P.A., Madia: "Prepensionamenti per favorire l'ingresso dei giovani"

Il ministro del Lavoro Madia: "Trattativa con i sindacati? Non per forza"

A margine del convegno "I manager pubblici che vogliamo" il ministro del Welfare Marianna Madia si sofferma sulla riforma della Pubblica amministrazione. "Non è detto che ci saranno dei tavoli, perché abbiamo tempi molto stretti", sottolinea il ministro a chi le chiedeva di un confronto con le categorie del pubblico impiego sulla riforma dello Stato: "Non lo so, può anche darsi, ma non per forza. Abbiamo chiesto ai sindacati proposte oltre il piano Cottarelli". Quelo della Madia suona come un vero e proprio appello rivolto ai sindacati: "Di aiutarci a trovare risorse per la P.A., in particolare a me sta a cuore mettere risorse sull’entrata di nuove energie, di ragazzi e ragazze che da troppo tempo non riescono ad entrate in modo sano nella Pubblica Amministrazione". Quindi, sottolinea Madia, "mi auguro che i sindacati siano i primi a collaborare con noi". Alla domanda se rivedrà le organizzazioni dei lavoratori pubblici una ad una, il ministro non lo esclude, precisando che "tutto dovrà avvenire nel modo più rapido ed efficiente possibile". 

Ma veniamo ai numeri: se si parla di 85 mila esuberi si utilizza "un numero e una terminologia assolutamente sbagliati e distorti anche rispetto al piano Cottarelli. L’idea - spiega ancora il ministro - sarà quella di provare ad avere uscite, anche con prepensionamenti" ma ciò "per aiutare i giovani ad entrare nella P.A.".

Il ministro si sofferma anche sul tetto per gli stipendi dei manager: "E' tarato adesso su quello del primo presidente della Corte di Cassazione, io ho già fatto una circolare dove, tra l’altro, esplicito che in questo tetto, facendo riferimento ad una norma del governo Letta, debbano essere accumulati anche tutti i trattamenti pensionistici compresi i vitalizi. Quindi penso che nel pubblico ci debbano essere delle regole per non eccedere". La Madia precisa che si sta andando avanti "con una proposta che arriverà in un progetto complessivo sulla pubblica amministrazione in cui si parlerà anche di accesso, formazione e incarichi a termine". Inoltre ha detto che "vista anche la situazione del paese ci potrà essere un
contributo di solidarietà che non dovrà riguardare solo i dirigenti ma dovrà partire dalla politica, anche se non c’è una impostazione sanzionatoria".
 
Quanto alla retribuzione dell’ad di Ferrovie dello Stato Mauro Moretti, di cui si è parlato nei giorni scorsi, il ministro ha risposto in questo modo: "Trovo sia sbagliato, per l’importanza del tema, metterci a discutere della singola persona. Questa polemiche non ci fa intraprendere la strada migliore par affrontare il problema".

 

 

 

 

 

Commenti

mila

Mar, 25/03/2014 - 13:01

Tanto tra qualche anno lo stato (minuscolo) italiano non avra' piu' soldi per pagare le pensioni.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 25/03/2014 - 13:01

BISOGNA TAGLIARE GLI SPRECHI, E' QUESTA LA PAROLA CHIAVE. SPRECHI, IN ITALIA ABBONDIAMO IN SPRECHI E SPESE SUPERFLUE. TAGLIARE, TAGLIARE E ANCORA TAGLIARE. ENTI INUTILI, PROVINCE, AUTO BLU, BENEFIT A POLITICI, MENO SOLDI ALLE REGIONI VISTO COME LI SPENDONO. O MEGLIO COME LI SPRECANO.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 25/03/2014 - 13:13

Se da una parte avete spostato in su l'età pensionabile e dall'altro aprite ai prepensionamenti, qualche cosa non torna, uno è l'opposto dell'altro. Tutto si fa tranne quello che sarebbe più ovvio: tagliare gli sprechi politici.

