Mira, la giunta Cinque Stelle toglie le deleghe all’assessore incinta

Scoppia lo scandalo a Mira (Venezia). L'assessore Agnoletto rimane incinta e perde le deleghe. Il Comune si difende: "Lavorava poco"

Roberta Agnoletto, assessore del Comune di Mira

L'assessore rimane in cinta e la giunta di Alvise Maniero le toglie le deleghe. A Mira (in provincia di Venezia) scoppia uno scandalo a Cinque Stelle. A denunciare il sopruso ai consiglieri e ai dipendenti comunali è stata la diretta interessata. Come riportato dal Corriere del Veneto (leggi l'articolo), l’avvocato Roberta Agnoletto ha scritto una mail per spiegare ai colleghi il dolore che sta patendo a causa della decisione presa dalla Giunta grillina.

Un fulmine a ciel sereno. Uno scandalo che porta il comune di Mira al centro della polemica politica. Da sempre le donne che rimangono incinta rischiano di essere pesantemente sfavorite sul luogo di lavoro. Per la prima volta, però, un segno in questa direzione viene dato dalla politica. A comunicare la brutta notizia alla Agnoletto è stata, a fine gennaio, il presidente del Consiglio comunale Serena Giuliato riportando la volontà dell'Amministrazione comunale di procedere a una sua sostituzione "a causa della gravidanza e, quindi, dell’imminente parto e degli impegni materni conseguenti". Sostituzione che, come spiegato dallo stesso assessore, dovrebbe operare dalla fine di marzo 2013. La Giunta grillina, però, ha immediatamente rispedito al mittente le accuse. "Non la si sostituisce perché è incinta – ha spiegato la Giuliato – la motivazione è che è necessario rivedere le deleghe alla luce del carico di lavoro maggiore degli ultimi tempi e la Agnoletto è effettivamente poco presente". Insomma, stando a quanto riportato dal presidente del Consiglio comunale, la decisione della Giunta sarebbe da attribuire al fatto che l'assessore non lavora molto e, quindi, nella logica del rimpasto vengono ridimensionate le sue mansioni. In realtà, la Agnoletto è poco presente in Comune solo perché ha accettato l’incarico part time per le deleghe allo Sport e all’Ambiente. A fronte di tutto questo, l'assessore bolla come "assurde e infondate" le motivazioni addotte dal Comune di Mira. E, nella mail scritta nei giorni scorsi, ammette di sentirsi colpita nel profondo dalla decisione della Giunta di volerla sostituire. A conti fatti, soltanto l’assessore Orietta Vanin ha, infatti, preso le sue difese accusando apertamente l'operato dell'amministrazione comunale.

Commenti
Ritratto di venividi

venividi

Mer, 13/02/2013 - 15:46

Un po' maschilisti, questi grillini, vero ?

max.cerri.79

Mer, 13/02/2013 - 15:56

Non riesce ad essere presente, inevitabilmente, quindi viene sbattuta fuori senza prendere soldipubblici? Dov'è l'ingiustizia?

max.cerri.79

Mer, 13/02/2013 - 16:08

Aggiungo al commento di prima, perchè se fa meno le viene dato meno....?....spero...

fan.fan

Mer, 13/02/2013 - 16:09

Giusto @venividi .. Si sono confermati fuori di testa !

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mer, 13/02/2013 - 16:14

max.cerri.79, lei vive probabilmente nel XIX secolo. Il suo ragionamento dovrebbe valere allora ovunque...

Amon

Mer, 13/02/2013 - 16:22

cacciassero tutti quelli che non producono il parlamento sarebbe vuoto

intrepido

Mer, 13/02/2013 - 16:38

secondo i benpensanti la città doveva rimanere senza assessore.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mer, 13/02/2013 - 16:41

Il movimento 5 stelle rivela delle connotazioni fasciste,comuniste e clericali.

emilio canuto

Mer, 13/02/2013 - 16:45

mi pare giustissimo. Ti assenti, non ci sei, il tuo incarico va ad un altro che sarà presente. L'incarico pubblico non è mica un posto di lavoro . Ti sei candidato per fare un lavoro, non lo fai, dovresti essere tu "da onesto" a dare vle dimissioni!! Credo che saranno così, nei fatti, la maggioranza dei grillini eletti. Scapperanno subito in altre formazioni, oppure ignobilmente nel gruppo "misto" alla faccia degli elettori!

