Oggi lo Stato entra nei nostri conti

Da oggi parte il sistema che spierà i movimenti, il garante della privacy: tutto ok. Equitalia in rosso di 545 miliardi

RomaIl mio nome è Befera. Attilio Befera. Ed ho licenza di entrare nel tuo conto corrente e controllare movimenti bancari, deposito titoli, risparmi, acquisti e vendite. Ho licenza di vivisezionare la tua vita, acquisendo informazioni su entrate e uscite, fino a sapere quanti soldi hai speso per un regalo a tua moglie o alla tua amante e per un taglio di capelli. Non è la trama di un nuovo romanzo stile 1984 di Orwell ma la nostra vita. Adesso. Oggi parte il Sid, Sistema Interscambio dati, che apre lo scrigno di tutti i movimenti economici bancari di tutti gli italiani all'Agenzia delle Entrate e quindi a Befera che come uno 007 fiscale potrà spiare gli angoli più reconditi dei nostri conti. Da oggi le banche manderanno all'Agenzia delle Entrate tutti i movimenti bancari e finanziari dei correntisti per il 2011. E via via dovranno proseguire con scadenze prestabilite a scaricare questa montagna di dati a Befera in modo automatico. L'Agenzia individuerà una serie di nominativi a rischio e poi andrà a verificare se il fisco è stato ingannato. L'obbiettivo nobile di questa operazione è naturalmente la lotta all'evasione fiscale. Dai controlli della finanza solo nel 2012 sono risultati 41 miliardi di evasione dunque in linea di principio quando il sistema entrerà a regime sarà possibile recuperare un quarto di Pil che viene a mancare proprio a causa dell'evasione.
Un dubbio sul successo di questa operazione però è necessario avanzarlo. È lo stesso Befera infatti a segnalare che ci sono 545 miliardi già passati sotto la lente degli accertamenti e che Equitalia deve incassare, ma non ci riesce. Questa cifra enorme che rappresenta un buco concreto per i creditori, in gran parte amministrazioni statali ed enti locali, «è un problema molto serio che bisogna assolutamente affrontare», dice proprio Befera. Ma allora se lo Stato non riesce ad incassare debiti già accertati a che serve entrare nella vita privata di tutti i cittadini? E proprio l'altissimo rischio di violazione della privacy è l'altro punto debole di questa operazione. Anche se Befera garantisce la blindatura dei dati personali. Ma suona davvero strano sentir dire proprio dal Garante della privacy, Antonello Soro, che spulciare nella vita privata di tutti i cittadini «potenzialmente era devastante» ma ora «ogni dato viaggerà su canali blindati» e quindi non ci sarebbero rischi quando è evidente che le falle saranno inevitabili come accade in qualsiasi sistema. Insomma sembra che il Garante della privacy garantisca solo Befera.

Commenti

CARLINOB

Lun, 24/06/2013 - 08:14

Quello che fa più paura è che questa visibilità va in mano ad un buono a nulla . Quello che è stato capace di fare dimostra che è un buono a nulla!! Dopo tutte le stupidaggini che si è inventato a costi spropositati quello che è riuscito a fare è che lo stato Italiano ha incassato meno del 10% dell'evaso trovato !! Deve andare a casa questo burocrate incapace !! Possibile che questo superpagato non debba assumersi la responsabilità di quello che ha fatto o meglio di quello che non ha fatto e non se ne dabba andare??'

a.zoin

Lun, 24/06/2013 - 08:17

MA ??? Dove è andato a finire IL DANARO RUBATO AGLI ITALIANI, che hà causato tutti quei suicidi ??? Non è che a ROMA LADRONA, ci sia un BUCO-NERO, DOVE CIÒ CHE SI METTE DENTRO, SPARISCE NEL NULLA. La stampa dovrebbe fare ACCERAMENTI - VERITIERI e metterli al bando.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 24/06/2013 - 08:20

quante giornate di lavoro perderemo per difenderci dalle loro paranoie. Con le tasse al 65% e le varie presunzioni di reddito come la rendita catastale e gli studi di settore il governo somiglia più ad un mafioso estorsore che vessa i propri figli. Voi li votate quindi buon divertimento.

