzioni". Bersani: "Attacco indecente"

Sul duro braccio di ferro tra Quirinale e Procura di Palermo in materia di intercettazioni telefoniche, interviene il ministro della Giustizia Paola Severino. Lo fa dando ragione al Capo dello Stato, senza se e senza ma: "Qualsiasi sia la decisione della Corte Costituzionale sul conflitto di attribuzione nella vicenda delle intercettazioni telefoniche dell’inchiesta di Palermo - puntualizza il ministro - l’importante è mantenere la segretezza delle telefonate del Capo dello Stato"

"Le intercettazioni rappresentano uno dei mezzi importanti di investigazione, ma insieme con gli altri e non possono essere sicuramente l’unico mezzo", ha aggiunto il ministro parlando a Mosca, nel corso di un colloquio con la stampa italiana all’ambasciata d’Italia. "Sono ampiamente regolamentate dal nostro codice" ha aggiunto il responsabile della Giustizia, sottolineando tuttavia che "la cultura dell’indagine prevede sempre che ogni tipo di acquisizione sia accompagnato da alte acquisizioni".

La Severino rammenta poi le parole di Giovanni Falcone , il quale aveva spiegato che "le sole dichiarazioni di un collaboratore di giustizia, non bastano". Tanto più, prosegue il ministro, "al telefono si parla in maniera meno chiara, più criptica e facile da equivocare". E "chiunque abbia avuto l’opportunità di leggere delle intercettazioni si è reso conto di come spesso non si capisca quale sia il contenuto vero delle parole dell’intercettato e se esse fossero accompagnate da un sorriso o da un altro contesto". Le intercettazioni, dunque, sono uno strumento estremamente importante, ma vanno prese con le molle.

La Procura di Palermo: nessuno scontro con il Colle

I magistrati di Palermo fanno sapere di non temere l'esistenza di "macchinazioni o altro" per fermare l’inchiesta sulla trattativa Stato-Cosa Nostra. E la decisione del Quirinale di sollevare conflitto di attribuzioni per la distruzione delle intercettazioni viene vista come una legittima "divergenza di interpretrazioni del diritto", i cui "argomenti giuridici in un senso o nell’altro devono essere dibattutti con la massima serenità". In un'intervista all'Unità il procuratore di Palermo Francesco Messineo sottolinea che "l’iniziativa del Quirinale di sicuro non collide mimimamente con l’indagine che invece può continuare". Tanto più che , ha ricordato Messineo, "è ormai alle ultime battute e il materiale probatorio è per la massima parte acquisito» e quindi "non siamo in una fase in cui l’indagine possa subire un freno o un blocco".

Grasso: nessuna pressione dal Quirinale

 Dal Quirinale "sono stato chiamato a dare contezza della mia funzione istituzionale di coordinamento, non ho subito alcuna pressione e neanche i magistrati di Palermo hanno subito pressione, come dichiarato fin dall'inizio". Così il procuratore nazionale antimafia, Pietro Grasso, ha commentato, a margine di un'audizione alla Camera, il conflitto tra il Quirinale e Procura di Palermo. È una questione giuridica, il nostro ordinamento non prevede una norma specifica, bisogna aspettare il giudizio della Consulta. Il Capo dello Stato - ha aggiunto - non può essere intercettato, lo è stato in modo occasionale. È giusto che un giudice terzo, la Consulta, decida come bisogna comportarsi in questi casi".

Scontro Di Pietro - Bersani

"Si rende conto che una scelta così drastica non nobilita le istituzioni, ma le mortifica? Ecco perchè mi sento mortificato per la sua scelta molto chiusa nell’interpretare la Costituzione. Noi IdV invitiamo i giudici di Palermo a: Resistere, resistere, resistere. In una situazione di questo genere, ma proprio su questo processo, signor presidente, lei ha trovato opportuno sollevare una questione di conflitto di attribuzione?", ha commentato Antonio Di Pietro, scatenando un vespaio di polemiche. Pier Luigi Bersani ha definito "indecenti" le parole del leader dell'Idv: "Non riesco a trovare un’altra parola. Di Pietro sa benissimo, come sanno tutti, che Napolitano non ha nessuna ragione di difendere la sua persona, non ha nessun motivo. Napolitano ha chiesto alla Corte Costituzionale di chiarire un punto delicatissimo che riguarda i rapporti tra i poteri dello Stato e le istituzioni della Repubblica. La Consulta ha questo compito ed è giusto che chiarisca perché tutti vogliamo essere ubbidienti alla Costituzione che è la più bella del mondo e dove c’è un dubbio la Consulta deve chiarire".

