Ma quali diritti civili? E' un piano contro Letta

L’obiettivo della rivolta presunta civile capitanata, guarda caso, da Repubblica, non è la sicurezza di mamma e figlia

Diritti civili? Balle. Della sorte della moglie e del­la­figlia del dissidente kazako Ablyazov non im­porta a nessuno di coloro che in queste ore si stracciano le vesti per la loro espulsione, con rimpatrio, decisa in modo veloce e un po’ ambiguo dalle autorità italiane con il pretesto di documenti falsi. Non fac­ciamo i finti tonti. L’obiettivo della rivolta presunta civile capitanata, guarda caso, da Repubblica , non è la sicurezza di mamma e figlia, alle quali peraltro in Kazakistan nessu­no ha intenzione di torcere un capello e che vivono libere a casa loro. Lo scopo è fare più casino possibile per fare salta­re in aria il nostro governo,quell’asse Letta-Alfano che do­po il caos uscito dalle urne ha sbarrato la strada prima a Ber­sani e poi a Renzi. Fuori dal tempio il Pdl, e poi vada come vada, o per via elettorale o con ribaltoni parlamentari. Si spiega così l’assalto ad Angelino Alfano, ministro dell’In­terno e quindi possibile colpevole di un presunto pastic­cio: dimettiti, ha ordinato ieri il direttore della Repubblica in lacrime per la sorte delle due donne, ma soprattutto ben consapevole che «no Alfano, no governo». Allo scopo si sta piazzando la ben nota artiglieria mediatica e già si chiama in causa Silvio Berlusconi (senza non c’è gusto,allo scanda­lo manca il quid).
Le cose stanno così. In Kazakistan, Paese che trasuda di gas e petrolio, c’è un presidente, Nazarbaev, che in queste ore viene fatto passare per un pericoloso dittatore amico di Berlusconi ma che in realtà, anche se nessuno lo scrive, è stato ed è riverito e ricevuto da tutti i leader del mondo, da Cameron a Barroso, dalla Merkel a Obama, senza che que­sto abbia mai destato scandalo. Un suo ex ministro, Abl­yazov, lo ha tradito ed è in fuga per il mondo inseguito da tre mandati di cattura internazionali per truffe e reati con­tro lo Stato (non solo il suo). In Italia, da qualche giorno, i soliti giornali lo dipingono per quello che non è, un povero oppositore perseguitato politico. Sua moglie e sua figlia cercano, legittimamente, di stargli vicino usando trucchet­ti vari. Di recente si trovavano Italia, probabilmente (lo ac­certeremo) con documenti non regolari. Da qui l'espulsio­ne.
Per questo dovrebbe cadere il governo italiano? Non scherziamo. Sono kazaki loro, non nostri, che ne abbiamo già abbastanza. E non sarà neppure un orango a fare cade­re Calderoli da vicepresidente del Senato. Un Parlamento che ha sopportato lo spergiuro Fini presidente della Came­ra e non ha preteso le dimissioni di tutto il governo Monti per il casino dei nostri marò può farsi intimorire dal diretto­re di
 Repubblica o dai lamenti moralisti per una battuta?

Commenti

benny.manocchia

Mar, 16/07/2013 - 15:57

Stanno solo riprovando che i comunisti sono spaccati:una parte appoggia l'attuale governo,l'altra vuole sfasciarlo.Ho una voglia matta di mandarli a fare in...ma in verita' non meritano nemmeno questo. Un italiano in USA

Lino1234

Mar, 16/07/2013 - 16:09

Sallusti, ti ringrazio per l'ulteriore perla che mi hai regalato. Non capivo perché tutta la sinistra era tanto scatenata a difesa di una clandestina. Grazie. Saluti. Lino W. Silvio.

LAMBRO

Mar, 16/07/2013 - 16:18

Manca solo che vinca questa banda di sfascisti che sono come i ladri di Pisa: il giorno litigano e la notte rubano insieme! Ve li immaginate al Governo? Non sono d'accordo su nulla , non hanno un programma, navigano a vista ma.....con un colpo di mano potrebbero prendere il potere.....e allora POVERA ITALIA:

Lino1234

Mar, 16/07/2013 - 16:23

Sallusti, ti ringrazio per l'ulteriore perla che mi hai regalato. Non capivo perché tutta la sinistra era tanto scatenata a difesa di una clandestina. Grazie. Saluti. Lino W. Silvio.

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 16/07/2013 - 16:35

Si puo dire che lo zoo della repubblichetta e molto ben colorito .

Ritratto di Ninaninafvg

Ninaninafvg

Mar, 16/07/2013 - 16:56

Direttore è evidente che Lei ha ragione. Io ascolto Radio Capital ed il bombardamento è continuo. Pretestuoso e ridicolo.

