Ordine di arresto domiciliare per Alessandro Sallusti

Il direttore del Giornale, Alessandro Sallusti: "Non c'è carcere, ma resta la violenza"

Il direttore del Giornale, Alessandro Sallusti

"Anche se non vado in carcere e quindi non ci sarà la violenza fisica della detenzione, resta comunque la violenza psicologica dell’essere privati della libertà". Questo il commento del direttore del Giornale, Alessandro Sallusti, dopo aver ricevuto l'ordine di carcerazione domiciliare.

"Ho dato mandato ai miei legali di chiedere al magistrato di sorveglianza se posso continuare a lavorare, ogni altra richiesta è subordinata a questo, è ovvio
che non si può fare il direttore dalle 9 alle 16 o 5 giorni alla settimana"
, ha aggiunto Sallusti. Oggi scadevano i trenta giorni di sospensione della pena a quattrodici mesi di reclusione per diffamazione.

Mentre continua il teatrino in Senato sul ddl sulla diffamazione e mentre Fnsi e Fieg definiscono "pessima" la legge in questione, quello che conta è che l'ordine di arresto è arrivato. Entro i prossimi cinque giorni, il direttore de il Giornale andrà agli arresti domiciliari.

La procura milanese, in una nota, ha spiegato che Sallusti ha ottenuto la sospensione della carcerazione "ricorrendo le condizioni per l’esecuzione della pena detentiva presso il domicilio" in base al cosiddetto decreto svuota carceri. Decreto che ha innalzato da 12 a 18 mesi la pena per cui è possibile scontare la condanna presso il domicilio.

L’ultima decisione sui domiciliari spetterà al magistrato di sorveglianza. In teoria questo potrebbe opporsi alla decisione della procura di concedere il beneficio al direttore del Giornale. "Il magistrato di sorveglianza deciderà nei prossimi giorni se accogliere o respingere la nostra richiesta", ha spiegato Bruti Liberati. Alessandro Sallusti è stato condannato dalla Corte di Cassazione in via definitiva a 14 mesi di reclusione per l’accusa di diffamazione.

Intanto, nella galleria Meravigli, accanto alla sede del quotidiano Il Giornale, è stato esposto uno striscione sul quale è scritto "Se i giusti non si oppongono,
sono già colpevoli". Lo striscione si conclude con un incoraggiamento ad Alessandro Sallusti: "Coraggio direttore, 6 un grande"

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 26/11/2012 - 12:58

Arresti domiciliari. Quindi Sallusti è stato carcerato in casa come un delinquente. Non è finito a Regina Coeli solo perché non c’è posto. Lo avevo previsto e scritto subito, conscio della doppiezza e dell’incapacità dei senatori che purtroppo ho contribuito a mandare in parlamento. Il presidente del gruppo del Pdl, il senatore Gasparri, dovrebbe dimettersi dalla carica per incapacità manifesta. Noi lo dimetteremo poi da senatore alle prossime elezioni.

Hannes

Lun, 26/11/2012 - 12:59

Questo Paese mi fa vomitare :-(

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 26/11/2012 - 13:01

Per quanto mi ricordo Alfano è stato completamente assente nella vicenda Salluti, Berlusconi gli ha manifestato la sua solidarietà e lì si è fermato, Maroni gli ha addirittura “sparato” contro, mentre Gasparri ha fallito ancora una volta. Una vera vergogna per il Paese e per il sistema giudiziario. Ma soprattutto è una vergogna per la parte politica per la quale Sallusti spendeva il suo tempo. ALFAnò, alla mia scarsa considerazione delle sue capacità politiche sento di dover aggiungere anche questa porcheria.

Ritratto di Biancofiore

Biancofiore

Lun, 26/11/2012 - 13:16

Questa notizia si commenta da sola! mi viene da vomitare, ma se potessi lo farei addosso a qualcuno. Berlusconi ha espresso la sua solidarietà, poverino, con tutti gli inciuci che ha; Alfano, Maroni, Gasparri cosa hanno fatto. Non permettetevi neanche di rimettervi in lista alle prossime elezioni!!! Rimanete a casa e andate a lavorare, se ne siete capaci e sapete fare qualcosa, così eviterete una figura molto magra. l'autore di questo post è uno che ha votato il PDL dal 1994. Se potessi, mi morsicherei i marroni. Vergognatevi tutti.

Ritratto di pipporm

pipporm

Lun, 26/11/2012 - 13:17

Ma anche il PdL non aveva votato per il carcere?

scipione

Lun, 26/11/2012 - 13:24

Onore e solidarieta' al direttore Sallusti,MARTIRE DELLA LIBERTA'. Se Sallusti fosse stato un supporter del PD,ci sarebbero state le barricate se non la rivoluzione con in testa le macchine del fango come Repubblica il Corriere ,l'Unita'.... Confesso che ho PAURA : Il Paese si avvia ad un regime fascio-comunista con POTERE ASSOLUTO DELLA MAGISTRATURA.Viva la LIBERTA'

Ritratto di Grisostomo

Grisostomo

Lun, 26/11/2012 - 13:29

Che Paese di merda siamo diventati!

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 26/11/2012 - 13:33

Riprovo1 # Corsaro Azzurro - Concordo di nuovo, pienamente. Una vergogna per il Paese, mentre certamente molti “personaggi”, che da un mese fanno finta di essere dalla parte della “libertà di stampa” e di piangere lacrime di coccodrillo per la carcerazione di Sallusti, hanno stappato bottiglie di champagne per festeggiare l’evento.