Commenti
Ritratto di albino.orioli

albino.orioli

Mar, 17/07/2012 - 15:36

Se si fosse trattato delle telefonate di Berlusconi avrebbero fatto a botte per pubblicarle. Ora, che tocca al Capo dello Stato che è sempre stato zitto nei confronti del Cavaliere, si ritiene danneggiato e non ci sta. Doveva intervenire prima se avesse voluto essere super partes.

bobsg

Mar, 17/07/2012 - 15:42

Pessimo esempio di slappata di sedere.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 17/07/2012 - 15:44

Il ministro Severino: "Giusto mantenere segrete le telefonate di Napolitano" - Per gli altri non c'è problema ...........

gibuizza

Mar, 17/07/2012 - 15:45

La signora o è una ruffiana o deve anche difendere Berlusconi!

Ritratto di lucianoch

lucianoch

Mar, 17/07/2012 - 15:48

Caro Napolitano quando la stessa cosa capitava a Berlusconi sei stato sempre zitto. In pratica eri dalla parte dei "fuorilegge". Io mi sentirei umiliato e farei un comunicato a TV unificate.

generalecuster

Mar, 17/07/2012 - 15:52

Niente di nuovo sotto il sole. Da decenni il Presidente rappresenta solo una parte degli italiani, la sua che nn vincendo mai governa sempre. E' urgentissima la riforma costituzionale il PdR deve essere eletto dal popolo e deve governare non prendere palate di soldi per infrangere le regole democratiche

baio57

Mar, 17/07/2012 - 15:54

Intercettazioni .... diversamente interpetrabili .

ilbarzo

Mar, 17/07/2012 - 15:55

Ma poiche'il Presidente Napolitano da buon cominista non e' super partes,ha ritenuto opportuno non intervenire quando veniva arbitrariamente intercettato il Presidente del Consilio Berlusconi ,anzi trattandosi di persona politicamente avversaria,ne avra' avuto sicuramente piacere.

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Mar, 17/07/2012 - 15:57

Io spero, visto che il buon senso dice che è giusta la posizione di Napolitano, che l'interpretazione della Consulta sia retroattiva. Io spero che venga sanzionato chi ha fatto fino ad oggi un uso spregiudicato delle intercettazioni, chi ne ha fatto un arma politica. Sarebbe ora che in questo paese si riprendesse il senso delle istituzioni ed il rispetto delle regole e delle persone. La furia distruttrice di Bersani, Casini, Di Pietro,Bindi etc..etc.. nel disperato tentativo di eliminare Berlusconi ha consentito che la magistratura acquisisse un senso di onnipotenza tale da sentirsi al di sopra delle regole e delle leggi. Si faccia pubblica ammenda nei confronti dei gravissimi danni arrecati all'Italia per demolire l'avversario politico.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 17/07/2012 - 16:03

La casta si difende...

prodomoitalia

Mar, 17/07/2012 - 16:11

i soliti comunisti...se li tocchi.....ritirano fuori i fucili che avevano nascosto...... finita la resistenza! Ma che BRUTTA GENTE !

Pippo47

Mar, 17/07/2012 - 16:11

Severino dove eri quando toccavano le intercettazioni a Berlusconi e sopratutto come mai quel comunista non si offendeva per gli altri ,totale :fate pena .

papeppe

Mar, 17/07/2012 - 16:12

Speriamo che sia l'inizio di una inversione di tendenza.

Ritratto di TizianoDaMilano

TizianoDaMilano

Mar, 17/07/2012 - 16:12

Real comunist politic

Ritratto di apasque

apasque

Mar, 17/07/2012 - 16:12

MI FA IMBESTIALIRE il comportamento di Napolitano, analogo al "non ci sto" del defunto non compianto. Però, se questo servisse a bloccare una volta per tutte le esagrerazioni illegali di certa magistratura, allora: evviva, finalmente!

Arruffato

Mar, 17/07/2012 - 16:12

Eh beh certo, tutti fedeli alle indicazioni del datore di lavoro (Napolitano) nel governo Monti.