Ritratto di stufo

stufo

Mar, 25/03/2014 - 13:16

Avete idee migliori ?

oasicarlos

Mar, 25/03/2014 - 13:32

Entrate in modo sano nella Pubblica Amministrazione. Altro modo per dire che la spesa pubblica aumenterà invece che diminuire. BUFFONA ANCHE TE. Date il buon esempio prima di procedere ai giusti ridimensionamenti degli stipendi dei manager. Togliete i vitalizi, abbassatevi gli stipendi, dimezzate gli emolumenti a Re Giorgio. Clown siete.

nino47

Mar, 25/03/2014 - 13:36

Marianna Madia,in perfetto stile politico italico,non ha capito una mazza dei problemi della PA. Costei continua con l'obsoleta e pericolosissima idea che lo stato sia uno stipendificio che "crea" lavoro senza rendersi conto che l'uscita di sicurezza da questo empasse economico sta casomai nel prepensionamento delle centinaia di migliaia di statali inutili per i quali ci costera' senzaltro meno pagare una pensione ( per la quale non hanno comunque versato un soldo) che uno stipendio, SENZA RIMPIAZZARLI CON FORZE ALCUNE ,siano esse giovani o meno!! altrimenti si continuera' a foraggiare questo carrozzone osceno che e' la causa prima del nostro deficit e che continuera'ad essere mortalmente intoccabile! Eppoi gentile Madia, in ogni caso non sono solo i giovani ad avere diritto al lavoro...giusto ritornello questo, ormai sulla bocca di ogni politico in cerca di consenso facile: il lavoro e' un diritto di TUTTI , specialmente, e ripeto SPE CIAL MEN TE, di chi pur essendo meno giovane "tiene famiglia" e fa meno rumore! Ma sembra che l'idea non sia di moda!

Ritratto di alejob

alejob

Mar, 25/03/2014 - 13:58

Non sono più tanto giovane, ma la mia idea è sempre la STESSA, le DONNE vanno BENE SOLO a LETTO (NON TUTTE). Donne in POLITICA non hanno cervello. Non è con i prepensionamenti che si CREA lavoro, con i prepensionamenti si crea gente da MANTTENERE perchè chi entra nel lavoro del prepensionato, non riesce a pagare la PENSIONE con i suoi contributi. L'ignoranza è DURA a MORIRE e nelle DONNE che vogliono fare POLITICA non MUORE MAI.

Cinghiale

Mar, 25/03/2014 - 14:05

@gzorzi Mar, 25/03/2014 - 13:13 - D'accordissimo con lei, chiaro lineare, senza una piega.

Ritratto di mark 61

mark 61

Mar, 25/03/2014 - 14:21

ma questi signori vengono sempre premiati mentre quellidel privato devono fare 44 anni !!!!!!!!!!!!!!

piertrim

Mar, 25/03/2014 - 14:28

Ma cos'è la spending-review? Si prepensiona per sostituire i vecchi con i giovani? Questo a casa mia è lo spanding non lo spending, ovvero per chiari fini elettorali non si fanno risparmi ma ulteriori sprechi. Cara ministra, come siamo messi male.

gneo58

Mar, 25/03/2014 - 14:35

per gzorzi - esattamente cosi'.

gneo58

Mar, 25/03/2014 - 14:36

se queste somo le idee della "madia" e' meglio che se ne torni a casa subito, senza se e senza ma.

gneo58

Mar, 25/03/2014 - 14:37

ecco un altro buon motivo per tagliare dell'80% i dipendenti delle P.A. (e senza reintegro con leve nuove)

pimask.11

Mar, 25/03/2014 - 14:40

alejob è vero che con i prepensionamenti si crea gente da mantenere ma è altrettanto vero che anche i disoccupati costano. Meglio mandare in pensione 6 mesi prima un 60enne che pagare la disoccupazione ad un 30enne.

celuk

Mar, 25/03/2014 - 15:14

si cosi dopo da pensionati il renzi di turno può criminalizzarli e tartassarli a piacimento....

pastello

Mar, 25/03/2014 - 15:30

Quante storie, per trovare un posto di non lavoro e ben pagato basta andare a letto col fidanzato giusto....

