Mps, lo scandalo partì dalla banca "dalemiana"

Nello speciale Tg5 l'acquisizione dell'istituto salentino "vicino" all'ex segretario Pd

Si chiama Lo scandalo di babbo Monte il reportage sulla vicenda Monte dei Paschi del vicedirettore del Tg5 Andrea Pamparana (in onda stasera alle 23.30 su Canale 5) che ha seguito il caso giudiziario sul campo negli ultimi mesi. Un viaggio a tutto tondo nel pasticciaccio senese che approfondisce anche un'operazione «datata» ma significativa, come l'acquisizione da parte di Mps dell'istituto di credito salentino Banca 121, che anticipava un modus operandi (tra sovrapprezzo pagato, ruolo della politica e intervento della Fondazione) poi ritrovato nella controversa acquisizione di Banca Antonveneta.
D'altra parte anche i vertici di Banca 121, vicini a Massimo D'Alema, transitarono in Mps dopo la fusione. De Bustis divenne dg, e proprio lui portò Gianluca Baldassarri (quello della «banda del 5 per cento») in Monte Paschi, e nel gruppo dei salentini c'era anche Filippo Gorgoni, il componente dell'attuale cda di Mps recentemente oggetto di perquisizione, che è anche socio della «Milano Pace», società immobiliare che finanziava l'ex presidente della Provincia di Milano del Pd, Filippo Penati. Se nel mirino dei pm è finito il «groviglio armonioso» che, a Siena, gestiva la banca più antica del mondo, lo Speciale Tg5 di stasera non affronta solo la verità giudiziaria, ma anche quella politica. Su quest'ultimo fronte l'errore, sembra appunto suggerire lo speciale di Pamparana, non è stato tanto l'intromissione della politica nella gestione della banca, ma il modo in cui la politica ha agito, scegliendo persone spesso più fedeli alla linea del partito che capaci. Certo, il controllo di una banca, attraverso il credito, garantisce un sicuro ritorno sotto forma di consenso politico. Ma il ritorno d'immagine diventa negativo se quel controllo non impedisce una gestione fallimentare.

Ora, infatti, Mps è una vicenda anche giudiziaria. Il primo fronte a coinvolgere i vecchi vertici è l'indagine sull'aeroporto di Ampugnano, che vede indagato l'ex presidente Giuseppe Mussari, e che soprattutto si è basata su un gran numero di intercettazioni. Sono finite registrate le chiacchiere di Mussari e dell'ex sindaco Ceccuzzi con molti politici, anche nazionali, ed è questo il fronte che preoccupa forse di più il Pd, tanto che i legali di Mussari hanno chiesto la distruzione delle telefonate non attinenti all'indagine. Ma molte sarebbero confluite nel fascicolo su Antonveneta. A mettere ordine nel caos Mps, dunque, prova stasera Pamparana. Ricostruendo la vicenda, dalle origini del crac al suicidio del responsabile comunicazione David Rossi, con servizi e interviste. Ex sindaci, ma anche dipendenti del Monte. Come Emanuela Anichini, sindacalista, che implora la verità sul caso. Palesando il timore che i «poteri forti» insabbino tutto.

Commenti

hectorre

Mar, 19/03/2013 - 08:47

tranquilli,sparirà tutto come la neve di marzo...domani non se ne parlerà più.....quello che mi stupisce è l'assoluta riservatezza delle indagini mps...non è trapelata nessuna indiscrezione,nessuna intercettazione,non un nome(tranne i dirigenti della banca)...forse conviene avere un governo di sx,se gestissero l'italia come fanno con i loro interessi privati,non saremmo secondi a nessuno!!!!!!...e se creano voragini,tranquilli,bersabond e tutto si aggiusta......

gigi0000

Mar, 19/03/2013 - 08:59

I SINISTRI BUFFONI non sono mai implicati in niente.

linoalo1

Mar, 19/03/2013 - 09:17

Come mai nessuno ne parla più?Se ci fosse stato di mezzo Berlusconi,apriti cielo!Tamburi,tam-tam,edizioni speciali a non finire!!Forse,per qualcuno,questo silenzio ha un significato?Lino.