Ritratto di Sniper

Sniper

Lun, 26/11/2012 - 13:37

Svolta positiva, intendo i domiciliari anziche' il carcere vero. Forse Sallusti si dibatte tra sollievo per la scampata carcerazione e un po' di delusione per non poter recitare la parte del martire fino in fondo. Ma per cortesia non perseveriamo nella bufala della liberta' di informazione, di parola, di espressione e via disinformando. Sallusti, lei non e' Matteotti, non combatte il dittatore o il potente, lei lavora per il potente. Questa condanna e' per diffamazione, e la diffamazione puo' fare piu' danni di qualche mese di "carcere" al calduccio e in poltrona. I domiciliari le siano lievi.

Il giusto

Lun, 26/11/2012 - 13:39

E ti pareva..inalzato il limite per i domiciliari dai 12 ai 18 mesi!Per chi dice che in Italia siamo tutti uguali...

Ritratto di charry_red_wine

charry_red_wine

Lun, 26/11/2012 - 13:42

un paese di merda lo siamo sempr stati..almeno dall'unità d'italia..resto senza parole

prodomoitalia

Lun, 26/11/2012 - 13:43

Basta con questa magistratura a senso unico ! Ne abbiamo pieni i santissimi !

Ritratto di spectrum

spectrum

Lun, 26/11/2012 - 13:45

... quindi si eliminarono i cosacchi, gli ufficiali polacchi, i preti, e qualsiasi casta pericolosa. Poi venne la volta dei culachi, coloro non piu solo "proletari", ma che possedevano piu di qualche bestia. Poi vennero le carestie pilotate in georgia, .... e poi e poi e poi, fino a arrivare a quei 90mil. di morti stimati che il comunismo fece e fa ancora in tutto il mondo, tra Lenin, Stalin, Mao, Fidel, etc etc. Qui si torna alla violenza, alla lotta/eliminazione degli avversari politici. Le rivolte in piazza saranno sempre piu violente, per spaccare tutto e rompere con odio qualsiasi cosa. Mi auguro che non bisognera armarci e combattere il nemico rosso. Altrimenti, io saro' il primo.

ABU NAWAS

Lun, 26/11/2012 - 13:47

IL MASSIMO DELLA SOLIDARIETA' AL DR. SALLUSTI, E TANTA SPERANZA CHE LA SOSPIRATA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA POSSA ENTRARE IN VIGORE AL PIU' PRESTO!!!!

Peppe profeta

Lun, 26/11/2012 - 13:48

Ma veramente ancora ci meravigliamo di tutto questo?Ma quandé che ci decidiamo a fare qualcosa di serio?Sallusti purtroppo non è la sola vittima quotidiana di questi stalinisticomunisti chiamati magistrati.I politici hanno paura di cambiare le cose o peggio sono loro alleati.Il potere ecomico si serve di questa gente e anche grazie a loro hanno ottenuto quello che da tempo smaniavano:il potere assoluto.

janry 45

Lun, 26/11/2012 - 13:50

Avrei voluto vedere che cosa sarebbe accaduto, se avessero arrestato per lo stesso reato il direttore di Repubblica.In Italia non c'è più la democrazia,ammesso che ci sia stata una volta.Gli antifascisti hanno abbattuto il fascismo politico e si sono tenuto il fascismo burocratico.

Ritratto di semiscopremiamoglie

semiscopremiamoglie

Lun, 26/11/2012 - 13:51

Massima solidarietà al Direttore Sallusti. Il resto è solo desolazione e senso d'impotenza!

Ritratto di orcocan

orcocan

Lun, 26/11/2012 - 13:55

Se si voleva l'ennesima prova in cui versa la pletorica legislazione, la magistratura, i codicilli, le interpretazioni personali di alcuni magistrati, spesso contrapposte su identiche situazioni, il caso Sallusti interpreta l'Italia in cui viviamo. Per gli stessi reati si trova sempre un giudice che condanna e un altro che assolve, uno che manda in carcere preventivo sulla base di presunzioni e un altro che rimette in liberta' persone con reati acclarati. Nel medioevo le citta' stato erano piu' liberali.

gigi0000

Lun, 26/11/2012 - 13:56

Se i giusti non si oppongono, sono già colpevoli! Condivido pienamente e, mi sia concesso, avevo sollevato la stessa questione in ordine alla solidarietà di tutti, a parole, ma senza alcuna vera azione di rivolta a cotanta infamia. Ciò che è veramente mancata, non è tanto la politica, che schifo faceva e schifo fa, bensì la VERA solidarietà dei colleghi, che avrebbero unanimemente dovuto pubblicare, con la loro firma, lo stesso articolo di Sallusti. I codardi potrebbero ancora rimediare, se codardi non fossero! Ma codardi sono.

oranjeboven

Lun, 26/11/2012 - 14:00

Ciao ciao PDL, vi ho votato dal 1994, ma ora basta! A casa tutti! Onore e Solidarietà al Martire della Libertà SALLUSTI. Italia: ha ragione Venditti e tutti i pregiudizi "normali" che hanno all'estero sono VERI, ma(purtroppo)la realtà batte perfino i più perfidi. Ha (ancora) ragione il mio vecchio Prof di Storia: "se non fosse così tragica sarebbe tutto da ridere".....

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Lun, 26/11/2012 - 14:01

Quella di oggi è una sconfitta per la libertà di stampa: Sallusti NON ha scritto l'articolo incriminato ed in esso NON era citato il diffamato. Il resto sono sofismi.

vince50

Lun, 26/11/2012 - 14:04

Premetto che non posso e non voglio giudicare il caso Sallustri,non ne ho la competenza.Ma per quel poco di cui sono a conoscenza se il sig.Sallustri merita gli arresti per una qualche ragione,nel nostro caro amato paese,molti personaggi meriterebbero di essere fucilati alla schiena per il danno causato in passato,nel presente e purtroppo anche in futuro.

petrustorino

Lun, 26/11/2012 - 14:14

se Berlusconi accetta il Monti bis può scordarsi il mio voto....

