Occhetto: "Fino all'89 non sapevo cosa fossero le foibe". È vittima della sua stessa disinformazione?

L'ex leader comunista, in un'intervista al Tempo, ammette candidamente di aver scoperto gli eccidi con cinquant'anni di ritardo. È vittima della sua stessa disinformazione?

Che le foibe siano state un tabù per decenni, lo sanno tutti. Non una riga sui libri scolastici, nessun volume storico diffuso nel grande circuito editoriale, zero commemorazioni ufficiali. Quei massacri di migliaia di italiani a fine guerra sui confini orientali sono stati nascosti e negati talmente a lungo da apparire quasi una leggenda. Forse per questo Achille Occhetto, ex segretario del Pci, che con il suo partito ha contribuito a far credere che non esistessero, afferma candidamente in un’intervista: “Io stesso ho appreso del dramma delle foibe solo dopo la svolta della Bolognina. Prima non ne ero mai venuto a conoscenza”. D’altronde è stato l’ultimo leader dei comunisti italiani, maestri nella propaganda e nel distorcere la verità. E perciò può essere rimasto vittima della sua stessa disinformazione se ha scoperto un pezzo di storia solo nel 1989. Oppure continua a mentire come hanno fatto i suoi compagni per quasi mezzo secolo, raccontando che gli esuli dell’Istria, Fiume e Dalmazia non erano semplici italiani in fuga dalle stragi comuniste ma fascisti che scappavano per i loro misfatti. Un messaggio che aveva già fatto presa nel 1947. C’è un episodio indimenticabile. Il 16 febbraio, un piroscafo parte da Pola con migliaia di connazionali che, dopo essere sbarcati ad Ancona, sono stipati come bestie su un treno merci diretto a La Spezia. Quel treno, il 18 febbraio, arriva alla stazione di Bologna, dove è prevista una sosta per distribuire pasti caldi agli esuli. Ma ad attendere i disperati c’è una folla con bandiere rosse (toh, i compagni di Occhetto?) che prende a sassate il convoglio, mentre dai microfoni è diramato l’avviso “se i profughi  si fermano, lo sciopero bloccherà la stazione”. Il treno è costretto a ripartire. Questo il clima.

La propaganda comunista e la mistificazione della realtà, come sappiamo, hanno influenzato non poco la cultura italiana del secondo Novecento. Ma è stato impossibile seppellire la memoria: troppi profughi, troppi testimoni e quella destra che alimenta i ricordi. E poi c’è Trieste, che Occhetto conosce bene, città decorata con la medaglia d’oro al valore militare dal capo dello Stato, nella cui motivazione c’è scritto “…subiva con fierezza il martirio delle stragi e delle foibe, non rinunciando a manifestare attivamente il suo attaccamento alla Patria…”. Tutti sapevano delle foibe, anche se era scomodo e sconveniente parlarne. Per questo motivo facciamo fatica a credere che il prode Achille l’abbia saputo così tardi. Fosse stato per il Pci, probabilmente non se ne sarebbe mai parlato, ma per fortuna è stato sconfitto dalla storia. E al grande libro dei fatti è stata aggiunta quella pagina strappata.

Commenti

angelomaria

Lun, 13/01/2014 - 19:05

il non potevo sapere e'il doppio doppie vie della giustizia uno dei peimi peccati capotali della sinistra nostrana!!!!miriserbo a dopo inuovi commenti su napoletano e massonerie e l'abbracciopcimd a dopo

cast49

Lun, 13/01/2014 - 19:05

poverino, non sapeva cosa fossero le foibe...nessuno gli crede sicuramente...

cast49

Lun, 13/01/2014 - 19:06

vai a cagare a mare, komunista...

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 13/01/2014 - 19:20

tipico esempio dell'ignoranza comunista

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 13/01/2014 - 19:20

tipico esempio dell'ignoranza comunista

dave_d

Lun, 13/01/2014 - 19:27

x

maxaureli

Lun, 13/01/2014 - 19:29

Questi rossi comunisti zecche puzzolenti sono capaci di rinnegare anche stalin & lenin!! Ma da dove l'avete scovato occhetto? Pensavo che era morto!!

