Province, via libera del Cdm: se ne salvano solo 43

Il Consiglio dei Ministri ha approvato la riforma delle Province tagliandone 64 e istituendo 10 città metropolitane. Salve le festività

Via a 64 Province. È questa la rivoluzione firmata da Mario Monti per tagliare la spesa pubblica. Il Consiglio dei ministri ha infatti deciso di accorpare i 107 enti in 43 Province: 10 città metropolitane, 26 in Regioni a Statuto ordinario e 7 in Regioni a statuto speciale. Salve, invece, le festività.

Non è ancora chiaro, però, quali saranno i tagli nelle Regioni a Statuto speciale, dove restano valide le prerogative previste dai rispettivi Statuti. In Sardegna, per esempio, l'unica ad avere i requisiti previsti è Cagliari, ma la legge costituzionale dell’Isola prevede tre Province: Cagliari, Sassari e Nuoro. Di certo la riforma porta a un cambio storico della cartina geografica italiana.

Per non essere cancellate le Province devono avere almeno 350mila abitanti e almeno 2.500 chilometri quadrati di superfice. Ecco quali sono gli enti che saranno accorpati ad altri:

- Piemonte: Vercelli, Asti, Biella, Verbano-Cusio e Novara

- Lombardia: Lecco, Lodi, Como, Monza Brianza, Mantova, Cremona, Sondrio e Varese

- Veneto: Rovigo, Belluno, Padova, Treviso

- Liguria: Savona e Imperia

- Emilia Romagna: Reggio Emilia, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini e Piacenza

- Toscana: Grosseto, Siena, Arezzo, Lucca, Massa Carrara, Pistoia, Prato, Pisa e Livorno

- Umbria: Terni

- Marche: Ascoli Piceno, Macerata e Fermo

- Lazio: Latina, Rieti e Viterbo

- Abruzzo: Teramo e Pescara

- Molise: Isernia

- Campania: Benevento

- Basilicata: Matera

- Puglia: Taranto, Brindisi e Barletta-Andria

- Calabria: Crotone e Vibo Valentia

- Sicilia: Caltanisetta Enna, Ragusa, Siracusa e Trapani

- Sardegna: Olbia Tempio, Medio, Ogliastra, Carbonia, Sassari, Nuoro, Oristano

- Friuli: Pordenone e Gorizia.

Commenti
Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 20/07/2012 - 20:35

Dal 2014 campa cavallo che l'erba cresce !!Chissà perchè quando c'è da smazzolare i piccoli si parte da ieri,mentre per i boiardi di stato il tempo si dilata notevolmente.Come per il taglio dei parlamentari, c'è tutto il tempo possibile.Forse ci prendono per stupidi.

macchiapam

Ven, 20/07/2012 - 21:11

Che gran parte delle inutili province dovesse essere annullata era appena ovvio. Tuttavia, il criterio adottato dal governo - superficie e abitanti sotto una data soglia - pare cervellotico e molto discutibile. In tal modo si vanno, sì, a sopprimere le province artificiose, come quelle di recente istituzione, ma si sopprimono anche quelle che, per tradizionale unità economica e culturale, e altresì per virtuosità e di spesa, meritano di essere preservate. Sarebbe stato meglio di abolire, tout court, le province ultime arrivate, lasciando i9n luogo

gibuizza

Sab, 21/07/2012 - 01:39

Si può sapere come saranno accorpate o è chiedere troppo?

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Sab, 21/07/2012 - 08:34

Se ne salvano 43? a che pro? A quando il taglio delle regioni? La regione Molise ha 370.000 abitanti, come un quartiere di Milano. Ha due provincie, innumerevoli comuni e chissà quante comunità montane, enti di sviluppo, municipalizzate, centri di studio, agenzia per l'ambiente. Nemmeno qualche parco? sarebbe strano. Con le Asl, le camere di commercio, le sedi Inps, le prefetture, ed il bestiario pubblico in uso, potrebbero mettere un grande cartello all'ingresso della regione: "SEMPRE MEGLIO CHE LAVORARE"

gege_ss

Sab, 21/07/2012 - 08:46

Anche in questo caso, figli e figliastri. Vorrò vedere qui in Sardegna quanti si sobbarcheranno un viaggio di oltre 200 chilometri, per recarsi dalla Gallura o dalla Romangia, per conferire con qualche assessore provinciale in quel di Cagliari. Prevedo inoltre un forte aumento delle spese da parte dell'ente per i movimenti dei suoi tecnici. Voglio sperare che almeno in questo campo, il nostro Statuto serva a qualcosa, visto che in altri è sempre tenuto da parte.