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Lun, 26/11/2012 - 14:15

@ pipporm Lun, 26/11/2012 - 13:17, purtroppo Sì. E ha commesso un errore imperdonabile. Forza Italia non ha mai fatto un simile errore. Contento?

gazzifam

Lun, 26/11/2012 - 14:37

Pari solo alla Cambogia. Tieni duro Direttore non sei solo.

eureka

Lun, 26/11/2012 - 14:39

Resta il fatto che i politici ed i tecnici che sono così orgogliosi di trattare gli interessi italiani non sono stati capaci di fare una giusta legge per la libertà di stampa. Paura? Paura di fare giuste leggi e mettere dei paletti anche nel settore Giustizia? Questo vuol dire che questi signori preferiscono mettersi a disposizione dei paraventi che tuteli il loro futuro. Non c'è altra spiegazione. Resta comunque il fatto che un innocente è colpevolizzato e andrà in carcere o carcerato in casa per ciò che ha commesso un altro. Bella giustizia!!!!!!

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Lun, 26/11/2012 - 14:39

Caro Direttore, temo che non Le consentiranno mai di lavorare. Ci scommetterei l'occhio sinistro.

gianme

Lun, 26/11/2012 - 14:41

Una vergogna che i magistrati rispolverino una legge fascista per uccidere la democrazia. Dove sono i valori di questa fantomatica costituzione che tutti decantano allegramente in primis un latitante presidente della repubblica che alza la voce solo quando il suo onore è in pericolo? Quanta meschinità vomitano le più alte autorità dello stato incapaci di lottare per dei principi fondamentali sui quali i nostri padri hanno combattuto e sono morti per garantirli.

Ritratto di Mario Carmelo Guerrisi

Mario Carmelo G...

Lun, 26/11/2012 - 14:42

Alessandro, non farti intimidire, affronta a viso aperto la tua sorte, ma non abbandonare la grande famiglia de "Il Giornale". Vai avanti a scrivere ugualmente, magari se non te lo dovessero permettere, scrivi ugualmente usando con un tuo pseudonomo, tanto il tuo stile é inconfondibile e ti seguiremmo lo stesso. Questo consiglio, te lo da un vecchione della carta stampata che é nel settore da una quarantina di anni. Se poi, mi dovesse capitare di discuterne nel CNOG, dove ancora per qualche mese ne farò parte, ti prometto che darò battaglia difendendo la tua posizione.

waaw33

Lun, 26/11/2012 - 14:42

Ringrazi quell'altro galantuomo del Betulla!!

gazzifam

Lun, 26/11/2012 - 14:45

@Sniper . E' vero Sallusti non è Matteotti.E' vero anche che ha pestato i piedi ai nuovi dittatori e potenti: Magistratura politicizzata e giornali servi dell'ideologia comunista. E questa non è diffamazione è purtroppo realtà.

filger

Lun, 26/11/2012 - 14:48

Silvano, quoto in toto!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 26/11/2012 - 14:49

@spectrum. Ma lei davvero crede a quello che scrive? I cosacchi? I Polacchi? Guardi che un governo di csx lo ha già avuto, anzi più d'uno, e le sue libertà fondamentali sono rimaste intoccate. Oppure ci scrive dal confino?

CALISESI MAURO

Lun, 26/11/2012 - 14:51

Sniper, sembra che il matte..i venisse da una famiglia di ... prestatori di danaro.... chiamasi s.....io ( penso ci sia un libro o un saggio sull'argomento )Di santi non ce ne sono piu' Faccia un altro esempio ce ne sono tanti comunque:))

fisis

Lun, 26/11/2012 - 14:52

Quando l'Italia diventerà, si spera, un paese normale e liberale, il caso Sallusti sarà ricordato dagli storici come l'estrema violenza di un regime giudiziario di stampo stalinista che voleva distruggere la libertà di espressione.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Lun, 26/11/2012 - 14:55

#gigi000# E codardi rimangono. Pienamente d'accordo con lei. Ormai la codardia é talmente diffusa, che si accorgeranno di essere incaprettati quando ormai sarà troppo tardi. In Italia il virus della dittatura e stato incubato per decenni nei palazzi del potere e se non fosse per le nefaste conseguenze che l’esplosione, ormai prossima, di questa pestilenza porta con sé direi che, per questi codardi, le corde dovrebbero essere ancora più strette. Solo allora, capirebbero cosa significhi perdere la libertà. Rinnovo la mia solidarietà a Sallusti e a tutta la sua famiglia. A lei cordiali saluti. Rosella

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 26/11/2012 - 14:59

Ma, questi Giudici non si confrontono mai con i Giudici degli altri Paesi?certo che se noi vediamo in che condizioni é la Giustizia Italiana, non dobbiamo meravigliarci se questa é al 158 posto nel Mondo, questa Giustizia é adatta solo per giudicare i Comunisti, con loro i Bruti Liberati usano un,altra misura. Il, nostro Paese é in mano ai Comunisti ed é inutile che i Sinistronzi protestano quando li chiamiamo cosi, questa gente non si lamenta mai della Giustizia anche se questa ha rovinato il nostro paese impedendo gli Investimenti Esteri. Io, mi domando perche il PDL non vá al Consiglio Europeo per denunciare lo stato della Giustizia in Italia?possibile che i Cittadini Italiani devono sopportare una Giustizia che non é neppure degna del 3 Mondo? quando sará che noi avremo un Capo Di Stato che dirá qualche parola contro queste porcherie???!.