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Lun, 13/01/2014 - 19:30

NOI DELLA DESTRA ALMIRANTIANA SIN DAL 1981/1983 abbiamo propagato questa triste storia, IO DA PISTOIA OGNI QUINDICI GIORNI FACEVO DISTRIBUIRE UN GIORNALE DI PARTITO AUTORIZZATO DAL TRIB DI PT ED ERA " L'ECO DELLA PROVINCIA" e ne abbiamo scritto di articoli e racconti.. tutti i massimi esponenti erano a conoscenza di questi crimini commessi da spietati assassini comunisti. OCCHIETTO NON FA DI MESTIERE IL MEDICO.... quindi..

bleumoon

Lun, 13/01/2014 - 19:32

BUM...dopo sta cazzata sono sempre di più di destra

Ritratto di Vincenzo Morganti

Vincenzo Morganti

Lun, 13/01/2014 - 19:38

Quando la TV trasmetteva Carosello c'era una pubblicità che recitava: "con quella bocca può dire ciò che vuole". Bisognerebbe spiegare ad Achille che non si riferiva a lui bensì all'utilizzatore del dentifricio che veniva reclamizzato.

Ritratto di max2006

max2006

Lun, 13/01/2014 - 19:42

Comunisti? Puah!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Lun, 13/01/2014 - 19:47

Tra poco dirà che non sapeva delle epurazioni che avvenivano nella Repubblica Sovietica e dove si trovasse la Siberia venendone a conoscenza solo dopo la caduta del muro di Berlino!

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Lun, 13/01/2014 - 19:49

NO!! è un fauraggiu...tipico, dei sinistri!! GRAZIE!!

smalp77

Lun, 13/01/2014 - 19:49

Si vede che leggeva solo le storielle resistenziali edite dall'anpi

electric

Lun, 13/01/2014 - 19:51

Beh, vista la grande preparazione storica di Occhetto (e di tutti i sinistrorsi), consiglierei di informarsi anche sul cosidetto 'Triangolo della morte' o 'Triangolo rosso' (che non e' il triangolo delle Bermuda).

Ritratto di sitten

sitten

Lun, 13/01/2014 - 19:51

Che i comunisti sono maestri della disinformazione è risaputo, ma che ci vogliono prendere anche per i fondelli, questo è troppo.Invito il compagno Occhetto e tutti i compagni smemorati come lui, di farsi un corso di storia aggiornato, ma non alla scuola di Frattochiana memoria.E questi scemi vogliono governare l'Italia?

il consumatore

Lun, 13/01/2014 - 19:54

Certo, questi comunisti leggevano solo l'Unità, che non aveva il coraggio di dire la verità, mantenendo i suoi lettori nell'ignoranza più crassa. Aveva ragione Guareschi, quando sul Travaso diceva :compagno, nevica! No, l'Unità non lo dice! Allora piove a larghe falde!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Lun, 13/01/2014 - 19:55

anche gli ignoranti sono complici

francesco57

Lun, 13/01/2014 - 19:57

Questi personaggi dovrebbero essere processati e assegnati alle patrie galere come nemici dell'Italia. "Questi non potevano non sapere...."

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Lun, 13/01/2014 - 20:02

Poverino è il classico esempio del comunista italiano. Fossero solo quelle che non conosceva. Informati prima di aprire la bocca collega la mandibola ai piani superiori, se esistono.

elio2

Lun, 13/01/2014 - 20:09

Il diversamente credibile, il diversamente intelligente, il diversamente democratico, ecc. ecc. ecc.

odifrep

Lun, 13/01/2014 - 20:10

Capito perché non sapevano delle foibe? Seguivano così tanto la politica dell'Est che, gli vietavano persino di conoscere le vicissitudini interne della loro Nazione, dove era già in vigore la democrazia. Occhetto, era il solo che "non poteva non sapere" oppure anche qualche altro suo adepto? C'è qualche "tallone" disposto a rispondere?

Ritratto di spectrum

spectrum

Lun, 13/01/2014 - 20:15

venite qui a trieste a chiedere ai profughi dei vari "borghi", dove sono stati sistemati coloro che vennero in italia, lasciando tutto, dopo prima esser stati umiliati dagli stessi italiani al loro arrivo. Forse ne sanno qualcosa. Forse sanno qualcosa di quei comunisti che avvelenarono le loro bestie, distrussero i loro raccolti, presero le loro case, che bastonavano chi andava a messa, che ogni tanto facevano sparire un po dio persone. Ovviamente tutto per derivarne nulla, solo puro odio contro chi ha qualcosa.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Lun, 13/01/2014 - 20:16

Le solite bugie Komuniste.Ma se era amico di Tito come puo fingere di non sapere.

