Processo staliniano a Torino: Violante zittito dai compagni

L'ex presidente della Camera che vuol garantire a Berlusconi il diritto alla difesa "linciato" dai militanti. "Basta interviste, sembravi un avvocato del Cavaliere"

Luciano Violante nella sede Torinese del Pd

La sentenza del processo arriva a metà dibattimento. «Compagno Violante, dovevi stare zitto». Segue motivazione: «Con le tue interviste hai dato adito a tante chiacchiere. Sei proprio un intellettuale: lanci mille dubbi, e poi sono cazzi nostri». Condannato senza appello e senza Cassazione, e non c'è neppure bisogno della legge Severino per estrometterlo dal Parlamento: dal 2008 Luciano Violante non si è più candidato.
L'ex presidente della Camera ha detto una cosa che in uno stato di diritto dovrebbe essere scontata: chiunque ha diritto di difendersi, compreso - udite udite - Silvio Berlusconi. Ma per il Pd è una bestemmia. Articoli e interviste hanno attirato sull'ex magistrato una valanga di insulti: fiancheggiatore, venduto, traditore, vuoi salvare il Caimano. I social network ne sono intasati. Dieci senatori del Pd piemontese hanno scritto un documento in difesa dell'illustre ex collega e ieri a Torino, nel caldo pomeriggio domenicale, hanno convocato un incontro per dargli la possibilità di spiegarsi.
Ma il linciaggio è continuato, durante l'assemblea e soprattutto a margine. Twitter (con l'hashtag #pdincontraviolante) e Facebook hanno seguito in tempo reale il dibattito riversando su Violante il livore inespresso: una giovane dirigente del Pd torinese - così riferisce il senatore Stefano Esposito - ha scritto su Facebook che se incontrasse Violante lo manderebbe in ospedale con tre punti di sutura. Nel seminterrato della sede torinese del Partito democratico i toni non sono stati violenti, ma si è trattato comunque di un'inquisizione staliniana. Il garantismo non fa breccia nel Pd. Un muro di odio e intolleranza si è alzato contro il richiamo alla legalità di Violante e dei suoi dieci. Parlamentari, consiglieri regionali, semplici militanti: la discussione è andata avanti per quasi tre ore, dalle 15 alle 18. La sentenza però era già scritta.
Violante non concede salvacondotti a Berlusconi, ma vuole muoversi secondo le regole. «Non sono un garantista ma un legalitario», proclama. È questo che lo infastidisce del Pd: «È facile applicare le regole agli amici, molto più complicato farlo per gli avversari». E poi: «Non sono favorevole a trasformare Berlusconi in una vittima. La ricerca costante del nemico è segno di debolezza del partito. E questo c'è da una parte e dall'altra». Ce n'è anche per il giudice Esposito: «Da ex magistrato penso che chi giudica deve mantenere il riserbo fino al pronunciamento delle motivazioni».
Ma la base del Partito democratico non sente ragioni. La legge Severino è costituzionale, costituzionalissima, perché è stata votata dal Parlamento e firmata da Napolitano. Berlusconi non ha diritto a difendersi al Senato perché l'ha già fatto a sufficienza in sette anni di processo e tre gradi di giudizio. L'avvocato Giampaolo Zancan, ex senatore dell'Ulivo e principe del foro torinese che difese d'ufficio alcuni brigatisti per garantire loro un giusto processo, sentenzia: «L'incostituzionalità è una sciocchezza». Un militante osserva: «Troppa giustizia significa nessuna giustizia». E allora avanti con la giustizia sommaria, che con Berlusconi non si sbaglia mai.
Un iscritto a Sel fa notare che «se avesse fatto un cittadino normale quello che ha fatto Berlusconi in questi 20 anni, avremmo già buttato la chiave del carcere». Un tesserato Pd paragona invece Violante al «presidente di un collegio di difesa a latere» del Cavaliere. Un altro ritiene che il Pd voglia introdurre surrettiziamente un quarto grado di giudizio: «La base è in crisi di nervi da sei mesi. Per noi Berlusconi è un condannato, non più un senatore».
Pochi hanno il coraggio di contrastare la marea di odio del partito della ghigliottina. Tra questi c'è Giusi La Ganga, ex socialista che conosce bene i metodi di certa magistratura: fu coinvolto in Tangentopoli e ne uscì riabilitato dopo lunghi anni. «Sento e leggo cose disgustose contro Violante. Questo clima di scontro perpetuo mi riporta ai tempi del Movimento studentesco, quando gli oltranzisti cacciarono gli altri e poi, rimasti soli, imboccarono la strada eversiva».
Ma l'eroina della giornata è la signora Vittoria Silvestri, 72 anni, pasionaria dai capelli bianchi che alle telecamere di Piazza Pulita ne dice di tutti i colori contro Violante e poi, a metà dibattito, quando lui accenna a «non voler fare di Berlusconi una vittima», se ne va indispettita. Torna dopo una mezzoretta e alla fine, in un angolo, le canta chiare al politico: «Senti compagno, Berlusconi è un delinquente. Perché dobbiamo difenderlo?».