lucrezia60

Lun, 24/06/2013 - 08:21

primo: dire che la privacy è ok è un insulto all'intelligenza di parecchia parte del popolo italiano. basta intendersi un minimo di informatica per sapere che tutti i file sono gestiti da decine di personale tecnico che puo entrare tranquillamente (e stampare) tutto cio che interessa e puo interessare al singolo come al delinquente come al signor befera . Secondo: ancora una volta non saranno i grandi evasori a dover temere (i quali gia hanno tutto alle cayman) o quelli che han milioni e miliardi in svizzera, ma il povero cristo al quale verranno chiesti anch gli scontrini del caffe. TERZO: quando mai uno stato di diritto promulga leggi e controlli "ex ante" ??? dove trovo gli scontrini del caffe del 2011?? e infine, vero che la legge non ammette ignoranza, ma queste non sono leggi del nostro codice e vorrei capire dove è scritto che dobbiamo tenere ogni scontrino di qualsiasi genere e cosa. ma nel contempo vorrei anche venire a sapere quanto è costato il precedente software del redditometro e quanto è costato questo perche il signor befera e soci stanno spendendo anche i miei soldi e avrei diritto di sapere come vengono spesi

Pietro_81

Lun, 24/06/2013 - 08:22

Avete scheletri nell'armadio? Cosa nascondete? Perché avete paura che vedano i vostri conti? Evasori vergognatevi, continuate a vivere a sbafo alle spalle dei contribuenti onesti e nazionalisti! Alla gogna voi e chi vi difende!

guidode.zolt

Lun, 24/06/2013 - 08:34

..e così siamo ufficialmente uno staterello sudamericano...! Non credo assolutamente che, da questi controlli, verrà evidenziata l'evasione e intaseremo i tribunali per una novella "strage degli innocenti"...ma a Bufera non dovevamo tagliargli le unghie...? io comincerei a tagliargli i vergognosi emolumenti sull'ammontare dei quali lo stesso Bufera si rifiuta di dare risposte a giornalisti e intervistatori ...! ...ma come mai il fato si accanisce sempre contro i pullmann di pellegrini che si recano in visita ai Santuari ...?

m.m.f

Lun, 24/06/2013 - 08:45

diciamo che tra la pressione fiscale,tra le campagne mediatiche,da questo paese la gente deve scappare.

Ritratto di tethans

tethans

Lun, 24/06/2013 - 08:48

Perfortuna che l'Italia e i a República democratica .. Se fosse una dittatura cosa farebbero ?? Il SID dovrebbe essere usato pere grandi imprese e commercianti no per i normali cittadini. Ne lavorano di fanno il culo e PAGANO TASSE:((

re-leone66

Lun, 24/06/2013 - 08:56

BEFERA? l'imperatore d'Italia ............ma si ricordi dei suoi sudditi.... gli italiani, povera gente, massacrati dal fisco.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 24/06/2013 - 09:08

Facciano pure... chissà che non decidano di regalarmi qualcosina.

LAMBRO

Lun, 24/06/2013 - 09:13

Non avete bisogno di vedere i ns conti! Gli evasori e i Magnaccia li conoscete benissimo perché quelli Movimentano Miliardi , ovviamente a norma di legge!! Fate l'accordo con la Svizzera cos fate un favore agli Italiani e anche Loro.

Luigi Farinelli

Lun, 24/06/2013 - 09:17

E' solo il primo passo: saremo controllati sempre più strettamente dal Grande Fratello, col suo occhio racchiuso in un triangolo.

giovanni PERINCIOLO

Lun, 24/06/2013 - 09:26

Licenziamo subito Antonello Soro e sopprimiamo la funzione di Garante della Privacy. Questo é garante solo delle sue prebende e, forse, del suo amico!

watcheroftheskyes

Lun, 24/06/2013 - 09:31

Andava fatto 20 anni fa. Oggi i buoi sono scappati. D'altro canto, meglio tardi che mai. Una volta tanto sono d'accordo col governo e con l'asse PD/PDL/SC.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Lun, 24/06/2013 - 09:32

questo è frutto del liberismo berlusconiano....grazie Silvio

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 24/06/2013 - 09:35

Pietro_81 se vengo a casa tua a vedere cosa e quanto mangi non ti darà fastidio spero, tanto non hai nulla da temere e da nascondere :) il problema vero è che ti fanno sentire ladro e mettono ansia poichè gli errori ci sono e ve ne saranno e poichè vi è la presunzione di colpevolezza davanti al fisco in barba a tutte le carte sui diritti umani capirai quando è difficile difendersi anche se ti comporti onestamente se regali 1500 euro a tuo figlio o parente dovrai tenere una ricevuta per 5 anni per dimostrarlo è soltanto mortificante e molto cinese-comunista

