Partito autofinanziato e senza segretario: così rinasce Forza Italia

Dopo l'annuncio del Cav, tutti i vertici mobilitati per ricostruire  il movimento. Si torna al '94 e all'anima presidenzialista

Roma - Il conto alla rovescia per la rinascita di Forza Italia dalle ceneri del Pdl è ormai iniziato. Una missione difficile per la quale i dirigenti del partito sono già mobilitati e che dovrà concludersi in tempi strettissimi visto che la presentazione ufficiale della nuova creatura sarà celebrata entro la sosta estiva, probabilmente con una grande convention.
Le domande che circolano tra gli uomini di Via dell'Umiltà (riferimento politico-toponomastico prossimo alla scadenza alla luce dell'imminente trasloco a Piazza San Lorenzo in Lucina) sono inevitabili. Quale schema organizzativo verrà adottato per evitare un semplice ripiegamento nostalgico e ritrovare la speranza e l'energia delle origini? Quale modello Forza Italia dovrà incarnare per aprirsi a figure e idee nuove, in grado di intercettare quell'enorme bacino elettorale rimasto privo di una casa politica? La settimana che sta per iniziare sarà decisiva per delineare l'identikit del nuovo «movimento» e definire una rotta più precisa. Ci sono, però, già alcuni punti fermi. La nuova formazione avrà una struttura più leggera rispetto al Pdl. Dovrà essere un partito più flessibile e movimentista costruito intorno alla figura del leader così come avvenne nell'ormai lontano '94. Una rinascita che passerà attraverso il recupero dello Statuto di Forza Italia, una carta dai connotati profondamente «presidenzialisti» e priva della figura del segretario. Sarà proprio quello statuto - meno rigido rispetto a quello del Pdl - a rendere possibile il recupero del Dna originario e a rimuovere gli ostacoli che rendono più difficile il rapporto diretto tra l'elettorato e Berlusconi.

La nuova Forza Italia (non ci sarà alcun 2.0) dovrà essere capace di autofinanziarsi attraverso il modello del crowd-funding, come impongono le nuove regole approvate in Parlamento. Denis Verdini e Daniele Capezzone stanno lavorando alacremente su questo fronte, di concerto con Antonio Palmieri che dovrà occuparsi della parte Internet. La raccolta fondi avverrà attraverso le cene riservate ai finanziatori medio-grandi. Ma questo strumento dovrà necessariamente coniugarsi con le piccole donazioni che i simpatizzanti potranno offrire fisicamente nei gazebo oppure attraverso Internet. Quarta opzione quella che Silvio Berlusconi chiama la «lista di nozze», ovvero un merchandising di qualità pensato per specifiche iniziative.

C'è poi la questione dei «coordinatori regionali-manager». Non è ancora chiaro se questo significhi un reclutamento ad hoc di imprenditori non appartenenti al partito oppure la designazione di dirigenti operativi, capace di riaccendere il dialogo con il territorio e i ceti produttivi locali. Naturalmente la ridefinizione del modello organizzativo non basterà in assenza di un vero rilancio della rivoluzione liberale. In questo senso Berlusconi nei giorni ha incontrato Giancarlo Galan che gli ha sottoposto una radicale proposta di riforma del sistema autorizzativo per snellire le procedure di concessione amministrativa. Così come si è visto con un altro fondatore come Antonio Martino, accompagnato da Giuseppe Moles. Senza dimenticare la battaglia per una «giustizia giusta», citata ieri da Gabriella Giammanco. Il marchio di Forza Italia resterà quello originario, il restyling sarà minimo. «Tra quelli della Seconda Repubblica è il migliore, quello di maggiore impatto e il più facilmente leggibile» spiega Palmieri. E il logo comparirà sull'ingresso della nuova sede che verrà inaugurata entro fine luglio. D'altra parte, spiegano, «è un simbolo che parla da solo e ha un forte connotato evocativo. Forza Italia significa Silvio Berlusconi». Ma se il suo utilizzo a Politiche, Europee e Regionali è scontato, nelle amministrative lascerà probabilmente il passo a liste civiche dove il «Forza» sarà affiancato al nome della città. «Il senso - spiega Angelino Alfano - è quello di ricostruire una coalizione che abbia in Forza Italia il partito liberale e moderato. È un'opportunità per ricreare intorno a Fi una grande coalizione in grado di continuare a vincere alle prossime elezioni». Insomma, nelle intenzioni, il remake del '94 non sarà un ritorno dell'identico ma il tentativo, per dirla con Galan, di «restituire fantasia, vivacità e colori a un'offerta politica». Riappropriandosi delle radici.