Commenti

guidode.zolt

Lun, 02/09/2013 - 08:52

Oltre l'antiberlusconismo...nulla!

Romolo48

Lun, 02/09/2013 - 09:18

Qui si rivela la vera anima "democratica" del Partito. Non hanno mai smesso di ricorrere ai metodi del peggior comunismo e di fanno chiamare Partito Democratico. Ogni altro commento sarebbe superfluo.

egobz

Lun, 02/09/2013 - 09:29

per quanto successo a Violante ci vogliamo meravigliare? PD = stesse teste komuniste, (cambiare nome non vuol dire cambiare testa), = disprezzo e linciaggio x chi non pensa come loro!

bruna.amorosi

Lun, 02/09/2013 - 09:35

oggi esce BERLUSCONI domani non esisteranno più loro oltre a l'odio verso il nemico che non possono sconfingere nelle urne altro non hanno .parlano tra loro solo di BERLUSCONI ma tolto l'uno di che parleranno ? di che è meglio RENZI O LETTA .? non lo sarà nessuno dei due sono vuoti .

paolonardi

Lun, 02/09/2013 - 09:37

E dicono che non ci sono più i comunisti!!

egi

Lun, 02/09/2013 - 09:41

Dopo l'allevamento dal 68 ad oggi nelle scuole e nelle industrie, di individui senza cervello capaci solo ad odiare, questi sono i risultati, complimenti

GUGLIELMO.DONATONE

Lun, 02/09/2013 - 09:56

Come molti avranno certamente notato, moltissimi sinistroidi, tra politici, certi "giornalisti" ed anche commentatori, indulgono spesso al piacere di usare, riferito a Berlusconi, il termine "pregiudicato". E va bene! C'è però una considerazione da fare, e mi rivolgo direttamente ai politici e "giornalisti": bindi, epifani, dalema, padellaro, gomez, furio colombo e tanti altri di cui mi fa schifo il solo scrivere il cognome, ebbene avete ragione, il Cavaliere è un pregiudicato, reso tale, però, da cinque o sei personaggi in toga, tocco e malafede. Ma voi, anche se non figurate negli atti della cassazione, siete tutti condannati e pregiudicati da milioni di italiani; condannati per disonestà non soltanto intellettuale, per insipienza, per ignavia e tante altre peculiarità che vi accomunano. Dovreste soltanto vergognarvi; vi invito perentoriamente a farlo, anche se dubito che ne abbiate il coraggio. Tutte le minuscole sono volute.

gian paolo cardelli

Lun, 02/09/2013 - 10:03

Tipico esempio dell'ottusità "di sinistra": Violante ha sempre difeso il diritto di Berlusconi a difendersi... ma nella certezza di quale sarebbe stato il verdetto: un particolare che ai comunisti duri, puri ed ottusi, come quella Silvestri citata nell'articolo, è evidentemente sfuggito...

demoral

Lun, 02/09/2013 - 10:36

L'elettorato antiberlusconiano dovrebbe riflettere (almeno) un pochino con quanto detto da uomo,docente e politico di sx chiamato Violante.

Ritratto di venividi

venividi

Lun, 02/09/2013 - 10:57

Dopo questa bella e lunga scenata a Violante, che nessuno venga più a dirci che il comunismo non esiste più. Esiste eccome che esiste, tale e quale nel PD condito di bolscevismo.

pinux3

Lun, 02/09/2013 - 11:01

Adesso l'opinione espressa da chi non è d'accordo con Violante diventa un "processo staliniano"...Ma perchè non la piantate?

pinux3

Lun, 02/09/2013 - 11:07

@GUGLIELMO DONATONE...In uno STATO DI DIRITTO (sai cos'è?) le sentenze le pronunciano i MAGISTRATI (che nel caso specifico sono stati quindici, non "cinque"...), non il "popolo" (un "popolo" peraltro MINORITARIO...). Le sentenze "a furor di popolo" sono cose da medioevo...