Giacinto49

Lun, 24/06/2013 - 10:05

Spero solo che il Signore infonda buon senso nelle menti di chi è preposto, a tutti i livelli, a gestire la nostra situazione economica. Questi proclami, il più delle volte contraddittori, dimostrano la confusione mentale che regna in chi ci governa e decide il da farsi. Per inciso,545 miliardi vuol dire 150/200 di "evasione" reale, la differenza sono spese, multe, interessi. Quello che è urgente è rivedere i criteri di calcolo degli aggravi e, soprattutto, i metodi di riscossione.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Lun, 24/06/2013 - 10:08

Non mi si venga a dire che questo è, nonostante tutto, ancora uno Stato democratico e liberale. Siamo in piena dittatura. Come è stato facile presago Silvio Berlusconi negli scorsi anni! I comunisti ce l'hanno fatta ancora. Un po' alla volta, sono riusciti a toglierci anche l'aria che respiriamo. Quale Stato è quello che non rispetta i segreti dei depositi bancari e degli investimenti dei cittadini? Quale Stato è quello che, preoccupato della riservatezza dei suoi cittadini, emana leggi ferree a questo riguardo e poi è il primo a non rispettarle? Ma ci possiamo ritenere ancora una società civile e democratica, degna di partecipare ai più grandi consessi del mondo libero? E poi ci si lamenta pure dell'esportazione di valuta all'estero e del fuggi-fuggi generale delle imprese o dell'evasione. Ci sarà da prevedere di peggio, se (San) Silvio non ci aiuterà o non ci potrà aiutare, a causa di quegli pseudo-processi intentati da quella magistratura che già conosciamo.

VYGA54

Lun, 24/06/2013 - 10:15

Sono un lavoratore dipendente che ha avuto la malaugurata idea, anni fa, di aprire una piccolissima attività commerciale a mia moglie in un piccolo paese ( circa 1.000 abitanti)di una piccola regione. Dopo qualche anno, visto che non ne valeva la pena ho chiuso l'attività. L'agenzia ha "accertato" a mia moglie per l'anno 2006 un reddito occulto che è valso una multa di circa 60.000 euro!!! Credo che neanche in una metropoli un negozio di merceria di circa 50 mq possa generare una sanzione del genere. Naturalmente non abbiamo pagato nè pagheremo (e chi li ha visti mai tutti quei soldi?') facciano quello che vogliono. Questo per dire che è facile sparare cifre di 500 e passa miliardi di cartelle impagate, bisogna vedere se sono fondate o meno...

guidode.zolt

Lun, 24/06/2013 - 10:16

re-leone66 - il guaio è che befera ogni tanto si ricorda dei suoi, come li chiama Lei, sudditi...e lì cominciano le rogne...!

canaletto

Lun, 24/06/2013 - 10:18

VERGOGNA DELLE VERGOGNE, ADDIO ALLA PRIVACY E ALLA PROPRIETA' PRIVATA GRAZIE A QUEL PIRLA DI MONTI. IO ANDREI A CONTROLLARE SUBITO I SUOI CONTI E QUELLI DI PRODI NON IN ITALIA, MA QUELLI ALL'ESTERO....

guidode.zolt

Lun, 24/06/2013 - 10:19

Affossiamo la legge sulla privacy perchè è una presa per i fondelli ! ...Privacy...'sto par de ciufoli...!

xgerico

Lun, 24/06/2013 - 10:21

@Dragon_Lord - Perché se lei fa il 730 quanto tempo lo deve conservare??? Se poi mi chiedono dei 1.500 regalati a mio figlio al limite mi diranno che sono un papà generoso!

janry 45

Lun, 24/06/2013 - 10:23

Scommetto che questa decisione causerà una perdita di cinque punti del PIL.I grandi evasori totali, non credo che siano così fessi di avere ancora dei conti correnti in banca,quei piccoli se continuassero ad averlo si starebbero bene attenti nel movimentarlo, sia in entrata che in uscita,chi ci rimetterà sicuramente sarà il mercato commerciale interno,di conseguenza l'industria e il lavoro.Per l'ulteriore conseguente contrazione dele vendite diminuirà l'introito dell'IVA e per il conseguente calo dell'occupazione diminuirà anche il gettito dell'IRPEF e dei contributi previdenziali.Tombola

tartavit

Lun, 24/06/2013 - 10:35

E' una vera vergogna! Vengono violate tutte le prerogative della Privacy dei cittadini in uno stato democratico e di diritto. E perché tutto questo? Perché da una parte vi sono una infinita schiera di evasori e dall'altra uno stato governato da gente che spende e spande senza alcun criterio i soldi dei cittadini. Per non dire che se li rubano anche. Spese inutili e prebende per il mondo della politica hanno ridotto l'Italia in un colabrodo. E adesso senza nessun ritegno il fisco entra a gamba tesa nella privacy dei cittadini. E' una vera vergogna appunto.