Commenti

corvomichele

Dom, 30/06/2013 - 08:45

Il nuovo che avanza.. altro che rinnovamento, torniamo al 94!

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Dom, 30/06/2013 - 08:59

Avanti tutta con la rinascita di FI per poi raggiungere per via del voto il traguardo ed il climax con Berlusconi Presidente a pieni poteri della nuova Repubblica Presidenziale Italiana.

linoalo1

Dom, 30/06/2013 - 09:12

L'errore più grande è stato di creare il PDL!Se Forza Italia fosse rimasta sola,senza senza Fini Bossi Casini,oggi sarebbe il partito più grande d'Italia,che potrebbe governare da solo!Purtroppo,Berlusconi sarà un bravo imprenditore ma è anche molto ingenuo!Quindi,facile da fregare!E lo si è visto in questi 20 anni!Gli anni passano e non si può tornare indietro!Rifondare Forza Italia resterà solo un bel gesto ma solo fine a se stesso!Auguri!Lino.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Dom, 30/06/2013 - 09:37

Partito tutto nuovo e splendente.... ora fuori anche tutti i politici Pdl con più di 5 anni di attivita....Berlusconi compreso. Altrimenti è tutta una farsa, è come rifare la carrozzeria ma lasciare il vecchio motore.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Dom, 30/06/2013 - 09:39

Berlusconi è attivo in politica appunto dal 1994. Quali vantaggi ha portato al paese la sua scesa in campo ? A mio avviso NESSUNO. Una politica economica basata su condoni edilizi e condoni fiscali. Zero tagli di spesa statale. Zero liberalizzazioni del mercato del lavoro e delle attività economiche. Un monopolista non ha mai storicamente creato ricchezza agli altri ma solo a se stesso. La sinistra al governo avrebbe potuto fare di peggio ? Non lo so, forse si, ma ad ogni modo l'analisi del Berlusconismo rimane quella. Ho trasferito la mia attività in UK dal 2001 e mai scelta fu più azzeccata: in bocca al lupo a chi è rimasto.

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Dom, 30/06/2013 - 09:49

Il nome di un partito ha importanza relativa, quel che conta sono gli uomini e le idee. Non si sa ancora se il gruppo dirigente rimarrà lo stesso di quello del PDL, e ancora, se gli uomini sono grosso modo gli stessi, hanno intenzione di cambiare modo di ragionare o continueranno con le vecchie idee, che obiettivamente non hanno portato troppa fortuna all'Italia. A parte i proclami non si capisce bene che differenza ci possa essere a livello governativo-legislativo tra il vecchio PDL e il nuovo Forza Italia.

franco@Trier -DE

Dom, 30/06/2013 - 10:02

Con questo non resta che dare il colpo di grazia alla Italia,,,Gold si splendente come sempre credi pure alla befana tu.