scipione

Lun, 02/09/2013 - 11:09

Forse Violante ha finalmente capito cosa e' il COMUNISMO.

zadina

Lun, 02/09/2013 - 11:21

Tutte le occasioni sono buone per dimostrare LODIO cullato sempre dai vecchi COMUNISTI che anno cambiato nome al partito diverse volte ma mai il modo di pensare democraticamente e rispettare i diritti dei propri avversari politici non ostane ultimo nome PARTITO DEMOCRATICO dovrebbe essere una garanzia di libertà di pensiero per tutti pure a coloro che non sono allineati al loro modo di pensare probabilmente LODIO è l'unico collante che li tiene uniti avanti popolo cantavano il COMUNISMO è LA LIBERTà ma solo per LORO..........?

Beaufou

Lun, 02/09/2013 - 11:21

Non so se l'intervento di Violante si possa interpretare come un assist a Berlusconi, ma di certo fa fare un figurone all'ex presidente della Camera. Quanto meno lo pone in una posizione tranquillamente sostenibile in ogni sede (tranne i congressi del partito). Il fatto che, conoscendo i "compagni", abbia espresso un parere in contrasto col sentire manifesto del PD lo colloca poi personalmente una spanna sopra i modestissimi e livorosi fautori (compreso Renzi) del " Dàgli a Berlusconi". Evidentemente dal partito non si attende più nulla e può permettersi anche di dissentire.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 02/09/2013 - 11:26

quante sciocchezze!tanto per capirci,viene forse negato al senatore in questione di andare in giunta a difendersi?assolutamente no.Viene negata la possibilita' di presentare una memoria difensiva o di fare ricorso alla corte europea?no,nemmeno quello.E allora cosa centra il diritto alls difesa?Violante dice che per un certo verso la giunta potrebbe anche chiedere parere alla consulta sulla l.severino,moltri altri giuristi sostengono invece il contrario.Inoltre il partito di Violante ha espresso una linea ufficiale sulla questione e mi sembra assolutamente legittimo quindi chesegua quella linea,Violante puo' sempre esprimersi diversamente,dove zta il problema?non c'e',o meglio e' un problema tutto del senatore e del pdl.

ferry1

Lun, 02/09/2013 - 11:27

per forza devono parlare di Berlusconi,non pretenderete che si parli di Penati,MPS,Coop per caso.TUTTO OSCURATO.

Ritratto di limick

limick

Lun, 02/09/2013 - 11:31

La vecchiaia porta consiglio, Violante non ha piu' ambizioni e dice cose sensate al contrario dei camerieri della Merkel, renzi e letta, che stanno li' solo grazie al CAV.

gian paolo cardelli

Lun, 02/09/2013 - 11:39

Pinux3, ma la pianti lei: è la storia del PCI/PDS/DS/PD che fa capire come stanno realmente le cose, altro che "semplici opinioni"!

Libertà75

Lun, 02/09/2013 - 11:42

A sinistra è vietato essere degli intellettuali liberi di pensiero. O così o al rogo

Ritratto di venividi

venividi

Lun, 02/09/2013 - 11:42

Pinux3, se lei si riferisce a magistrati veri sono d'accordo con lei ma qui purtroppo vedo soltanto dei filibustieri bolscevichi.

Ritratto di ventavog

ventavog

Lun, 02/09/2013 - 11:43

@pinux3: perche' nei processi staliniani si partiva dalla sentenza per arrivare alle accuse: nei processi staliniani l'imputato doveva confessarsi colpevole di tradimento pena la condanna per tradimento (chi contraddiceva il Partito era un traditore); perche' nei processi staliniani il giudice era espressione dell'accusa e non terzo. Ti basta?

ZIPPITA

Lun, 02/09/2013 - 11:44

Caro Violante ora capisci di che pasta sono fatti i tuoi Kompagni? se la pensi come loro sei un Grande, se ti azzardi a dire altro sei Defenestrato. Ma non c'era la libertà di espressione? Soprattutto tra loro che con questa scusa hanno preso pesantemente per i fondelli e offeso molta gente onesta ??!!! Il regime è sempre regime!!!!! Forza Silvio!!!!!!