epesce098

Lun, 24/06/2013 - 10:41

Fra le tante stupidaggini che si è inventato il governo, brilla la TARES. Dove si è mai visto che un appartamento, per grande che sia, produce IMMONDIZIA. Sono gli abitanti che la producono. Quindi perchè tassare i metri quadrati di un appartamento? Noi eravamo in cinque persone, tre si sono sposate e sono andate via. Ora mi tocca cambiare casa per pagare il giusto di due persone pensionate al minimo? Fate schifo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Triatec

Lun, 24/06/2013 - 10:41

Befera controlla i nostri conti le nostre spese. Bene. Chi controlla il controllore, i parenti e gli amici di Befera? Quanto guadagna Befera? Solo persone potenti, con alti redditi possono evadere grosse cifre. Sappiamo bene che queste persone fanno parte del club controllori, mica dei controllati.

m.m.f

Lun, 24/06/2013 - 10:51

la cosa importante e fondamentale è che siano i cittadini e le imprese a uscire dallo stato. da questo stato di polizia stare lontanissimi........

m.m.f

Lun, 24/06/2013 - 10:51

la cosa importante e fondamentale è che siano i cittadini e le imprese a uscire dallo stato. da questo stato di polizia stare lontanissimi........

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 24/06/2013 - 10:54

....dove risulterà che industriali e stelle del Jet set sono dei poveri nullatenenti. In compenso si chiederà agli stipendiati di giustificare l'acquisto di un'utilitaria.

epesce098

Lun, 24/06/2013 - 11:22

VYGA54 - Se tutti facessero come te, vedresti come calerebbero subito le braghe. Ma purtroppo siamo un popolo di pecore. E ricordiamoci che fra gli evasori ci sono quelli, e sono la maggioranza, che veramente non ce la fanno a pagare.

'gnurante

Lun, 24/06/2013 - 11:23

come in tutti i paesi civili

LAMBRO

Lun, 24/06/2013 - 11:36

545 MLD !! Una somma enorme più del 25% del PIL che Equitalia non riscuote ? Perché ? Ma chi sono i Debitori? Certamente non la povera gente !! E' l'Italia dei soliti furbi? O sono le Multinazionali che ci ricattano con l'occupazione?

Ritratto di i..f@lsari..

i..f@lsari..

Lun, 24/06/2013 - 11:36

siamo ormai in un regime poliziesco ed inquisitorio di STAMPO SOVIETICO in cui più il sistema incassa da tasse e lotta all'evasione più aumentano gli sprechi i privilegi e le ruberie senza beneficio alcuno per il popolo

lisanna

Lun, 24/06/2013 - 11:42

I grossi evasori tipo V.Rossi , Gabbana e Dolce, quando vengono sparati sui giornali poi va a finire che "transano" o hanno cavilli per cui lo Stato fa la classica figura del cioccolato. Gli altri , quelli che hanno denaro contante, anche da ripulire, pagheranno in contanti , e ciao. Quelli che avranno grane, saranno i poveri cristi , che per disgrazia, avranno qualche discrepanza sulla denuncia dei redditi, sempre pagate!E ben che vada, anche se si è certi di non aver nulla da nascondere, sono grane !!! P.S. ma com'è che non si chiede ai cinesi come fanno ad avere sempre contanti a milioni per comprarsi negozi e appartamenti? e ai rom come pagano le auto le roulotte ecc senza un reddito dichiarato?

baio1969@libero.it

Lun, 24/06/2013 - 12:01

Galera, galera e ancora galera per chi non paga le tasse !!!

tartavit

Lun, 24/06/2013 - 12:10

Nulla di nuovo sotto il sole. Nel lontano 1948, nel suo romanzo dal titolo 1984, George Orwell aveva previsto tutto: lo stato che spia i suoi cittadini.. una anticipazione del grande fratello e delle porcherie che si permette il Sig. Befera e il garante della privacy che ne ha dato il permesso. E poi si dice che non è vero che tutta questa gente sta nella stessa barca per proteggere i propri interessi e per dare addosso ai cittadini. A proposito il romanzo di Orwell era ambientato in uno stato dittatoriale.

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Lun, 24/06/2013 - 12:11

lambro , scusi , sa cosa sono quei 545 miliardi , semplicemente gli interessi , le multe , che rimangono iscritte su debiti regolarmente pagati magari con rateazioni , siano essi inps , stato , inail. mai sentito che l'interesse per un ritardato pagamento ammonta a 250 volte il debito originario ? senza contare l'interesse e gli aggi per equitalia che aumentano di trimestre in trimestre anche se hai ragione , e lo stato ci impiega anche un anno a cancellare il debito ?