angelomaria

Dom, 30/06/2013 - 10:04

ed allora chr sia FORZA ITALIA buongiorno r buontutto a voi carilettori

bruna.amorosi

Dom, 30/06/2013 - 10:12

Pisistrato ti faccio la stessa domanda ;quanti anni è che il pd pdc pc è al governo cosè che ha fatto? io la vedo così troppi galli a cantare non fanno giorno ci vuole e non per forsa è dittatura un uomo solo che detta la politica ma finchè ci saranno correnti ognuno tirerà l'acqua al suo mulino .è stato visto con .CASINI E FINI a destra .frenereranno qualsia cosa che non sia congeniale a loro e questo vale per tutte le coalizioni.Parli di condoni beh! a ben vedere di condoni a NAPOLI (che è 30anni ) governata dalla sinistra non è che non ci siano stati il problema è il dopo avrebbero dovuto urbanizzare ma i soldi dove sono finiti?? .perciò se si vuol vedere il male in una persona a sinistra sono speciali ma se onesti non è così o almeno non è sempre cosi

Totonno58

Dom, 30/06/2013 - 10:18

Auguri per altri 20 anni di NULLA ASSOLUTO!

edoardo55

Dom, 30/06/2013 - 10:20

Purchè sia un partito di svolta, di attacco e reazione a quest'Europa di banchieri che ci ha incastrato con vincoli assurdi.Metta nel programma il ripristino della sovranità monetaria dell'Italia e il ritorno del sodalizio fra Banca d'Italia e Tesoro, (grazie a Ciampi salvatore della Patria e del defunto Andreatta). Divorzio che ha portato il debito pubblico, per interessi, dal 58,7% del 1981 al 115% del 1993 (leggi A.M.Rinaldi). Basta fiscal compact e la truffa del MES. Allora forse potrei votare questo "nuovo" partito. E Berlusconi veda di non farsi incastrare dalla magistratura, se è possibile. Buona fortuna.

Ritratto di Aulin

Aulin

Dom, 30/06/2013 - 10:40

L'idea è buona, anche se avrei cambiato il nome. Meglio comunque degli avversari in Parlamento ormai sulla via dell'estinzione. Fondamentale una politica shock contro l'euro e contro la perniciosa Germania, unico cancro d'Europa. Equidistanza tra USA e Russia. Lotta all'immigrazione e alle tasse. Demolizione del decadente multiculturalismo: la cultura per chi sta sulla penisola dev'essere una sola: quella italiana. Niente burka, niente leggi islamiche niente compromessi con gli stranieri. O diventi come noi o sei fuori.

gi.lit

Dom, 30/06/2013 - 10:42

E' sempre la solita storia, la forma prima della sostanza. Se i governi di centrodestra non avessero deluso milioni di elettori, oggi il Pdl avrebbe continuato ad essere il primo partito. A parte l'errore madornale di quella fusione con An, pur essendo noto chi fosse Fini. E poi l'errore dell'appoggio a Monti. In un partito normale, le continue sconfitte elettorali degli ultimi anni avrebbero indotto il massimo responsabile di questo sfascio (con la conseguenza di aver ha consegnato l'Italia alle sinistre) a farsi definitivamente da parte. Ed eccolo invece ancora lì a blaterare e a far danni non essendosi nemmeno preoccupato di creare un nuovo gruppo dirigente del partito. La politica si fa con i programmi e con le idee, caro Cavaliere, non con le chiacchiere.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Dom, 30/06/2013 - 10:44

@bruna.amorosi - errare humanum est, perseverare autem diabolicum.

caronte37

Dom, 30/06/2013 - 10:45

Che rinasca Forza Italia, caro Presidente, non può farci altro che piacere. Tuttavia siamo titubanti e sa perchè? perchè ora temiamo l'affollamento ai vertici, quei vertici che vent'anni dopo si sono rivelati come un cancro del partito. Ricorda? Pisanu, Fini, Casini tanto per far5e qualche nome. Per cui, occhio!

brujodelasalsa

Dom, 30/06/2013 - 10:59

Silvio, fai in modo di far emergere un volto nuovo con le " palle" invece che ritrovarsi le solite mummie, e Lei stia un passo indietro, altrimenti rischiamo vent'anni di gossip, ove la sinistra ci sguazza, visto che poi in 20 anni non ha fatto altro che rincorrerla e ha contribuito al "vuoto" del paese.