Ritratto di Tris251245

Tris251245

Lun, 13/01/2014 - 20:19

Lui aveva da pensare alla gioiosa macchina da guerra ... Le FOIBE erano un problema secondario -.

mastra.20

Lun, 13/01/2014 - 20:19

LA più grande palle mai detta da un lider comunista ,è come dire che il comunismo non è mai esistito........incredibile

mastra.20

Lun, 13/01/2014 - 20:23

Una cosa è certa i profughi a Bologna non li fecero scendere dal treno alla stazione ...

Ritratto di bracco

bracco

Lun, 13/01/2014 - 20:26

Povero Occhetto , di nome e di fatto, questo è nello stile della sinistra, ignorare a prescindere !!!!!

mastra.20

Lun, 13/01/2014 - 20:26

A quella triste pagina bisogna aggiungere una cazzate del genere è davvero troppo...

pgbassan

Lun, 13/01/2014 - 20:30

Ha anche il coraggio di dire che non sapeva. Vergogna delle vergogne. E' occorsa la dichiarazione da parte della Storia del fallimento della ideologia e pratica comunista perchè venissero alla luce i misfatti dei loro praticanti. Io da elettore DC ho sempre disapprovato l'atteggiamento di silenzio di essa sulla tragedia Foibe e ho sottoscritto da subito l'appello fatto da Montanelli sul Il Giornale.

Ritratto di gian td5

gian td5

Lun, 13/01/2014 - 20:33

Questo capita a chi legge stampa rossa per tutta la vita, chissà che sorprese fra trent'anni per gli attuali lettori di Repubblica|

Giorgio Mandozzi

Lun, 13/01/2014 - 20:35

Sempre tardi e sempre poco! La sinistra ha, ovviamente, la colpa in prima persona. Ma la DC e gli altri che glielo hanno permesso sono complici di questa colpevole omissione. Ed anche oggi, che alfine se ne parla, lo si fa' sottovoce, con discrezione, quasi a non voler dare fastidio. E a proposito dei diritti da concedere ai clandestini (oltre a quelli, scontati, umanitari) vorrei ricordare che a quegli italiani è stato tolto tutto: casa, lavoro e dignità. Ed ancora nessuno gli ha restituito niente!!

Giorgio Mandozzi

Lun, 13/01/2014 - 20:38

La teoria del "non poteva non sapere" viene applicata solo a Berlusconi. Ad Occhetto viene riconosciuta l'incapacità dell'imbecille.

joc3ki83

Lun, 13/01/2014 - 20:41

Che vergogna ! , quest'uomo cade dal pero e viene a dirci che ha impiegato,più di quarantanni prima di scoprire cosa fossero le foibe. Inimmaginabile, e se non fosse che oramai molti dei suoi colleghi di partito hanno ammesso che " si è vero e ce ne dobbiamo vergognare " Lui probabilmente sarebbe ancora quì a negare. Uno dei più bei esemplari di Trinariciuto assieme a quella ormai cronologicamente sparuta di sopravissuti dell' ANPI . Cordiali saluti da Aldo

Ritratto di sances2

sances2

Lun, 13/01/2014 - 20:47

Non solo sconfitti dalla storia; ora anche senza dignità!

bleumoon

Lun, 13/01/2014 - 20:48

DIO ti ringrazio perchè mi hai fatto cristiano e anticomunista

bleumoon

Lun, 13/01/2014 - 20:49

BUM.....ecco perchè sono sempre stato di destra

moshe

Lun, 13/01/2014 - 20:49

Le bugie rosse sulle foibe. Occhetto: "Fino all'89 non sapevo cosa fossero" ..... ..... ..... i komunisti sarebbero pronti a rinnegare la madre ed il padre; la loro FALSITA' è senza limiti.

bleumoon

Lun, 13/01/2014 - 20:49

E dopo l'89 cosa hai fatto?

glasnost

Lun, 13/01/2014 - 20:52

Le persone di sinistra lo sono, perché viene tenuta loro nascosta la realtà. I sinistri sono soltanto dei poveretti fideisti che credono (come gli islamici che si immolano per le 7 vergini) a quello che racconta loro Repubblica o il Corriere (non leggeranno mai altra stampa). La prima cosa che ostacolano le sinistre al potere sono le televisioni non di stato e spesso anche internet. Per mantenere la loro gente nell'ignoranza più crassa.