Nadia Vouch

Lun, 26/11/2012 - 15:00

Ciò che lascia l'amaro nel cuore è che in Italia si sia perso ormai un senso di riferimento dal quale partire per infliggere, se del caso, la "giusta" pena. Pare ci sia un agire come a caso: a chi capita, capita. C'è chi finisce in carcere quando magari non è il caso, c'è chi viene rilasciato quando dovrebbe scontare l'ergastolo, c'è chi, come Sallusti, viene apparentemente favorito con degli arresti domiciliari. Non si capisce più niente, tanto che i veri delinquenti spesso scorrazzano liberi e impuniti. Penso che quando la confusione è troppa, anche il primo degli innocenti finisca col sentirsi colpevole, e anche il più marcio dei cattivi si senta intoccabile. L'unica cosa che noi Lettori possiamo fare è, oltre a denunciare questo stato pietoso della giustizia, stare accanto a chi sappiamo essere persona integra. Sia che gli venga concesso di continuare a lavorare, sia che no. Il tempo, passa per fortuna a volte velocemente. Un caro saluto al direttore Sallusti.

Reference

Lun, 26/11/2012 - 15:04

La nausea è irreversibilmente cronica. Le anime belle sempre pronte a scherarsi e a indignarsi per le mostruosità del Codice Rocco, in questo caso infilano la testa nella sabbia. Che paese di M....

Reference

Lun, 26/11/2012 - 15:05

PS Direttore non dimetterti

marcs

Lun, 26/11/2012 - 15:06

Scusi Corsaro Azzurro, Lei sa che nell'articolo incriminato si diceva che il giudice aveva ordinato l'aborto? Ecco ciò era completamente FALSO, proprio perché per il mancato consenso espresso del padre, la madre e la tredicenne (loro sì d'accordo per abortire) hanno dovuto ricorrere al giudice, che ha dovuto così integrare con suo provvedimento la volontà espressa da chi era titolato ad esprimerla (madre e figlioletta incinta). Tutte queste falsità si concentrano in un attacco alla legge sull'aborto e sul finale si aggiungevano quelle parole sulla pena di morte per i pretesi responsabili. Dove era il dovere di cronaca, e quello di verificare l'attendibilità delle notizie? Qui non c'è stato l'esercizio della LIBERTA' di stampa, ma l'abuso doloso o gravemente colposo di un POTERE di "informazione" che distrugge con improvvisate farneticazioni la reputazione di alcuni cittadini, additandoli al pubblico disprezzo e auspicandone addirittura la morte. Ecco perché sia Sallusti come responsabile del quotidiano che il giornalista che ha scritto l’articolo DEVONO risponderne fino in fondo.

p.riggi

Lun, 26/11/2012 - 15:24

@gianme. Mi scusi, ma perché parla di una "legge fascista"?

p.riggi

Lun, 26/11/2012 - 15:26

@Reference. Perché il Codice Rocco?

cicero08

Lun, 26/11/2012 - 15:31

Ma sbattere il mostro in prima pagina senza che si fosse macchiato di nulla è violenza o no??? E lo è ancora di più quando ci si rifiuta di riparare in qualche modo...

DANI1991

Lun, 26/11/2012 - 15:31

In questo paese la giustizia è amministrata da individui che dovrebbero essere sottoposti ad un trattamento sanitario obbligatorio seguito da perizie psichiatriche. Se fosse successo ad un giornalista di sinistra sarebbe scoppiato il caos e avrebbero definito il tutto come dittatura e regime. Bisogna ricordare e non dimenticare che persone come il generale dei carabinieri Mori ed i suoi uomini arrestarono il boss mafioso Riina e vennero indagati anch' essi come mafiosi. Come si fa ad avere fiducia in una giustizia simile?

Bebele50

Lun, 26/11/2012 - 15:52

Direttore Le esprimo la mia solidarietà. Mi ricorda tanto l'esilio nei gulag staliniani.

egi

Lun, 26/11/2012 - 15:55

Chi crede di essere, non ha ancora capito che a sputtanare gli avversari politici, se non si è Santoroe tutti i killer della sinistra giornalaia

Super431

Lun, 26/11/2012 - 15:56

Ma il Direttore Sallusti non aveva in precedenza sostenuto molto stoicamente l'ingresso in galera ? Perché non si è costituito a S. Vittore?

ARNJ

Lun, 26/11/2012 - 15:57

C'è proprio da vergognarsi a vivere in un paese schifoso come questo........con dei politici e dei magistrati di merda che approfittano della propria situazione per distruggere le persone per bene e quelle che la pensano diversamente da loro........siamo in un regime totalitario......peggio della peggiore Russia di Stalin !!!!!...ed il presidente della Repubblica cosa fa ? : TACE !!!!!.. V E R GO G N A A A A A A A A A A A A A A ........

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 26/11/2012 - 16:04

#marcs. Egregio, signore é di Santoro, Garner, Ezio Mauro, Travaglio, che ne dice cosa dovrebbero subire questa gente? per non parlare di "repubblica" che ha infangato Berlusconi per 20 anni!. E, dei Giudici che comprono puttane é mafiosi o che falsificano date, prove e testimoni o che inventono processi per infangare Berlusconi, cosa dovrebbe accadere a queste persone? se la legge é uguale per tutti, perche i 400 indagati del PD non vanno in galera oppure processati?!. Lei; o é cieco oppure fá lo gnorri a suo uso e consumo, il nostro Paese vá alla deriva proprio perche gente come lei approva questo sistema di cose dove solo una parte Politica viene punita é l,altra puo fare ogni porcheria; é questo quello che lei intende come democrazia?!.