Cristina Ulcigrai

Dom, 30/06/2013 - 11:04

Forza Silvio Berlusconi e forza al rinato movimento di FI;personalmente non ho fatto parte di FI e sarò nuova del movimento(facevo parte,non ufficiale di AN).Ciao Cristina.

guidode.zolt

Dom, 30/06/2013 - 11:05

Totonno58 - ...e vent'anni di stronzate da parte Sua...

terzino

Dom, 30/06/2013 - 11:12

Ritorno al futuro? No ritorno al passato. Ma sono trascorsi 20 anni, il mondo è cambiato,l'Italia è cambiata e la rivoluzione liberale ha sortito pochi frutti.Certo occorrono idee nuove, facce nuove ed un contenitore ove le due cose possano affrontarsi, confrontarsi e fare sintesi. Se sarà il solo Cav. a menare le danze lo vedo come un progetto debole, si sa che le minestre riscaldate in genere non piacciono.

gianni71

Dom, 30/06/2013 - 11:13

..@..bruna.amorosi..anche tu come mortimermouse ti sei fermata alla terza elementare? Ma come cacchio scrivi, decerebrata ignorante?

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Dom, 30/06/2013 - 11:13

Quando si è persa completamente la bussola, forse la cosa migliore è tornare al punto di partenza: se ci si riesce.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 30/06/2013 - 11:13

i comunisti hanno sempre sbagliato, hanno sempre fatto le cose in modo orrendo, mafiosamente. e quando sono stati al governo quelle poche volte che ci sono riusciti, ci hanno sempre rifilato leggi che provocano danni: aumento delle tasse, leggi sballate (vedasi assicurazioni: si paga sempre molto caro e niente sembra ridurre), introduzioni delle patrimoniali, sistema di prelievi fiscali basati su 5 scaglioni di percentuali di redditi, ecc, insomma con i comunisti abbiamo sempre trovato le vostre manacce nelle nostre tasche! con Berlusconi non abbiamo mai trovato le mani nelle nostre tasche. per questo voto Berlusconi! :-)

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 30/06/2013 - 11:17

La sinistra sta cambiando il genoma della popolazione italiana creando la nuova razza...afriliana.Gli Italiani emigrano in massa. La colorata, dopo lo ius soli continua le proprie provocazioni proponendo l'abolizione del reato di clandestinità in asserita collaborazione con il ministero dell'interno. E la destra che fa? Si balocca con i nominalismi discettando se è meglio fallire con il logo di forza italia o con quello del PDL. Continuate così...

cicero08

Dom, 30/06/2013 - 11:18

Ma col cambio del nome cosa cambia in concreto? Sono solo suggestioni atte ad ingenerare confusione in un elettorato che si è rattrappito come il coso di Napoleone...

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 30/06/2013 - 11:22

La geniale idea dello statista Berlusconi non è, come dicono i sinistri, un remake di una idea vincente, ma un nuovo, grande richiamo ai valori in cui tutto il popolo italiano si riconosce e che Silvio incarna. Il Pdl e Forza Italia - due partiti, un solo leader - riusciranno così a rappresentare compiutamente i valori assoluti di libertà, democrazia e anticomunismo. Almeno l'80% del popolo italiano si riconosce e si identifica in questi valori, ma - purtroppo - questa adesione non si trasforma completamente in voti. La spiegazione è semplice e l'ha data Silvio con la consueta geniale sintesi: l'offerta politica del PdL non è stata completamente compresa. Certamente la parte più politicamente matura del popolo italiano - abituata da sempre a ragionare sui fatti e che non si fa traviare dagli slogan con cui i sinistri confondono le menti meno preparate - l'ha compresa, ma questo non basta per raggiungere quei traguardi che Silvio ci ha indicato. Occorre dunque differenziare l'offerta per far comprendere a chi è ancora traviato - non per colpa sua - dalle menzogne comuniste e non ha ancora compreso che il futuro dell'Italia siamo noi. Forza Italia+Pdl faranno questa offerta, nessun obiettivo ci è precluso, la fine del comunismo è certa, la crisi del PCI-PD è forte, basta una spallata per farlo crollare, e con la guida di Silvio ( e , spero, anche di Marina) lo faremo: dopo questo storico annuncio la maggioranza assoluta è una certezza, ma non basta, dobbiamo arrivare al quell'80% che si identifica nei nostri valori.