SSIMPATICO52

Mar, 25/03/2014 - 16:15

giusto. mettere in pensione o prepensionamento che già ci doveva essere. Persone nate nel 1952 che avevano raggiunto quota 96 ed è pubblico dipendente in ente locale (no scuola)....ma..con la riforma-macelleria delle pensioni, ci han spostati di ben 6/7 anni impedendo ai giovani di prendere il nostro posto. solo liberando posti lo stato risparmierà e ringiovanirà l'apparato pubblico oramai molto vecchio in età. i giovani col lavoro cosa faranno? bè..si sposeranno, compreranno auto,vestiario e tante cose facendo così ripartire l'economia interna e..le ditte,le industrie visto la grande richiesta dei loro prodotti, assumeranno altre persone e...l'economia, come d' incanto, ricomincerà a muoversi. dai...procedete così. grazie da...Mauro

SSIMPATICO52

Mar, 25/03/2014 - 16:17

giusto. mettere in pensione o prepensionamento che già ci doveva essere. Persone nate nel 1952 che avevano raggiunto quota 96 ed è pubblico dipendente in ente locale (no scuola)....ma..con la riforma-macelleria delle pensioni, ci han spostati di ben 6/7 anni impedendo ai giovani di prendere il nostro posto. solo liberando posti lo stato risparmierà e ringiovanirà l'apparato pubblico oramai molto vecchio in età. i giovani col lavoro cosa faranno? bè..si sposeranno, compreranno auto,vestiario e tante cose facendo così ripartire l'economia interna e..le ditte,le industrie visto la grande richiesta dei loro prodotti, assumeranno altre persone e...l'economia, come d' incanto, ricomincerà a muoversi. dai...procedete così. grazie da...Mauro

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Mar, 25/03/2014 - 16:40

Che idea! fatele posare il fiasco di vino che spero si sia bevuta, altrimenti....

nurra94

Mar, 25/03/2014 - 16:55

Ma la Ministra Madia, non aveva detto lei stessa, di non capire un cazzo di politica? Adesso dopo pochi anni da questa sua dichiarazione, di colpo, è diventata cosi arguta, da pretendere di fare la riforma della Pubblica Amministrazione? E come pensa di farla, è di una genialità fuori dal comune. Mandare in anticipo in pensione, i dipendenti pubblici, sostituendoli con nuove leve di giovani, possibilmente con pedigree di sinistra. Lo sa la Ministra, che i posti di lavoro, li creano gli imprenditori, non i politici, insomma la mentalità dei sinistri non cambia, anche se di nuova generazione, il loro DNA è sempre lo stesso, fare le cose, con i soldi degli altri. La Ministra aveva ragione a dire che di politica non capiva un cazzo, come dargli torto!!!!

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mar, 25/03/2014 - 16:58

L'importo delle pensioni deve essere correlato all'importo contributivo effettivamente versato; per quelle in itinere ci deve essere un tetto massimo e comunque non cumulabili.Vi sono delle vistose distorsioni,come i dipendenti del Senato e della Camera ma non solo,che non possono più essere tollerati.E comunque agganciati ai risultati conseguiti,verificati da organismi cerificatori non di parte.

nino47

Mar, 25/03/2014 - 17:12

@pimasc.11: eperche'? trovarsi un pensionato da mantenere ed in piu' un trentenne inutile da pagare costa meno?

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mar, 25/03/2014 - 17:15

A me la Madia non sta molto simpatica, però qui si evidenzia solo che intende fare i prepensionamenti, mentre nell'intervista ha parlato anche di altro, e cioè (IMPORTANTE) che si possono fare le riforme anche senza concertazione, e che ci vuole anche (MOLTO iMPORTANTE) UNA SANA MOBILITA' OBBLIGATORIA. In Italia saranno almeno 40 anni, da quando cioè sono nate le Regioni, che non si realizza la mobilità obbligatoria, operazione necessaria nel momento in cui si vanno a sopprimere enti, ad accorparli, insomma a fare riforme e riordino. Evidentemente il governo è seriamente intenzionato a fare le riforme.