Ritratto di stufo

stufo

Mer, 13/02/2013 - 16:50

Che accozzaglia...e pretendono di dare lezioni.....

buri

Mer, 13/02/2013 - 17:10

Ma guarda guarda, i bravi grillini di Mira, dopo la battutaccia di Grillo sull'orgasmo causato dalla presenza in TV as una donna aderente al suo movimento, possiamo intuire la grande considerazione che i grillini hanno delle donne

davidebravo

Mer, 13/02/2013 - 17:13

Un incarico politico non è un lavoro! E' un impegno a termine, un contratto con un obiettivo ben preciso. NON è un impiego che da garanzie fino al termine del mandato. Se il politico non può presenziare, anche per una maternità, deve rinunciare per il tempo che gli serve e dedicare il suo tempo alla propria famiglia. Qualcuno può storcere il naso ma la politica NON deve dare garanzie, altrimenti troveremmo sempre gente attaccata alla poltrona. In estremo si avranno situazioni come questa, ma è uno scotto da pagare per politici più credibili.

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Mer, 13/02/2013 - 17:20

@MAX.CERRI.79@ - Lei ci è o ci fa?! Vive sulla Terra o su Marte?Mi fermo quì altrimenti potrei sembrarle leggermente offensivo!!

odifrep

Mer, 13/02/2013 - 17:36

Così come, ultimamente, anche "le dimissioni del Papa" e, qualsivoglia altro esempio : I PANNI SPORCHI SI LAVANO IN FAMIGLIA. Saluti.

Ritratto di massacrato

massacrato

Mer, 13/02/2013 - 18:16

VOLEVO commentare e spiegare, ma altri lo hanno già fatto. Per cui mi limito a SOTTOLINEARE: L'INCARICO POLITICO NON E' UN LAVORO e non serve a sostentare le persone, ma a servire il popolo. Almeno, così dovrebbe essere.

eb

Mer, 13/02/2013 - 18:19

la cosa divertente è che il sindaco a dichiarato di non poter rispondere alla stampa perché, per risparmiare, il comune non ha più un ufficio o un addetto stampa :)

sbaffone

Mer, 13/02/2013 - 18:20

ai tuttologi del forum oltre a criticare mi piacerebbe che diate anche le soluzioni.I FATTI:un assessore donna rimane incinta e non può esercitare appieno le sue funzioni e con l'andare avanti della gravidanza le cose potrebbero peggiorare.SOLUZIONI:A)lasciare le deleghe all'assesore anche se impossibilitata a svolgere il suo lavoro B)nominare un altro assessore con le stesse deleghe e con altra diaria per svolgere il medesimo incarico..........ma siete sicuri che i cittadini di quel comune non approvino il taglio dei costi dell'amministrazione?

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Mer, 13/02/2013 - 18:44

Dal campo grillino proviene sempre maggiore puzza di marcio.

hectorre

Mer, 13/02/2013 - 18:49

sembra più una setta che un movimento...

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mer, 13/02/2013 - 18:52

Evviva il partito del neo-medioevo: sei in cinta devi restare a casa alla faccia dello statuto dei lavoratori!

pinolino

Mer, 13/02/2013 - 19:56

Quindi si ritiene giusto, anzi doveroso, che la "missione al servizio del cittadino" sia l'unico impiego in cui non sono previste tutele per la maternità. Complimenti, è certamente un ottimo metodo per "mettere le cose in chiaro" nei confronti delle giovani donne che pensano di avvicinarsi alla politica.

Ritratto di venividi

venividi

Mer, 13/02/2013 - 20:18

Che poi a una donna incinta si dovrebbero fare ponti d'oro perché il figlio che metterà al mondo ti pagherà la pensione. Ma a questo molti non ci arrivano e vedono le donne incinte solo come un peso.

efialte

Mer, 13/02/2013 - 20:38

avete paura di perdere i finanziamenti all'editoria eh???? avete paura e fate bene!!!

ennio1963

Mer, 13/02/2013 - 20:47

Ovidio Gentiloni, non ho mai sentito degne parole uscire dalla sua bocca, ma dire che nel M5S c'è del marcio, si dovrebbe lavare la bocca con il sapone, visto che state tanto a criticare l'operatodel sindaco, se avete il coraggio andate a vedere che casa ha fatto il sindaco di Mira in questi sei mesi rimarrete sbalorditi, altro che Pd o Pdl.

ennio1963

Mer, 13/02/2013 - 20:49

Venividi ma che cosa dici, guarda che la signora lavorava 2 ore alla settimana, e come mestiere fà l'avvocato. Prima di parlare a vanvera informatevi.

KARLO-VE

Mer, 13/02/2013 - 21:53

Se al posto di scrivere tante ca---te vi informaste meglio o magari riportaste almeno la versione del sindaco che spiega i veri motivi del suo allontanamento, fareste un giornale piu obiettivo, poi ognuno magari potrebbe farsi la propria opinione in merito, ma parlare di obiettività con voi è come parlare di aglio in casa dei vampire

Ritratto di Matteo5s

Matteo5s

Mer, 13/02/2013 - 22:05

State cadendo nel ridicolo, mi meraviglia che c' e' pure qualcuno che vi crede, state cercando in tutti i modi di fare lo scoop sul m5s, oggi avete scritto quattro, cinque articoli, basta, parlate di sport magari in prima pagina, le elezioni per voi sono game over, vi asfaltiamo..........