Ritratto di EdyLampadina

EdyLampadina

Lun, 13/01/2014 - 21:46

Questo prende per il culo! I komunisti si sa sono maestri nel nascondere denigrare e far passare per verità delle bugie. Spero per loro che non esista un al di là così come la religione ci vuol far credere. Ma se così fosse le scorte di combustibile dell'inferno andranno sicuramente in crisi al loro arrivo!

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Lun, 13/01/2014 - 21:49

La malafede: il miglior propellente per la gioiosa macchina da guerra. Un poco di sana vergogna: no, eh?

pinosan

Lun, 13/01/2014 - 21:55

Scommetto che non sa cosa sono i GULAH e tanto meno i centri di rieducazione nei manicomi di stato ove finivano gli oppositore del COMUNISMO.Se avesse letto anche qualche libro non scritto dai suoi Compagni avrebbe scoperto altre verità sul suo partito e comunista

Perlina

Lun, 13/01/2014 - 21:56

Non sarebbe stato meglio far finta ancora di non saperne nulla. Con questo non fa altro che confermare ciò che tutto il mondo sa, sono dei bugiardi mistificatori. Oltre ad essere dei fasulli non sono nemmeno intelligenti, le bugie hanno le gambe corte, nemmeno questo sapevano.

Ritratto di Sig. A

Sig. A

Lun, 13/01/2014 - 21:59

Patetica l'affermazione del non Pelide Achille, inventore della famosa e alttrettanto fallimentare gioiosa macchina da guerra del '94. Poco dopo se ne sono perse le tracce. Forse che ora vuole ricordare, con un'uscita, più che provocatoria, stupida e improbabile, che esiste ancora? Grazie, ne facciamo a meno. In quest'occasione, però, non posso non ricordare il sig. Napolitano che, forse nel 2012, se rammento bene, tenne un discorso accorato ben guardandosi, però, dal ricordare le responsabilità del suo partito (toh: lo stesso di Occhetto) per il vergognoso silenzio su quella tragedia.

Ritratto di PAYBACK59

PAYBACK59

Lun, 13/01/2014 - 22:25

ISTRIANI, DALMATI .FIUMANI , ITALIANI CHE SENTENDOSI TALI AVEVANO LASCIATO LE LORO CASE PER NON DIVENTARE JUGOSLAVI SOTTO IL COMUNISTA TITO..........ITALIANI CHE UNA VOLTA GIUNTI IN ITALIA VENNERO ACCUSATI A ATTACCATI DAI KOMPAGNI KOMUNISTI PER AVER SCELTO DI CONTINUARE AD ESSERE ITALIANI !!!!!!QUEGLI STESSI KOMPAGNI CHE ADESSO DIFENDONO I CLANDESTINI EXTRACOMUNITARI CHE VENGONO IN ITALIA A DELINQUERE.......SCOMMETTO CHE NESSUN SINISTROIDE CHE POSTA SU QUESTE PAGINE HA MAI SENTITO PARLARE DELLE FOIBE !!!!!!

Ritratto di enkidu

enkidu

Lun, 13/01/2014 - 22:49

eh...la vecchia scuola del piccì. Quando il migliore disse nel 1961 che il muro di Berlino era stato costruito per proteggere il paradiso dell'est dalla decadenza occidentale...D'altronde finché c'è gente disposta a credere a costoro..

beale

Lun, 13/01/2014 - 22:54

bugiardo ed in malafede!!!!

Ritratto di zocchi

zocchi

Lun, 13/01/2014 - 23:17

Che bugiardo. Già molti anni prima del 1960 io lo sapevo già delle foibe, e non faccio ne facevo politica. Poi sono arrivati in Italia scappati dall' Istria gli italiani. strano che Occhetto , e prima Togliatti non sepessero il perchè

Ritratto di perigo

perigo

Lun, 13/01/2014 - 23:22

Mistificare è nel DNA di ogni comunista che si "rispetti", anche se rispettare chi non ha mai abiurato un'ideologia assassina e di morte diventa terribilmente arduo. Ragion per cui personalmente non credo che il comunista Occhetto non sapesse cosa avevano combinato i suoi compagni. Non ci credo per niente!

pastello

Lun, 13/01/2014 - 23:32

Enrico Berlinguer, mentre stava andando in Unione Sovietica col giovane D'Alema, giovane ma sempre D'Alema, gli disse : " stai attento perchè i comunisti russi mentono anche se non ne hanno bisogno ". Non solo i comunisti russi....