ARNJ

Lun, 26/11/2012 - 16:04

In Italia purtroppo è così : ......CHI TOCCA I FILI MUORE !!!!... una cosa vergognosa.....da repubblica delle banane !!!!..

waaw33

Lun, 26/11/2012 - 16:05

La Magistratura applica le leggi e punisce chi diffama persone sconosciute. Bastava fare le rettifiche del caso. Lo dice anche Feltri!! E poi ringraziate quel codardo del betulla...

Ritratto di gino5730

gino5730

Lun, 26/11/2012 - 16:07

Questa legge è stata voluta dagli "onorevoli" solo per spirito di vendetta contro chi li critica. Comunque se Sallusti è stato condannato per diffamazione,perchè la stessa legge non viene applicata dai vari Santoro,Travaglio e simili che di Berlusconi ne hanno detto tutto il male possibile ? Forse accusarlo di essere mafioso ,un violentatore di bambine innocenti,tipo Ruby e non è diffamazione ? Ma la libertà di stampa non è prevista dalla Costutuzione ?

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Lun, 26/11/2012 - 16:08

Caro marcs, sono 40 giorni che commento gli articoli del caso Sallusti e conosco molto bene l'argomento. Ho le mie idee che, evidentemente, non collimano con le Sue: e allora? Sono contrario al carcere per il direttore di un giornale. Posso pensarla così o devo avere il Suo Augusto permesso? Comunque ben venuto tra i commentatori del caso Sallusti!

Amon

Lun, 26/11/2012 - 16:16

ma non doveva rinunciare ai benefit e farsi la galera se condannato?? (16.16)

MassimoOk

Lun, 26/11/2012 - 16:20

pultroppo in ogni famiglia che si rispetti quando saltano i valori non resta piu' niente....Questo paese è un paese costruito con i compromessi, truffe, non meritocratico. Quindi non essendoci piu' valori ma solo interessi personali siamo e saremo in discesa ma non lentamente come in passato adesso è un conto alla rovescia in cui la situzione andra' sempre piu' degenerando di mese in mese. Quello che ruba al supermercato viene arrestato perche' non puo' mangiare e quelli al governo che hanno rovinato l'italia e continuano sono ancora li tranquilli....detto questo mi potete dire cosa ce da aggiungere??Sallustri buona fortuna...con la punizione che ti stanno infligendo vogliono dare l'esempio a gli altri di non esercitare il proprio lavoro democraticamente. Un territorio cosi' bello.....rovinato da questa sporcizia sociale.

unosolo

Lun, 26/11/2012 - 16:31

il giornalista non dirà mai la fonte della notizia , mettiamo il caso che fosse stata una trappola solo per incastrare un giornalista qualsiasi e non il DR , perche allora non chiedere smentita della non veridicità della notizia con tanto di scuse in prima pagina e magari un rimborso simbolico ? Cosi facendo si imbavaglia la stampa , si intimoriscono giornalisti e a noi cosa resta ? la cronaca , lo sport e il gossip e altre cavolate, saluti.

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Lun, 26/11/2012 - 16:36

Solidarietà totale, Direttore. Paese da vergogna!!!!! L'unica cosa buona è che i soliti ignobili noti che sputano veleno su queste pagine sono talmente impegnati in pratiche autoerotiche da non trovare tempo per scrivere e importunare! Scheda annullata e con tanti begli insulti per tutti! Altro che votare!!!

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 26/11/2012 - 16:39

"Coraggio direttore, 6 un grande" con tutta la mia solidarietà (anche se vale poco).

maxmello

Lun, 26/11/2012 - 16:49

@Pasquale Esposito: Lungi da me l'idea di convincerla diversamente, ognuno ha sempre il diritto alle proprie opinioni ma lei dice che Repubblica diffama berlusconi da 20 anni...mi scusi ma riportare notizie vere o date per vere non è diffamazione, se poi le notizie non le piacciono non è mica un reato. Berlusconi ha querelato tutto e tutti ma non mi sembra che i giudici abbiano rilevato mai gli estremi per la diffamazione almeno nel caso specifico di Repubblica, almeno cosìmi sembra, le consiglio di leggere "l'odore dei soldi" vecchio libro di Travaglio sul nostro berlusconi. Per quel libro travaglio fu querelato da berlusconi in persona e dalla fininvest e ci fu una richiesta di risarcimento milionario, sa come è andata a finire? I fatti riportati da Travaglio erano inconstestabili perché basati su documenti e testimonianze di diversa natura e sia Fininvest che silvio dovettero finire col pagare le spese legali. C'è differenza tra il dire verità amare e dire il falso.

ilfatto

Lun, 26/11/2012 - 17:03

@gino5730...perchè quando accusano qualcuno hanno documenti a dimostrarlo e tutti i processi intentati sono finiti con assoluzioni...basta informarsi...chiedo troppo?