Ritratto di lorel

lorel

Mar, 17/07/2012 - 16:14

Embè certo...i compagnucci non si toccano!! L'emerito (!) delinquente pappa e ciccia con l'altro boiardo "io non ci stò" si arrabbia porello...chi tocca muore (non in senso figurato)...attenti ai carri armati!! E la sciura Severino perchè non si esprime quando "toccano" altri??? Leccapiedi

ilsignorrossi

Mar, 17/07/2012 - 16:14

devono rimanere segrete?...............e da quando,da oggi forse

Cinghiale

Mar, 17/07/2012 - 16:20

Presidente della Repubblica di parte. Nel caso si dovesse dimostrare ancora una volta la sua "partigianeria". Voglio proprio vedere come giustificherà questo suo modo di fare il fedelissimo elettore di sx.

igiulp

Mar, 17/07/2012 - 16:21

Presidente molto democratico........ con il c..lo degli altri.

demeocristofer

Mar, 17/07/2012 - 16:21

stavo pensando che si potrebbe accorpare Natale con Pasqua cosi Cristo nasce e muore.

Ritratto di thewall

thewall

Mar, 17/07/2012 - 16:23

Macchè segreto. Basta con queste stronzate. Gli italiani vogliono avere una politica trasparente... e Napolitano si deve adattare.

igiulp

Mar, 17/07/2012 - 16:24

Siamo il paese dei balocchi. Come penserete che deciderà la corte costituzionale? Si accettano scommesse.

gardadue

Mar, 17/07/2012 - 16:31

RE GIORGIO DA NAPOLI SEI IN MUTANDE VERGOGNA COMUNISTI QUESTO è IL RE CHE L'INTELLIGHENZIA ROSSA VI HA DATO RINNEGATO E BARO

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 17/07/2012 - 16:37

due pesi e due misure.

michele73

Mar, 17/07/2012 - 16:37

La GIUSTIZIA: questa sconosciuta!!... Si affrontano in singolar tenzone da un lato (a sx.) il "garante" della Carta Fondamentale ed, ancor più a manca, un umile partigiano della Costituzione. Il primo, dopo essersi abbandonato a lungo tra le baccia di Morfeo, s'è improvvisamente destato cingendosi la testa con l'elmo di Scipio: "L'intercettazione chiamò!!!", pare abbia invocato... Il secondo, dopo aver trascorso 5 mesi ad organizzare la presentazione dei suoi 3 ultimi capolavori letterari ("Palermo, gli splendori e le miserie, l’eroismo e la viltà", "Io so. Antonio Ingroia racconta il ventennio berlusconiano" e "Il sentimento del giusto, un dialogo nel tempo con Paolo Borsellino") ed a barcamenarsi tra un convegno ed una comparsata televisiva, rivendica ora più che mai la legittimità del suo hobby: la Magistratura!!... Non so voi, ma io ne ho le... TOGHE PIENE! ... Saluti, Michele.

MaiRuss

Mar, 17/07/2012 - 16:42

Con la Severino ci fermiamo alla costituente!! Basta conservatori del tutto cambi per non cambiare nulla!! Elezione diretta, NON inciuci di partiti!

kittpeak

Mar, 17/07/2012 - 16:55

test commento

avellano

Mar, 17/07/2012 - 17:08

Il lupo perde il pelo ma non il vizio!!,, Npolitano e' stato un pavido per tutta la vita e non ha mai avuto il coraggio di denunciare nulla (Vedi Budapest,Mosca ecc.). Se non ci fosse stato Gorbaciov starebbe ancora a parlare di dittatura del proletariato ed altre amenita'. Perché sulle intercettazioni e divulgazione delle telefonate di Berlusconi ha taciuto? Per vigliaccheria o per suo tornaconto politico?

