Pos obbligatorio per pagamenti sopra i 30 euro. Polemiche

Confesercenti: "La misura ci costerà 5 miliardi". Salvini: "Mazzata per le partite Iva". Di Maio: "Ridurre al minimo i costi per i commercianti"

Come anticipato nei giorni scorsi da oggi per imprese, lavoratori autonomi e professionisti scatta l'obbligo di dotarsi di Pos, il sistema di pagamento elettronico mediante carte di credito e bancomat. Per gli importi superiori ai trenta euro i cittadini potranno pagare, dunque, senza contanti. Ma per il momento non è prevista alcuna sanzione per chi non si adegua. La misura punta a rendere più tracciabili i pagamenti (anche su piccole somme), permettendo una lotta maggiore all'evasione fiscale. Ma ci sono dei costi non indifferenti che gravano sulle imprese. Confesercenti stima un costo aggiuntivo di circa 5 miliardi l'anno per le imprese. Per una Pmi media (50mila euro di transazioni l'anno) si stima un costo di circa 1.700 euro l'anno, tra canoni, commissioni, installazione e spese di utilizzo. Intanto, tra accuse (è un regalo alle banche) e proteste, divampano le polemiche. 
 
"Non è ammissibile obbligare per legge artigiani, commercianti e liberi professionisti a regalare milioni di euro alle banche. Il Governo deve intervenire ed applicare il buonsenso, come per il caso Sistri, e ripristinare il provvedimento con cui si escludono dall’obbligo almeno le imprese che hanno un giro d’affari inferiore ai 200 mila euro all’anno". È categorico Giuseppe Sbalchiero, presidente di Confartigianato imprese Veneto nel bocciare il decreto che obbliga, da oggi, professionisti, artigiani e commercianti a dotarsi di Pos, per poter accettare pagamenti dai clienti, d’importo superiore a 30 euro, a mezzo bancomat o carte di debito.

"L’introduzione dell’obbligo del Pos per i pagamenti sopra i 30 euro non deve trasformarsi in un’ulteriore tassa sulle spalle di imprenditori e professionisti: il costo delle transazioni dovrebbe essere azzerato da parte delle banche o, quanto meno, distribuito in modo equo tra chi incassa e chi paga". A chiederlo è il segretario generale della Confederazione libere associazioni artigiane italiane (Claai), Marco Accornero. "Siamo convinti - aggiunge - che adeguarsi alle tecnologie e facilitare i rapporti con la clientela, favorendone i pagamenti, rappresenti un aspetto positivo, ma questo non può tradursi in nuove tasse per gli artigiani". Secondo un calcolo effettuato dalla Claai, sottolinea Accornero, "un artigiano che incassa 50mila euro l’anno con il Pos sarebbe costretto a pagarne 591,50 per l’utilizzo di un apparecchio base, 604 con un cordless, 620 se collegato con Gsm". 

La protesta ovviamente corre anche sul fronte politico."L'obbligo del pagamento con bancomat è l'ennesima mazzata per gli artigiani, i commercianti, le partite iva". Il segretario della Lega, Matteo Salvini, attacca duramente il pos obbligatorio per i liberi professionisti da oggi in vigore. "Come Lega - ha preannunciato parlando ad Agorà, su Raitre- sto preparando una proposta fiscale con un'unica aliquota. Una riduzione fiscale con una tassa uguale per tutti che dovrebbe costringere tutti a pagare perché gli conviene".

Si unisce alla protesta anche Luigi Di Maio (M5S), vicepresidente della Camera: "Io sto con i commercianti", scrive su Facebook. "Premesso che non sono un tifoso delle carte di credito e dei bancomat, più i nostri soldi saranno virtuali, maggiore è la probabilità che banche e agenzie finanziarie ci speculino con interessi, commissioni e aggi. L'obiettivo di questa norma potrebbe essere anche nobile, ma il Governo si è chiesto quanto costerà ai commercianti e artigiani adeguarsi? Dalle stime in mio possesso oltre 600 euro all'anno in media solo per il noleggio del dispositivo. A questo va aggiunta la commissione sulla transazione che in alcuni casi supera anche l'1% della cifra del pagamento: di questi tempi una parte consistente del guadagno dell'esercente, al netto dei costi".

"Imprese tartassate... Dopo il canone speciale, da domani POS obbligatorio per le imprese, altro freno ai consumi e più spese di gestione". Lo scrive su Twitter Maristella Gelmini, vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera dei deputati.

Codacons: rifiutarsi di pagare in contanti

Tutti i consumatori, da oggi, devono rifiutarsi di pagare importi superiori a 30 euro in contanti e farsi mandare il conto a casa. È l’invito che lancia il Codacons ai consumatori per protestare contro esercenti, artigiani e professionisti che non si sono muniti di Pos, come previsto dalla legge. "Dal momento che, nei confronti dei trasgressori, non c’è alcuna possibilità di agire - spiega il presidente Carlo Rienzi - perché il decreto che introduce il provvedimento ha dimenticato di introdurre sanzioni per chi non si adegua, si rischia l'empasse: commercianti, professionisti e artigiani non possono infatti obbligare i clienti a pagare in contanti, ma senza Pos non sarà possibile per gli utenti effettuare i pagamenti con carta di credito o bancomat". 

Dentisti, rischio aumento tariffe

"Come categoria siamo avanti in questo settore - afferma Gianfranco Preda, presidente dell’Associazione nazionale dentisti italiani (Andi) - il 70% dei dentisti si è già dotato di un Pos prima di questa scadenza, e chi non l’ha ancora fatto lo farà presto". Ma secondo il presidente dei dentisti c’è il rischio di un aumento delle tariffe. Abbiamo - aggiunge - cercato di ridurre i costi dello strumento attraverso convenzioni bancarie per i nostri associati. Ma - osserva - è una spesa che potrebbe comunque ricadere sulle tariffe, perché il professionista deve pur rientrare della spesa sostenuta, con il rischio che i prezzi aumenteranno".
 