Klotz1960

Lun, 13/01/2014 - 23:33

Se e' per questo, solo ora si parla del milione di soldati tedeschi morti di fame e stenti nei recinti a cielo aperto degli Alleati tra il maggio 1945 ed il maggio 1946. Ed ancora quasi non si parla del blocco navale inglese alla Germania durato fino a tutto il 1920, con la gente che moriva letteralmente di fame - altro che i proclami di Wilson! O del bombardamento al fosforo di Tokyo nel febbraio 1945 - 150.000 morti, cotti vivi. O del genocidio di Stalin in Ucraina - circa 2 milioni di morti di fame. E da ultimo, quanti sanno che in Iraq i morti civili della seconda guerra di Bush sono stati almeno 600.000? Quanti sanno che senza la prima guerra mondiale, un pugno di bolscevichi non sarebbe MAI riuscito a fare la rivoluzione russa? Le guerre sono quasi sempre pura barbarie, ma la storia la scrivono i vincitori e gli storici sono asserviti ai vincitori. In questo i compagni del PCI si sono comportati esattamente come gli altri.

Luciano Scagnol

Lun, 13/01/2014 - 23:38

Chi vuole prendere per il culo Occhetto ,? Il PCI era culo e camicia in quellli tempo con Tito (il massacro di Porzus insegna) Occhetto e' un grande bugiardo quando fã cômodo e' maglio dire non sapevo.

Ritratto di scappato

scappato

Lun, 13/01/2014 - 23:40

Nel 2064 i piddini scopriranno che dopotutto non erano così moralmente superiori.

leo_polemico

Lun, 13/01/2014 - 23:50

Occhetto, che credevo almeno essere onesto, conferma la doppiezza dei sinistri. Certamente negherà anche ,o dirà di "non sapere", della complicità di Togliatti con la "scomparsa" o la condanna ai gulag siberiani di molti italiani in Russia. Certo che fare i comunisti in Italia è sempre stato molto comodo, in special modo con i soldini da politico italiano, e, in più, rubli e dollari arrivati come finanziamenti, da Mosca.

hectorre

Lun, 13/01/2014 - 23:59

questa non è ignoranza....è un atteggiamento che dovrebbe far riflettere chi li vota!!!...si nascondono dietro bandiere ridipinte e sigle che richiamano alla democrazia...ma non cambieranno mai!!!.....hanno nel dna la mistificazione e l'eliminazione del nemico politico........che vergogna

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Mar, 14/01/2014 - 00:01

Ma non si vergogna a fare simili dichiarazioni? Era così indottrinato da avere dei paraocchi così colossali? Nel dopo guerra ero ragazzino e in casa mia arrivava un solo giornale,di sinistra,però non disdegnavo di dare occhiate curiose ad altre testate,specie quando mi trovavo dal parrucchiere o in qualche bar. Ho avuto così informazione a più ampio raggio. Ma Occhetto frequentava solo la casa del popolo??? In che mondo ha vissuto fino al 1989???? Solo all'ombra del MURO???????????

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 14/01/2014 - 00:26

Perché meravigliarsi della (vera?) ignoranza di Occhetto sugli orrendi fatti delle foibe? MA SE ANCORA OGGI I TRINARICIUTI LI NEGANO DI COSA CI SI MERAVIGLIA?

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 14/01/2014 - 01:40

E' questo il vero motivo per cui non votai né voterò mai per la sinistra. Non è tollerabile che italiani fossero conniventi coi compagni per assassinare altri italiani. Sempre lo negarono di esserlo stato, ma NON POTEVANO NON SAPERE! E' una macchia troppo grave! mai vi perdoneremo! Come osate presentarvi? Fate il paio con gli altri CAMPIONI i paartigiani di via Rasella!

stefano.colussi

Mar, 14/01/2014 - 01:52

Ochetto Ochetto Ochetto.. ochetto sarà anche stato un po' distratto & distretto. Ma è anche vero che i Testi di Storia al Liceo..sfumavano tutti gli episodi della Seconda Guerra Mondiale, almeno fino al'68..Stefano Colussi, Cervignano del Friuli, Stati Uniti d'Europa.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mar, 14/01/2014 - 02:06

Sicuramente non sapeva neppure cosa fosse il comunismo. Va a ciapà i rat!

StefanoRossi

Mar, 14/01/2014 - 05:15

Vi ricordate i trinariciuti di Giovannino Guareschi?

bruna.amorosi

Mar, 14/01/2014 - 06:59

ma no !!! essendo un KOMPAGNO egli non SAPEVA .