Bozzola Paola

Sab, 21/07/2012 - 09:25

SPERIAMO SIA VERO. E soprattutto ABOLIRE L'ELEFANTIACA BUROCRAZIA che ci distrugge.

Lucius Iunius Brutus

Sab, 21/07/2012 - 09:26

Dite che le province in Sardegna sono per forza tre, per legge costituzionale e poi mettete Sassari e Nuoro tra quelle da sopprimere. Ma si tratta della solita riforma all'italiana. Le province non servono a nulla. Oristano dista 90 Km da Cagliari e, ai tempi, era un viaggio per fare un frazionamento di un terreno. Bisogna separare le province dai servizi statali (commissioni tributarie, agenzie delle entrate ecc) che devono essere dislocati razionalmente sul territorio, e tenere conto che i compiti delle province possono essere svolti molto meglio da comuni (da accorpare senza misericordia!) e Regioni. Insomma, per salvarci ci vogliono pa***! Non ne vedo!

d_time

Sab, 21/07/2012 - 09:50

ha ha grandi!!! ci voleva un taglio del genere! adesso vediamo la rossa toscana come reagisce...silvio era il male e il prof monti il salvatore??? e adesso come la mettiamo? comunque molto felice della notizia anche se nel mio veneto han tagliato un bel po, è ora di ridurre sprechi!

danjelupo

Sab, 21/07/2012 - 10:30

Quello che mi fa ridere (e dico ridere per non piangere) è che dal 2004 ad oggi hanno speso fiumi di euro per istituire la provincia di monza e della brianza per poi cancellarla. E' proprio vero che in italia si fa e si disfa ad una velocità degna del LHC del CERN

nevenko

Sab, 21/07/2012 - 10:53

Ma questa riforma, se mai sarà attuata,quando sarà effettiva?

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 21/07/2012 - 11:09

Sono contento che siano state abolite queste 64 Province; l'importante sarà distribuire le competenze fra Regioni e Comuni. In questa prospettiva noi Marchigiani giudicheremo il comportamento della Giuntae del Consiglio; io non credo che faranno un buon lavoro perché hanno perso già quasi dette mesi senza fare nulla. Ma alla Gente sta bene mandare a comandare chi non fà nulla; così potranno sempre dire la solita frase: "Governo ladro"!

Carlo R.

Sab, 21/07/2012 - 12:04

Andavano eliminate tutte e in determinate zone istituire città metropolitane per unire la gestione dei grandi centri.

Chicco

Sab, 21/07/2012 - 13:03

Fatemi capire: ci saranno regioni con una sola provincia (la Sardegna si identificherà con la provincia di Cagliari e l'Umbria con quella di Perugia) o ci saranno nuove entità territoriali (in pratica nuove province) dopo ampie e infinite discussioni campanilistiche per cui non si vorrà cedere ad accorpamenti antistorici e anticulturali? Non sarebbe meglio eliminare TUTTE le province e creare un numero moderatamente superiore di città metropolitane con compiti di coordinamento territoriali dell'hinterland (penso in modo particolare alla rete di trasporti locali). Prima di prendere qualunque decisione, si pensi in prima istanza ai cittadini!!

a.zoin

Sab, 21/07/2012 - 15:26

Quanto costa cambiare tutto il sistema ??? Detto con la bocca senza aver pensato ai costi, e`, una cosa molto semplice,MA ,come sempre la spesa sara`PIU`che esorbitante, in piu`,con la corruzzione che c`e`nella CASTA,sara`un MANGIA-MANGIA ad alta quota con il sorriso da menefreghisti. Non sarebbe piu`semplice

a.zoin

Sab, 21/07/2012 - 15:24

Quanto costa cambiare tutto il sistema ??? Detto con la bocca senza aver pensato ai costi, e`, una cosa molto semplice,MA ,come sempre la spesa sara`PIU`che esorbitante, in piu`,con la corruzzione che c`e`nella CASTA,sara`un MANGIA-MANGIA ad alta quota con il sorriso da menefreghisti. Non sarebbe piu`semplice

a.zoin

Sab, 21/07/2012 - 15:27

Quanto costa cambiare tutto il sistema ??? Detto con la bocca senza aver pensato ai costi, e`, una cosa molto semplice,MA ,come sempre la spesa sara`PIU`che esorbitante, in piu`,con la corruzzione che c`e`nella CASTA,sara`un MANGIA-MANGIA ad alta quota con il sorriso da menefreghisti. Non sarebbe piu`semplice

ilbarzo

Sab, 21/07/2012 - 15:40

Accorpate a che cosa?A coppia tra di loro,oppure tutte assieme alla citta' capoluogo di Regione.Ci fosse mai una volta che riesci a capirci qualcosa.