Adusbef e Federconsumatori favorevoli

C'è anche chi si dice a favore della misura adottata dal governo. "L'obbligo di accettare pagamenti con moneta elettronica - osservano Federconsumatori e Adusbef - è un grande passo avanti in termini di tracciabilità dei pagamenti e lotta all'evasione", nonché "un ampliamento ed un'agevolazione a favore del cittadino, che disporrà di un ulteriore metodo di pagamento".  

 

 
 
Commenti
Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Lun, 30/06/2014 - 13:10

Carlo Rienzi avevi la mia stima (solo quella perchè di fatto le battaglie che hai intraprese sono state sempre un fiasco) ma questa uscita a favore delle Banche ops del POS contro gli esercenti è davvero incredibile ... di cuore grazie di tutto ... credo sia arrivata l'ora per te di andare in pensione.

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Lun, 30/06/2014 - 13:10

Carlo Rienzi avevi la mia stima (solo quella perchè di fatto le battaglie che hai intraprese sono state sempre un fiasco) ma questa uscita a favore delle Banche ops del POS contro gli esercenti è davvero incredibile ... di cuore grazie di tutto ... credo sia arrivata l'ora per te di andare in pensione.

Paul Vara

Lun, 30/06/2014 - 13:14

Nel frattempo i grandi evasori si accontentano di andar a scocciare i vecchi all'ospizio. Fate pagare tutti prima e soprattutto gli evasori.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Lun, 30/06/2014 - 13:22

Codacons alleato dello stato "grande fratello" ...

Ritratto di Mike0

Mike0

Lun, 30/06/2014 - 13:28

Ma scusate, parlate sempre degli svantaggi economici dei professionisti e va benissimo, ma non parlate mai della invasione alla privacy personale degli utenti! Codacons, Adusbef e Federconsumatori, ma che cosa state a dire? Siete fuori di testa! Sì, perché, se non ci avete pensato, non usare il contante ed essere tracciabile sempre negli acquisti significa che se vuole lo Stato e tutti i pubblici uffici autorizzati, sapranno di noi quante scatole di preservativi compriamo, dove e in che momento lo facciamo, così come il tonno o quant'altro per magari orientare le pubblicità che poi ci arrivano (se sottobanco passano i nostri dati personali). Il tutto senza chiederci autorizzazione, in perfetto stile dittatoriale di stampo comunista!!! Ma chi li ha votati questi? Ma perché agli italiani piace tirarsi la zappa nei piedi? Ma chi le vuole leggi siffatte? (Certo le banche e i comunisti che hanno l'idea che tutto è dello Stato, anche la vita dei contribuenti!) Che schifo! Mandiamoli a casa!!!

cecco61

Lun, 30/06/2014 - 13:31

Al di là della norma, dettata da pura demagogia, è deprimente il comportamento delle associazioni consumatori le quali, ancora una volta, dimostrano di essere solo asociazioni a delinquere che mai si occupano dei veri problemi ma si limitano ad intortare i gonzi che gli danno ascolto e danro. Da parte mia,professionista, niente POS, e a contratto, bonifico bancario (come ho sempre fatto): non gli va bene, se ne vadano da qualcun altro. E, per favore, correggete l'articolo: le commissioni dell'1% le ha solo chi ha volumi d'affari molto alti; noi piccoli paghiamo, come minimo, tra il 2,5 e il 2,8%. SE poi, oltre alle carte di debito, dovessimo accettareo pure quelle di credito, la commissione sale ulteriormente (7% per American Express).

Ritratto di gammasan

gammasan

Lun, 30/06/2014 - 13:42

E ci risiamo! Se chi mi ha fornito un servizio mi dice che pagando in contanti avrei lo sconto, diciamo, del 20%, che faccio? Non mi conviene mica pagare di più per favorire il fisco, anche considerando la fine meschina che faranno i soldi delle imposte! Preferisco lo sconto!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 30/06/2014 - 13:49

Dovete pagare le tasse come fanno gli statali e basta. E' finito il tempo del facile guadagno occulto alle spalle dei lavoratori. Restituire il maltolto con le buone o con le cattive (tasse)

Roberto C

Lun, 30/06/2014 - 13:57

Non mi lascerei ingannare da questa cosa che stanno continuando a ripetere che non c'è sanzione. Oggi è così, e fa parte del trucco. Fra un anno o due istituiranno una bella samzione amministrativa (magari retroattiva se saranno in disperata ricerca di liquidità; per l'appunto non sarà una multa ma una sanzione cui non si applica la norma costituzionale della non retroattività) di svariate centinaia di euro per ogni mese che si è stati o si è senza POS e alle eventuali proteste potranno dire: "Questa legge c'è da sempre, si è soltanto corretto un vuoto legislativo in quanto il legislatore non aveva previsto un regime sanzionatorio" - perchè poi sono tante le cose che non sanno fare, ma a chiacchiere sono imbattibili, ti tirano un bidone incredibile, ma come lo sanno dire bene loro non ci riesce nessuno...) Questa legge è da contestare ora, e non tanto chiedendo una sua abolizione, ma chiedendo che si COSTRINGANO le banche a azzerare commissioni, canoni e costi d'installazione! Lo vogliono obbligatorio? Benissimo, sono d'accordo, ma allora lo mettano gratuito - se mai paghi il possessore della carta di credito che paga oggi e i soldi gli vengono addebitati fra un mese (e in effetti se con carta di credito preleva contanti all'ATM ha un 4% di commissioni addebitate; perchè se invece di prelevare all'ATM paga il parrucchiere con la stessa carta quella commissione non la paga lui ma il parrucchiere?)...

gigi0000

Lun, 30/06/2014 - 14:16

Io, professionista, non metterò mai il POS ed i miei clienti, nella lettera d'incarico, sottoscrivono le modalità di pagamento standard con bonifico - comodissimo con home banking. Punto! Se, malauguratamente fossi obbligato veramente ad installare il POS, i costi, probabilmente maggiorati per non perderci, li farei pagare ai clienti stessi, perché sarebbe sciocco offrire in perdita un servizio stupido richiesto espressamente dal cliente stesso, solo per rompere le scatole. Risultato: un'altra fregatura per il popolo bue.