J.J.R

Mar, 14/01/2014 - 07:23

Ignazio.Picardi: fascisti e nazisti tutti salvi dunque? Siete della stessa banda con colori diversi...chi fa la morale tra voi è un povero mentecatto.

gpetricich

Mar, 14/01/2014 - 07:24

E' intollerabile che, a posteriori, si legga di partiti che tentano di dissociarsi dal silenzio assoluto che per oltre cinquant'anni hanno accettato e contribuito a mantenere per convenienze e connivenze politiche. Noi siamo stati massacrati a guerra finita perché eravamo Italiani ed abbiamo lasciato morti, terre, case e tradizioni per continuare ad esserlo. Abbiamo trovato diffidenza, maltrattamenti e la presa in giro di TUTTI i partiti italiani e della maggior parte degli italiani per caso. Noi siamo Italiani per scelta e sacrificio. Un po' di rispetto ci è dovuto ed è meglio che si continui a non parlare di quello che abbiamo subito se è solo per darsi un tono ed evitare di vergognarsi.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mar, 14/01/2014 - 07:55

Perchè scrivete queste barzellette ?

elalca

Mar, 14/01/2014 - 08:08

questo dimostra solo che è un ignorante patentato e come tale non poteva che essere comunista

egi

Mar, 14/01/2014 - 08:13

Ho sempre saputo che i comunisti erano e sono ancora BUGIARDI o INGNORANTI.

Ritratto di manasse

manasse

Mar, 14/01/2014 - 08:23

trovare un COMUNISTA sincero è come sperare che un morto resusciti,sono talmente bugiardi che se a bruciapelo cheidete come si chiama l'interessato lì per lì non sa dire nemmeno il suo nome

giovauriem

Mar, 14/01/2014 - 08:25

occhetto dice la verità!e ciò ci fa capire almeno due cose,prima, che il pci è sempre stato stalinista,anche dopo la morte di baffone(che era peggiore di Hitler)secondo, occhetto fu manipolato e messo a fare il competitore di Berlusconi,dalla vera nomenclatura comunista dell'epoca e che già sapeva la fine che avrebbe fatto il costruttore della "gioiosa macchina da guerra"che Berlusconi distrusse con una pernacchia

corto lirazza

Mar, 14/01/2014 - 08:57

lo assolviamo: quando leggeva, leggeva solo "l'unità"

Ritratto di Stangetz

Stangetz

Mar, 14/01/2014 - 08:58

Io credo che Occhetto davvero non sapesse niente. In effetti che questa gente sia di un ignoranza abissale, sia storica che umana,non si scopre oggi. Quello che lascia perplessi è come, nonostante i calci nel culo che la storia e la realtà riserva loro quotidianamente, la loro spocchia non venga scalfita di una virgola. Ma d'altronde sono appunto ignoranti (nella migliore delle ipotesi, nella peggiore sono in malafede e complici di assassini)

roberto.morici

Mar, 14/01/2014 - 09:16

Achille ochetto. Fino ad oggi mi faceva quasi pena: così dimesso, così incapace. Da oggi mi sorprende: così falsamente cretino da "poter non sapere". Per dirla tutta: mi fa schifo.

CALISESI MAURO

Mar, 14/01/2014 - 09:21

Cosa c'e' di strano? lo stesso Lenin chiedeva ai suoi di mentire e distorcere le verita', questo per raggiungere il potere. Chiaramente devono avere a disposizione, masse di pecoroni pronte all'odio e all'asservimento, da noi hanno trovato terreno fertile.

Emiliotoscana

Mar, 14/01/2014 - 09:26

Poveri compagni,come facevano a sapere,erano telecomandati da Mosca,sapevano tutte della loro amata patria, e non potevano essere informati. Avevano da costruire l'armata rossa italiana,che gli importava delle foibe e di tanto altro.Avevano un amico Pansa ed ora è diventato un nemico.Conoscevano gli estremisti rossi, le giovani Br e poco altro.

