Pomicino: "La nomina di Monti fu voluta da Goldman Sachs"

L'ex ministro Paolo Cirino Pomicino: "I poteri forti nel 2011 avevano bisogno di un parlamento debole e un governo stracciato per fare entrare un loro uomo a Palazzo Chigi"

Con una serie di interviste video il giornalista americano Alan Friedman ha dimostrato in maniera inequivocabile che ciò che era stato scritto - l'esistenza di un complotto contro il governo Berlusconi - non solo era vero ma aveva date precise, fatti e circostanze, protagonisti e comprimari. E il fatto che Mario Monti nel giugno 2011 (con mesi di anticipo dalla crisi del governo Berlusconi) andasse a parlare con Napolitano per confrontarsi con lui sul nuovo esecutivo, la dice lunga sullo stato della democrazia nel nostro Paese. Ma chi c'era davvero dietro Monti? Anche su questo è stato scritto molto. Oggi uno dei protagonisti della Prima Repubblica, l'ex ministro del Bilancio e della Funzione pubblica Paolo Cirino Pomicino, punta il dito contro i "poteri forti". E non resta neanche troppo sul generico. In un'intervista al Sussidiario.net afferma che "i poteri forti nel 2011 avevano bisogno che nel nostro Paese ci fossero un Parlamento debole e un governo stracciato, in modo da fare entrare un uomo della Goldman Sachs a Palazzo Chigi". E chi era l'uomo della Goldman Sachs? Lo spiega Pomicino proseguendo il suo ragionamento: "(I poteri forti, ndr) fecero dunque cadere il governo Berlusconi e al suo posto fecero arrivare Mario Monti".

Goldman Sachs è una delle banche d'affari più grandi al mondo. Si occupa di investimenti bancari e azionari, risparmio gestito e altri servizi finanziari. E come molti altri colossi della finanza si avvale di consulenti di altissimo livello. Tra quelli italiani figurano i nomi di Mario Monti, Romano Prodi, Mario Draghi e Gianni Letta (tutti advisor). Molti altri uomini della banca d'affari hanno ricoperto incarichi politici ed economici di altissimo livello: basti pensare a Robert Rubin (sottosegretario al Tesoro Usa ai tempi di Clinton). Oppure a Lucas Papademos, primo ministro della Grecia (2011-2012) e in precedenza vicepresidente Bce (2002-2010) e presidente della Banca centrale di Atene (dal 1994 al 2002). Altri due nomi di peso: Petros Christodoulos, ex trader Goldman Sachs a Londra e principale amministratore del debito greco; Otmar Issing, ex membro del direttorio Bundesbank ed ex capo economista Bce; Peter Sutherland, tra i responsabili del "salvataggio" dell'Irlanda.

Su Monti citiamo una notizia in breve del Corriere della sera (14 dicembre 2005): "L' ex commissario europeo alla concorrenza Mario Monti è stato nominato advisor internazionale di Goldman Sachs International. Il nuovo incarico del presidente dell' università Bocconi non dovrebbe avere alcun effetto sulle sue possibilità di entrare nel governo dopo le prossime elezioni legislative, visto che il rapporto con la banca d' affari è di tipo consulenziale. Il lavoro di Monti spazierà dalla politica internazionale ai mercati di capitali, nell' ambito del Research advice council di Goldman Sachs global markets institute. Mario - ha commentato Peter Sutherland, presidente di Goldman Sachs International - è un policy maker e un economista molto rispettato e porta a Goldman Sachs il beneficio della sua considerevole esperienza".

Ma torniamo all'inizio, a ciò che ha detto Cirino Pomicino. Perché Napolitano scelse proprio Monti per sostituire Berlusconi? "La scelta di Mario Monti come presidente del Consiglio era nell’ordine naturale - spiega al Sussidiario - Nel novembre 2011 Berlusconi non ebbe più la maggioranza di governo alla Camera dei Deputati. Era così prevedibile, l’arrivo di Monti, che io lo scrissi già nel novembre 2008. Siccome non ho capacità divinatorie, quanto avvenne si spiega soltanto con il fatto che era nell’ordine naturale delle cose".