Ritratto di thunder

thunder

Lun, 30/06/2014 - 14:17

lugipiscio,spero lo stato finisca i soldi come in Grecia e che ti riducano lo stipendio a 400 EU cosi poi voglio vedere se scrivi ancora cazzate!

Doc71

Lun, 30/06/2014 - 14:19

Gli statali pagano le tasse?

Ritratto di frank.

frank.

Lun, 30/06/2014 - 14:21

Luigipisio, mi dispiace, io concordo con te quasi sempre, ma stavolta toppi alla grande. Io sono libero professionista (pur essendo lontano anni luce dalla destra e dai suoi ridicoli rappresentanti), ma quei bei tempi di cui tu parli, sono passati da un pezzo, che io peraltro per la mia età non ho mai vissuto. I guadagni stellari sono ormai diventati una leggenda, a parità di lavoro rispetto a una quindicina di anni fa si guadagna meno della metà, letteralmente travolti da tasse, spese, corsi di formazione obbligatori di ogni genere, costi di software, assicurazione professionale, assicurazione sanitaria (e già, la mutua noi non ce l'abbiamo) commercialista, balzelli comunali e regionali, a fronte di una mole di norme e responsabilità semplicemente decuplicata, con controlli, sanzioni da migliaia di euro per delle minkiate incredibili (io mi occupo anche di sicurezza nei cantieri e ti danno 3000 euro di multa anche se manca la carta igienica nel bagno). E tutto questo tralasciando i clienti che non ti pagano, sbattendosene altamente le palle del tuo lavoro, una percentuale che arriva ormai al 30/40% e su cui tu paghi pure l'IVA sulla fattura emessa e mai riscossa!! Ti assicuro, che per quelli come me che fatturano fino all'ultima lira, il guadagno netto è al limite del ridicolo!! E non parlo del fatto che noi non sappiamo neanche cosa sia la tredicesima, nè appunto la mutua nè tantomeno le ferie pagate ( i giorni di ferie sono tutte a scapito del lavoro). Quindi facciamola finita con sta leggenda che siamo tutti evasori, perchè ormai sta storia ci ha frantumato gli zebedei!! E te lo dico da bolscevico, come direbbe mortimer!

giottin

Lun, 30/06/2014 - 14:26

Ma ci cazzo è questo di maio che dice di ridurre al minimo i costi pe i commercianti. Caso mai avrebbe dovuto dire eliminare i costi per i commercianti, un altro buffone, per fortuna è un 5 stelle !!!

Robeseltz

Lun, 30/06/2014 - 14:28

Mhhhhhhhhhhh o abito su Marte o qualcosa non torna , ho un piccolo negozio di abbigliamento ho il POS da sempre con banca di primo livello (la più grossa in Italia così per intenderci), transato circa 50000 euro annui , attivazione gratis,noleggio gratis, commisione pagobancomat 0,35% , carte di credito 1,25% escluso amex che vuole il 2% , posso assicurare che chi transa di più ha commissioni minori, il fatto è che 0,35% è uno sproposito visto che la banca addebita subito al cliente e a me da un giorno di valuta , quindi 0,35 X365 giorni e vedete il tasso annuo......

giottin

Lun, 30/06/2014 - 14:29

Gli statali pagheranno pure tutte le tasse, ma il fatto è che rubano tutto lo stipendio!!!! Andate a lavorare puffi!!!!

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Lun, 30/06/2014 - 14:30

luigipiso: come al solito hai capito ben poco. Gli esercenti, quando si saranno stancati di frignare, scaricheranno il costo del POS sull'utente finale, con conseguente aggravio per tutti; oppure, bene che vada, proporranno ai clienti la solita alternativa: cento in contanto o centodieci col Pos? Facile intuire quale sarà la risposta del 99,9% della popolazione.

giottin

Lun, 30/06/2014 - 14:31

L'unico che ha parlato bene è.....S A L V I N I !!!!

Ritratto di centocinque

centocinque

Lun, 30/06/2014 - 14:31

Codacons e compagni di merende perchè non si occupano della truffa rappresentata dell'invito a rinnovare il canone RAI, dato che non è un canone ma il pagamento di una "imposta sul possesoodi apparecchiature ecc." che poi lo stato gira alla rai?

Ritratto di Markos

Markos

Lun, 30/06/2014 - 14:34

luigipiso - io sono statale e non ho mai pagato una lira di tasse , dicono che lo fa lo stato per me , ci credo poco sarebbe come il cane che si morde la coda , prendo un ottimo stipendio per non fare un tubo , anche perche diciamolo chiaramente non c'e' niente da fare , siamo a centinaia che passiamo la giornata senza fare niente ci annoiamo a morte , siamo depressi , molti chiedono la pensione per causa di servizio causa depressione , appena arriviamo la mattina firmiamo il registro delle presenze e poi andiamo in giro nei bar o giardinetti se restiamo li non abbiamo nemmeno una sedia per sederci ci tocca girovagare nei corridoi con qualche carta in mano per far vedere che siamo occuppatti , quando abbiamo il rientro il pomeriggio ci organizziamo e solo alcuni si presentano e firmano per tutti gli altri , che schifo di vita quella dello statale , di una noia mortale , il bello e' che nessuno ci crede.

Ritratto di ALEX FORTY

ALEX FORTY

Lun, 30/06/2014 - 14:42

x luigipiscio : é tutta unja favola l'affermazione per cui i dipendenti pagano le tasse fino all'ultimo centesimo; le tasse e tutto quanto in busta paga LE PAGA IL DATORE DI LAVORO !!! e nel caso specifico (dipendenti pubblici) le paghiamo noi !!!!! lo vuoi capire o proprio ti manca completamente la materia celebrale ????? Non ho mai sentito un solo dipendente dichiarare che prende 1300 euro al mese (paga minima) e affermare che al datore di lavoro ne costa almeno 2500 !!!! IPOCRITI, FANNULLONI E SFRUTTATORI !!!