EFISIOPIRAS

Mar, 14/01/2014 - 09:34

Ignorante come la maggior parte del "popolo comunista", Comunque per informarsi meglio poteva rivolgersi anche al filotitino bolscevico napolistalin, che sicuramente ne sapeva! E come ne sapeva! Chissà quante "memorie" ha cancellato, come ha fatto cancellare le registrazioni con la mafia siciliana!

onurb

Mar, 14/01/2014 - 09:38

I rossocriniti sparano menzogne nella speranza di convincere chi non la pensa come loro. Abboccheranno, come di consueto, i sinistrati e molti di loro oggi ci invieranno i loro profondi commenti. La realtà è ben diversa. Quando era ancora fanciullo e vivevo a Pontebba in Carnia nei pressi del confine con la Jugoslavia tutte le famiglie del paese, compresa la mia, ma anche quelle dei paesi vicini, ospitarono (anno 1953, se non ricordo male) nuclei famigliari di Italiani in fuga dalle persecuzioni dei titini. Le tre persone che ospitammo in casa, ricordo ancora il loro cognome (Agnola), ci raccontarono per filo e per segno ciò che stava accadendo oltre il confine, a pochi chilometri da noi. Quindi io, bambino di 8 anni, ero al corrente della situazione, ma il PCI non sapeva. Questi vorrebbero farci credere che Cristo è morto di raffreddore.

giulio29

Mar, 14/01/2014 - 09:40

foibe a sua insaputa

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Mar, 14/01/2014 - 09:43

Probabilmente l'ochetta era l'unico a non sapere cosa fossero le Foibe fino all'89. Ha perso l'occasione per stare zitto e non fare la figura da ignorante, ipocrita, falso e insulso. Si vergogni profondamente e chieda scusa agl'Italiani.

gneo58

Mar, 14/01/2014 - 09:50

dategli addosso come fanno con chi rinnega altre cose - chi vuole capire capisca.

Ettore41

Mar, 14/01/2014 - 09:51

Sinceramente non gli credo. Mente spudoratamente sapendo di mentire. La menzogna e la denigrazione sono pane e companatico dei sinistri sinistrati. Possono cambiare nome ma comunisti sono e comunisti rimarranno.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 14/01/2014 - 09:52

Certo che non sapeva niente!I suoi compagni,non glielo avevano detto......Quando lo ha saputo,cosa ha fatto?Ha strappato la tessera?Ipocrita!

piertrim

Mar, 14/01/2014 - 09:53

Gli Italiani profughi dell'Istria che dovettero fuggire dalle foibe furono trattati dagli odierni "buonisti" molto peggio degli attuali invasori mussulmani. Ma che strano che Nomen Omen non lo ricordi.

Ettore41

Mar, 14/01/2014 - 09:55

@Ignazio.Picardi........ Noi studenti universitari di destra, nel 60 alla Facolta' di Ingegneria della "Sapienza", parlavamo delle Foibe. Porta indietro il calendario per favore. Ave

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mar, 14/01/2014 - 09:59

E' la prova provata che come politico non fosse tanto sveglio.

M_TRM

Mar, 14/01/2014 - 10:04

Questo signore ha un merito: fu lui il primo ad avere il coraggio di modificare il nome del partito, dando inizio ad un susseguirsi di nomi, anche un po' ridicolo, mutilati dell'ormai poco spendibile appellativo di comunista. Peccato che il cambio epocale del partito "più occidentale" dei vari partiti comunisti sia avvenuto per ultimo, dopo che anche in Bulgaria (!!!) si ebbe il coraggio di rinnegare il regime comunista. Troppo comodo, no? Il gesto era dovuto da lungo tempo, contrabbandarlo per testimonianza di modernità fu la solita vigliacca ipocrisia.

paco51

Mar, 14/01/2014 - 10:04

povera stella non sapeva! STELLA ROSSA NATURALMENTE!!!!

Tino Gianbattis...

Mar, 14/01/2014 - 10:05

Ipentanariciuto di cognome fa ochetta... a chi la vuol dare da intendere... Contrordine compagni le foibe esistono msolo come cavità carsiche per massacri etnici discriminazioni di razza, fede,culto,avversari politici,cittadinanza.

zeuss

Mar, 14/01/2014 - 10:09

quarant'anni di politica, cosa sapeva Occetto? Ma sapeva che Stalin ha massagrato gli oppositori? Ma sapeva che l'Ungheria e' stata masdsagrata dai suoi compagni russi? Che in Cecoslovacchia hanno schiacciato le idee della primavera di Praga. Forse neanche questo. Allora non sapeva un c.............e noi lo abbiamo pagato da deputato per tutta la vita. Che purla gli italiani.

gigetto50

Mar, 14/01/2014 - 10:22

....si....DOVEVA non sapere.....

Ritratto di TizianoDaMilano

TizianoDaMilano

Mar, 14/01/2014 - 10:28

Giancarlo Pajetta, comunista di ferro (..o di me...) dichiarò apertamente:"Tra la verità e il partito scelgo il partito", e quelli di oggi hanno cambiato il nome ma sono sempre gli stessi comunisti di me...