Commenti

Agev

Mar, 11/02/2014 - 16:46

Non era nell'ordine naturale delle cose .. era nel Ordine distruttivo e distorsione della realtà . Gaetano

michele lascaro

Mar, 11/02/2014 - 16:48

Monti ha fatto parte della Goldman Sachs, per cui gli gnomi di questa associazione a...non si sarebbero potuti comportare in modo contrario. Voilà, eccomi qua! Che schifo!

rickard

Mar, 11/02/2014 - 16:50

Non capisco. Quale sarebbe la novità? Che la Goldman Sachs controlla l'economia, la finanza e conseguentemente i governi delle nazioni? Non mi sembra una grande scoperta.

censurato

Mar, 11/02/2014 - 16:57

Ma se "Alan Friedman ha dimostrato in maniera inequivocabile" che c'è stato un complotto, allora Forza Italia presenterà una richiesta di impeachment per Napolitano? No? Ed allora sono buoni solo a chiacchiere... Primo invio 16:57

unosolo

Mar, 11/02/2014 - 17:22

praticamente il popolo è stato preso in giro e super tassato solo per un piano sinistro.

al59ma63

Mar, 11/02/2014 - 17:29

e questi umanoidi che ti fanno???? SI ASTENGONO dall' impeachment!!!!!! DA RIVOLTARLI nel letame!!!!!!!!! Io sono un Berlusconiano VERO!

Ritratto di andrea78andrea

andrea78andrea

Mar, 11/02/2014 - 17:38

Una cosa e certa l'Europa è l'€uro sono stati e lo sono ora un progetto criminale voluto da questi poteri forti ed ora stanno uscendo le prove di tutto ciò.

Ritratto di andrea78andrea

andrea78andrea

Mar, 11/02/2014 - 17:39

Una cosa e certa l'Europa è l'€uro sono stati e lo sono ora un progetto criminale voluto da questi poteri forti ed ora stanno uscendo le prove di tutto ciò.

Ritratto di stufo

stufo

Mar, 11/02/2014 - 17:44

Se non è alto tradimento questo.....

giovanni PERINCIOLO

Mar, 11/02/2014 - 17:58

"Siccome non ho capacità divinatorie, quanto avvenne si spiega soltanto con il fatto che era nell’ordine naturale delle cose". Pomicino, sarebbe nell'ordine delle cose in una dittatura o in una repubblica delle banane, in Italia almeno per ora non siamo ancora a quel punto. Sicuramente ci arriveremo tra poco se anche questa volta finirà tutto a tarallucci e vino. Impeacheent!

Ritratto di Roberto di Bruno

Roberto di Bruno

Mar, 11/02/2014 - 17:58

Salve, Popolo Sovrano! -- L'hai capito ora chi comanda?

jakc67

Mar, 11/02/2014 - 18:37

tutto questo can can dietro a cose che noi sapevamo già o perlomeno supponevamo mi suona però strano... speriamo bene...

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mar, 11/02/2014 - 18:48

Ma Napolitano, Monti e Letta sapevano benissimo ciò che facevano, delI'Italia e degli italiani non gli è n’è mai importato nulla. Ciò nonostante Napolitano continua imperterrito a fare e disfare alla faccia della Costituzione che dovrebbe difendere. Monti, mandante dei suicidi di molti imprenditori, ha distrutto economicamente il paese, ed ha trovato degli imbecilli che lo hanno eletto in Parlamento. Letta si è fatto nominare vice primo ministro, continua impunemente ad aumentarci le tasse, non per risanare il paese ma per soddisfare i vizi della casta e di tutti i loro accoliti.

killkoms

Mar, 11/02/2014 - 18:55

la scoperta dell'acqua calda!

edoardo55

Mar, 11/02/2014 - 20:02

Se fossimo in guerra sarebbero da fucilare alla schiena per alto tradimento. Al confronto le accuse a Berlusconi sono marachelle da giovinastri discoli

AG485151

Mar, 11/02/2014 - 22:32

PROVATE A DIGITARE " SHOCK ECONOMY " E A LEGGERE ATTENTAMENTE . E' PROBABILE CHE VI VENGA QUALCHE BRIVIDO . SEMBRA PROPRIO CHE ADESSO CI SIAMO NOI .

Ritratto di giubra63

giubra63

Mar, 11/02/2014 - 22:35

nulla di piu' che non sapevamo già: anno 2011 come nel 1946, solo che questa volta sono state le banche estere appoggiate dai post-comunisti mentre nel 1946 i comunisti che si sono avvalsi di piccoli uomini politici.

Ritratto di giubra63

giubra63

Mar, 11/02/2014 - 22:37

perché non conviene sostituire napolitano adesso? perché al peggio non c'é fine, con l'attuale numero di parlamentari di sinistra ed grillini verrebbe eletto prodi!!!!!!!!!!!!!!!!!

GABBIANO51

Mar, 11/02/2014 - 23:04

E ci si meraviglia? Basterebbe leggere di più! I più avveduti sapevano gli sprovveduti no! I secondi almeno se la lono presa di dietro inconsapevoli. Questi caxxo di Kompagni non la smetteranno mai di essere Komunisti!

titina

Sab, 12/04/2014 - 18:29

Mi chiedo: se tutti noi ( nel mondo) togliessimo i soldi alle banche che succederebbe? Toglieremmo il pane ai mostri della finanza o no?