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 26/11/2012 - 17:14

Più di chiunque altro, sono e saranno i magistrati i più felici di evitare il carcere a Sallusti... devono evitare assolutamente di farlo santo e martire! Il risultato che volevano ottenere lo hanno già avuto: infangare una pericolosa "voce", appioppargli un bel precedente penale (che non si sa mai per il futuro...), mettere alla berlina una delle pochissime testate non allineate al "libero pensiero pregossist/staliniano", mandare un avviso a tutti gli altri giornalisti non ancora piegati alla dittatura "diversamente democratica" (colpiscine uno per educarne cento...), creare un precedente di giudizio "cassato" da applicare con libera interpretazione ad altri casi di convenienza politica (specie sotto elezioni, vedrete...). Siamo in piena dittatura e non hanno nemmeno avuto bisogno di un colpo di stato. E pensare che c'è ancora qualcuno che si appassiona a quella farsa delle primarie del PD e alle "narrazioni" di quello che invece la magistratura ha salvato da qualsiasi accusa. Voglio proprio vedere se il popolo "non rosso" farà ancora assenteismo o avrà dei dubbi alle prossime elezioni!

Amelia Tersigni

Lun, 26/11/2012 - 17:19

Molti di quelli che scrivono se la prendono con i politici inetti e...paurosi. Beh!, bisogna anche capirli!. C'è da andare contro la..."Giustizia" italiana !!!!. E la "paura" fa novanta. A quando una santa...sana...e radicale riforma della nostra "cosiddetta Giustizia" ??. SOLO QUANDO I CITTATINI AVRANNO "FIDUCIA" NEL PROPRIO SISTEMA GIUDIZIARIO DIVENTERANNO CITTADINI DI UNA NAZIONE LIBERA E DEMOCRATICA !!!!. Altrimenti si...limiteranno ad essere "pecore...anarchiche" . E' un modo come un altro di.... sopravvivenza.

lamwolf

Lun, 26/11/2012 - 17:21

Cisono migliaia di delinquenti, criminali, assassini, rapinatori, truffatori, indagati di peculato (ogni giorno un politico o un consigliere regionale o provinciale) che insieme alle migliaia di extracomunitari senza opermesso di soggiorno sono liberi di intraprendere la professione più permesssa nel nostro paese. Quella della caccia all'onesto per rubargli a qualsiasi prezzo anche ammazzando qualsiasi cosa. Che fine l'Italia.......

Ritratto di Mariador

Mariador

Lun, 26/11/2012 - 17:22

l’art. 14 del Codice deontologico forense riconduce all’ovvia considerazione che: “la verità cui il processo tende e cui può approdare è solo quella giudiziaria, NON necessariamente coincidente con quella reale dal momento che un fatto o una circostanza obiettivi, addirittura concordemente prospettati dalle parti antagoniste, può assumere nell’ambito della dialettica giuridica una valenza anche radicalmente opposta.”, ho molta paura di una Magistratura che condanna o assolve sulla base di un proprio concetto di verità. Enzo Tortora docet. Cosa altro possiamo aspettarci?

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Lun, 26/11/2012 - 17:31

ma la madre di quella povera ragazzina non ci deve andare in galera? Il giudice che denuncia anche se non è stato nemmeno nominato è libero di fare come gli pare? Tutti i giornaletti di sinistra e le trasmissioni di sinistra possono infangare e infamare tranquilli, ma veramente è un teatrino da asilo infantile.la Giustizia tornasse a non essere più in balia di questi sciacalli rossi , compreso il reuccio del colle ,non possiamo più permetterlo!!!!Forza Sallusti, abbi fede, arriverà quel giorno e anche grazie a te.

Ritratto di trebisonda

trebisonda

Lun, 26/11/2012 - 17:36

sono annichilita non so se ridere o piangere,questa è un'infamia insopportabile.Ma dove mai viviamo,in Cina,a Cuba ,non si capisce più niente.La verità è che in Italia abbiamo troppo pc e si sa che loro fanno il buono e il cattivo tempo.Aiuto si salvi chi può,magari lasciando questo paese di m....a.A te Direttore tutta la mia vicinanza e coraggio ,ne ha bisogno.

marcs

Lun, 26/11/2012 - 17:40

Gentile Paquale Esposito, il sig. Berlusconi non è mai stato diffamato per il semplice fatto che tutte le cose che sono state scritte e dette su di lui si sono sempre rivelate vere e tenga presente che nella quasi totalità dei processi a suo carico non si è potuto procedere per prescrizione del reato o perchè nel frattempo, grazie a leggi compiacenti, il reao era svanito nel nulla. Nel caso in questione mi sembra chiaro che vi siano almeno due reati: la diffamazione nei confronti del giudice e la pubblicazione di notizia falsa tesa a screditare il lavoro del magistrato e della famiglia coinvolta. E non mi sembra che su questo si possa essere in disaccordo. Quanto a Corsaro Azzurro non mi permetterei mai di impedirle di pensarla come vuole, ma penso che sia inammissibile che un direttore di un quotidiano e un giornalista possano scrivere falsità sapendo che contro di loro mai si potrà intervenire. Questa non sarebbe più "libertà di informazione", ma bensì "libertà di sproloquio"

roliboni258

Lun, 26/11/2012 - 17:43

venti giorni fa hanno liberato 3 mafiosi assassini per scadenza dei termini,questo paese mi fa vomitare

rebarbaro

Lun, 26/11/2012 - 17:51

Diversi anni orsono vi avevo detto reiteratamente che non vi sareste salvati e che il gioco democratico vi avrebbe travolti. C'é un solo partito, quello nato con la costituzione fatta dalle belve di Satana o sinistristi o comunisti o lercio rigurgito. Nei primi due anni del governo Berlusconi le belve erano aggattate e spaventate: allora si doveva creare una milizia armata e a ogni urlo un azione spietata e sareste stati meravigliati per la velocità di come il lerciume si sarebbe rintanato al suo posto "IO L'HO VISTO". Ormai cosa andate cercando. Aspettate che si fracassino fra di loro e gli Italiani tipo scheletri di Mauthausen. Si riposi Direttore e pensi alla salute.

comos

Lun, 26/11/2012 - 18:07

Ma quando mandiamo in galera un po di magistrati?

ex procura.