mifra77

Lun, 02/09/2013 - 11:50

Una base che per anni ha dovuto schiumare dalla bocca per tutte le sconfitte elettorali, dovrebbe capire anche che con una dirigenza sindacale e di partito, tanto scafessa non batterà mai il cavaliere, se non attraverso i magistrati sfigati che pur sapendo di essere usati dalla politica, soffrono di mania protagonismo politico e attratti dalle televisioni e dai giornali, non riescono neanche a mascherare la loro malafede nell'emettere giudizio. Le feste però sono piene di gente che mangia e festeggia! Gli riempiono la pancia e li inzuppano di antiberlusconismo perché non sono capaci di parlare ai loro cervelli. Un esercito di gente che merita i suoi dirigenti,atti più a manipolare consensi a vuoto che a creare posti di lavoro. Vogliamo parlare di opposizione inutile, insignificante, incompetente e finanche collusa? Chi cambierà questo paese,forse dovrà ancora nascere; non è certamente nella sinistra di Letta o di Renzi e tanto meno in quella di Grullo e Vendola e men che meno in quella dei magistrati capitanati da Ingroia ,Dipietro e Demagistris.

fcf

Lun, 02/09/2013 - 12:08

Il PD è il degno continuatore del mondo comunista che ha portato nel mondo rovina, morte e annientamento del libero pensiero. I compagni di sempre confermano il loro "sincero pensiero democratico".

mifra77

Lun, 02/09/2013 - 12:13

PINUX3 in questi processi i magistrati vengono designati e spesso gli stessi processi nascono in ambienti a dir poco (e ad essere buonisti o fessisti) interessati. Violante ha espresso un suo parere e chi non è d'accordo, giustamente lo critica. In tutti i modi è innegabile che tanti processi a Berlusconi sono stati avviati da magistrati in cerca di popolarità; in combutta con partiti e giornali di sinistra e per fare un grosso favore alla stessa sinistra che prima o poi, li toglie dai tribunali e li porta in parlamento (salvo poi prenderne le distanze!).

unosolo

Lun, 02/09/2013 - 12:36

Ma siamo sicuri che PD voglia dire democratico ? le apparenze e i fatti dimostrano una chiara dittatura comunista , non si accettano diramazioni al di fuori della linea politica dettata dai veterani , quella linea la passano con i loro giornali di sx , peccato trattare a quel modo un presidente anche se ex , uomo sincera e senza secondi fini , nella sua lunga carriera si è sempre espresso al di fuori della idea politica , questo UOMO è pronto per essere designato PRESIDENTE della REPUBBLICA ITALIANA: La mia solidarietà al presidente ,l'ignoranza e l'odio prevalgono anche tra i vertici del PD. Senza Berlusconi di cosa parlano?

eramob

Lun, 02/09/2013 - 13:20

...ma Berlusconi a quanti gradi di giudizio ha diritto?

godot_mi

Lun, 02/09/2013 - 13:37

credo che in un Partiro Democratico sia giusto contestare un'idea che non ci aggrada, voi siete abituati ad annuire agli sproloqui del vostro capo, nel PD ci sono tante teste. So che vi sembra strano poter non essere d'accordo coi vertici, ma benvenuti in democrazia....

82masso

Lun, 02/09/2013 - 13:39

Ma per piacere, Violante nel 2003 chi non se lo ricorda? Quindi già si ha un'idea del personaggio, dedito di accordi e mezzucci da Prima Repubblica; è sempre libero di farsi la tessera del Pdl chi glielo vietà? Processo Staliano pff... qua si vuol solo evitare che per l'ennesima volta la pseudo sinistra lanci l'ennesima ciambella di salvataggio a B. E' ORA DI FINIRLA!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 02/09/2013 - 13:43

I comunisti veri sono quelli che non vogliono garantismo per i condannati al cui colpa è accertata. Vogliono solo garantismo di lavoro per i disoccupati.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Lun, 02/09/2013 - 13:55

@agrippina, un concentrato di farneticazioni ...confusione da vendere, idee poche e tutte sbagliate. Non hai espresso un opinione avversa....hai semplicemente capito un "nulla", sei fuori tema. Come ai tuoi omologhi sinistrati, esponi le tue nevrosi su "repubblica" , "il giornale" è un quotidiano di centrodestra, non sei persona gradita.