mrwatson52

Dom, 30/06/2013 - 11:29

Più che una rinascita è un rigurgito delle forze ambigue,inquietanti e comunque dannose e negative del passato. Ennesima condanna allo sfacelo di questo paese. Si rimpiangeranno i vari Fanfani, Moro, Andreotti e addirittura Craxi.

tzilighelta

Dom, 30/06/2013 - 11:33

Se è vero che al peggio non c'è mai fine il ritorno a forza Italia mi sembra una buona mossa per le comiche finali, le adunate oceaniche con le bandiere azzurre e altri gagliardetti colorati somigliano tanto ai gay pride, ne abbiamo avuto la prova con la pagliacciata puttanesca messa in onda da Giuliano Ferrara e moglie, i quattro gatti che assistevano al sermone sembravano usciti dal sarcofago, vecchi e storti truccati per sembrare giovani, vecchiette con i capelli rossi che rilasciavano interviste da fine del mondo, chi lo sa se in mezzo c'era anche la signora bruna amorosi assieme ad altri gonzi anzi zombie usciti dalla cripta per dare un segnale di vita! Comunque io aspetto la rinascita, ho preparato i pomodori!

Baloo

Dom, 30/06/2013 - 11:34

Vabbè...

Homer Wells

Dom, 30/06/2013 - 11:36

Raccolta fondi tramite cene (ad Arcore?) con i finanziatori e "liste nozze". Le ricciolone della magistratura ci andranno a nozze.

gdan

Dom, 30/06/2013 - 11:40

Si chiamera' Forza italia. Bene bravo bis Si chiamera' Casa delle liberta'. Bene bravo bis. Si chiamera' PDL. Bene bravo bis. Si chiamera' Forza Italia. Bene bravo bis Ah, i bananas.

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Dom, 30/06/2013 - 11:42

Non basta un colpo di spugna per ricrearsi una verginita e poi 20 anni non sono pochi. Il Cav di oggi più che il fiero leone del 94 mi sembra un vecchio pugile suonato che prende colpi a destra e manca e non ha più la necessaria lucidità

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Dom, 30/06/2013 - 11:42

Non basta un colpo di spugna per ricrearsi una verginita e poi 20 anni non sono pochi. Il Cav di oggi più che il fiero leone del 94 mi sembra un vecchio pugile suonato che prende colpi a destra e manca e non ha più la necessaria lucidità

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Dom, 30/06/2013 - 11:50

La bandiera che avevo in soffitta la posso riusare o cambiate il logo ?