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Mar, 17/07/2012 - 17:18

Brucia essere intercettati:SMEmo per l'avversario:Napolitano dov'era a lezione in Transilvania? Trattativa Stato-mafia, Borsellino subito all'arrembaggio per altri, 17 anni di agonia e per Silvio Berlusconi dal '94 ad oggi e con 28 assoluzioni, “Re Giorgio I” non s'è degnato di aprire bocca e manganellare, ovvero, di cacciare a pedate nel cu** chi usava la Giustizia per fare carriera Politica: piaccia o no, tutti costoro sono arruolati nelle file o seduti in Parlamento, su scranni della Sinistra. Vero o no che a spropositato offrono al Popolo Italiano un Logo elettorale con “ Partito Democratico ” e l'altro dell'Idv di Antonio Di Pietro, dopo la Mercedes, prestiti, lavoretti, case ad eco canone e Sim Cards Elvetiche anti intercettazioni (regalo di Pacini Battaglia, un inquisito deontologica sic...) e per un partitino che ha in cassa 80mld£ cosa dire? Mi chiedo, per quale motivo o keskì era sopra Dio da non essere intercettato e per questo c'azzecca che abusa di un logo Italia dei Valori, quando il nostro Paese l'ha mandato in malora con arresti a gogò azzerando i Partiti secolari d'opposizione tranne il Pci, poi esseri umani stroncati, oppure, lasciati in agonia per un giusto processo che passano 17-20anni e i loro Diritti buttati nel cesso, senza contare le 500 perquisizioni a Mediaset, oltre 30 processi al premier con intercettazioni nella posizione della 4^ carica dello Stato, l'unica eletta su scheda dai Cittadini, ma di cui vanta 28 con assoluzioni con accuse al limite del ridicolo: ci vuole il Mago Otelma col pendolino a decretare che keskì ci marciavano con inesistenti art. di leggi inesistenti, come “ Non poteva non sapere ed Associazione esterno”, ma a parte la mia fiducia a presunti accusati: perchè mai, Penati non è stato arrestato e Papa, Lusi ed altri sì? Bersani e Rutelli non potevano non sapere o incapaci di verificare le furbizie e al secondo di avere in cassa 420 miliardi di lire: erano noccioline o cimette di cicoria che l'abbia venduto fiutando l'affare? Intento, osserviamo che, Aziende uno su tre, devono chiudere, i pensionati stremati, i lavori e disoccupati al limite della povertà, mentre chi sosteneva era giuste i provvedimenti fatte di solo tasse era giustificate “ per ragion di Stato” essi acquistano, vigne Rosse, Yacht, ottenevano leasing e prestiti con vacanze alle Maldive e festeggiare con fiumi di champagne: Bersani, Fini, Casini e Rutelli, pensano che Cipputi&Son e Chiesa, li rivoteranno o li manderanno al Diavolo Rosso, sito in Transilvania o anche keskì non morsicheranno, se al posto di Cipputi&Son ci saranno la plebe multicolor del Gay Pride? Che cosa dire che, il Fondo Monetario Internazionale e Standard & Poor's, tagliano le stime con dati negavi: colpa del Governo Berlusconi o dell'Uomo dei Monti, Bersani e Terzo Polo con la partecipazione di “Re Giorgio I?” Insciallah!

fiducioso

Mar, 17/07/2012 - 17:23

Più alta è la carica, più le persone deludono.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 17/07/2012 - 17:48

Basterebbe andare su reti unificate e dire "non ci stò".Ma ormai il re è nudo.

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Mar, 17/07/2012 - 17:50

'sto vecchio deve pagare per tutto quello che ha fatto, contro gli Italiani e contro Berlusconi. Non merita alcun rispetto. Non se lo è mai guadagnato e ci costa TROPPO!

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Mar, 17/07/2012 - 17:53

Da esimio rappresentante del Cominter a servizio permanentemente attivo,si inalbera dicendo che le intercettazioni devono restare segrete,con l-immediato avvallo della severino,( da Mosca,guarda caso)ora mi chiedo,come mai non è mai intervenuto al riguardo delle centinaia di intercettazioni riguardanti la vita privata di un membro di Governo dove si è potuto conoscere persino la marca delle mutandine delle olgettine messe alla gogna? A Presidè,mò hài scocciato.....

giosafat

Mar, 17/07/2012 - 17:56

Non mi piace il mio Presidente, non mi piacciono tutti quei farisei che ora si stringono attorno alle auguste terga per tentare di salvarle, non mi piace questa dimostrazione di "casta al cubo", non mi piace che il mio Presidente non faccia chiarezza sul suo operato. Tenetevelo voi questo Presidente.

avellano

Mar, 17/07/2012 - 17:57

Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Napolitano è sempre stato un pavido ed opportunista(Vedi Budapest, Unione Sovietica, Praga) Se non ci fosse stato Gorbaciov starebbe ancora a dissertare di dittatura del proletariato ed altre simili amenità. Perchè sulle intercettazioni e divulgazioni su Berlusconi ha taciuto? Opportunismo? Paura? Spieghi.

fiducioso

Mar, 17/07/2012 - 18:01

Più alta è la carica, più le persone deludono.