Ritratto di venividi

venividi

Lun, 02/09/2013 - 14:25

luigipiso, credo bene che i comunisti non vogliono garantismo per i condannati, tanto loro non vengono mai condannati e neppure indagati anche se colti con le mani nella marmellata : vedere MPS e il Forteto fra le ultime loro gesta.

giovannibid

Lun, 02/09/2013 - 14:32

e cosa vi aspettavate dai figli e nipoti di quelli che nel 1968 proclamavano "LA LIBERTA' SI TROVA IN FONDO ALLA CANNA DI UN FUCILE" e siccome siamo, purtroppo per loro, in una Europa che non permetterebbe rivoluzioni violente, si appoggiano ai loro amichetti discendenti del pensiero togliattiano; "OGNI MEZZO E' BUONO PER RAGGIUNGERE IL POTERE" VIVA LA LIBERTA'

Rosario46

Lun, 02/09/2013 - 14:32

Violante non ha difeso B. ma ha semplicemente detto che B. ha il diritto di difendersi. Ma i kompagni non voliono capire, ottusi e mistificatori come sono... Saluti

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Lun, 02/09/2013 - 14:39

...Violante! Lei ieri ha avuto modo di comprendere ciò che per decenni non aveva capito del suo partito, ossia dei comunisti. Se il virgolettato è affidabile, l'avvertimento che ha ricevuto è di stampo mafioso e Lei lo sa bene. La "base" ha "letta" la sentenza emessa a Suo carico, proprio come Esposito a letto quella scritta su Berlusconi; Non indignatevi quindi, è solo un modo per accorciare i tempi della "giustizia". Esempi di giustizia sommaria da parte dei comunisti, ne abbiamo avuti, specialmente dopo la liberazione del nostro Paese ad opera delle forze USA e &. I forti, in un partito, sono quelli che non temono di esternare le proprie idee e qualche volta usare clemenza, a differenza di coloro che, per apparire forti e credibili, invocano provvedimenti drastici o agiscono alla "maramaldica" maniera. Questi ultimi sono i cosi detti eroi per un giorno, che non finiranno mai nei libri di storia bensì nel dimenticatoio.

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Lun, 02/09/2013 - 14:41

Per chi suona la campana degli SMEmorati del collegio elettorale? Senti chi parla i classici sostenitori che anziché produrre Politica nova: usano le cloache di testate che non sono né uomini e manco femminielli ma preferiscono 'a roba, la Redazione Rai-Tv e strapagati dal Popolo ad una S.P.A. che deve sostenersi solo dal mercato o incompetenti e difficile l'aumento del 115% come Mediaset perché molti sono giornalai Giustizialisti Politicizzati braccio Sinistro del Pd e a volte del M5stalle e del radicchio Rosso Niki? In poche parole, andava bene Violante Pm quando accusava Andreotti con altri ipocriti tenendolo sulla graticola per oltre 10 anni ( e hanno fatto carriera) per poi far comodo zi Giulio ex “Capo dei Capi”, quando da “ Pannolone” sosteneva altro ottuso Democratico capo delle Ulivette molinate er Mortadella rancia con spinta al sellino ed avviso di garanzia a Berlusconi a Napoli? Dimenticato 'o passato quando tutti i terroristi si proclamavano Comunisti? In pratica, a Baffino 'o Molotoviano piacciono i terroristi di Hamas perché eletti dal Popolo con puntato alla testa il Kalashnikov. Ho forse Pdl era una Caserma del fu Vs kompagnuzzo da voi Fini-to? Pensaci Giacomino http://vincenzoaliasilcontadino.wordpress.com/2013/09/02/per-chi-suona-la-campana-degli-smemorati-del-collegio-elettoraleviolante-cav-ha-diritto-a-difesabindi-contro-silvio-si-dimetta-italia-lunita-notizie-online-lavoro/ http://archivio.panorama.it/Violante-cerco-di-incastrarmi http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/09/02/violante-al-giorno-leva-pd-di-torno/698414/ http://www.unita.it/italia/violante-berlusconi-diritto-a-difesa-bindi-decadenza-voto-pd-9-settembre-cassazione-ruby-1.518898

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 02/09/2013 - 14:46

@ venividi - D'accordissimo con quanto lei ha affermato.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 02/09/2013 - 14:56

@ Agrippina - La lettura del suo post mi ha riconfermata nel convincimento che sarebbe utile e misericordioso,per noi stessi e gli altri,essere consapevoli delle nostre competenze e soprattutto dei nostri limiti,ciò ci impedirebbe di vanamente sproloquiare relativamente a settori dai delicati e complessi meccanismi che ci sono sconosciuti.

bruna.amorosi

Lun, 02/09/2013 - 15:59

EUTERPE ma come si permette lei! adesso vedrà come la sculaccerà la signora so tutto io cioè Agrippina quella donna sembra l'enciclopedia del diritto però solo quello cheriguardano gli altri perche i suoi li tiene ben distinti e distanti .si veste dice leiDI LIBERISMO però vuole mandare in galera chi è stato condannato da magistrati di sinistra che nella sentenza di condanna altro non hanno fatto che dire NOI VOGLIAMO CACCIARTI .SENZA SE E SENZA MA PERò LEI CARO SIGN EUTERPE NON DICA CHE SONO DISONESTI NON LO CAPIREBBE LA SIGNORA E CON LEI I VARI KOMPAGNI CHE UNA VOLTA CACCIATO BERLUSCONI diranno è la giustizia .si ma a modo loro .