Gioa

Lun, 30/06/2014 - 14:43

per le partite Iva costa una tombola...per i dipendenti pubblici non costa nulla....PREMIATI DELLE LORO ATTIVITA'....INTOCCABILI ANCHE CHI DOVREBE ESSERE SUPER TOCCATTO.... DIRIGENTI PUBBLICI CORROTTI E INTOCCABILI, TANTO COME DICEVA TOTO': E IO PAGO!!! SE BERLUSCONI AVESSE FATTO UNA RIFORMA DI QUESTO TIPO re Giorgio l'aveva tolto dalla scena, per far subentrare renzi perché lui qualsiasi riforma mette in atto anche la peggio re Giorgio che gli dice: bravo!!! FORZA ITALIA PER UNA VERA GIUSTIZIA...

Ritratto di falso96

falso96

Lun, 30/06/2014 - 14:47

VOGLIONO FAR SPARIRE LA MONETA, ANDREMO SOLO COI NUMERI !!! MA NEL MOMENTO IN CUI LE BANCHE CI DIRANNO OGGI BLOCCO IL SISTEMA???? IN PRATICA IL GOVERNO VUOLE SAPERE CHE TIPO DI VITA CONDUCI, QUANTO PUO' ANCORA RUBARTI CON UNA TASSA , E LE BANCHE (i padroni della politica) INCAMERARE IL NOSTRO LAVORO E DECIDERE QUANDO , QUANTO E COME RESTITUIRTELO. SIAMO GLI SCHIAVI DEL 2000!! LAVORA E TACI! DITE CHE STO ESAGERANDO???ILLUSI! e pensare che un uomo lo aveva scritto 2000 anni fà, IL SEGNO DELLA BESTIA, CHI NON CE L'HA MORIRA' DI FAME......probabile che frà poco chi non possiede il bancomat (o simile) non potrà ,es, entrare in una sala cinematografica, nel supermercato, TUTTO NEL NOME DELLA SICUREZZA....SARAI COSTANTEMENTE MONITORATO ANCHE QUANTA NE FAI AL GIORNO PER VALUTARE COSA DOVRAI PAGARE PER LA FOGNA.

Marzio00

Lun, 30/06/2014 - 14:48

La lotta all'evasione fiscale non si fa con questi metodi: questi sono semplici specchietti per le allodole! Non fanno altro che aumentare i costi di gestione senza che ci sia un reale beneficio per la comunità. Se in fase di dichiarazione dei redditi potessimo dichiarare tutte le spese certificate con scontrino o fattura avendo la possibilità di un recupero delle tasse pagate (e non come avviene oggi ad esempio per le spese sanitarie) allora i risultati si vedrebbero. Ma vi sembra logico che un dentista ad esempio faccia pagare il 22% di iva sulle prestazioni + il relativo bollo e sul 730 si possa detrarre il 19% (tenuto conto dei limiti previsti?). Qui non funziona nulla!

pancito

Lun, 30/06/2014 - 14:53

Che paga è sempre il Cittadino.Senza bancomat sono € 30 con il bancomat invece di 30 bisogna inserire nel totale il costo dell'iva più il costo della transizione più la tassa che dovrà pagare l'idraulico.Vedete Voi se ne vale la pena.

Cobra71

Lun, 30/06/2014 - 15:11

@luigipiso. Ma ci sei o ci fai? Sei proprio l'emblema di chi non ha mai capito un cazzo! Questo decreto è solo ed esclusivamente a favore delle banche (COME SEMPRE), visto che tra canoni e commissioni di transazione verranno incassati dalle banche strozzine miliardi di euro all'anno. La tracciabilità del denaro va benissimo, ma vanno eliminati i canoni del pos e azzerate le commissioni.

gian paolo cardelli

Lun, 30/06/2014 - 15:22

"Divide et impera", e fnchè ci sarano in giro servi della gleba come Luigipiso il giochetto riuscirà sempre.

mario massioli

Lun, 30/06/2014 - 15:25

QUESTI CONTINUI BALZELLI NON FINIRANNO MAI, CI TROVIAMO IN UNA SPIRALE DOVE IL CANE SI MORDE LA CODA. TUTTO QUESTO DISASTRO ECONOMICO (NON SOLO) E' DOVUTO AI TRATTATI EUROPEI DAL 1992 CON IL TRATTATO DI MAASTRICHT AL 2013 CON IL PAREGGIO DI BILANCIO IN COSTITUZIONE FIRMATI DA TUTTI I GOVENI SUCCEDUTI NEGLI ANNI. CLICCATE ME-MMT PER CAPIRE IL PERCHE' E COME USCIRNE. IL GIORNALISTA PAOLO BARNARD CON LA CONSULENZA DI 27 MACROECONOMISTI DI LIVELLO MONDIALE HA STUDIATO PER CIRCA 8 ANNI PRIMA DI DIVULGARLA AL PUBBLICO.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 30/06/2014 - 15:27

@Cobra71 è un altro discorso e non mi pare di aver detto nulla in proposito. L'importante è che chiunque paghi per quel che incassa e sopratutto che la mentalità degli italiani sia modificata per innalzarsi a quella europea. Scegli tu se ci faccio o ci sono.