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 17/07/2012 - 18:15

Mi ripeto, sara come dice lui , ma qui si puo anche ammettere un precedente. Un rappresentante la prossima volta scegliamolo da poeti, scrittori e artisti. Non si puo avere un tizio che rappresenta solo un italiano su 4 come presidente. Specialmente se sono di parte politica.Rivoglio il Re.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mar, 17/07/2012 - 18:19

Per grazia ricevuta, i servi fanno così. Finché si trattava di Silvio Berlusconi, il nemico numero uno di questa gente, tutto era ed è regolare. Ma ancora non riescono a capire che le regole sono tali se valgono per tutti? In quale repubblica delle banane o popolare di vecchio stampo da Europa orientale ci troviamo ormai? Dove ognuno difende se stesso se è qualcuno o se ha i soldi e dove non esiste una legge che difenda tutti. La Costituzione è ormai stata vilipesa più volte e tradita dai suoi stessi garanti che l'hanno usata sempre a scopi personali a partire da due o tre presidenti della repubblica fa.

pavio

Mar, 17/07/2012 - 18:27

Napolitano si erge a giudice di tutti ma non tollera critiche al suo operato.La vicenda e' grave ed il minimo che ci si aspetterebbe sarebbe la trasparenza e quindi la pubblicazione anche delle sue telefonate da parte dei giornali.Comportandosi cosi fa pensare di avere la coscienza sporca.Cio' che mi stupisce di piu' pero' e l'atteggiamento dei giornali anche quelli a lui non vicini come il vostro e libero che in quest'occasione non danno il giusto risalto alla vicenda.Non credo che Napolitano meriti il rispetto che gli portate visti i suoi comportamenti che ci hanno di fatto scippato il nostro voto e le nostre scelte con un golpe bianco.Con che faccia celebrera' la ricorrenza dell'assassinio del giudice Borsellino.

pavio

Mar, 17/07/2012 - 18:28

Napolitano si erge a giudice di tutti ma non tollera critiche al suo operato.La vicenda e' grave ed il minimo che ci si aspetterebbe sarebbe la trasparenza e quindi la pubblicazione anche delle sue telefonate da parte dei giornali.Comportandosi cosi fa pensare di avere la coscienza sporca.Cio' che mi stupisce di piu' pero' e l'atteggiamento dei giornali anche quelli a lui non vicini come il vostro e libero che in quest'occasione non danno il giusto risalto alla vicenda.Non credo che Napolitano meriti il rispetto che gli portate visti i suoi comportamenti che ci hanno di fatto scippato il nostro voto e le nostre scelte con un golpe bianco.Con che faccia celebrera' la ricorrenza dell'assassinio del giudice Borsellino.

franco.curiale

Mar, 17/07/2012 - 18:28

Ho sempre pensato che la Giustizia sia fatta a strati:c'è la Giustizia per i "Signor Nessuno" che dura decenni e va come gli pare, poi c'è quella "comprensiva" per le persone importanti che debbono essere tutelati e salvaguardati, infine c'è quella inflessibile e dura che delle persone importanti ma ritenute "sgradite" ne fa un targhet da colpire anche se hanno solo sbadigliato. E' vero che la Giustizia è uguale per tutti nel senso che è scritto sulle pareti delle aule giudiziarie. Non so il latino ma c'è un detto che significa: "lo scritto resta ma la parola vola" e questo calza con il paragone in quanto la scritta (la Giustizia è uguale per tutti) resta ferma sul muro poi sono le parole , tipo le condanne o le assoluzioni, che volano come e dove gli pare. senior

Ferri Nicolò

Mar, 17/07/2012 - 19:04

Speriamo che passi anche questa burrascosa vicenda quirinalizia!

blackbird

Mar, 17/07/2012 - 19:38

Ma non esiste anche il reato di alto tradimento per il quale il Presidente può essere messo sotto accusa? Secono me è alto tradimento proteggere chi si è dimostrato, nei fatti, associato esterno alla mafia proteggendo i mafiosi finiti in galera. La lotta alla mafia non ammette ammiccamenti e patti segreti, altrimenti è applicazione del sistema mafioso. Chi ha sbagliato deve pagare ed essere messo al pubblico ludibrio. Troppi hanno sacrificato la vita per combattere questo fenomeno oscuro che grava su tutto il Paese e sull'immagine degli italiani all'estero. I politici che hanno ritenuto di sacrificare la vita di uno di loro pur di non dare alcun rconoscimento alle BR erano di tutt'altra pasta.

