La notte più lunga di Letta incerto fra il bis e gli Esteri

Il premier oggi al Colle: deve decidere se accettare il "congelamento" a Palazzo Chigi con un nuovo governo o lasciare il posto a Renzi

Roma - È la notte più lunga per Enrico Letta. Dopo l'incontro Renzi-Berlusconi si trova davanti ad un bivio; per queste ragioni, oggi si consulterà anche di persona con il capo dello Stato. Ha di fronte due strade: accettare che sulle riforme in Parlamento si ri-formino le vecchie larghe intese (con tutto quel che ne consegue), oppure lasciare Palazzo Chigi. E magari trovare una collocazione al ministero degli Esteri, dopo l'endorsement ricevuto l'altra sera proprio dal segretario del suo partito, che in tv ha apprezzato come il premier si muova a suo agio nella politica internazionale. Lasciando Palazzo Chigi proprio a Matteo Renzi. Ma nessuno degli azionisti di maggioranza del governo gli chiede di dimettersi: non glielo chiede Berlusconi, non glielo chiede Renzi, che ha pure creato un gettonatissimo hashatag su Twetter: #enricostasereno. Al contrario. Il percorso individuato da Renzi e Cavaliere presuppone la permanenza di Letta a Palazzo Chigi. Ma con una nuova agenda ed una nuova squadra per portarla avanti. Un Letta-bis, insomma. Ma Enrico riuscirà a recuperare parte del cinismo politico necessario per l'operazione? In base a quel che fa filtrare parrebbe di si. Al momento, prova ad allontanare il calice della scelta: ha tutta una notte per riflettere.
«L'incontro di oggi pare andare nella buona direzione», commentano fonti di Palazzo Chigi. «Siamo infatti da tempo convinti della necessità di una riforma costituzionale e della legge elettorale che tenga insieme le forze di maggioranza e i principali partiti dell'opposizione». In questo modo, però, in Parlamento si formerebbero due maggioranze: una sulle riforme, una sugli atti ordinari del governo. Situazione complicata. Per questo, tutte le opzioni sono sul tappeto. E quella meno fantasiosa e più realistica sarebbe proprio quella di un Letta-bis. Con una crisi pilotata, consultazioni lampo, reincarico. Ma, soprattutto, nuova lista di ministri: più bilanciata e più rispettosa degli equilibri di rappresentanza parlamentare. In cambio, i movimenti oggi  sovradimensionati potrebbero avere la garanzia di rinviare le elezioni nel 2015, se non oltre. In altre parole, dovrebbero dimagrire nella rappresentanza al governo, con la garanzia di avere il tempo sufficiente per consolidarsi elettoralmente. Ma Pietro Nenni ricordava che «la politica cammina sulle gambe degli uomini». E né Berlusconi né Renzi sono - al momento - certi che Enrico Letta accetterà lo schema che hanno concordato. Ignorano la reazione del premier, anche se circolano voci di telefonate tra loro. A Palazzo Chigi la parola d'ordine è «cautela». Soprattutto prima che il premier non abbia letto con il capo dello Stato la nuova situazione politica. Che li riporta alle vecchie larghe intese; quelle che valevano prima del 27 novembre.

Commenti
Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 19/01/2014 - 10:05

Sallusti datti da fare con la macchina del fango oggi la vittima designata è LETTA

angelomaria

Dom, 19/01/2014 - 10:13

o andare finalmente a casa

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 19/01/2014 - 10:42

Ma che esteri. Si deve togliere dalle palle, mettiamo un traditore come ministro degli esteri?

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Dom, 19/01/2014 - 10:58

....mark61...tornatene a dormire...è la cosa che sai fare meglio.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Dom, 19/01/2014 - 11:04

Il problema principale per la permanenza di Letta al governo mi sembra il crescente dualismo con Renzi nella leadership di governo. Se il vero "deus ex machina" che guida il processo di riforma delle istituzioni, s'incontra con gli altri leader politici senza problemi, e - in definitiva - guida il governo, è Renzi, allora non si comprende perchè continuare a mantenere Letta in carica, quando poi Renzi finisce per contare più di lui sulla scena politica. Prevedo che il Letta-bis, che fino a pochi giorni fa era considerata l'ipotesi più accreditata, finirà per essere accantonata. Tale operazione penso che finirà per incagliarsi da qualche parte, a vantaggio di Renzi, che in fondo è il Segretario del PD e anche il candidato premier dello stesso partito.

giovanni951

Dom, 19/01/2014 - 11:15

dopo aver fatto ridere mezzo mondo con la pagliacciata dell'imu ( ed acronimi vari ) visto che 10 mesi non sono bastati, lo manderei a scopare il mare. Anche se penso che non lo pulirá molto bene....

Ritratto di salvogiornale

salvogiornale

Dom, 19/01/2014 - 11:16

Se Letta conta d'incontrare Napolitano, potrebbe essere così gentile da riferire ma, soprattutto da ricordargli che Berlusconi ci rappresenta e non poco, ma ben oltre 10 milioni di italiani onesti che il Colle non può spazzare e/o far finta di niente. Grazie il tramite.

linoalo1

Dom, 19/01/2014 - 11:18

Mi sembra che non ci siano dubbi!Papi Delirio Tremens Napolitano,proteggerà il figlioccio Letta e gli ordinerà un Bia!E sottolineo,ordinerà!Poichè la base non vuole il traditore Renzi perché:come si è permesso di portare in casa il Nemico?Ora la Sede è inquinata e ci vuole,quanto prima,una disinfestazione!Poveri PDuisti,quanti problemi inutili si pongono!!Che sia per questo che non sorridono mai?Lino.

mirto

Dom, 19/01/2014 - 11:47

Passare la Presidenza del Consiglio a Matteo Renzi ed ottenere la poltrona degli Esteri non sarebbe male, nè per Renzi che per Lui: Matteo eserciterebbe la guida che di fatto già esercita e si intesterebbe in pieno le riforme che riuscisse a far passare, consolidando la sua posizione sul fronte politico, Letta si toglierebbe dalla posizione comunque ambigua di "capo" che non comanda. .........e noi cittadini speriamo che ce la caviamo.

enzo1944

Dom, 19/01/2014 - 11:50

il lettino,portavoce del napoletano del Colle,è meglio si tolga dal Governo dell'Italia!....Ha solo confermato di essere il cameriere del massone del Colle,ed il servitore delle Banche d'affari USA,CEE e della massoneria di Bilderberg e Trilaterale(come napolitano,monti,prodi mortadella e colaninna)!.....ed ha sempre avuto il coraggio di contar solo palle e bugie agli Italiani,senza mai fare nulla per l'Italia,come i suoi amici traditori ciellini,lupetto soldino,forminchione,alfanino,schifanio,etc!!....hanno sempre e solo pensato a loro stessi,alle loro poltrone e ad arricchirsi con la politica!!

Klotz1960

Dom, 19/01/2014 - 13:08

perche' dica si si si e si a Bruxelles e la Merkel?