Ritratto di ashton68

ashton68

Lun, 30/06/2014 - 15:28

Il governo sinistro di Renzi, in modo ultrademagogico, alla categoria superprotetta dei lavoratori dipendenti (pubblici e privati) regala e scialacqua soldi e bonus fiscali. Invece, alla stremata categoria dei lavoratori autonomi (figli per loro di un Dio minore, senza ferie, maternità, permessi e qualsivoglia altra cuccagna o rendita di stampo sindacale) si impongono ulteriori costi e gabelle. Cari italiani, (votandolo o non votando affatto) avete voluto il nipotino furbetto di Baffone? Ora non ve le lamentate se fruga nelle vostre tasche.

ricki

Lun, 30/06/2014 - 15:28

Per codacons hai ragione pero' i costi bancari li pagherà, il cliente dal momento in cui l'operazione per il cliente e' gratuita e la pag dopo un mese ,mentre l'esercente la paga immediatamente alla banca,quindi il costo e'un ulteriore erosione del già piccolo guadagno,oppure altra ipotesi ...aumentano i costi? Bene allora tutte le imprese dovrebbero licenziare i porpi dipendenti,cosi il governo (di Ladri) capirebbe una volta per tutte che non sono le pmi a causare danni allo stato(vedi ultimi scandali), e che gli assumessero loro tutti i nuovi disoccupati.....chiaro?PS e per i bar,tabaccai,fruttivendoli ecc.ecc. Dove raramente la spesa supera i trenta euro?

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 30/06/2014 - 15:34

@thunder se lo riducono a me è peggio per te, poi voglio vedere chi non ha stipendio come fa a spendere e dare denaro agli evasori. Vuol dire che ti toglieranno le propietà se ne hai. @ALEX FORTY falso che non sei altro. Stai dicendo che io lavoro e tu mi paghi? vai a lavorare così lo capisci sulla tua pelle. Io lavoro ed il 40% del mio lavoro finisce a tasse per pagare i servizi a te che non fai una mazza dalla mattina alla sera. Classico imprenditore italiano. Ma tu guarda cosa ti tocca leggere..

bigdom

Lun, 30/06/2014 - 15:36

Ho detto che il cittadino non è obbligato a tenere carta di credito o bancomat. Censurato! Mah.

ricki

Lun, 30/06/2014 - 15:37

PER Luigi pisio forse dimentica gli scandali che hanno colpito la pubblica amministrazione,( timbri cartellini entrata mentre si andava a fare la spesa e cosi via...le cronache dei giornali hanno invaso l'etere con gli scandali degli statali(non tutti per fortuna)forse quella non era evasione?quantoensa dovrebbero restituire qui signori alla gente che ha visto le proprie pratiche ferme anni mentre gli impiegati si trovavano in malatti(non sempre vera?)o pur avendo timbrato il cartellino si trovavano altrove magari a fare altri Avori?non penso di dire nu A di nuovo ma faccia attenzione che questo e' l'ennesimo tentativo dei nostri governanti a farci fare A guerra tra poveri I

pittariso

Lun, 30/06/2014 - 15:50

Rivolta fiscale e basta.Io non pago più,mi vendo tutto (finché siamo in tempo) e una volta nullatenente come dicono a Napoli chi non tiene niente non ha nulla da temere e che si arrangino.

egi

Lun, 30/06/2014 - 16:00

Come volevasi dimostrare, distruggendo il ceto medio ora possono controllare il mercato del lavoro, così come con il FASCISMO ci voleva la tessera oggi i figli degli ex fascisti si comportano nello stesso modo.

giosafat

Lun, 30/06/2014 - 16:18

Mi spiace per il codacons, che come al solito non ha capito una mazza, ma continuerò a pagare prestazioni, a fronte di sostanziosi sconti, rigorosamente in contanti e in nero. Lo Stato, se vuole, ha tutti gli strumenti per intercettare e castrare gli evasori, non coinvolga me in questa guerra. Io bado soprattutto alle mie tasche e a quelle della mia famiglia.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Lun, 30/06/2014 - 16:21

luigipiso

Ritratto di randagio41

randagio41

Lun, 30/06/2014 - 16:24

Ma questi sono deficienti? Si sta superando il segno, bisogna prendere i picconi e andare a picconare il parlamento. Siamo stanchi di mantenere dei PARASSITI.

Ritratto di ALEX FORTY

ALEX FORTY

Lun, 30/06/2014 - 16:27

Luipiscio: non ho detto che tu lavori e io ti pago; la verità é che TU NON LAVORI, e io sono comunque costretto a pagarti !!!! Per tua informazione , alla mia età di 72 anni percepisco 1200 euri al mese di pensione (che ho cominciato a percepire a 65 anni)dopo avere attraversato il mondo per distribuire il prodotto Italiano e ancora oggi vado in ufficio alle 8 del mattino per uscirne alle 18 dopo 1 ora di pausa. Sono stato così coglione da non godermi la vita, ho risparmiato e con i miei risparmi (sui quali ho pagato regolarmente le tasse) ho acquistato qualche appartamentino sul quale ho pagato ulteriori tasse all'acquisto, e per mantenere te e tutti i tuoi colleghi fannulloni su questi appartamentini ancora oggi mi viene accollato un mutuo A VITA !!!! Ma cosa mi vieni a raccontare la storia del 40% del tuo lavoro ????? sai cosa vuol dire lavorare ????? alla tua età io non passavo il tempo a leggere IL GIORNALE e scrivere cazzate come fai tu adesso !!!!

pittariso

Lun, 30/06/2014 - 16:34

Rivolta fiscale e basta.Quanti autonomi vogliono ancora far suicidare?Possibile che in Italia non ci sia uno che abbia la forza di guidare una rivolta fiscale prima c he sia troppo tardi quando saremo come i lavoratori cinesi.

fottosinistrati

Lun, 30/06/2014 - 16:46

luigipiso se riducono lo stipendio a te facciamo festa nazionale ..altro che cazpi ....voi siete il ns. primo problema ed è strano che tu abbia una percezione della realta così nefasta ...cioè al contrario.. non vale neanche chiederti se ci fai o ci sei ....sei oltre..