sergei

Mar, 19/03/2013 - 09:27

D'Alema quando deve rubare agisce in grande vedi il caso MPS e il caso Telecom quando da Presidente del Consiglio diede il via libera a Colaninno ( chi era costui demerito sconosciuto ) ad una OPA di circa 50.000 miliardi di lire!!!!!!!!!!! credete che dietro a queste operazioni il famoso 5% non sia percepito. Mi dispiace per i soci della banca e dei clienti ma avrebbero dovuto aprire gli occhi con la presenza di esterni nella gestione e nel CDA basti pensare che MPS assume solamente dei senesi al massimo della Provincia e proprio in ultimo dei toscani, alla faccia dell'autogestione e della libera collaborazione. D'Alema deve restituire il tutto......purtroppo non succederà nulla in quanto vi siete chiesti che su questa ladroneria non ci sono articoli spinti, nessuna fuga di notizie, omertà assoluta dei Magistrati certo questo sarebbe per tutte le inchieste come mai solo per questa hanno applicato il dovere professionale. Se si dovesse verificare che i DS sono implicati fino al collo uscirebbero dalla politica e tutti i loro dirigenti cacciati a calci in culo. Poichè i DS sanno gestire le autorità il tutto sarà appagato da uno strato di merda e il tutto congelato per la buona pace dei senesi.

nexux

Mar, 19/03/2013 - 09:43

a parte voi e Canale 5, la notizia MPS è già sparita dai media e la magistratura insabbierà tutto come ha fatto con penati, vendola ecc.ecc.

Rossana Rossi

Mar, 19/03/2013 - 10:09

Ma guarda caso è tutto sotto silenzio.......mentre i 'giudici' si fanno in quattro per correre dietro alle stupidaggini che riguardano Berlusconi.......che schifo........

bruna.amorosi

Mar, 19/03/2013 - 11:12

state attenti voi del giornale troverete un magistrato sempre pronto a condannarvi se date notizie circa la Sporcizia dei kompani .

hectorre

Mar, 19/03/2013 - 11:32

e i sinistrati, come tanti str..uzzi, infilano la testa sotto la sabbia....diventa imbarazzante commentare certe notizie....aggrappati al processo ruby, come i tossici si aggrappano alla loro dose quotidiana.....

Sandro'75

Mar, 19/03/2013 - 11:40

Una sinistra presentabile...............

cast49

Mar, 19/03/2013 - 11:45

linoalo1, BERLUSCONI E' L'UOMO DA ABBATTERE, MICA D'ALEMA, BERSANI, VELTRONI E CO., TUTTI HANNO CHIESTO CHE SE NE PARLASSE IL MENO POSSIBILE E I MAGISTRATI AMICI SI CONO CALATI LE MUTANDE...NON SI LAMENTINO SE BERLUSCONI LI SPUTTANA, E' COSA BUONA E GIUSTA.

eglanthyne

Mar, 19/03/2013 - 12:22

La Anichini è una veggente?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 19/03/2013 - 13:11

L'amministrazione è una scienza esatta, ma Bersani non l'ha studiata e dunque non sa fare di conto. Per questa sua incompetenza attira a sè, come le mosche a non dico cosa, i vari Lusi, Penati, Mussari, Baldassarri. Morale: Quando Bersani monta in scranno oh che puzza, oh che danno...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 19/03/2013 - 13:27

Comunque al poveretto volato giù dalla finestra di schiena, così si vede dale registrazioni delle telecamere, sono spariti computer e telefonino, però prima, il suo interlocutore che si avvicinava, lo teneva in ufficio a parlare sul fisso, per essere sicuro di trovarlo... Morale: I PD prima hanno cominciato ad ammazzare i bambini con l'aborto, poi ad ammazzare i vecchietti con l'eutanasia. Ora, gente così, volete che si faccia degli scrupoli? E, la sai l'ultima, adesso vorrebbero la Presidenza della Repubblica con tanto di servizi segreti... Vade retro.

ugsirio

Mar, 19/03/2013 - 13:28

Sappiamo tutti come finrà: a tarallucci e vino

angelomaria

Mar, 19/03/2013 - 17:51

mom sara' che i cari sindacalisti vivano col fifa marcia perche coinvolti non sara'!?