Paul Vara

Lun, 24/06/2013 - 12:16

Chi non ha niente da nascondere dorme tranquillo, quanto agli altri...

peuceta

Lun, 24/06/2013 - 12:27

Capisco che siamo uno Stato unitario da appena 150 anni, capisco anche che siamo uno Stato democratico da soli 67 anni....ma che la strada verso la Libertà fosse ancora così lunga non me l'aspettavo proprio! Addio Italia.....l'epitaffio sulla tomba reciterà "Magistratura e Fisco posero. Una prece". E purtroppo accadrà molto presto!

iena

Lun, 24/06/2013 - 12:28

Adesso c'è il rischio che i cittadini non paghino eventuali multe perchè potrebbero essere chiamati - a pagamento effettuato - a dimostare come e dove hanno trovato i soldi per pagare le sanzioni stesse, e quindi rischiare nuove sanzioni più salate perchè recidivi. Quindi, occhio prima di pagare determinate richieste.

mazzarò

Lun, 24/06/2013 - 12:33

scusate ma non posso dire che befera sembra un becchino schiattamorti?

iena

Lun, 24/06/2013 - 12:38

Adesso c'è il rischio che i cittadini non paghino eventuali multe perchè potrebbero essere chiamati - a pagamento effettuato - a dimostrare come e dove hanno trovato i soldi per pagare le sanzioni stesse, e quindi rischiare nuove sanzioni più salate perchè recidivi. Quindi, occhio prima di pagare determinate richieste.

maubol@libero.it

Lun, 24/06/2013 - 12:45

Altra vaccata tutta italiana! Con una pressione fiscale al 53% cosa pretendono, che si vada a rubare? Equitalia è fuori 545 miliardi? Coi chiari di luna che ci sono andrà anche peggio!

mazzarò

Lun, 24/06/2013 - 12:55

Fuori dall'euro subito!

wotan58

Lun, 24/06/2013 - 13:26

Era ora. Sono strafelice, soprattutto perché per il mestiere che faccio, oltre a pagare una montagna di tasse sono stato oggetto a controlli ed accertamenti e contestazioni un numero imprecisato di volte e mi sono dannato l'anima ed ho speso una montagna di tempo (quindi di soldi) per dimostrare che ho sempre versato tutto fino all'ultima cifra. E da oggi sarà molto più complicato per il fisco venirmi a rompere le scatole. In più, mi aspetto e spero che vengano beccati svariati concorrenti ladri ed evasori e che in prospettiva gli onesti paghino meno tasse. Certo, capisco che i sinistri siano dispiaciuti, delinquere diventa più difficile, anche se c'è ancora la scappatoia delle transazioni in contanti che i komunisti vogliono difendere ad ogni costo. Parola d'ordine kompagni, (e ladri) la privacy è il bene supremo e va rispettata. Beh, incominciate a rassegnarvi. Ed adesso via con l'abilizione del contante.

wotan58

Lun, 24/06/2013 - 13:31

Mazzarò, Marx-lira subito per i chi che aspirano agli stipendi di un indiano. Ma alle imprese lasciate stare l'Euro, per favore, sennò manco quelle quattro rupie che spettano ai locali lavoratori dei paese "emergenti" vi andreste a prendere, perchè il sistema produttivo chiude.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Lun, 24/06/2013 - 13:35

A voi tutti che avete votato Pd con e/o senza L dovete stare zitti zitti perchè adesso sono loro che ci governano....come volevate voi.

mares57

Lun, 24/06/2013 - 13:40

Beh chi può i soldi non li ha sicuramente nelle banche italiane. Soprattutto se è un grande evasore. Io non ciuccio questa caramellina che vorrebbe fare intendere che lo Stato combatte l'evasione fiscale. Andate a quel paese.I soldi per rientrare in Italia hanno bisogno di ben altro e tutto ciò che è iniziato nel governo Monti è solo l'esempio pratico e lampante dell'inettitudine o della malafede dei nostri politici- burocrati. Ma non è un banchiere alle finanze? Credete in questo modo di controllare anche la mafia? In piemontese c'è un proverbio che recita così: a coeju le busche e a lasu scapè i trau.Grande governo!

mares57

Lun, 24/06/2013 - 13:43

Quanta ingenuità da parte di tanta gente! Credete davvero che questo combatta l'evasione?

igiulp

Lun, 24/06/2013 - 13:46

@XGERICO 10:21 - Lei passerà anche per un padre generoso, ma per il fisco, suo figlio dovrà cumulare la sua regalìa con i suoi redditi personali e pagarci sopra le tasse. Qui casca l'asino.