Lun, 26/11/2012 - 18:10

Leggo con meraviglia i commenti, in quanto la legge 199/2010 (legge svuota carceri ed esecuzione della pena presso il domicilio -art.1 co.3- fino a 12 mesi,poi portati a 18 ) non è stata inventata o interpretata dai giudici sovversivi di sinistra o che hanno poche cellule nervose in testa. Ma è frutto dell'idea del ministro della giustizia ALFANO,del premier pro tempore BERLUSCONI:porta la data del 26.11.2010!!!!.Ed aveva (ed ha) lo scopo di evitare il sovraffollamento in carcere.Non era una legge ad personam ovvero contro qualcuno ma a favore di tutti.Problema attualissimo visto anche i numerosi suicidi.In procura(ufficio esecuzione penale ) si applicano le leggi volute dal parlamento senza discrezionalità .Per chi ha dubbi cfr.:codice penale,codice di procedura penale art. 656,ordinamento penitenziario,diritto carcerario.Se non si è contenti delle norme bisogna lamentarsi con chi le ha votate al senato e parlamento.Cmq. nel caso di specie esiste sempre il diritto di revisione della sentenza se si pensa che questa sia ingiusta o non h yenuto conto di tutte le verità.

Federico De Vittori

Lun, 26/11/2012 - 18:11

Non vedo perché un giornalista debba essere incarcerato per aver scritto la propria opinione. In questo caso poi è addirittura assodato che l'articolo non l'abbia scritto Sallusti. Va bene che la carcerazione avvenga in casa della Santanché. Se anche Zio Silvio verrà condannato un giorno o l'altro in via definitiva, speriamo che gli lascino il privilegio della carcerazione domiciliare a casa di Ruby, almeno.

tiro

Lun, 26/11/2012 - 18:11

Davvero deplorevole, raccapricciante essere testimone di un'infamia come questa. Vergogna!!! Vergogna per chi in maniera rocambolesca ha emesso una sentenza del genere; vergogna per l’oggettiva arretratezza di molte nostre leggi costituzionali che ci allontanano non solo da nazioni da sempre più evolute, ma anche da quelle che qualche tempo fa le annoveravamo tra le ultime del mondo; vergogna ai nostri inetti politici, riluttanti a modificare una legge, oltretutto arcaica, per conferirsi in maniera assolutista una maggiore sovranità, per debellare con efficacia disturbi e seccature derivanti dalla libera stampa, specie quella più perseverante e determinata come “Il Giornale”. Del resto questo strategico immobilismo nel modificare una legge, non più consona ad uno stato di democrazia, a mio parere lascia presagire un tentativo di omissione della legittima informazione, votata ad occultare o deformare le verità dei fatti agli occhi dei cittadini. Lo sconcerto e lo sgomento sono elevatissimi nel constatare il silenzio delle Istituzioni dello Stato. A questo punto voglio confidare nel ruolo Istituzionale del nostro Presidente della Repubblica, che sicuramente, abile come sempre, evitando discorsi convenzionali, assuma un ruolo “interventista” in cause come queste di estrema, dico ESTREMA IMPORTANZA PER GARANTIRE APPIENO L’ESERCIZIO DELLA DEMOCRAZIA. Mi chiedo come è possibile accettare l’idea di avere un vero professionista dell’informazione agli arresti domiciliari, probo nel proprio lavoro quotidiano, ma soprattutto un “servitore” dei cittadini assetati di informazione e di opinioni, e di contro avere tanti loschi personaggi delle politica italiana che se la spassano nella piena libertà e con il massimo dei confort e privilegi, nonostante la loro bieca condotta istituzionale. Complimenti!!!

Il giusto

Lun, 26/11/2012 - 18:12

Al povero cast...insisti con fantomatiche diffamazioni al fallito!Ma quali?Dire che è un fallito visto come versa l'Italia e il suo gruppo è una constatazione!Dire che è un putt...ere è stato confermto anche dal suo avvocato!Dire che è un corruttore confermato al processo Mills!Dire che è un amico di mafiosi confermato da dellutri e mangano!Penso che per ogni nefandezza possibile vi sia la conferma!Ps dimenticavo la truffa depenalizzata dalla legge sul falso in bilancio...

cast49

Lun, 26/11/2012 - 18:16

che giustizia del cavolo! i giudici e quel giudice in particolare, si sono macchiati di infamia che è una macchia che non si potrà mai togliere...odiare così tanto qualcuno è da scemi, ancor più se si tratta di odio politico.

prodomoitalia

Lun, 26/11/2012 - 18:16

amon - amon è l'anagramma di MONA vero ??????Ciao bello !

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Lun, 26/11/2012 - 18:19

te lo avevo detto che ti ficcavano in gabbia e non hai voluto ascoltare,,i reati esistono perche´Manganelli deve prendere 650mila euri l´anno di stipendo e Gallitelli 630mila,,,se non sono questi i primi ladri d´Italia fatemi altri nomi-qui si dovrebbe fare ,IL PARTITO DELLA RESTITUZIONE ,con l´ unico punto al programma politico di rivedere le carte e far restituire tutti i soldi che si sono arbitrariamente autoassegnati tutti i grandi papaveri che non fanno nulla ,a partire dal 2. gennaio 1948 sino ad oggi

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Lun, 26/11/2012 - 18:34

A parte il fatto che questa pseudo Repubblica ha sempre avuto evoluzioni solo di VERGOGNE e di SOPRUSI in grande ed in piccolo. La VERGOGNA , nel caso in esame, ricorre in prima linea su quasi tutti i nostri politici che manteniamo lussuosamente a nostre spese.La Magistratura finge di essere "COMPRENSIVA" e così anche il suo Capo. E' tutta una faccenda della solita IPOCRISIA mista ai PERENNI VELENI che poi si sono sempre riversati SOLO sul popolo. Pregherei Alessandro Sallusti di NON chiedere proprio nulla. Il LAVORO, E' un diritto di TUTTI.