enzo1944

Mar, 17/07/2012 - 19:44

caro napoletano,non sei ancora Gesù Cristo ed invece devi sapere che sei solo SOPPORTATO DA PIU' DELLA META' DEGLI ITALIANI!!....E' ora che te ne vada,anche perchè NON SEI MAI STATO SUPER PARTES,anzi hai lasciato offendere e vilipendere l'Italia,permettendo di lasciar insultare Berlusconi,Capo del Governo,eletto dal Popolo Italiano,solo perchè TUO AVVERSARIO POLITICO!......Via e di corsa,cialtrone di pdr! Vergognati per i tuoi SILENZI e vergognati pure per AVERE USATO LA COSTITUZIONE,solo quando ti serviva,ed A SENSO UNICO!Vattene via!!

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 17/07/2012 - 20:21

aaa adesso il colle invoca il GIUSTO Segreto sulle conversazioni di alte personalita'' si istituisca il concetto di attentato alla sicurezza nazionale, e spionaggio..e si agisca con questi pm di conseguenza, interrogatorio financo l'arresto, altre soluzioni non ce ne sono.

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mar, 17/07/2012 - 20:32

Un altro schiavo di un padrone molto discutibile...

Il giusto

Mar, 17/07/2012 - 20:42

Ai coerenti a giorni alterni...l'unico giornale e l'unico politico coerenti sono Il Fatto e Dipietro!Guarda caso l'unica destra in Italia!Il resto è di proprietà di omini piccoli piccoli!!!1 invio 20.41

Ritratto di VT52na

VT52na

Mar, 17/07/2012 - 20:52

... «comunista nel sangue» (Napolitano) fin dalle origini !!! ... quindi cosa volete sperare "CARI LETTORI del ilGiornale" ???

Ritratto di VT52na

VT52na

Mar, 17/07/2012 - 20:51

... «comunista nel sangue» (Napolitano) fin dalle origini !!! ... quindi cosa volete sperare "CARI LETTORI del ilGiornale" ???

tofani.graziano

Mar, 17/07/2012 - 21:13

Ci sono intercettabili e diversamente intercettabili...che schifo

giusto1910

Mar, 17/07/2012 - 21:22

Oggi abbiamo capito che la Democrazia in Italia é una gran balla!!! Grazie Presidente per avercelo fatto capire così chiaramente!!!

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Mar, 17/07/2012 - 22:10

l'ho sempre detto che Napolitano ha sostituito degnamente il peggior presidente della repubblica che abbiamo mai avuto....a quando un intervento a reti unificate per dire "io non ci sto" ??????

giovannibid

Mar, 17/07/2012 - 22:20

ma come per questo presidente non "ELETTO" tanti riguardi invece per il PRESIDENTE DEL CONSIGLIO eletto da milioni di italiani nessuna protezione? Ma che razza di magistratura abbiamo? Questi neri magistrati non dovrebbero emettere sentenze "IN NOME DEL POPOLO ITALIANO" ma in nome del presidente della repubblica VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

raffaele capretti

Mar, 17/07/2012 - 22:35

Mi vergogno di essere rappresentato da un simile presidente. Falso e ipocrita. Addsstrato a Mosca, cmunista della prima ora, e uno di quelli che ha portato allo sfascio questo paese dal dopo guerra ad oggi,contribuendo a creare l'enorme debito pubblico che è la causa di tutti i nostri mali. Riesce a dire cose banali (tutti i giorni) spacciandole per sacre verità. Ci prende per i fondelli e ci costa pure 250 milioni l'anno. Dopo altri due settennati disastrosi è senz'altro questo il peggiore. Si comporta da dittatore facendoci credere di essere un buon padre di famiglia. Vomitevole!!!