Duka

Lun, 30/06/2014 - 16:56

Ma non vi accorgete che è un governo fallimentare? Non sanno da che parte sbattere la testa ma COCCIUTAMENTE non tagliano nessuna delle migliaia di spese superflue. NON lo fanno solo perchè sarebbero costretti a tagliare i propri emolumenti prima di tutti gli altri. SIAMO NELLE MANI DI UNA BANDA DI LADRI,rendiamocene conto e comportiamoci di conseguenza.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Lun, 30/06/2014 - 17:19

Qualcuno si è reso conto che si tratta di una grande cagata! Mi trovo al supermercato: Conto di 25 euro, tiro fuori una banconota di 50 euro (regolarmente prevata) ricevo il resto e me ne vado, stessa situazione con una banconota (non di provenienza bancomat) ricevo il resto e me ne vado come faranno a capire che potrei essere un evasore lo sa solo il ministro delle finanze! Altro esempio stessa banconota ma scontrino da 35 euro: mi bloccano l'acquisto perchè non ho con me il bancomat amenochè divido lo scontrino in due parti, diventiamo presunti evasori sia io che il commerciante? Altro esempio vado dal dentista, mi estrae un dente, al momento del pagamento mi presenta il pos, ma non funziona che fa mi tiene in ostaggio, mi rimette il dente o si fida incassa 30 euro e resta in attesa della parte restante? Dal barbiere (chiedo scusa ai barbieri) taglio, shampoo, balsamo, barba 29,99 euro senza pos! Con aggiunta di lacca e profumo 30 euro con pos!

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 30/06/2014 - 17:20

Sabato scorso RAI INTERNATIONAL ci ha trasmesso un DOSSIER del Giornalista con la G maiuscola Riccardo Iacona, regista ed autore del programma intitolato W GLI SPOSI. Che da Napoli, ci ha mostrato piu di un matrimonio MILIONARIO, dove il padre dello sposo o sposa, risultava essere IMPRENDITORE, che poi come abbiamo visto in un caso,confeziona capi di abbigliamento in "laboratori" di taglio e cucito siti in locali che della FAMOSA e FAMIGERATA legge 626 (che per essere rispettata agli imprenditori del nord costa un sacco di soldi)se ne fregano, il personale lavorante sottopagato, senza contributi il tutto "regolarmente" in NERO!!!! Mentre in un'altra zona d'Italia il Nord-Est dove tutte le regole vengono fatte rispettare,gli imprenditori che pagano tutto, se vogliono rimanere competitivi con i prezzi degli stessi prodotti del Napoletano esentasse,sono costretti a traslocare le loro imprese a Timishoara con il conseguente licenziamento delle lavoratrici Italiane!!! Questa è l'Italia dei DUE PESI DUE MISURE che nessun S/governo VEDE!!!Nessuno si chiede come mai a Napoli ed in tutto il Sud,chi è preposto a controllare come, Agenzia delle Entrate,Ispettorato del Lavoro, Inail,Inps,Guardia di Finanza, Polizia Annonaria, Vigili del Fuoco e quant'altri delegati ai controlli, NON VEDE, DORME o se ne frega perchè abbondantemente RIPAGATO (o meglio COMPERATO) IN NERO!!! Quel NERO che consente poi a questi INDUSTRIALI di spendere MILIONI per i matrimoni dei loro "PARGOLI" è mai possibile che a nessuno dei preposti ai controlli venga in mente di controllare le dichiarazioni dei redditi di questi soggetti?? Oppure come malignamente (pensar male è peccato ma) penso io, sono tutti complici??? Questa è l'Italia dei "comandanti" che vanno a controllare SOLO chi decidono loro di controllare e gli contano anche i peli del culo, mentre gli altri, gli AMICI, NON SI POSSONO E NON SI DEVONO CONTROLLARE!!! Qual'è il paradosso di tutto ciò?? Che quelli che pagano tutto e che in virtu di ciò sono costretti a traslocare a Timishoara vengono considerati EVASORI, mentre quelli che a Napoli (ed in tutto il sud)fanno tutto in NERO e che così come li ha trovati e filmati Iacona, potrebbero essere facilmente scovati, chi ha il sacrosanto compito di farlo,NON LI VUOLE NEMMENO CERCARE!!! Da Leghista (quindi buzzurro,cornuto,razzista, ruttatore ecc) ma mica scemo (perchè anch'io sono stato imprenditore) qualcosa mi induce a pensare che:essendo il personale preposto a detti controlli composto per il 90% da meridionali, non sara che per caso al nord sono più solerti contro gli imprenditori del nord quasi come per rivalsa,mentre al sud .....SIMME NAPULE PAISÀ???? Saludos PS REEENZIII ha appena annunciato un piano di investimenti per 240 Miliardi, ITALIANI preparate il portafoglio!!!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 30/06/2014 - 17:25

sempre + conveniente lavorare in nero o meglio andare all'estero.

@ollel63

Lun, 30/06/2014 - 17:27

luigipiso è un berlusconiano di ferro, non lo sottovalutate. Tremate pidini, grillati.. sellati.. e compagnia sinistra, vi farà scomparire. Egli non fa altro che portare acqua al mulino berlusconiano... Leggete con attenzione tra le righe dei sui forbiti commenti... Finge di attaccarLo ma in realtà ottiene l'effetto che si prefigge: mantenerlo sempre in primo piano, sempre Lui 'l'Invincibile'

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 30/06/2014 - 17:37

LUIGIPISOOOO!!! GLI STATALI CHE HANNO IL DOPPIO LAVORO RELIGIOSAMENTE IN NEROOOOO!!!!! VA A CIAPÀ I RATT!!!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 30/06/2014 - 17:41

@ALEX FORTY a parte che quello che hai fatto tu conta nulla e a 72 anni rubi il lavoro ai giovani più capaci, io ho fatto più di te da dipendente del privato, da piccolo imprenditore e da dipendente dello stato, impiego che mi sono guadagnato con concorsi studiando duramente mentre lavoravo e le tasse sproporzionate che pago in modo preventivo sono contento di pagarle per la società. Quindi vai a zappare che almeno ti rendi utile. Forse non hai capito che con questa crisi quello che ti sei guadagnato, quando non c'erano controlli, lo devi restituire come stanno facendo tutti, me compreso. Quindi io lavoro e pago anche il tuo evadere, se non dichiari tutto quello che vendi al centesimo.