Ritratto di bassfox

bassfox

Lun, 02/09/2013 - 16:31

grande articolo! prima di parlare andate a vedere chi è giusi la ganga! o cosa ha combinato in provincia di Torino... siete finiti e non ve ne rendete conto!

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Lun, 02/09/2013 - 17:13

Compagni, sudiciumi indelebili. Sorretti da un gregge di invidiosi ignoranti. Pecore belanti , pascolate felici, ma non nel monte dei pascoli. Quello e' solo per i vostri padroni. Mezzo secolo di fatte , un fetore sinistro avete lasciato. Pascolate belando pecore, i vostri agnelli pagheranno per voi. Pagheranno per gli stolti padri, avidi di invidia e cattiveria. Pecore ! Solo voi potete far sorgere una dittatura, anzi consolidarla. I vostri agnelli pagheranno per un pugno di grano. Pecore !

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Lun, 02/09/2013 - 17:15

Pinux- silvestre! Le pinnocche son seccate. Diritto? Ma nasconditi! Torna alle origini, ricordati che quando il Buon Dio invio' l'intelligenza eri nascosto.Pinux, il classico comagnone che vince con un rigore inesistente e la compiacenza dell'arbitro, ' importante e' vincere . Di ' minoritario ' mentale invece ce ne sono tanti, sei un clone perfetto, un pappagallino compagno , peccato che non ti sei accorto di essere in gabbia. Ora torna a beccare felice, spera di trovare sempre il becchime.

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Lun, 02/09/2013 - 18:04

Agrippina- i suoi ideologi invece non potranno mai comparire in sede di giudizio per il reato del 661 C . p, saranno sempre innocenti. Lei e' la riprova!

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Lun, 02/09/2013 - 18:04

Agrippina- i suoi ideologi invece non potranno mai comparire in sede di giudizio per il reato del 661 C . p, saranno sempre innocenti. Lei e' la riprova!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 02/09/2013 - 18:09

@Euterpe,mi dica signora cara in riferimento al post che ho scritto,dove sarebbero le inesattezze?le facilito il compito,ho ricordato che il diritto alla difesa che di fatto consisterebbe nel potersi difendere personalmente in Giunta da parte del senatore,è un diritto legittimo e riconosciuto,se il senatore lo vorrà,nessuno potrà impedirglelo.Ho ricordato altresì,che può presentare in sua difesa uno scritto,che può altresì ricorrere alla corte di strasburgo e nessuno può imperdirglelo.Da ciò il diritto alla difesa del senatore è fuori di discussione.Ciò di cui parla Violante è la possibilità di sollevare da parte della Giunta,un caso di legittimità della l.severino dinanzi alla Consulta,di contro altri giuristi sostengono invece che non toccherebbe alla Giunta e che semmai il Senato ed il parlamento,hanno i poteri per modificare la l.severino stessa,qualora ne ravvisassero motivi necessari.Se poi volesse discutere e non limitarsi a fare la morale agli altri uetenti,ne gioverebbe l'intera discussione,e sarebbe preferibile,sempre se ne è davvero interesata.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 02/09/2013 - 18:12

Bruna.Amorosi,buoinasera a te anzitutto,vedo che non manchi mai di stilettare nei miei confronti,unica precisazione,liberale non equivale a Liberista,così tanto per non perdere il vizio io acida nel correggerti,tu perseverante nel non comprendere i valori ai quali dici di ispirarti.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Lun, 02/09/2013 - 18:50

@agrippina...ancora qui!??acida e odiosa, leggiti l'unità e non ci tediare oltre!

Ritratto di centocinque

centocinque

Lun, 02/09/2013 - 19:31

Non riuscirò mai a compatire, giustificare o difendere quel piccolo Vischinsky che riceve dai suoi sodali esattamente quello che lui propinava a coloro che non si allineavano alle direttive del PCUS.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 02/09/2013 - 20:03

@Agrippina . Non potrei mai competere con una fine giurista come lei,quindi modestamente mi astengo.Contenta?