Ritratto di mark 61

mark 61

Mar, 17/07/2012 - 23:08

bisogna pubblicare tutto altro che censurare

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Mar, 17/07/2012 - 23:25

Antonio Di Pietro a Colle:mortifica Istituzioni Una volta si scriveva sui muri Pci e lo correggevano in Porci,l'Msi in $$:ora Cu**$Camicia in una sorta di Partito definito Catto-Comunista-Fascista che da 60a questo Governo irresponsabile con incoscienza ha le chiavi dell'Economia e i bottoni da far pigiare nella stanza del potere per questo,prima lasciano crepare all'estero il mio amico Craxi,poi dal '94,si continua ad ostacolare di Governare i Governi presieduti dal Cavaliere Silvio Berlusconi che dimostra che il suo partito non era di plastica e di avere le Pa** le 28 assoluzioni dichiara che la Giustizia è cloaca,pedigree o DOC che puzza di Giustizialismo,iniziato proprio dai leaders dell'Idv, Tonino e Occhetto che quand'era in Marocco ordinava di votare contro le opinioni di 3 giornalisti e membri del parlamento che vennero condannati: spiegatemi come possono sfoggiare questi Valori e Democrazia,se per Tonino,cchiste“non poteva non sapere”del miliardo che andava alla sorella Paola Occhetto petr l' Ecolibri di Torino e il Kompagno"G"era solo deviato e per i miliardi che entravano sino all'ascensore di Botteghe Oscure?Mani Pulite: fantasilandia o realtà rimasta impunita,perchè nessuno ha chiesto una Commissione sulla Giustizia perchè come questo Governo tutto era buono ed abbondante condito di odio e le ultima parole del“Democratico agghiacciante”Bersani,mentre per altri malcapitati hanno tribolato e messi alla gogna per ben 17 anni per Formica,Mannino e 10 per l'ex Ministro Saverio Romano.Vedete ho fatto tanti sit-in e fatto Politica nel mondo,ma esprimendo i miei pensieri,mai un insulto a chicchessia:si può chiamare Giustizia usando estintori e trave,poi candidare i parenti o peggio ancora perchè l'Amare Petrus e“Re Giorgio I”non impugnano l'elezione di D'Elia o non era un terrorista, riconoscenza e di che?Cchiste sarà pure cambiato:ma a me,chi mi ridarà i miei genitori e 48a di dolore e solitudine crescendo da minore,orfano e con un fratellino 13enne da crescere?SMEmorati del botteghino elettorale,ma accetta regalini:Mercedes,prestiti,casa ad eco-canone cellulari con Sim Cards Elvetiche intercettazione può definirsi Democratico o avere Valori? http://vincenzoaliasilcontadino.blogspot.it/

erminiamusolesi...

Mer, 18/07/2012 - 00:11

re giorgio si arrabbia e invoca la consulta....non si possono registrare e tantomeno pubblicare dette registrazioni.....e dov'era quandosuccedeva a Berlusconi?gli faceva comodo x eliminare un Presidente del consiglio eletto dal popolo x mettere una persona di sua fiducia?x questo non parlava?adesso che toccano lui x cose serie e non x cose che non dovrebbero interessare a nessuno,visto che a casa propria e con il suo ognuno ha diritto di fare ciò che vuole,si arrabbia?la legge non dovrebbe essere uguale x tutti?Spieghi alle persone che provvedono a mantenerla,non bene,MEGLIO,il motivo del suo silenzio di allora e la presa di posizione di adesso....Erminia

giuseppe.galiano

Mer, 18/07/2012 - 05:50

Questi, si che sò ministri! Non come quelli che aveva il Cav. che facevano finta di niente....Ma a chi cazzo la vogliono dare ad intendere sti buffoni?

primula

Mer, 18/07/2012 - 07:37

visto!!!!!!! molleranno nonno giorgio e zio nicola e vireranno dritti su dell'utri e silvio..............fra 20 anni indagheranno sui figli di silvio e forse i nipotini................ E' la giustizia italiana bellezza...............

paola_2012

Mer, 18/07/2012 - 07:51

Tutti servi del padrone Napolitano. Una volta tanto Di Pietro è coerente, forcaiolo è e forcaiolo rimane anche nei confronti del capo

Ritratto di Situation

Situation

Mer, 18/07/2012 - 08:16

l'unica cosa INDECENTE veramente è la posizione di Bersani. Ancora non ci si rende conto che la riforma della magistratura (intercettazioni incluse) è la madre di tutte le riforme? Il paese non "va avanti" a causa di queste facce di bronzo trinariciute. Cosa si vuol cambiare quando una parte è solo mossa da becera ideologia alla Pol Pot?

Ritratto di Situation

Situation

Mer, 18/07/2012 - 08:20

l'unica cosa INDECENTE veramente è la posizione di Bersani. Ancora non ci si rende conto che la riforma della magistratura (intercettazioni incluse) è la madre di tutte le riforme? Il paese non "va avanti" a causa di queste facce di bronzo trinariciute. Cosa si vuol cambiare quando una parte è solo mossa da becera ideologia alla Pol Pot?