Ritratto di randagio41

randagio41

Lun, 30/06/2014 - 18:22

Vogliamo un leader capace che guidi la rivolta FISCALE. Non ha importanza di che colore sia o di quale appartenenza, vogliamo solo che abbia le capacità.

titina

Lun, 30/06/2014 - 18:27

Io pagherò in contanti sino a 999 euro, come dice la legge, oltre quella cifra pago con l'assegno ( con il dentista purtroppo si supera). L'unico problema è che , pos o non pos, le tasse vanno pagate, se il pos è caro non lo si usi, ma si emetta ricevuta fiscale, PER FAVORE!!!!!!

urgutintu

Lun, 30/06/2014 - 18:45

W l'NCD il guardiano contro le tasse.

gian paolo cardelli

Lun, 30/06/2014 - 18:59

luigipiso, è proprio perchè lei crede alla fesseria che "paga anche quello che gli altri evadono" che si dimostra un suddito pecorone, ma la realtà è quella che le persone intelligenti hanno capito da un pezzo: dietro il suo "dio stato" si nasconde soltanto una masnada di cialtroni parassiti che ai suoi occhi appaiono come "politici", e che grazie a lei camperanno sempre lautamente... quando capirà che il suo nemico sono costoro e non i vari alex forty & co. che cercano inutilmente di farle aprire il cervello sarà sempre troppo tardi!

giuliana

Lun, 30/06/2014 - 19:46

La lotta all'evasione è il pretesto per farci accettare questo strumento di indebito arricchimento per le banche che si stanno ingrassando sul numero di operazioni effettuate. USATE SOLO CONTANTI, a costo di rateizzare tutto in quote inferiori ai 30 euro. La nostra libertà non ha prezzo. E chi può evada, proprio come fanno tutti i venditori abusivi di prodotti taroccati che sciamano per l'Italia.

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 30/06/2014 - 20:57

Una delle tante idiozie di uno dei governi di re giorgio.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 30/06/2014 - 22:55

@gian paolo cardelli e lo dice proprio a me? Proprio lei strenuo difensore berlusconiano? Il problema è ben diverso e lei lo sa bene, solo che da bravo sallustiano difende l'indifendibile liberismo. Lo stato con uomini moralmente ineccepibile non è paragonabile alle privatizzazione con uomini moralmente ineccepibili Nel secondo caso non ci sarà mai la difesa della società, ma semplice e delinquenziale speculazione. Il privato è sempre delinquente, lo Stato è sempre garanzia di equilibrio sociale. E' sempre meglio essere schiavi dello Stato che del singolo indutriale.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 01/07/2014 - 00:28

Oltre a sfinire il paese con le tasse si danno da fare anche per danneggiare il commercio. COME FAREMO A LIBERARCI DI QUESTA MASSA DI STOLTI?

ric42

Mar, 01/07/2014 - 07:10

Caro Rienzi, non sono daccordo. Questo è l'ennesimo regalo alle banche, non ci sono altre giustificazioni, la cosa seria che il governo dovrebbe fare, perchè questo decreto è proprio una c.....a, sarebbe quella di poter scaricare le prestazioni del dentista, tutte e non una minima percentuale, e quant'altro, ci sarebbe maggior introito del'IVA e tutti pagherebbero le tasse, ma i soloni del governo non ci sentono!

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Mar, 01/07/2014 - 07:59

Egregio sig. luigipiso. Se uno statale riceve 1500 euro di stipendio e paga altri 1500 euro di tasse, mi spiega da dove vengo presi i 3000 euro complessivi? Non è che vengo sempre dallo stesso cassetto alimentato da artigiani, commercianti, tassisti, piccoli imprenditori ecc.... la categoria, insomma, degli Italiani senza diritti. Quelli che non hanno diritto ad ammalarsi, a fare le ferie retribuite, ad avere permessi compensati, ad avere distacchi sindacali ecc... Prima di parlare di restituzione di maltolto, si cucia le tasche per sicurezza.

paco51

Mar, 01/07/2014 - 08:34

a luigipiso: io licenzierei il 90% dei pubblici dipendenti e li metterei a cottimo!!! vedrai come funzionano le cose, oggi negli uffici c'è la radio accesa, il dirigente se ne frega, si fanno le norme a piacere tipo " l'ufficio del registro registra le successioni solo il martedì e il venerdi" oppure devi allegare un documento che il funzionario ha deciso che vuole" perché non vuole cercare la copia in archivio. Il problema è che te lo dicono quando sei lì, non lo scrivono neanche sul sito. I pubblici dipendenti ci sono solo perchè ci sono regole a cazzo. caro luigipiso ti sei mai chiesto perché io per ristrutturare un immobile devo pagare 24.000 di oneri e il mio vicino nulla? Semplice perché a lui costruiscono una pratica da hoc che sfugge tutte le norme .......( tralascio i resto)...... lascia andare e ringrazia che lavoriamo per mantenervi, senza di voi si starebbe meglio. Non parliamo poi dei permessi edilizi li è un vero presepe , con la mangiatoia. basta far un'indagine patrimoniale a molti pubblici dipendenti: Rolex, vacanze, amiche con la borsa firmata, mogli nullafacenti, pranzi e cene. A me va bene tutto ma non rompere e ringrazia!! ps messaggino ai sindacati rossi: se lavorano tanto i pubblici dipendenti metteteli a cottimo sarebbero degli ultra signori. Poverini non parliamo degli orari di apertura al pubblico sono assolutamente a piacere e quando c'è il pubblico il funzionario non c'è; dove è? se ti dicono dal dirigente o fuori è tanto. Comunque non ti crucciare , torna a leggere internet, vai al bar, alcune a fare la spesa, noi lavoriamo per voi. e vi offriamo anche il caffè al bar. ps se vuoi altre belle osservazioni chiedi, ti posso "imbriacare" ( termine dialettale) dalle notizie.