Markus Aurelius k821

Dom, 30/06/2013 - 11:51

x gi.lit Lei devo dire che è un pò confuso e con poca memoria. I governi di centrodestra non hanno deluso nessuno solo a chi è di sinistra. Le ricordo solo alcune azione dal 2008: Dal 2008 il Governo Berlusconi ha vinto tutte le elezioni: 2008 le politiche, 2009 le europee e nel 2010 le regionali/amministrative e la popolarità di Berlusconi era sopra il 60% poi nel 2010 quando stravinse le Regionali e amministrative, a sinistra si sono accordati che dovevano sterzare bruscamente altrimenti Berlusconi avrebbe governato e vinto per altri anni a venire. Incominciò prima Fini a rompere il Pdl, poi i Giudici e infine la sinistra che raccoglieva tutti gli assist che gli facevano gratuitamente i giudici uniti ai grandi giornali e tv di sinistra e sappiamo tutti come è andata a finire. Era impossibile governare e le opposizioni facevano ostruzionismo tutti i giorni per ritardare l’attività di governo e dicevano no a qualsiasi proposta del Governo Berlusconi per fare le riforme. Come potevano per esempio fare la riforma della giustizia con quel clima? Io mi ricordo che c’era un clima da guerra civile, pensate se le persone del pdl avessero risposto in egual misura alle provocazioni che partivano da sinistra tutti i giorni, si sarebbe tornati al 1919-1920. Le persone di destra per fortuna sono intelligenti e non sono violenti e non è successo nulla. Solo dal 2008 al 2011 il Governo Berlusconi ha fatto più di tutti i governi degli ultimi 40 anni. Senza parlare dei goversi di sinistra che non hanno fatto proprio nulla.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Dom, 30/06/2013 - 11:53

Partito autofinanziato e senza segretario. Il più contento sarà angelino . Quindi oltre al voto volete pure dei soldi ?

esulenellamiaPatria

Dom, 30/06/2013 - 12:06

Rieccolo! Saluti.

LupoSol

Dom, 30/06/2013 - 12:09

Gli interventi perculatori di "ersola" (de nome e de fatto) e di "franco@trier" (che altro non hanno da fare tutto il giorno) non sono ancora arrivati? Ma come?? E io che sognavano di leggere le loro perle di saggezza.... i loro deliri onnipotenti dall'alto del pulpito!!! Temo che non riuscirò a dormire stanotte.

nalegior63

Dom, 30/06/2013 - 12:18

francotr..la befana ce l hai nella foto con cui ti presenti e inutile che sfotti gli altri in questo modo nn capirai mai niente,del resto da gente che crede a ideologie fatte su misura x le pecore e le migliori pecore sono i tedeschi,nn capiranno mai niente xche la testa a forza di non usarla si e atrofizzata irreversibilmente,se uno arriva al punto di credere che una ex DDR faccia gli interessi del popolo,si capisce benissimo con che gentuzza abbiamo a che fare,rinnegati,ignoranti,presuntuosi,sinistri,disfattisti,delatori,parassiti,nullafacenti,cazzi mosci in sintesi

benny.manocchia

Dom, 30/06/2013 - 12:32

Totonno 58: non vi daro' pace se continuate a dire "20 anni di politica di Berlusconi". Un paio di p...Il centrodestra dal 1992 e' stato al potere per 3292 giorni mentre il centrosinistra per 3085.Dove sono i 20 anni di Berlusconi? Un italiano in USA

deluso

Dom, 30/06/2013 - 12:50

e dopo che abbiam cambiato il nome, cosa abbiamo ottenuto?

gi.lit

Dom, 30/06/2013 - 12:57

Markus Aurelius k821. Contro le sinistre ci vogliono gli attributi che il Cav e i suoi non hanno. Lei, nel rievocare le vittorie del centrodestra, si dà la zappa sui piedi ammettendo implicitamente che quelle vittorie sono state successivamente vanificate. Come mai? Per quali motivi? Semplice, il centro destra non si è dimostrato all'altezza facendo, per inettitudine, il gioco delle sinistre. Pertanto, secondo la sua tesi, votare per il Pdl è inutile. E infatti moltissimi elettori di destra si astengono o votano addirittura Grillo! Se ne deduce che il suo giustificazionismo è insensato. Saluti.

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 30/06/2013 - 13:07

FOSSA ITALIA. Quella che Berlusconi sta scavando per la destra. E per se stesso (politicamente parlando s'intende).

Pazz84

Dom, 30/06/2013 - 13:19

E' il tesoriere del PDL stesso che, in uno sfogo con un giornalista del corriere rivela perchè si ritorna a Forza Italia. Semplicemente perchè le casse del PDL sono vuote e servono almeno 6 milioni.