Ritratto di AlbertodaLecco

AlbertodaLecco

Mer, 13/02/2013 - 23:07

Non sto a farla lunga: se le magagne (o presunte tali) di un sindaco sono automaticamente proiettabili sull'intero pertito (o movimento) che lo ha nominato, sia Berlusconi che Bersani sarebbero da fucilare in piazza. Per non andare lontano: vedasi l'ex sindaco di Buccinasco del PdL e l'ineffabile Rosa Russo Iervolino (bisogna toccarsi per scaramanzia quando si cita questa iattura umana dalla voce da gremlin). Quindi, siete ridicoli con questo articolo lancia-fango. Votermò Movimento 5 Stelle: vi saluto.

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Mer, 13/02/2013 - 23:14

Perché scandalizzarsi se la Giunta ha ritirato le deleghe all'Assessora? La gentile signora si è candidata alle elezioni comunali per governare o per fare figli? Se si è candidata per fare figli... ha sbagliato candidatura! Se si è candidata per governare... poteva pur prendere qualche precauzione! Ormai i preservativi si vendono anche al supermercato! Forse che a Mira e dintorni lei preservativi avevano finito le scorte?

Ritratto di illuso

illuso

Mer, 13/02/2013 - 23:21

Mira è un ridente comune della Riviera del Brenta da sempre amministrato dalla sinistra...da qualche mese è amministrato da un sindaco "grillino". Mi risulua che la signora in questione sia al settimo mese di gravidanza e sarebbe stato logico e naturale che lei stessa avesse rinunciato alle deleghe per portare a termine serenamente la gravidanza e nel contempo lasciare ad altri il compito a lei assegnato. Premetto che assolutamente non sono un "grillino", ma condivido al 100% la decisione del movimento di sospendere la signora dall'incarico. Sinceramente non vedo nessun scandalo, anzi, un atto dovuto alla cittadinanza che pretende efficienza.

Ritratto di illuso

illuso

Mer, 13/02/2013 - 23:22

Mira è un ridente comune della Riviera del Brenta da sempre amministrato dalla sinistra...da qualche mese è amministrato da un sindaco "grillino". Mi risulua che la signora in questione sia al settimo mese di gravidanza e sarebbe stato logico e naturale che lei stessa avesse rinunciato alle deleghe per portare a termine serenamente la gravidanza e nel contempo lasciare ad altri il compito a lei assegnato. Premetto che assolutamente non sono un "grillino", ma condivido al 100% la decisione del movimento di sospendere la signora dall'incarico. Sinceramente non vedo nessun scandalo, anzi, un atto dovuto alla cittadinanza che pretende efficienza.

Ritratto di massacrato

massacrato

Mer, 13/02/2013 - 23:48

Far l'assessore NON E' UN LAVORO. Sei impegnato pochissimo (soprattutto in un paesino) e continui a fare il lavoro che hai sempre fatto; però quel poco che l'assessorato richiede va fatto e non puoi tenerti le deleghe se non lo puoi più fare (per qualunque motivo). L'assessore non è un dipendente con tutele sindacali, è un collaboratore pro tempore del sindaco, che lo può sbatter fuori dalla giunta comunale COME E QUANDO VUOLE, anche senza nessuna ragione plausibile.

eb

Mer, 13/02/2013 - 23:49

oltre al gesto del sindaco, che è molto brutto, la cosa peggiore è leggere i commenti di chi tenta di difendere l'indifendibile.... ma perché lo difendete? mandiamolo a casa questo sindaco!!! ha fatto una ca***ta mostruosa!!!

Sambecket2

Gio, 14/02/2013 - 00:33

Altra faziosita. La gravidanza non c'entra nulla. L'assessore per suoi impegni poteva essere solo presente 2 giorni alla settimana perche ovviamente e' un avvocato e fa un altro lavoro. Quindi l'hanno sostituita con un altra persona. Ovviamente il grande Il Giornale, che non pubblica mai i miei commenti, continua nella sua faziosita E in tutti modi anche se fosse, un lavoratore non ha diritto a perdere il lavoro nel caso sia incinta, ma la delega di Assessore invece puo essere ritirata in qualsiasi momento. Continuante cosi Il giornale....

ruberorubisa

Gio, 14/02/2013 - 08:04

non ci vedo niente di strano e soprattutto illegale.Si faccia la maternità come di fatto stava già facendo e quando ha finito torni.

ruberorubisa

Gio, 14/02/2013 - 08:27

andate al blog potrete vedere il video e valutare.