Perlina

Mar, 25/03/2014 - 17:42

Splendida idea. Si fanno prepensionamenti per poi riassumere, magari il doppio dei prepensionati. La vedo sempre più nera.

oceanicus

Mar, 25/03/2014 - 17:50

Occorre mandarli a casa i parassiti statali, altro che assumerne di nuovi! La Thatcher ne mandò a casa MEZZO MILIONE risollevando il bilancio britannico, qui che cosa aspettiamo? Tanto senza l'IRAP delle imprese fallite o delocalizzate sarà INEVITABILE mandarli a casa! Niente da fare, questi sono i sinistrati, Renzi in primis!

enzo1944

Mar, 25/03/2014 - 18:10

Cara ministra,fatti suggerire e consigliare meglio!.....la soluzione dei prepensionamenti,te la potrebbe suggerire anche il mio nipotino,che ha solo 5 anni!.....Fai invece tagliare a Renzi ed al tuo Governo i vergognosi benefits,di cui godono le Caste politiche,Sindacali,Parlamentari,la Magistratura ed i Boiardoni di Stato,.....napolitano compreso,e che pagano i Contribuenti Italiani!!

Gianca59

Mar, 25/03/2014 - 18:11

Ma chi è questa signora ? Una ministra che deve rivoluzionare l' Italia ? Mandando statali in prepensionamento per assumere al loro posto ? Azzarola, che idee brillanti ! Ci sono ancora gli e sodati in giro che aspettano una soluzione ai casini della Fornero e parliamo di prepensionamenti per risolvere i problemi del lavoro …..

Il giusto

Mar, 25/03/2014 - 18:19

capisco il nervosismo dei silvioti,ma ditemi che tagli fece il pregiudicato nei suoi 10 anni di governo?quali mosse fece per non portarci al fallimento?Comunque da privato non più giovane vorrei anch'io il prepensionamento,non solo per la P.A.!!!E possibilmente con 2000 € al mese netti!Grazie...

Giorgio Mandozzi

Mar, 25/03/2014 - 18:42

Ma chi li dovrebbe pagare i prepensionamenti? Lo stato che versa solo contributi figurativi salvo poi scaricarli sulle spalle dell'INPS? Ne abbiamo già visti alla FIAT ed alle Ferrovie. Li stiamo ancora pagando e non abbiamo risolto nemmeno il più piccolo dei problemi. Continuiamo ad avere esuberi, scarsa produttività e disoccupazione dilagante. In Italia non ci son o le condizioni per creare lavoro produttivo se non tagliamo burocrazia e politica. Per davvero, non per finta!

Ritratto di geode

geode

Mar, 25/03/2014 - 18:54

Mi auguro che il nuovo corso dia dei posti di lavoro, non posti di stipendio come è sistematicamente avvenuto da diversi decenni a questa parte.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 25/03/2014 - 19:00

Chi paga? I dipendenti privati mandati in pensione a settant'anni?

silvysilvy

Mar, 25/03/2014 - 19:05

ma bene 85.000 pensioni da pagare, liquidazioni e buone uscite varie alla faccia del risparmio . ma questa lo fa' o lo è cretina?????? non oso pensare all'inps SARA UN DISASTRO!!!!!!

silvysilvy

Mar, 25/03/2014 - 19:06

ma bene 85.000 pensioni da pagare, liquidazioni e buone uscite varie alla faccia del risparmio . ma questa lo fa' o lo è cretina?????? non oso pensare all'inps SARA UN DISASTRO!!!!!!

superpunk

Mar, 25/03/2014 - 19:24

Se riformo le pensioni e mando la gente in pensione più tardi è normale che il lavoro per i giovani sia di meno e che l'età media dei lavoratori si alzi e probabilmente la loro efficienza diminuisca. Tra tutte le complicate tabelle con cui studiate vi è anche un po' di logica da bar ? Prepensionare significa forse mandare in pensione una persona che non ne ha i requisiti spostando il carico sull'inps che andrà ancora in perdita e poi necessita una nuova riforma ? O significa mandarlo in pensione coprendo il costo con la fiscalità generale e poi devo fare le manovre per coprirlo ? Certo che non vi rendete proprio conto che i problemi vanno affrontati con un disegno e una idea organica nella testa e non con i provvedimenti a spot che spostano i problemi da una parte all'altra e che li ingigantiscono.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mar, 25/03/2014 - 21:14

Ragionamenti fatti dai sindacati e dai comunisti 50 anni fa. Se questo è il nuovo..... Vista l' inadeguatezza delle affermazioni fatte da questa signora ministra (secondo Boldrini) ne propongo la deposizione. Che essa sia deposta,non conosce 40 anni di storia Italiana e.. purtroppo parla...va beh..e andiamo avanti ,purtroppo siamo nelle mani di Dio e di questi sciagurati...