Rossana Rossi

Mar, 16/07/2013 - 17:55

Sallusti come sempre hai perfettamente ragione solo che qui gli eventi sono misurati come tu ben sai con due misure una sempre innocentista per la sinistra e l'altra sempre colpevolista per la destra........ perché in questa povera Italia è lecito anzi fa chic chiamare Caimano Berlusconi ma se uno osa apostrofare la kyenge come orango, non sia mai, si deve dimettere...........

enzo1944

Mar, 16/07/2013 - 18:15

Tutta la regia di questo can-can è il giornale "mafioso,bugiardo,falso,disonesto e demoniaco"di repubblichina del santone scalfari(lui parla e dà consigli al Padreterno)!....il tutto pilotato e concordato con l'ebreo svizzero ed i suoi 2 sciacquini e leccapiedi mauro e dell'arrogante giannini!.....Vogliono far cadere Letta,servo sciocco di poteri forti come il monti,e metterci renzi/bersani per continuare a tassare i Contribuenti Italiani,cacciare Berlusconi e continuare a dare biada e soldoni alle loro aziende sinistre(Fiat,Cooperative rosse,Unipol,MPSiena,Banche ed agli industriali loro amici(Colaninno etc.etc)e,grazie alla magistratura,chiudere. cancellare ed archiviare tutte le porcherie che hanno fatto negli uktimi 30 anni!........giornale repubblichina=capo-popolo dei ladroni rossi,per rubare soldi ai Contribuenti Italiani!!

idleproc

Mar, 16/07/2013 - 18:22

Dato che il Berly spera per l'ennesima volta di svangarla con le sentenze... appecoronamento totale ad un "governo" che è la continuazione dei governi di traditori. Invece di dire che era interesse nazionale, si viene a raccontarla che vogliono buttar giù Letta. Purtroppo è vero, il Berly non è uno statista, non lo sarà mai e gli Italiani sono privi di un referente politico che faccia l'interesse nazionale. L'unica speranza che esiste è che il popolo italiano ne produca qualcuno altrimenti nel post bonapartismo berlusconiano ci ritroveremmo a vedere competizioni politiche tra manichini brocchi e fasulli come il Pupo a "sinistra" e qualche altro a destra.

gigi0000

Mar, 16/07/2013 - 18:57

Qui prodest? A chi gioverebbe tutto lo scompiglio della Kazaka, dell'orango e compagnia bella? Forse a Grillo, ma non più di tanto, se non volesse trovare accordi-inciuci col PD, ma sicuramente alle bande piddine che si fronteggiano soltanto per accaparrarsi denaro e potere. Tutti contro tutti insomma e chi sopravvivesse potrebbe fare l'abbuffata delle macerie. Comprendo perfettamente gli appelli alla calma di Berlusconi, capisco perfettamente la necessità di un governo capace ed autorevole per mandare avanti la baracca, ma ciò che ci governa ora non è che un ammasso informe di inetti ed un'accozzaglia di sicari destinati a far cadere definitivamente l'esperimento col CDX. Del resto i SINISTRI BUFFONI al governo sostengono di non poter attuare le riforme concordate e necessarie al paese, per non scontentare la base. Bell'esempio!

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Mar, 16/07/2013 - 19:27

Renzi è'' DIVENTATO UN POETA Matteo Renzi, da buon fiorentino, è diventato pure poeta dopo il suo viaggio in terra teutonica. Ecco il suo celebre distico elegiaco: "Voglio bene a Letta, ma lui parla con Brunetta". E' geloso ? L'alta poesia nasce sempre da nobili questioni di cuore. Certo è che lui si sente migliore di brunetta e di schifano..... che bombolotto gonfiato!

benny.manocchia

Mar, 16/07/2013 - 20:08

Scusate ma la colpa e' proprio di chi accetta certe frasi dei comunisti senza dire niente e poi s'accorge che i comunisti dicono quello che vogliono e nessuno si incazza.Occhio per occhio,perdio.Non fate cadere una virgola... Un americano in USA

masbalde

Mar, 16/07/2013 - 20:11

Quelli di sinistra possono liberamente insultare chiunque senza conseguenze,( buffone, caimano, nano, psiconano, pitonessa etc etc) addirittura tirando statuette e ferendo il nemico di destra, in questo caso anche assolti dalla magistratura: se lo fa calderoli si grida allo scandalo!!! Io al posto di Calderoli avrei condizionato le scuse alla kyenge al fatto che tutti gli altri sinistri autori di offese facessero altrettanto; bene fa Ruby se denuncia chi l'ha definita prostituta, fosse anche la Bocassini. Ma questa è solo polvere per nascondere chissà quale ribaltone stanno preparando....

luigi civelli

Mar, 16/07/2013 - 21:37

"Sono kazaki loro,non nostri": raffinata,elegante,ironica argomentazione,non c'è che dire.

AleVen

Mer, 17/07/2013 - 11:30

Ultima osservazione (promesso): contrapporre una figuraccia enorme come quella dei maro' di un governo sostenuto dal PDL e dal PD a una figuraccia enorme come questa di un governo sostenuto dal PDL e dal PD non sminuisce, semmai aumenta le resposnabilita' di questa classe politica indecente.

baserino

Mer, 17/07/2013 - 13:43

egregio Sallusti.. lei dice che la Signora e la figlia vivono libere in kazakistan e nessun vuole torcere un capello... Lei ha verificato personalmente.. ha mandato un duo giornalista a verificare.. e allora se così fosse perché il Presidente kazako non le lascia libere di tornare in italia...e scusi mi stupisce che lei cha ha sacri i valori della famiglia chiami 'trucchetti vari' il fatto che una moglie voglia stare con il proprio marito per quanto quest'ultimo possa avere un comportamento riprovevole. Scusi la mia ignoranza ma qualcosa non torna.. e se è così gentile e onesto a spiegare Le sarei molto grato.