Rossana Rossi

Mar, 14/01/2014 - 10:29

Questo qui può incantare solo i fessi come lui, ma cosa pensa che la gente sia tutta scema? Certo secondo loro è sempre e solo Berlusconi che 'non poteva non sapere'..........buffoni.....

Libertà75

Mar, 14/01/2014 - 10:32

una strage gratuita e senza attenuanti di codici militari

Joe Larius

Mar, 14/01/2014 - 10:58

"Nella società borghese il passato domina il presente, in quella comunista il presente domina il passato" (Carluccio Marx- Il Manifesto) E vi meravigliate perchè un comunista DOC riconosce o non riconosce del presente o del passato ciò che gli fa comodo? Mi sbaglio o abbiamo un comuinista DOC anche a capo dello stato ?

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 14/01/2014 - 11:22

Dubito fortemente di un'eventuale auto-disinformazione. Mente (spudoratamente) sapendo di mentire (spudoratamente) ora, come mentiva allora a sé stesso e agli altri tacendo. Se così non fosse, significa che l'Alzheimer si è manifestata abbastanza per tempo.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Mar, 14/01/2014 - 11:51

...Nessuno è più sordo di chi non vuol sentire ne più cieco di chi non vuol vedere. I comunisti riuniscono entrambi queste "qualità". Nel nostro Paese, soprattutto in relazione a fatti di cronaca dell'immediato dopoguerra, di sordi e ciechi ce ne sono stati fin troppo. In realtà, nel partito, ci sono anche state esigue minoranze o singoli soggetti che hanno provato a fare del revisionismo storico, finendo miseramente nel dimenticatoio o peggio. Nella vecchia URSS ci provarono in tanti a partire da Trotzki, nell'era Staliniana, a Nikita Kruscev e Mikhail Gorbaciov poi.

odifrep

Mar, 14/01/2014 - 14:07

Ora, dopo di ciò, tutti quei pensionati Komunisti, sono obbligati a passare per la sede del Partito per chiedere lumi -a chi non si sa- come comportarsi alle prossime elezioni. La loro domanda sarà:"dobbiamo continuare a votare PD oppure, ci consigliate la sigla di un altro Partito?". Mentre i giovani Kompagni (no problem) sono convinti che Occhetto abbia detto una bugia, per confondere i politici "nemici".

Ritratto di semovente

semovente

Mar, 14/01/2014 - 15:10

Che i libri scolastici non ne abbiano parlato, che i "governanti" di questo paese (minuscolo) abbiano taciuto, che i trinariciuti komunisti abbiano sorvolato, che l'omertà l'abbia fatta da padrona è un dato di fatto. Che i dirigenti del glorioso Movimento Sociale Italiano ne abbiano ampiamente parlato è una certezza. Quanto accaduto in merito alle foibe ed in tutti i suoi particolari è di mia conoscenza da quanto avevo dieci anni. Un KOMUNISTA che ancora oggi afferma di conoscere da poco (1989) la storia delle foibe dice una falsità perchè in qualità di KOMUNISTA sà benissimo che di quella barbarie tutti i KOMUNISTI si vantavano ed alcuni hanno anche partecipato (un KOMUNISTA che all'epoca aveva venti anni e partecipato, nel 1989 aveva 66 anni e vuoi che in seno alle sezioni KOMUNISTE non abbia mai parlato e vantato le sue gesta?). signor KOMUNISTA, mi faccia il piacere.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Lun, 10/02/2014 - 14:18

beata ingenuità o CONNIVENZA? penso che la seconda sia quella buona

ammazzalupi

Lun, 10/02/2014 - 15:35

Alla scuola del PCI si allevavano asini. Nulla di strano che il signor Occhetto fosse un asino fra i tanti. Ma non avremmo immaginato che un Segretario PDS, nonché conduttore della "gioiosa macchina da guerra" fosse ASINO fino a tal punto!

bleumoon

Mer, 12/02/2014 - 19:08

SCOMMETTO , che non sapeva nemmeno dei Gulag Russi.

antipifferaio

Mer, 10/02/2016 - 15:00

Una vecchia zecca comunista...che altro dire...

piertrim

Gio, 17/03/2016 - 11:12

Nomen omen. Supponiamo sia vero quanto afferma Ochetto, ma questi poi pretendono di governarci dall'alto della loro ignoranze da quanto risaputo fin dagli anni '50. Ma andate a dormire!