Pietro_81

Lun, 24/06/2013 - 13:52

@Dragon_Lord: vengano a casa mia, non ho niente da nascondere. e se troveranno errori nelle mie dichiarazioni chiederò scusa e pagherò per i miei errori. Non sapete quanto sia rilassante essere trasparenti, così si vive molto meglio, dovreste provarci!

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Lun, 24/06/2013 - 14:11

paura eh? evasori perdenti!

Gio1602

Lun, 24/06/2013 - 14:22

i primi evasori sono i politici ed i grandi dirigenti statali e parastatali con le loro parentele e amici con enormi guadagni percepiti dai contribuenti onesti che si svenano per pagare le tasse e poi ora con i controlli vogliono metterci ulteriormente la corda al collo. Tutta questa gente ricordiamolo: politici e dirigenti statali sono DIPENDENTI dei contribuenti Italiani e come i dipendenti possono essere licenziati dal loro datore di lavoro per "giusta causa" per frode, furto o mancanza di produzione, così deve essere e dobbiamo PRETENDERLO ogniqualvolta uno di questi personaggi si rende reo di fatti del genere (vedi recente caso della Idem poverina lei NON sapeva di frodare il fisco e gli Italiani - inizia già subito a dare il buon esempio di evasione fiscale) è ora di finirla di sopportare queste schifezze. Il marciume che fa la SX passa sempre insabbiato e motivato/giustificato, se questo fosse stato fatto da Berlusconi o da qualcuno della DX i giudici li avrebbero già crocefissi. Politici di DX svegliatevi e voi giornalisti sputtanate le nefandezze degli angioletti della SX.

Danielina11

Lun, 24/06/2013 - 14:26

La solita guerra ai poveri. Mentre i veri ricchi i loro capitali li tengono dove si sa, ma dove nessuno li tocca.

ludovik

Lun, 24/06/2013 - 14:32

era ora, finalmente la legge antiriciclaggo riuscirà a funzionare ed essere più efficace.

Ritratto di semovente

semovente

Lun, 24/06/2013 - 14:43

Solo per una questione di educazione dico: benvenuto, anche se dovrebbe essere lui a dirmi: permesso?

audionova

Lun, 24/06/2013 - 14:44

ma siete tutti fuori,e' indubbio che chi ha una partita iva evade le tasse anche se di poco.e' indubbio che chi evade le tasse riceve lo stato sociale,e' indubbio che chi dichiara meno del dipendente e' un evasore.alla fine basta togliere dal mucchio i dipendenti e si controlla tutti gli altri e alla prima evasione anche solo di 1 euro gli si apre il posteriore e gli si prende quello che ha attivita' compresa.non si dica che i dipendenti lavorano in nero perche' lo fanno per tirare avanti,esempio:un infermiere senza i turni di notte percepisce 1400 euro mese per pulirvi...voi sapete bene cosa,quindi non sparate sui dip. pubblici.siamo italiani moralisti e creduloni pero' le tasse le evadiamo o facciamo in modo che gli altri le evadano e quelli che mettiamo a governare sono italiani compreso il ber.

Fracescodel

Lun, 24/06/2013 - 14:57

Quello che fa piu' paura non e' il tentativo dello Stato, eterodiretto dal potere bancario internazionale, di sottometterci e schiavizzarci, ma bensi' la stupida miopia di molta, molta gente che plagiata da media e politicanti, accetta le catene come una necessita' per il nostro bene. Indicano nell'evasione il grande male, mentre l'evasione non intacca l'economia, inquanto il nero evaso viene ridistribuito nel circolo di consumo e quindi beneficia tutti, anche i lavoratori onesti che ricevono la busta paga dalla loro compagnia che vende prodotti! Il male, il vero MALIGNO che ha distrutto e distrugge noi, l'Italia, la nostra economia e qualita' della vita, e cio' anche in Europa, e' il gioco finanziamenti/debito/interessi usato da pochi oligarchi al comando del potere bancario per comandare in Occidente...un vero colpo di stato, mafioso, criminale, eversivo, in complicita' con politici traditori corrotti. Hanno usato i finanziamenti facili per creare il debito, poi hanno fatto cadere l'economia lasciando che il debito/interessi sia irrepagabile; hanno distrutto la classe media che poteva ribellarsi intelligentemente; hanno destabilizzato e diviso con l'immigrazione; ed ora ci schiavizzano. I criminali non sono tra noi pubblico, ma tra i padroni di banche/corporazioni e politici asservienti. Bisogna ripudiare il debito pubblico, uscire dall'EU e dall'Euro, e difendersi dall'immigrazione!

laura franceschini

Lun, 24/06/2013 - 14:57

PAR CONDICIO: pretenderei che associazioni indipendenti dei cittadini fossero autorizzati a fare lo stesso sui conti di tutti i politicanti, affiliati e affini. Amici e nemici compresi. Compresi quelli all'estero.