soldellavvenire

Mar, 01/07/2014 - 08:54

ragazzi, il vostro amato "neoliberismo" prevede il controllo del denaro da parte delle grosse banche d'affari angloamericane: ma di che vi state lamentando? presto il controllo passerà alla Banca Popolare Cinese, cui pagano già gioiosamente fior tasse i nostri amati imprenditori delocalizzati (in cambio di libertà di schiavitù, che paradosso eh?) allora sì, che sarete finalmente anche voi COMUNISTI

simone_ve

Mar, 01/07/2014 - 08:55

Quanta ipocrisia, tanti voci contro l'uso del pos spacciandolo per ennesima tassa quando il vero motivo è avere la possibilità di evadere!!. Il pos lo voglio!! trovo assurdo che nel 2015 debba andare in un sportello bancomat per poi poter pagare 5 minuti dopo un barbiere!! Voglio poter pagare con moneta elettronica dove e quando voglio!! E su questi importi devono essere pagate le tasse!! Se volete intraprendere una battaglia, fatelo contro i politici che non creano le regole per un mercato veramente competitivo tra le banche!!

pittariso

Mar, 01/07/2014 - 09:31

Cari colleghi autonomi non credete sia giunta l'ora di non pagare più niente?pochi mesi e salterà i sistema e forse potremo ricominciare.La soluzione migliore é comunque vendere tutto e andare all'estero dove ci accoglierebber braccia aperte e non trattandoci cme sudditi.

colapesce

Mar, 01/07/2014 - 09:42

ma chi l'ha detto che è obbligatorio usare il bancomat al negozio , basta prelevare contante dal bancomat poi andare dal professionista e farsi fare la fattura e si risolve il problema del pos a svantaggio del''esercente o professionista ..........o no !!!??????

Mr Blonde

Mar, 01/07/2014 - 09:46

Che qualcuno ancora crede che si faccia lotta all'evasione con il pos è assurdo, se faccio nero faccio nero punto e basta. Certo è che molti paesi ormai lo adottano anche per pagare le sigarette o un biglietto del pullman, e così che mi capitò stupendomi di vederlo anni fa in norvegia. Chiesi a un collega locale quanto costasse un sistema così, la risposta (e mi guardò stupito) fu ZERO! Con grande sorpresa vidi poi in un edicola un pos di una banca italiana, la stessa che per un apparaecchietto colelgato al cellulare chiede 280€ annui. simone_ve capito? se non ti piace un barbiere che non ha il pos cambialo ma non romperci le palle

tonipier

Mar, 01/07/2014 - 10:12

" LA PAURA FA NOVANTA " Quanta gente non sa usare il bancomat? in questa maniera, facendo paura, non usciremo mai dal tunnel della ripresa. / A CHI FA COMODO far chiudere le imprese?/.........

paco51

Mar, 01/07/2014 - 10:13

a simone -ve ma va a tagliare i capelli da un'altra parte, per non dire altro io se vuoi pagare col pos ti mando da un collega............ o simone .ve alla mattina quando esci vedi di procurati i soldi prima di fare la spesa, è semplice vai la bancomat, prelevi, e ti fai fare gli scontrini.

Ritratto di bismark22

bismark22

Mar, 01/07/2014 - 10:35

Pretendono le stesse commissioni di quando i pagamenti con carta erano un altra cosa e avevano un'altra funzione. Trasferire il denaro elettronicamente prendendo il 2-3% non è neppure una rapina è una barzelletta. Queste commissioni avevano un senso quando si facevano 40 anni fa in Italia centinaia di transazioni al giorno senza una rete alle spalle, esposti all'insolvenza del cliente al momento del pagamento presso l'esercizio e a fine mese per l'emettitore della carta. Oggi fanno milioni di transazioni al giorno, senza rischio!, e fanno di fatto un altro mestiere e pretendono ancora commissioni che dovrebbero essere di un ordine di grandezza inferiore, un decimo. E nessuno dice niente!

baio57

Mar, 01/07/2014 - 10:44

@ simone-ve - Ai fini dell'evasione fiscale si può benissimo pagare in contante e RICHIEDERE LO SCONTRINO O LA FATTURA . Se poi lei vuol usare la carta di credito per pagare percentuali in più applicate dal professionista, e per foraggiare le lobbyes bancarie , sono caZZi suoi!

Bellator

Mar, 01/07/2014 - 11:16

Caro Paul Vara, non sproloquiare, informati della Gestione di tutte le Aziende nelle Mani dei sinistronzi, i conflitti di interesse che hanno e che hanno avuto, leggiti "Tramonto Rosso " di F. Pinotti, quello che ha fatto Prodi, svendendo aziende di Stato, al suo compare, arrecando danni MILIARDARI, alla economia del nostro paese e non parlare della evasione fiscale, tutta da dimostrare,del cavaliere. Dei Politici Italiani, non se ne trova uno che abbia dato lavoro,a migliaia di Italiani.!! .

Ritratto di alejob

alejob

Mar, 30/09/2014 - 11:42

Chi è quello che ha avuto questa SUPERIDEA. Quel signore crede che l'evasore sia colui che acquista beni primari o voluttuari per qualche centinaio di Euro, o colui che esporta per Milioni di Euro. Questo signore ha mai lavorato in una BANCA per capire come avvengono le transazioni evasive. Quanti MILIARDI sono spariti dalle Banche del PRINCIPATO, da quando ha messo voce che il segreto bancario verrà abolito. Credete che la sparizione nei paradisi fiscali mondiali sia stata fatta con pos o con due TASTI sul PC. (PIU' STRETTA E' LA MAGLIA E PIU' SONO LE POSSIBILITA' DI ROTTURA). Politici, politici, andate a pulire CESSI, sareste più utili ai CITTADINI.

Ritratto di alejob

alejob

Mar, 30/09/2014 - 12:08

verso la fine degli anni CINQUANTA venni chiamato a lavorare fuori dall'Italia. Dopo qualche anno mi si ruppe un vetro in casa. Chiamai l'omino per il cambio mi rimise il vetro e finito il lavoro mi diede (UN VAGLIA POSTALE con l'IMPORTOTO da pagare entro TRENTA GIORNI). Questo all'inizio anni SESSANTA, era il metodo per combattere l'EVASIONE.