Il giusto

Lun, 26/11/2012 - 18:46

Un bel dilemma per sallusti....in cella con un rumeno o i domiciliari con la santanchè?Capisco la sua indecisione....

MMARTILA

Lun, 26/11/2012 - 18:51

Se Sallusti va in galera, Santoro merita la ghigliottina...e non solo lui!

reliforp

Lun, 26/11/2012 - 18:58

Ma quale sarebbe la vergogna? Averlo confinato nella casa di quel plasticone della santaqualcosa? Ciao Silvano!!!!!!!

lo zio di zio fester

Lun, 26/11/2012 - 19:00

Peccato.... ti avrei visto proprio bene in una bella cella di San Vittore

Ritratto di drazen

drazen

Lun, 26/11/2012 - 19:05

Vedremo se, come ad Adriano Sofri, concederanno di scrivere sui giornali - in particolare sul Giornale - fare conferenze stampa e rilasciare interviste dagli arresti domiciliari. Sofri queste cose le faceva addirittura dal carcere, per il poco che c'è stato, dopo la bellezza di 9 (nove!!!) processi nei quali è stato riconosciuto colpevole

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Lun, 26/11/2012 - 19:06

La vergogna VERA è che ci siano ancora persone che diffamano o peggio che vigliaccamente lo fanno fare ad altri senza esporsi.

pajoe

Lun, 26/11/2012 - 19:26

Siamo difronte ad un disastro totale della democrazia,un finale atto di sfida da parte dei "poteri forti" per dimostrare che in Italia la dittatura fascista e lenista deve continuare a dispetto della tanta decantata libertà della Costituzione.Il buon Giovannino Guareschi da Lassù, dopo quasi sessant'anni, sarà più che mai convinto che la Guerra di Liberazione, in Italia non è servita a nulla e che gli utili idioti, come Lui li chiamava, continuano a fare danni a questo Paese

mares57

Lun, 26/11/2012 - 19:30

Non ci sono parole per esprimere ciò che provo! A Lei Direttore tutta la mia solidarietà di persona comune che la stima e la ringrazia per il coraggio che dimostra in rappresentanza di molti che subiscono senza avere la possibilità anche economica di difendersi dalle prevaricazioni. Forza e coraggio!

Il giusto

Lun, 26/11/2012 - 19:36

Capisco la titubanza del sallusti...meglio in cella con qualche romeno o i domiciliari con la santanchè?

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Lun, 26/11/2012 - 19:47

pasquale.esposito erano cose vere riportate da molte testate giornalistiche e televisive mondiali... e' lei che crede alle ridicole giustificazioni di testa d'asfalto ed i suoi servi pagati.

Ritratto di Angela Ferrario

Angela Ferrario

Lun, 26/11/2012 - 20:01

Che altro aggiungere a tutto quello che é gia stato detto? Solo una piccola cosa, scontata, forse. Questo paese continua a non riconoscere, apprezzare, sostenere i suoi uomini migliori. Storia vecchia che si ripete e si ripete. In Italia si paga, e da sempre, il prezzo di essere intelligenti, capaci e non allineati. Ma come smettere di esserlo? Forza Sallusti! Si guardi indietro: é in ottima compagnia!

g-perri

Lun, 26/11/2012 - 20:21

Noto che la quasi totalità dei commenti fa' riferimento alla "libertà di informazione". Penso che occorra invece guardare in faccia la realtà. Infatti il Direttore Sallusti è stato condannato solo perché il presunto diffamato è un magistrato. Se invece si fosse trattato di un altro cittadino, per Sallusti si sarebbe deciso (e già in primo grado) per un "NON LUOGO A PROCEDERE". Questa è la vera vergogna italiana! Ancora più scandaloso è il fatto che ogni giudice che si accinge a leggere una sentenza, inizia con le fatidiche parole "IN NOME DEL POPOLO ITALIANO". Ma qualcuno di voi (per caso) ha contribuito alla nomina di qualche magistrato in Italia? Io nò, mai! Quindi, nel momento in cui vengono lette certe sentenze "in nome del popolo italiano" non mi sento per niente rappresentato. Mi sentirei rappresentato se votato per eleggere uno di loro ad occupare il posto che occupa (come avviene negli USA). Finirà, prima o poi, tutto questo in Italia? Spero che i nostri figli abbiano, almeno loro, la possibilità di avere questo privilegio.

monnalisa5

Lun, 26/11/2012 - 20:27

siamo con lei. 14 mesi passano presto.lei resterà almeno una persona a posto per la coerenza che ha dimostrato.grazie

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Lun, 26/11/2012 - 20:29

Reato=condanna. La violenza è stata sua

Ritratto di Zione

Zione

Lun, 26/11/2012 - 21:27

Il dottor Sallusti, uomo, Galantuomo e insigne Giornalista di razza, lotta con Dignità e coraggio per la Giustizia del Vilipeso Popolo Italiano, contro i Miserabili Vermi dello scornacchiatissimo Giudiciume dei Briganti Giudiziari e dei loro tristi associati; quei viscidi Manutengoli che li proteggono per i comuni Intrallazzi POLITICI !!!