Fracescodel

Lun, 24/06/2013 - 15:33

Ricordo a tutti che lo Stato e' servo del popolo sovrano, e deve esistere in funzione di facilitatore della vita del pubblico...NON per determinarla o sottometterla. Nel mondo si e' andati benissimo economicamente fino a poco tempo fa. Quello che e' cambiato e che e' criminale davvero non e' l'evasione fiscale (che incide pochissimo sull'economia, visto che cio' che si evade ritorna in circolo nel consumo quotidiano, a beneficio di tutti, anche i piu' onesti lavoratori che ne beneficiano attraveso la busta paga della loro azienda che vende prodotti); il vero danno e' stato fatto dai finanziamenti (volutamente facili, prima) che hanno portato a debito/interessi irrepagabili, e che grazie ad una recessione voluta e pilotata ci hanno distrutto per comandarci e toglierci i risparmi dandoli ai padroni del potere bancario (o credete che i soldi persi dalla classe media siano spariti nel nulla?). Oggi si combatte l'evasione (cosa che va bene, se in un ottica di economia sana), non per rimediare ai debiti o alla recessione...MA PERCHE' IL POTERE OLIGARCHICO DEL POTERE BANCARIO/COROPARTIVO HA DECISO DI AVERE L'ESCLUSIVA DI RUBARE DA SOLO! Cosi' i soldi vengono rubati ugualmente, e forse di piu'; ma non essendo nelle mani dei molti (classe media), non tornano in circolo nei consumi....E TUTTI RIMANIAMO SCHIAVI DI POCHI RICCHI...SOPRATTUTTO GLI ONESTI LAVORATORI CHE NON HANNO MAI EVASO (ma che da bravi ignoranti non capiscono di economia). Non bisogna accettare queste regole Orwelliane. Bisogna indicare nei padroni del potere bancario (che spesso spostano le loro azioni in diverse entita' per non essere colpiti se un particolare istituto viene preso di mira); bisogna farli arrestare, loro ed i politici corrotti che li aiutano!

moshe

Lun, 24/06/2013 - 15:36

E' un'indecenza senza limiti. Le grandi società e quelli con i grandi capitali hanno mille modi e mille commercialisti per evadere; gli unici che saranno tartassati saranno i soliti noti, indagati per importi assurdi. La democrazia è MORTA; siamo in uno stato staliniano e di polizia fiscale. Andate a guardare nei conti dei mafiosi e dei rom, li becchereste tutti!!!

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Lun, 24/06/2013 - 15:50

Il Giornale ha spiegato bene, anche nei giorni scorsi, quali sono i rischi di questo potere in mano a certa gente. Chi è disonesto ed evade non ha nulla da temere, non verrà comunque intercettato. Agli onesti, invece, verranno contati i pe.. nel cu.. da una massa di incompetenti che, come già accaduto in passato, commetterenno i soliti errori di interpretazione e costringeranno anche chi ha ragione a subire vere e proprie odissee per dimostrare di essere in regola. Sarà una strage!

Roberto C

Lun, 24/06/2013 - 15:54

audionova quando a 38 anni, a causa di questa buffonata di stato, della sua stramaledettissima flessibilità e delle sue ancor più stramaledette tasse sul lavoro, mi sono trovato in mezzo alla strada, con l'ennesimo contratto a termine non rinnovato, avevo due strade: cercare qualche lavoretto in nero stropicciandomene dello Stato, o prendere una Partita IVA per cercare di fare le cose in regola. Leggendo i commenti di gente come lei, mi pento di avere optato per la 2° strada, questo Stato non si merita i contribuenti come me, si merita gli evasori, dipendenti o imprenditori che siano, che poi alla fine magari li fanno pure ministri... Per la sua informazione, uno dei motivi del mio licenziamento - pardon, mancato rinnovo - fu proprio che ho sempre battuto tutti gli scontrini. A differenza della mia collega, dipendente come me, anzi, all'epoca pensionata ma poverina, lei doveva sopravvivere e veniva a lavorare (pardon a dare una mano)lo stesso, e diceva che siccome rispondevo sempre picche quando diceva di usare il buon senso e che se erano solo 40 centesimi era assurdo fare lo scontrino, non ero tagliato per quel lavoro e non sapevo fare gioco di squadra, ora lei si gode la pensione (quasi mai in Italia) ma il ricco ladrone sono chiaramente io che ho la partita IVA, ovvio, a me i soldi mi crescono sugli alberi... 1400 euro dice? Pensi che io ne guadagnavo la metà (da dipendente; ora però li rimpiango...)