Giacinto49

Dom, 30/06/2013 - 13:27

Ammessa e non concessa l'"inutilità" del "ventennio" Berlusconi, nessuno si chiede in che condizioni ci troveremmo oggi se non ci fosse stato? Cioè se la sinistra avesse potuito dare sfogo a tutto il suo bagaglio di demagogia, assistenzialismo, protezione di assenteismi lavorativi e ....sociali e chi piùne ha più ne metta??

Ritratto di ersola

ersola

Dom, 30/06/2013 - 13:27

a benny pannocchia 10 anni sembrano pochi per fare qualche riforma utile alla gente piuttosto che ad un solo miliardario.

Ritratto di Idiris

Idiris

Dom, 30/06/2013 - 13:36

PDL o FORZA ITALIA non fara alcuna differenza. I destroidi non hanno alcuna speranza in italia. Arrendetevi.

Atlantico

Dom, 30/06/2013 - 14:20

"Novità" davvero sconvolgenti ! Ahahaha

Nadia Vouch

Dom, 30/06/2013 - 15:31

Da quanto ne ho capito, la proposta riguarda la formazione di un movimento (non di un partito) con alla guida un unico soggetto, in questo caso Silvio Berlusconi. Si tratterebbe, a mio avviso, di una variante centro-democratica di quello che è ora il M5S. Potrebbe essere, aldilà del "vecchio" nome Forza Italia, di un esperimento interessante, ma temo che si rivelerà ricettacolo di una marea di persone che si tufferanno in politica, non so con quali profonde convinzioni di essere al servizio della Nazione, che riusciranno ad entrare tutto sommato con facilità, semplicemente ammantandosi della etichetta di essere "nuovi". Temo che poi l'esito sarà lo stesso di altri Movimenti: una mezza fregatura per chi voterà i candidati nuovi, molte discussioni interne al Movimento, molte defezioni e tanti che andranno ad ingrossare il Gruppo Misto. Ma intanto saranno riusciti ad entrare. Credo che si stia una volta di più sfruttando una sorta di ingenuità, di buon cuore che scorgo in Berlusconi.

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 30/06/2013 - 15:42

che rinnovamento si ritorna a Forza italia un partito nuovo ahhaha con tanti giovani con una guida giovane nato nel 1940 che novità tutto deciso dal padre padrone con una grande opera di democrazia

Ritratto di lupostanco

lupostanco

Dom, 30/06/2013 - 15:58

Se pensano di ripartire con i vari Verdini,Cicchitto,Gasparri e magari anche Scaiola, allora e'meglio lascino stare. A me non mi cuccano più.

Nadia Vouch

Dom, 30/06/2013 - 16:01

Per #mark61 e per altri che usano un tono similare, mi permetto di ricordare che esiste una età anagrafica, ma che la giovinezza del cuore e la lucidità di pensiero possono esserci a qualunque età. Qui, riguardo al discorso di far rinascere F.I., credo che la questione sia più profonda e complessa e riguardi l'effettiva utilità di fondare questo Movimento e se si farà, perché si farà, quali sono i rischi che ne possono derivare per chi, come me, ha idee di centro-destra. Occorre, da cittadini, essere molto onesti e chiari su questo, perché la politica ci riguarda, volente o nolente, tutti. E il rispetto è il primo passo per poter dialogare, pur nella diversità di vedute. Sono stanca di leggere e sentire le solite battutine inconcludenti e scontatissime. Attendo idee, e non sarcasmo. Grazie.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 30/06/2013 - 16:16

Prima si appoggiavano tutte le nefandezze di Monti, ora si ascoltano le aberrazioni deliranti della Kyenge senza la minima reazione. Anzi, con la connivente complicità progettuale di Alfano. E tutto continua ad andare come prima. Cioè, come vogliono gli altri, a gran putt***.Altro che esultanza ipomaniacale, qui c'è da piangere a calde lacrime.