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mar, 25/03/2014 - 21:14

Ragionamenti fatti dai sindacati e dai comunisti 50 anni fa. Se questo è il nuovo..... Vista l' inadeguatezza delle affermazioni fatte da questa signora ministra (secondo Boldrini) ne propongo la deposizione. Che essa sia deposta,non conosce 40 anni di storia Italiana e.. purtroppo parla...va beh..e andiamo avanti ,purtroppo siamo nelle mani di Dio e di questi sciagurati...

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mar, 25/03/2014 - 21:16

Questa signora ministra, non ha ancora,purtroppo, capito che la ricchezza la produce chi lavora, non chi dice minchiate.

michaelsanthers

Mar, 25/03/2014 - 23:27

se sono in esubero vuol dire che non servivano e sono stati assunti per raccomandazioni e quindi non si sono nemmeno rotto la schiena a lavorare in questi anni,ora mentre chi con lavori duri giunto all'età pensionabile non può andare in pensione e la signora che fa, li premia li manda a riposo in anticipo, alla faccia che soluzione illuminante, ma ci è o ci fa la signora?

roberto zanella

Mer, 26/03/2014 - 01:08

ah grande idea...la DC l'ha sempre fatto....così aumenterà il debito dello Stato e ci troveremo con più pensionati che lavoratori....

michaelsanthers

Mer, 26/03/2014 - 04:57

roba da prima repubblica quando pensionò gli statali con 16 anni contributivi,insomma chi sotto la pioggia gli tocca la fornero,chi al caldo il pre pensionamento,dopo essere entrato con raccomandazioni

Massimo

Mer, 26/03/2014 - 06:35

La proposta della giovane comunista dimostra che l'età non ha rilievo in politica: uno (e una) l'intelligenza se non ce l'ha non se la può dare. La proposta assurda comporterebbe un AUMENTO dei costi per lo stato per pagare i prepensionati (statali) e assumere altri statali. Il tutto a spese dei lavoratori privati,autonomi,professionisti.La solita politica comunista di arraffare i soldi altrui sottraendoli dai loro redditi e risparmi per spenderli per le proprie clientele.

pc64

Mer, 26/03/2014 - 07:52

Un banale trucchetto statistico-contabile:a questo mira l'idea della ministra Madia (ma sarà poi sua?). Mi spiego. Il tasso di disoccupazione e' dato dal rapporto tra numero di persone in cerca di lavoro e popolazione attiva. Quest'ultima comprende, all'ingrosso, tutti gli individui in età da lavoro, esclusi studenti e pensionati. Prepensionando ed assumendo un po' di gente, contano di diminuire il numeratore (i disoccupati) in misura maggiore di quanto diminuisca il denominatore (la popolazione attiva). Risultato finale: si abbassa il tasso di disoccupazione, ma NON perché si è creato lavoro. Anzi, si è caricato sulle spalle di chi lavora un peso ulteriore. Un artificio statistico-contabile, e null'altro.

MARGEMA

Mer, 26/03/2014 - 12:51

E brava la Ministra, bene lei fa, li mandi a casa questi sessantenti ( o anche piu' giovani) della PA e cosi potrete fare un po' di "raccolta voti" alle prossime elezioni. Ma lei ha visto mai un MURATORE DI 64/65 ANNI salire sulle impalcature, perche non puo' andare in pensione grazie alla FORNERO? sa cosa rischia ogni giorno? ALTRO CHE I SUI FANNULLONI DELLA P.A. ( non tutti chiaramente) e allora.... sia GIUSTA pensi bene a quello che andra' a fare per TUTTI i lavoratori del pubblico e del privato! MEDITI SIGNORA MINISTRA.

angelomaria

Mer, 03/09/2014 - 18:14

SE AVESSE UNA TESTA SI POTRBBE TARGLIARLERA!!!

angelomaria

Mer, 03/09/2014 - 18:16

SOLO ABOLENDO LE REGIONI A STATUTO SPECIALE SI AVREBBE UNA DIMINUZIONE DEL PIL DELL'A'MENO IL 25/30%