Triatec

Lun, 24/06/2013 - 16:09

Quanto guadagna Befera? A quanto ammonta il suo conto corrente? Quali e quante sono le sue proprietà immobiliari? Da chi è controllato? Le sue dichiarazioni dei redditi sono regolari?

doris39

Lun, 24/06/2013 - 16:15

"Un abisso di civiltà fiscale ci separa dal resto dell’Europa. In Italia il fisco azzanna il contribuente anche quando l’accertamento è palesemente infondato:infatti,da noi il 68% delle controversie è vinto dai cittadini e da imprese finite nel mirino del fisco,mentre in Francia solo il 4% dei ricorsi contro il fisco va a buon fine. Per ottenere giustizia gli italiani devono aspettare in media dai 10 ai 14 anni e devono comunque versare in anticipo allo Stato un terzo della presunta evasione. …." Rischio calcolato. Leggete tutto l'articolo" Il Fisco ed Equitalia dettano le “veline” a giornali&TV: Eccone la Prova" forse qualcuno dei presenti aprirà gli occhi.

Maxforliberty

Lun, 24/06/2013 - 16:26

@audionova. Se sei un dipendente pubblico ricevi lo stipendio grazie proprio alle partite IVA. Purtroppo, crisi o non crisi, voi della P.A. lo stipendio lo ricevete preciso ad ogni 27 del mese, quindi pensate che il prelievo fiscale sia equivalente alla raccolta dei frutti da un albero. Le Partite IVA, invece, se non hanno commesse, non hanno lavoro, senza lavoro non incassano. Non basta aprire la saracinesca alla mattina per far entrare i soldi, a differenza di lei che le basta strisciare il badge per ricevere lo stipendio. Bisognerebbe farvi lavorare almeno una settimana da dipendenti del privato, gente che lavora con l'angoscia e che non sa se il giorno successivo la Ditta presso cui lavorano riuscirà ancora a reggersi in piedi.

Fracescodel

Lun, 24/06/2013 - 16:30

@audionova: la sua ignoranza in merito e' stucchevole! Molti imprenditori, quelli che ancora non sono falliti, non si pagano lo stipendio per tenere in vita l'azienda...ECCO come fanno a percepire meno dei dipendenti. Questo accade in Italia, soprattutto, per via di politiche economiche capestrali e devastanti per i piccoli e medi imprenditori. Peccato per i lavoratori e per gente ignorante come lei, che il tessuto economico Italiano e' sempre stato sostenuto per piu' del 90% da piccole medie imprese...quelle imprese che, creando una classe media estesa, hanno permesso il ricircolo di contante sull'economia e permesso che l'Italia sia stata una delle poche nazioni con una distribuzione di ricchezza e qualita' della vita estesa. Ora, se prima l'ignoranza di gente come lei era detestabile ma non danneggiava, oggi diventa inaccettabile e dannosa, inquanto dobbiamo unirci per combattere questo colpo di stato a livello Europeo del potere bancario/corporativo contro classe media e piccole medie imprese. La invito a studiare, informarsi e leggere attentamente commenti di gente che le spiega queste cose...si astenga dal credere agli articoli dei giornali, che sono in mano al potere bancario e servono come propaganda per renderla malleabile come una pecora, mentre i veri criminali, i grossi padroni degli assets mondiali, si arricchiscono a nostro scapito, lasciando che ci scanniamo tra noi stessi per inezie!

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Ven, 25/03/2016 - 17:46

Se Befera e i di lui collaboratori saranno puntigliosi e soprattutto imparziali dovremmo gioire perchè finalmente si potrebbe scoprire che cosa "bolliva" nei conti correnti di coloro che hanno fatto fallire MPS e le altre banche toscane, ma anche dove finivano i soldi che manovrava Penati a Milano, chi ha pagato i debiti del vecchio PCI nei confronti del BANCO DI NAPOLI prima che fallisse ecc...ecc...ecc...ecc...ma saranno tanto imparziali?....ai posteri l'ardua sentenza.